Discorso su Pingala Nadi (India)

03/2024 TRADUZIONE VERIFICATA (HINDI BOZZA) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Discorso su Pingala Nadi India, Dicembre 1977 [Discorso in hindi] Molto tempo fa, in India, la gente iniziò a lavorare su Pingala Nadi. Avrete sentito parlare del re Bali[1] al tempo dell’incarnazione di Vamana[2]. Il re Bali era una persona religiosa ma celebrava yagnya (havan). La gente celebrava gli yagnya per ottenere i poteri creativi. Celebrando gli yagnya è possibile controllare i cinque elementi. Lo stimolo o l’ispirazione di questo è accentrare nelle proprie mani il potere del mondo intero, diventare sovrani chakravarti (assoluti) della terra. (È così che) il dominio dei demoni si espande in questo mondo, i demoni diventano potenti. Anche i deva hanno questo desiderio, ma nei demoni il desiderio è più potente, perché essi mancano di dharma. Allo stesso modo in cui un’auto senza freni va fuori controllo, così fluisce anche il loro desiderio. Alcuni guru astuti li aiutavano in questo. Sorprendentemente alcuni di essi erano anime realizzate e bramini. Vishwamitraji, per esempio, insegnava soltanto a Bali. Il suo era un intento puro. Vi erano molti intenti alterati, ma lui aveva intenzioni pure. Soltanto facendo sforzi ci si può muovere su Pingala Nadi. E per questo fine si dice che celebrando yagnya (havan) si acquisteranno poteri. Esso è per compiacere Brahmadeva. (Ma) non si può ottenere la salvezza compiacendo Brahmadeva. Questo non vi trasformerà né vi condurrà ad una nuova Read More …