Conversazione con i sahaja yogi, Subconscio e Sopraconscio Chelsham Road Ashram, London (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Subconscio e Sopraconscio  Conversazione con i sahaja yogi Ashram di Chelsham Road, Londra (GB), 24 Maggio 1981 … potete vedere – ed è un concetto triste (? – audio mancante) – che questa gente è come pazza. Danza e fa ogni cosa possibile. E la nuova teoria è che la mente non possa fare tutto. Dicono sia meglio fare qualcosa che non possa essere concepito dalla vostra mente, sapete?[1] Ma esiste una semplice risposta a questo. Io dico: vediamo qual è questa semplice risposta. Vediamo, sahaja yogi del trust di cervelli (lett. gruppo di esperti – il richiamo ai cervelli è tuttavia indicativo di una tendenza intellettuale, ndt). Qual è la semplice risposta? Vedete, loro sostengono che la mente sia limitata, giusto? Pertanto, qualsiasi cosa faccia la mente è limitata. Qualsiasi decisione si prenda, tutto ciò che facciamo controllando la nostra mente, è opera della mente stessa. Se (invece) qualcosa avviene in quel modo (manifestazioni quali danzare ed altro. V. nota 1, ndt) secondo loro è spontaneo, questo è spontaneo; quindi lasciamo che sia qualcun altro a farlo, insomma, se accade qualcosa, “è il Divino a farlo per voi”. Forza, sentiamo tutti gli intellettuali laggiù (risate). Che cosa rispondete a questo? Hai sentito Linda? La questione è molto semplice, ed è che loro affermavano che la mente è limitata. Chiaro? [Salve. Maria è qui? Stavo pensando a lei. Dov’è? Read More …