Adi Shakti Puja

(India)



Transcript PDF
Send Feedback
Share

Adi Shakti Puja (traduzione dall’hindi), Jaipur (India), 11 Dicembre 1994.

Oggi vogliamo celebrare il Puja all’Adi Shakti, da cui ogni cosa e’ stata generata. Molte persone possono non aver mai sentito parlare dell’Adi Shakti. Noi siamo adoratori della Shakti, seguaci di Shaakta Dharma e, specialmente re e maharaja, tutti questi adorano la Shakti. Ognuno ha la propria Devi e queste Devi hanno differenti nomi. Ed il nome della Devi di Jaipur e’ anch’esso differente: Gangauri.

Ebbene l’Adi Shakti si incarno’ una volta, qui nel Rajasthan. Si manifesto’ nella forma di Sati Devi. Ella ci ha dato cosi’ tante benedizioni che anche ora la Sua presenza sopravvive nella cultura del Rajasthan. Noi abbiamo il dharma della donna, il dharma del marito, il dharma della moglie, il dharma del governante: ogni tipo di dharma e’ stato coltivato dalla Sua Shakti.

Tutti voi conoscete la storia di Sati Devi. Non devo raccontarvela in maniera differente. Ella era Gangauri in persona. Si era appena sposata e, mentre stava viaggiando dopo la cerimonia nuziale, alcuni banditi li circondarono ed uccisero anche Suo marito. Allora Lei usci’ dal palanchino e manifesto’ la Sua vera forma distruggendo tutti costoro. Ella rinuncio’ persino alla propria vita fisica. La cosa principale da comprendere, in questo caso, e’ che, dall’infanzia al matrimonio, Ella non rivelo’ mai ad alcuno la Sua vera natura. Poiche’ era della forma di Mahamaya – Mahamaya Swaroopa.

L’Adi Shakti deve essere Mahamaya Swaroopa. Questo e’ il motivo per cui tra le tremende Shakti che vennero su questa terra, la prima venne nella forma di Surabhi, che era una mucca. Tutti gli dei e le dee erano presenti in Lei. Dopodiche’, una volta, una volta soltanto, Lei venne in questo Rajasthan e – come vi ho detto – la Mia relazione con il Rajasthan e’ molto antica, poiche’ i Miei antenati venivano dalla dinastia di Sisodia della citta’ di Chittorgarh nel Rajasthan.

L’Adi Shakti ha illimitate Shakti e non esiste Shakti che Ella non abbia. Ma queste Shakti debbono essere tenute nascoste. Ci sono due motivi: il primo e’ perche’ se la gente sapesse che Lei e’ l’Adi Shakti, allora ogni genere di persona potrebbe attaccarLa, poiche’ le persone sono assolutamente malvage, incolte, ignoranti e si ergono contro Dio, guadagnano denaro nel nome di Dio e ne fanno cattivo uso. Tutte queste persone, se sapessero che l’Adi Shakti e’ sulla terra, o scapperebbero via o si unirebbe assieme per impedire in qualche modo che, in questo Kali Yuga, il lavoro dell’Adi Shakti venga completato. Percio’ e’ essenziale che sia adottata la forma di Mahamaya.

In secondo luogo, in questa forma, deve essere fatto un lavoro assai profondo, un lavoro assai sottile, quale nessuno ha mai fatto finora – quello cioe’ della consapevolezza collettiva. Lasciando da parte il collettivo, richiederebbe anni dare la Realizzazione anche ad una sola persona. Il lavoro di Mahamaya deve essere compiuto e deve essere compiuto in modo che nessuno soffra affatto. Come se foste seduti su una barca e foste comodamente trasportati sull’altra riva.

Ho detto in molti miei discorsi che ora il dharma e’ diventato cosi’ debole. La gente che parlo’ del Dharma era a posto ma coloro a cui parlarono non lo erano. Cosi’ non compresero il Dharma e gettarono la gente in uno stato di grande confusione. Se qualcuno iniziasse a riflettere sul proprio Dharma, scapperebbe via. Nel nome della religione c’e’ stata una gran quantita’ di terribili comportamenti: la tortura delle donne, lo sterminio dei bambini, il saccheggio, lo spoglio e la distruzione; ogni genere di cose sbagliate e’ stato commesso nel nome della religione! Una volta arrivo’ nel porto di Bombay una partita di libri del Gita, stampati oltremare. La gente era molto felice che a Londra venisse stampato il Gita. Che ci puo’ essere di piu’ grande di ciò? Invero gli Indiani erano del tutto intimoriti dagli Inglesi…

E se il Gita e’ stampato la’, allora gli Indiani ne sono favorevolmente impressionati. Ma ci fu un saggio doganiere che realizzo’ “Nessun Inglese e’ stato finora in grado di parlare un pur semplice Hindi. Quindi chi e’ questa persona che ha redatto il Gita in Sanscrito? Ci deve essere qualcosa di sospetto”. Pertanto apri’ un libro e vi trovo’ dentro del whisky. Comprese che  dentro a tutti i libri vi era del whisky e che stampato sulla copertina c’era il Gita. Intendo dire: il Gita e’ un libro talmente sacro, che gli Indiani, non appena si nomina il nome del Gita, lo mettono sulla propria testa, sia che ne conoscano qualcosa oppure no. Ma per questo inganno e’ significativo che si sia usato il Gita.

Se si possiede un tavolo consunto, immediatamente lo si ricopre di plastica e su di esso si distende una tovaglia per renderlo bello. E numerose volte ho visto che ci sono molte tende tirate; chiedete spiegazioni su di esse e vi risponderanno “Non e’ nulla, non e’ nulla”. Se scostate le tende un poco da parte, allora cadra’ dall’alto una grande quantita’ di abiti sporchi.

Pertanto Mahamaya possiede anche la grande capacita’ di nascondere i difetti. Poiche’ queste persone devono averla appresa da qualche parte, anche se Io non ho insegnato loro nulla. Qualcuno ha definitivamente insegnato loro come nascondere i propri difetti e, avendoli nascosti, come digerirli. Non abbiamo una gran voglia di rimuovere le nostre manchevolezze, lavoriamo solo per nasconderle… E siamo molto abili nell’individuare i difetti degli altri. Questo e’ assolutamente il contrario di cio’ che dovremmo fare. Mahamaya Shakti fu creata e si incarno’ cosicche’ i nostri difetti possano essere rimossi. Ed assorbiamo questi poteri in un corpo e poi lo ripuliamo !.

All’inizio pensai che questo lavoro fosse assai difficile. Ma le persone che erano molto negative, non venivano da Me cosicche’ non ero molto travagliata. Per dirvi la verita’, probabilmente queste scapperebbero al solo vederMi: questo e’ il motivo per cui tale problema non Mi si pose mai di fronte. Ma la cosa sorprendente e’ che le persone possedute, le persone che compiono sempre azioni malvage, i falsi guru, tutti costoro Mi conoscono molto bene. Non so come. Puo’ essere che i loro occhi siano posti sul retro della testa, o qualsiasi cosa vogliate affermare. Sono i primi a riconoscerMi. I Sahaja Yogi non sono capaci di riconoscerMi. Puo’ darsi che i loro occhi siano abbagliati, non capisco. Ma portate una qualsiasi persona posseduta e questa iniziera’ a tremare in tutto il corpo. E correra’ come se fosse stata colpita da un ‘hunter’ [frusta]. Cio’ non accade con i Sahaja Yogi, ma anche il loro riconoscimento non e’ granche’.

Questo e’ una buona cosa: infatti una delle forme dell’Adi Shakti e’ Mahakali. Se la vedeste, potreste esserne spaventati. E’ terribile. Le persone possedute sono capaci di vedere la Sua forma; gli elefanti possono vederLa, anche i cavalli possono vederLa. Ma e’ una cosa difficile mostrarla a qualsiasi altro. Non so quanti resterebbero seduti qui. Ma e’ indispensabile avere la forma di Mahakali. Finche’ Mahakali non e’ manifesta, i difetti del lato sinistro, sedimentati in voi, non possono essere rimossi. Blocco di lato sinistro significa, in primo luogo, che voi continuate a pensare al vostro passato. In secondo luogo, che “Mio padre era cosi’ e cosi’, il padre di mio padre era cosi’ e cosi'”… continuate a pensare a queste cose.

Siete fortunati di non poter ricordare la vostra vita passata. Un signore Mi aveva assai tormentata “Chi ero nella vita precedente?”. Gli dissi “Considera, o figlio, la ragione per cui non te lo dico: intendo dire che qualcosa non va. Perche’ Me lo chiedi? E’ positivo che tu sia con Me in questa vita. Perche’ continui a domandarMi ‘Chi ero nella vita precedente?’. Come potra’ aiutarti cio’?”. “No, ho bisogno di sapere”. “Ok, se ti dicessi che nella vita precedente eri il Maharaja di Jaipur, riotterresti forse il trono? Recati la’ e tutti ti caccerebbero via. Allora perche’ parli di una vita precedente?”. “Perche’ un astrologo mi ha detto che nella vita precedente ero un re”. Dissi “Non riesco a vedere in te i segni di un re. Ebbene, l’astrologo te l’ha detto per prenderti del denaro.

Tu, come un re gli donasti una collana oppure gli desti per l’appunto il benservito con del denaro?”. Rispose “Mataji, Ti prendi gioco di me”. Dissi “Stai parlando in modo sciocco, che devo farci? Sei venuto qui per chiedere della tua vita precedente. Conosco forse l’astrologia? Non ho il piu’ pallido interesse in cio’. Tu vai da un astrologo, questi ti dira’ che eri re d’Inghilterra, tu gli dai qualcosa. I re d’Inghilterra non fanno cosi’. La’, la gente non crede in queste cose. Ma supponi che egli ti dica che eri Raja Harishchandra – potrebbe dirti qualsiasi cosa – allora tu prendi questo punto e ne fai una grande pubblicazione che “Nella vita precedente ero questo ed ero quello…”. …Pertanto, se si manifesta la forma di Mahakali, si dimenticano tutte le vite precedenti.

Abbiamo grande bisogno di Lei. Senza la forma di Mahakali, la gente pazza non puo’ essere liberata. Ed ho visto che molti hanno avuto la Sua fugace apparizione poiche’, una volta scappati, non tornarono piu’. E pertanto non Mi fronteggiarono. Ora, …immaginate, questa e’ una cosa senza alcuna importanza ma al di la’ di essa, Mahakali e’ indispensabile per coloro che sono stati riempiti di bhoot da questi falsi guru. I bhoot dei guru sono cosi’: che o ascolti il guru e diventi come lui. Egli ti dice di andare a rubare in quella casa e tu fai cosi’; “Uccidilo!” ed allora uccidi; “Fa’ questo” e tu fai cosi’. Assolutamente obbligati dal comando del guru. Se fai cosi’, allora bene, altrimenti il guru ti seguira’ come un’ombra “Ti dissi di uccidere qualcuno, non fosti in grado di uccidere”. Allora chiedera’ a qualcun altro di uccidere te. Comunque vi e’ anche una buona cosa: questi tipi di guru provvedono a distruggere se stessi e i loro discepoli. Ma qui constato che anche se vengono distrutti, la gente continua a ricercarli, continua ad andare ai loro piedi.

Un signore venne da noi con la polizia. Io ero, forse, all’Ashoka Hotel. Mio marito pertanto disse “C’e’ stato forse un alterco? Perche’ e’ venuta la polizia?”. Dissi “Non so, vediamo”. Allora ci rivolgemmo a quel signore – non vi diro’ il suo nome, e’ un medico e sta fuggendo da Ananda Marg -. Dissero “Madre, egli era un predicatore in Ananda Marg molto noto nel mondo e il loro guru soleva considerarlo come suo discepolo ‘primordiale'”. Poi cosa accadde? Egli si reco’ al tempio della Devi a Calcutta, laddove vengono sacrificate le capre”.

Questa circostanza e’ vera, che possiamo farci? Questi sacrificano la capra di fronte alla Devi per trasporre lo spirito morto dalla persona posseduta nella capra e liberare la persona dalla possessione. Noi li rimuoviamo con i limoni, siamo ‘vegetariani’: tutto il nostro lavoro e’ vegetariano. Poiche’ molti ‘bania’ [persone che mangiano solamente cibo vegetariano] sono venuti a Sahaja Yoga, non e’ cosi’?! [risata]. Cosi’, tagliando i limoni, questi fuggono via. …Quindi, i bhoot di queste persone possedute possono vedere Mahakali. Vedono solamente questa forma. Ed iniziano a tremare fortemente. E qualcuno potrebbe chiedere “Perche’ tremano in quel modo?”. …E molti tipi di bhoot possiedono le persone. Ma la cosa sorprendente e’ che se l’ego e’ posseduto da un bhoot, allora anche quelli ossono vedere Mahakali.

Ora la storia di Poona. C’era un programma a Poona. Dissero “Mataji non e’ un brahmino, quindi non ci puo’ essere un programma nella nostra localita’. Solo un brahmino puo’ fare un programma”. Cosi’ il leader di la’ disse “Benissimo, pubblicheremo sul giornale che Mataji non e’ un brahmino. Qui non ci sara’ un programma. Faremo il programma altrove”. “No, no, no. Non fate cosi’. Non vogliamo far sapere questo”. “Ok, allora faremo il nostro programma qui”. Nessuno Mi disse nulla. Pertanto Io dissi “Bene, tra voi … – non so come cio’ Mi venne in mente -… chiunque tra voi sia un brahmino, per favore metta le mani verso di Me, entrambe le mani, … cosi'”. Dopodiche’ le loro mani cominciarono a tremare in questo modo. Iniziarono a dire “Madre, per favore smettila, per favore smettila. Conveniamo che Tu sei la Shakti. Per favore, smettila”. Dissi “Perche’ state tremando? Non vi ho chiesto di farlo. State tremando per conto vostro. Vi ho chiesto forse di tremare? Perche’ lo dite a Me? Smettete voi!”. “Non riusciamo a smettere affatto, cosa dovremmo fare?” [risata]. Dissi “Io non ho fatto nulla”. “Non so perche’ tremo. Non so cosa stia accadendo”. Ora costoro erano assai orgogliosi di essere grandi brahmini. Egli disse “Madre, vedete, ci sono alcuni brahmini seduti la’. Anche le loro mani tremano”. Dissi “Domanda loro se sono brahmini”. “No, signore, non siamo brahmini. Siamo pazzi certificati e siamo venuti dal manicomio. Un pazzo di li’ venne da Te, Mataji, e torno’ guarito. Questo e’ il motivo per cui siamo venuti. Non siamo brahmini o qualcos’altro”. Allora i suoi occhi si aprirono. Dissi “Hai capito adesso? Sono pazzi ed anche tu sei pazzo. Siete entrambi pazzi”. Egli allora comprese.

In principio, le manifestazioni di Mahakali erano numerose. Non riuscivo a comprendere… Se Mahakaliji riducesse il proprio effetto, potrei riuscire a fare anche qualche altro lavoro. A Poona, accadde pure che una volta chiesi a mia nipote di portare un ‘handi’ [vaso di terracotta]. Ella ando’ al mercato e scopri’ che un handi da 1 Rupia era in vendita per 10 Rupie. Cosi’ chiese “Per qual motivo e’ diventato cosi’ costoso? Da 1 rupia a 10 rupie?”. Risposero “E’ venuta una certa Mataji. Chiede l’handi. Tutti gli handi sono stati venduti. Tutte queste persone hanno preso gli handi”. Commentai “Cosi’ tanti bhoot a Poona?! Non riesco a capire”. Dissi “Portate gli handi ed i limoni e sedetevi”. Ed a coloro che non li portarono, gli occhi iniziarono a girare in tondo; cominciarono ad ondeggiare. Io mi alzai ed andai via. Dissi “Tutti i bhoot si sono radunati qui o cos’altro?”. Le persone che avevano portato gli handi erano un pochettino a posto, ma le altre stavano in piedi e ‘hum’, ‘hum’, ‘ham’, ‘ham’,… [facevano suoni e movimenti bizzarri]. Pertanto dissi “Se questo potere di Mahakali diminuisse, sarebbe meglio”. Ora, dopo aver messo a posto questi, ne vennero altri. Voglio dire: chi venne? Vennero i portatori di quelle malattie che voi chiamate psicosomatiche, voglio dire cancro, sclerosi muscolare, questo, quello, ogni genere di malattie che i medici non possono curare. Su questo, non concordano. I medici non sono d’accordo, finche’ il paziente non muore, cercano di prolungarne la vita.

Un signore, uno specialista di reni, aveva un disturbo ai reni, appunto. Cosi’ dissi “Curero’ il tuo rene ad una condizione: che tu smetta il tuo business… Questo in cui metti la gente sul tavolo e li spogli del denaro. Nessuno viene curato in quel modo; vanno in bancarotta prima di morire. Se tu smetti con la dialisi, allora sono pronta”. “Si’, si’, Madre, per favore cura il mio rene”. Lo curai, ma dopo 2 mesi il suo laboratorio ricomincio’ daccapo. Dio sa quando i medici dicono la verita’ e quando dicono le bugie! Pertanto ebbe di nuovo disturbi ai reni e torno’ da Me. Le sue condizioni erano assai cattive, cosi’ gli chiesi “Cos’e’ accaduto questa volta?”. Disse “Di nuovo il disturbo al rene”. Dissi “Non e’ quello, ora e’ insorto il cancro”. Era molto spaventato. Dissi “Te l’avevo detto. Ma tu ricominciasti con il tuo laboratorio!”. “Ebbene, Madre, come riempiro’ il mio stomaco? Ho acquistato  attrezzatura del valore di cosi’ tante rupie! Sto facendo questo, sto facendo quello”. Dissi “Vendila a qualcuno. Chiudi!”. Ho udito che egli non e’ piu’. … Non importa.

Tutte le malattie del lato sinistro,… tutte queste, che sono chiamate psicosomatiche, che sono incurabili, possono essere curate solamente per grazia di Mahalakshmi. Questo e’ il motivo per cui dobbiamo dire il mantra di Mahalakshmi. E finche’ non manifestate Mahalakshmi, queste malattie non possono essere curate… E cosi’ tanto calore viene fuori da queste persone che non riesco affatto a comprendere. A Londra, allorche’ tutti accendono il riscaldamento, prendete anche solo un paziente di cancro e risvegliate la sua Kundalini e le vostre spese di riscaldamento si vanificheranno. Talmente tanto calore promana! Non v’e’ limite a cio’! Da una parte il calore viene fuori e dall’altra si mettono a piangere. Poiche’ il piangere va di pari passo con questo. Quando riceveranno il darshan di Mahalakshmi, il pianto si fermera’. Il darshan di Mahasaraswati e’ ancora distante. Sono fermi al darshan di Mahakali soltanto!

Ebbene allorche’ La vedono, hanno voglia solamente di piangere. Cosa dire loro? Quando osservate nel sottile, la forma di Mahalakshmi e’ Ati-raudra [assai feroce]. Della Devi e’ detto che Ella e’ ‘Ati raudra ati saumya’. Ma Mahalakshmi e’ ‘ati raudra’. Rudra Swaroopi. E Rudra e’ oltremodo indispensabile, altrimenti questa negativita’ non fuggirebbe via. Andra’ via soltanto con la forma di Rudra. Le 11 rudra degli Ekadasha rudra, tutte le undici rudra hanno soltanto la Mahakali Shakti e questa e’ collocata nel nostro medha [sulla fronte] in 11 chakra. Se un uomo ha gli ekadasha bloccati, allora sa di avere il cancro o qualche malattia incurabile. La scienza di Sahaja Yoga e’ assolutamente perfetta in tutti i suoi aspetti. In essa non potete trovare alcun genere d’errore.

Orbene la gente viene con il cancro, la sclerosi, questo, quello, persino l’aids. Dicono dunque “Madre, non siamo andati da alcun guru”. “Se voi non siete stati da alcun guru, allora puo’ esservi stata vostra madre, puo’ esservi stato vostro padre. Allora?”. “Si’, abbiamo letto libri di Rajneesh”.

[Manca una pagina del testo originale. Il discorso prosegue cosi’:]

… tiro’ fuori la lingua, fece questo, nulla come quello. Oggi la forma di Mahakali e’ rudra. Non c’e’ necessita’ di fare tutto cio’, oggi. L’uomo ne rimarra’ semplicemente spaventato e tornera’ a posto… Per l’appunto vedendo questa forma, torna a posto. Allorche’ vede quella forma, le malattie guariscono da sole, poiche’ la negativita’, che e’ dentro di lui, fugge via.

Pertanto non c’e’ necessita’ di tagliare il collo a qualcuno, di tagliare la lingua a qualcuno o di cavare gli occhi a qualcuno. Se Mahakali swaroop non fosse stata usata nel Kali Yuga, il lavoro di Sahaja Yoga sarebbe stato impossibile. A causa delle forze negative, tutti i chakra si bloccano.  E senza migliorare questi chakra, la Kundalini non si alzera’ mai. Questa e’ la ragione per cui Mahakali swaroop e’ assai venerabile e adorabile e non reca alcuna forma di disturbo fisico, emozionale o mentale ad alcuno. Solamente con la Sua forma, le negativita’ fuggono via.

Orbene i contrasti tra marito e moglie costituiscono un  problema assai grosso, oggigiorno. Poiche’ le mogli sono istruite ed i mariti vorrebbero che le mogli fossero assolutamente semplici. E lei non e’ semplice, come renderla semplice? Una volta che lei e’ educata alla citta’, e’ educata alla citta’; sia che tu indossi un Lehanga [abito del Rajasthan] o che indossi un paio di pantaloni, la mente e’ educata alla citta’. Or dunque sono educate alla citta’,… dopodiche’ la femminilita’ cala. C’e’ piu’ mascolinita’ e meno femminilita’. E la piu’ grande qualita’ di una donna – ossia Shaleenta [carattere, dignita’, regalita’, cortesia] – decresce.

Questa Shaleenta, che e’ la qualita’ di una donna! Lei non deve andare sul campo di battaglia. Padmini brucio’ se stessa insieme a 3000 donne, nello stesso forte di Chittorgarh. Mai si era avventurata fuori con la spada! Ed allorche’ ve ne fu la necessita’, solo allora, Jhansi Ki Rani [la regina di Jhansi] resistette con la spada in mano. Ricordo che gli Inglesi dissero “La vittoria e’ nostra ma la gloria va alla regina di Jhansi”. Nel nostro paese ci sono state molte donne gloriose, di grande carattere, devote al marito, assai elevate nel dharma della donna. Tali donne vi sono state, donne che badavano alla casa con discernimento. Allorche’ Gandhiji fece la chiamata, le donne gli diedero i propri bangle e tutti i gli ornamenti.

C’e’ la storia di Rana Pratap [Rana Pratap fu un re che s’impoveri’ nella guerra contro il Re Akbar]. Un giorno Rana Pratap vide un leopardo portar via alla figlia un chapati [pane indiano] fatto di erba soltanto. Cosi’ un dubbio s’insinuo’ nella sua mente “Perche’ sto combattendo questa guerra? E’ per mia vanita’? Perche’ non mi arrendo ad Akbar?” Cosi’ si sedette a scrivere una lettera ad Akbar. In quel momento, la Shakti Kshatrya [il potere guerriero] della moglie si risveglio’. Ella impugno’ una lancia e si erse con la figlia (in braccio). E le disse “Ti uccidero’, poiche’ per causa tua questa debolezza si e’ insinuata dentro tuo padre”. Allora gli occhi di Rana Pratap si aprirono.

Nei nostri luoghi – se ci pensiamo – le donne solevano mettere il teeka [bindi] sulla fronte dei mariti e mandarli sul campo di battaglia. Chi combatte’ con gli Inglesi? Gli uomini? Soltanto cosi’ per parlare. La shakti era delle donne. … Poiche’ oggi anche le donne sono senza shakti ed anche gli uomini sono senza potere.

Questa shakti proviene dallo shaleenta della donna. E finche’ questo shaleenta della donna non e’ attivo, il potere di Gruhalakshmi non si manifesta dentro di lei. Ma lei deve essere intelligente. Gruhalakshmi deve essere intelligente. Ed, in secondo luogo, lei deve essere comprensiva. Pertanto possiamo dire che allorche’ questo Mahakali Shakti diviene molto calma, allora lei diventa Gruhalakshmi.

Pertanto noi crediamo in Fatima, che decora il trono di Gruhalakshmi. Con questo potere di Mahakali, la donna tiene i suoi bambini sulla retta via. Tiene il suo carattere splendente. E noi siamo testimoni del fatto che la devozione e la fedelta’ di una moglie devota e leale non possono essere distrutte da nessuno. Lei ha la sua shakti. Questo e’ il potere di  Mahakali. Quelle persone sono spaventate da una moglie devota.

E pure i mariti dovrebbero sapere che il potere attivo dentro di essi viene anche dalla donna. E se quel potere viene dalla donna, la prima cosa da vedere e’ se la donna ha shaleenta oppure no. Se la donna e’ molto dominante – “siediti qui, siediti la’, va la’, fai quello”-, se inizia a mostrare il dito in questo modo, allora potete dirle “sta’ zitta!”: il marito ne ha il diritto.

Ma con shaleenta potete vincere queste necessita’ con intelligenza. E a causa di questo shaleenta non c’e’ necessita’ di picchiare, di gridare, …nulla. In una donna shaleen, ci dovrebbe essere una grande capacita’ di sorridere. Dovrebbe sapere su cosa sorridere e con il riso puo’ correggere migliaia di problemi. Per capire questa cosa sottile, proprio ora avevo detto a qualcuno di leggere Sharatchandra. Nelle sue novelle, tutte le angolosita’ vengono gestite dalle donne in modo molto bello…  Questo e’ argomento d’intelligenza. Non dobbiamo entrare in politica. E non c’e’ assolutamente necessita’ di discendere in questa sporca economia. Ma l’intero lavoro della societa’ dipende certamente dalla donna: …quella donna che migliora la propria casa, corregge i suoi bambini, migliora la salute del marito, …quella donna costruisce una societa’ molto forte. Ieri ho detto anche che, solamente grazie alle donne dell’India, oggi la nostra societa’ e’ a posto. Ma la natura della donna dovrebbe essere shaleen. Ed anche il suo potere e’ in shaleenta, non nell’aggressivita’. Lei non ha bisogno di brandire un bastone. Assolutamente. Lei con il suo shaleenta, puo’ vincere il mondo intero. Nei suoi  movimenti, nel suo portamento, nel suo stile dovrebbe essere come una Devi.

Cosi’ il Mahakali Shakti riposa su parecchi punti. Questi hanno i propri, svariati veicoli. Ma allorche’ Lei siede sull’elefante, viene chiamata Lalita Gauri. La sua arte, la sua maestria, il suo sentimento sono tutte cose rispettabili, belle. Non e’ necessario che indossiate un velo. Non e’ neppure necessario che copriate il vostro capo. Ma nei vostri occhi ci dovrebbe essere shaleenta.

Shaleen e’ una parola molto grossa. Molte cose sono celate in essa. Poiche’ colei che e’ ‘rudra swaroopa’, se deve anche diventare ‘saumya swaroopa’ [tenera]…, quello e’ il motivo per cui fu detto che dovete usare il velo, coprire la vostra testa, indossare un … [velo usato dalle donne mussulmane]. Poiche’ voi siete Mahakali. Chiunque vi guarda, egli stesso sara’ ridotto in cenere. Colui che vi guarda con occhi cattivi, egli stesso sara’ finito: non per la vostra protezione, ma per quella della persona che ha messo occhi cattivi su di voi. Questi finira’ in cenere. Questi sara’ distrutto.

Il grande Mahakali Shakti si comporta in questo modo: appare essere assai splendente, assai shaleen ma dal di dentro … la sua Shakti e’ attiva dal di dentro. Cosi’ la gente dice “Mahakali e’ una perfetto ‘rudra shakti’, Madre”. Ma e’ sorprendente vedere la Sua Shakti. Osservate, cos’e’ Mahamaya! Per natura e’ Mahakali, tuttavia appare shaleen, come una sposa! Che dire …cosi’ schiva, timida. Parlera’ cosi’ dolcemente come se i fiori stessero cadendo. Sara’ cosi’ amorevole, che non riuscite a crederlo. Ma questo e’ il potere di Mahakali. Colei che lo ha conseguito, nessun bhoot potra’ toccarla. Invece di toccarla, sara’ egli stesso posseduto dal bhoot. Ne abbiamo molto poche di donne cosi’! Ed una donna cosi’, con un solo sguardo, puo’ ridurre la gente in cenere!

Dunque il secondo potere e’ di Mahasaraswati; tramite esso otteniamo molti generi di ispirazione artistica e molti tipi di idee concettuali, illuminate nel nostro intelletto dalla grazia di Saraswati Sharada. Per grazia di Sharada, vengono sviluppate numerose forme di pensiero in modo sereno, assai pacato; nascono numerose poesie ed assai belle. …Ma non quelle lacrimevoli, …i generi che vi risvegliano, quelli sorgono! Molti canti nazionalisti sono stati scritti; sul proprio paese, nessuno sa quante persone abbiano scritto! Tutte queste poesie se ne sono andate ed ora ovunque vengono suonate soltanto queste sporche canzoni per film. E cio’, anche di fronte a Shri Ganesha! Poiche’ non c’e’ affatto saggezza nell’uomo. Se non c’e’ saggezza, gli uomini persistono nel fare cose prive di qualsiasi utilita’.

Con l’intelligenza, sottoscrivono qualsiasi cosa. La piu’ grave tra queste, direi, e’ Freud. Non ho mai visto uno piu’ folle di lui. Spudoratamente mise i suoi punti di vista di fronte a tutti… e sono stati pure adottati! Qui non ho intenzione di dirvi che cosa siano. Non sono degni di essere riportati – sporche idee. Fu un bene che non venisse in India. Altrimenti tutti lo avrebbero fatto a pezzetti e gettato via. Se leggeste anche solo una riga dei suoi scritti, sapreste che egli e’ un uomo assolutamente privo di vergogna oppure un bhoot o un rakshasa – qualsiasi cosa preferiate dire. Questo fu l’uso che fece dello scrivere e dell’intelletto! Scrisse ogni cosa contro Sharada. Eppure la scrisse ed attecchi’ ovunque: …sicche’ abbiamo la liberta’, possiamo scrivere cio’ che vogliamo!

I giornalisti di oggi sono pure cosi’. Qualsiasi bizzarra idea intendano, si mettono a scriverla. E non vogliono scrivere affatto cose buone! Piangeranno ‘chi mori”, ‘quanti morirono’, ‘sta morendo ora’. Per prima cosa lasciatelo morire, perche’ tormentate ogni giorno la gente? Egli non sta morendo e voi scrivete cosi’ tanto …’ora non e’ morto’, ‘adesso non sta morendo’. Non riesco affatto a capire. Una volta che sia morto, scrivetelo per esteso! Morira’ certamente. Ebbene perche’ scrivete tutte queste cose? Chi ve lo ha chiesto? Allora scriveranno di nuovo; di grosse bugie ne scrivono pure parecchie. …Non hanno timore di Sharada Devi.

Sharada Devi e’ colei che da’ la verita’. Ed Ella e’ l’autorita’ sopra la verita’. La luce della verita’ che riceviamo nelle nostre teste, e’ per grazia di Sharada. Cosi’ quando scrivete, non pensate da dove vi viene questo potere di scrivere? Chi vi diede questo potere di scrivere? Sharada Devi o qualche bhoot? Allo stesso modo ho visto che molte persone hanno scritto cosi tante insulsaggini sulla Kundalini!

C’e’ un certo Aurobindo – non so da dove sia venuto e dove sia andato. Non c’e’ alcun senso in cio’ che scrive. Non so. Egli ha un grosso nome Aurobindo Marg [Anche una strada di Delhi e’ stata intitolata a lui]. Io non viaggio mai per quella strada poiche’ non so dove Mi possa portare quella via, dove ando’ la sua mente – quello’ continuo’ a scrivere e scrivere. E non c’e’ verita’ alcuna in esso. Ora egli canto’ la storia di Savitri. Ora questo su Savitri… Cosa dobbiamo farci? E la sua mataji o chiunque fosse la’… Non so quale fosse la sua relazione… Ci furono centinaia di dichiarazioni contro di loro. Ed essi dicevano che ‘ella sarebbe ritornata giovinetta. Orbene vedrete che ella ritornera’ giovane ‘. Lei e’ morta, e’ stata bruciata. Eppur tuttavia ‘diventera’ giovinetta’. E libri su libri hanno scritto! Un’assoluta insensatezza tali libri! Come questo,… Nessuno sa quanti libri siano stati scritti nel nome della religione.

Eppure al giorno d’oggi ci sono intellettuali che sono venuti fuori, …altri idioti. Ho letto un libro di un certo signore: egli pensa di essere un grande scrittore. Viene dal Punjab. Non deve aver mai letto il Sanscrito. E cosa scrive? Che Krishna era uno Shudra ed era nero e che Rama era un brahmino. Dissi “che insensatezza sta scrivendo?”. E questo e’ il motivo per cui noi consideriamo Lui uno shudra e Lui un brahmino. Dissi “e’ cosi’? Da quale shastra prendeste cio’?”. Per dirvi la verita’, anche il libro scritto da Jawaharlalji – quella deve essere stata la scoperta di qualcos’altro, non e’ un libro sulla scoperta dell’India! Cosi’ superficiale, di tale basso livello! E’ forse questo che sta scrivendo sull’India? Non c’e’ alcuna profondita’ in lui. Come vedete qualsiasi persona puo’ mettersi a scrivere su qualsiasi cosa.

Finora Io non ho scritto affatto. Dissi che dovevo scrivere qualcosa che penetrasse nella testa di ognuno. …La testa della gente non e’ ancora cosi’ aperta. E nessuno ha mai scritto. Non scrisse Gesu’, non scrisse Mohammed Saab. Si’, Mohammed Saab non scrisse alcunche’. Non poteva neanche leggere o scrivere, pover’uomo! Racconto’ a 40 persone che “cio’ che divenne noto a Me, era una rivelazione,…” come questo e quello. Anche quelle persone erano illetterate. Dunque, per 40 anni, non fu scritto nulla. Ci fu un uomo assai malvagio – il suo nome era Mutawaiya, o qualcosa di simile. Mio padre Mi racconto’ cio’, ed ora questo argomento e’ un dato di fatto. E’ risaputo che quel signore – un uomo assai malvagio – uccise Hazarat Ali, uccise suo figlio. E poi uccise il Calipha. Dopodiche’ uccise un altro Calipha e sua madre ne mangio’ il fegato. Quest’uomo immondo, che odiava le donne, costui redasse il Corano! Ebbene che ne dite? Vanno in giro con il Corano in mano. Questo non ha alcuna autenticita’. Ed anche la Bibbia (non e’ autentica), Paolo ha alterato ogni cosa. Almeno i Cristiani credono a questo,… sono Cristiani per interesse. Cio’ va bene. Poiche’ ci sono cosi’ tante cose strane che se le raccontate a qualcuno, verranno per picchiarvi. Questa e’ la storia di quel Corano per cui stanno combattendo.

Questa e’ la verita’; Io vi sto raccontando qual’e’ il ruolo di Sharada Devi in tutto cio’. Per grazia di Sharada Devi, molti hanno scritto parecchie cose. Gnyaneshwariji scrisse il suo ‘Gnyaneshwari’ e poi un altro libro. E’ cosi’ bello che sentite di star bevendo amruta. Santi, che furono benedetti da Sharada, hanno scritto! All’inizio di ‘Gnyaneshwari’, per grazia di Sharada Devi, egli scrive che “Le mie parole, qualsiasi cosa io stia per dire, siano soltanto per compiacere Vag Devi; e’ per compiacere Sharada Devi che io dico. Queste parole non vi recheranno, per alcun motivo, affanno. Nello stesso modo in cui le piume, assai gentilmente, fluttuando cadono giu’ verso terra, nello stesso modo le mie parole cadano nel vostro cuore e vi rendano fragranti”. Che grande cosa ha scritto! E’ poesia talmente bella la sua, …e cosi’ gentile, delicata, … la sua forma cosi’ consolante, che sentite di condividere l’amruta.

Tutto cio’, naturalmente, poiche’ conosco il Marathi,… ma persino in Inglese c’e’ stato un grande poeta, e le sue poesie sono state consegnate in un libro chiamato “Visioni”. Per favore leggetelo! Il suo nome fu William Blake. Tale commovente, ispirante poesia e’ la sua, venite colmati d’ispirazione, di entusiasmo. E’ come se Sharada venisse fuori della Sua poesia ed iniziasse a parlare dentro di voi. Similarmente, se leggete SharadChandra, inizierete a scrivere poesia. Ci sono stati tali scrittori nella nostra India, come in nessun altro luogo! Tolstoj era molto grande, Io concordo; e persino piu’ grande di lui era SharadChandra.

Nel Maharashtra ce ne furono molti di piu’, uno migliore dell’altro. Non c’e’ bisogno di riportare i loro nomi. Ma nessuno li ha tradotti affatto! “Poiche’ tutto questo e’ materia politica”. Cosa c’e di politico in cio’? E’ forse politica Sharada Devi? Materia politica e’ questo: che “se il vostro Primo Ministro lo chiede, allora l’Accademia lo fara’”. Il nostro Primo Ministro del Maharashtra non e’ in grado neppure di parlare il piu’ basilare Inglese, non conosce neppure il Marathi: cosa fara’ allora? Illetterato com’e’… Solamente le persone ignoranti diventano Primo Ministro oggigiorno! Penso “Che cosa proporra’? Che cosa sa?”. Per proporre, uno deve essere una persona istruita, qualcuno che sa. E lui e’ stato reso persona responsabile di proporre ogni cosa: solo lui propone.

Altrimenti ci sono cose talmente belle nel nostro paese! Nel sud c’e’ un poeta chiamato Kurup. Le sue poesie sono cosi’ meravigliose! Che potrei dirvi? Sharada Devi ha benedetto enormemente questo paese. Gli scrittori migliori sono stati nel nostro paese. Non quelli occidentalizzati! Coloro che sono veri Indiani, che non possiedono denaro ma che sono stati generosamente favoriti da Saraswati. Uno piu’ dell’altro! Ora il Rajasthan e’ stato assai benedetto. Ci sono stati grandi poeti. E persino Alessandro fu di gran lunga impressionato dalla cultura di qui. Pertanto fece namaskar e torno’ indietro portando con se’ Chand Vardai – un grande poeta – . Egli era di qui, di questo posto. Alessandro lo prese con se’ ed egli diede una grande descrizione di Alessandro in lingua Rajasthani. Inoltre, tra i Sufi, avete Khusro – quale poesia scrisse! -, Kabir Das – cosa dire! – e Nanak Saab – che dire di lui!-.

Egli era il Guru in persona di Ramadas Swami. Anche nel Bengala, ci sono stati poeti uno migliore dell’altro. E tutto cio’ e’ avvenuto con la grazia di Sharada Devi. Da ogni parola, e’ come se il Dharma stesse fluendo, come se l’illuminazione stesse fluendo! E tutte le loro parole sono cosi’ perfettamente accomodate! Sembra che abbiano scritto in Nirvichara. Tale pura descrizione! Questo verra’ detto sicuramente: che sulla spiritualita’ la piu’ grande mole, e meglio scritta, e’ stata composta solamente in Sanscrito e poi in Marathi. Non so perche’ il lavoro sulla spiritualita’ sia stato fatto qui con cosi’ grande profondita’.

Ora qualcuno potrebbe dire “Anche in lingua inglese, viene scritto cosi’ tanto, Madre. Dunque non c’e’ alcuna grazia di Sharada su di la’?”. Ora pensate solamente a questo. Nella lingua inglese per ‘atma’ usate la parola ‘spirit’; per liquore ancora ‘spirit’ e per bhoot ancora ‘spirit’. E’ una lingua questa? Non si ottiene una lingua come quella, con la benedizione di Sharada Devi! E la lingua francese e’ ancora peggio: non esiste assolutamente parola per ‘chetana’.  In Inglese almeno esiste ‘consapevolezza’, in Francese non avete parole per ‘consapevolezza’. E in quest’ultima lingua, per ‘atma’ potete usare cosi’ tante parole per liquore, quante ne desiderate! E’ questa una benedizione su di loro? Dicono che ci siano stati poeti assai grandi. Tutti gli scrittori che sono esistiti la’, erano tutti politici; scrissero di politica.

Si’, menzionero’ William Blake; menzionero’ C.S. Lewis. Soltanto due persone! Wordsworth fu un altro. Ma gli altri! Ci fu un certo signore; egli scrisse poesie,…  tali dolenti poesie, simili ai nostri gazal, sono molto popolari. Era un uomo con una buona vita, una casa decorosa, buon cibo e tutto il resto.

Invento’ una storia e scrisse una poesia in cui “Io andai da qualche parte e fui imprigionato”. Non gli accadde nulla di quel genere. Se fosse stato (in galera), avrebbe saputo cosa essa significhi. Nessuna poesia ne sarebbe scaturita! “Ed in prigione accade questo, percio’ i miei capelli non si imbiancarono, e questo non accadde, quello non accadde, etc. …”. Se foste stati veramente in tali difficolta’, tanto varrebbe essere annegati la’: sarebbe stato meglio. Questa dolente poesia,… chiunque puo’ vedere che e’ una poesia lacrimevole. Ed egli se ne sta perfettamente comodo! Voglio dire, almeno fosse stato in pena ed allora avesse scritto, sarebbe stato comprensibile. Ma sta perfettamente bene e fa un sacco di soldi facendo piangere tutti! …Ed intanto stai facendo denaro. …Ma anche la gente ama piangere.

Conobbi un signore mussulmano. Egli chiese “Mataji, perche’ la gente canta questo gazal?”. Dissi “Chiedetelo a coloro che cantano. A Me non piace”. Disse “Tutte quelle persone che scrivono gazal, non amano le proprie mogli; sono innamorati di qualcun altro”. Dissi “Come sai questo?”. “L’ho visto. Questa e’ la situazione. E si mettono a piangere. Hanno le proprie mogli …e piangono!”. Questa moglie siede viva e vegeta – perche’ non vivere con lei e godersi la vita? Invece state piangendo per una terza “Non ti ebbi, e non ebbi la tua ombra” [risata]. Sono forse questi i generi di poesia scritti con la benedizione di Sharada Devi? Queste sono ancora un altro genere di persone: sono persone che desiderano solamente ingannare la gente.

Un signore era venuto nei nostri posti, molti anni fa. E pure recitava molte poesie sui liquori; era un personaggio assai famoso. “Il liquore fa’ questo e quindi fa’ … [viene utilizzato un termine hindi non tradotto] e questo accade”. Dissi “Che cosa dici riguardo la gente che muore per strada? Parla anche di loro”. Quindi, in quello stesso momento, presi a recitare una poesia su di lui. Sono una poetessa immediata. Dissi “Perche’ il calice non oscilla? Il bevitore stesso e’ completamente ubriaco. Perche’ il calice non oscilla? Perche’ non oscilla e perche’ invece tu oscilli? Sei piu’ fragile persino di un calice!”. Dopo di allora, egli non parlo’ piu’ di vino. Non riesco affatto a capire. Allorche’ sua moglie mori’, compose una poesia su di lei e la recito’. Ed udii’ che dopo 15 giorni si risposo’ ed, ebbene, fece una poesia sulla nuova moglie! Come sorge l’opportunita’…

In tal modo, nel nostro paese, nacquero molti generi di poeti di scarso valore. E, specialmente, nacque quel genere di poeti che tirano in gioco Dio in ogni cosa, mostrano che il Paramatma e’ come un uomo. Questo e’ un grave peccato. Ma le benedizioni di Sharada Devi sono quelle che ci portano alla porta di Mahakali. Per intenderci, guardate Mr. Vidyapati. Non conosco che sorta di disegni romantici stia dipingendo su Radha e Krishna. Dove Krishna ebbe il tempo, dove Radha ebbe il tempo di essere romantica e tutto quello? Colui che si occupa dell’intero Universo! E Radha; Ra significa energia e Dha significa colei che supporta. Dove trova Ella il tempo per tutto questo romanzo del mondo? Ed ora egli La mette nel romanzo! Fino a tal punto che… Mr. Wajid Ali ebbe 165 mogli! Persino allora soleva indossare un sari e diventare Radha, e soleva danzare con Krishna!

Ebbene questo affare romantico non ha significato, e’ robaccia priva di utilita’. Che cosa sadhu e santi devono fare di cio’? Persino la gente soleva dire di Kabir che egli aveva scritto “Sainya nikas gaye, maina ladi thi”. ‘Sainya nikas gaye’ significa cosa? Significa che la vita se ne e’ andata.

Khusro ha scritto “Chhap tilak sale deeni, to use naina mila”. Ebbene egli e’ un Sufi; su cosa egli si focalizzera’ se non su Dio? ‘Chhap’ significa l’identita’ di mussulmano, e ‘tilak’ significa quella di hindu. “Ad ogni cosa ho rinunciato, allorche’ Ti vidi”. Egli aveva scritto in linguaggio rustico, ed in questo genere di linguaggio che “Mera naihar Chhuto rijhbay”. Ebbene, pensate forse che fosse una casalinga per rinunciare alla casa della madre? Poiche’ non c’e’ profondita’, allora pensiamo che persino i sufi stiano cantando canzoni per film! Non c’e’ profondita’, non e’ cosi’? Non c’e’ comprensione.

Cosi’ persino Shri Sharada talvolta diventa Mahamaya Swaroopa [della forma di Mahamaya]. Come lo Zen. I Sahaja Yogi possono comprendere le cose scritte dai poeti Zen e nessun altro puo’ comprenderle. Ed il modo in cui descrivono ogni cosa, anche il dettaglio piu’ minuto, ed il modo in cui usavano dipingere, solamente uno yogi puo’ percepire i sentimenti dell’altro! Ed in miyra [?] cantano il Qawwali! Questa non e’ una qualche benedizione di Sharada Devi. In alcun modo, …fare tali misture, …ci dovrebbe essere purezza persino nella musica. Persino nella musica, vedo che introducono anche il Giapponese ed anche l’Inglese, quindi mischiano ogni cosa.

Poiche’ non sanno come cantare pura musica. Pertanto si mettono a mischiare ed a produrre piu’ misture. Nei villaggi la gente canta cosi’ amorevolmente e con la completa benedizione di Sharada Devi! Solamente con le Sue benedizioni fu possibile scrivere tutti i grandi tomi e le grandi opere teatrali, …fu possibile scrivere i kadambari, …tutti furono possibili con la grazia di Sharada Devi! Ma al tempo presente, appare come se Sharada Devi avesse tirato indietro la mano, oppure come se questa benedizione fosse scemata!

In questo Rajasthan, vi e’ stato un tale sviluppo artistico che, proprio in 2 o 3 anni, l’arte e’ fiorita all’improvviso. Questa e’ sicuramente la benedizione della sola Sharada Devi. Non v’e’ dubbio su cio’. La gente ha iniziato a produrre con le proprie mani cose cosi’ artistiche – e’ sorprendente! Anche in tempi antichi solevano fare cose artistiche assai gradevoli. La gente soleva apprezzare tutto cio’. Ma vedete… in semplici ceramiche,… vedete ovunque colori talmente belli! Tutto e’ talmente pieno di colore! E tali oggetti! Soltanto ieri sono andata a visitare una fabbrica. Questo e’ il motivo per cui indosso questo sari oggi. Questo e’ un tipico colore del Rajasthan, assolutamente! E non si intimoriscono, indossano questo colore, ed ogni genere di colore.

Gli Occidentali non sono cosi’. Dicono che se c’e’ un bordo, non ci dovrebbe essere alcunche’ al di sopra di esso – spazio! Dovrebbe esserci solo spazio sopra un bordo! Questo perche’ i loro cervelli sono spaziati! Poiche’ non c’e’ alcuna connessione, non e’ cosi’? Non c’e’ connessione tra il cuore e la testa. Or bene, allorche’ il cuore e la testa saranno una cosa sola, allora la gente comprendera’ cos’e’ quella cosa che viene chiamata ‘exuberance’ [esuberanza] in Inglese… Colmo di felicita’; la gioia che uno prova diviene colore e si diffonde tutt’intorno. Questa Holi [festa dei colori in onore di Shri Krishna] puo’ avvenire solamente nel nostro Paese, ed in nessun altro Paese.

Il gioco dei colori che avviene qui, i sari pieni di colore che vengono prodotti, gli abiti che sono fatti, i lehanga che sono fatti – dove accade tutto cio’? La’, solamente abiti grigi – se vanno oltre il grigio allora tutto nero! Con facce simili a bhoot, e addosso a quella se ne vanno in giro con abiti neri. Allorche’ escono da uno, entrano in un altro. Hanno forse una capacita’? Che producano anche un solo sari come questo ed Io riconoscero’ nuovamente l’abilita’ degli Inglesi. Solamente uno! Gli abiti delle donne, in questo Rajasthan, sono cosi’ pregni di colore; ce ne sono di ogni genere! Cosa dire? Cosi’ meravigliosi, che sia stata forse Sharada Devi a generare questa gente?

Solamente su di un punto, sicuramente, desidero soffermarmi. Qui vi e’ poca attenzione verso la pulizia. Le donne sono molto pulite, provvedono alla casa, etc…. sono assai pulite. Ma fuori e’ assai sporco. Gli uomini non sono affatto infastiditi dall’esterno della propria casa e tutta la spazzatura imputridisce al di fuori. All’estero, l’esterno e’ assai pulito, poiche’ gli uomini si impegnano a ripulirlo di propria volonta’. Forse che qui gli uomini prenderanno la scopa e puliranno la casa? Si sentiranno completamente umiliati. Cosi’ pulizia e perfezione: queste sono anche benedizioni di Sharada Devi. Le donne tengono le case assai linde e gradevolmente sistemate, lo vedo.

Ma non appena mi affretto fuori del cortile, posso vedere le teste di tutti gli uomini. Se possiamo imparare tale consuetudine dagli Inglesi, che allora tutti gli uomini si riuniscano la Domenica e facciano di questo una celebrazione. Che tutti vengano fuori e si adunino e si divertano – “Venite, puliamo, prendiamoci cura del giardino, facciamo questo, facciamo quello”. Ma abbiamo servitori. Allora perche’ dovremmo farlo? Chiedero’ ai servitori di farlo. Questo sudiciume non permettera’ a Sharada Devi di avvicinarsi. Ella se ne stara’ lontana. E’ molto importante pulire e la pulizia dovrebbe essere organizzata e fatta con gusto artistico.

Qui l’arte e’ altamente sviluppata. Ora questa, nessuno puo’ concettualizzarla. Tale cosa non puo’ essere assolutamente fatta altrove,… questa cosa che voi, gente, avete fatto [la tenda per il puja]. Impossibile. Ma si’, avete le arti ed ogni cosa. Ma finche’ si tratta della tenda per il puja va bene, finche’ si tratta del puja va bene e poi? Cosi’ limitate l’arte. Sharada Devi e’ senza limiti. E la Sua grazia va oltre ogni limite. Dovreste dire “Noi siamo i devoti di Sharada Devi”. Non c’e’ tale problema con le nostre case. Poiche’ e’ un dato di fatto che le case, qui, siano estremamente artistiche, assai belle. Tali case meravigliose – penso – non potete trovarle in nessun altro luogo in India. La ragione e’ che qui, dalla terra, vennero fuori pietre assai buone, assai buone – una migliore dell’altra! E voi le usaste. Qui vi sono le pietre ed anche altre cose! Qui vi sono numerose cose artistiche. E’ questa terra che vi ha dato cose talmente artistiche! Questo e’ avvenuto anche per la grazia di Sharadaji. Questa shakti venne dentro di voi che cercavate queste pietre e voi faceste uso di esse.

Come in Turchia. C’e’ grande poverta’. Ed essi sono persone cosi’ piene di talento atistico; non capisco affatto. Sono persone cosi’ artistiche, e perche’ sono cosi’ poveri? Cosa c’e’ che non va? Allora appresi che sono molto impressionati dai prodotti tedeschi. Poiche’ dalla Turchia molte persone se ne andarono in Germania. Pertanto le cose tedesche sono molto preziose per la gente…. E naturalmente diro’ che il vostro cibo (indiano) e’ assai delizioso; e’ un pochino pesante ma e’ buono e gustoso. Ma se mangiate cibo Turco, direte “Madre, questo e’ il massimo in fatto di cibo”. E, in un hotel, mangiano 5000 persone contemporaneamente! Chapatti talmente caldo e soffice che resterete sorpresi! Io quasi non ho predilizioni in fatto di cibo, la Mia descrizione puo’ non essere alcunche’ di speciale. Ma se qualcuno va in Turchia e mangia la’, dira’ che non ha mai mangiato cibo come quello. In ogni modo, la’ il cibo e’ cosi’ buono che gli stranieri vengono e mangiano il loro cibo.

Ma sarete sorpresi di sapere che questa gente Turca importa cibo dalla Germania e mangia quello. E gli abiti che sono cuciti la’ – i Tedeschi mandano il tessuto -, poi ritornano in Germania e nuovamente sono importati di la’. Anche noi abbiamo questa pazzia -‘articolo importato’. Questo e’ un bene ‘importato’ che ho acquistato, …’importato’. Non c’e’ nulla che occorre sia importato in questo Paese… Gente assolutamente inutile. Cosa producono la’ di buono? Orologi, producono orologi… Cio’ e’ qualcosa che vi rende schiavi – inutili. Le cose che vengono prodotte nel nostro paese sono oltre ogni descrizione! La ceramica prodotta la’, in Turchia, voi non potete trovarla da nessun’altra parte al mondo: e’ persino migliore di quella Cinese. Ma costoro consumano il pasto nel servizio da tavola ‘Rosenthal’.

Pertanto se non vi impoverirete, cosa diverrete? E dicono “siamo diventati assai poveri”. Dissi “Andate in Germania ad elemosinare. Anche cio’ sara’ buono”. Allorche’ un paese e’ cosi’ benedetto da Sharada Devi, che necessita’ c’e’ di utilizzare beni importati? Ne’ vi e’ qualcosa di particolare nella cultura tedesca e nei loro abiti. E nemmeno vi e’ qualcosa nel loro cibo e nelle loro bevande. Eppure mangiano solamente cibo inscatolato, dal mattino alla sera. Il cibo fresco la’ non e’ reperibile.

Or bene, finche’ non mangiate con forchetta e coltello, la gente pensa che voi siate rozzi. Ebbene questi Sahaja Yogi stranieri mangiano con le mani ed i nostri Sahaja Yogi indiani mangiano con forchetta e coltello. Fino a tal punto tentiamo di essere occidentalizzati che in Ganapatipule furono costruiti bagni differenti per gli Indiani e gli stranieri: stile indiano per gli Indiani e stile occidentale per gli stranieri. Cosi’ gli Indiani dissero “Abbiamo bisogno del medesimo stile occidentale, Madre”. Dissi “E’ cosi’? Avete bisogno dello stile occidentale?”.

Gli stranieri erano assai felici di poter usare lo stile indiano, “Molto pulito, Madre, molto pulito”. Erano molto felici ma gli indiani devono avere bagni a cui essere ‘attaccati’. I progenitori solevano andare nella giungla ed ora essi si sono ‘attaccati’ a questo particolare tipo di bagno [risata]. Cosi’ tanta occidentalizzazione e’ penetrata dentro di noi! Ad ogni modo, anche cio’ non e’ cosi’ importante… Pertanto il leader di Ganapatiphule venne da Me “Madre, cosa devo fare? Ho fatto questo per gli occidentali e non gli piace ed ho fatto quello per gli Indiani e non gli piace”. Dissi “Al posto degli Occidentali metti gli Indiani ed al posto degli Indiani metti gli Occidentali”. La soluzione pareva essere questa ma Mi venne in mente che non era una cosa cosi’ buona. Coloro che usavano andare nella giungla erano molto scrupolosi. Questo e’ un segno d’imitazione. Si’, posso comprendere le persone anziane. Ma le persone giovani, dove sviluppano questo tipo d’imitazione? Pensano che, poiche’ una cosa e’ straniera, allora sia molto ‘intelligente’.

Almeno le donne hanno sviluppato un po’ d’intelligenza. Precedentemente usavo portare i sari di nylon ed i Miei familiari solevano essere molto felici. Poi presero a dire “Madre, preferiamo sari del nostro paese. Per favore non portarci questi, non ci piacciono. Vi potete procurare qualche sari di seta la’?”. Ma la’ voi acquistate solamente sari di nylon. Dacche’ presi sari di la’, portai loro sari di nylon. “Per favore non portare questi sari. Non li vogliamo”. Questi sono i Miei familiari ma gli altri non sono come loro. C’era una certa signora. Tutti le dissero “Acquistate soltanto nylon la’”. “Io indosso ‘chiffon’, soltanto ‘chiffon'”. E’ cosi’ grassa, eppure “Indosso soltanto ‘chiffon'”. Le chiesi “Di quanti metri ne hai bisogno?” [risata].

Un tempo le nostre donne avevano shaleenta, perlomeno solevano risparmiare denaro, cercavano di non spenderlo. Ed oggi la situazione e’ che le donne spendono persino piu’ degli uomini. Vanno dal parrucchiere per tagliarsi le unghie! Non so che altro. In America ci fu un articolo assai piacevole. “Oggigiorno divorziano, poiche’ si sono diffusi i parrucchieri”. Non comprendevo affatto tale connessione. Dicevano “Se un certo uomo si infatua di una certa donna, questi rimane veramente impressionato dalla sua pettinatura”. Ebbene, il giorno successivo, la pettinatura di lei muto’ ed anche la mente di lui muto’. Ebbene se vi mettete a cambiare parrucchiere ogni giorno, creerete tanti mariti, creerete altrettante mogli. Non e’ forse sorprendente? Non abbiamo bisogno di apprendere da loro la follia. Almeno in India, le donne non rinunciarono al proprio stile. Molte altre donne tuttavia vi rinunciarono! Ma quelle stesse persone non montarono mai su un cavallo, figuriamoci sull’asino! Sto osservando comportamenti che proprio non aggraziano una signora indiana: come il modo in cui cammina oppure si guarda attorno.

Il giorno in cui le donne indiane rinunceranno al proprio shaleenta, quello stesso giorno, dentro di esse, tutto cio’ che e’ puro nella forma dell’arte, o nella forma della donna, nella forma della moglie, nella forma della madre,… tutto questo finira’. Cio’ dovrebbe essere noto a tutti coloro che vivono nella grazia di Sharada Devi. Esiste un detto, ‘L’arte e’ nel nascondere l’arte’, ossia, qualunque cosa tu faccia, non c’e’ bisogno di ostentarla. Ma qualsiasi cosa facciate, indossiate, o usiate per ricoprire voi stessi – se avete bisogno della completa benedizione di Sharada Devi – fatela per gli altri, non per voi stessi. Per gli occhi di un altro. “Si’, – allora la gente dira’ – si’, girovagheremo come attrici! Tutti ci vedranno. Diventeremo molto popolari”. No, ho visto che qualunque attrice ci sia, la gente pronuncia il suo nome come se fosse una donna di strada. Lei non merita alcun rispetto,… un oggetto da esibire. Anche in tutte le cose semplici ci dovrebbe essere la copertura di Shri Sharada. Dovreste conoscere la musica,… potrebbe anche essere una motivetto popolare.

Ho visto gente che e’ persino peggiore di Aurangreb. Questa gente non conosce sangeet, ma ne parlera’ moltissimo. Un certo signore riteneva di essere un esperto di musica. Chiesi chi fosse quel gentiluomo. Dissero “Non lo sapete? Ha una grossa associazione musicale” Dissi “E’ cosi’?”. Dissero “Hanno cantato recentemente. Ed hanno pure suonato”. (Questo signore, non riconoscendo il motivo appena suonato, chiese) “Dite (al musicista) di suonare Darbari”. (Ed il musicista replico’) “Io ho gia’ suonato Darbari. Ho cantato ora Darbari. Mi stai chiedendo Darbari?”. (Il signore ignorando di richiedere la stessa canzone, pertanto insiste’) “Allora, per favore, canta Kavada, Darbari Kavada,… “. Cosi’ Io dissi “Namaskaar” (e Me ne andai). Egli e’ presente in ogni programma. Ovunque, e’ responsabile. Egli vorrebbe essere inghirlandato prima del musicista. Commentai “E’ sordo o cos’altro?. (Il musicista) ha gia’ cantato Darbari, e gli sta chiedendo nuovamente di cantare Darbari. Benissimo, allora perche’ entrasti in questo business? Se non hai orecchio per la musica, allora perche’ sei venuto a questo programma?”. ‘Maestria’ in qualsiasi cosa. Poi ci fu una signora – non so che cosa fosse nel suo governo. Ed i suoi capelli si erano ingrigiti, ma non sapeva nulla di arte. Non conosceva la sottigliezza dell’arte. Era molto famosa, molto famosa [Indira Gandhi??].

Se volete ricevere le benedizioni di Sharada, allora, nel vostro villaggio, nel vostro paese, qualsiasi cosa stia accadendo e qualsiasi cosa sia fatta dagli artisti, rispettateli!. Essi non hanno visto Ajanta ma andranno sicuramente in Svizzera. Questa cosa come Ajanta, persino il migliore (artista) della Svizzera non potrebbe crearla. Cosa potete vedere in Svizzera? Le pietre! “Andammo in Svizzera ma non vedemmo Ajanta, non vedemmo Abu”. Coloro che non conoscono il proprio paese, come possono amare questo paese? E proprio nel momento in cui, in questo paese, l’arte sta fluendo da quattro direzioni, da tutte le quattro direzioni! Cosi’, possedendo un interesse per l’arte, dovremmo sempre dare la preferenza all’arte del nostro paese. Altrimenti non esiste limite neppure alla stupidita’!

Un giorno un signore Mi invito’ appositamente; accadde molto tempo fa, puo’ essere stato vent’anni fa. Era tornato dall’America. Disse “Mataji, devi venire a casa mia”. Sua sorella era in Sahaja Yoga. “Prima che Tu venga dall’aeroporto, voglio mostrarTi una cosa. L’ho portata dall’America”. Non sapevo cosa avesse portato. Andai la’ e cio’ che vidi fu che egli aveva portato una pompa. Ed inizio’ a gonfiare un pallone. Non sapevo cosa Mi stesse mostrando. Divenne un sofa’. Disse “Adesso, guardatelo! Per favore, prendete posto!”. Dissi “Ascolta, ho moltissime vibrazioni. Scoppiera’. Per favore, metti qualche materasso; Mi siedero’ su quello. Altrimenti Mi siedero’ sul pavimento. Sono per l’appunto una pura e semplice grassa donna indiana. Non fa per Me”. Disse “Non siete affatto impressionata”. “In questo modo – dissi – c’e’ un’impressione giusta, ora, ma allorche’ caschero’ giu’, ci sara’ la depressione”.

Pertanto vorrei nuovamente dire la stessa cosa, che c’e’ la tremenda grazia di Sharada Devi sul vostro paese d’India. Dal momento che il Pakistan ed il Bangladesh sono pure parti di questo paese, anch’essi hanno ricevuto le benedizioni di Shri Sharada. Ma se ne andranno gradualmente. Oggigiorno, ognuno getta pietre contro tutti gli altri, su di la’. Alcuni seppelliscono le donne nella terra e dopo le percuotono. Ed alcune persone nel Karachi – l’ho visto ieri – scagliano pietre su pietre. Come sara’ l’arte da quelle parti? Pertanto, queste benedizioni di Sharada Devi sull’India, dovreste vederle con i vostri occhi, tentare di comprenderle e goderne.

Inoltre c’e’ l’arte del teatro. Nel Bengala e nel Maharashtra il teatro e’ cosi’ sviluppato che la gente va a vedere lavori teatrali, non va al cinema. Gli abitanti del Maharashtra non sono ricchi come voi. Persino se il biglietto costasse cinque o sette rupie, andrebbero ancora a vedere lavori teatrali, nei quali e’ presente l’arte del teatro. In tempi precedenti c’erano buoni film, ma ora stanno tramontando. Adesso la qualita’ del teatro e’ calata e non sappiamo cosa accadra’. Ho visto cosi’ tante cose bizzarre che sento che Sharada Devi fuggira’ di qua. Lasciando stare il rispettarLa, La insultano persino! In India ho visto cosi’ tante cose bizzarre sulla scena, che sono sorpresa come stia ancora perseverando. Adesso hanno detto che toglieranno questo e quello dai film. Nella Mia vita, se riusciro’ a vedere che questo sudiciume e’ stato rimosso, saro’ molto felice.

Pertanto l’arte indiana e’ arte eccellente. Se osservate l’arte Cinese, appare come un leone o come un bhoot. Se osservate l’arte Egiziana, confezionano le loro morte mummie e, se osservate, le persone sono dipinte come se fossero corpi morti eretti. In Inghilterra e in America l’arte fu positiva finche’ furono realistici. Poi divennero impressionisti, ma cio’ andava ancora bene! Ma ora l’arte moderna che e’ arrivata non e’ entro la capacita’ vostra, Mia o di qualcun altro. C’e’ stato un tale degrado! Sembra che Sharada Devi sia fuggita di la’. Inoltre i film che vengono prodotti piu’ sono osceni, immorali, adharmici, piu’ forte e’ la domanda. Persino nel cinema hanno insultato Sharada.

Tutti voi, Sahaja Yogi, dovreste possedere comprensione per l’arte e dovreste usare cose artistiche, in particolar modo fatte a mano. Cosi’ lo stesso problema ecologico verra’ risolto. Invece di avere 25 cose di plastica e 40 piatti di carta, e’ meglio possedere in casa 2 oggetti artistici.

Questa e’ la nostra cultura indiana nella quale ogni cosa possiede la luce di Sharada. Le donne l’hanno preservata ma ora anche gli uomini hanno bisogno di comprenderla. Ma in India ci sono molte persone che non conoscono altro che i 4 colori. Questo, i dottori non lo sanno. Io ho convissuto e studiato con i dottori e pensavo che non avrebbero mai imparato l’arte. Tuttavia se la conoscessero, sarebbe una cosa davvero grande! Pertanto dovrebbe svilupparsi in noi una sottile consapevolezza: nell’arte del teatro, nella danza, in ogni cosa. Ora cio’ non significa che gli uomini dovrebbero danzare come donne. No, non questo. Quindi le donne dovrebbero danzare come donne e gli uomini come uomini.

Quando entrate nella pura forma della musica e della danza, le benedizioni di Sharada sono la’. L’ho constatato parecchie volte: coloro che suonano e cantano dinanzi a Me diventano famosi assai rapidamente. Diventano popolari ed iniziano a suonare assai bene. Ottengono le benedizioni di Shri Sharada. Sarete sorpresi di sapere che la musica e la danza, come sono in India, non le troverete in nessun altro luogo al mondo, in nessun altro luogo.

Dunque, la terza Shakti che e’ in noi, ‘Trigunatmika’, e’ il potere di Mahalakshmi. Proprio adesso abbiamo fatto il Puja di Shri Lakshmi in Turchia, poiche’ ora c’e’ molta poverta’ in Turchia. Tuttavia finche’ non la smetteranno di acquistare cose dalla Germania, la loro poverta’ non si ridurra’. Dicono di aver sviluppato un’inclinazione per le cose tedesche. Ebbene se volete morire di fame, cosa possiamo farci? Percio’ pensai “Se teniamo il Lakshmi Puja in Turchia, …”. Questa e’ la ragione per cui tenemmo la’ il Diwali Puja. Ora il Puja di Mahalakshmi e’ solamente per i ricercatori. Quando avete goduto tutte le benedizioni di Shri Lakshmi …”avevamo troppo di cio'”,… Come Buddha e Mahavira, si stufarono di tutto ed allora andarono alla ricerca di Dio. Questo potere di ricerca e’ il potere di Mahalakshmi.

Or bene c’e’ il tempio di Mahalakshmi a Kolhapur: e’ uno swayambhu. La’ cantano Jogawa; “O Madre risvegliati, o Madre risvegliati!” scrisse Namadeva nel sedicesimo secolo. Domandai ai Bramini nel tempio “Perche’ cantate questa canzone di Amba nel tempio di Mahalakshmi?”. Risposero “Non sappiamo…, forse perche’ e’ stata cantata per innumerevoli eta’, fin dal tempo di Namadeva”. “Dunque, chi e’ questa Amba?”. Risposero “Amba e’ una Dea, non e’ cosi’?”. Dissi “Conoscete solamente quel tanto. Non saro’ in grado di spiegarvelo; e’ assai difficile”. Ma Amba si risveglia solamente nel tempio di Mahalakshmi. Come mai? Il nostro canale centrale e’ quello di Mahalakshmi. In questo canale la vostra ricerca – di lato sinistro, di lato destro e del vostro intelletto – si conclude del tutto. Allora giungete nel cammino centrale; nel momento in cui iniziate a ricercare, ottenete le benedizioni di Mahalakshmi.

Questo e’ conosciuto come il ‘Redentore’ nella Bibbia. Egli parlo’ dei tre poteri. Il primo potere e’ chiamato il ‘Consolatore’, che e’ proprio del lato sinistro. Il lato destro e’ chiamato ‘Consigliere’ e quello centrale ‘Redentore’. Questi sono i tre poteri dello Spirito Santo. Cosicche’ quando iniziate ad entrare nel canale centrale e penetrate in esso, diventate un ricercatore. Allora Mahalakshmi riversa benedizioni sul ricercatore. Egli riceve la grazia di Mahalakshmi. Salire per il cammino di Mahalakshmi e’ assai difficile. Poiche’ talvolta la mente va a sinistra, talvolta va a destra, a sinistra, a destra. Soltanto con il risveglio della Kundalini, potete rimanere nel canale centrale. Per prima cosa Lei costruisce un ponte attraverso il Void. Dopo averlo superato, il potere della Kundalini sale e, rompendo il Brahmarandhra, ci unisce con l’Universo [Brahmanda]. Ma dopo che cio’ avviene, i tre poteri insieme, Trigunatmika, vi aiutano.

Dopo aver attraversato l’Agnya chakra, allorche’ pervenite al Sahastrara, allora come Mahamaya la’ risiede l’Adi Shakti. ‘Sahastrara Mahamaya’. E’ stato scritto:  “nel momento in cui vi e’ il lavoro di apertura del Sahastrara, Ella e’ nella forma di Mahamaya”. E quella forma e’ nascosta, molto nascosta. Come tentate di conoscere sempre piu’ questa forma, passate dal sottile, a qualcosa di piu’ sottile ed al piu’ sottile degli stati. Questa sottigliezza e’ estremamente essenziale. Qualunque cosa sia dentro di noi, qualcosa di cui possiamo essere fieri, preziosa, speciale… per conoscerla, avete bisogno di sottigliezza. In questo sopraggiunge soltanto un ostacolo: e’ l’attrazione del lato sinistro o del destro. Per questo occorre che fronteggiate voi stessi e facciate introspezione – non sugli altri, ma su voi stessi -. Facendo cio’, a poco a poco, vi stabilizzate in Sahaja Yoga.

Gia’ sapete dei chakra. Vi ho raccontato di Mahakali ed anche di Mahasaraswati. Ho gia’ parlato molte, molte volte di Mahalakshmi. Tutto questo parlare rimane tale finche’ il ricercatore non giunge in quello stato in cui ogni inquietudine e’ placata.

Ma anche dopo che raggiungete questo stato, dovete usarlo, altrimenti la fede non si rafforza e diventa difficile raggiungere lo stato di Nirvikalpa.

Il discorso di oggi sta diventando assai lungo, poiche’ il soggetto stesso lo richiede. Questo riguardava la descrizione di tutti i tre poteri, ma l’Adi Shakti e’ al di la’ di essi. E non e’ facile descriverLa. E’ una cosa assai speciale. DescriverLa e’ un compito difficile. Soltanto voi, gente, potete descriverLa, non Io. Questo lo lascio a voi.

Che Dio benedica voi tutti!