Terzo Programma Pubblico

(Stati Uniti d'America)


Feedback
Share

S H R I   M A T A J I  N I R M A L A   D E V I

Terzo Programma Pubblico

New York (USA), 26 Settembre 1981


È bello vedere a New York così tante persone che hanno ricevuto la realizzazione.

New York è realmente un luogo chiave nella storia della spiritualità. È assolutamente il punto centrale di un chakra molto importante che è il Vishuddhi chakra.

Voi siete collocati in questo punto. È per questo che gli americani parlano di cose molto grandi, di cose universali, di coscienza universale, parlano di risolvere i problemi del mondo, parlano di libertà dell’intero universo, e tutta la loro attenzione è davvero molto diffusa perché  voi risiedete in questo punto.

New York è posta in un punto fondamentale, senza dubbio, e per questo siete i più attaccati. L’attacco arriva perché sanno che questo è il luogo in cui si deve sferrare l’attacco: la negatività è astuta.

È molto difficile per voi che siete ricercatori, che siete ferventi ricercatori, che siete una categoria speciale, che siete gli uomini di Dio, capire l’astuzia della negatività. Non c’è modo in cui possiate scoprirla.

Ad esempio, in India è facile. Questo perché le scritture indiane hanno descritto esaurientemente, in ogni dettaglio, cosa sia l’inferno, come agiscano le persone negative, come vi influenzino con la loro ipnosi, come approfittino di voi, come i bhut arrivino con una veste (caratteristica) o indossino, come si dice, pelle di agnelli.

Anche se l’abbiamo letto nella Bibbia e ne abbiamo sentito parlare, dato che la vita (pubblica) di Cristo è stata di soli tre o quattro anni, si può dire che non ci sia stato spiegato in modo molto chiaro.

Naturalmente non incolpo voi, se siete stati fuorviati. In realtà io sono venuta a New York nove anni fa, Warren deve avervelo detto. Ma vidi che le persone qui hanno ancora bisogno di maggiore maturità, poiché sono occupate con le proprie idee riguardo alle cose; e sono stati propinati loro soprattutto dei circhi e presentazioni elaborate, per cui non accettavano una cosa semplice, molto, molto semplice come Sahaja Yoga.

Ci si deve rendere conto che qualsiasi cosa Dio faccia è la più semplice di tutte, ma è anche molto difficile, perché è un mistero. Come ad esempio un fiore che diventa un frutto: non ci si è mai preoccupati neppure di capire come accada, non si può spiegare: potete forse?

Potete spiegare come germoglia un seme? Non possiamo spiegarne il perché; nonostante tutte le nostre scoperte scientifiche, tutte le nostre grandi imprese, le grandi cose di cui parliamo, non possiamo spiegarlo: è un mistero, è il mistero.

E ciò che dovremmo sapere è che queste persone che vengono da noi creano un alone di mistero intorno a sé e provano ad impressionarvi. Come ho già detto, non mi importa. Lasciate che guadagnino soldi, sono persone senza alcun fondamento, sono persone… alcuni di loro sono stati letteralmente come mendicanti, alcuni sono usciti di prigione, cose così.

Magari per loro il denaro è molto importante, non so perché lo facciano. Davvero, forse non sanno neppure che ciò che stanno facendo è assolutamente pericoloso per loro e per gli altri.

Alcuni di loro però sono dei veri demoni. Sono del tutto coscienti di ciò che fanno. Alcuni sono degli anti-Cristo. Nati assolutamente (il giorno) 666[1] … (parole incomprensibili, ndt). Si può provare che sono degli anti-Cristo, quando diventate anime realizzate.

Ma questo mistero di un processo vivente deve essere compreso anche con la logica; non con la razionalità ma con la logica. Con la logica possiamo giungere ad una corretta conclusione per capire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, ciò che dobbiamo aspettarci, quale dovrebbe essere la ricerca.

Come vi ho detto anche prima, se diventate qualcos’altro, se diventate maestri di voi stessi, se sapete come gestire questo potere che avete, allora avrete realizzato ciò che è stato detto: nascere una seconda volta.

Ma non quando vi fate manipolare come stupidi che si muovono senza capire in che direzione si stiano muovendo, proprio come un gregge di pecore condotto solo Dio sa se nel mare o in qualche fosso.

Anche identificarci con le nostre idee personali potrebbe essere un pericolo. Dunque dovremmo mantenerci completamente aperti e giungere logicamente alla conclusione per capire: che cosa stiamo cercando? Stiamo cercando la schiavitù?

L’America ha sempre parlato di libertà, di fraternità e di tutte queste cose. Cos’è la fraternità? È la consapevolezza collettiva. Parlano di tutte queste cose grandi, altisonanti, senza capire che verrà un giorno in cui dovranno tutti diventarlo.

E poiché parlate di cose così grandiose vi hanno anche attaccato. Sanno infatti che l’Inconscio vi ha rivelato le grandi verità, le grandi cose, ecco perché vi attaccano.

Questo attacco è così sottile che è impossibile per chiunque capire dove siete attaccati.

Dopo essere venuta questa volta a New York, ho scoperto alcuni nuovi metodi di questi individui che tentano di tradire la verità. Ma la verità sarà stabilita, la verità deve essere affermata. Ci vuole tempo. Dovrà essere asseverata. Ma chi non l’accetterà sarà distrutto. Non c’è dubbio al riguardo. Dovete accettare la verità: è per voi, per il vostro bene, per la vostra evoluzione. E chi non vuole accettarla, dovrà accettare la falsità. E la falsità non vi porta da nessuna parte se non alla distruzione.

Non si è ancora compreso che, in un paese come l’America, non saremo distrutti dalla Russia o da qualche forza esterna, ma dalla forza interna di insicurezza, ed anche di ignoranza, che si sta sviluppando.

Saremo gradualmente distrutti ad un livello tale che non rimarrà niente di noi, e la gente vedrà soltanto alcune bolle sulla riva (forse le bolle di spuma che si infrangono a riva, ndt) che parlano di grandi cose.

Siamo noi a dover salvare prima di tutto noi stessi; per prima cosa dobbiamo sviluppare noi stessi, dobbiamo sviluppare noi stessi interiormente in modo da diventare forti, da sapere di essere diventati i maestri. Non è il dominio del mondo, ma è la maestria del vostro Sé, ciò che dovreste avere.

Una persona del calibro di Cristo venne su questa terra. Ed è stata accettata dagli americani, legalmente accettata. Non potrebbe essere arrestato, penso, se adesso venisse in America. Ma come lo riconoscereste? Esiste forse qualche metodo per riconoscerlo? Posso garantirvi che se venisse qui, anche se non fosse arrestato, non ci rimarrebbe un giorno in più di quanto possa restare io.

Il motivo è che quando qui si parla ai media, pare di parlare ai muri! Se andate a visitare altri posti, i media sono sensibili! Infatti credo che qui abbiano avuto tanti di quegli shock, che ormai sono così storditi da non volerne avere più!

Ma considerate l’altro aspetto. Supponiamo che abbiate perso un diamante e qualcuno vi dica che qui c’è un diamante: perché non guardare? Posso assicurarvi che se qualcuno dicesse che c’è davvero un diamante a disposizione gratuitamente, la gente comincerebbe ad arrivare fin dall’Australia e da tutti i posti più remoti, dal Giappone, per averlo.

Ma quando io dico che è gratis… insomma, oggi i sahaja yogi qui mi spiegavano che se si dice che è gratuito, gli americani non lo capiranno. Loro pensano che tutto ciò che è gratuito non possa essere valido (Shri Mataji ride, risate), non possa essere buono, che ci sia qualcosa che non va, qualche inconveniente. Immaginate.

Come si può vendere il Sé? È un insulto, è un insulto a Dio. È un insulto alla Divinità. Ricordate che Cristo prese un bastone in mano per colpire tutte le persone che commerciavano (nel tempio). E voi credete di poter comprare Dio, è un’altra assurdità. Dio non si intende di soldi. Non ha mai saputo cosa sia il denaro. E nemmeno capirà cosa sia. Siete voi che avete creato il denaro e tutti i problemi che ne derivano.

Ebbene, il messaggio di Dio, le Sue leggi, il Suo regno, sono molto diversi. Egli possiede mezzi di comunicazione molto sottili. I suoi modi e metodi sono così straordinari che, finché non entrerete nel Suo regno, non capirete quanto Egli sia grande.

E questa è la Sua creazione. Egli deve salvare questa Sua creazione, è Lui ad essere più ansioso, è Lui che vuole farlo. È il Suo metodo per realizzare questa speciale evoluzione attraverso la quale entrate nel Suo regno, poiché Egli è il Padre amorevole, il Padre più amorevole di tutti, e vuole elargire la posizione suprema ai Suoi amati figli.

Vi ha creati in maniera così meravigliosa, vi ha creati in maniera davvero meravigliosa, potete vederlo qui (mostra il grafico dei chakra). Gli artisti hanno provato a riprodurlo in modo meraviglioso ma non è bello come siete voi. Voi siete progettati in un modo davvero meraviglioso. Io posso vedere questa bellezza, ed anche voi comincerete a vedere e a gioire della bellezza degli altri, una volta ottenuta la vostra realizzazione.

Questa è la vostra Kundalini (indica l’osso sacro); sono sicura che Warren vi abbia parlato di tutti i sette chakra che avete. Ho sentito che qui delle persone stanno facendo qualcosa chiamato “terapia dei chakra”, e questo mi ha fatto ridere.

Una signora mi ha detto: “Prendono tantissimi soldi, Madre, per questa terapia dei chakra”.

Ora chiedete a chi fa questo: “Quanto denaro hai pagato per creare questi chakra dentro di te? Quanto denaro hai pagato per diventare un essere umano? Che cosa abbiamo fatto per avere questo nostro bellissimo corpo? Quanto abbiamo pagato per respirare?”. Immaginate, se per respirare doveste pagare denaro, dollari… per prima cosa qui non si possono cambiare più di duecento dollari, e come vivrete con duecento dollari se dovete pagare un dollaro per ogni respiro?

Una cosa che dimentichiamo è che noi siamo esseri umani vivi, e che questo processo vivente è sempre stato un mistero per gli esseri umani e rimarrà un mistero finché non avrete la realizzazione. Finora noi non abbiamo fatto niente di vivente, niente di vivo. Tutto questo è morto. Riuscite a trovare qualcosa di vivente qui, fatto da voi?

Per esempio, la crescita di queste bellissime cose (forse piante, o fiori? Ndt), potete forse realizzarla? Niente affatto. Al massimo, se c’è del fango, potete creare un vaso. Guardatevi attorno: potete fare qualcosa di vivente? E Colui che crea miliardi e miliardi di queste cose ogni momento, non può essere dimenticato. Potete non affrontarlo, ma è un fatto, Egli esiste. Esiste una energia che crea tutte queste cose.

Ebbene, dentro di noi c’è un’energia, la Kundalini. E questa Kundalini è una energia vivente. È una energia residuale, la chiamiamo così, perché ha manifestato tutto, tutto l’universo ed ogni cosa, tuttavia non ha manifestato se stessa perché è l’energia residuale del vostro desiderio di essere uno con il Divino.

Finché questo non accada, finché non siete battezzati – nel vero senso della parola, ossia nel modo in cui lo fece Giovanni Battista, e non perché arriva qualcuno (e dice): “Va bene, ti battezzo” – è tutto artificiale, è tutta una commedia.

Io stessa sono nata cristiana, e da bambina ridevo sonoramente, ridevo forte: “Cos’è questa commedia? Nessuna ascesa della Kundalini, niente, e battezzano!”. Il battesimo, Giovanni Battista poteva impartirlo perché era un’anima realizzata. Chi non è realizzato non può dare la realizzazione, non ne ha l’autorità.

Va bene, diciamo pure che, per ignoranza, crediate di poterlo fare. Ma ora che si è pervenuti alla realtà, non dovete forse accettarla? Non dovete forse ottenerla? Perché questa ostinazione a non riceverla? Non riesco a capire.

Ed è questo che ha di sbagliato la nostra razionalità, che possiamo giustificare tutto ciò che sappiamo, come ad esempio: “Io credo”. Ora, se credete che la Kundalini sia qui (Shri Mataji indica, sullo schema dei chakra, un punto nella parte alta del corpo, ndt), cosa posso farci? No, non è lì, è qui (osso sacro).

Ma poiché avete letto un libro di novecento pagine, e naturalmente vi siete sforzati molto, avete tutti i motivi per credere a quel libro (Shri Mataji ride), infatti vi siete sforzati talmente che non riuscite ad andare oltre: “Ormai l’ho fatto Madre, ormai cosa devo farci? Io ci credo”.

Per esempio l’altro giorno un tizio… c’è un anti-Cristo e questo uomo ha detto: “Ripeto il suo nome da dieci anni, come faccio adesso a dimenticarlo?”.

Se avete perso qualcosa e lo cercate veramente, anche da dieci anni, e se sapete che quello non è il modo per trovarlo, lo abbandonerete.

È buon senso, si dovrebbe avere assoluto buon senso per capire che Dio deve aver posto dentro di noi qualcosa di meraviglioso per farlo funzionare e…

Costoro (falsi guru, ndt) si sono messi a parlare piuttosto bene dei chakra e tutto questo, alcuni si sono appropriati di queste conoscenze, non so come; non so se dei chakra sappiano, oltre alla descrizione, anche quanti aspetti abbiano, quanti ne controllino e come funzionino.

Non ho idea di quanto ne sappiano e di quanto ne abbiano appreso, perché si può leggere qualsiasi libro; qualche seguace del tantrismo o qualcuno non autorizzato potrebbe aver raccontato loro qualcosa, e così nasce il libro.

In America penso sia la cosa più facile pubblicare qualsiasi libro. Nessuno dice no a niente che sia privo di senso, quindi libri di ogni genere possono essere stati scritti.

E le persone amano molto leggere. Stavo venendo qui in aereo e un signore seduto accanto a me ha finito tre libri.

Ero meravigliata della sua velocità, del suo modo di leggere (ride). Questo tipo di lettura ci da un’idea sfocata, una confusione riguardo a Dio.

Ci si deve rendere conto che se si diventa la realtà, si dovrebbe essere in grado di valutare la realtà, si dovrebbe essere in grado di discriminare, si dovrebbe essere in grado di vedere la realtà.

Per esempio, qualcuno dice: “Oh, io sono nato due volte”, oppure: “Io sono un’anima realizzata”. Bene, se siete un’anima realizzata, potete dirmi qual è il problema di questo signore, potete dirmi quali sono i centri bloccati in questo signore, o potete dirmi quali sono i vostri problemi? Come minimo dovreste sapere almeno questo.

Dicono: “No, no, questo non lo sappiamo, ma siamo rinati”. Questa è un’auto-certificazione. Intendo dire che se vi date un certificato: “Io sono il Presidente, il Presidente dell’America”, non lo diventate.

Come alcune persone che dicono: “Io sono l’Omkara”. Dicendo “io sono l’Omkara”, lo diventate forse? Dovete diventarlo veramente, diventarlo effettivamente.

Deve accadere dentro di noi, ecco perché divenire è il punto di rottura.

Dovremmo chiederci: che cosa siamo diventati? Siamo maestri di noi stessi?

Ora si potrebbe chiedere: “Qual è l’autorità di Mataji?”. Ho sentito una cosa così (Shri Mataji ride). È giusto! Non dico che non dobbiate sfidare l’autorità. Ma l’autorità di chi, accetterete? La migliore autorità siete voi stessi. Se dico che la mia autorità è Cristo, se dico che la mia autorità è Rama, è Shri Krishna e che tutte le Scritture antiche, tutti i testi sacri e tutti i grandi poeti che hanno cantato l’ode della verità sono la mia autorità, voi non sarete in grado di comprendere.

Ma la cosa migliore per giudicarmi è che voi stessi siate l’autorità. Dovreste saperlo voi stessi e valutarlo voi stessi.

È come portare dieci persone cieche in una stanza senza luci e dire che il colore di questi fiori è rosso. Allora diranno: “Qual è la tua autorità per dire che questi fiori sono rossi?”. Ebbene, è perché io posso vedere!

“Ma noi non possiamo vedere, quindi come possiamo crederci?”. Dunque la cosa migliore è che io vi apra gli occhi, accenda le luci e che vediate voi stessi.

Potete anche vedere in modo relativo. Per esempio, a chi non abbia mai visto prima d’ora un colore rosso o blu o nero, come potete descriverglielo? Dovete prendere qualcosa come (parametro) assoluto, potete dire: “Va bene, se questo è rosso, allora quello è rosso, quello si chiama rosso”. Allo stesso modo noi possiamo anche giudicare questo in modo relativo.

L’altro giorno vi ho fatto un esempio: prendete due persone che soffrano di cancro, due persone affette da follia, diciamo, due persone che soffrano a causa di falsi guru (ride, risate) e due persone che siano anime realizzate. Inoltre prendete due persone che non siano realizzate. Prendiamo un gruppo di questo tipo.

Ora, la persona seduta di fronte a noi – potete vederlo da soli, non grazie a me,- che viene da un manicomio o che ha dei problemi, problemi mentali, si scuoterà in questo modo. Alcuni si scuoteranno un po’, altri si scuoteranno rumorosamente, tremeranno assolutamente.

Se poi volete esaminare la persona che ha il cancro, essa emetterà tanto calore, così tanto che l’intera stanza si riempirà di aria calda.

Ora, la terza persona, quella realizzata, sentirà una brezza fresca. Una brezza fresca, pace e beatitudine straordinarie. E chi non è realizzato potrebbe sentire un po’ la brezza fresca, potrebbe sentire calore, una mescolanza di tutto, sentirà tutta una mescolanza.

Ora, se chiedete al matto: “Da dove vieni?”, risponderà: “Siamo matti dichiarati provenienti dal manicomio”. Chiedete al malato e vi risponderà: “Vengo dal tal posto”.

Ma la gente non vuole vedere questo fatto. È davvero semplice verificarlo.

Inoltre, l’attendibilità di una persona che prenda denaro da voi, che prenda tutto da voi, che vi getti sul lastrico, che faccia impazzire le persone, deve essere messa in dubbio.

Invece di questo, metteranno in dubbio la mia credibilità, ma non quella di queste persone: la ragione è che non siete più voi, siete ipnotizzati, non lo farete.

Qui invece siete liberi, e dovreste contestare. Lo apprezzo perché è un’espressione di libertà, siete liberi di contestare. Ma questo non significa che la libertà sia un’autorizzazione a lasciarsi andare ancora alle sciocchezze.

Mantenete la vostra mente aperta, ricevete la vostra realizzazione. Non so con quali parole spiegare che voi siete coloro che stanno ricercando la verità ormai da ere. Sulle montagne, sulle colline, nelle valli, sull’Himalaya e ovunque, state ricercando da migliaia e migliaia di anni.

Voi siete ricercatori, siete una categoria speciale di persone e dovete ricercarla, dovete trovarla, ma invece di questo cercate il vostro inferno.

Che cosa può provare al riguardo una persona come me? È davvero tragico che chi sta veramente ricercando la realtà sia perduto.

Vorrei che riusciste a comprendere la mia preoccupazione e la mia angoscia (che Mi spinge a pensare): “Guarda queste persone: hanno ricercato, ricercato Dio, sono persone così belle, così brave, e vengono danneggiate, sono state torturate, ed ora sono sulla strada per l’inferno”.

È una situazione molto, molto triste, e sto facendo del mio meglio per convincervi a ricercare la verità. Chiedete la verità. E ottenetela, stabilizzatela e salvate gli altri che vengono rovinati. Perché loro ricercheranno in ogni caso; qualunque cosa voi possiate provare, ricercheranno fino alla fine, finché non annegheranno completamente. Sono ricercatori.

Oggi, durante il viaggio, una delle sahaja yogini era seduta nella parte posteriore dell’aereo. Al suo fianco era seduto un tizio che stava leggendo un libro sulla meditazione. E lei gli ha chiesto: “È un ricercatore?”. Lui ha risposto: “Sì”. E ha ricevuto la sua realizzazione sull’aereo. Lei stessa è venuta da me pochi mesi fa, mi pare, e gli ha dato la realizzazione e lui ha ricevuto la realizzazione.

Potevate vederlo dai suoi occhi, aveva degli occhi assolutamente scintillanti. Potevate vedere che riusciva a sentire le vibrazioni e la brezza fresca. E poi apprendete gli ulteriori passi su come organizzarla, come manovrarla, come gestirla.

Pertanto dovete essere connessi alla centrale di energia. Dovete diventare divini. Non che non lo siate, lo siete; ma non ne siete consapevoli. Non è nella vostra consapevolezza conscia, non è nel vostro sistema nervoso centrale.

Qualsiasi cosa sia nel nostro sistema nervoso centrale è una conquista nella nostra evoluzione. E voi dovete realizzare un altro piccolo passo e diventare così. Deve avvenire come un lancio nello spazio. Deve succedere, e accadrà, poiché migliaia di voi devono essere salvati.

In alcuni Paesi ha funzionato a meraviglia, specialmente in un Paese come l’Australia, immaginate. Voi li avevate banditi, mandati via come criminali o qualunque cosa fossero. Hanno avuto figli, e i loro nipoti e pronipoti sono grandi sahaja yogi. Si sta diffondendo come un fuoco, i media sono così sensibili, così assennati. Mentre non trovo nessuna mobilitazione qui, in un Paese che ho accettato e dove mi aspettavo che potesse essere una cosa grandiosa. Vediamo, vediamo, affido ancora a voi il compito di trovare  modi e metodi per aprire i cervelli di qui.

Certamente, anche l’Inghilterra è stata molto difficile: per quattro anni ho faticato con sette persone, è indubbio. Ma gli inglesi, una volta aperti, sono molto saggi.

E in qualche modo queste sette persone lo hanno dimostrato molto bene e hanno trovato la trasformazione: infatti erano tossicodipendenti, avevano moltissimi problemi e stavano per crollare, alcuni erano proprio in coma quando vennero da me; pertanto il cambiamento, la straordinaria trasformazione in loro ha convinto altre persone. E oggi, in Inghilterra, abbiamo almeno un migliaio di ottimi sahaja yogi, un migliaio di ottimi sahaja yogi che sono esperti, maestri nello Yoga della Kundalini.

Bene, dato che loro (i sahaja yogi) vi hanno già parlato di tutti questi centri e di tutte queste cose, oggi vorrei farvi una piccola introduzione, ma in seguito vi spiegherò come siano cominciati gli sviluppi chiave della consapevolezza umana e come, in seguito, sia stato tutto rivelato. Ed oggi è il momento in cui si può parlare di questo in modo così esplicito.

Penso che abbiate spiegato loro i nomi ed ogni cosa dei chakra e tutto il resto.

Tuttavia, anche conoscere ogni cosa al riguardo non è di aiuto. Dovete avere la vostra realizzazione; conoscere tutto soltanto in modo libresco è inutile. Dovete ricevere la vostra realizzazione, questo è molto importante.

In India pochissime persone si interessano realmente a queste cose, perché sanno che il risveglio della Kundalini è l’unico modo, come il germogliare di un seme.

Come secondo punto, sanno che colei che lo  realizzerà è la Madre, grazie ad Adi Shankaracharya e tutto il resto.

Il terzo punto è che sanno che una volta ottenuta la vostra realizzazione diventate un Bramino, o colui che conosce il Brahma.

In un villaggio non ho problemi. Se vengono a sapere che Madre sta arrivando, migliaia di persone, potrebbero esserci seimila persone in un villaggio: arriveranno tutte da ogni parte e otterranno la realizzazione così rapidamente, insomma, così velocemente, come un veloce jet americano. Lo fanno in modo davvero veloce.

In un modo così americano che non potete immaginare, è come un jet. E tutti la ottengono; e che ondata di meraviglioso Chatanya Lahari, di queste vibrazioni, la brezza fresca che soffia, proprio come le onde del mare o dell’oceano, è bellissimo vederne così tanti.

Voglio dire che, questo mio viaggio in America, alcuni indiani lo hanno criticato: “Perché deve andare in America? Perché non farlo qui? In un solo giorno dà la realizzazione a seimila persone. Là in un giorno potrebbe avere una sola persona e pure quella scapperà”. E criticavano la mia venuta in America. Non in malo modo, ma con buone intenzioni: “È meglio che Lei trascorra il Suo tempo in India”.

Ma i veri ricercatori sono qui. In India la ottengono perché sono troppo semplici; loro sono tanto innocenti, non hanno problemi.

Qui invece ci sono i veri ricercatori, i quali sono, possiamo dire, come chi è al fronte di guerra, chi fa spionaggio o qualcosa del genere, un lavoro molto serio ed ha complicazioni, è coinvolto, catturato e torturato dai nemici, e loro sono i più cari. Questi sono gli eroi, e devono essere salvati.

È per questo che io sono qui. E so che se gli americani vi si dedicheranno, potremo salvare il mondo intero. È molto semplice da capire.

Ma il modo in cui finora avete seguito certi individui (falsi guru, ndt) è così sorprendentemente folle che pensavano che non mi avreste mai accettata, perché io sono troppo equilibrata, troppo assennata, e loro sono ancora molto diffidenti circa il mio lavoro, soprattutto a New York.

Ma nel vedervi tutti qui oggi sono colma di gioia. Ho grande fede in voi, non avete idea di quanta fede io abbia.

Siete nati in questo chakra speciale che è il chakra di Shri Krishna. È il chakra dell’Essere Primordiale, è il chakra dal quale, come prima cosa, scaturisce la collettività.

Ma abbiamo provato di tutto per rovinarlo. Prima di tutto è rovinato dal fumo. Il fumo, Cristo può tollerarlo un po’ a questo punto (Agnya), ma non Shri Krishna, Lui non può tollerare il fumo. Non riesce proprio a sopportarlo. E noi abbiamo fumato. Grazie a Dio ho sentito dire che il fumo, che rovina questo centro, sta diminuendo.

Poi, sulla parte destra (tocca il Vishuddhi destro), quando ci vantiamo, (parliamo) con ego, quando proviamo a sottomettere le persone, specialmente quando cerchiamo di dominare; se, per esempio, tra marito e moglie vediamo che c’è sempre un litigio in atto, il vostro chakra sarà completamente rovinato sul lato destro.

Il lato sinistro (del Vishuddhi) è un altro problema che deriva dal sentirsi in colpa. E che è anche molto comune. Notate quindi come vengono attaccati questi tre centri (tocca il Vishuddhi sinistro, destro e centrale), che sono la cosa più importante e più potente in voi di qui.

Inoltre, anche i mantra e altro che non siano risvegliati da un’anima realizzata, da una persona santa, possono danneggiarvi il sinistro… (tocca il Vishuddhi sinistro). È molto comune nelle persone che hanno recitato mantra, e (agito sui) chakra, e tutte queste cose senza autorità.

Infatti tutto arriva proprio qui (tocca la gola con entrambe le mani, come a mimare un soffocamento, ndt); e quando vi assumete sulla schiena la responsabilità di queste cose, diciamo quando prendete sulle vostre spalle la responsabilità di persone sbagliate, potete immaginare quale sarà lo stato e la condizione di questo meraviglioso centro (tocca il Vishuddhi) che è stato creato nell’uomo allorché egli ha alzato la testa dallo stadio animale per guardare avanti.

C’è un evento particolare che è accaduto proprio  a noi quando abbiamo alzato la testa in questo modo: dentro di noi hanno cominciato a svilupparsi questi due centri, queste due strutture, l’ego e il superego.

Avevamo il superego, ma quando abbiamo alzato la testa dallo stadio animale a questo stadio, l’ego ha cominciato a svilupparsi.

Ma non ci si rende conto che anche se si solleva troppo la testa all’indietro in questo modo, (il Vishuddhi) può rovinarsi. Significa che l’ego va troppo…, allora la vostra testa va giù così (reclinata all’indietro, ndt): queste persone non abbassano mai la testa.

Se vedete qualcuno camminare così, informatevi: deve essere qualche pezzo grosso da qualche parte, o cosciente di essere un uomo molto importante.

Dunque il centro che è il Vishuddhi chakra è questa America. E voi siete le persone che sono le cellule di questo chakra che possono essere risvegliate. Voi siete le cellule e dovete essere risvegliati.

Una volta risvegliati potete curare questo centro e l’intero universo ne trarrà beneficio.

Per questo motivo vi chiedo di capire la vostra posizione nell’intero cosmo, nell’universo, e il ruolo, la posizione importante e fondamentale che avete, e il ruolo più ampio che dovete ricoprire; al fine di prestare attenzione a voi stessi, al vostro sviluppo, alla vostra crescita, e raggiungere la piena maturità in Sahaja Yoga.

Che Dio vi benedica tutti.

Mi piacerebbe che mi faceste delle domande oggi, e poi possiamo passare alla realizzazione. Si può aprire la finestra?

[Warren dice qualcosa a Shri Mataji]. Sì. Domani… Lui mi sta dicendo che molti non avevano idea dei chakra e tutto il resto, perché sono venuti oggi per la prima volta, ma domani vi dirò tutto sui chakra e il resto.

Tratterò ogni argomento gradualmente, uno ad uno. Resterò qui per altre cinque conferenze, e farò in modo di provare a trattare gradualmente, in ogni conferenza, tutto l’argomento. E ve lo spiegherò. (Warren parla alle persone dei volantini: “Se non lo avete, per favore prendetene uno all’uscita”).

Shri Mataji: E metteteli anche da qualche parte per pubblicità. Inoltre c’è un libro, potete leggerlo, ma non cercate di ricordare tutto a memoria. Sarà tutta vostra, l’intera conoscenza sarà vostra, non sarà difficile.

Non deve essere studiata, ma sentita. Sicuramente vi dirò tutto sui chakra e vi farò diventare maestri. Vi farò diventare guru, ognuno di voi. Veri guru.

C’è una persona in India che ha ricevuto la realizzazione e ha dato la realizzazione, per quanto ne so, a diecimila persone; ma alcuni (dicono) ventimila, dicono che sono ventimila le persone a cui ha dato la realizzazione. Quindi è possibile.

Sì, prego?

Un ricercatore: Madre, non vorrei essere strano, ma ho sentito una brezza fresca per un po’ di tempo.

Shri Mataji: Non sei strano! Sei molto bravo, l’hai ottenuta!

Ricercatore: Ma non so dire se sia stato il vento! (Risate)

Shri Mataji: Accade a tutti, perché l’abbiamo aperta solo ora (la finestra, ndt), va bene? Non c’è vento qui, puoi vedere che non si sta muovendo niente, vedi? Altrimenti queste cose si muoverebbero, vedi? Sì, va bene, l’hai ottenuta molto bene, molto bene.

Questa è una cosa che sapevo avreste ottenuto. Va bene? Quindi non c’è niente da essere strani, è l’assoluta verità. Abbiamo avuto uno scienziato di Orissa che ha ottenuto la sua realizzazione. Poi ha guardato tutte le finestre, ed io sorridevo.

Ha guardato… si è girato così, e in seguito ne ha ricevuta altra da me, non riusciva a crederci. Poi è andato a casa, si è chiuso in una cantina (Shri Mataji ride, risate) dove ha messo una candela. E poi ha messo le mani di fronte alla candela e la candela ha cominciato a inviargli brezza fresca!

Non riusciva a crederci, pensava di aver perso qualche rotella. E oggi è un grandissimo sahaja yogi. Capito? Quindi il primo passo è iniziato. Questo prova una cosa oltre ogni dubbio: che sei un grande ricercatore. Va bene? Le mie congratulazioni.

[Un ricercatore dice che prova affetto per la sua famiglia e amici, ma cerca, senza successo, una relazione amorosa con una donna, il che gli sta causando molta sofferenza e non sa che fare].

 Shri Mataji: Guarda, ti dirò cosa accade. Hai un centro qui che è il Nabhi, va bene? Ora, di tutto questo, qui c’è il Nabhi sinistro. Se ha un problema… il Nabhi sinistro è il centro di Gruha Lakshmi. È il centro della Dea della casa, o della moglie. Ovviamente oggigiorno non trovate Dee come mogli, ma comunque… (risate).

Ebbene, se va fuori uso, vedete, possono nascere anche molti problemi, ma uno è che si verifica questo tipo di situazione.

Però tutte queste situazioni possono essere superate, ogni tipo di situazione: anche chi ha avuto relazioni perverse va a posto; chi ha avuto, diciamo, problemi di divorzio e di relazione con una donna e ha paura delle donne, oppure le donne che sono dominanti o non sanno come frenare la loro tendenza a dominare – non vogliono dominare ma in qualche modo lo fanno – tutte queste cose andranno a posto. Nessun problema.

Il prossimo anno ti sposerai molto bene. D’accordo? Recentemente abbiamo avuto sedici matrimoni (risate, Shri Mataji ride) in Inghilterra. Warren è uno di quelli che si sono sposati. Era divorziato e aveva perso le speranze di sposarsi.

Abbiamo celebrato sedici matrimoni il giorno del compleanno di Krishna. Dunque non preoccuparti. Dovete però seguire alcuni accorgimenti per mantenervi in una certa condizione, e vi spiegherò tutto su come farlo.

E avrete ottimi matrimoni, duraturi, e non solo, ma avrete anime realizzate come figli. Ce ne sono molte che vogliono nascere. E tutti i sahaja yogi ora sposati hanno avuto anime realizzate come figli.

Poiché loro vogliono nascere, vogliono genitori che li capiscano, che siano in grado di sostenerli, che si prendano cura di loro e che li amino.

Quindi avrai tutto a posto, non preoccuparti. E anche una bravissima moglie. Va bene?

Sì?

[Un ricercatore dice qualcosa sulle impurità del subconscio.]

Shri Mataji: Sono contenta che tu sia giunto alla giusta conclusione. Non preoccuparti, so io come occuparmene. È tutto ciò che dirò. E ti insegnerò come farlo anche per gli altri.

Diventerai San Michele sotto questo aspetto. Va bene? E dovremo scacciare tutte le impurità del subconscio. Penso che abbiamo qui il nostro libro “L’Avvento”.

[Warren: “Arriva lunedì”.]

Shri Mataji: Va bene. In esso, vedete, Gregoire, l’autore, le ha chiamate UIP, non so cosa significhi (risate), ma lui le chiama UIP, e ci sono tanti metodi attraverso i quali possiamo scacciarle. Eh? Cosa?

 Warren: Unità di Interferenza Psichica.

Shri Mataji. Ah, ok (Shri Mataji ride) Ecco (…) tutta l’invenzione. Non preoccupatevi. Non preoccupatevi. Non solo i vostri, ma quelli degli altri, sapete. Quando camminerete per la strada, se sanno che passate di lì, spariranno tutti. Diventate molto potenti. (Warren dice qualcosa riguardo ai peccati del passato, probabilmente riprendendo la domanda del ricercatore. Shri Mataji si rivolge nuovamente al ricercatore che ha fatto la domanda:) Ora li dimenticherai? Dimentica, dimentica il tuo passato. Dimenticalo, è il subconscio, dimenticatelo proprio.

Sapete che tutti i peccati e le bestemmie devono essere perdonati, ed è stato già promesso? Perché voi siete santi! Dunque non contateli per niente, dimenticateli.

Vedete, quando lavate i vestiti in una lavatrice, diciamo, conterete forse tutte le macchie? È così. La Kundalini vi lava e vi purifica completamente. È la vostra Kundalini, è pura, santa, è vostra Madre. Lei purificherà, non preoccupatevi. Va bene?

Ricercatore: Sì.

Shri Mataji: È troppo da credere, vero? (Shri Mataji ride, risate) È così. È perché non sapete cosa siete, che siete fantastici.

(A una signora:) Cosa la preoccupa? Cosa la sta preoccupando?

[La ricercatrice dice qualcosa.]

Warren ripete: Pensa di aver accolto in casa sua qualcuno che non è a posto e pensa, di conseguenza, di diventare negativa.

Shri Mataji: Vedi, ci sono soluzioni per questo genere di cose. Se è veramente un tipo sinistro, scapperà. Bene. Oppure, se è in grado di migliorare, migliorerà. Quindi voi diventate più potenti di loro. Capito? Il punto è che cosa è più potente. Se la luce è più potente, l’oscurità deve scappare. Va bene?

Dato che non conoscete ancora i vostri poteri e non sapete come manovrarli, per questo siete preoccupati. Ma una volta che li conosciate è davvero semplice. Una volta realizzati vi dirò come usarli, e ne sarete meravigliati.

Come il mio viaggio di ieri: sono dovuta partire all’improvviso e non c’era nessun posto disponibile sull’aereo, così mio marito mi ha detto: “Mi dispiace, non c’è nessun posto libero per te”. Poi improvvisamente ha detto: “Oh, è una cosa miracolosa, hanno detto che c’è qualche posto”. Ho detto: “Va bene, prenotami lì”.

E altri due dovevano venire con me – vedete, questo è (un esempio) ad un livello assolutamente materiale, qualcosa di assolutamente materiale, non è vero? – altri due dovevano venire, però non c’erano posti a nessun costo. Ma due persone che avevano prenotato un mese prima hanno rinunciato e questi due sono venuti con me in aereo.

Dunque (questi poteri) vi aiutano anche a un livello molto, molto materiale; e a livello spirituale non occorre che ve lo dica. Vi aiutano anche ad un livello materiale molto più basso, perché qui si trova questo principio (tattwa) di Lakshmi (indica il Nabhi chakra sul grafico dei chakra) che vi aiuta per il benessere.

Krishna ha detto: Yogakshema Vahamyam, mi prenderò cura per prima cosa del vostro Yoga. Yoga significa unione; per prima cosa dovete ottenere la vostra unione e poi il benessere, Kshema, è il benessere. In America abbiamo avuto prima Kshema, il benessere, lo Yoga ancora manca. (Shri Mataji sorride, risate)

Ricercatore: Volevo rivolgere una domanda a Madre.

Shri Mataji: Sì, prego.

Ricercatore: Per prima cosa vorrei dire che Lei è stata ispiratrice …

Shri Mataji: Che cosa?

Warren: Lei è un’ispirazione per lui, Madre.

Shri Mataji: Come?

Warren: Lei è un’ispirazione per lui.

Shri Mataji: Oh, capisco. Dio la benedica.

Ricercatore: Sono sicuro che tutti noi abbiamo centinaia di domande che la tratterrebbero qui per tutta la notte, ma vorrei dire che mi piacerebbe diventare un essere realizzato e darmi le risposte interiormente. Dunque la mia domanda è: dopo le cinque conferenze e dopo che Lei ci lascerà, dove andiamo da quel punto in poi?

Shri Mataji: Lo so, si sentono tutti tristi (risate), perché siete come bambini piccoli, sapete.

Ma crescete così rapidamente da stupirvi. Crescete. Crescete molto rapidamente. Crescerete tutti. Io non vi lascerò. Tornerò ancora molte volte, e voi verrete tutti in India, e ci divertiremo tutti molto (risate).

Apparteniamo tutti gli uni agli altri: come possiamo lasciarvi?

Ora. Va bene o ci sono altre domande?

Anche se avete qualche domanda personale o qualsiasi cosa potete scrivermi, va bene? Se non volete parlarne qui. E se domattina potete venire in albergo… (Warren dice che ci sarà una sessione pratica in albergo alle undici) Qui? (Warren: “No, in albergo”.) In albergo. Potete venirci e se avete qualche problema personale o altre cose, posso risolverlo per voi, li risolveremo, va bene? Sono qui per tutte le ventiquattro ore in albergo.

[Una ricercatrice dice che il giorno precedente era stato detto che si può fare una domanda ed avere la risposta.]

Shri Mataji: Sì.

Ricercatrice: E come si fa ad interpretare, come si fa a sapere…

Shri Mataji: Vede, quello che accade… ora, per esempio, diciamo che siate connessi ad una centrale di energia. Va bene? Ora la centrale è qualcosa che finora era inconscio ed ora è diventata conscio in voi.

Per semplificare, direi che siete come un computer. È un altro mistero. Allora tendete le vostre mani e chiedete: “Madre, esiste Dio?”. Sentite le vibrazioni (Shri Mataji e i sahaja yogi aprono e tendono le mani). Capito? “Madre, esiste Dio?”. Chiedetelo per tre volte e riceverete (vibrazioni) fortissime, deve essere già iniziato.

Vedete, dunque è così che saprete. Ma se chiedete di qualcuno che non sia un vero guru, che non sia una persona genuina, allora potreste anche sentire un bruciore. Qualche volte si potrebbero formare persino delle vesciche.

Potreste perdere le vostre vibrazioni. Più crescete più diventate sensibili, e cominciate a capire dove siete.

Ricercatrice: Si possono anche fare domande pratiche riguardanti la propria vita?

Shri Mataji: Sì, sì. All’inizio tutti chiedono: dovrei comprare questo o quello? (Risate, Shri Mataji ride). Poi le domande cominciano a diventare sempre più sottili, perché le vostre priorità cambiano, sapete?

Voi cominciate a fare domande in base al livello in cui siete. E poi, nessuna domanda, ad un livello chiamato… prima ottenete la consapevolezza senza pensieri, come vostro… prima ottenete la consapevolezza senza pensieri. In sanscrito è chiamata Nirvichar Samadhi. Sama-dhi: Dhi significa la vostra coscienza, e sama-dhi significa (la coscienza) illuminata. Dunque, per prima cosa, la consapevolezza senza pensieri illuminata.

Poi il secondo stato è – in mezzo vi sono queste due piccole cose (? Non chiaro) che dovete stabilizzare – è chiamato Nirvikalpa Samadhi, significa consapevolezza senza dubbi.

È uno stato; non è: “Non ho dubbi su Madre, non ho dubbi su Sahaja Yoga”, non è questo.

Si ottiene questo stato e, in entrambi gli stati, quando siete in consapevolezza senza pensieri, diciamo, potete dare il risveglio, potete dare la realizzazione, potete curare il cancro ed ogni tipo di malattia, potete fare così tante cose al primo colpo. Ma non indugiate troppo in queste cose, al massimo potete dare la realizzazione.

E poi dovreste passare al secondo stato nel quale diventate Nirvikalpa, dove siete, cioè, consapevoli senza dubbi.

Consapevolezza illuminata senza dubbi. A quel punto voi diventate questo.

In questo stadio non prendete blocchi dagli altri, e cose del genere; vedete, potete sentire: “Questo è il dito che ha un blocco”, ma non ne siete coinvolti. Ha origine in voi uno stato, uno stato in cui maturate e che accade a voi, a molti; e accadrà a tutti voi, non c’è nessun problema al riguardo. Ma alcune persone lo fanno più rapidamente, altre ci mettono del tempo, ma accade a tutti voi. È ancora una volta un avvenimento, una maturazione. Chiaro?

[Una ricercatrice chiede se una persona che non è mai stata interessata e non è mai venuta può essere convinta a praticare questa cosa.]

Shri Mataji: Chi non è interessato?

Ricercatrice: Sì.

Shri Mataji: Dimenticalo. Lasciate che si perdano. È questo che sono, non sono interessati al proprio Spirito, ora cosa devo fare io? Dovrei rompermi la testa?

Siete voi a doverlo chiedere. Vedete, Dio vi ha dato libertà, questo è il problema. Avete la libertà, se volete andare all’inferno potete andarci direttamente. Prendete la rincorsa, fate due salti e andate. Se invece volete avere la realizzazione, potete ottenerla. Va bene? Ma se non la vogliono, non forzateli, per favore non fatelo, non potete imporlo. Non potete imporlo.

Loro … io posso cucinare per voi del cibo, giusto? Posso mettervelo in bocca. Ma il piacere di mangiare deve nascere dentro di voi. Voi non volete gioire di niente, che ci dobbiamo fare? Non si può imporre.

All’inizio sono importanti solo i ricercatori. Non è necessario che siano i vostri fratelli, sorelle, madri, padri, non c’è bisogno che siano niente. Sono importanti i ricercatori, prestate attenzione ai ricercatori. Loro devono essere salvati, va bene? Una volta che i ricercatori siano ascesi, ascenderanno questi cittadini di seconda classe, vedete?

Occupiamoci dei cittadini di prima classe del Regno di Dio, poi ci preoccuperemo della seconda, della terza e della quarta.

Ma non sprecate la vostra energia con qualcuno che non è convinto. Non potete convincerlo con il vostro cervello, non potete. Vedete, sono persone molto ostinate. Ve l’ho detto molte volte ma, vedete, siamo ancora coinvolti con altre persone e proviamo a convincerle, e…

Proprio oggi ho ricevuto una lettera che dice: “Per favore, dia la realizzazione a mia madre che è molto dura, la dia a mio padre che non vuole ascoltarmi, la dia a mia sorella che non ci crede”, cose di ogni tipo, vedete. Ho detto: “Va bene, va bene” (Shri Mataji sorride).

Dunque non preoccupatevi, non abbiate simpatie di questo tipo.

Simpatia: sim significa condividere, e patia è il pathos. Dunque non provate a condividere il pathos, va bene? (Ride, risate) Non abbiate queste simpatie. I ricercatori si prendano cura soltanto dei ricercatori. E: “Mi spiace, non sei un ricercatore”. Anch’io dico loro di andare via (Shri Mataji fa namasté).

Vedete ci sono persone che vengono a dire: “Madre, sono andato alle corse e ho perso”. Io dico: “Ora fuori dai piedi, vattene”.

Vedete, non si può dare niente a queste persone che sono ad un livello così grossolano. Lasciateli perdere. Ma, prima di tutto, illuminiamo quelli che sono capaci di illuminazione (…). Loro sono più importanti. E non quelli che vengono spinti dentro con gran difficoltà e poi tornano indietro come spinti da un pistone; meglio non averli. Va bene? Dunque non preoccupatevi di queste persone. Naturalmente vi sentite preoccupati, senza dubbio, ma dimenticatelo, i ricercatori sono troppi e dobbiamo occuparci di loro.

Sì, figlia mia?

[Una ricercatrice chiede se le persone che stanno davvero ricercando possono ottenerla.]

Shri Mataji: Se vogliono riceverla si può fare, vedete? Anche le persone dichiarate come le più grandi (…), sapete, hanno preso la realizzazione. Immaginate, l’altro giorno – pensate – l’arcivescovo della magia nera ha preso la realizzazione. Riuscite a crederci? L’arcivescovo della magia nera. Ha preso la realizzazione. Ovviamente ho detto alle persone (sahaja yogi): “Ora non provate tutti questi trucchi con questi individui perché, sapete, proveranno a tentarvi”, quindi costui lo stiamo trattando separatamente. Comunque, la persona considerata l’arcivescovo della magia nera, insomma, stregoneria, ha preso la realizzazione. Quindi possono averla tutti.

Ma se non sono loro a chiederlo, non potete forzarli, non potete discuterne, non potete dire: “Devi ottenere la tua realizzazione”. Niente del genere. Se credono di essere molto saggi lasciateli perdere, non sprecate la vostra energia. Invece potete darla a dieci persone che la vogliono. Va bene?

Dunque scoprite chi è un ricercatore, potete scoprirlo anche con le vibrazioni. Chi è un ricercatore otterrà il risveglio molto rapidamente.

Warren: La signora dice che quest’uomo è un fumatore…

Shri Mataji: Chi è un fumatore?

Warren: Quest’uomo di cui parla.

Shri Mataji: Ma vorrebbe avere la realizzazione? Fumare non è niente; anche se è una ciminiera (risate) può ottenerla, se è un ricercatore; deve essere un ricercatore, la prima e più importante considerazione è che dovrebbe essere un ricercatore. Insomma, fumare non è niente, tutti fumano, non troviamo altro che il vizio del fumo al mondo, che si può fare. Ma non fa niente, insomma, non è un peccato così grave. Niente è peccato al cospetto dell’Oceano di Amore. Non è così? Cos’è un peccato? Niente. Dunque non è così importante. Almeno fumare…

Ricercatore: La fissazione è un peccato?

Warren: Lui chiede se la fissazione sia peccato.

Shri Mataji: Non è un peccato, secondo me niente è peccato ormai. Dimentica. Insomma, direi che la fissazione scomparirà soltanto con il risveglio della Kundalini e la consapevolezza, la vigilanza. Tutte le fissazioni, le identificazioni errate possono essere eliminate perché diventate persone differenti.

Come un bruco diventa una farfalla, diciamo, va bene? Ora, deve essere rimasta attaccata alla farfalla una parte di quel bozzolo, deve essere così. Quindi non vi piace, volete eliminarlo, ma esso cade semplicemente da solo perché è tutto rotto.

Come un guscio d’uovo che diventa… un uovo che diventa un uccello. E il guscio è ancora attaccato da qualche parte e all’uccello non piace, lo elimina. È così. È una trasformazione e una trasmutazione. Entrambe le cose hanno luogo. Per prima la trasformazione, che è molto più semplice, l’avete ottenuta proprio adesso; ma per la trasmutazione dovete lavorarci un po’, e cadranno (questi residui del bozzolo o del guscio d’uovo attaccati addosso, ndt). Un po’ di energia vi aiuta. E voi volete farlo, non volete averli.

Infatti, supponendo che io abbia una fissazione con uno spirito, diciamo, sentiremo un blocco qui (dito dell’Agnya sinistro) e qui (dito dello Swadhistan sinistro), avremo mal di testa (tocca l’Agnya posteriore). Normalmente non avrete mal di testa finché non diventate matti, capite? Ma dopo la realizzazione cominciate ad averlo.

Come una signora che aveva un problema al fegato. Venne da me e disse: “Madre, adesso sento la testa davvero pesante, cosa devo fare?”. Ho risposto: “Hai un problema al fegato, curalo. Se non lo farai, avrai questo problema”.

Così lei fece del suo meglio per risolverlo, si può curare così (Madre schiocca le dita) con Sahaja Yoga. È molto semplice.

E lei è guarita. Anche tutte le fissazioni scompaiono. È tutta ignoranza: non le definiremo un peccato ma ignoranza.

[Una ricercatrice dice qualcosa del tipo che qualcuno l’ha avvertita che la Kundalini ha causato problemi e si può finire in ospedale.]

Shri Mataji: Verissimo, verissimo, vedete. Ora, quello che lei dice è vero ed io lo so. Perché non è la Kundalini che si manifesta.

Vedete, la Kundalini è la vostra santa Madre. E non solo è la santa Madre, ma è l’unica Madre che avete e voi siete l’unico figlio che ha, e non vi provocherà questo problema. Ma le persone che non sono assolutamente in grado di eseguire il lavoro, che non sono autorizzate, che sono persone estremamente empie e dovrebbero trovarsi all’inferno, cercano di fare queste cose facendovi soffrire.

Per esempio, quando provate a stimolare la Kundalini attraverso qualsiasi metodo di quel genere, in realtà vi muovete verso sinistra o verso destra. Vi spingono a sinistra o a destra. E se vi spostate a sinistra potete diventare matti, mentre se vi spingono a destra diventate stupidi. Quindi accettate l’uno o l’altro (ride, risate). In questo modo non si riesce a farli arrivare lassù (indica il Sahasrara sullo schema dei chakra, ndt), vedete? (Questo punto) non può essere raggiunto. Si dice che neppure Brahma, Vishnu, Mahesha (Shiva) possano raggiungere Ganesha, il quale informa la Kundalini di ascendere.

Potete dunque immaginare. Questi orribili individui vi raccontano frottole e vi mandano al manicomio solo per fare soldi. Non solo, ho visto arrivare persone che erano andate a imparare a volare. Hanno pagato tremila sterline per volare. Insomma, devono avere un po’ di cervello per capire: perché volare?

Avete forse intenzione di diventare uccelli, adesso? Fate volare il vostro guru! Ho detto: perché non metterli … mettetelo su questa Torre Pendente di Pisa, e vediamo se si alzano in volo o precipitano. (Risate). Vedete, quando cadrà capirete cosa sta facendo; e voi pagate tremila sterline. Oltre a questo, ciò che ottenete è l’epilessia. Soffrono tutti di epilessia, sapete. È vero, accade, lo so.

Invece, questa (Kundalini) è vostra Madre. Lei vi dà la realizzazione, tutto qui. Non ho mai visto una sola persona diventare matta, al contrario grazie ad essa i matti guariscono.

Come può essere? Voi state per diventare lo Spirito: come potete, lungo il percorso, diventare matti? Insomma, supponiamo che stiate andando in Paradiso e, strada facendo, incontriate là alla stazione alcuni matti: come si può diventare matti? Dovremmo usare il nostro cervello per capire che queste sono persone orribili, sono d’accordo con voi. Stanno usando metodi sconci di ogni genere, lo so.

Soprattutto il sesso: come potete usare il sesso per la vostra Kundalini, dato che Lei è vostra Madre? Come potete farlo? Tutte idee assurde che non capisco. Se il sesso fosse così importante, ormai tutti gli animali sarebbero anime realizzate (risate).

Non che dobbiate aborrire il sesso: dovete condurre una sana vita matrimoniale, condurre una vita molto decorosa e tutto il resto, è questa la chiave; ma non queste cose secondo le quali si può risvegliare la Kundalini attraverso il sesso. Ritengo sia tutta una porcheria, tutta una cultura da latrina, il modo in cui questa gente ne parla. Assurdo!

È così osceno che non potete immaginare. È oscenità. Insomma, dovrebbe esserci qualcosa… il sesso è privato, no? Lo definiamo privato.

Ma come si fa a gestire questa gente, con questi guru orribili! E uno di loro è venuto ad insediarsi qui nel vostro Paese. Il suo Vishuddhi ormai è fuori uso. Ne sono felice.

Warren (ripete una domanda di un ricercatore): Lui sente una bellissima presenza. Le chiede se Lei dà una qualche iniziazione.

Shri Mataji: L’ho già data, mi pare (risate).

In verità, in tutta franchezza io non faccio niente. Se chiedete al sole: “Sei tu a dare il colore alle foglie?”, vi dirà: “No”. Perché quella è la sua natura. È esattamente lo stesso. Fluisce, semplicemente. In verità io non faccio nulla. Faccio forse qualcosa?

Sto solo parlando, tutto qui. Ma funziona, funziona, funziona da solo. Perché siete persone meritevoli. È per questo che agisce. Io non devo fare niente. Capito? Ora. Avevi detto che questa era l’ultima domanda.

Warren: Lui ne ha fatte venti la volta scorsa, così …

Ricercatore: Ieri ho detto al gentile dottore australiano che sono un ministro (del culto) tradizionale …

Shri Mataji: Tradizione?

Warren: Un ministro (del culto) tradizionale. È un ministro battista.

Shri Mataji: Ah! Allora dovresti diventare realmente un Battista, ti farò diventare un vero Battista!

[Il ricercatore fa una domanda su come porre in relazione la realizzazione del Sé con le scritture.]

Shri Mataji: Insomma, e io cosa ti sto dicendo? Esattamente tutto ciò che è riportato nelle Scritture, ma nel suo senso reale!

[Il ricercatore dice qualcosa sul fatto che per lui sarà più difficile che per altri …]

Shri Mataji: Vedi, loro vedranno i tuoi poteri. Capito? È meglio parlarne e salvarli piuttosto che permettere che siano sommersi. Non si può fare così nel nome di Cristo e di Dio. Non possiamo più fare così, è tutto pronto, sono così felice che tu sia potuto venire qui e abbia potuto ottenerla, salverai tantissime persone. Affronta la realtà, è così!

Ma ti dirò, quando fai certe domande, sii sicuro di farle. (Shri Mataji sorride, risate)

Bene, ora, qualche altra domanda? O vi state tutti godendo la brezza fresca?

[Una ricercatrice fa una domanda.]

Shri Mataji a Warren: Perché hai aperto … (La finestra)?

Warren (alla ricercatrice): Che cosa dice? Mi spiace, non ho parlato di questo.

Ricercatrice: Sì, lo ha fatto, quando ha parlato dei cristiani gnostici.

Warren: Oh, ho accennato … Madre, ho detto che spesso gli gnostici si riferiscono al vento dello Spirito Santo come al Soffio sacro. È tutto ciò di cui ho parlato.

Shri Mataji: Ruh, sí, Ruh, Ruh.

Warren: Ruh. E ho dato i suoi diversi nomi nelle varie scritture, è tutto.

Shri Mataji. Ma ciò che accadde ai discepoli di Cristo, vedete, è un problema su cui non voglio sollevare polemiche, va bene? Ciò che è accaduto loro è un tema un po’ controverso di cui vi parlerò più avanti. Va bene?

Intanto prendete la vostra realizzazione, maturate. Perché, vedete, voi oggi imparate il Cristianesimo, giusto? Quindi avete problemi legati il Cristianesimo. Coloro che studiano, diciamo, la religione indù, hanno problemi derivanti dalla religione indù. Infatti, molte volte è anche male interpretata, non è vero? Chi l’ha male interpretata non si rende conto di averla travisata.

E soltanto attraverso la vostra consapevolezza vibratoria dovreste scoprire la verità assoluta.

Ad esempio, quando ho detto che la Madre di Cristo era lo Spirito Santo, la gente non voleva accettarlo. In India ribattevano: “Che cosa ha fatto? Lei piangeva e versava soltanto lacrime, mentre si suppone che lo Spirito Santo dia la realizzazione alle persone. Lei non ha dato la realizzazione a nessuno”.

E invece lo era. Allora come potete scoprirlo? Rivolgete le vostre mani verso di me e fate la domanda: “Madre, Lei (la Madre di Cristo) era lo Spirito Santo?”.

Perché allora Cristo non ha detto che era lo Spirito Santo? La domanda nasce spontanea. È con Lui, si può assolutamente capire che Lei era la Madre di Cristo.

E Cristo detiene undici poteri distruttivi, con i quali tornerà. Possiede undici poteri distruttivi dei quali la Bibbia non dice niente perché, vedete, Cristo non poté parlarne ai Suoi discepoli, i quali erano dei semplici pescatori e non Gli hanno mai creduto. Finché non hanno visto la Sua resurrezione non hanno mai creduto in Lui.

Dunque, con questi undici poteri che aveva, al momento della Sua crocifissione avrebbe potuto distruggere il mondo intero. Ma la crocifissione doveva essere attuata per uno scopo speciale e in seguito vi dirò perché fu crocifisso.

E Lui non volle parlarne perché, se qualcuno l’avesse torturata, Egli avrebbe usato tutti i propri undici poteri e tutto il gioco sarebbe finito. Va bene? Quindi è un tema molto sottile che dovreste capire, ma prima dovete diventare più sottili.

A quel punto capirete perfettamente ogni cosa grazie alla Kundalini. Per esempio dico che Cristo è posto qui (indica l’Agnya), in questo punto; che deve essere risvegliato qui. Quando è risvegliato, solo allora l’ego e il superego sono assorbiti.

È così che Egli prende su di sé i vostri peccati e le vostre sofferenze.

Ora, se io dico così, perché dovreste crederci? Non è vero? Ma ciò che può accadere, quando alziamo la Kundalini – lo vedrete voi stessi, quando sarete anime realizzate – è che la Kundalini potrebbe fermarsi qui (all’Agnya, ndt).

Allora dovete dire il nome di Cristo. Dovete risvegliarlo. Soltanto se siete un’anima realizzata, altrimenti non potete. Allora vi accorgerete che la Kundalini salirà. Oppure dovete recitare il Padre Nostro, solo allora la Kundalini salirà. Ma soltanto un’anima realizzata può farlo.

Il Padre Nostro recitato da chiunque altro è inutile. Inutile. Non è connesso. Capito? È un tema molto sottile, siate onesti in questo, diventate questo e poi comincerete a vedere ogni cosa chiaramente.

Come vi ho detto, se questa stanza è buia non potete vedere niente, quindi la cosa migliore è aprire bene gli occhi, accendere la luce e guardare da soli. Va bene?

Infatti, se io dico qualcosa, potrebbe creare la situazione di un san Tommaso, e non voglio farlo. Per prima cosa maturate voi stessi, va bene? Dovete maturare tutti. Ha fatto una bella domanda, ma va un po’ oltre.

Non c’è bisogno di aggrapparsi a niente. Osservate da soli di cosa si tratta, dovete capirlo da soli. Mantenetevi aperti.

È vero, quel che lui ha detto è vero, è chiamata Ruh. È la brezza fresca dello Spirito Santo e non so se il libro di Adi Shankaracharya sia stato pubblicato o no. Lui ha scritto un libro voluminoso su questo tema, “Chaitanya Lahari” e tutto questo, lo ha scritto. Ma la maggior parte dei loro libri non è tradotta, che si può fare?

Insomma, è un libro alto così su questa brezza fresca. Ovviamente, questa conoscenza di come usarla e il metodo, la corrispondenza sulle dita non c’è ancora, perché forse non era il momento di darla.

Ma io vi darò tutti gli insegnamenti e potete verificare. Potete verificare ogni cosa. Dovete verificare. Ma non perdete troppo tempo in queste cose; prima di tutto maturate. E gradualmente comincerete ad vedere voi stessi. La prima cosa dovrebbe essere maturare. Questa è la cosa principale e importante.

Vedete (indica una yogini), lei ha ricevuto la realizzazione due giorni fa, cioè, quanti giorni? Quattro, cinque giorni fa. E può sentire i chakra di tutti, può alzare la Kundalini, può farlo. Dunque fatelo, per prima cosa cominciate a farlo, va bene? Per prima cosa diventate questo. Poi comincerete a capire che questo non è importante. Non è importante. Ciò che è importante è capire dove è Cristo, come possiamo risvegliarlo; tutte queste cose sono più importanti.

Warren: Facciamo l’esperienza?

Shri Mataji: Va bene. C’è (un blocco al) l’Agnya. Ora, coloro che pensano – questo centro di Cristo è bloccato – per favore, rivolgete le mani verso di me e dite: “Madre, io perdono tutti”. (Le persone ripetono). Ancora (ripetono). Ancora (ripetono). C’è ancora (il blocco). Diciamo il Padre Nostro? (Recitano il Padre Nostro tre volte).

 Shri Mataji: Ora sentite se arriva. Tendete le mani. Qui, in questa posizione. Vi sentite bene? Sentite? C’è? Mantenetevi diritti. Non è necessario nessun movimento del corpo.

Restate fermi, la Kundalini è all’interno, sale da sola, non fate nessun movimento con il corpo perché rovinerebbe il processo. State semplicemente fermi, tenete gli occhi chiusi, perché se non chiudete anche gli occhi la Kundalini non salirà oltre il vostro Agnya. Dovete tenere gli occhi chiusi, è importante. Perché dopotutto dovete ottenerla, che cos’è? Dovete ottenerla, siete qui per riceverla, è tutto. Per favore chiudete gli occhi. Siete qui per ottenerla, è questo il punto principale: riceverla. Ora mettete la mano destra sul vostro cuore, la mano destra sul cuore, e dite: “Madre, io non sono colpevole”. Tre volte, dite per tre volte: “Madre, io non sono colpevole” (le persone ripetono).

Ora domandate: “Madre, sono io il mio proprio guru?” (le persone ripetono due volte). Ancora (ripetono). Ora domandate: “Madre, sono io lo Spirito?” (le persone ripetono per due volte). Ancora (ripetono). Ora dite: “Madre, per favore mi dia la realizzazione”. (Le persone ripetono per due volte). Ancora (ripetono).

Ah. (Shri Mataji porta la mano destra al di sopra del Sahasrara). C’è. Ora portate la mano destra sopra la testa e sentite una brezza fresca fuoriuscire dall’area dell’osso della fontanella.

Sulla testa… sopra la vostra testa… sopra. Proprio sopra, vedete. Ci sarà una brezza fresca. Muovete la mano e verificate se c’è… tenete la mano un po’ più in alto e verificate se arriva una brezza fresca. Forse alcune persone potrebbero sentire un po’ di calore (Shri Mataji fa un gesto come a prendere il calore che fuoriesce dal Sahasrara ed eliminarlo portandolo verso l’alto, ndt), alcune persone lo sentiranno uscire dalle mani, alcuni dalla testa. Specialmente coloro che fumano non la sentono (la brezza fresca) sulle mani all’inizio, non fa niente. Abbassate di nuovo le mani, per favore. Chi non ha sentito la brezza fresca alzi la mano.

Dovete essere onesti al riguardo: dovete riceverla, va bene? Di quelli che non hanno sentito, quanti sono stati da qualche guru? Chi non è stato da nessun guru e non l’ha sentita? Chi non è stato da nessun guru e non l’ha sentita… Proprio da nessun guru? Sta leggendo qualche libro? Va bene.

[Una ricercatrice dice qualcosa].

Shri Mataji: Dal punto spirituale questo è anche peggio. Va bene, non importa. Va bene, va bene.

Ora metta le mani così. Chi non ha sentito tenda ancora le mani, per favore. E i sahaja yogi possono andare ad occuparsi di loro. Tracy, non occorre che tu lo faccia. Dai la realizzazione, va bene. Ora, avete sentito la brezza fresca? Bene. Bene. Sì.

Chi non ha sentito la brezza fresca alzi la mano. Lei non l’ha sentita. Qualcosa. Va bene, ora metta le mani così, non sia turbato. Andrà tutto bene, capito?

Bene. L’ha ricevuta? L’ha ricevuta? Ricevuta. Ora guardate questo signore, l’altro, controllate. La sente? Va bene. Ora lei ha il marchio del ricercatore, ed è stato scelto. Controllate quel signore, dovreste chiedere a… sì. Ha sentito, figlio mio? E lei? Bene, bene.

Dan, ora vai ad aiutare anche tu, cominciate a fare pratica, tutti voi di New York. Lei l’ha ottenuta.

Va bene, ora l’ha ottenuta, non ne dubiti. Non ci pensi. Lei l’ha ottenuta, l’ha ottenuta molto bene, il viso è cambiato.

Qual è il problema, Steve? Nabhi sinistro? Droghe. Bene, metti la tua mano quaggiù, sul lato sinistro, lato sinistro. Va bene. [Segue una pausa in cui Shri Mataji entra in meditazione] Ah, va bene?

Warren: Lui è stato da un guru, in passato.

Shri Mataji: Davvero?

Warren: In passato.

Shri Mataji: Ovviamente in futuro non ci andrà. Scapperà (Shri Mataji ride).

Queste persone lo lasciano, vedono il libro e nemmeno lo toccano. Vedete? Oh Dio! (Fa il gesto di scansarsi, tipo “Vade retro”, ndt)

Occupatevi di questa signora qui, penso sia di lato sinistro. Controllate. Fate lavorare questo signore, venga avanti. Ora darà lei la realizzazione. Bene, bene, venga avanti: no, è per lei, no, no, venga qui, venga qui.

Ora Gavin, fagli sentire il vento che fuoriesce dagli altri. Fai che lo senta dalla testa. Questo signore. Ora vieni avanti, aiutalo.

Questo è il signor Gavin Brown, di Londra. Va bene? Stavolta li abbiamo importati, la prossima volta dovrete venire voi a Londra.

Ora mostragli come arriva la brezza fresca alzando la Kundalini, chiedigli di alzarla. La alzi anche lei. Ora stiamo battezzando davvero, lei è un vero Battista.

Adesso chiedigli di alzarla e insegnagli anche ad alzarla. Anche voi potete imparare ad alzarla, voi due, venite avanti, siete molto forti, venite. Venite avanti entrambi, alzatevi e prendete…, alzatela.

Christine, insegna a questi due ragazzi, sono molto bravi e forti.

Ora dimenticate i vostri cosiddetti peccati. Lei è lì, vai, glielo dirà lei… ah, va bene? [Si rivolge ad un ricercatore che sta sentendo la brezza fresca sulla testa di un altro]. Una mano verso di me! Ora, non ci sono finestre qui, guardi! Mostrategli che non ci sono finestre sulla testa! (Dell’altra persona dalla cui testa sente fuoriuscire la brezza fresca. Risate, ndt) C’è (la brezza fresca)! Prendete loro, fate provare tutti. Come sta ora, si sente meglio ora? Oggi? Sta meglio?

Questa è la brezza fresca. Tu aiutalo. Dimentichi il passato. E tu aiutalo. Ora sta meglio ma c’è (un blocco a) Ekadasha. Ha ancora molto calore. Ekadasha Rudra…

Come sta? Bene. L’ha sentita anche lei? No? Ora, venga avanti. Chi c’è? Hema? Se puoi venire qui. Gavin? Vieni a controllarlo.

Tu senti? Vero! (…) Ora. Tu vieni qui e metti la mano. Metti una mano… (Chiama il giovane vicino a lui e gli fa alzare la Kundalini da dietro).

Va bene? Questa è la brezza fresca. Sì, sì, potete sentirla tutti, tutti voi potete. Lei deve perdonare! Deve perdonare, non ha perdonato davvero. L’ha fatto? No non l’ha fatto. Dica ora: “Madre, io perdono”. Ancora. “Io devo perdonare, devo perdonare”. Ancora. Ah, va bene? Ora meglio? Va bene? Vedete ora, ne avete presi due: anche tu non hai perdonato! Hai perdonato? No!

 [Fine del video]

[1] Secondo l’ultimo libro della Bibbia, il libro dell’Apocalisse (13:1, 17, 18), il 666 è il numero, o nome, della bestia selvaggia con sette teste e dieci corna che ascende dal mare.