Programma Pubblico, La conoscenza interiore

Kingston upon Thames, London (England)


Feedback
Share

Programma Pubblico

La conoscenza interiore[1]. Kingston (GB), 11 Giugno 1980.

Oggi ci siamo riuniti qui per capire qualcosa del nostro Sé. Se la conoscenza proviene dai libri o da una persona che dice di conoscere il Sé, fino a che punto ne saremo toccati? Si può arrivare solo al livello mentale, e possiamo capirlo solo attraverso la comprensione mentale. La comprensione mentale ci viene dalla razionalità, dall’intelletto, che è in sé una cosa limitata.

Entriamo quindi in un’altra forma di comprensione che è ancora molto limitata. Ad esempio, se io vi dico che nel nostro cuore risiede il Sé, e che c’è un potere dentro di noi che è sempre in attesa dell’occasione di darvi la seconda nascita, se vi dico questo, mi comprenderete solo a livello mentale. Tutto questo è già stato detto, che c’è di nuovo? Al massimo ve lo potrò proporre in veste più moderna, qualcosa di intellettuale che vi farà avere ulteriori questioni mentali a cui girare intorno. Vi metterete ad analizzare e non otterrete niente.

Esiste, dentro di noi, senza dubbio, un’energia chiamata Kundalini. Molti lo affermano, perché fu scritto moltissimo tempo fa. Migliaia di anni fa. Cristo ha detto che dovete nascere una seconda volta, che dovete essere battezzati, non da gente proveniente da scuole di teologia, ma da qualcuno come Giovanni Battista, che aveva ricevuto l’autorità dal Divino. Quest’energia risiede allo stato dormiente dentro di voi, ma ognuno ne scrive in modo diverso. In pochissimi sono davvero d’accordo. Questa è un’altra confusione che ci si trova ad affrontare. C’è un’energia dentro di noi, di cui alcuni dicono che dà le scosse elettriche, altri che si inizia a saltare come le rane, altri che si inizia a volare in aria. C’è molta confusione, mentre voi siete ricercatori, persone che ricercano da secoli. Siete ricercatori autentici, e nel corso della ricerca non sapete dove andare, cosa aspettarvi, e vi cacciate nei guai.

L’altro giorno, quando mi sono recata in Svizzera, uno dei miei figli, che aveva organizzato il programma, mi ha detto: “Madre, qui la gente è molto scettica riguardo ai guru indiani.” Ne sono davvero felice, davvero felicissima che ora la pensino così, perché sono stati illusi e ingannati e adesso non credono più a niente. Trovano impossibile credere a chiunque parli di Dio. Quindi, il primo argomento di cui lui ha voluto che io parlassi durante la mia visita, è stata la demistificazione dei guru. Un argomento abbastanza impegnativo. Già ne avevo parlato nel 1970 in India, nel 1973 in America, ma non piacevo a nessuno per questo. Mi dicevano: “Perché critichi gli altri?”

Ciò che è falso è falso, e ciò che è reale è reale. Da alcune persone che sono qui potrete ora rendervi conto di come siete stati fuorviati, ingannati per denaro, cosa che non potete capire perché ora siete andati oltre. Ricercate al di là del denaro. Sapete che i soldi non vi daranno la gioia, lo sapete molto bene. Ma coloro che ancora non lo sanno, che stanno ancora scalando la vetta, non hanno visto il fossato che sta sotto. Persone del genere cercano di venire fuori e di darvi qualche parola incomprensibile, per avere in cambio molto denaro. È un affare davvero spudorato, per come lo percepisco io.

Tuttavia ciò non significa che la realtà non esista. Se non esistesse la realtà, come potrebbero esistere le sue imitazioni? Se non ci fossero i fiori, come si potrebbero fare i fiori di plastica? Se perciò incontrate qualcuno così falso, sappiate che dovete trovare la Verità. E quando la trovate, sappiate che dovete mantenervi assolutamente vigili riguardo ad essa, così che non accetterete nient’altro che la Verità. Invece potete essere ipnotizzati, possono farvi il lavaggio del cervello, perché non sapete tutte queste cose. Qualcuno vi dice delle parole in sanscrito e voi ve ne innamorate come se la lingua sanscrita fosse qualcosa di inaspettato. Ad esempio, alcuni discepoli di certi guru ebbero dei ‘mantra’ tali che se  andate a dirli ad un indiano riderà fino alle lacrime. Un mantra era ‘Ainga’, se lo dite ad un indiano scoppierà a ridere, e delle persone hanno pagato trecento sterline per un’assurdità simile che non significa niente, non può essere un mantra. Perché vi occorre un guru per i mantra? C’è una scienza al riguardo. Noi non cerchiamo di comprendere a fondo, ci lanciamo in queste cose, perché sono loro a volere che lo facciate, in quanto vogliono denaro. È semplice, è un’impresa commerciale.

Voi avete abbandonato tutto per la vostra ricerca. Avete visto che il valore di queste cose materiali non vi condurrà da nessuna parte, avete visto oltre. Il vostro sistema di valori è diverso, ma se altre persone hanno un sistema di valori diverso dal vostro possono sfruttarvi. Quindi comprendo molto bene che la reazione naturale sia questa (non credere più a niente).

 

Ma la realtà esiste, esiste dentro di voi, dentro di voi c’è il Sé; una volta che l’avete scoperto, trovate l’Assoluto. Dirvi che dovreste diventare persone molto tranquille e serene sarebbe assurdo. Dirvi che dovreste avere il controllo delle passioni, della lussuria e dell’avidità, e che niente dovrebbe in un certo senso dominarvi, equivale a farvi solo una bella lezione. Non ha senso.

Vi siete aggrappati voi a queste cose; come potrete lasciarle andare, se la vostra stretta è così forte? Dovete aggrapparvi a qualcos’altro. È semplice buon senso. Se troverete qualcosa di molto più prezioso, molto più dinamico, che dà molta più gioia, che stabilizza il vostro senso di sicurezza, abbandonerete tutte queste cose insensate.

Osservate come funziona. Un signore, che venne da me dopo essere stato da un orribile guru, era stato completamente rovinato, distrutto da quel guru. Egli faceva soltanto delle conferenze introduttive. Disse: “Venivano trecento persone a vedere le mie conferenze introduttive nella stessa sala in cui Lei, Madre, sta tenendo il suo programma”. Cosa dite a questa gente, non è strano? (Quel guru) è una persona molto nota che vi fa pagare del denaro, vi fa seguire dei corsi, ed ha rovinato così tanta gente. È proprio come quando guardavo la gente entrare nei pub ed uscirne ubriaca fradicia. Gli altri sono molto più attratti, vedendo queste persone così ubriache.

Talvolta è impossibile comprendere la natura umana, e quando vi trovate di fronte la Realtà, la crocifiggete. Come spiegate tutto questo? L’accettazione della Realtà vi glorifica. Potete forse aggiungere qualcosa alla Realtà? Supponiamo che io indossi una collana di diamanti: essa adornerà me, non (aggiungerà niente) alla collana di diamanti. E questa (la Realtà) è miliardi e miliardi di volte più brillante di tutti questi oggetti che ci adornano. Se l’accettate, sarete gloriosi, sarete luminosi; non è così? Pensateci. Poiché siamo affascinati da queste cose esteriori, dai loro modi ingannevoli, dai loro metodi subdoli, ci lasciamo ipnotizzare. È l’unica spiegazione. Ecco come ci sono riusciti finora. Uno dopo l’altro, questa ipnosi si diffonde come il fuoco. Chiedete loro cos’hanno trovato: “Non chiedetecelo, siamo persone molto felici.” Dopo tre giorni venite a sapere che quella persona si è suicidata. Non siamo ancora consapevoli che questo è il tempo più importante, più vitale della storia dell’umanità.

L’ultimo giudizio è iniziato. Oggi stiamo affrontando l’ultimo giudizio. Non ne siamo consapevoli, e tutte le forze sataniche sono venute fuori come lupi travestiti da agnelli. Stanno cercando di attirarvi, e voi non li giudicate. Vi mettete soltanto a giudicare la Realtà. È iniziato, è un dato di fatto, (il giorno del giudizio) è iniziato.

Adesso osserviamo dal punto di vista di Dio, in che modo Egli vi giudicherà. È abbastanza facile dire che non crediamo in Dio. Molto semplice dire che non crediamo in questo governo. Se però commettete qualcosa di sbagliato, allora vi rendete conto che esiste un governo che agisce. Allo stesso modo, è molto semplice dire che non crediamo in Dio. Egli è così compassionevole, così amorevole, così gentile, che ci ha dato la libertà di conoscere noi stessi. E noi facciamo affidamento su di Lui, lo diamo per scontato. Ci ha portati dallo stadio di ameba a quello di esseri umani. Ha creato un mondo meraviglioso intorno a noi. Ha fatto tutto questo. Ma c’è un giudizio che ora dobbiamo affrontare, ed è il giudizio che proverrà da Dio. Non sarà come supponiamo, con Lui seduto come un magistrato che vi chiama uno ad uno, ‘Entra,’ e lì seduto avete un avvocato difensore.

Ma in modo più sottile, Egli ha già inserito in voi le forze che vi giudicano. L’ha fatto nel corso dell’evoluzione. In che modo meraviglioso ha fatto funzionare tutto nel corso dell’evoluzione! Come siamo arrivati dallo stadio di ameba fino a questo punto? Molti animali sono stati scartati. Ne ha salvati alcuni, ad esempio della famiglia dei mammut ha salvato l’elefante. Ne ha salvati molti; e moltissimi sono stati scartati uno ad uno in tutto questo tempo. Allo stesso modo, sono stati scartati esseri umani che erano molto agli estremi. Osservate la storia. In questi giorni non si trovano persone che uccidono sette mogli; è impossibile, non potete farlo. Gente come Hitler è venuta ed è stata distrutta. Chiunque sia saltato fuori con idee estreme di dominazione o cose del genere, è stato annientato. Queste idee si dissolvono. La gente se ne vergogna, e nuove idee emergono negli esseri umani, che accettano equilibrio, tranquillità, pace.

Ne parliamo. La gente parla di pace, ma desideriamo davvero la pace dentro di noi? E se davvero la vogliamo, cosa stiamo facendo per essa? In realtà il giudizio è iniziato, e per giudicarvi Dio ha già inserito dentro di voi tutta la magistratura. Tutti i magistrati sono già seduti lì. Cristo ha detto: “Tutti coloro che non sono contro di me, sono con me.” Questi sono i magistrati. E questi magistrati si trovano dentro di voi in diversi centri nella vostra spina dorsale e nel vostro cervello.

È molto interessante; tutti questi seggi sono come una giuria seduta nel vostro cervello, e quando la luce della Kundalini sale attraversando di essi, quando questi centri vengono illuminati dentro di voi, l’illuminazione inizia a manifestarsi sulle vostre dita. La punta delle vostre dita diventa illuminata, la sensibilità delle vostre dita vi dice quali centri sono bloccati dentro di voi. La Kundalini sale e arriva a questo punto, l’area della fontanella, chiamata anche  Talu, l’osso che da bambini era morbido, e l’attraversa. L’attraversa proprio. Potete osservarlo in una persona che non abbia molti capelli in questo punto, che qui si abbassa un po’. Prima pulsa; potete anche vedere la pulsazione della Kundalini nell’osso triangolare sacro e, quando la Kundalini sale, potete addirittura vederne il movimento. Non in tutti, ma in alcuni, perché se una persona è di prima classe…oppure si può anche dire, se un aereo è di prima classe anche l’atterraggio e il decollo sono di prima classe. In una persona così, non ci sono ostruzioni, non si può vedere la Kundalini che spinge per salire. Ad esempio, quando sono venuta qui, non ci sono stati problemi di traffico, così è andato tutto liscio, nessuno ci ha notati. Ma se ci fosse stato un problema di traffico, ci sarebbe stato un ingorgo lì e un ingorgo là. Allo stesso modo, quando la Kundalini si alza in una persona che ha un problema nei chakra, si vede. Potete vederlo ad occhio nudo.

È questo il risveglio della Kundalini. Non come dice qualcuno, che si mettono a saltare come rane. Dobbiamo usare il cervello. Il cervello deve rimanere intatto in questi tempi moderni. Diventeremo forse rane, dopo essere diventati esseri umani? Diventeremo uccelli, dopo essere diventati esseri umani? Molte delle vostre scienze, fra cui anche la psicologia, credono che dobbiate entrare nel vostro inconscio, raggiungendo la consapevolezza collettiva. Queste persone l’hanno detto molto chiaramente. Allora dobbiamo aspettarci qualcosa di questo tipo per cui entriamo nella consapevolezza collettiva. Non perché ve lo dica io o  qualcun altro; deve accadervi.

L’altro giorno ero ad Hampstead, so cosa sta accadendo ad alcune persone. Alcuni hanno ricevuto le vibrazioni, hanno sentito la brezza fresca fuoriuscire dalle mani, mentre altri no. Hanno detto di averla ottenuta, ma poi sono spariti. Non è così che dovete trattare voi stessi: dovete amare voi stessi, dovete adorare la vostra ricerca e dovete ottenere il vostro appagamento. Come vostra Madre, devo dirvi che è una questione molto seria. Qui non si tratta di andare a comprare un guru, dovete ottenere la realizzazione. Dovete riceverla. È un evento così fortunato che il momento sia giunto in questa vostra vita, che possiate ottenerla; per questo vi siete incarnati in questo periodo essendo voi ricercatori fin da tempi molto antichi, come vi ho detto.

In India, in una delle nostre scritture chiamata ‘Nala Akhyan,’ si narra di quando Nala, una della anime che Kali torturava, afferrò Kali. Si dice che questa sia l’era governata da Kali. Kali è un individuo sinistro, che genera confusione di ogni genere e disorienta la gente. Egli aveva confuso Nala, che, per questo, si era  separato dalla moglie; quindi, quando afferrò Kali gli disse: “Ora ti ucciderò. Ti ucciderò una volta per tutte, così non creerai più confusione nelle persone.” Kali allora rispose: “D’accordo, puoi uccidermi, lo accetterò, ma prima di tutto dovresti conoscere la mia mahatmya (importanza). Ho una certa mahatmya.” Nala disse: “E quale importanza puoi avere? Disorienti le menti delle persone, quale può essere la tua importanza?” Egli rispose: “Quando sarà la mia Era………”, intendendo quando avrebbe governato in questi tempi moderni, nel senso che avrebbe creato confusione nelle nostre menti.

Adesso è diventato tutto relativo. Parliamo così: “Sì, può andar bene, può non andar bene, può essere buono, può non essere buono.” Questo è il tempo in cui la confusione regnerà sovrana sulla terra, cioè il Kali Yuga, i tempi moderni. “Allora i grandi santi, i grandi ricercatori, i sadhaka che hanno cercato Dio sui colli, nelle valli e nelle caverne, si reincarneranno come normali capifamiglia e otterranno la Realtà. Soltanto in questa confusione otterranno la visione della Realtà, diverranno la Realtà. Riceveranno la realizzazione del Sé.” E Nala dimenticò ogni desiderio di vendetta, la sua collera e ciò che gli aveva fatto Kali, e disse: “A questo punto ti perdono, perché li rispetto troppo. Per il bene collettivo, dimenticherò tutti i miei problemi personali. Lasciamo che questo accada.”

Soltanto nel Kali Yuga, sorgerà il sole del Satya Yuga, il Mondo della Verità, l’era dell’illuminazione, e quei santi che nelle foreste cercavano la Realtà si incarnano oggi nel mondo. Potete vederli, sono santi. Riescono a vedere molto chiaramente il gioco della vita artificiale. Si rendono conto che è tutto assurdo, ma non sanno cosa sia reale. Ma il tempo è arrivato, deve funzionare e sarà fatto funzionare.

Ha funzionato nel vostro grande Paese, e oggi ci sono mille persone che  l’hanno compreso. Devono esserci circa trecento persone che stanno lavorando attivamente in posti diversi, e sono molto felice di essere venuta in questa antica città di Kingston, dove fu posta la pietra per l’insediamento del re sul trono. Deve avere qualcosa di speciale.

Ma le persone hanno perso la sensibilità alla Realtà, non solo in questo Paese (Inghilterra) ma ovunque; soprattutto in India, sarete sorpresi. Stanno diventando tutti sofisticati, stanno diventando tutti ‘sviluppati.’ Non sanno cos’avete trovato voi con il vostro sviluppo. Se qualcuno glielo dice, loro pensano: “Volete godervi voi tutti i frutti dello sviluppo, e ci state raccontando solo bugie.”

Quindi è davvero necessario che capiate che il Giudizio è iniziato per uno scopo ben preciso. E per questo la Kundalini è posta dentro di voi. Ma devo dire che lei è un grande giudice, da nessun’altra parte in tutto l’universo troverete un giudice simile, perché lei è vostra Madre. E lei è Nirvyaj, Colei che dà e basta. Non vuole niente da voi, assolutamente niente. Vuole che voi otteniate ciò che vi appartiene. Dovete conquistare il vostro Sé. Dovete conquistare tutti i poteri. Non vuole niente da voi, (vuole soltanto) che conosciate il vostro Sé, che diventiate l’Assoluto che è in voi, ecco cosa vuole. È vostra Madre, è nata ripetutamente insieme a voi. Ha registrato tutti i problemi che avete creato a voi stessi per ottenere la sua ascesa (della Kundalini). Sa tutto di voi e vi giudica su questo punto: quanto desiderate veramente la vostra ascesa. Tutto qui.

Conosce tutto di voi. Quando si risveglia, mostra i vostri sintomi, vi mostra cosa non va in voi. Ma lei è vostra, assolutamente vostra. Non c’è niente che vi appartenga più  di lei. È vostra amica e vi giudica affinché otteniate le cose migliori, perché lei sa cosa è meglio per voi. Ad esempio ad un bambino potrebbe piacere mettere le dita nella presa elettrica, ma la madre dice: “Non farlo, non farlo.” Il bambino però non ascolta, si arrabbia. Ma lei ripete: “No, no, non puoi farlo.” Perché vi ama. Vi ama nella forma più pura, per cui non vi aspettate niente dall’altra persona. Questo potere risiede in voi allo stato dormiente, aspettando soltanto un’occasione per risvegliarsi; allora lei si comporta come il potere che fa germogliare un seme. Quando ascende, dovrebbe esserci qualcuno che si prenda cura di voi. Dovrebbe esserci qualcuno che vi guidi, dovrebbe esserci qualcuno in grado di decodificare e dirvi che cosa significano le sensazioni sulle dita, cosa vi sta accadendo. Altrimenti non conoscerete i vostri punti fermi, non saprete dove state andando e cadrete nella trappola dell’ignoranza, oppure potreste trovarvi sempre allo stesso punto in cui non conoscete granché.

Quindi, lei vuole utilizzare qualcuno come suo portavoce. L’Inconscio deve comunicare per mezzo di qualcuno. Quel qualcuno dev’essere una persona della stessa natura della Kundalini. Coloro che ricavano denaro da voi, che ve lo estorcono lasciandovi allo sbando, come si possono chiamare guru? Sono ladri che attendono fuori della porta, in attesa solo di un’opportunità per assalirvi, perché sono già stati giudicati, scartati e se ne andranno in prigione, e vogliono che altre persone li seguano.

Quando la Kundalini sale, per prima cosa vi calma fisicamente. Si può dire che, come effetto collaterale, ritrovate la salute, ad esempio il cancro non può essere curato senza il risveglio della Kundalini. Questo lo dico da tempo. Quando i medici contraggono il cancro, vengono da me e sono curati. Ma io non sono qui per curare il cancro, niente affatto, né nessun Sahaja yogi si interessa di malati di cancro. Se però volete ottenere la realizzazione, il cancro vi sarà curato, i problemi saranno curati, la vostra salute andrà a posto. Coloro che hanno avuto la realizzazione, sono seduti qui, soffrivano fisicamente o mentalmente, alcuni erano addirittura epilettici e avevano problemi fisici molto gravi, altri soffrivano di cancro del sangue, altri ancora avevano problemi di salute di altro tipo.

Con tutte queste cose, vi trovate di fronte all’Amore di Dio, al suo desiderio. La Kundalini rappresenta il suo desiderio. Il desiderio dell’Oceano, della compassione e dell’Amore. Egli vuole donarvi il suo Regno. Vuole incoronarvi principi del suo Regno. È una cosa molto, molto seria e dobbiamo concentrarci su questo punto.

Il giudizio deve essere effettuato, e c’è un potere in noi che deve giudicare. Questo potere è il desiderio di Dio, di Dio Onnipotente, che ci ha dato la libertà. Egli non la metterà in discussione: la sua potenza, la sua forza, i suoi poteri non si opporranno alla nostra libertà. Ma il suo desiderio esiste in voi come Kundalini, e questo desiderio ascende dentro di voi, vi illumina ma non vi forza, non vi toglie la libertà. Vi illumina affinché vediate. Avete la libertà di stare in questa stanza. Non siete costretti a stare seduti qui oppure ad andarvene. Niente vi viene imposto. Ma vi viene data una stanza illuminata. Quindi, usate meglio la vostra libertà, con maggiore consapevolezza, perché siete illuminati, potete vedere e sapere cosa accettare e cosa non accettare.

La prima cosa è avere l’illuminazione. Finché non siete illuminati, siete nella confusione, non riuscite a vedere attraverso di essa. Allora sta alla vostra libertà decidere. Lei vi cura, vi corregge, vi dona tutte le cose che danno gioia. Vi allontana da tutte le preoccupazioni di livello più grossolano, ad esempio dopo la realizzazione molti hanno risolto i loro problemi materiali. Non che siano diventati (ricchi come) Ford o qualcuno del genere, ma l’atteggiamento cambia, e i problemi materiali si risolvono, perché in noi c’è un centro responsabile anche di questo. I vostri problemi familiari si risolvono, i problemi fra marito e moglie si risolvono, così siete liberi. Lasciate andare la presa su queste cose che vi preoccupano, e riuscite a vedere con maggiore libertà cosa scegliere, che direzione prendere. Dopo che vi ha dato tutte queste concessioni, tutti questi vantaggi e tutto l’aiuto possibile, siete giudicati. Conoscete forse un magistrato altrettanto generoso?

Questa cosa esiste dentro di noi. Dobbiamo essere molto riconoscenti a Dio per ciò che ha fatto per noi. Non ne abbiamo idea. L’abbiamo dato per scontato. Abbiamo dato per scontato tutto ciò che esiste dentro di noi. Non siamo stati in grado di ringraziarlo per ciò che ha fatto per noi, per quanto è stato gentile con noi. Per motivi futili cerchiamo di eliminarlo dai nostri cuori. Eppure Egli esiste, la Kundalini esiste dentro di noi. Nonostante i vostri tentativi di opporvi a lei, ella esiste. Ho visto gente con la Kundalini ferita, con orribili segni di dolore e angoscia, che si dibatte nell’angoscia; eppure lei è lì, in attesa del momento in cui vi darà ciò per cui esiste. Che benedizione! Dove potete trovare tutto questo? È tutto dentro di voi, e deve funzionare.

Ma scopro che anche quando ottengono la realizzazione, persino dopo la realizzazione, semplicemente scompaiono. Ci pensate? In Occidente il progresso è stato così: tre passi avanti e quattro passi indietro, ne sarete davvero sorpresi. Non so cosa sia accaduto di male alla mente occidentale, disillusa dai beni materiali. Quando poi si tratta di Sahaja Yoga, il loro livello è fra i più bassi, talvolta non si riesce a capire. Queste persone non hanno stima di sé, mentre nei villaggi dell’India la ottengono così, senza porsi problemi, niente. Sono semplicemente lì. Ci sono complicazioni, ne convengo. Ma dovete avere stima di voi stessi. A volte vi fa davvero stare male.

Forse non sapete che in questo Paese ho lavorato su sette, otto persone per quattro anni. Quattro anni, ci pensate? Non che ci sia qualcosa di sbagliato in voi. Siete ricercatori, siete santi nati in questo Paese. Cos’è accaduto alla vostra santità? Perché siete così insolenti, così superficiali? Perché non la toccate in profondità? Perché non comprendete il vostro Sé? Non riesco proprio a capire perché non rispettiate il vostro Sé. Io vi rispetto e vi amo molto perché vi conosco, vi conosco da secoli. Siete i bambini smarriti, lo so, ma non so come stabilizzare questo dentro di voi. A volte la mia condizione è la stessa della vostra Kundalini.

Dovete aver fretta di ottenerla. Dovete diventare assolutamente dinamici, diffonderlo e dire alla gente che ci troviamo in una situazione di emergenza. Non vedete cosa accade nel mondo? Non vedete la confusione? Invece, si dà questa situazione per scontata. Anche se la si affronta, lo si fa in modo molto intellettuale, così che vi sentite in colpa, ad esempio, per il Vietnam. È un’ottima idea, per questi politici da poltrona, starsene lì seduti a pensare al Vietnam o archiviarlo.

Voi siete i prescelti, che devono riceverla (la verità, la realizzazione) e ciò deve accadere. Ma per accettare la Realtà ci pensate sopra centinaia di volte, mentre per entrare in circoli sordidi e ripugnanti non ci pensate un secondo. A chi dovrei addossare la colpa di questo? A questi orribili guru, a queste orribili persone che hanno inscenato per voi questa recita, oppure al vostro atteggiamento disonesto nei confronti della moralità? A volte tremo nel vedere la situazione, e anche come la gente dia le cose per scontate.

Oggi voi, che si suppone siate i ricercatori, avete la responsabilità di presentare alla gente la Realtà, e di dire: “Per favore, guardate e ricevetela”, perché siete i loro simili, siete i loro parenti. Anche se voi ottenete la realizzazione, come potete abbandonarli? Anche se entrate nel Regno dei Cieli, non li dimenticherete, penserete a loro e non potrete essere felici. Anche quando ottenete la vostra realizzazione, finché tutti quei santi saranno persi nell’ignoranza, ci penserete. Io devo lavorare attraverso di voi. Non posso farcela da sola. Se avessi potuto, non ci sarebbero state difficoltà. Se Dio potesse lavorare così, dando la realizzazione, stabilizzando le persone, sarebbe finita lì. Ma non è così, perché voi avete la libertà. E perché avete la libertà? Perché senza di essa, non potete raggiungere il livello al quale vi siete elevati. Non ci rendiamo conto di dove siamo oggi, non ce ne accorgiamo. A volte mi sembra di parlare al muro; ad esempio, noterete che alcune persone sono schiave dell’orologio. Non hanno mai tempo: “Non ho tempo, sono davvero molto impegnato.” Per cosa risparmiate tempo? Perché vi è venuta quest’idea? I nostri predecessori non si sono mai comportati così. Perché risparmiate tempo? Per cosa? Risparmiate piuttosto il tempo per la vostra trasformazione, non per sprecarlo in qualche parco o in posti orribili come le corse e così via.

Risparmiate tempo per la vostra trasformazione, perché siete diamanti. Dovete cesellare voi stessi, non risparmiatelo per sprecarlo. Il  migliore annuncio sarebbe: “Risparmiate cinquanta sterline per spenderne tremila,” o qualcosa del genere. State risparmiando tempo per non sprecarlo, lo risparmiate per qualcosa di estremamente prezioso, vitale ed importante, qualcosa che avete ricercato. Ma a volte non so come mantenervi a questo livello di profondità. Ovviamente, alcune persone, anche in questo paese, sono a un tale livello per cui sono molto soddisfatte. Non sapete quante cose Dio abbia fatto anche in questo Paese. Ad esempio sono andata a vedere Stonehenge, Stonehenge è una creazione di Madre Terra. Potete verificare con le vibrazioni, potete sentirle. Sono state fatte molte cose in questo Paese. La stessa città di Kingston ha vibrazioni così forti che ne sono rimasta sorpresa. E cosa si è trovato? Almeno cento persone sono arrivate con questa vettura e alcune sono arrivate qui a piedi, andando avanti e indietro. Non si sono ancora decisi. Alcuni sono entrati, altri sono usciti. Non sono ancora vicini alla sensibilità, non c’è sensibilità nei confronti della Realtà. Non riescono a sentirla. Ma forse funzionerà, sono sicura che funzionerà. Sono la persona più ottimista che mai possiate conoscere, credo di essere ottimista di natura. La trasformazione avverrà. L’unica cosa è che la vostra cosiddetta ‘libertà’ è di ostacolo. Cercate quindi di capire che questa libertà vi viene data affinché possiate diventare il vostro Sé, non perché diventiate simili ad animali. A che serve dare la realizzazione agli animali, ai polli? Posso darla? È questo il punto.

Molti dicono: “Madre, ho fatto molte cose buone.” Io chiedo: “Quali cose buone hai fatto?” “Non mangio il pollo.” Io rispondo: “Perché risparmiate i polli per me? È meglio che salviate voi stessi.” Hanno tutte queste idee strane.

Siete voi, i ricercatori, i germogli di questo bellissimo albero della vita. È per loro che è stata fatta questa creazione. Sono loro che devono ottenerla (la Realtà). Sono loro che devono averla. L’universo intero è sbocciato in loro, e che cosa vogliono diventare? Dei vermi? Rifletteteci.

Per grazia di Dio, iniziamo il programma della realizzazione, può  volerci forse meno di un secondo, potrebbe essere già avvenuta perché oggi ho spinto un po’ più a fondo, penso. Kingston è un buon posto. Sento che forse un giorno diventerà un luogo davvero grande, ma vediamo fino a che punto utilizzate l’energia che fluisce nella zona. Spero che qualcosa accadrà.

Ora, dopo la realizzazione, dovete prendere la cosa sul serio. Dovete darvi da fare, perché anche dopo averla trovata, non è che vi mettiate improvvisamente a saltare sul sole o sulla luna. E anche andando sulla luna, cosa avete ottenuto? Non siete riusciti a  capire niente. Quindi, dovete entrare in tutti gli angoli del vostro essere, perché il movimento inizierà interiormente. Dovete portare l’attenzione su ogni parte che è dentro di voi. Dovete stabilizzare l’attenzione e, allora, l’attenzione lascerà andare la presa sulle cose insensate. Tutte le priorità cambieranno. La cosa più grande è che quando Lei (la Kundalini) attraversa il Sahastrara, la gioia inizia a sgorgare e percepite la brezza fresca fuoriuscire dalle mani, la brezza fresca dello Spirito Santo, e iniziate a sentirla ovunque. Potete sperimentarlo. Ora potete giudicare voi stessi e gli altri. Potete aiutare gli altri automaticamente. Non dovete uscire per questo, non dovete assumere medicinali, non dovete prendere niente. Standovene semplicemente lì, aiutate gli altri ad ottenere la salvezza, così tutto il meccanismo si mette in moto. L’intera tecnica inizia a funzionare, e voi cominciate a vedere tutto quanto e ne sarete stupiti.

Dovete sapere come farlo funzionare su di voi e sugli altri. È molto divertente. Ci divertiamo tutti molto, e dovreste gioire anche voi insieme a noi. È meraviglioso. Non è più tempo di essere infelici, ma ci si chiede perché la gente si comporti così. Da adulti cresciuti e maturi osserviamo i bambini piccoli, chiedendoci perché mettano le mani nel fuoco.

Che Dio vi benedica.

[1] E-mail di Alan Wherry inviata il 2/5/2003:Shri Mataji ha tenuto questo discorso nel 1980 a Kingston, considerata la capitale dell’Inghilterra medioevale e così chiamata poiché i re venivano incoronati seduti sulla pietra di Scone. Questa pietra, sottratta dagli inglesi agli scozzesi, emetteva vibrazioni.
Kingston era un luogo magico e, inciso nella terra, vi si trovava un immenso Zodiaco ampio 12 miglia.
Chi mai avrebbe potuto costruire una struttura simile con i mezzi a disposizione a quel tempo? E chi avrebbe potuto vederlo, se non dal cielo?
In Inghilterra, nei dintorni della località rurale di Glastonbury, si trova uno Zodiaco simile, alcune parti del quale sono ancora visibili dal cielo.
Alan Wherry