Primo Programma Pubblico

(Stati Uniti d'America)

EN


EN


Feedback
Share

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I

 Primo Programma Pubblico

 New York (USA), 19 Settembre 1981


È bello tornare in America. So che ci sono moltissimi ricercatori smarriti in questo Paese. Stanno ricercando freneticamente, senza dubbio. Sono ricercatori genuini, non ho dubbi al riguardo. Sfortunatamente sono tornata (solo) dopo nove anni perché sono stata impegnata in altre parti del mondo; e sapevo che, una volta tornata, li avrei ritrovati.

Prima di tutto dobbiamo capire che se si cerca la realtà, se si cerca la verità, occorre essere molto onesti al riguardo, estremamente onesti. Dobbiamo sapere che finché non la troviamo, non dovremmo credere a nessuno. Non dovremmo accettare niente di superficiale.

La gente può dire qualsiasi cosa. Io posso dirvi che dovete ricevere la vostra realizzazione. Ciò non significa che dovete credermi, non significa affatto questo; però non dovreste neppure rifiutarmi.

Ora, prima di tutto, dovremmo sapere che cosa stiamo cercando. Non ci sono mai stati su questa terra un tale impulso alla ricerca e tanti ricercatori. Non so se capite che è nata una categoria davvero diversa di persone – io li chiamo uomini di Dio – che sono ricercatori. E continueranno a cercare finché non troveranno la verità. Ma occorre sapere che cosa stiamo cercando: cosa dobbiamo cercare? Si dice che dovete divenire. Dovete essere. Che cosa dobbiamo essere?

Dobbiamo essere il nostro Spirito. Noi non sappiamo che cosa sia lo Spirito. Lo Spirito esiste, senza dubbio. Ci osserva. Sappiamo che esiste uno Spirito. Ma il punto è come portare questo Spirito nella nostra mente conscia, nel nostro sistema nervoso centrale. E quando si sa che c’è questa domanda, anche il mercato si riempie di offerte commerciali (in questo caso organizzazioni pseudo-spirituali, ndt); è molto comune. Gli americani hanno subìto il colpo peggiore perché voi avete la cosa peggiore: avete i soldi. Questa è la parte peggiore. Ed è per questo che tutta questa gente accorre qui e vi ha sfruttato.

Tutto questo lo so e me ne dispiace. Ma devo dirvi che non potete pagare per la vostra realizzazione. È un insulto a Dio. Come potete pagare? Come potete pagare per il Suo amore? Pagate forse un albero quando vi dà i suoi frutti? No. Forse un mercante potrebbe prendere un frutto e venderlo. Ma è molto più di questo. “Come possiamo pagarlo?”. È una domanda semplice che dovremmo porci onestamente.

Il secondo punto è che non potete istituire corsi in “realizzazione di Dio”. Quale università ha frequentato Cristo? Egli era un uomo semplice. Ha frequentato forse qualche università? Non si comprende che Dio è per tutti: che siate ricchi o no, che capiate una lingua o un’altra, la lingua di Dio è di amore ed è per tutti, per ogni persona, per tutte le razze.

Non può essere per una sola persona o un solo tipo di persone o categoria. Esiste però una categoria che è quella dei ricercatori.

I ricercatori sono una categoria speciale; ma l’unico guaio è che non sanno cosa cercano.

Per questo dobbiamo rivolgerci ad alcune persone autentiche. Per esempio, ora dovremmo guardare Cristo: Egli ha detto che dovete nascere di nuovo. L’ultima volta che sono venuta in America, stavano registrando i miei discorsi e quant’altro a Los Angeles. Ed ero meravigliata, vedete, che avessero delle obiezioni, (che pensassero) che costoro non dovevano registrare. Io dissi: “Lasciate che registrino, che importa?”. E loro: “No, Madre, lo pubblicheranno”. Risposi: “Lasciate che lo pubblichino. È un fatto. Dovrebbero ottenerla, dovrebbero ottenere la loro realizzazione. Devono rinascere”. Ma ero sorpresa.

E poi costoro hanno scritto libri come se si trattasse di una loro conoscenza – non mi importa nemmeno di questo – sostenendo che si deve rinascere e che loro hanno ricevuto un certificato, una autocertificazione, che attesta che sono rinati.

Come potete certificare da soli di essere rinati? Dobbiamo essere onesti al riguardo. Se rinasciamo deve accaderci qualcosa di speciale. Come ha detto Jung dovete diventare, diventare consapevoli collettivamente. Io non mi limito ad affermare che siamo tutti fratelli e sorelle e siamo tutti uno; no, voi dovete diventare questa parte integrante del tutto, di quello che chiamate il macrocosmo. Dovete diventare, questo microcosmo deve diventare così.

Questo significa che, nell’evoluzione, la vostra consapevolezza deve diventare qualcosa di più. Un animale, ad esempio, non vede nessun colore. Non vede se qualcosa è sporco o bello. Ma voi sì. Allo stesso modo, se dovete elevarvi più in alto, deve avvenire una trasformazione nella vostra consapevolezza.

Questa è una cosa di cui ci si dovrebbe rendere conto: la trasformazione deve aver luogo nella vostra consapevolezza. E questo è ciò che si dovrebbe considerare: c’è qualche trasformazione nella consapevolezza?

Per esempio, c’è qualcuno che comincia a saltare sulla sedia. Ho visto che alcune persone che vengono da me si mettono a saltare e pensano di aver ottenuto la realizzazione. Come può essere? (Ciò significa che) non avete il controllo di voi stessi. Voi dovete essere i maestri di voi stessi. Invece in questo caso qualcuno vi fa saltare. Forse siete posseduti. Non avete autorità su voi stessi. Non sapete controllarvi. E come fate a dire di avere ottenuto la realizzazione? Se diventate realizzati, non sarete schiavi, trascenderete ogni tipo di schiavitù. Dovete essere maestri. Questo dovrebbe essere il test per qualsiasi cosa stiate cercando. Che cosa avete ottenuto voi? Esprimete i vostri poteri?

Io potrei dire, come ha detto lui… insomma, non so perché Warren abbia detto questo, infatti io raramente comincio con questo genere di argomenti; ma se volevate vedere chi lo ha detto… Ora, dire che io sono questo, quest’altro e quello non ha senso. Io potrei essere qualsiasi cosa. E allora? Il punto è ciò che avete ottenuto voi. Vi siete sentiti qualcosa in più rispetto a prima? Avete ottenuto qualcosa in più rispetto a prima? Non nel senso che diventate pazzi o eremiti. Non è quello il modo. Diventerete le persone più normali, dovete essere estremamente normali.

E, soprattutto, dovete avere un controllo totale su voi stessi. Questo è proprio il minimo che si dovrebbe capire. Ma la nostra idea della realizzazione del Sé è molto alterata e moltissimi ciarlatani hanno scritto anche a proposito della Kundalini.

Sono rimasta sorpresa quando ho scoperto che sono stati scritti libri così voluminosi sulla Kundalini che dicono che si trova nello stomaco, nel naso, da questa e quest’altra parte. Non si trova lì: risiede nell’osso sacro. Potete vederla voi stessi con i vostri occhi. Quando la Kundalini ascende potete vederla pulsare come un cuore. Non in tutti, ovviamente; ma in alcune persone che hanno avuto un’ostruzione, potete vederla ad occhi nudi. Dovreste essere in grado di vederlo accadere e potete anche sentirne la pulsazione che arriva sulla testa. Molte persone lo hanno detto.

Ora, mi è stato detto che c’è chi sta convertendo la gente al Sikhismo e altro. E cos’è il Sikhismo? Se leggete Kabir, che è la base del Sikhismo, ha detto che dovete sentire la brezza fresca fuoriuscire dalla vostra testa. Dice (citazione in sanscrito); significa che, prima di tutto, sulla testa si ha il suono di Anahata, questo battito del cuore, e poi sentite la brezza fresca fuoriuscire.

È descritto così chiaramente, ma chi legge questi autori? Coloro che parlano anche di Induismo e via dicendo, leggono Adi Shankaracharya?

Che cosa ha detto Adi Shankaracharya? Ha scritto libri su libri sulla Kundalini; e non solo, ma su questo Chaitanya Lahari ha scritto un intero libro. Però la gente non legge queste cose.

Voi prendete questi estratti, non so, è una sorta di… non so come facciano questi individui a non avere timore di Dio. Non hanno paura; ed è solo per fare un po’ di soldi, non so. Porteranno forse con sé questi soldi? È davvero molto sbagliato. È davvero peccaminoso. Non mi interessa tutto quel che fanno: se vogliono essere contrabbandieri e altro, passi, ce ne sono molti così. Ma costoro rovinano la vostra Kundalini. Voi venite danneggiati. Ed è questa la cosa che mi preoccupa. È molto triste.

Venire in America è un’impresa davvero rischiosa per me; infatti avevo inviato alcune persone che erano anime realmente realizzate, che erano venute qui, ma sono scappate entro tre giorni. Hanno detto: “(In America) non ci riconosceranno mai, c’è una barriera, c’è una barriera. Non ci riconosceranno mai, Madre”. Sono tornati indietro, sono tornati precipitosamente indietro. Sono stati a New York, uno di loro ci è rimasto per tre giorni e poi è scappato. Non è riuscito a resistere. Ha detto: “Vogliono qualcos’altro. Non vogliono Dio, non vogliono il proprio Spirito”.

Ovviamente io non ci credo. Queste barriere si creano in noi perché leggiamo su questo argomento. Cerchiamo di capire attraverso la lettura. Va bene, ma dovete arrivare ad una giusta conclusione attraverso una comprensione logica; non con la razionalità. La razionalità è qualcosa che può portarvi ovunque. La razionalità può farvi razionalizzare persino un omicidio, qualsiasi cosa. Invece dovete capire con la logica.

Dove dovremmo arrivare? Che cosa dovrebbe accaderci? Che cosa ci aspettiamo in quanto ricercatori? Questi sono tempi davvero molto precari e importanti; direi infatti che è iniziato l’Ultimo Giudizio. È iniziato questo.

È per questo che siete tutti qui e state ricercando. E il modo in cui avverrà il Giudizio è attraverso il risveglio della Kundalini. Dovete diventare realizzati; allora cominciate a percepire i vostri centri sulle vostre dita.

Domani darò tutte le informazioni sui centri e tutto il resto, e vi spiegherò come voi giudicherete voi stessi, quali sono i vostri centri che hanno dei blocchi e quali sono i centri degli altri che hanno dei blocchi. Allora giudicherete e saprete qual è il problema, come correggerlo, come risolverlo. Non esistono tecniche per la spontaneità.

È come piantare un seme che diventa un albero. Non esiste una tecnica. Se avete dei fiori, diventano frutti. Ê un processo vivente. E le cose viventi non hanno nessuna tecnica. Ma una volta connessi, dovete sapere le leggi divine e dovete conoscere le tecniche divine. Prima però dovete essere realizzati.

Come potete usare questo apparecchio (microfono) se non lo connettete alla corrente di energia? Voi non siete ancora connessi alla centrale di energia: come potete fare qualsiasi cosa? È come telefonare da qualche parte senza avere una connessione.

Prima di tutto dovete essere connessi al Divino; questo però non è difficile, nei tempi moderni è molto facile. In passato era come quando, diciamo, all’inizio su un albero si hanno solo uno o due fiori. Ma il tempo è giunto. Il tempo della fioritura è arrivato.

Oggi sono già andata a vedere la mostra dei disegni di William Blake. Egli disse: “Tutti i vostri peccati e bestemmie e ogni cosa saranno perdonati. Tutti i vostri peccati saranno perdonati”. Ha parlato di questi giorni. Egli disse che gli uomini di Dio sarebbero diventati profeti e avrebbero avuto il potere di convertire e trasformare in profeti gli altri. Ha chiaramente profetizzato Sahaja Yoga. Ne ha spiegato ogni parola. Ma la gente non legge Blake. Se andate a visitare la sua mostra, sarete sorpresi di come, solo nel “Viaggio del Pellegrino”, abbia descritto chiaramente il modo in cui affrontate la vita. E ci sono alcuni sahaja yogi seduti qui dietro di voi. Sono venuti da Londra e alcuni dall’Australia; ed essi hanno avuto modo di rendersene conto. È così che la affrontate. Tuttavia, ottenere la realizzazione è la cosa più facile, ma mantenerla è piuttosto difficile. Però anche questo è possibile.

Ora a Londra abbiamo – vi sorprenderà – una sala almeno una volta e mezza più grande di questa. E la sala era completamente piena. E si sono alzati in piedi per cantare la canzone Jerusalem, ed è stata una grande esperienza per me vederlo. Ma, non ci crederete, ho cominciato a lavorare in Inghilterra perché a mio marito è stata assegnata una carica lì. Per questo siamo arrivati lì. E, all’inizio, ho lavorato con sette persone – sette hippy, direi – sette persone per quattro anni.

Ed ora, naturalmente, in tutta l’Inghilterra abbiamo molti centri e molte persone che hanno preso la realizzazione e lo stanno facendo funzionare. Sta andando molto bene.

Qui abbiamo alcune persone che sono venute da lì. C’è il dottor David e Hester che è un avvocato. Poi abbiamo questi due dall’Australia, il dottor Warren, che era un diplomatico. E queste due ragazze sono entrambe americane: Christine è con me da molto tempo e Marcia ha avuto la sua realizzazione solo due mesi fa, ma è stata davvero corretta e determinata.

Lei l’ha ricevuta a Bristol, ha continuato, è venuta a Londra e sono rimasta stupita di lei. Ho detto: “Se tu rappresenti i ricercatori americani, allora non c’è problema”. Dovreste essere determinati e dovreste rendervi conto che siete voi a dover decidere. Se dite che io sono il vostro Guru, va bene, per il momento lo accetto. Ma una Madre è sempre un guru. Se dite che vostra madre ha dovuto insegnarvi molte cose, anch’io ho da insegnarvi qualcosa. Ma in realtà siete voi il vostro guru. Dovete diventarlo. Se non siete connessi, come farete a giudicare?

Una volta connessi, sarete in grado di verificare. Ma non pensate che sia una attività mentale quella che vi porterà alla realizzazione. No, Dio ha posto tutto quanto in modo meraviglioso dentro di noi, ogni cosa. Avete la vostra Kundalini molto ben sistemata nell’osso sacro. Ora, considerate questo osso. Il sacro è un osso triangolare, chiamato sacrum poiché i Greci erano a conoscenza di questo osso. Sapevano che si trattava di un osso sacro. Sacrum in greco significa sacro.

Quando sono andata in Grecia, sono rimasta sorpresa: hanno l’idea completa della Kundalini, l’idea completa. Ed hanno anche Atena che significa la Madre Primordiale. In sanscrito, Atena… Atene deriva da questo nome; e per come Lei tiene un serpente in mano e tutto il resto, rappresenta assolutamente la Kundalini Primordiale. E lì era presente l’intero concetto e, quando ho approfondito lo studio, ho cercato di capire che cosa fosse, come facessero a saperlo.

Hanno detto: “Alcuni gruppi anglo… no, anzi, indo-ariani sono arrivati qui e ci hanno insegnato queste cose; per questo lo sappiamo”. Ma tutto questo era andato perduto perché avevano ridotto tutti gli Dei al livello degli esseri umani, stravolgendo tutto.

Ora dobbiamo capire quanto sia stata importante l’incarnazione di Cristo su questa terra. Abbiamo stravolto l’intera cosa. Egli disse che dovete rinascere. In realtà, Egli venne al livello di questo centro dove vedete questo segno rosso.

Vedete, è posto nel chiasma ottico. Al centro si trova un centro sottile chiamato Agnya chakra. Nelle scritture indù Egli è chiamato Mahavishnu. Ma vi parlerò del Suo avvento, di quando venne su questa terra. Egli venne su questa terra; noi diciamo che Egli è il cancello, è la porta. Egli è la porta al di sotto dell’area limbica. E l’area limbica è il Regno di Dio nel quale si deve entrare, dove l’attenzione deve entrare. E come entrarvi? Non in senso fisico, ma è la vostra attenzione a dovervi entrare.

La vostra attenzione è dispersa in quest’area (stomaco, ndt); non è lassù. Essa deve passare attraverso quest’area (Agnya) nell’area limbica e, infine, nella zona della fontanella. Quest’ultima diventa morbida e la Kundalini deve fuoriuscirne; allora voi ricevete la brezza fresca. Questo è il vostro vero battesimo. Non è il battesimo che consiste nel frequentare qualche collegio teologico per imparare a dire: “Bene, sei battezzato”; questo è tutto artificiale. È assolutamente artificiale.

Non è quello il modo in cui si può battezzare. Si deve essere un’anima realizzata per farlo. Giovanni Battista era un’anima realizzata. Egli sapeva come farlo. E lo fece per tutti loro. Ed è così che dovrebbe accadere a voi. La Kundalini deve salire e darvi la realizzazione.

Ora, l’avvento di Cristo avvenne a questo livello. È un avvenimento molto importante; oggi non abbiamo portato i nostri grafici e quant’altro, ma domani vi spiegheremo in maniera completa come nel nostro cervello l’ego e il superego siano connessi con questo centro (tocca l’Agnya). Quando Egli è risvegliato, ego e superego vengono assorbiti.

Essi (ego e superego) creano un’area (calcificata, chiusa, ndt) qui (tocca la fontanella con le mani sovrapposte, ndt). Il nostro ego e superego ci danno il senso dell’io. Diventiamo separati. Ma quando Egli (Cristo) è risvegliato, questa parte si apre (chiusura della fontanella dovuta alla calcificazione di ego e superego, ndt) e la Kundalini può salire. È per questo che si dice che Cristo deve essere risvegliato in voi.

Ma ciò può essere attuato solo da una persona che ha un’autorità divina. E una persona del genere non può vivere del vostro denaro. Non può essere un parassita. Non ha niente a che fare con il denaro. Come potete comprare una persona così? Una persona del genere è oltre, oltre la vostra capacità di acquisto, oltre il vostro controllo. Non potete far niente per una persona così. Essa dona. Dà semplicemente. Emette. Non può prendere niente. Non può ricevere. Non può. Potete provare, ma non lo fa.

Un giorno, mentre camminavo, ho preso una leggera storta al piede e una dottoressa ha detto: “Bene, Madre, proverò a massaggiarle il piede”. Ed io: “Va bene, fai pure, massaggia”. Lei massaggiava ed era lei a rilassarsi inclinandosi all’indietro (Shri Mataji ride). Io ho chiesto: “Cosa ti succede?”. Mi ha risposto: “Madre, cos’è questo? Arriva una gran quantità di vibrazioni e mentre massaggio Lei, massaggio me stessa, tanto è rinfrescante e rilassante”. Quindi una persona così non può prendere niente da voi.

Ora, il punto più importante di cui vorrei parlarvi è che noi non ci rendiamo conto della situazione precaria in cui ci troviamo, anche sotto altri aspetti. Ci sono forze uguali e contrarie che agiscono su di noi.

Per esempio, una malattia come il cancro. Sono rimasta sorpresa di sapere che, in questo Paese, una persona su quattro è malata di cancro. Ho detto dieci anni fa che il cancro può essere curato solo con Sahaja Yoga. Non esiste altro modo. Io ho curato molti malati di cancro ed anche voi potete farlo una volta realizzati.

Come accade, come si cura il cancro, potete avere tutta questa conoscenza gratuitamente, senza (pagare denaro). In realtà, per prima cosa dovete ricevere la vostra realizzazione. Senza di essa, non serve a niente dirvelo: infatti, se entrate in questa stanza ed è tutto buio siete ciechi, non potete vedere niente. A cosa serve dirvi le dimensioni della stanza, il colore delle sedie e di tutto il resto? Non ha alcun senso dirvelo.

La cosa migliore è accendere le luci e aprire i vostri occhi, affinché possiate vedere di persona. E la conoscenza completa diventa vostra. È meglio parlarne allora. Diversamente, se non siete in grado di vedere niente e io vado avanti a raccontarvi tutta la storia dell’elettricità e quant’altro, ne sarete annoiati a morte. E non serve a niente. Per prima cosa dovete avere la realizzazione: è questa la prima cosa.

Il cancro può essere facilmente curato con Sahaja Yoga. Assolutamente, non c’è nessun dubbio. Così come non c’è dubbio che nient’altro può curarlo.

Nel nostro corpo, abbiamo un sistema particolare denominato sistema nervoso simpatico. Ora, questo sistema nervoso simpatico entra in una tensione terribile quando ci spingiamo ad estremi di ogni genere. Prendiamo il fumo, per esempio. Ora, fumare è una cosa davvero interessante perché, secondo me, l’America è il Vishuddhi chakra, è questo centro, questo centro. Ed esso si rovina quando fumate, e l’abitudine di fumare è ai massimi livelli qui. Così come l’Europa è il fegato, e lì bevono. E lo fanno talmente che in Europa la gente ha il fegato peggiore in assoluto.

L’Inghilterra è il cuore, ed è letargica. Insomma, l’intera faccenda è così confusa che non so cosa devo affrontare. Ma sono stata felice di sapere che ora l’abitudine di fumare sta diminuendo. Ma con la realizzazione, il vizio del fumo semplicemente sparisce. Non dovete impegnarvi duramente per questo. Anche Marcia fumava molto. Me l’ha detto. Ero meravigliata. Ma ha smesso completamente.

Le droghe e tutte queste cose scompaiono come qualcosa di inutile, perché ha luogo una trasformazione. Ed ha inizio anche la trasmutazione. Quando ha inizio la trasmutazione, tutte queste cose scompaiono. Godete di ottima salute, del meglio del vostro cuore, del meglio della vostra mente, e le vostre emozioni migliorano. E la parte migliore è che questo è ciò che si deve ottenere, che l’umanità intera deve raggiungere. Ma i pochi che sono ricercatori devo farlo per primi. Devono farlo loro per primi; sono le fondamenta.

Ad ogni evoluzione, ad esempio, sono dovuti apparire solo pochi pesci: all’inizio ne è venuto fuori uno e poi ne sono apparsi molti. Allo stesso modo, poche persone devono farlo. Sono contenta che oggi siano poche. Anche se gli altri sono delusi, io non lo sono. Sono felice perché (diversamente) dovrei lavorare più intensamente.

Se ce ne sono troppi, può essere difficile. Come ha detto lui, è vero che ho dato la realizzazione a seimila persone in un villaggio in India, ma loro non sono complicati. Sapete, non sono così complicati. Non vivono con i rumori che avete qui o le tensioni che avete, le controversie legali che avete, i problemi che avete voi. Ho visto che gli indiani venuti qui per guadagnare soldi sono andati tutti fuori di testa. Davvero, insomma, sono diventati mezzi matti.

Il signore con cui ho a che fare adesso mi ha detto che già moltissimi indiani hanno avuto delle cause legali. È accaduto di tutto e si stanno accumulando tensioni di ogni genere. Qui, nonostante tutte le nostre iniziative moderne, siamo anche finiti nelle terribili tensioni dovute alle macchine, all’era delle macchine e via dicendo. Gli abitanti dei villaggi in India sono persone estremamente semplici, conducono un’esistenza estremamente semplice, non hanno complicazioni. Non direi che qui avere la realizzazione sarà così semplice come per loro. Di certo si deve lavorare sodo. Per esempio abbiamo avuto sette persone (hippy, ndt), le ho avute tutte. Ci sono volute circa tre ore perché ricevessero la realizzazione. Potrebbe anche andare così.

Non può essere garantita, non può essere promessa, non può essere certificata. Deve accadere, è questo il punto principale; è l’avvenimento, è l’accadimento.

Dovete diventare. Deve essere attuato. Non ci si deve credere (ciecamente, ndt). Questo è ciò che dovreste sapere. Se siete onesti, dovete verificarlo. E se volete averla, l’avrete. Io lavorerò con molto impegno. Siete voi che dovete avere pazienza con voi stessi. Io ho tutta la pazienza e l’amore. Non ci sono dubbi. Ma tutti voi dovete avere pazienza. Vi ho detto che ho lavorato per quattro anni con sette persone. Penso che non sarà così difficile, perché con loro ho elaborato molte permutazioni e combinazioni. Ora conosco tutte le permutazioni e combinazioni che sono davvero dannose per le persone e il modo in cui sradicarle (non chiaro). Tuttavia direi che vorrei studiare ancora alcune complicazioni americane che non conosco.

Nove anni fa, le persone qui erano più semplici, ma per lo più se ne sono andate via. Oppure, anche quella volta è accaduta la stessa cosa, ossia non sono riuscita a contattare i media; e tutto funziona in base ai soldi. Vedete, si deve dare denaro perché vi facciano pubblicità. Allora vi fanno pubblicità e voi ottenete più soldi. Qui non è una questione di soldi. Sapete, l’intero concetto di base è avere persone reali per una cosa reale, senza denaro. Inoltre non potete avere un gran circo, non potete avere qualcosa di grande; e deve essere avviato in modo autentico, in modo reale. Mi hanno detto che ci sono agenzie che provvedono a tutte queste cose. Ho detto che per cominciare non credo sia importante. Dovremmo farlo funzionare noi.

Vediamo. Ci saranno alcune persone che si sentiranno attratte e verranno. E facciamolo funzionare in questa maniera. Tuttavia, gradirei i vostri consigli su dove possiamo andare, ovunque possiamo fare pubblicità in modo decente.

Proprio ora una signora ci ha detto che sarebbe una buona idea andare in questi negozi.

Ci piacerebbe invitare gente per questa esperienza. È vostro diritto. Voi siete ricercatori ed io sono proprio come una banca: avete il vostro conto e semplicemente incassate. E ci sono anche molti posti. E qualsiasi errore sia stato fatto, non preoccupatevi. Uno dei grossi problemi che ho affrontato in Inghilterra è che tutti soffrono di un centro chiamato Vishuddhi sinistro, che ha origine dal senso di colpa. Vedete, si sentono sempre colpevoli. Forse è il Cattolicesimo che li fa sentire colpevoli, ma è un problema davvero molto comune che hanno. Si sentono sempre colpevoli.

Ora, di cosa vi sentite colpevoli? “Dobbiamo soffrire”. Perché? Perché dovreste soffrire? Cristo ha sofferto per voi. Ha forse tralasciato qualcosa perché ne soffriste voi? Saremmo colpevoli di cosa?

Perché siete colpevoli? Io sto parlando di un oceano di compassione, di un oceano d’amore. Quali colpe potete avere? Ed è un errore enorme pensare ai piccoli errori che abbiamo commesso qua e là. Dio deve salvare questa creazione. È Lui che, per compassione, deve arrivare e fare qualcosa al riguardo. Se non vi salva, la Sua creazione è perduta. Non dovreste sentirvi così piccoli. È tutto molto infantile, direi, da bambini, dire: “Oh, ho commesso questo errore”.

Invece no. Vostro Padre è così grande, così pieno di amore che dovete solo rivolgervi a Lui e lo risolverà. Dovreste perdonare voi stessi, questa è una delle cose che vorrei chiedervi. Prima di tutto, prima di perdonare chiunque altro, dovete perdonare voi stessi.

Questa è la prima cosa che dovete fare prima della realizzazione. Ovviamente, in un solo discorso non posso dirvi molto al riguardo. Questa è solo una conferenza introduttiva. E non abbiamo i nostri grafici e tutto il resto perché, se il primo giorno vi mettete a guardare i grafici, diventate nuovamente meccanici e pensate sia una specie di computer che dovete far funzionare. In effetti voi siete un computer, diventate un computer divino; ma è un sistema diverso, pertanto è meglio parlarne adesso. E poi ottenete la vostra realizzazione, fatela funzionare.

Resteremo qui per un po’ di tempo e spero riuscirete a seguire le mie conferenze e tutto quanto. È una cosa davvero straordinaria. Devo aver tenuto almeno cinquecento conferenze a Londra, come minimo. E ogni volta che parlo dicono: “Madre, Lei sta dicendo qualcosa di nuovo”. Dunque potete immaginare quanta conoscenza vi sia. Ma voi siete conoscenza, diventate voi stessi conoscenza.

In Australia i giornalisti sono stati molto gentili con me, perché si era verificato un certo avvenimento. Una signora era seriamente malata, aveva avuto una sorta di ictus molto grave, e un suo amico era un personaggio importante della stampa. Una sahaja yogini di lì le aveva dato la mia fotografia, e lei si era ripresa solo grazie alla fotografia. Così quest’uomo ha cominciato a rifletterci e poi mi hanno fatto un gran pubblicità. Dunque direi che è stata una fortuna per gli australiani; ed io sono rimasta lì per circa – quanti mesi? Circa un mese? – Tre settimane. E adesso là ne abbiamo migliaia, migliaia.

Ci sono sette città in cui abbiamo sette centri. Ha funzionato. Devo dire che gli australiani sono davvero molto adatti alla realizzazione. È stato sorprendente: lì abbiamo trovato alcune persone che hanno ottenuto la realizzazione e si sono stabilizzate, ed hanno riconosciuto che era la verità. È stato questo il punto.

Voi dovete essere sufficientemente intelligenti da capire qual è la verità. Non permettete alla vostra intelligenza di ingannarvi. State attenti anche alla vostra intelligenza, anch’essa può ingannarvi. Ma dovreste essere davvero acuti al riguardo per capire qual è la verità. E saggi. E questo è ciò che avrete.

Ora vorrei chiedervi di rivolgermi delle domande: infatti dovete avere tutti molte domande nella mente ed è meglio che le facciate, perché non voglio che mentre vi diamo la realizzazione pensiate: “Oh, non ho fatto questa domanda a Madre”, anche se non fa differenza che mi rivolgiate domande oppure no.

È una cosa molto diversa. È oltre la vostra mente, voi trascendete la vostra mente. Andate oltre il vostro ego, oltre il vostro superego. Diventate qualcosa di diverso. Quindi, se avete domande, potete farmele.

Sì.

Domanda: Possiamo parlare con il microfono spento?

Shri Mataji: Pensate sia meglio per voi? Io ho parlato con questo, non va bene, vero? Ora mi sentite meglio? Oh, bene. Io ero… Se c’è qualche domanda potete farmela. Sì?

Domanda: Ci sono molte persone che vengono ad offrire la realizzazione. Lei ha un’esperienza unica e mi piacerebbe sapere qualcosa al riguardo. In altre parole, Lei ha qualcosa di unico da offrire, giusto?

Shri Mataji: Sì, certo. Direi… non so quanti (sedicenti guru, ndt) siano venuti qui e quanti fossero dei delinquenti e quanti in realtà fossero autentici. Ma erano in maggioranza solo dei delinquenti, perché quello che vi offrono… non so, ho avuto persone provenienti da altri guru, da guru di ogni genere, sapete. E ce ne sono una o due sedute qui. Hanno frequentato tutte qualcuno o qualcosa di questo tipo. Ora come vi ho detto, l’unicità di Sahaja Yoga è questa: Sahaja significa… Saha significa ‘con’; Ja significa ‘nato’. È nato con voi, vi appartiene, è dentro di voi.

Ora, la sua unicità è questa: si tratta di ciò che state cercando. Questo è ciò che otterrete, è il vostro Spirito, e voi diventate così; è questa l’unicità.

Non è qualcosa come dire che c’è un corso di dieci giorni e voi frequentate tutto il corso, oppure pagate, diciamo, per un corso di salto o di volo, per così dire, o qualcosa del genere. Si tratta di diventare ciò che siete. L’unicità è che è un evento, un accadimento vivente.

Vedete, noi non facciamo nulla che sia un lavoro vivente. Quel che facciamo è un lavoro inerte. Ad esempio, con un albero morto costruiamo delle sedie e pensiamo di aver ottenuto molto.

Vedete, questa sala è costituita interamente di cose morte, non è vero? Ne abbiamo soltanto cambiato la forma. E queste forme in verità cercano di dominarci. Questa sedia diventa una specie di ossessione per noi, perché non possiamo sederci per terra e dobbiamo usare una sedia come questa.

Ora, ogni cosa che facciamo è morta. Supponiamo che qualcuno debba saltare. Chiunque può saltare. Che c’è (di speciale) nel saltare? E la gente paga per saltare. Riuscite a immaginare? La gente paga denaro per togliersi i vestiti. Come può essere? Che c’è di tanto grandioso in questo? Dobbiamo capire che cosa diventiamo, quali poteri acquisiamo.

Vedete, c’è un guru che dice: “Va bene, vi darò un po’ di conoscenza”. Ora, che conoscenza ha lui?

È venuto un signore che ha affermato: “Ho già ottenuto la conoscenza”. Io ho risposto: “Che conoscenza ha?”.

Per esempio, Warren può dirvi quale vostro chakra è bloccato, dov’è la vostra Kundalini, dove è bloccata, come farla salire, come portarla in alto, come farla scendere. Inoltre, può curare i malati. Deve averne curati non so quanti. Tutti voi potete curare i malati e sapere di che si tratta, quale chakra ha un blocco, cosa sta accadendo, qual è il processo mentale.

Sapete ogni cosa nella vostra consapevolezza. Diventate una persona diversa. Avviene in voi una trasformazione. Diventate maestri di voi stessi. Per spiegarlo vi farò una analogia molto semplice. Diciamo che stiate viaggiando e stiate cercando di imparare a guidare.

Ebbene, avete un acceleratore e un freno. Li azionate. Vedete, prima uno e poi l’altro. Abbiamo in noi due centri, anzi, due canali che vi mostrerò domani, uno dei quali è preposto al nostro desiderio e l’altro alla nostra azione. Allora cominciamo ad azionarli entrambi e iniziamo a gestirli. Andiamo agli estremi, da una parte all’altra, e facciamo errori di ogni tipo, qualsiasi cosa sia, ma cerchiamo di darci un equilibrio. E quando impariamo a guidare la macchina? Quando impariamo questo.

E quando l’avete fatto, il Maestro è seduto dietro e, quando vede che avete raggiunto un equilibrio, vi assegna il vostro posto. Diventate il maestro del vostro essere. È questo ciò che deve accadere: la svolta. La svolta deve avere luogo. Non è solo una finzione: “Oh, dobbiamo diventare così”. Insomma, ci sono persone matte che credono di essere realizzate. Ce ne sono molte così, sapete, che credono di esserlo. Non lo sono. Perché (se così fosse) dovrebbero essere in grado di spiegare tutto. Dovrebbero diventare collettivamente consapevoli. Dovrebbero essere capaci di dirvi dov’è la Kundalini, dov’è il problema.

Ora, per esempio, voi siete seduti, giusto? Ebbene, non sapete, riguardo al signore seduto accanto a voi, dov’è il suo problema, dov’è la sua Kundalini. Non potete dargli la realizzazione. Ma chi è un’anima realizzata… persino i bambini piccoli, piccolissimi, possono farlo. Diranno subito: “Questo centro è bloccato”. (E mostreranno) un certo dito, i bambini piccoli mostreranno lo stesso dito. Per esempio, se avete un problema, diciamo, in questo centro, e se bendate gli occhi a tutti i bambini chiedendo loro quale centro è bloccato, vi risponderanno tutti questo (indice destro, ndt).

Vi diranno tutti la stessa cosa. E  sapranno anche come correggerlo. Bambini piccoli, piccolissimi, sanno come correggerlo. Sono nati realizzati, e i bambini nati realizzati sono dinamici. E sanno tutto. Così tanti bambini realizzati stanno nascendo in questo periodo. E come saprete se sono bambini nati realizzati? Voi non sapete nemmeno distinguere un guru falso da uno vero. Non sapete niente. Non c’è nessun potere di discriminazione.

Ma se volete conoscere anche questi individui (sedicenti guru, ndt), potete semplicemente tendere le mani verso di loro e potete scoprirlo. Le vostre vibrazioni scompariranno completamente, sentirete calore provenire dai guru orribili. Se vedete qualche orribile guru, sentirete arrivare pessime vibrazioni, un bruciore totale, e alcuni di loro bloccano proprio le vibrazioni. Non ricevete proprio vibrazioni da loro. Potete capire di chiunque che tipo di persona è.

Ad esempio, per le domande assolute… ci sono atei che non credono in Dio, bene. Ora, quando essi ricevono la realizzazione, possono fare una domanda: “Esiste Dio?”. Sentiranno vibrazioni fortissime. Per scoprire la cosa in modo relativo possiamo confrontare tre persone: una che proviene da un guru orribile, un’altra che viene da un manicomio e la terza che secondo noi è un’anima realizzata. D’accordo? Ora, le mettiamo insieme. Scoprirete che la seguace del guru potrebbe sentire calore, un gran calore, potrebbe non ricevere affatto la realizzazione, potrebbe avvertire un freddo gelido, di tutto. Anche la persona venuta dal manicomio potrebbe sentire calore, un calore terribile, però poi potrebbe stare meglio e ricevere la realizzazione. E la terza, che è un’anima realizzata, riceverà soltanto una brezza fresca.

Noi abbiamo curato molte persone con problemi mentali, molte vengono curate e anche voi potete curare. Voi diventate così: è questo il punto. Voi diventate così, è vostro diritto, avete ricercato tutta la vita. In realtà è impossibile credere che possa esserci qualcuno che lo fa soltanto per amore. Non riusciamo a credere ad una persona del genere. Ma è così. È troppo incredibile da credere, la gente proprio non ci crede. È impossibile per loro credere che esista una persona che semplicemente vi ama. Non si riesce proprio a crederci poiché è tutto così orientato al denaro, è tutto così finalizzato al denaro che non si riesce a crederlo. Noi pensiamo addirittura che i nostri genitori ci amino per denaro. Insomma, si è arrivati a questo limite di assurdità.

Ma Dio è amore e l’amore esiste, e Lui vuole farlo per amore. Deve accadere.

Qualche altra domanda?

[Una ricercatrice chiede a proposito degli incontri successivi]

Shri Mataji: Non lo so.

Warren: Farò un annuncio riguardo a questo più tardi, vi dirò dove saranno. In effetti gli incontri avverranno… posso avere quel foglio?

Shri Mataji: Sapete, ne abbiamo molti, li abbiamo tutti e ve li distribuiremo. E voi partecipate a queste conferenze ed aiutateci a portare… Sapete, in effetti noi non sappiamo come incontrare i ricercatori, è questo il punto principale per noi. E non abbiamo bisogno di niente, come la signora di… Non ci occorre niente, non ci serve denaro, abbiamo tutto. Non abbiamo nessun problema. Nessuna necessità di denaro o altro, abbiamo posti dove vivere e non abbiamo problemi di alcun genere. Ciò che vogliamo – abbiamo anche le sale, tutto, non ci occorre niente – ciò che vogliamo è che arrivino i ricercatori, e voi dovete suggerirci come raggiungerli, tutto qui. Ora, questo è… ci sono cambiamenti in questo? No. Sì, hai tu i fogli? Li hai portati? Non hai portato i fogli con te? Sì. Quindi vi distribuiremo tutto. D’accordo?

[La ricercatrice dice che si sente a disagio riguardo ai Suoi commenti e giudizi].

Shri Mataji: No, io devo farli. Spiacente, devo farli. Sai, è molto bello da parte tua dire che non dovrei fare commenti, ma io devo farli, spiacente. Perché, sai, io non riesco a sopportare di vedere in che modo la loro Kundalini è stata danneggiata. I commenti devono esserci; sapete, quando Cristo li criticava, gli dissero la stessa cosa: “Perché dovresti criticarli? Loro non ti criticano”. Allora Egli rispose: “Satana non parlerà contro satana”.

È così. Voi non sapete quanto sia grave. Quando ve ne renderete conto ne rimarrete stupiti. Voi non sapete quanto sia grave. Ed è per questo che parlate così. Quando avrete scoperto perché lo dico…

Vedete, non è facile dire qualcosa contro questa gente. Non è facile. Ma nessuno di loro… io ho parlato di ognuno di loro, di ciascuno di loro, circa dieci anni fa, apertamente, dicendo chi siano. E nessuno ha mai nemmeno tentato di querelarmi o di farmi causa. E qualsiasi cosa sbagliata io devo denunciarla, spiacente, figlia mia. Vedi, questa non è una cosa in cui si può permettere che accadano cose sataniche. Dobbiamo discriminare. Ve ne renderete conto da soli. Voi non potete amare un serpente così. Dovete rendervi conto che un serpente è un serpente e un essere umano è un essere umano. Ciascuno ha i propri valori.

Vedete, qui io non mi arrabbierò con voi per questo, ma di sicuro sono in collera con loro, con tutti loro. Sicuramente. Voi non sapete. Aspettate e vedrete. Voi stessi sarete molto arrabbiati. Vi mostrerò una ragazza venuta, diciamo, da una di queste cose. Era epilettica. Sua figlia era epilettica, suo marito era epilettico. Lei era la nipote di un duca. Aveva perso tutto il suo denaro. Aveva venduto la loro casa ed erano in mezzo alla strada. Assolutamente. E lei è una ricercatrice.

Se foste una Madre, cosa direste di tutto questo? Direste forse che sono bravissime persone? Andreste ad adornarli con ghirlande? E non è una persona soltanto, sono migliaia. Qui abbiamo alcuni di questi casi: questa seduta qui è Hester, chiedete a lei quanto è stata danneggiata, quanto è stata rovinata. Stava per morire. Pensate forse che dovrei dire che sono brave persone?

E oltre tutto rovinano le vostre possibilità di realizzazione. Io non sono qui per prendere voti o altro; perché dovrei cercare di compiacerli? Devo dire la verità, se non vi dispiace, devo dire la verità.

Warren (ripete la domanda della ricercatrice): Lei cosa pensa di chi pratica la terapia dei chakra a prezzi elevati?

Shri Mataji: Lì non so che sorta di… è tutta una finzione. Come potete sottoporvi alla terapia dei chakra senza la realizzazione? È tutta una finzione. Voi credete a questa gente insensata, cosa devo farci io adesso? Perché ci credete? Vedete, la terapia dei chakra… insomma, non so, un normale indiano può comprendere: solo un santo può farlo. Deve essere un santo.

Come si può far pagare? Un santo non prenderà un centesimo da voi. Vedete, è una cosa semplice, cercate di capire.

[La ricercatrice fa un commento]

Shri Mataji (ridendo): Questa è terapia dei chakra americana, è una novità che sento per la prima volta. È una novità che aggiungo alla mia conoscenza.

[La ricercatrice ribatte che lei l’aveva praticata con qualcuno di cui non vuole citare il nome]

Shri Mataji: No, no, non fa differenza, sapete, è una cosa generale. (Chiede a lato: “Coca-cola”)

[La ricercatrice continua a discutere]

Shri Mataji: Sì, vi dirò di cosa si tratta. Sapete, potete ricevere un aiuto temporaneo, senza dubbio.

Ricercatrice: Prego?

Shri Mataji: Potete ricevere un aiuto temporaneo. Vedete, ora mi state inducendo in  controversia, quindi devo parlarvene. Ma non prendetevela. Ciò che accade in noi è che abbiamo immagazzinate nei chakra determinate energie, d’accordo? Ad esempio, l’agopuntura non deve essere praticata da chi non è un’anima realizzata: deve essere fatta soltanto da anime realizzate. Se l’agopuntura è praticata da qualcuno che non è un’anima realizzata, insomma, a quel punto è contro, va contro. Dovete essere un kashyapa. Insomma, la gente non legge queste cose: kashyapa significa anima realizzata. Se non siete anime realizzate non dovete praticarla. Ora, per quanto riguarda anche questa terapia dei chakra, ciò che potete fare è lavorare (soltanto) sul sistema nervoso simpatico. E sul sistema nervoso simpatico potete estrarre quel po’ di energia che avete, ma così facendo sviluppate altri problemi. Sahaja Yoga è una cosa mediante la quale vi aprite all’Energia onnipervadente che fluisce continuamente in voi. Dovete aprirvi al vostro Sé, a quell’Essere Universale nel vostro cuore che è lo Spirito. Voi non dovete (pensare) che in questo punto c’è un’energia, in quest’altro c’è un’altra energia e in quello ce n’è un’altra ancora. Non dovete estrarre quelle energie, ma è l’Energia che dall’alto discende in voi, come la Grazia, che scorre. Ed è per questo che queste cose possono sempre provocare problemi terribili, disturbi mentali, di tutto. Supponiamo che cerchiate di curare qualcuno a livello mentale e ne estraiate l’energia fisica: poi quella persona soffrirà a livello fisico. Vedete, in un particolare chakra c’è una certa energia immagazzinata, e vi spiegherò ogni cosa. Capito?

E voi non potete far pagare il risveglio della Kundalini, poiché avete la vostra Kundalini lì intatta, è proprio tutto lì, avete tutto; l’unica cosa è che con la mia stessa presenza la vostra Kundalini sale da sola, quindi non potete pagarmi. Pagate forse la Madre Terra per far germogliare un seme?

Questi individui temporaneamente vi aiutano, lo fanno. Ad esempio qualcuno vi dà un mantra: “Va bene, dì questo mantra, recitalo, te lo darò io”. Diciamo che vi diano il mantra di Rama. Ora, non si può dare a qualcuno un unico mantra, in nessuna scienza dei mantra. Ma poiché la gente è molto ingenua li danno: “Bene, recita il nome di Rama”. Non si può fare, il mantra di Rama è soltanto per il chakra del cuore destro, se avete un problema in quel punto; e deve essere dato da un’anima realizzata, poiché deve essere connesso. È una scienza, sapete. Tutti loro sanno quale mantra si deve dire e in quale punto. Poiché loro sanno come alzare la Kundalini, sanno dov’è l’ostruzione e quale mantra dire, quale deità è da risvegliare, qual è il mantra per quel particolare chakra. Sanno tutte queste cose e conoscono tutti questi metodi.

Invece costoro (falsi guru, ndt) vi daranno un mantra. Magari potreste sentirvi meglio, davvero. A volte potreste sentirvi dinamici. Pensate: “Oh, sono molto attivo, sono iperattivo”, e via dicendo. Uno spirito con quel nome potrebbe trovarsi lì vicino e voi potreste esserne posseduti diventando estremamente attivi, sapete. Ma poi andrete giù. Nel giro di cinque anni ci sarà un completo crollo. Diventerete reclusi, pieni di paure, codardi, non sarete in grado nemmeno di… ho conosciuto gente che non è nemmeno capace di stare davanti a quello che chiamate aglio. Riuscite ad immaginare, gente che teme un vegetale? (Risate). Davvero, c’è gente così. Quando si mostra loro dell’aglio si spaventano! Insomma, avete intenzione di diventare così? È questa la libertà?

[Un ricercatore dice di aver studiato la Kundalini e racconta le sue esperienze e sensazioni]

Shri Mataji: Vedi, se tu provi da solo a risvegliare la Kundalini, in realtà è il simpatico ad entrare in azione. Voi non avete nessun diritto sul parasimpatico. Il parasimpatico è quello che dà equilibrio. E questo è il sentiero centrale della Sushumna, attraverso il quale deve salire la Kundalini. Ma se provate qualcosa da soli, ciò che fate è usare sempre il simpatico. Vi farò un esempio. Supponiamo che corriate velocemente, d’accordo? Allora potete accelerare il battito del cuore. Però non potete rallentarlo. Esso rallenta da solo, e questa è un’attività del parasimpatico. Quindi voi innescate soltanto l’attività del simpatico e, se esagerate con l’attività del simpatico, allora si verificano tutti questi sintomi. E ciò non è di aiuto. Al contrario, i chakra… ad esempio, questo è il simpatico di sinistra e di destra e questi sono i centri (forma con le mani due anelli sovrapposti, ndt). Si separano in questo modo (separa i due anelli sovrapposti, ndt). E se si dividono così, voi siete danneggiati.

Quindi non è una esperienza della Kundalini, bensì del simpatico.

[Il ricercatore fa una domanda a proposito dei chakra]

Shri Mataji: No, non scende. La Kundalini non scende mai, sale sempre. Ciò che scende (dall’alto) è la Grazia, capito? È la Grazia a discendere, non la Kundalini, la Kundalini sale sempre verso l’alto. E la Grazia scende sul vostro simpatico e vi rinfresca completamente. Con la Grazia diventate completamente rilassati. Ma la Kundalini di per sé sale sempre verso l’alto, non scende mai.

Ma nelle persone ciò che accade è che la Kundalini passa attraverso il sentiero centrale. Ora, se esso è molto logoro o estremamente liscio a causa degli errori dei ricercatori, allora ricade giù. Cadere giù è diverso da un movimento di questo tipo (mima la Grazia che scende dall’alto, ndt). Ricade giù. Allora dovete alzarla e legarla in alto, poi alzarla di nuovo e legarla in alto. Con molte persone occorre fare così, ma può funzionare.

Otterrete la completa conoscenza, non preoccupatevi. Ora, lui (un sahaja yogi), come ha detto, è qui (solo) da diciotto mesi, ma è un maestro della Kundalini. Può alzare la vostra Kundalini. E voi siete esattamente come lui, diventerete tutti così. Non c’è assolutamente nessun problema. Funzionerà.

Domanda: Come ha ricevuto la Sua realizzazione del Sé?

Shri Mataji: Io sono nata così. Sono così da secoli, antica. Sono un mistero, direi, all’inizio. Dovremmo mantenere il mistero. Poi mi scoprirete. Capito?

Facciamo così. Prima scoprite voi stessi e poi scoprite me. Sarà un’idea migliore, no? Perché non voglio dire qualcosa che turberà le persone inutilmente, sapete. È meglio che prima vi trasformiate voi.

Domanda: Come ci rendiamo conto se… un guru dovrebbe emanare aria fresca…

Shri Mataji: Sì.

Ricercatrice: E non calda.

Shri Mataji: No, se è calda è molto pericoloso.

Ricercatrice: Capisco.

Shri Mataji: Quelli che emanano calore…

Ricercatrice: Ma oggi ho sentito dire che anche molto freddo è pericoloso.

Shri Mataji: Non deve essere molto freddo; in quel caso non si sente aria. Si potrebbe sentire molto freddo se soffrite di ipotensione sanguigna, se siete di lato sinistro, se siete posseduti; allora si sente molto freddo.

Ricercatrice: Gelido.

Shri Mataji: Molto freddo. Non va bene. Sentire freddo è diverso dalla brezza fresca, sapete, quando sentite arrivare una brezza. Ma non dovrebbe in nessun caso essere calda. Se è calda è molto pericoloso. Se è troppo calda significa che non va bene.

Ricercatrice: Ma come si fa ad avere aria calda?

Shri Mataji: Come?

Ricercatrice: Perché si sente molta aria calda?

Shri Mataji: È un attrito, è un attrito con il Divino. Sapete, quando la Kundalini sale, normalmente dovrebbe darvi una brezza fresca, del fresco nelle mani, quando ascende. Ma quando c’è attrito, l’attrito genera sempre calore, sapete. Ma poi si rinfresca. Non c’è problema. All’inizio la maggior parte di voi sentirà un po’ di calore; infatti dopotutto, sapete, è tutta gente molto complicata. Specialmente i nostri cervelli sono cervelli moderni, vedete. Avete pensato, pensato, pensato, pensato… non riusciamo a smettere di pensare nemmeno per un minuto. Ma la prima cosa che vi accadrà sarà entrare in consapevolezza senza pensieri. In sanscrito si chiama nirvichara samadhi. Significa che diventate… siete consapevoli, assolutamente consapevoli ma non ci sono pensieri; i pensieri… (fa il gesto dei due emisferi che si allontanano, intendendo che così i pensieri svaniscono, ndt). Questo è il risveglio di Cristo, e questa è la prima cosa che dovrebbe accadervi.

Quando questo accade, poi attraversa questo punto (tocca il Sahasrara) e potete sentire la brezza fresca. Molti fumatori all’inizio non riescono a sentirla nelle mani, poiché questo chakra (Vishuddhi) ha un po’ di problemi. Ma poi iniziate a sentirla. Marcia, tu la senti abbastanza bene sulle mani? (Marcia risponde di sì). Lei fumava, ma è una grande ricercatrice, devo dire. Va bene?

Adesso facciamo l’esperienza?

E voi? Venite avanti, sarà meglio per me. Capito? Venite.

Hanno un bell’aspetto, sì, persone molto brave. Venite. Non dà alcun fastidio, non crea nessun problema, niente: dimenticate tutto quello che avete letto sulla Kundalini, non è niente del genere. Lei è vostra Madre, è la vostra Santa Madre e la vostra Madre individuale. Lei è amore: come può farvi del male? È colei che vi dà la realizzazione. Queste sono tutte idee assurde scritte da gente non autorizzata. Non è niente del genere. Ora. Sì.

Ricercatore: (Warren riporta la domanda) Lui chiede: se stiamo per ricevere il risveglio della Kundalini, è un processo che impiegherà diversi giorni?

Shri Mataji: No, una frazione di secondo. Accade davvero in una frazione di secondo. Ma come ho detto, in alcune persone ci vuole del tempo, poiché se vi sono ostruzioni… vedete, se ora avete una bellissima pista e un ottimo aereo, allora l’atterraggio e il decollo sono molto lisci. Ma a volte è roba di seconda mano, e allora…

Ricercatore: Significa forse che le persone potrebbero riceverla domani?

Warren: No, è molto probabile che la riceviate stasera stessa, se non ci sono ostruzioni…

Shri Mataji: Sì, certamente, proprio adesso! Proprio adesso! Proprio ora, non c’è dubbio. Ma dovete imparare a mantenerla, è questo il punto. La riceverete proprio adesso. L’avrete proprio ora. Proprio ora.

Warren: È spontaneo, avviene spontaneamente.

Shri Mataji: È spontaneo e accadrà proprio ora. Ma l’unica cosa è che dovreste imparare come mantenerla. Adesso supponiamo che la riceviate e poi usciate fuori e vi mettiate a pensarci: allora scenderà e le vibrazioni andranno perse. Dovete stare attenti. È un seme che germoglia, sapete, il germogliare di un seme. All’inizio è una piantina, quindi dovete starci attenti, se ci starete attenti per circa sette giorni si stabilizzerà. Per sette giorni dovete starci un po’ attenti, e vi spiegherò in che modo farci attenzione. Ce la farete.

[Il ricercatore dice qualcosa]

Shri Mataji: Sì, certamente, certamente! La prossima volta, la prossima volta non ho intenzione di importare gente dall’Australia e dall’Inghilterra! Qui occorre avere gli americani a fare questo lavoro, non è così? Non li importerete da ogni luogo. E due vengono dalla Svizzera. Questo quindi non è un buon segno, penso, dovremmo… in realtà dovrebbero essere gli americani ad andare all’estero e farlo. Loro andranno in India, nei villaggi indiani; e lo fanno lì, nei villaggi indiani, sapete.

Warren: Quando la riceverete sarete in grado di darla agli altri.

Ricercatore: Molte grazie.

Shri Mataji: È molto semplice. Capito? Che cosa stai chiedendo tu?

[Una ricercatrice dice di avere avuto il mal di testa per tutto il giorno]

Shri Mataji (ridendo): Ora devi sapere… infatti ti dico io qual è il tuo problema, hai un problema al fegato. Hai un problema di fegato. E questo si evidenzia. Vedete, è questa la bellezza di Sahaja Yoga: quando ricevete la realizzazione, iniziate a vedere il vostro corpo, a sentirlo, e ovunque abbiate un problema ve ne rendete conto. Tu hai un problema di fegato e va corretto.

Ebbene, stando qui seduta, io so che tu hai un problema di fegato; ed è molto semplice, in Sahaja Yoga si può correggere il fegato in brevissimo tempo. Una volta corretto il fegato non avrai mai il mal di testa; esso evidenzia che ne soffri.

Ed è meglio che te ne liberi, sai, è un bene che tu abbia avuto mal di testa, così adesso ti prenderai cura del tuo fegato. Diversamente, anche se peggiorasse terribilmente, tu continueresti. Intendo dire che una persona diventa matta senza accorgersi di diventarlo, è così, la malattia si insinua in voi; ma in Sahaja Yoga lo rilevate subito. E tu hai un problema di fegato, lo sai. Va corretto. E non è difficile.

Si può curare la maggior parte delle malattie, tranne qualcuna come, direi, la cataratta, no? Qualcosa del genere; laddove si ha (un tessuto) morto e allora vi mettono arti artificiali e via dicendo, noi non possiamo agire su queste cose. Ma la maggior parte delle malattie viene curata. Automaticamente. Automaticamente.

Intendo dire che qui (in America) dicono che se si cura qualcuno si verrà messi in prigione; però, insomma, non sono io a curarvi, siete voi che semplicemente venite curati, sapete (risate). Pertanto spero di essere a posto da un punto di vista legale (risate). Cristo qui sarebbe finito in prigione. Io non conosco le leggi, ma questa volta sono sicura che non possono crocifiggermi. Va bene.

[Fine della registrazione video]