La Madre, Giorno della Festa della Mamma

London (England)


Send Feedback
Share
(05/2018 SOTTOTITOLI)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I

La Madre

Giorno della Festa della Mamma

Ashram di Dollis Hill, Londra (GB), 16 Marzo 1980


È bello oggi: è la Festa della Mamma e si trovano così tante persone ad attenderti.

E inoltre ci si vede come una madre (Shri Mataji parla di se stessa, ndt), il cuore si strugge in attesa di questo incontro e non si possono evitare alcune cose; e allora si gioisce di questo desiderio, di questo forte desiderio di vedere i propri figli tanto amati.

Questa è una grande gioia; è stato descritto come, in questi tempi moderni, in questo Kali Yuga, tutto sarebbe andato all’aria perché non si sarebbe più riconosciuta la maternità, le madri non sarebbero più state rispettate e neppure rispettabili. È un fatto.

E – pensate – ciò ha portato a questa Festa della Mamma in questo Paese. È un riconoscimento così grande da parte del Divino il fatto di dover ricordare che il ruolo della madre è molto importante.

È stata la Madre a creare l’universo. Il Padre è stato soltanto un testimone dell’intero spettacolo.

È Lei a far funzionare tutto, è Lei a rendere tutto meraviglioso affinché Egli assista allo spettacolo, ne diventi spettatore, poiché Lei ama la propria creazione.

Il Padre vuole che tutto sia tale da poterlo amare; è un perfezionista, vuole che tutto sia perfetto. Invece, una Madre accetta il figlio così com’è, poiché è una sua creazione. Se il figlio ha un difetto, lei accetta quel difetto come se fosse suo, e ci lavora (per correggerlo). Lavora molto duramente. Non è un sacrificio perché si gioisce, si gioisce nel farlo. Si gioisce nel lavorare per i propri figli e, se così non fosse, questo mondo non sarebbe mai esistito.

Sapete quali cose indicibili una madre deve sopportare quando il bambino sta per nascere.

In realtà penso che quel momento sia una prova del suo amore. Lei tuttavia va avanti, perché desidera avere il bambino.

Ma quando l’immagine della maternità viene rovinata, quando le madri non sono più madri e non sono rispettabili, non vengono rispettate.

E quando i figli non rispettano le madri, perché non hanno rispetto per niente altro… insomma, la prima e ultima cosa è il rispetto per la madre. Se non si rispetta la madre o il ruolo della madre, significa che non si ha alcun rispetto neanche per se stessi.

In che modo si è venuti al mondo? Grazie alla propria madre. Quindi, la madre è un’istituzione davvero molto importante per l’intera creazione, per la vostra creazione, per quella dei vostri figli e di tutta la progenie a venire.

Ora vediamo: che cosa ci dà la madre? Quale parte del nostro essere rappresenta?

Io direi che lei è tutto.

La vostra madre individuale, colei che vi ha fatti nascere e vi ha dato questo corpo, è colei che conoscete molto bene come vostra madre.

Come sapete, lei vi dà nutrimento quando siete allo stadio fetale. E in seguito, quando crescete, vi dà tutto il nutrimento fisico necessario alla vostra crescita; e lei ne gioisce.

Diversamente se ne sentirebbe oberata. (Invece) lei vuole dare e tutti apprezzano questo, è una gioia collettiva. E va avanti così e si è potuto osservare in tutti i dipinti del mondo, in ogni parte del mondo, in tutte le lingue, in ogni Paese, in ogni religione.

La madre ed il bambino sono stati per i pittori il soggetto principale dei dipinti e un’espressione dei momenti più gioiosi.

Anche i poeti hanno scritto moltissimo su questo tema. Ogni tipo di manifestazione di gioia, in qualsiasi ambito della vita umana, è stata incentrata su questo, ha ruotato intorno a questo.

Ma la vostra madre terrena, colei che conoscete come vostra madre, colei che vi fa nascere fisicamente, è la madre che vi dà molto di più di quanto non sappiate. Infatti, il suo sangue ha le sue vibrazioni e, quando lei vi dà il suo sangue, vi dà le sue vibrazioni; vi dà il suo sostegno, vi trasmette i suoi desideri e, se è una persona evoluta, vi dà anche una spinta nella vostra evoluzione.

Nel rapporto madre-figlio, la madre dà molto. Lei crea tutto il vostro lato sinistro; forma tutto il lato sinistro in voi perché lei vi ha desiderato, quindi lo crea. Sul lato destro vi dà tutta la bellezza delle cose delicate; e inoltre, le intuizioni che ricevete nella vostra attività, o tutti quei momenti flessibili della vostra vita nei quali vi chiedete da quale luogo ignoto vi arrivino certe (idee, ispirazioni, ndt), sono le benedizioni di vostra madre su di voi.

Fra l’altro, al momento di nascere siete voi a scegliere vostra madre; quindi non ha senso condannarla perché è in un certo modo, perché (magari) è una donna orribile e via dicendo. L’avete scelta voi, quindi meglio accettarla.

E devo dire che lei rappresenta una parte molto significativa di voi; ma, per essere madre, deve anche essere in un certo modo.

La posizione della madre è di enorme responsabilità. Essere madre è una responsabilità addirittura molto maggiore di quella di un re. Infatti, un re può arrivare soltanto al livello materiale o fisico; un filosofo può arrivare al massimo al livello razionale; mentre il livello emotivo può essere soddisfatto dalla moglie. Tutti questi aspetti possono essere soddisfatti da altre persone, ma il livello spirituale si può conseguire soltanto grazie alla propria madre.

Qualsiasi ostacolo incontriate nella vostra ascesa spirituale, potrebbe dipendere da molti altri problemi, ma principalmente potrebbe derivare dalla madre. Lei può anche trasmettervi il suo nervosismo, la sua natura irritabile, il suo carattere irascibile, una natura molto subdola. Può trasmettervi tutti quanti insieme i suoi difetti.

Anche voi, però, potete darle in cambio qualcosa di speciale. Se un’anima realizzata si incarna nel grembo di una donna che non è realizzata, il bambino tenterà di purificare il Nabhi della madre procurandole molto vomito o diarrea o cose del genere, affinché lei si purifichi; cercherà così di purificare il Nabhi e il Void della madre.

Se lei è andata da qualche (falso, ndt) guru ed altro, il bambino tenterà in ogni modo di far sì che lei si liberi di tutte le negatività che ha ricevuto dal falso guru. Cose straordinarie accadono quando una donna concepisce un’anima realizzata.

Ma anche quando una madre concepisce un bambino non realizzato, il suo volto inizia a risplendere perché, vedete, sta creando qualcosa.

Sono le benedizioni speciali di Dio su di lei.

Ma voi, in quanto sahaja yogi, quando rinascete come sahaja yogi (ossia quando si ottiene la realizzazione, ndt), avete le vibrazioni; pertanto, ciò che dovete fare è sdebitarvi con vostra madre dandole la realizzazione.

Dare la realizzazione è un debito impagabile. Ogni debito di questo mondo può essere ripagato; ed anche il più grande debito, ossia quello nei confronti di vostra madre per avervi fatti nascere sulla terra, può essere ricambiato dandole la seconda nascita.

Diventare voi la madre di vostra madre, è il modo migliore di sdebitarvi con lei; malgrado sia difficile, date le circostanze.

(Shri Mataji ride) So che siete tutti parecchio preoccupati per questo, non è facile; infatti, a causa della guerra o di qualsiasi cosa si tratti, nei Paesi occidentali le madri hanno perso la propria posizione, hanno perso i punti di riferimento, il loro significato e credono di non essere state utili in quanto (solo) madri. Pensano di non essere state di grande aiuto alla società rivestendo soltanto il ruolo di madri.

Gradualmente, però, possono essere convinte del contrario se mostrate loro la vostra grande importanza (in quanto sahaja yogi, ndt) e che loro sono le vostre madri, coloro che vi hanno messi al mondo.

Quando comprenderanno dentro di sé questa importanza, sono sicura che funzionerà. Ed è così che le ripagherete (dando loro la realizzazione, ndt). Ed una volta che l’avrete fatto, sarete a posto. Pertanto non dovrete preoccuparvi di altre cose, vi sarete sdebitati.

Quindi, chi l’ha già fatto se ne rallegri, e chi ancora non l’ha fatto lo faccia.

In questo giorno della Festa della Mamma vorrei benedirvi, poiché adesso voi dovete dare la nascita a molte migliaia di persone.

Pertanto, il potere di vostra Madre di dare la nascita, la nascita spirituale, sia conferito a tutti voi affinché svolgiate questo compito con la stessa grazia e la stessa pazienza, amore e gioia.

 

Che Dio vi benedica.

 

State meglio adesso? Ora, che cosa c’è?