Quinto Programma Pubblico

New York City (Stati Uniti d'America)

1981-09-28 Being aware of vibrations, New York City, United States, DP-RAW, 93'
Download video (standard quality): Download video (full quality): View and download on Vimeo: View on Youku: Listen on Soundcloud: Transcribe/Translate oTranscribe

Feedback
Share

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I

Quinto Programma Pubblico

New York (USA), 28 Settembre 1981


Ieri vi ho parlato della storia della ricerca negli esseri umani, di come abbiamo ricercato seguendo tre diverse linee.

La prima, come vi ho detto, si trova sul lato destro. Lì compivano delle azioni per stimolare o risvegliare le deità degli elementi; hanno fatto queste cose molto più in Grecia e in tutti quei posti che in India.

Inoltre, in India avevamo i Veda: nei Veda l’unica cosa che facevano era stimolare, o si può dire risvegliare, le deità dei cinque elementi.

Credo tutti voi sappiate quali sono questi cinque elementi, non occorre che ne parli. Questo lato che vediamo qui è dunque il potere dell’azione che si attiva mediante i cinque elementi.

Questo lato (sinistro, ndt), come vi ho detto, è l’energia del desiderio, attraverso la quale provate emozioni. Questo potere emozionale è attivo come potere del desiderio; e questa energia che risiede qui, ossia la Kundalini, è il desiderio di essere tutt’uno con lo Spirito, che non si è ancora manifestato. Per questo motivo è una energia dormiente ed è definita energia residuale. Infatti essa ha creato l’intero universo, ossia voi (Shri Mataji indica l’uomo meditante sul grafico dei chakra, ndt), e al tempo stesso è residuale.

Nel centro abbiamo un altro potere, attraverso il quale ci siamo evoluti dal nostro stadio di ameba fino a quello attuale (umano, ndt); qualsiasi cosa abbiamo conseguito è nel nostro sistema nervoso centrale. Dunque abbiamo un altro sistema che è ottenuto attraverso la nostra evoluzione, che è chiamato sistema nervoso centrale. Tutto ciò che è nel nostro sistema nervoso centrale è la coscienza, è il presente.

Dunque, il lato destro e il lato sinistro che vedete qui, corrispondono anche ai due sistemi nervosi simpatici: questo (sul grafico, ndt) è il sistema nervoso simpatico di sinistra e questo è il sistema nervoso simpatico di destra.

Ma, come vedete qui (sul grafico, ndt), questo è un corpo sottile, mentre a livello materiale (fisico, ndt) possiamo dire che questo è il sistema nervoso simpatico di sinistra, questo è il sistema nervoso simpatico di destra e questo è il sistema nervoso parasimpatico; il sistema nervoso centrale qui (sul grafico, ndt) non è mostrato. Ogni cosa che ottenete in quanto esseri umani forse non è nemmeno compresa correttamente.

Ora vedete, se ponete un animale in un luogo sporco, lui non si rende conto della sporcizia, non sente nessun odore disgustoso, non pensa che ci sia qualcosa che non va, può entrare in qualsiasi posto. Invece per un essere umano è insopportabile. Il conseguimento della nostra consapevolezza come esseri umani esiste ma essa non è completa, non è totale.

Non ha raggiunto il suo apice, il suo optimum, o possiamo dire che non ha raggiunto ancora il suo scopo. Non ha raggiunto il suo valore assoluto. Ed è per questo che siamo in confusione.

L’altro problema è che quando l’uomo sollevò la testa, in quel punto (indica l’Agnya) questi due poteri (lato destro e sinistro, ndt) entrarono in azione dentro di lui, creando due grosse strutture chiamate ego e superego. E queste strutture diventarono come palloni incontrandosi qui, sulla sommità della testa, nei pressi dell’area della fontanella; verso i dodici anni di età, diciamo, l’intera zona si calcifica. E quando è calcificata, diventate (come) un uovo, vi separate, sviluppate la coscienza dell’io. Prima di ciò non lo siete (separati).

Un animale non ha problemi di ego.

Insomma, non ha molti problemi, per esempio non si preoccuperà se il vostro dollaro ha un problema. Non capirà nulla di assicurazioni. Non capirà così tanti problemi che noi ci siamo creati da soli.

Però non ha la possibilità, in primo luogo non ha possibilità di ricevere la realizzazione e nemmeno di conoscere il proprio Spirito, una volta ottenuta la realizzazione,.

Molti mi hanno fatto domande sugli animali. Io ho risposto: “Gli animali non possono avere la realizzazione”. Non possono. Anche se, diciamo, nel caso ci sia un animale e lo vibriate, esso può veicolare le vibrazioni. Anche questa sedia può veicolare vibrazioni. Anche questi fiori possono avere vibrazioni. Possono avere vibrazioni, ma non ne sono consapevoli.

Dobbiamo capire molto chiaramente questa differenza, e cioè che loro non sono consapevoli. È per questo che le persone che hanno scoperto certi posti come luoghi di adorazione, di venerazione, erano profeti, anime realizzate che potevano sentire le vibrazioni di un luogo particolare, ed è così che hanno scelto quei posti per l’adorazione ed altro.

Ad esempio una volta sono andata in Kashmir con mio marito e viaggiavamo in macchina, quando improvvisamente sentii nell’aria vibrazioni fortissime, vibrazioni fresche. Allora dissi al mio autista: “Qui dev’esserci qualche tempio o qualcosa del genere”.

Lui rispose: “Non c’è nessun tempio, questo è un posto assolutamente sperduto”. Ma io replicai: “Deve esserci, a circa due, tre miglia da qui, qualche luogo di culto”.

“Oh” – disse – “ce n’è uno”. Chiesi quale, (e lui:) “Si chiama Hazratbal”. Vi è custodito un capello di Maometto. E la gente vi si reca.

Ora, tantissimi musulmani si recano in quel luogo senza sapere perché ci vanno. Qualche pir, qualche anima realizzata, deve aver detto che quello è un capello di Maometto, ecco perché ci sono vibrazioni. Quindi, quel capello è custodito lì. Hanno lottato per questo e fatto di tutto, ma non sanno quello che fanno.

Ebbene, quando arrivai lì, vidi che c’erano molte persone ma non ci permisero di entrare, perché secondo loro non eravamo musulmani (Shri Mataji ride); ma stando seduta lì riuscivo a sentire le vibrazioni di Maometto, e c’era solo un capello di Maometto. Potete immaginare quanto siano potenti queste vibrazioni.

Ora, quando diciamo che non dovremmo adorare… nella Bibbia è scritto che non si dovrebbe adorare nessuna riproduzione di ciò che è creato dalla Madre Terra e dal cielo. Ora, cos’è che è creato dalla Madre Terra e dal cielo e che non dovremmo riprodurre?

Nessuno cerca di scoprirlo, per questo pensano che non si possa adorare nessuna forma[1].

È un’interpretazione del tutto errata; è completamente errata. Vi dirò che a Parigi c’è una chiesa chiamata – come si chiama Gavin? – [Gavin: “Notre Dame”] Notre Dame[2].

E la statua di Maria e Cristo è così piena di vibrazioni, che dall’esterno si possono sentire emanare le vibrazioni. Deve essere stata eseguita da qualche grande artista che era un’anima realizzata. Per esempio, la Cappella Sistina a Roma ha un affresco davvero splendido di Cristo e tutto il resto; e se vedete quel Cristo, è assolutamente pieno di vibrazioni.

Ma proprio sotto c’è un grande altare su cui hanno deposto un Cristo tutto ossa, una creatura miserevole, che non assomiglia minimamente a Cristo. Intendo dire che è impossibile che Cristo potesse essere così, con un aspetto così misero, brutto, magro, consunto, un caso disperato. Non riesco a capire come possa essere Cristo! Egli portò addosso una grande, enorme croce: pensate forse che quello scheletro avrebbe potuto farlo?

E questo è stato posto nella Cappella Sistina, proprio sotto l’immagine in cui si vede Cristo ergersi come realmente era. Com’è possibile?

Dovete capire! E tutte queste cose miserevoli hanno portato a grossi problemi, perché si pensa che un ricercatore debba avere l’aspetto della persona più sofferente; se si è un’anima realizzata si dovrebbe essere uno scheletro. È impossibile far capire alla gente che una cosa del genere non è possibile.

Chi è un’anima realizzata non soffre mai.

Non soffre mai. L’altro giorno… tratterò questo argomento prima di passare ai chakra perché, in questi pochi giorni, ho sentito che qui in America si stanno insinuando idee veramente assurde, in base alle quali si inizia a dire che Buddha abbia affermato che si deve soffrire.

Come può Egli dire così? È illogico. Impossibile. Come può Egli dire che dovreste soffrire? Infatti, quando Egli vide la sofferenza… Conoscete la storia: quando uscì, vide un vecchio, un malato e un morto. E gli venne da pensare: “Perché stanno soffrendo?”. E poi affermò: “È così perché sono ignoranti, dovrebbero essere illuminati, dovrebbe esserci l’illuminazione”.

Allora girovagò, ricercando e ricercando, e alla fine fu esausto. Era seduto sotto un albero di baniano[3] quando ricevette la sua illuminazione, spontaneamente.

Come può Egli aver detto che dovete soffrire? L’altro mito fra i cristiani è che dovete soffrire. Perché dovreste soffrire? Infatti Cristo ha sofferto per voi, non è forse così? Ha sofferto o no? Se Egli ha sofferto per voi, perché dovreste soffrire ancora? Oppure ha lasciato a voi qualcosa da fare? La Sua sofferenza è stata forse incompleta? Avreste voluto che Egli soffrisse di più?

In verità, questa storia della sofferenza è la più grande assurdità che io abbia mai sentito. L’altro aspetto di Cristo sono gli ebrei. Loro hanno detto che, accettando Cristo… insomma, da un certo punto di vista avevano ragione, nel senso che, accettando Cristo, avrebbero dovuto dire che non c’è sofferenza. Pertanto (hanno pensato di) non accettare Cristo.

Non accettando Cristo, allora: “Dovremo soffrire”. Bene. Allora soffrite. E hanno sofferto in Germania, sapete quanto hanno sofferto.

Adesso sono andati sull’ego, sono sull’altro lato, ora la situazione è rovesciata.

Tutte queste idee mitiche riguardo a Dio, alle Sue incarnazioni, ai Suoi aspetti, sono così artificiali che sono diventate plastica, proprio plastica, e non so come farete ad eliminare questa plastica dal cervello umano.

È assolutamente impossibile convincerli che la sofferenza non ha niente a che fare con le anime realizzate. In realtà, c’è sofferenza quando si è persi in una tempesta, nell’acqua, si è preoccupati di venirne inghiottiti. Ma se si viene messi sulla barca, si sentirà la sofferenza?

Se siete cristiani, se siete anime realizzate, se siete battezzati davvero, realmente, non con la semplice imposizione di una mano e con la formula “Ti battezzo, così e così, nel nome di questo e quello”… Tutto questo non ha nessun senso, è soltanto una messinscena!

E vi vestite bene, portate là il neonato, ben vestito, e nessuno capisce niente di ciò che sta accadendo: impongono la mano (per battezzarlo, ndt) e voi lo accettate!

Ovviamente io non parlo di questo tipo di battesimo ma di quello reale, quando la Kundalini sale da qui, si solleva, risveglia Cristo in questo punto (Agnya); dove Egli assorbe queste due strutture, l’ego e e il superego, ossia i vostri condizionamenti e i vostri karma, vengono assorbiti entrambi. E allora qui si crea un’apertura (Shri Mataji tocca il Sahasrara).

In verità sentite una zona molle qui sulla testa, proprio come in un bambino. (Cristo) ha detto che dovete essere come bambini piccoli per entrare nel regno di Dio. Ebbene, cos’hanno i bambini? Hanno un’apertura qui nell’osso molle[4].

È così che diventa, dovrebbe accadere proprio fisicamente, e cominciate a sentire la brezza fresca fuoriuscire dalla vostra testa. Ho voluto chiarirvi questo punto, ossia che non è necessario che gli esseri umani soffrano. L’unica cosa che devono fare è rinascere.

Ora, c’è ancora un’altra situazione molto, molto strana creata dalla parola “nato due volte”. Quando sono venuta in America l’ultima volta, tutti cercavano di registrarmi. Insomma, avevamo molti più gruppi di quanti ne abbiamo ora qui, non so cosa sia successo loro. Si sono tutti trasferiti, non sono qui, Dio solo sa dove siano andati in America, perché gli americani si spostano in continuazione, vedete: non sono gruhasthas, non sono persone casalinghe.

Si spostano in continuazione da un posto all’altro, è impossibile trovare qualcuno. Dunque qualcuno è andato in California, qualcuno a Caracas… insomma, si sono spostati tutti e non so dove siano finiti.

Comunque sia. Ora, la cosa principale che ho detto quando sono venuta qui è che occorre rinascere, che si deve essere anime realizzate, in senso reale; non intendevo nel senso di andare da qualche parte e dire “sono rinato”, non ho mai detto una cosa del genere.

E il signore che organizzò il programma a Los Angeles, era così preoccupato che disse: “Madre, non permetta a nessuno di registrare i Suoi discorsi”. Ma io chiesi: “Che male c’è? Insomma, dopotutto, che male c’è?”. E lui: “No, no, lo diffonderanno”. Io risposi: “Benissimo, quello che voglio da loro è che diffondano la notizia, che bene, ora sono arrivata e dovrebbero prendere la loro realizzazione. Questo è un fatto, questa è la verità, cosa c’è di male? Dopotutto la verità è la verità”.

Ma non mi ero resa conto che erano così stupidi, così stupidi che crearono molte organizzazioni su questa base; sapete, i termini vibrazioni e “nato due volte”, spuntarono dopo questo (programma). Ora, costoro sono “nati di nuovo”, individui che si autocertificano come nati due volte. Li trovate dovunque, li ho incontrati in America (Shri Mataji si corregge), in Australia: “Siamo nati due volte”.

Io ho detto: “In che modo?”. “Lo siamo”.

Ed io: “Ma in che modo? Qual è la vostra autorità?”. “La Bibbia è la nostra autorità”. Ho risposto: “Ma come fate a dire che siete nati di nuovo? Dovete essere coscienti collettivamente, non è forse così? Qualcosa deve accadere in voi”.

Sono dei fanatici! Questi “nati due volte” non sono nient’altro che un altro prototipo del Sig. Khomeini, e basta. Sono dei Khomeini, tutti questi fanatici non sono altro che dei Khomeini!

Hanno nomi diversi, etichette diverse, ma non sono nati di nuovo, non sono anime realizzate, perché un’anima realizzata è cosciente collettivamente. Lo è, io sto dicendo che lo è proprio, se lo diventa. Una persona così non si limita ad affermare di essere rinata. È sciocco e stupido sostenere una cosa simile, di essere in un certo modo.

Supponiamo che domani io mi metta a dire che sono il Governatore di questo luogo: mi arresteranno e mi metteranno in manicomio!

È così che la gente si è etichettata: “Siamo questo, siamo quello, siamo quell’altro”.

E l’altra caratteristica che hanno gli esseri umani è quella di formare gruppi. Formano sempre gruppi. Vedete, possono crearne sotto qualsiasi nome. Per esempio, in Inghilterra ho incontrato qualcuno che mi ha detto: “Oh, loro appartengono al nostro gruppo”. Ho chiesto: “Cosa fa il vostro gruppo?”. E lui: “Sa, noi disponiamo le forchette e i cucchiai in un modo diverso”. Ho detto: “Come!?”. Per questo hanno formato un altro gruppo.

Ho detto: “Davvero?” “Sì, vede, le nostre forchette e i coltelli non sono disposti come in Inghilterra, noi abbiamo un altro gruppo”. Insomma, adotteranno qualsiasi assurdità per formare un’associazione, o un gruppo, o un culto, o una setta, o… e poi coinvolgono Dio, sapete, dicendo: “Dio ci ha dato questa idea”. Ora, come vi siete connessi con Dio? Sono una tale assurdità che va avanti, insomma, queste sette e tutte queste cose, io non riesco proprio a capire. Dio non ha creato nessuna setta, niente. Ha creato solo due tipi di esseri umani: quelli realizzati e quelli che non lo sono.

Non esiste un terzo tipo. Al massimo potete dire che vi sono ricercatori e non ricercatori, quando vi riferite alle persone non realizzate.

Ma non riesco a pensare a nessun’altra cosa; insomma, Dio ha creato diversi tipi di fisionomie, per esempio qualcuno ha, diciamo, i capelli biondi, qualcuno li ha neri, qualcuno ha la pelle bianca, qualcun altro ha la pelle nera…

Ha dovuto fare così, altrimenti saremmo sembrati macchine, come queste sedie che sono qui: non avremmo avuto alcuna bellezza in noi, non è forse così? Non ci sarebbe stata alcuna varietà, una cosa davvero noiosa da vedere, tutte queste sedie dalla mattina alla sera.

È per questo che ha creato questa bellezza, che ci ha creati così belli, dandoci diverse permutazioni e combinazioni e altro; Egli ha profuso tutto questo lavoro, mentre noi cerchiamo di diventare come dadi e bulloni di ingranaggi, e diventiamo – come si dice – il “prodotto”, diventiamo il “lavoro” di Dio. E ciò è assurdo.

Se si osserva la natura, diciamo, neanche una sola foglia è uguale ad un’altra. Persino lì.

La varietà crea la bellezza. E riguardo a tutti questi punti, c’è anche gente capace di creare un’associazione dei capelli rossi, un’associazione dei capelli neri, o magari possono adottare qualsiasi assurdità; non si può dire quale, fino a che punto possano arrivare per formare un’associazione. Di tutto. Ma noi siamo qui per comprendere che universalmente siamo fatti così (indica il grafico dei chakra).

Che abbiate la pelle nera o bianca, che siate calvi o con i capelli rossi, avete tutti questo sistema dentro di voi. Tutti voi, eccetto i demoni, avete all’interno questo sistema universale. Se siete esseri umani, avete tutti questo sistema dentro di voi. Ora, quando vi dico questo, non dovete accettare neppure me, perché in Sahaja Yoga c’è piena libertà.

Se non volete accettarlo, va bene, ma non rifiutatelo. Dovete accettare questa ipotesi come scienziati. Una volta accettata l’ipotesi, continuate con essa, verificate per conto vostro, se ricevete la vostra realizzazione poi valutate da soli, proseguite e valutate. Ora, come ha detto lui, la gente qui sostiene che si dovrebbe ricevere la shakti da chiunque, da qualsiasi persona: è un altro mercato di guru, lo capite?

Ho visto gente mettersi a contare quanti soldi può spendere per la ricerca.

Allora calcolano: “Ora, per andare da X si deve pagare duecento, da lui costa cento…. Ora, quanti soldi ho in banca, come li faccio quadrare, da quante persone posso andare?”.

L’idea è quante cose si possono comprare al mercato con quel po’ di denaro, è tutto… si siedono e lo pianificano. Vedete, questo non è Dio.

Ma con me saranno persi, perché non potete comprarmi. Non potete, né potete comprare Lui. Quindi che fare ora, in quale categoria rientro? In nessuna, non trovo nessuna collocazione secondo i loro schemi, perché dovrei ricavarne dei soldi.

Ed è un comportamento così strano e ridicolo verso la religione, che ero esterrefatta quando ho cominciato a vedere la gente qui; insomma, sono venuta qui, è vero, ma mi sono rifiutata di tornare per nove anni.

Ho detto: “Adesso questa gente pensa soltanto ai dollari, dollari, dollari: quando penserà a Dio?”.

Quanti soldi vi ha fatto pagare Cristo? Voi lo avete venduto per trenta rupie. Voi lo avete venduto. Ma Lui, si è forse fatto pagare? Visse come il figlio di un falegname. Aveva solo due tuniche da indossare. Viveva con quello, ma era il re. Questo perché a persone così non interessa niente, vedete, inoltre niente le può tentare.

Per persone così va tutto bene. (Per quanto Mi riguarda) se mi fate dormire sulla terra va bene, se mi fate dormire in un palazzo va bene. Persone così, che sono dei re, sono al di sopra di tutte queste cose. Non potete allettarle con niente.

E Cristo è Colui che avete avuto dinanzi a voi. Cristo venne su questa terra prima di me. Vi ha detto che quello che è importante è il vostro Spirito. Prendetevi cura del vostro Spirito.

E voi avete innalzato le vostre chiese, avete eretto tutti questi edifici e tutti questi posti: ma dov’è lo Spirito? Lo Spirito è assente. Dobbiamo prestare attenzione al nostro Spirito.

Egli lo disse in molti modi: “Dovete rinascere”. Ha detto: “Mettetemi nel vostro cuore”. Disse tutto ciò che era possibile dire in quella lingua a quei pescatori. Di sicuro loro hanno riportato onestamente tutto questo, ma non tutto ciò che Lui disse. Anche perché Egli visse lì soltanto per tre, quattro anni, e poi fu crocifisso. Insomma, immaginate la stupidità della gente per crocifiggere Cristo. Posso dirvi che se oggi venisse in America potreste crocifiggerlo.

Perché? Perché chiunque curi la gente in questo paese è perseguito! L’aspetto giuridico da voi è notevolmente sviluppato, (però) non conoscete le leggi di Dio, non conoscete il funzionamento di queste leggi Divine.

Dimentichiamoci dunque di questo: voi siete tutti ricercatori, siete persone speciali, siete dei prescelti, siete uomini di Dio. Non siete uomini del mondo. Accettate la vostra posizione. Abbiate autostima. Non siete persone che inseguiranno il denaro e che giudicheranno Dio attraverso i soldi o attraverso le posizioni (sociali) o altro.

Ad esempio, queste persone (sahaja yogi) andarono ad incontrare addetti dei media, i quali furono impressionati soltanto dalla posizione di mio marito, immaginate! Ma voi siete diversi.

Voi siete i ricercatori, siete i ricercatori della verità, e la verità non si può comprare. Vi dico questo perché sento che la gente ha bisogno di una sferzata su questo punto. È qualcosa che non si può comprare, non si può seguire un corso, non si può pretendere. Deve funzionare, è un avvenimento, è un avvenimento vivente, è un processo vivente, di un Dio vivente.

Quante volte Cristo ha pronunciato questa parola “vivente”? Ciò che è vivente è qui; (mentre) andando da qualsiasi altra persona potete ottenere una quantità di spiriti. Pagando non comprerete niente altro che spiriti, e la vostra pazzia. Pagando denaro potete diventare epilettici, potete subire attacchi cardiaci, potete sviluppare tumori del sangue ed anche altri orribili malattie che ho visto contrarre a causa di questi orribili individui, cosiddetti Shakti-Pat (individui che trasferiscono energie, ndt).

Si deve sapere che una volta diventati lo Spirito diventate meravigliosi. La vostra salute deve migliorare, ogni cosa deve migliorare.

Dunque oggi siamo qui: vi ho fatto un’introduzione sui chakra poiché così capirete per quale motivo la vostra salute migliora, perché deve esserci un miglioramento della salute quando la Kundalini sale.

Ora, proprio all’inizio, vi dirò una cosa molto importante che non dovrebbe assolutamente scioccarvi, ma di cui dovreste sapere che è un fatto. Questo qui, il primo centro, è chiamato Muladhara chakra. Ora, la parola Muladhara significa… Mula vuol dire radice. Adhara significa supporto. Dunque, questo è il supporto della radice. La radice è questa, la Kundalini, e questo è il supporto della Kundalini. E questo è il chakra che è conferito da una deità chiamata Shri Ganesha, che è la personificazione dell’innocenza. È la stessa deità nata a questo stadio (indica l’Agnya) come Cristo.

Ora, si dovrebbe sapere che questo chakra, a livello fisico, controlla il plesso pelvico. Non so quanti di voi qui siano medici. Ma il plesso pelvico ha anche dei sottoplessi, che sono quattro e controllano tutte le nostre funzioni escretorie ed il sesso.

Ora, se osservate con chiarezza, esso è posto sotto la Kundalini. Perché è l’innocenza. L’innocenza è posta nel fango dell’escrezione, perché Egli è innocente. Un bambino non comprende il sesso, non è vero? Egli è il Bambino eterno. Ganesha è l’eterno Fanciullo.

Cristo è innocenza eterna. Non capisce il sesso e nemmeno può sposare nessuno; tutte queste idee di Cristo sposato, insomma, come si può sposare un bambino piccolo?

Egli non sviluppa l’ego e il superego, come fanno gli esseri umani. Ed è per questo la testa del Bambino è quella di un elefante: perché l’elefante è un animale molto, molto saggio e c’è una storia al riguardo, che però vi racconterò più avanti.

Per mostrarlo, la personalità che conferisce, o possiamo dire il Re che è insediato sul trono qui (indica il Muladhara sul grafico), è un bambino, il Suo ego e superego non si incontrano. Non ha la coscienza dell’io. Questo è il significato.

Egli risiede in questo centro, ma ciò mostra molto chiaramente una cosa: che il sesso non ha niente a che fare con la vostra realizzazione.

La Kundalini ne è al di sopra.

Questo centro informa soltanto che davanti a voi c’è qualcuno autorizzato a fare il lavoro, o che emana, che detiene quella autorità, ed è così che la Kundalini sale.

È esattamente come il germogliare di un seme. Proprio come il germogliare di un seme. Si può dire che questo sia il germoglio del seme che si solleva; ma l’informazione che c’è qualcuno che è un’autorità, un’autorità Divina, proviene da qui (Muladhara, ndt).

Autorità è un termine decisamente molto aggressivo, (mentre) l’autorità Divina è molto amorevole; e in presenza di una persona così la Kundalini sale subito. È così che ha luogo il risveglio della Kundalini. Dunque la cosa principale che dobbiamo sapere è che il sesso non svolge nessun ruolo nel risveglio della Kundalini.

Le persone vanno ad imparare il comportamento sessuale dagli animali: ora, avete forse intenzione di diventare animali? Che bisogno c’è di apprendere il sesso, non lo capisco proprio! La conoscenza esiste già, in India nessuno parla di sesso come fate voi, e mettiamo al mondo molti più figli di quanto facciate voi!

(Risate).

C’è anche un’altra ragione, come vi dicevo ieri: nessun bambino vuol nascere in un paese occidentale, perché vengono uccisi, maltrattati, torturati; ma in India una persona può avere anche dodici figli, ama i bambini.

Questa può essere un’altra ragione per cui ci capita questo, ma uno dei motivi è che le persone conoscono piuttosto bene il sesso. Inoltre non hanno figli che voi chiamate illegittimi. Ci sono pochissimi figli illegittimi in India! Pochissimi divorziano. Insomma, vivono felicemente!

Con tutte le aspettative che avete sviluppato riguardo al vostro matrimonio, ciò che avete è gente divorziata, figli che soffrono, che finiscono in orfanotrofio, ed anche gli anziani finiscono in case di riposo.

Si sposano dieci mariti o dieci mogli e loro (figli, anziani, ndt) finiscono nelle case di accoglienza. Non c’è nessun sistema familiare, niente. Dunque, occorre capire che il sesso è posto qui (Muladhara) e deve essere rispettato nella sua funzione, e come funzione privata, che deve essere essere appositamente santificata dalla collettività (nel senso che deve essere espletato all’interno del matrimonio, che è stato approvato ed accettato dalla collettività, ndt).

Per esempio, la collettività non ha ammesso alcun tipo di evacuazione: non si è autorizzati ad andare a fare qualcosa di questo genere per la strada. (Se lo faceste) sareste arrestati, non è forse così? Dunque, se fate qualsiasi cosa non autorizzata perché pensate di avete la libertà di farla, sarete sicuramente arrestati e finirete nei guai.

E possiamo vedere anche in natura che, se fate tutte queste cose, sviluppate malattie orribili. Stavo guardando le statistiche che riguardano i nudisti americani, e mi sono meravigliata che il 65% dei giovani dai 25 ai 40 anni abbiano un qualche tipo di brutta malattia intima.

Pensate che cosa scottante. Se guardate le statistiche, o soffrono di impotenza, o soffrono di qualche orribile malattia, considerata incurabile, di origine sessuale.

Se la vostra cosiddetta liberazione, ossia la licenziosità, fosse stata una buona cosa, la natura sarebbe stata più benevola con voi. Ma non lo è!

A parte ogni altra cosa, abbiamo Cristo dinanzi a noi. Vediamo, cosa ha da dire Cristo? Egli ha affermato: “È stato detto di non commettere adulterio. Ma io dico: non avrai occhi adulteri”. Notate che affermazione potente. Infatti Egli è qui, vicino agli occhi. Non riguarda solo l’adulterio, ma addirittura gli occhi.

E qui si vede che la gente ha occhi che vagano da tutte le parti, come… Dio solo sa cosa accadrà loro. Devono guardare ogni donna che passa, ogni donna deve guardare ogni uomo che passa. Non so cosa stiano facendo, sprecando la loro attenzione. Egli l’ha detto così chiaramente; (ma) anche quando sono seduti in chiesa, quando cercano di adorare Cristo, non fanno altro che flirtare.

Non abbiamo rispetto per noi stessi? Il primo aspetto della purificazione comincia qui (indica il Muladhara chakra sullo schema, ndt) La prima purificazione comincia qui. Affrontiamolo.

Ovviamente sarete purificati quando la Kundalini salirà. Ma devo dirvi che, quando questo centro si blocca, la Kundalini viene risucchiata giù. La si deve alzare ancora e ancora, ancora e ancora, ancora e ancora, per stabilizzare la realizzazione.

Potete diventare molto aridi, esageratamente orientati al sesso, può esserci qualsiasi perversione, o potete essere perversi in qualsiasi modo. Io non capisco proprio: l’uomo diventa donna, la donna diventa uomo, questa e quest’altra possessione – assurdità di ogni genere – un cane diventa un uomo e… insomma, non riesco proprio a capire perché diventiate matti con…

… E qui e là, dappertutto, insomma, non capisco proprio, ne sono rimasta davvero scioccata; non avevo mai saputo che a questo mondo esistessero cose del genere, che gli esseri umani fossero arrivati a questo limite di assurdità.

Sono stati scritti libri al riguardo. Ho incontrato due signore a Basilea, molto vicino al confine tedesco. Queste due signore venute da me erano orrende, assolutamente orrende. Ce n’era una che davanti a me tremava e accadeva loro di tutto.

Io domandai loro: “Che cosa fate?”. “Oh, vede, noi siamo molto qualificate”. Ed io: “In che modo?”. “Abbiamo messo in pratica tutti i metodi sofisticati di Freud”. Chiesi: “Davvero? Adesso l’avete superato o cosa?”. Non sono riuscita a dar loro la realizzazione! Insomma, a causa della serietà con cui avete preso Freud, Cristo è completamente offuscato (e svanito) dalla vostra famiglia.

Cristo è ridotto soltanto ad una croce da portare al collo, e basta. Solo quello, niente di più. Ma il messaggio di Cristo non è la croce, è la resurrezione! Voi dovete risorgere, Egli ebbe la Sua resurrezione per provare che voi potete essere fatti risorgere.

Ma come faremo a risorgere quando ci siamo abbandonati talmente a questa assurdità? Tuttavia devo dirvi, devo confessare che la grazia di Dio adesso ha riversato tutta la sua benevolenza. Davvero, vi assicuro che ogni cosa è davvero perdonata. Tutti i peccati e le empietà e tutto il resto sono perdonati e voi ottenete davvero la vostra realizzazione. Ho visto individui descritti come i peggiori, i peggiori, i peggiori in assoluto, ricevere la loro realizzazione e, in tal modo, ottenere la loro trasformazione e trasmutazione.

È sorprendente come funzioni. E deve funzionare! Perché la creazione deve essere salvata. È Lui a preoccuparsi per la propria creazione più di noi.

Dunque il primo chakra, di cui vi ho parlato, ha quattro petali, in sanscrito li chiamiamo petali.

E questi petali hanno quattro sottoplessi di cui prendersi cura.

Ora, passando alla Kundalini, essa ha tre spire e mezzo. La Kundalini è posta lì (indica l’osso sacro sul grafico) in tre spire e mezzo. Le tre spire e mezzo hanno un significato speciale ed è un calcolo matematico, tre e mezzo è un calcolo matematico, e se vi capita di leggere uno dei miei (libri, ndt)… mi pare che nell’Avvento non so se sia stato trattato o no, ma è un calcolo matematico che ha sette… – di fatto, se guardate lì, crea sette chakra: (Shri Mataji indica la Kundalini sul grafico dei chakra e conta i giri tracciati dalla Kundalini dal basso verso l’alto del disegno) se tirate, se tracciate una linea dritta in verticale (dal basso verso l’alto della rappresentazione in tre spire e mezzo della Kundalini, ndt) se ne contano uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto.

E questo è anche il principio usato nei nostri orologi automatici: la molla che usiamo è una spirale di tre spire e mezzo. È un coefficiente matematico che funziona.

Ora, questa Kundalini è posta nell’osso sacro, chiamato sacrum: questo significa che i greci sapevano che era un osso sacro. E si dice che, quando il corpo viene cremato, quest’osso non bruci. Esso rimane. A meno che non vi cada sopra un terribile acido (corrosivo) o qualcosa del genere, non brucia.

Ed è un osso sacro. Ora. Insomma, se devo parlare della Kundalini, posso… devo averne parlato almeno per ore. Ma adesso faremo una specie di introduzione a tutti questi chakra, va bene? E più avanti riceverete le mie registrazioni dall’Inghilterra, e potrete ascoltarle e capire da soli come questa Kundalini sia un registratore dentro di noi. Essa registra tutto. E possiede tutte le informazioni su ciò che avete fatto, su dove siete stati. Non appena la Kundalini sale, ottenete le informazioni sulle dita, le anime realizzate ottengono le informazioni sulle dita. Lei dà le informazioni: “Questa persona è bloccata in questo punto, l’altra è bloccata in quel punto, questo è il problema (mostra il pollice della mano sinistra) e questo va corretto (mostra il pollice della mano destra)”. Ho visto persone – ne sarete stupiti – con la Kundalini così ferita, con così tanti buchi, che tenta di salire, sapete, ed è assolutamente disperata. Ondeggia da una parte e dall’altra, ma non riesce a salire e ricade giù afflosciata, chiedendo aiuto. Se questo chakra (forse il Muladhara, ndt) è bloccato, o se questo è bloccato (indica il Muladhar, area dell’osso sacro, ndt), vedrete una forte pulsazione in quella zona, insomma, vedrete una terribile pulsazione. Proprio come (il battito di) un cuore, potete vederlo con i vostri…

Ma se questo chakra (indica lo Swadishthana sul grafico dei chakra, ndt) si blocca, specialmente sul lato sinistro, l’aspetto sinistro indica che una persona è posseduta. Qualcuno non autorizzato ha messo in lui qualche possessione.

Una persona così ha soprattutto una pulsazione molto forte in quest’area (osso sacro, ndt). Potete vedere questa pulsazione molto chiaramente nelle persone che hanno un blocco, il cui Swadishthan chakra è bloccato dalla parte sinistra; e più è vicino, peggio è.

Comincia a pulsare in quanto (la Kundalini, ndt) cerca di spingersi, vuole uscire da questa barriera, e per questo compie uno sforzo molto intenso per uscire. Ma non ci riesce. E allora ricade giù, poi ci riprova. E ho visto che se non purificate questo chakra, non sale.

Ora, quando giungete a questo chakra (Nabhi, ndt), che come abbiamo detto è il secondo… perché l’abbiamo detto? Perché è connesso con questo (Swadishthan) come il gambo di un loto, diciamo. Ora, questo è il chakra della nostra ricerca. È il centro dell’ombelico, chiamato Nabhi chakra. Questo centro è responsabile della nostra evoluzione, fino ad ora. Per esempio, noi siamo pervenuti dall’ameba a questo stadio grazie al potere di questo centro.

E questo centro è occupato dalla figura del Padre, colui che chiamiamo Narayana. Lakshmi Narayana. Egli è l’aspetto paterno di Dio. Ora, si può affermare che esiste un solo Dio. Sì, esiste un solo Dio. Non v’è dubbio, c’è un solo Dio; non ci sono tanti Dei. Però Dio, che è uno, ha molti aspetti. Come voi che potete essere al tempo stesso un medico, un marito, un padre, un figlio. Non potete dire di essere un uomo con un unico aspetto.

Insomma, Dio non è come la Rocca di Gibilterra, che non possiede nessun altro aspetto; anzi, persino la Rocca di Gibilterra, se andate a studiarla, è formata da diverse cellule.

Dio possiede dunque diversi aspetti e, in questi aspetti differenti, agisce in maniera diversa. Esiste un unico Dio che fa tutto, ma i Suoi aspetti sono diversi.

Ora, il primo aspetto di Dio è il Suo desiderio di voler creare. Questo desiderio è rappresentato da questo Suo potere (indica il canale sinistro sul grafico dei chakra, ndt).

L’altro aspetto di Dio, attraverso il quale Egli desidera… (si corregge:) crea, agisce è qui. Egli agisce e crea. Egli su questo lato (destro) è il Creatore.

Ora, quello centrale è l’aspetto di Dio Padre, Colui che cerca di far evolvere e che migliora  la propria immagine nei riflettori che ha creato.

Queste sono le tre funzioni e i tre aspetti di Dio. Ora, questo qui è l’aspetto dello Spirito (nel cuore di sinistra, ndt), diciamo, perché è quello in cui lo Spirito esiste ininterrottamente, è immutabile, è eterno e non si incarna. Nel senso che quell’aspetto, che è l’aspetto del testimone, non si incarna. Questo è Dio Onnipotente, possiamo dire, che è chiamato Sadashiva in sanscrito. Questo aspetto di Dio non si incarna.

Non si incarna mai. Ma il Suo potere è l’Adi Shakti, è la Madre primordiale, è l’Energia Primordiale, la Shakti Primordiale, è Colei che crea ogni cosa.

Lei prima crea il lato sinistro, poi il lato destro e infine la parte centrale. Questi sono i tre poteri di questa Energia Primordiale.

E poi pone questa Kundalini laggiù, e quando diventate esseri umani essa si risveglia e vi rende consapevoli di questa Energia Onnipervadente, che è il soffio fresco che cominciate a sentire.

Il testimone risiede dunque nel cuore, e il testimone è lo Spirito. Egli è Sat-Chit-Ananda, ossia verità, attenzione e gioia.

Quando ottenete la realizzazione, la vostra attenzione diventa illuminata. La vostra attenzione diventa illuminata. Come?

Posso dirvi che qui c’è qualcuno che è uno dei primi sahaja yogi che abbiamo avuto. Quando ricevette la realizzazione mi chiese: “Madre, mio padre non mi ha telefonato in tutti questi giorni… (non chiaro a causa della cattiva qualità dell’audio)…come sta”. Io risposi: “Tu puoi percepire quello che gli sta accadendo”. Egli mise solo le mani così (non udibile a causa della cattiva qualità dell’audio) e sentì un bruciore qui. (Shri Mataji indica l’area nella mano destra appena sotto le dita, ndt) Questi sono i centri relativi al padre.

Spiegai: “Questo (indice destro, ndt) significa che ha qualcosa che non va alla gola, forse ha la bronchite, di un tipo serio”, infatti il dito bruciava. Lui telefonò in Scozia e gli rispose sua madre, la quale gli disse, usando le stesse parole, la stessa frase, che (il padre) era affetto da una bronchite molto seria.

Potete anche curarlo stando qui seduti. Potete, perché siete illuminati, la vostra attenzione è illuminata.

Illuminazione non significa una luce solo ordinaria.

Illuminazione significa che quando siete illuminati dalla luce Divina, nel vero senso della parola, non da questa (luce) artificiale, la vostra attenzione comincia ad agire. Comincia a funzionare. Inizia a cooperare, a coordinare, è una telecomunicazione e tutto il resto.

Oltre a questo, essa ama. E voi dovete diventare questa Energia Onnipervadente. In realtà non lo sappiamo, non ne siamo consapevoli; non sappiamo che c’è questa energia onnipotente intorno a noi, che questo potere Onnipervadente ci circonda, non ne siete affatto consapevoli. È come se dicessi che è in corso una rappresentazione musicale o teatrale: non mi crederete finché non avrò acceso la televisione. Allora direte: “Oh, sì, c’è”. Allo stesso modo, finché non siete connessi alla centrale di energia, non potete sentire questa energia onnipervadente. Ed è questa la Verità. Il resto è solo falsità. È falso. È questa l’unica Verità ed è il potere Onnipervadente.

Ogni cosa che l’Energia Onnipervadente vi riferisce è la verità. Per esempio, quando l’avete, se domandate: “Esiste Dio?”, riceverete un flusso fortissimo sulle mani. Ma se fate una domanda riguardo ad una persona orribile che non è un guru ma un impostore, immediatamente le vibrazioni si fermeranno. Non solo: a volte, soltanto facendo la domanda, potrebbe verificarsi un bruciore, potrebbero persino venirvi le vesciche.

È così sorprendente, è così semplice che, una volta che vi ci tuffiate dentro, l’energia Onnipervadente comincia ad emanare attraverso di voi e voi diventate il veicolo e il maestro di quell’energia. Potete manovrarla in qualsiasi modo volete, potete sapere… Ora, ad esempio, questo signore ha una problema di lato sinistro: come lo so? Ho potuto sentirlo dentro di me.

Ebbene, se rivolgete la mano sinistra verso una persona che sia un’anima realizzata o qualcuno dotato di questo potere, e rivolgete la mano destra verso l’esterno (verso terra, ndt), tutto si purificherà – lei non sta forse meglio ora? – vi sentirete molto meglio, il problema se ne andrà.

Deve andarsene, perché la connessione è stabilita: ora l’energia fluisce all’interno (Shri Mataji fa il gesto dell’energia che entra attraverso la mano sinistra, ndt), e semplicemente… proprio come l’elettricità che fluisce all’esterno (ossia le impurità fluiscono fuori attraverso la mano destra, ndt).

È così semplice! È così semplice; a voi questa elettricità appare molto semplice perché i vostri avi ci hanno lavorato e l’hanno resa disponibile. Per voi si tratta soltanto di premere un interruttore. Ma quante vite sono state perse per questo.

Che meccanismo esiste, che organizzazione c’è, c’è tutto. Ma per voi si tratta solo di accendere la luce, tutto qui, fine. È così semplice.

In apparenza può sembrare semplice, ma c’è una organizzazione straordinaria che fa funzionare tutto.

Pensate, questi centri si sono formati dentro di noi con la nostra evoluzione. Questo è il centro di quando eravamo solo carbonio, allo stadio di carbonio (Muladhara, ndt). Inoltre, il carbonio è tetravalente ed anche questo (Muladhara chakra) è tetravalente. Finché eravamo carbonio… se osservate la sua posizione, il carbonio è proprio un elemento chiave, un elemento cruciale tra tutti gli elementi; infatti, soltanto quando è comparso il carbonio ha iniziato a manifestarsi la vita.

Ed è così che qui siamo dunque allo stadio di carbonio (Shri Mataji indica il Muladhara sul grafico dei chakra). Dopodiché siamo diventati esseri umani (indica il Nabhi sullo schema dei chakra, ndt): intendo dire che è iniziata la vita, e in questo punto cominciamo a svilupparci.

Ora, questo si è sviluppato in sette fasi. Diciamo che ci siamo sviluppati sicuramente in dieci fasi, otto delle quali ci hanno portato al livello umano (Shri Mataji indica il chakra del cuore centrale sullo schema dei chakra, ndt)

Ora come vi ho detto, questo è il centro della creatività (inizia indicando lo Swadishthana e poi passa alla circonferenza del Void, ndt): significa che esso crea tutte le stelle ed ogni cosa dentro di noi, crea tutte le galassie e tutte queste cose dentro di noi, ed è anche preposto alla cura della nostra psiche sul lato sinistro e della creatività sul lato destro.

Se, diciamo, c’è con noi, viene da noi un artista, sentirete il suo Swadishthana destro – questo è lo Swadishthana (pollice destro, ndt) che potete vedere anche qui (indica la posizione sul grafico dei chakra, ndt) – immediatamente scoprirete che è un artista. Scoprirete subito che vi sta dando vibrazioni calde su questa parte (pollice destro, ndt); significa che è un artista, o magari lo ha usato troppo, come un oratore o uno scrittore e così via. Chi ha usato troppo il suo potere creativo del lato destro, vi provoca questa sensazione (mostra il pollice destro, ndt).

(Mentre) chi ha usato la psiche sul lato sinistro, chi ha manipolato la psiche, sapete, uno psicologo, chi è psicologo, chi studia psicologia… Intendo dire che la psicologia non può essere studiata da persone che non siano anime realizzate. Non dovrebbero.

Non sanno quanto vengano danneggiate avendo a che fare con la psiche degli altri. Non sanno come proteggere se stesse.

Un medico può allacciarsi qualcosa per proteggersi (fa il gesto di legarsi una mascherina sulla bocca, ndt) dalle infezioni, ma uno psicologo non si rende conto di quanto venga danneggiato.

Anche se si vive con un matto, o se si va in un manicomio, si prendono blocchi da quelle persone. È così che il vostro lato sinistro si blocca e scoprite che comincia a lavorare in maniera tale che sviluppate tutti i problemi di lato sinistro. I problemi di lato sinistro sono la depressione, l’epilessia e portano a tutti i tipi di pressioni moderne, come le chiamano, quali senso di colpa, insicurezza, suicidio, magari pazzia – tutte queste cose provengono dal lato sinistro – e infine il cancro. Il cancro è causato da un problema di lato sinistro e non di lato destro.

In realtà, se come reazione del lato destro siete troppo attivi… siete iperattivi, pensate in continuazione, infatti questo centro svolge un altro lavoro molto importante: converte, trasforma il vostro grasso in cellule ad uso del vostro cervello, che le utilizza per pensare.

Pertanto, esso entra intensamente in azione quando cominciate a pianificare. Insomma, ho visto che qui la gente pianifica troppo, finché non dice “tutto sistemato”. Vedete, si comincia a pianificare al momento di uscire di casa. Non c’è bisogno di pianificare, non capisco che bisogno ci sia di programmare fino a quel punto.

Insomma, se state camminando per strada, non c’è affatto bisogno di pianificare niente! Dovete agire al momento. Se, ad esempio, devo prenotare un biglietto, va fatto oggi.

Allora a che serve programmarlo? “Prenoterò il giorno otto”. Che bisogno c’è di dirlo in anticipo? Insomma, quando arriverà il giorno otto prenoterete. Invece si va avanti così e alla fine tutti i piani falliscono (ride), ogni cosa fallisce. Se per esempio andate in un posto che non conoscete e dite: “Bene, andremo a destra”, ma a destra magari non c’è nessuna strada, cadrete forse nel fosso perché avete pianificato in anticipo di svoltare a destra? (Risate, Shri Mataji ride).

Vedete, dovete lasciare un’apertura! E lo stesso vale per la Kundalini perché, quando sale, è come una macchina che si è avviata e avanza, avanza, avanza. Supponiamo che si sia fermata lì (indica il Nabhi sullo schema dei chakra, ndt) e qualcuno vi dia un mantra per questo (indica l’Agnya sullo schema dei chakra, ndt): lo rovinerete come è già rovinato quello (Nabhi). Allora avrete un problema doppio, perché direte il mantra con questo (tocca il Vishuddhi, ndt). Ovviamente, qualsiasi mantra diciate, rovinerete questo in ogni caso (tocca il Vishuddhi, ndt).

Oltre a questo, non avete connessione, niente, non siete ancora un’anima realizzata e dite il nome di qualcuno così (alla leggera, ndt). Per esempio, il mantra di Rama. Rama è qui (indica il cuore destro sullo schema dei chakra, ndt). Molti dicono il mantra di Rama ed hanno problemi a questo (chakra), a livello fisico possono sviluppare l’asma.

“Ah, dico il mantra a Rama eppure ho l’asma” (Shri Mataji dice l’ultima frase parlando con affanno come chi ha l’asma, risate del pubblico, ndt). Cos’altro (ci si può aspettare? Ndt). Insomma, lo avrete per forza. Se avete l’asma vi chiederò: “Avete detto il mantra di Rama in India?”.

Le due cose vanno assolutamente di pari passo perché Rama risiede qui. Capito? Ora, se si deve dire il Suo nome, si dovrebbe seguire un certo protocollo. Qual è la vostra autorità? Perché dite il nome di Rama? Supponiamo che io mi metta a ripetere il nome del vostro Presidente, che vada a casa sua e cominci a gridare: “Oh Presidente, Presidente”, che mi metta a gridare il suo nome, qualunque esso sia: verrò arrestata o no?

Oppure, forse, nel momento in cui gridate il nome di Rama, un servitore morto di nome Rama, pensando magari di essere chiamato, potrebbe arrivare ed entrare dentro di voi.

Per lo più avviene questo, perché non avete alcuna connessione con (Shri) Rama stesso.

Non avete nessuna connessione con Shri Rama. Allora, qualcuno di nome Rama che lavorava nella vostra casa ed è morto, o qualcuno del genere che magari si aggira da qualche parte nell’atmosfera, uno qualsiasi di questi intriganti può entrare dentro di voi, e voi potete venire posseduti e sviluppare questo asma.

Questo disturbo di lato destro è molto comune nella gente che soffre di questo problema. E questo problema vi viene perché tendete ad essere molto individualisti. Per esempio, se siete sposati e non volete creare buone relazioni…

Potete chiedergli di scendere? Sta distraendo tutti. Va bene? Potete dirgli di venire domani, dopodomani presso la nostra sede, dove lo curerò. Va bene? Può anche sedersi laggiù. D’accordo? Lo curerò domani. Oppure proverò dopo il programma.

Si sta muovendo, la cosa si sta muovendo dentro di lui, vedete, di qua e di là e occorre affrontarla. Ce ne sono così tanti qui, ne ho visti così tanti, ho incontrato gente molto strana per strada, persone molto strane.

Ce ne sono così tanti, insomma, non so quale sia la percentuale di pazzi in questo paese, schizofrenici e individui di ogni genere; insomma, non si può dire. Guardate, ogni tre persone in cui mi sono imbattuta, una ha qualcosa di strano che le frulla per la testa.

Ho detto: “Che cos’è tutto ciò? Questo è il paese maggiormente invaso da queste forze negative”. E, se sarete distrutti, lo sarete dall’interno, non dall’esterno.

Non sarete distrutti dall’esterno.

Credetemi. Sarete distrutti dall’interno.

E potete vedere ciò che sta accadendo, sono all’opera forze distruttive di ogni tipo.

E la cosa peggiore di tutte sono questi orribili guru che sono arrivati dall’India. Voi avete invaso l’India. Gli inglesi attuarono una invasione politica, voi avete attuato la vostra aggressione monetaria nei confronti dell’India. Così adesso tutta questa gente orribile vi aggredisce sul piano mentale, e voi non ne siete coscienti. È un’invasione mentale nei vostri confronti, un’invasione mentale molto sottile di cui non riuscite a rendervi conto; siete resi schiavi, così come noi siamo stati schiavizzati da voi per il denaro.

Vedete, in merito al grano, se mandavano del grano di orribile qualità in India, gli americani dicevano: “Oh, siamo stati molto generosi”. E il grano era così orribile che non potevamo mangiarlo. L’abbiamo buttato nei campi, immaginate, l’abbiamo gettato per terra e sono cresciute quelle orribili specie di piante che voi chiamate acacie. Non riusciamo a distruggerle. E poi, sapete, un’altra specie di erba che abbiamo chiamato erba del Congresso – l’abbiamo chiamata erba del Congresso perché è arrivata dall’America – è cresciuta dappertutto ed ha soffocato tutte le colture ed ogni cosa.

E noi non capivamo per quale motivo foste così “generosi” con noi da mandarci tutte queste cose. In qualche modo poi quest’erba fu distrutta, ma questa orribile acacia sta ancora infestando tutti i villaggi in India, la gente ha problemi terribili, sono piante velenose e, se vi colpiscono, vi uccidono. E i bambini ci giocano intorno, è molto pericoloso.

Insomma, se volevano inviare del grano, avrebbero dovuto agire con maggiore generosità di quanto hanno fatto.

È così che siete diventati decisamente molto impopolari in tutto il mondo. Voi, ogni volta che provate ad aiutare qualcuno, pensate: “Oh,  stiamo facendo troppo”. Mentre l’India vi ha aiutato in così tanti modi. In primo luogo vi ha aiutato quando avete avuto le guerre: noi abbiamo mandato truppe indiane e via dicendo dappertutto, non abbiamo mai cercato di dimostrare niente del genere.

Vedete, è sorprendente come queste nazioni sviluppate siano così orientate all’ego: così piene di ego, insomma, hanno fatto così tante cose che non riesco a capire come gli esseri umani non temano Dio e la Sua collera che può abbattersi su di noi.

Abbiamo oppresso tutti i popoli già oppressi, abbiamo provato a schiacciarli completamente.

Adesso è il momento che voi, nati in questo paese, che siete nati come persone speciali…

Voi siete molto, molto speciali; in America abbiamo il massimo numero di pazzi, non lo immaginereste. Sta a voi elevarvi al di sopra di tutte queste cose assurde e superarle, e unire i vostri sforzi per risolvere i problemi di queste cose terrene che hanno realmente oppresso l’intero universo.

Ed io dipendo davvero moltissimo da voi.

Sono venuta qui nove anni fa, ma ho scoperto che l’aggressività ribolle ancora interiormente, non riescono a capire le cose; ed è così che questi guru se ne approfittano. Se ne sono approfittati, sono arrivati qui: “Bene, avete i soldi? Lusingheremo il vostro ego, potete comprarci”.

Hanno lusingato il vostro ego, voi avete pensato di poterli pagare e li avete pagati: ma cosa avete ottenuto? Nient’altro che tutte queste cose orribili da cui è molto difficile uscire.

Oltre a questo, molti potrebbero aver perso l’opportunità di ricevere la realizzazione del Sé. Voi siete persone tanto speciali da essere nate, da nascere in questo paese con uno scopo molto, molto speciale. Infatti vi ho detto che voi siete nati in questo punto (indica il Vishuddhi sulla mappa dei chakra, ndt), ed esso rappresenta l’America.

Che posto! Insomma, avete avuto grandi personalità come Abraham Lincoln, avete avuto grandi personaggi come lui – che uomo era! Avete dimenticato completamente lui, i suoi ideali e le sue qualità. Insomma, che uomo è Abraham Lincoln. Se ho letto di qualcuno all’inizio, era proprio Abraham Lincoln, e ho pensato: “Guarda (che personalità)”. Era un’anima realizzata!

(Ma) i suoi ideali e tutto il resto sono svaniti. Adesso sta a voi ristabilirli. Dovete farlo voi, per il motivo per il quale Dio ha creato questa America, questo chakra del Vishuddhi. Ed esso inizia da qui (indica il Nabhi sul grafico dei chakra, ndt) e ascendete fino a lì (Vishuddhi).

La connessione è che questa ricerca (indica il Nabhi sul grafico dei chakra, ndt) si sviluppa (indica il Void sul grafico dei chakra, ndt) e lì ci sono dieci princìpi descritti come i Dieci Comandamenti, diciamo, o abbiamo dieci Sutra, in sanscrito sono chiamati dieci Sutra.

Gandhiji ne aggiunse un altro, dicendo che avremmo dovuto usare solo prodotti indiani, non stranieri, altrimenti ci avrebbero dominato. Dunque ne aggiunse uno in più, ekadasha (undici, ndt). Però sono dieci, si trovano qui e sono descritti come i Dieci Comandamenti nella Bibbia.

E questi sono i dieci Maestri primordiali (tocca il Void sul grafico dei chakra) che nacquero su questa terra. Diciamo che si può partire da Socrate, poi possiamo pensare ad altri: in India ci fu Dattatreya, è… Dattatreya è l’essenza. Egli nacque come Socrate. Nacque come Lao-Tse, come Abramo, Mosè.

Nacque come… fino ai più recenti quali Maometto, Nanaka. L’ultimo è Sai Nath di Shirdi. Egli rappresenta, tutti loro rappresentano questo principio della religione del Maestro Primordiale.

Religione significa ciò che ci sostiene. Questi dieci (Maestri, princìpi, ndt) sono il nostro sostegno, possiamo dire le nostre valenze, la nostra qualità. Come quest’oro ha la qualità di essere inossidabile, allo stesso modo gli esseri umani hanno in sé queste dieci qualità.

Un cane non sa cosa siano verità e menzogna. Un cane non sa cosa siano violenza e non violenza. Sono gli esseri umani che conoscono queste dieci cose, ed esse sono le qualità, le dieci qualità che sono sostenute dal Maestro Primordiale Dattatreya, il quale ha avuto dieci incarnazioni fondamentali su questa terra; però ci sono tanti upa-guru, come li chiamano, i guru successivi, che sono anch’essi anime realizzate.

Ora. Al tempo di Cristo, Giovanni Battista era un vero battista (colui che battezza, ndt); non era un falso battista, era un’anima realizzata. Oggigiorno chiunque è un battista, senza esserlo veramente. Voi dovete essere dei veri battista: soltanto quando siete anime realizzate siete veri battista, non prima.

E questa cosa speciale (indica il Void sul grafico, ndt) chiamata il Maestro Primordiale, è anche dentro di voi. Potete diventare i vostri propri guru. Il vostro Principio del Guru deve essere risvegliato. Se la Kundalini risveglia il vostro principio del Guru, diventate il Guru.

Dovete diventare il vostro stesso Guru. Sul lato sinistro c’è l’insicurezza (che induce a pensare) di non poter essere Guru. Sul lato destro c’è l’arroganza.

Ed è per questo che a volte ci assoggettiamo ad altri, dicendo “Tu sei il mio guru” (sul lato sinistro, ndt). Mentre qui siamo arroganti (sul lato destro, ndt): quando vediamo un vero Guru lo neghiamo. Dunque questi due lati devono essere compresi, e una volta che li fate funzionare…

Per esempio, questo signore che era qui ha un (problema di) lato sinistro. È la sua insicurezza. [Prego, entra. Eh? Va bene. Dio ti benedica. Va bene.]

Dunque il lato sinistro è quello che vi procura insicurezza e vi assoggettate ad altri guru. E potete notarlo nella parte sinistra del vostro Void, questo è il Void (indica il Void sulla mano sinistra, ndt). Potete sentire sul lato sinistro del Void una sensazione di bruciore. E questo è il segno che siete stati da qualche guru sbagliato, che non è un’anima realizzata, che è un tipo sbagliato di persona. Potete capire immediatamente se una persona è stata da un guru vero o falso.

Se si è stati da un vero guru, si riceve la realizzazione in un attimo, si è pronti per essa. Lui non vi danneggia i chakra, per niente. Non vi inculca false idee e voi siete pronti; ma ha fatto un grande lavoro per stabilizzare questa parte (Void, ndt) nel vostro stomaco.

È per questo che Mosè, Abramo, tutti loro hanno parlato di alcolismo, di queste cose, perché l’alcool danneggia il fegato.

Cristo non lo fece.

Egli nacque in quel momento storico (indica l’Agnya sul grafico, ndt), dunque parlò degli occhi.

Parlò della realizzazione. Parlò del cancello, della Porta. E per questo ha detto che dovete ottenere la vostra resurrezione. Dunque, i diversi aspetti sono arrivati in epoche diverse. E questi aspetti del Maestro Primordiale come Mosè, diciamo, Abramo ed altre personalità dello stesso tipo, vennero per stabilire l’equilibrio e il dharma in noi.

Qui (sul grafico) non sono mostrati due altri chakra sussidiari. Uno è il chakra del sole (indica l’aspetto del Nabhi sul canale destro) e l’altro è quello della luna (indica l’aspetto del Nabhi sul canale sinistro).

Questa è la linea della luna (canale sinistro) e questa è la linea del sole (canale destro). Ora, penso che avrebbero dovuto mostrare qui questo centro (indica il punto corrispondente al Nabhi sul canale destro, ndt), il quale significa che, quando siete sulla linea del sole, diventate di lato destro.

Di lato destro significa che siete proiettati maggiormente verso il futuro, pensate troppo o mettete troppa attenzione al vostro (essere) fisico e non al vostro Spirito, non al vostro aspetto emotivo. Ora, quando vi mettete a praticare l’ascetismo ed ogni assurdità del genere, per cui diventate ascetici e rinunciate a questo, quello, quell’altro – in realtà rinunciate soltanto al vostro cervello – diventate magri, cominciate a spostarvi così (indica uno spostamento dal canale centrale al lato destro del Void) e sviluppate un fegato orribile. Vedete? Questo fegato può estendersi fin qui (indica il Void dalla parte destra fino al suo limite estremo).

Ora, il fegato è uno degli organi davvero molto speciali che abbiamo in noi. Intendo dire che non ci si rende conto di avere un fegato in cattive condizioni finché non si contrae la cirrosi. A quel punto diranno: “Ora, è giunta la fine, ti aspetta il tuo funerale”. È così.

Il fegato è così, continua a peggiorare, peggiorare e peggiorare, finché non ve ne accorgete. Ma in Sahaja Yoga saprete immediatamente se avete un problema di fegato. E saprete anche come curarlo.

Il fegato è anche responsabile della nostra attenzione, che è così importante. Se il vostro fegato non è a posto, la vostra attenzione sarà orribile, vi sentirete sempre malati, frustrati, amareggiati, non vi piacerà questo, non vi piacerà quello; sarete sempre infastiditi e non saprete perché fate così anche se non volete, e vi domanderete perché lo fate. Dunque è di questo che occorre prendersi cura.

Ma quando pensate troppo, come vi ho detto, questo centro dello Swadishthana, che è conferito da Brahmadeva, che è il Creatore, lavora troppo e non ha tempo di occuparsi degli altri organi quali il fegato, il pancreas, la milza, i reni e l’utero. Pertanto questi organi sono completamente trascurati, ed è per questo che chi pensa troppo sviluppa sempre il diabete. In Sahaja Yoga il diabete è curabile. L’emiplegia e tutte queste malattie, l’anemia e via dicendo hanno la stessa causa. Tali persone possono diventare molto aride, davvero molto aride perché il loro lato sinistro va completamente fuori uso, dorme. Diventano prive di emozioni. Ho conosciuto persone che sono venute a dirmi: “Madre, ormai non ho emozioni, sono diventato un grande santo, non ho emozioni”. Ma chi ve lo ha detto? Insomma, un santo ha tali emozioni che non potete immaginare. Ha tali sentimenti! Intendo dire che se qualcuno dice di essere un santo e di non avere emozioni, gettatelo in mare.

È un buono a nulla. Una persona che non abbia emozioni non è un essere umano. È peggio di un animale.

E se vedete un santo, la differenza è solo questa: che se voi soffrite, cominciate a piangere e a diventare emotivi. Mentre un santo è l’opposto. Quando vede gli altri soffrire, si colma completamente di compassione.

Quando vede altri nei guai, quando vede altri affogare, la compassione comincia a fluire dai suoi occhi e voi potete vedere la compassione da quegli occhi. Gli stessi occhi (che possono essere) terrificanti, diventano assolutamente così compassionevoli che vi sorprende quanto amore ne scorra. E al tempo stesso può prendere in mano un bastone e colpire; al tempo stesso può essere molto adirato con quegli individui che cercano di distruggere i santi. Può essere estremamente collerico e può essere molto, molto, molto, molto dinamico.

Può essere qualsiasi cosa, ma usa tutto con un’unico obiettivo: salvare i santi e farli diventare lo Spirito. La sua unica preoccupazione è come farli diventare lo Spirito, e come salvarli a questo scopo.

Per questo, qualsiasi cosa debba fare… A volte può comportarsi come una tigre e lanciarsi sulle persone che provano a nuocere o a danneggiare i cuccioli della tigre.

Oppure può diventare molto mite, molto mite: non so se abbiate mai visto un coccodrillo fare il bagno ai suoi cuccioli. I suoi occhi diventano davvero dolcissimi, immaginate. È così.

E in una persona che è santa e che diventa un’anima realizzata, si inizia a vedere quell’amore che sente per gli altri, non per se stessa. Non si preoccupa (di cose materiali ecc.)! Le comodità non hanno importanza, dove si siede, di cosa ha bisogno, “Devo avere questo cibo”: tutte queste insensatezze non le vengono mai in mente. Ciò che conta è: “Oh Dio, cosa sta succedendo a queste persone? Questi sono i miei figli! Sono ricercatori, sono santi, ricercano da migliaia di anni. Come posso salvarli?”.

Invece le persone aride finiscono con subire attacchi di cuore, e un’altra cosa è la paralisi. Insomma, non dovreste mai provare solidarietà per chi ha problemi di cuore.

Dite loro di essere più amorevoli, di passare del tempo con la moglie, di trascorrere del tempo con i figli. Vedete, per lo più queste persone indaffarate sono quelle al timone degli affari, che pensano che senza di loro tutto il mondo affonderebbe.

In realtà (il mondo) potrebbe affondare a causa loro; questo non lo so. Questi individui così indaffarati, vedete, che non hanno tempo da perdere con la famiglia ed innalzano la bandiera di qualcosa considerato importante, hanno sempre attacchi di cuore e muoiono. Se non gli sparano, subiscono attacchi di cuore e muoiono. Possono anche diventare epilettici, ma non è una epilessia vera e propria; sembra epilessia, mentre è una specie di cedimento di questa parte della testa che è su questo lato, quello dell’ego. E una persona può paralizzarsi o diventare completamente priva di qualsiasi sensazione nel corpo.

Questi individui, finché non muoiono, sono molto vigili, il loro cervello è molto vigile, nonostante abbiano usato il loro cervello. In realtà la natura è molto equilibrata: hanno usato il loro cervello, soltanto grazie ad esso hanno ottenuto tutto ciò che volevano; ma, mentre il loro cervello è vigile, il loro cuore va fuori uso, e si instaura l’equilibrio.

Se invece avete usato troppo il vostro cuore, il lato sinistro, piangendo e lamentandovi troppo e così via, in quel caso, invece del cuore, è il vostro cervello a smettere di funzionare. L’equilibrio è stabilito.

È sorprendente, hanno detto che negli ospedali psichiatrici è inutile avere un cardiografo.

Non ce n’è bisogno perché non serve.

Il loro (dei ricoverati) cuore è perfetto. Ma dato che usano il cuore tutto il tempo, il cervello va fuori uso. E si diventa senza cervello o rimbambiti, non so come diventi la gente, cose di ogni genere.

Si deve dunque capire che l’equilibrio è determinato da questa posizione (indica il sentiero centrale al livello di Void-Nabhi), ed è per questo che Buddha ha detto: “Mantenetevi nel centro. Non andate agli estremi”. Quando si va agli estremi, ci si sposta verso la periferia (indica la periferia del Void).

Supponiamo che siate dei pensatori, che pianifichiate tutto, siate meticolosi e quant’altro: siete allontanati dal sentiero (indica lo spostamento dal centro del Void-Nabhi alla periferia del Void sul lato destro, ndt).

Ora, l’aspetto estremo di questo potrebbe creare in voi uno spirito del sopra-conscio molto pieno di ego. Possiamo citare il sig. Hitler. Hitler non era altro che una persona che viveva nel sopraconscio collettivo (Shri Mataji indica un’area parallela al lato destro ma ancora più lontana dal centro, ndt). E affascinò la gente mediante la sua coscienza collettiva… (Shri Mataji si corregge:) il suo sopraconscio collettivo.

Quel che fece fu vantarsi e dire cose insensate. Se leggete i suoi discorsi vi meraviglierete che abbia detto: “Noi siamo tedeschi, siamo una razza speciale, siamo questo e quello e dovremmo sterminare tutta questa gente”. E gli hanno creduto! Fu una possessione, una possessione collettiva. Insomma, se adesso parlate a quei tedeschi – ho letto alcuni articoli scritti da loro – non riescono proprio a capire, hanno detto: “Eravamo giovani, studiavamo, eravamo studenti, eravamo bravissime persone,  quando improvvisamente ci è piombato addosso tutto questo e lui ci ha fatto credere di essere una specie di martiri, e noi l’abbiamo accettato”.

Egli creò nella loro testa questa grande cosa religiosa, un’idea fanatica, e loro l’accettarono. Questo è il caso estremo del fanatismo. Tutti i fanatici sono su questo lato. Tutti loro sono su questo lato. Ogni fanatismo che affronto.

Statene alla larga. Sono dei grattacapi, dei seccatori, dei seccatori che intontiscono. Non potete proprio parlarci. Tutti i fanatici del mondo, se fossero solo dei seccatori andrebbe bene, ma si spingono molto oltre. Ora, se ci pensate, c’è Khomeini che è un buon esempio di fanatismo.

E sono contenta che gli americani abbiano avuto poca esperienza di questi fanatici. Tutti i fanatici catturano tutta questa gente.

Questi cosiddetti Luterani e i cosiddetti Pentecostali non sono altro che tutta gente posseduta: soprattutto i Pentecostali sono posseduti, non riuscite ad accorgervene? Sono reclusi, inutili, stanno sprecando se stessi. Tutti gli spiritisti e individui del genere; potrebbero essere di lato destro o di lato sinistro.

L’LSD vi porta sul lato destro, infatti cominciate a vedere luci e tutte queste allucinazioni che sono del sopraconscio.

Le persone di lato sinistro piangono e si lamentano in continuazione, sono insicure, subdole, intriganti, sono sul lato sinistro.

Ma anche se vi spostate troppo su questo lato potete essere posseduti. Potete essere posseduti molto gravemente e questo spostamento è molto doloroso. È doloroso per la persona, perché subisce le loro aggressioni.

Se invece avete questo tipo di movimento sul lato destro, siete voi che aggredite gli altri. Infatti questo avviene con l’ego, e quest’altro (sul lato sinistro, ndt) viene attuato con il superego.

Dunque, chi ha problemi di lato sinistro si trova meglio in società perché crea problemi a se stesso, ha bisogno delle sue cure e non è un problema (per gli altri, ndt).

Mentre chi è pieno di ego è un tale problema che non vede, non sente il dolore degli altri e provoca dolore agli altri. Parla in una maniera tale da ferire, ha un pessimo Vishuddhi destro; ed ogni cosa che fa, tutta l’aggressività, ogni guerra e tutte queste caratteristiche sono tipiche di una persona di lato destro.

E un uomo del genere diventa molto affermato, come Hitler, ma alla fine trova la sua rovina e nessuno rispetta una persona così.

In seguito, nella Storia, tutto parla delle cose losche che faceva, delle cose subdole che combinava o delle malvagità che ha commesso, di quante persone ha ucciso, di ciò che ha fatto; nella Storia emerge tutto e lui viene esposto alla luce della Storia. Allora si inizia a vedere che di quest’uomo, considerato di successo, (la gente dice): “Oh Dio, non ne vogliamo sapere (Shri Mataji si tappa le orecchie, ndt)”.

Un sahaja yogi francese è venuto a dirmi: “Madre, per favore mi dica se sono stato Napoleone. (Anzi) se lo sono stato, per favore non me lo dica, perché ne morirei”. Ho chiesto il perché, e lui: “Sento che sono davvero egoista, dopo la realizzazione vedo che il mio ego è così (grande, ndt) che barcollo; inoltre so disegnare molto bene e lui (Napoleone) soleva disegnare. Quindi, se sono stato Napoleone non me lo dica, se lo ero non me lo dica, o mi suiciderò davvero”. E in Francia definire qualcuno un Napoleone è un insulto. Potete immaginare: Napoleone il Grande viene usato come un insulto.

Dunque occorre capire che chi ha tanto ego è troppo disciplinato, potrebbe essere simile ad un militare, potrebbe non bere, non fumare, vedete, può camminare diritto come un palo. Ma è vecchio.

L’altro (tipo di lato sinistro, ndt) potrebbe abbandonarsi a vizi di ogni genere e bere troppo, tutti gli alcolizzati che trovate sono sul lato sinistro. I poveretti iniziano con poco e, una volta iniziato con poco, sono spinti verso questo estremo e vengono catturati.

In realtà gli alcolizzati non sono loro a bere, c’è qualche spirito in loro che beve. La volta scorsa incontrai una signora di Cuba, era una donna minuta, piccola e magra, e suo marito venne a dirmi che lei poteva scolarsi una bottiglia di whisky liscio! Io esclamai: “Questa piccola donna, come fa?”. E lui: “Eppure lo fa!”. Lo chiesi a lei, che mi rispose: “Sì Madre, lo faccio”. Le feci un bandhan e notai un’orribile, grossa entità dentro di lei. Orribile, alta, una persona molto robusta. Lei mi disse: “Madre, l’ha visto?”. Io risposi: “Sì, l’ho visto”. E lei: “È lui che beve, e incolpano me”. Anche lei poteva vederlo.

Chi è sul lato sinistro può vedere gli spiriti ed altre cose che penetrano, ed hanno ogni tipo di percezioni extrasensoriali, intuizioni e via dicendo; è un piccolo spostamento da questa parte.

Ed anche chi è di di lato destro può avere anche queste intuizioni riguardo a cosa fare domani, come farlo, ciò che accadrà, hanno intuizioni di ogni tipo. Alcuni fanno fotografie di questi entità. Un signore mi ha mostrato alcune fotografie di una organizzazione in (…).

Una signora mi ha mostrato che faceva tutte le fotografie di tutti gli orribili re d’Inghilterra; come morti, con i loro volti… era sorprendente!

Era sorprendente. Ed ora, grazie a Dio, quella organizzazione non sta ricevendo più alcuna informazione, ma era una cosa orribile; e se tenete queste fotografie in casa vostra anche voi ricevete cattive vibrazioni, potreste essere posseduti dai loro spiriti.

Sulla BBC l’altro giorno abbiamo visto un filmato in cui un uomo era posseduto dallo spirito di Van Gogh. Spero lo conosciate, Van Gogh è un pittore che dipinge in una riga molteplici colori, così, vedete? E questo tizio faceva – intendo dire che l’abbiamo proprio visto con i nostri occhi – dipingeva proprio come Van Gogh. E ha detto: “È Van Gogh a farmi questo”.

Tutte queste cose accadono quando siete sul lato sinistro, o magari sul lato destro, per alcuni artisti può essere sul lato destro. Ma questo, su quale lato siete posseduti, potete scoprirlo solo con le vibrazioni.

Adesso vi ho detto perché dobbiamo avere il dharma, perché dobbiamo avere i Dieci Comandamenti, perché dovremmo attenerci al nostro sostegno (dharma, ndt) in modo da mantenerci nel sentiero centrale della Sushumna, questo sentiero centrale della nostra evoluzione, senza deviare troppo verso questo lato (destro) o l’altro (sinistro).

È questo il motivo per cui abbiamo dovuto avere le religioni. Ma tutte le religioni sono diventate fanatiche. La gente è fanatica, quindi buona a nulla, inutile. Anzi, hanno creato così tante sette e tanti conflitti proprio incomprensibili.

Ora, queste grandi incarnazioni venute su questa terra, sono tutte venute come un unico aspetto. Cristo ha detto: “Chi non è contro di me è con me”.

Chi non è contro di Lui?

Vedete, non gli avete permesso neppure di parlare! Ha dovuto combattere per ogni giorno della Sua vita! Avete fatto lo stesso a Maometto, avete fatto lo stesso a tutti i santi venuti su questa terra. Non è solo Cristo, guardate la vita di Socrate. Guardate la vita di chiunque sia stato così. Abbiamo avuto Sai Nath in India, sarà morto solo cento anni fa, solo cent’anni fa. Ma se guardate la Sua vita, è stata una lotta! Nessuno lo ascoltava.

Qui almeno ci sono alcune persone ad ascoltarmi, ma Sai Nath ebbe solo tre o quattro discepoli, è tutto.

Questo è un segno che io devo essere una vera Maestra, perché averne troppi significa che sono tutti ipnotizzati; e migliaia, cinquantamila persone sono sedute lì e qualcuno spara del colore rosso con un cannone, e loro fanno: “Ah!”, come matti.

È forse questa la realizzazione di Dio? È questa la spiritualità? Non dovete essere dei matti. Dovete essere consapevoli e particolarmente vigili. Diventate davvero consapevoli, ovvero illuminati, la vostra consapevolezza deve essere illuminata, dovete diventare così.

Non essere simili a pecore, andare in ogni posto, lasciarvi trascinare ovunque – no, non è questo. Dunque dobbiamo risvegliarci.

Dobbiamo illuminarci e capire la nostra responsabilità. E dobbiamo renderci conto che siamo santi, che siamo venuti qui per diventare lo Spirito; e la responsabilità è davvero grande per le persone (sahaja yogi, ndt) in America. I santi americani hanno la responsabilità più grande, anche se Sahaja Yoga è prosperato moltissimo in Australia. È davvero sorprendente. Li avete condannati come criminali, sono andati laggiù, hanno avuto figli, nipoti; e loro hanno molto meno ego, molta più saggezza, e quello è il centro del Muladhara. È il primo centro. L’Australia è il primo centro. E la gente è così saggia da non credere.

Insomma, quando andai lì non c’era nemmeno un posto libero, c’erano migliaia di persone, i media sono stati molto assennati e saggi. Intendo dire che ci sono sette città e in tutte e sette ci sono centri di Sahaja Yoga. Sono saggi proprio come gli abitanti dei villaggi in India. Sono saggi quanto gli abitanti dei villaggi in India. E non so cosa dire: coloro che dovrebbero avere la completa saggezza, qui (indica il Vishuddhi chakra sul grafico, ndt), in questo punto, che dovrebbero essere i testimoni, essere i sedici… potete vedere qui (indica il Vishuddhi chakra sul grafico, ndt) sedici sotto-plessi, dei quali parlerò la prossima volta poiché vi ho parlato di questo centro di Rama; e poi, domani, vi parlerò di tutti questi centri ed anche di quelli superiori.

Molte grazie.

Che Dio vi benedica.

Ora, se avete domande, fatemele.

 Warren: Avete domande?

Shri Mataji: Ora. Bene. Adesso posso togliere questi aggeggi fissati addosso? (Il microfono fissato su di Lei, ndt) Vediamo un po’. È seccante, sai?

Warren: Sì, una specialità americana.

(Shri Mataji dice ridendo: “Sto imparando alcune parole! Ora rivolgetemi le domande”. Warren dice a qualcuno:”Sì, si alzi e parli a voce alta”. Un ricercatore fa una domanda).

Ricercatore: Perché alcune persone tendono maggiormente al lato sinistro ed altre al lato destro?

Shri Mataji: Che cosa?

Warren (ripete): Perché alcuni tendono maggiormente al lato sinistro ed altri tendono maggiormente al lato destro?

Ricercatore: Ed alcuni anche nel centro?

Warren (ripete): Ed alcuni nel centro?

Ricercatore: Esiste una legge karmica, o…?

Warren (ripete): Chiede se c’è una legge karmica.

Shri Mataji: C’è il fatto, sa, che noi siamo fatti di tre guna. E vi sono permutazioni e combinazioni di queste tre guna.

Va bene? E coloro che sono tamo guni, che hanno più desideri, sono più emotivi, sono sul lato sinistro. Coloro che sono ambiziosi, sono sul lato destro. E coloro che sono più saggi sono nel centro. Dunque è un temperamento con cui nascete. Deriva da molte ragioni.

È il contesto, è ciò da cui provenite, inoltre qual è stata la vostra istruzione, com’erano i vostri genitori. Insomma, tante cose che formano la personalità.

E queste tre guna, tamo, rajo e sattwa, queste tre qualità in noi, elaborano le permutazioni e combinazioni di tutti.

Ed è per questo che abbiamo diverse tipologie di persone. E in base al loro tipo si spostano su un lato o su un altro.

Va bene? Magari vi parlerò anche di questo, di tamo guna, rajo guna e sattwa guna, se ne avrò il tempo.

(Una signora fa una domanda… “… mediante il riequilibrio dei lati…”)

Shri Mataji: Cosa dice?

Warren (ripete): Può aiutare le persone malate di mente, equilibrando questi due lati?

Shri Mataji: Certamente! Le ho aiutate. E dovete aiutarle.

Ricercatrice: Sì. Sono schizofrenica, per questo lo chiedo.

Warren: Schizofrenia?

Shri Mataji: Certamente. Senza dubbio. Ma spero che gli americani non mi mettano in carcere perché salvo queste persone (risate). Mio marito mi ha detto: “Non toccare nessuno, altrimenti finirai in carcere”. Certo che posso (curare le persone affette da malattie mentali, ndt), non ci sono dubbi.

Ricercatrice: Potrei imparare?

Shri Mataji: Come?

Warren: Può imparare?

Ricercatrice: Potrei imparare?

Warren: Può imparare?

Shri Mataji: Sì, sì, perché no? Puoi. Ma prima di tutto, guarisci tu. Devi essere molto più forte. Devi imparare tutti i modi e metodi. Poi potrai, certo, perché no?

Anche la mia fotografia lo fa (Shri Mataji ride).

Vedete, non dovete preoccuparvi, potete usare la mia fotografia. Se non mi arrestano per la fotografia, va bene (risate). Mi hanno detto che si deve essere un avvocato per vivere in questo paese, non so cosa sia (risate).

 Warren: Sì?

Shri Mataji: Sì?

Ricercatore: Lei ha avuto un maestro?

Warren (ripete): Ha avuto un maestro?

(Risate, Shri Mataji sorride)

Shri Mataji: No.

Ricercatore: No?

[Shri Mataji scuote la testa].

(Si sente qualcuno mormorare una frase del tipo: “Lei non ha avuto nessun maestro…” e continua a mormorare)

Warren: Qualche altra domanda?

Shri Mataji: Sono nata così. Sono antica. Antica (risate, Shri Mataji ride).

(L’uomo nel pubblico continua a mormorare)

Warren: Le dispiace non disturbare, per favore.

Shri Mataji: Ad alta voce. Qualsiasi cosa dite, ditela ad alta voce.

Warren: Per favore, non disturbi. Se ha una domanda, la formuli chiaramente, ma non disturbi.

Shri Mataji: Cosa ha detto?

Warren: Sta borbottando.

Shri Mataji: No, no, no. Ripeta quello che ha detto a voce alta.

(La persona continua a parlare a voce bassa)

Warren: No, no, è…

Shri Mataji: Cosa? Perché?

Yogi: È ubriaco.

Warren: È ubriaco, Madre.

Shri Mataji: Davvero?

Warren: Hm. Altre domande? Sì.

Un ricercatore: Quando sarete tutti ripartiti, noi potremo continuare (Sahaja Yoga) a New York?

Warren (ripete): Quando Lei sarà ripartita, a New York loro potranno ancora continuare e imparare a crescere?

Shri Mataji: Sì. Vedete, abbiamo qualcuno – Hermann non è venuto oggi, non so, dov’è andato, Hermann?

(Warren: “Oggi lavora”.)

Oggi lavora. Lui ha offerto casa sua per Sahaja Yoga. In realtà, vedete, abbiamo portato qui persone da Londra, che non hanno case qui, inoltre lui è australiano.

Ma Hermann ha detto che, per cominciare, può offrire la sua casa per l’uso di Sahaja Yoga, vedete, perché non prendiamo soldi e dovete organizzarvi.

Poi abbiamo qui Christine che è una sahaja yogini di vecchissima data, e può occuparsene.

Abbiamo anche alcune altre persone, che potrebbero andare e venire da Philadelphia, inoltre voi potreste esserci; e anch’io tornerò se mi chiamate. Forse il prossimo anno. Possiamo anche andare tutti in India.

Andremo in India… quando? (Warren: “In…” Shri Mataji: “Come?” Warren: “… Dicembre”)

A dicembre. Se voi volete venire, possiamo portarvi anche in India, a dicembre; e avremo un programma di circa… quanti giorni?

Warren: Circa quarantacinque, cinquanta giorni.

Shri Mataji: Circa quarantacinque, cinquanta giorni, passeremo dai villaggi e tutto questo, così vi mischierete ad altre persone ed imparerete Sahaja Yoga; è un ottimo modo per imparare Sahaja Yoga, vedete, per imparare a dare la realizzazione ed assorbire le cose, è un ottimo metodo.

Se volete potete accompagnarci e sarà alquanto economico per voi. Dovrete solo pagare per il cibo e per il viaggio, tutto qui, inoltre il cibo sarà organizzato in maniera molto economica; e possiamo organizzare ottimo cibo.

L’ultima volta hanno pagato tre sterline al giorno e questa volta pagheranno quattro sterline al giorno. E si può fare tutto quanto, andremo in diversi villaggi, staremo là e organizzeremo tutto. Non sarà un’iniziativa tesa a fare soldi o altro: è una cosa mediante la quale andate in posti più semplici ad imparare Sahaja Yoga.

È meglio, perché qui, vedete, questo posto è molto tranquillo, lo sento, diversamente a New York avete questo orribile sistema di segnalazione e tutti questi suoni, e l’atmosfera è ovunque piena di suoni strani, è orribile.

Warren: Madre, molte persone hanno chiesto informazioni sulle pratiche, su come imparare le pratiche di Sahaja Yoga, le varie cose che possono praticare, che devono fare. E penso che dovrebbero tutti sapere di unirsi al gruppo dopo che Madre sarà ripartita, e impareranno tutte queste cose. Anch’io volevo sapere come fare appena ho preso la mia realizzazione; a volte si è un po’ troppo ansiosi di sapere…

Shri Mataji: Ma, per prima cosa, potete insegnare loro come dare protezione alla loro aura. Questo signore mi ha detto che la sua aura è stata disturbata, è vero, l’aura viene disturbata.

Dunque acquisite per prima cosa un metodo per proteggere le vostre aure e per alzarvi la Kundalini. Questo metodo ve lo insegnerò oggi. Va bene? Dopo la realizzazione. Cos’altro?

Warren: Sì.

(Un ricercatore fa una domanda: “Quando Lei ha parlato di salvare la creazione… (Indistinto)… intende che la creazione è perduta?”)

Warren: La creazione? (Il ricercatore: “Lei ha parlato di salvare la creazione”.) Sì, ho sentito la prima parte. Lei intende… (Il ricercatore: “Che la creazione è perduta, oppure…” – indistinto). (Warren ripete a Shri Mataji:) Lei ha parlato di salvare la creazione. Lui chiede se Lei considera che la creazione sia perduta.

Shri Mataji: Forse, forse potrebbe perduta. Non è ancora persa ma potrebbe esserlo. Vedete, la creazione, l’epitome della creazione siete voi, sono gli esseri umani. Chiaro? Se voi non sarete salvati, la creazione è persa. Voi dovete essere salvati. E Dio deve salvarla, si tratta della Sua creazione. Voi siete la Sua creazione. E Lui deve salvarla.

(A Warren:) Insomma, come ha fatto ad entrare un ubriaco?

Warren (ad un ricercatore): Sì.

(Un ricercatore fa una domanda)

Warren: Ripeta.

Ricercatore: Lei considera la creazione come qualcosa di separato da Dio? Oppure essa è anche Dio, o che cos’è?

(Warren ripete) Lei considera la creazione separata da Dio? Oppure è anche Dio, o che cos’è?

Shri Mataji (ridendo): Sì. Vedete, questo è un tema che devo affrontare, va bene?

Cos’è la creazione, cos’è Dio, come Lui vi ha creato, come siamo diventati esseri umani, è un argomento vasto. E prima o poi deve essere trattato, e deve esservi riferita ogni cosa al riguardo, ma non posso rispondere in cinque minuti. Però lo farò, è una buona domanda e dovreste avere la risposta. Ma prima di conoscere tutte queste cose e i dettagli, è meglio che otteniate la vostra luce. Una volta ottenuta la luce, gradualmente comincerete a capire. Va bene?

Warren: Sì?

Ricercatore: Qual è il significato di Sahaja Yoga?

Shri Mataji: Sahaja: Saha significa ‘con’, ja significa ‘nato’; è nato con voi, spontaneo.

Sahaja significa spontaneo. Tutto ciò che è vivente è spontaneo. Vedete, ogni cosa che accade spontaneamente… noi neppure capiamo la parola ‘spontaneo’. Significa un’espressione viva, vivente; una manifestazione vivente è spontanea, Sahaja. Nata con voi. Ma oggi Sahaja è passato al livello chiamato Maha-Yoga. Significa che è diventato di massa. Funziona a livello di massa. Prima funzionava con una, due persone, vedete – così come un fiore diventa un frutto, agli inizi di un albero.

Ma oggi la situazione è tale che migliaia possono ottenere la realizzazione. È Maha-Yoga. Sahaja Yoga è maturato in Maha-Yoga.

Maha significa grande.

(A lato a Warren) Spero che (Arneau) sia tornato, spero non faccia niente ad Arneau.

Warren: No, il custode è fuori.

Shri Mataji: Come?

Warren: Il custode è fuori.

Shri Mataji: E dov’è Arneau? È tornato?

Warren: Arneau è tornato, sì.

Shri Mataji: Ah. Ma non trattate con questa gente, sapete. Gli ubriachi non so che razza di persone siano.

Warren: Qualche altra domanda?

Shri Mataji: Meglio chiedere al custode. Non trattate con loro. Come sai che è un ubriaco?

Warren: Dal suo comportamento (Shri Mataji dice qualcosa che sembra: “Capisco”). Il suo brontolio e… (Shri Mataji dice qualcosa che sembra: “Oh, capisco”) – se ne poteva sentire l’odore.

Shri Mataji: Anche da qui? (Risate)

Warren: Sì, tremendo. (Risate) Qualche altra domanda?

Shri Mataji: Forza, vieni.

Warren: Ora sta parlando con il custode.

Shri Mataji: Ah.

Warren: Sì. (Un ricercatore chiede: “Come si collocano sale e zucchero?”. Warren ripete:) Dove si inseriscono il sale e lo zucchero?

Shri Mataji: (Ride) Nello stomaco! (Risate) Nel Void. Cristo ha detto: “Voi siete il sale”, capite? Voi siete il sale. Il lato sinistro (Shri Mataji si alza in piedi, probabilmente per avvicinarsi al grafico dei chakra).

 

[Fine della registrazione video]


[1] Di solito, per “ciò che è creato dalla terra e il cielo” si intendono gli swayambhu, forme scaturite spontaneamente dalla terra ed elementi della natura i quali hanno vibrazioni e, pertanto, possono essere adorati. Invece, quando si parla di “riproduzioni di ciò che è creato dalla terra e il cielo”, si intendono riproduzioni umane di questi swayambhu e quindi praticamente idoli fatti da esseri umani, i quali, a meno che non siano stati creati da anime realizzate, sono spesso portatori di cattive vibrazioni e quindi da non venerare.

[2] Traduzione letterale dal francese: “Nostra Signora”.

[3] Ficus benghalensis.

[4] La calotta cranica è formata da sei ossa piatte (una frontale, una occipitale, due parietali e due temporali). Le linee di giunzione tra di esse sono dette suture del cranio e nei neonati sono costituite da tessuto fibroso non ancora ossificato e sono quindi flessibili. Pertanto, in ciascuno dei sei punti in cui tali linee si incontrano, sono presenti delle “zone molli” chiamate “fontanelle”.