Programma Pubblico

(Italia)

Feedback
Share

S H R I  M A T A J I  N I R M A L A  D E V I

 Programma Pubblico

Roma, 29 Aprile 1982


Mi inchino a tutti i ricercatori della verità. Nei due giorni scorsi vi ho parlato delle diverse energie che scorrono dentro di noi, ed anche dei centri sottili che si manifestano nei centri esterni, tranne due. Oggi vi parlerò dei restanti due centri e di cosa fare dopo la realizzazione. Come sapete, oggi è l’ultimo giorno, domani dovrò partire, ma la prossima volta sono sicura che verrò per una settimana intera per incontrarvi ancora tutti.

Questo centro qui è il centro del cuore; è chiamato centro del cuore, oppure in sanscrito viene detto Anahat chakra, Anahat chakra. Questo è un centro molto importante, perché fino all’età di dodici anni l’osso dello sterno, che è posto davanti al cuore, produce gli anticorpi, che sono come un altro senso. Questi anticorpi circolano poi in tutto il corpo proteggendoci da qualsiasi invasione esterna. Questo è il centro che informa gli anticorpi dell’invasione e di come combatterla. Questo centro è affidato alla deità Aditi, la Madre del Mondo. È la Madre di tutti i ricercatori e di tutti i santi e i profeti, e protegge tutti i ricercatori che sono ingannati o fuorviati dai falsi guru. Inoltre, lei protegge i ricercatori quando cercano di ottenere la realizzazione ma qualche forza negativa cerca di abbatterli.

Questo centro è il centro della sicurezza. Così, prima di tutto, queste organizzazioni – che siano istituzioni religiose o falsi guru – tentano di infondere insicurezza in una persona: “Se non fai così, ti accadrà questo; se non fai così, ti accadrà quest’altro”. Così, per prima cosa la persona viene resa insicura. O potrebbero anche dire: “Questo è dovuto ai vostri karma, siete stati peccatori, siete stati così, dovete confessarvi, c’è qualcosa in voi che non va…” Tutto ciò crea in voi insicurezza.

Ora, se in una persona si sviluppa questa insicurezza, essa causa disturbi quali palpitazioni, paura, ansia, frustrazione, può causare forte irritazione, isteria, epilessia… può arrivare a qualsiasi punto. Quando una persona vede un segnale di pericolo, questo centro inizia a pulsare; con queste pulsazioni il cuore inizia a battere più veloce, e gli anticorpi vengono allertati per vedere quale sia il pericolo in arrivo.

Ma un ricercatore non dovrebbe mai dimenticare che ha una Madre molto potente, la Madre più potente in assoluto, la quale è capace di gestire situazioni di ogni genere, di qualsiasi tipo, per amore dei suoi figli. Se in una persona si instaura questa sicurezza, non teme nessuna avversità o attacco.

Questo centro è molto attivo anche a livello  materiale. Se ad esempio, una donna ama il proprio marito e ripone la propria sicurezza nel marito, ma scopre che costui è un dongiovanni o ha una relazione con un’altra donna, se la sua sicurezza è sfidata, lei può sviluppare una malattia chiamata cancro al seno, perché è il centro della madre. Esso è molto, molto potente in una donna, ma quando le donne dimenticano le proprie potenzialità, possono far indebolire molto questo centro.

La potenzialità della donna è la maternità; non lo spreco delle proprie energie facendo cose assolutamente infantili e meschine. Non dovrebbero rinunciare così facilmente alla castità, al senso di castità, perché poi non avranno più forza nel loro cuore centro, e quindi potranno facilmente essere soggette a problemi.

Proprio oggi qualcuno mi ha chiesto: “Madre, che cosa pensa se le donne vogliono lavorare come gli uomini, e qual è la necessità di lavorare in quel modo?” In effetti, nei Paesi ricchi non c’è alcun bisogno che le donne lavorino, cioè che guadagnino denaro. Che lavoriate o no, avete denaro, ma la cosa più importante è l’educazione dei figli. Anche gli uomini devono rendersi conto che se la donna non viene rispettata come donna di casa e come madre, subiranno le conseguenze fortemente negative di un sistema di questo tipo. La cosa più importante è infondere il senso di sicurezza nei vostri figli.

In Occidente, la gente fa molti regali ai bambini, molti giocattoli, e così li fa impazzire. Ho visto che quei ricercatori che vengono da me e che sono nati da madri simili, molto esigenti o molto crudeli, o che lavorano fuori e non prestano attenzione ai propri figli, hanno difficoltà ad ottenere la realizzazione. Persino l’organo del cuore, che racchiude lo Spirito, ha problemi, se in una persona non sono stabilizzati il senso materno, o la sicurezza materna. Ovviamente i bambini non devono essere viziati, ma devono sapere che la loro madre li ama. Questo lavoro non può essere pagato. Al giorno d’oggi è di vitale importanza prendervi cura dei vostri figli.

Ho visto come in America, che è un paese molto ricco, i ragazzi e le ragazze giovani siano simili a vagabondi, a teppisti, assolutamente privi di qualsiasi tipo di disciplina. Sono solo dei fannulloni, buoni a nulla, non potranno mai ricevere la realizzazione, si sono rovinati.

Se la casa sarà il luogo beato dell’amore, nessuno vorrà lasciarla. Dopo Sahaja Yoga, dopo la realizzazione, ho visto persone sistemarsi molto bene nella vita matrimoniale, ed avere figli bravissimi e disciplinati.

Tantissime cose stanno accadendo ora in questo mondo; intendo dire che siamo in una situazione così precaria che Dio solo sa in quale giorno potrebbe essere sganciata da qualche parte la bomba atomica, e noi potremmo esserne talmente danneggiati che tutta la sicurezza e tutto il resto saranno annientati una volta per tutte.

Così, qualsiasi cosa accada all’esterno, accade anche all’interno degli esseri umani. L’esterno è il riflesso dell’interno, e l’interiorità viene distrutta molto precocemente.

In Sahaja Yoga, quando la Kundalini sale e attraversa questo centro, infonde un senso di sicurezza grazie al quale una persona non aggredisce né indietreggia. Nella parte destra di questo centro c’è quello che noi chiamiamo cuore destro. Questo è il centro del padre e Shri Rama risiede in questo centro.

Ora, egli fu un benefattore ed un re benevolo (che vuole il bene del popolo, ndt). Chi non sia un buon padre, o chi non sia un buon figlio, sviluppa un problema in questo centro e il risultato è l’asma. Se un padre è preoccupato per il figlio o la figlia, può ammalarsi di asma. Si può contrarre anche se il proprio padre muore molto presto. Noi abbiamo curato l’asma di migliaia di persone; è dovuto semplicemente a qualche carenza riguardante l’aspetto del padre, lo spirito del padre.

Ora, visto che c’è poco tempo e molto di cui parlare, non vi parlerò degli altri chakra. Questo non è uno dei sette centri, ma è un sotto-centro situato tra l’Agnya e il Vishuddhi, chiamato Hamsa.

Significa che è il centro che dà equilibrio. È l’equilibrio dentro di voi. Se le energie del lato destro e del lato sinistro lavorano in equilibrio, allora questo centro si mantiene a posto. Se si è troppo spostati sul lato destro, questo centro si prosciuga; se, invece, si è troppo orientati al lato sinistro, si riempie di muco e si hanno problemi al volto, dolori al viso, in entrambi i casi.

Ora, l’Agnya chakra – che è situato a livello del chiasma ottico, nel punto in cui si incrociano i due nervi ottici – è un centro molto sottile che controlla le ghiandole pituitaria e pineale, di cui vi ho già parlato.

La pituitaria è la ghiandola principale dentro di noi, perché si prende cura dell’attivazione delle ghiandole endocrine; e la ghiandola pituitaria controlla anche il nostro ego. Così questo (il centro dell’Agnya, ndt) può controllare l’ego (attraverso la pituitaria, ndt) e il superego    attraverso la ghiandola pineale.

Quando Cristo, al quale è dedicato questo centro, viene risvegliato, assorbe queste due strutture simili a palloni, rimuovendo così tutti nostri condizionamenti e tutti i nostri karma, tutte le nostre azioni.

(Il chakra di) Cristo è quello che deve essere raggiunto e attraversato, altrimenti non potete ottenere la vostra realizzazione, non c’è alcun dubbio al riguardo; perché se Lui non risucchia l’ego e il superego, la porta che è questo Brahmarandra – vale a dire la zona dell’osso della fontanella – non si aprirà. E per farlo, dobbiamo far sì che la Kundalini raggiunga l’Agnya.

Il Padre Nostro è il mantra per aprire l’Agnya chakra. Tutto ciò che viene detto nel Padre Nostro è necessario per compiacere Cristo affinché sia risvegliato qui, ma questa preghiera non dovrebbe essere recitata da chi non sia un’anima realizzata, da chi non sia connesso con Dio; altrimenti non avrà significato, perché manca la connessione. Supponiamo che telefoniate senza che ci sia connessione tra due telefoni: che senso ha telefonare?

Allo stesso modo, tutte queste preghiere recitate a voce così alta, queste messinscene ed altro, hanno poco significato per Dio. L’idea che noi abbiamo di Dio è alquanto strana, perché pensiamo di essere già connessi con Lui e che qualsiasi cosa gli diciamo, Egli ci ascolti. Ma in realtà, il nostro modo di credere alle cose è così immaginario che se qualcuno vi dice che non è così, vi sentite feriti. Spero però che non vi sentirete feriti se vi dico la verità.

Per esempio, io non sono italiana, e se faccio domanda per un mutuo presso il vostro governo, non mi ascolteranno. Devo entrare nel regno d’Italia. Allo stesso modo, dovete entrare nel Regno di Dio e farne parte; ma quando le persone cominciano a dire bugie, per loro diventano verità. Se seguitate a ripetere la stessa cosa in continuazione, cominciate a pensare che state dicendo la verità; se poi si verifica qualche coincidenza, allora cominciate proprio a credere: “Oh, Dio è stato molto gentile con me in particolare”. Al contrario, noi dobbiamo pensare, “Cosa abbiamo fatto per ricevere la grazia di Dio? Cosa abbiamo fatto per essere nel libro della Sua Conoscenza?”. Se sarà questo il nostro atteggiamento, sono sicura che un giorno riceverete la vostra realizzazione del sé.

Come vi ho detto prima, questi sono i giorni della Resurrezione. Questi sono i giorni dell’Ultimo Giudizio e nascono moltissimi ricercatori. È per questo che la popolazione è così numerosa. Come saremo giudicati? Non sarete messi in qualche recipiente dosatore o su una bilancia per vedere come siete; ma in voi avete un sistema innato, nel quale la Kundalini – il potere residuale dentro di voi – si solleva e mette in evidenza i vostri problemi. Questo è il tempo della redenzione, del consiglio e del conforto, affinché vi rendiate conto di che cosa è lo Spirito.

Per esempio, quando Buddha ottenne la realizzazione, non volle nemmeno parlare di Dio. Egli parlò soltanto del Sé o dello Spirito, perché pensava che se avesse ancora parlato di Dio, le persone avrebbero pensato di essere diventate dèi. Così si spinse oltre rispetto, diciamo, a Cristo o Maometto, per delimitare la ricerca.

Per esempio, all’inizio le persone parlarono delle Deità come se parlassero dei fiori, e la gente vi si perse. Poi cominciarono a parlare del miele, cioè del Dio senza forma, e loro si smarrirono con questo miele. Allora Buddha affermò che la cosa migliore era averne solo un assaggio, avere giusto un assaggio del miele. Ma ogni religione sta andando contro i propri insegnamenti. Buddha ammonì di non adorare niente, perché conosceva i problemi che ne sarebbero derivati. Ma i buddisti si misero ad adorare ogni cosa; venerano di tutto.

Cristo disse: “Non abbiate niente a che vedere con i morti, perché sono spiriti”. Egli estrasse gli spiriti e li mise nei porci, ma in ogni chiesa trovate un cimitero: tutti i morti vengono messi nelle chiese.

E Mosè ha detto che non si devono bere alcolici: se andate a trovare degli ebrei, per prima cosa vi offriranno dello champagne. Ai musulmani è stato detto di non fumare e non bere, anzi di non bere, perché a quel tempo non esisteva il fumo. E Guru Nanak disse che non si doveva né bere né fumare, perché a quel tempo era un problema; ma ora in Inghilterra ho visto i sikh, i suoi seguaci, bere perfino più degli scozzesi. È questa la situazione che ci si trova ad affrontare.

Ora, il problema maggiore per noi è come diventare una cosa sola con lo Spirito. Non è un problema difficile, perché io so come manovrare la Kundalini; ed anche voi saprete controllarla, ed ora il Divino ha deciso di portarvi nel Suo Regno. Se la creazione di Dio deve rimanere, la gente deve ottenere la realizzazione per conoscere Dio. Quindi, lo stesso Potere divino è ansioso di portarvi nel Regno di Dio.

Sono state fatte molte profezie riguardo al tempo attuale, in India, nella Bibbia; ed anche in Inghilterra, da parte di un grande poeta, Blake. Ma il problema della gente è che sono già persi, sviati su percorsi sbagliati e colmi di false identificazioni, perché la realizzazione non è isteria collettiva, non è ipnosi. È qualcosa grazie al quale ottenete i vostri poteri. Non è il potere del guru che ammirate, ma è proprio il vostro potere che inizia a manifestarsi; ed è un processo vivente di svolta che rappresenta ora il termine della nostra evoluzione. È un processo vivente, il che significa che gli esseri umani non possono farlo. Solo Dio o le anime realizzate possono attuarlo.

Si possono far ballare le persone come matte, si può far indossare loro qualche ghirlanda o farle denudare o spingerle a qualsiasi isteria di massa, perfino al suicidio collettivo; adesso fanno di tutto. Questa è semplice ipnosi. Ci sono persone che materializzano oggetti, fanno apparire diamanti e cose del genere. Dio non è qui per darvi diamanti. Se deve darvi qualcosa, vi darà qualcosa che non potete avere; farà qualcosa che voi non sapete fare; e vi darà qualcosa che è del valore supremo, così inestimabile che voi non potete pagare per ottenerlo. E questo è ciò che dovreste aspettarvi nella vostra ricerca.

A volte è veramente triste vedere come, nel corso della ricerca, spinta dalla frustrazione, la gente si sia dedicata a cose alle quali non si sarebbe dovuta dedicare. Ho visto però come, dopo la realizzazione, avvenga una profonda trasformazione. Indipendentemente dall’apparenza fisica, l’intero essere cambia moltissimo. Tutte le priorità cambiano molto rapidamente e tutto il comportamento diventa assolutamente collettivo, non di massa. Vale a dire che ogni individuo è consapevole della grande armonia e beatitudine che regna tra tutti.

Per prima cosa, raggiungete lo stato di consapevolezza senza pensieri. Ciò accade quando la Kundalini attraversa questo punto (Agnya, ndt). Quando nasce un pensiero, nasce e muore. Noi vediamo la nascita del pensiero, ma non la sua fine; poi nasce un altro pensiero e di nuovo muore. Così, o siamo nel passato o siamo nel futuro.

In mezzo a questi pensieri vi è uno spazio che è il presente; noi dobbiamo stare nel presente, ed in questo presente siamo senza pensieri ma consapevoli. Se volete pensare potete farlo, ma se non volete pensare non è necessario che lo facciate. Questo stato è la vostra fortezza, dove nessuno può attaccarvi. Nessun pensiero negativo o di aggressione può entrare in questa area pura e santa del presente. Tutti i momenti presenti sono pieni di dinamismo, ogni momento è pieno di gioia e dinamismo.

Quando la Kundalini tocca lo Spirito ed attraversa questa area della fontanella, quando ricevete il vostro vero battesimo, nel momento in cui sentite lo Spirito dentro di voi, nella vostra attenzione, voi diventate consapevoli collettivamente. Questo significa che potete sentire voi stessi e gli altri sulla punta delle vostre dita. Ora, è molto semplice per un’anima realizzata sapere se un’altra persona è realizzata o no: semplicemente tende le mani e pensa a quella persona, e immediatamente può sentire se si tratta di un’anima realizzata o no.

Ora, per stabilizzare la consapevolezza collettiva, dovete lavorare nel collettivo. Significa che dovete sentire le vibrazioni degli altri e che dovete conoscere le vostre vibrazioni. Dovete fare pratica. Dovete esercitarvi con molta diligenza, e sarete sorpresi da quanto ciò sia scientifico. Anche se avete dieci bambini (realizzati, ndt) con gli occhi bendati, e chiedete loro di sentire (le vibrazioni di) qualcuno, diranno tutti: “Ha un blocco al cuore”. E se poi chiedete a quella persona: “Ha mai avuto attacchi di cuore?”, vi risponderà che ne ha già avuti due.

Ma qual è il problema? Il problema è che ci sono così tanti impostori da non poter tenere il conto, ma tutti questi ciarlatani vi estorcono denaro e si può dire che abbiano intorno una grande cortina di ferro. Sapete che su questo ho lavorato io; voi non dovete occuparvene. Gli altri guru vi diranno: “Dammi i soldi e mettiti a saltare per tre ore”, oppure: “Dammi i soldi e stai dritto sulla testa per due ore”. Se non ci riuscite, vi diranno: “Non vali nulla; meglio che tu mi dia altro denaro”. E non capisco come questa gente attragga le persone.

Una cosa di cui occorre rendersi conto è che questo momento storico è precario, importante e molto grave. Nella Bibbia, Giovanni nella sua Rivelazione ha detto: “Solo 144.000 persone avranno la realizzazione”. Riuscite ad immaginare quel numero? Sono sicura di aver già dato la realizzazione a circa 35.000 persone. Ovviamente la maggioranza sono indiani, ma cosa ne sarà del resto del mondo? Saranno tutti lasciati fuori? Ma perché? Solo per problemi di ego. L’ego vi rende ciechi. Io non posso coccolare il vostro ego, mi dispiace. Né sono dura, severa, con voi. Io posso persuadervi fino ad un certo punto.

Se ho cucinato, posso invitarvi a pranzo. Se non avete fame, potrete solo discutere con me. Mi piacerebbe che sapeste tante altre cose, ad esempio come ho cucinato il cibo, da dove l’ho preso, tutte queste cose, ma se avete fame lo mangerete. E non solo mangerete, ma lo gusterete anche. Non posso gustarlo io per voi, non è vero? Io lo sta già assaporando, e ne gioisco, ne gioisco. Ma voglio che ne gioiate anche voi e spero che accetterete questo invito con amore e prenderete la realizzazione.

Penso che non vi sia fine a questa conoscenza. Come vi ho detto, ho tenuto centinaia di conferenze ovunque e ci sono le registrazioni; ma non le diamo a chi non sia un sahaja yogi. Abbiamo anche dei libri, che non diamo a persone che non siano stabilizzate in Sahaja Yoga. Prima dovete prendere la realizzazione, approfondire la realizzazione. Dovreste essere capaci di dare la realizzazione agli altri; e quando divenite consapevoli senza dubbi, che è uno stato, allora siete yogi. E solo allora pensiamo che valga la pena di darvi questi libri.

Sono molto contenta di aver visto, in questi ultimi due giorni, così tanti italiani ricevere la realizzazione. Sebbene l’Italia sia l’ultimo posto che ho visitato in Europa, e sebbene abbiamo sahaja yogi molto forti a Parigi e a Ginevra, sento che possiamo avere un centro molto più forte a Roma, perché la gente è molto spontanea. Sono stata molto felice di avervi incontrati tutti. Mi mancherete tutti, ognuno di voi. Potete sempre scrivermi; se necessario, risponderò, ma in ogni caso io lo saprò e qualcuno vi risponderà. È molto difficile dovervi salutare, ma devo farlo. Dopo avervi dato oggi nuovamente la realizzazione del sé, dovrò salutarvi. Qui abbiamo dei sahaja yogi, ed anche un centro che poi dovreste contattare, e dopo questo abbiamo un altro programma in un luogo nel quale potete sedervi tranquillamente e decidere come avviare un vero e proprio centro a Roma.

Ora, qualcuno mi ha fatto una domanda riguardo al papa e rispondere è un po’ imbarazzante. L’unica cosa è che se prendete tutti la realizzazione, poi potrete scoprire se lui sia o no un’anima realizzata, e se qualsiasi cosa faccia sia di natura politica, e non di natura spirituale. Vedete, pensare che queste questioni politiche possano risolvere i problemi degli esseri umani è assolutamente sbagliato. Ora, diciamo che io ho i poteri, quindi sono capitalista; ma non posso gioirne se non li condivido, quindi sono assolutamente comunista. Tutte queste quaranta fazioni (regimi militari?, ndt), come dicono, in Argentina o in Cile o in altri posti come il Pakistan e quant’altro, non risolvono il problema. Nessun tipo di governo è perfetto. È un dato di fatto.

Ora, il problema è l’essere umano stesso. Se gli date la libertà, si metterà a correre come un matto. Metà degli occidentali sono un po’ strani a questo proposito, perché pensano: “Che c’è di sbagliato nel fare questo? Che c’è di sbagliato nel fare uso di droga? Che c’è di male nel bere così tanto alcool? Che c’è di male nel suicidarsi? Che cosa non va nell’uccidere gli altri? Che c’è di sbagliato?” Sono così stupidi da ostentare amore reciproco, e si baciano mentre magari si stanno recando alla loro udienza di divorzio. Che cos’è? Il marito uccide la moglie, la moglie uccide il marito, i figli uccidono i bisnonni, i nonni uccidono … che cos’è? Questi sono gli esseri umani. Che razza di anarchia è mai questa?

Avevamo un sahaja yogi di circa ventisei anni. Un giorno arrivò ed era molto serio. Gli chiesi: “Cos’hai che non va?” E lui: “Mia madre ha quarantotto anni ed è fuggita con il mio amico che ne ha ventidue”. Poi la madre venne a trovarmi e disse: “Che c’è di male?” Aveva tre giovani figlie. Sono andate per la loro strada facendo tutte cose sbagliate. Hanno preso strade sbagliate perché non c’è (…).

È un mondo strano, vi dico; questa cosiddetta libertà va verso la perdizione. L’uomo non riesce a gestire la libertà.

Ora, io ho visitato molti Paesi comunisti, ho viaggiato molto per via di mio marito. Lì la gente è assolutamente depressa. Non ha la libertà di pensare. Ha sempre paura dei despoti,  i quali inoltre trovano sempre qualche forma di lotta solo per deviare l’attenzione della gente che è assolutamente ignara di dove si trovi, di cosa stia facendo, di che ore siano. Se date del denaro a qualcuno immediatamente andrà in un pub. Se date dei soldi a qualcuno, se lo fate diventare ricco, diverrà la persona peggiore che possiate immaginare. Avrà tutti i problemi del mondo. È per questo che Cristo ha detto che un ricco non può entrare nel Regno di Dio.

Così, il problema politico non può essere risolto. Solo il problema umano deve essere risolto alle radici. Se avremo molte anime realizzate, sono sicura che si risolverà molto più rapidamente ed è questa la necessità di oggi: salvare l’umanità dal completo disastro. Così tanti ricercatori nascono per lo stesso scopo, e sono sicura che troveranno se stessi molto presto, se è rimasta loro in testa ancora un po’ di saggezza; perché quando dico alle persone che qualcosa non va nei loro guru, e che ciò ha impedito alla loro Kundalini di alzarsi, si arrabbiano così tanto con me che non potete immaginare.

C’è un guru che ha preso 3.000 sterline ciascuno da marito, moglie e figlio, e ha provocato loro l’epilessia. E il guru diceva: “Vi insegnerò a levitare e a volare”. Questo signore era il capo dell’Accademia scozzese di quella “squadra volante”; poi venne da me con tutti questi problemi che ho dovuto risolvere. Ora stanno bene e se la stanno cavando molto bene, ma hanno perso tutto il loro denaro, e quando vennero da me erano ridotti in miseria. Mi dissero che quel guru aveva già sette rendite. Penso che ne avrà un migliaio, se continuate a dargli denaro. Cosa se ne farà del denaro? Non può mangiarlo.

Così stanno le cose, e per questo devo dirvi che tutte le vostre false identificazioni devono andarsene, e voi dovete chiedere i vostri poteri. Sahaja Yoga non è una organizzazione, non è un culto, non c’è nessun tesseramento, non costringiamo nessuno a venire, o se qualcuno vuole andarsene non possiamo fermarlo.

Una persona viene definita sahaja yogi in base alla qualità del suo stato evolutivo, e solo a queste persone è permesso entrare nel circolo interno di Sahaja Yoga ed ottenere la conoscenza superiore riguardo allo Spirito. Non c’è denaro, non ci sono simili sciocchezze.

Penso che ora dovremmo avere l’esperienza della realizzazione e raggiungere il nostro Sé, lo Spirito, e più avanti sono sicura che vi indicheremo alcune registrazioni nelle quali ho descritto in particolare la natura dello Spirito e molte altre cose di cui non sono riuscita a  parlarvi.

Un’ulteriore domanda che mi hanno fatto riguardava i bambini handicappati. I bambini handicappati nascono per lo più perché le madri non sanno cosa fare durante la gravidanza. Per esempio, se in gravidanza assistete ad una eclissi, nascerà un bambino handicappato. Se in gravidanza guardate a lungo il tramonto, i bambini che nasceranno avranno gli occhi molto deboli. Se prendete antibiotici durante la gravidanza avrete un bambino con il cuore ‘blu’ (cianotico, ndt); li chiamano i bambini ‘blu’. Si verificano molte di queste cose quando succede qualcosa alla madre. A volte, è anche il karma a danneggiare il bambino. Anche tutti, tutti questi bambini possono avere la realizzazione e possono anche essere curati, ma il nostro interesse principale è dare la realizzazione alle persone normali affinché possano dare la realizzazione agli altri.

(Confusione tra il pubblico) Cosa succede? Cosa sta facendo lei? Cosa sta facendo? Cosa fa? Chi è, perché ha un comportamento negativo? Cosa è successo? Eh? È matta? Cosa sta dicendo?

(Una yogini: “Questa donna dice che… questa donna dice che (Brigitte?) l’ha attaccata e qualcosa di simile.)

Vedi, perché stai disturbando tutti, figlia mia? Perché non ti siedi? Cosa c’è, perché ci stai disturbando? Noi stiamo facendo un lavoro buono, stiamo facendo il lavoro di Dio. Se non vuoi, perché sei venuta? E stai disturbando, alzandoti, andando fuori e dentro… va bene forse? Devi essere una persona civile, no?

(Yogini: Dicono che si sentono male perché tutte le finestre sono state chiuse.) Eh? (Yogini: Loro dicono di sentirsi male perché tutte le finestre sono state chiuse.) Allora, cosa vogliono, aprire le porte? (Yogini: Vogliono uscire, è quello che capisco).

Ma non dovreste fare così, non è una sala cinematografica quella nella quale siete venuti. No, dovete rendervi conto della serietà, vedete, dovete capire che non potete semplicemente venire e andarvene … non è corretto. Non è corretto. Va bene, ora lasciateli andare, capito? Ora potete andare, va bene. Adesso potete andare. Non è corretto, capite? Disturbate qualcuno che sta facendo il bene. Vedete, voi non siete così importanti. Che cosa potete fare? Ma non dovreste crearmi problemi. Se qui qualcuno sta parlando e voi entrate e uscite, non è il modo di comportarsi. Questo è un luogo sacro. Non capite. Dovreste avere rispetto. Voi non avete rispetto, nessun rispetto. No, non avete rispetto. (Yogini: “Dicono di essere stati spinti a terra o qualcosa del genere”) Spinti? Ma per favore.

(Rumori di agitazione – discussioni, ecc. aumentano nella sala. Yogini: “Dicono che sono stati….”) Va bene, potete uscire, va bene? (Yogini: “Vogliono sapere se hanno avuto la realizzazione o no, perché dicono che l’hanno ricevuta”) Vedete? Guardate, vi dico. Non potete comandarmi. Dovreste sedervi. Se foste realizzati, non sareste così violenti. Perché siete così violenti? (Yogini: “Questa donna dice che Lei può vedere se hanno avuto la realizzazione”) A cosa serve un simile certificato? Allora perché non vi sedete?. Sedetevi! State tranquilli. (Yogini: “Una sta dicendo che è stata usata da…. [non chiaro]”.

Va bene. Cosa è successo? Vi hanno spinto? Per quale motivo? Per quale motivo? (Donna: “Perché io non volevo uscire e loro…”) Questo lo so, stavano disturbando parecchio. Va bene. Sì, questo è vero, vedete, quando venite in un posto come questo, dovete essere veramente  molto tranquilli. Se siete in condizioni negative, potete disturbare molto gli altri. Questo è un segno certo di negatività. C’era un uomo, seduto qui, che usciva, poi tornava dentro e poi riusciva… è posseduto, lo so, perché voleva guarire, ma non riusciva a sopportare le mie vibrazioni, capite? Così continuava ad andare dentro e fuori. Io potrei, posso capire, ma se qualcuno disturba un nostro programma così bello, c’è qualcosa che non va in quella persona.

Questo che ha luogo qui non è un evento politico, o qualcosa che ha che fare con la mafia o altro. È molto semplice ciò che stiamo facendo: è raggiungere Dio; e loro andavano fuori e tornavano dentro, fuori e dentro, allora ho detto: “É meglio chiudere a chiave le porte in modo che non rientrino”.

Anche se dovete andarvene in ogni caso, perché non vi sentite bene, allora dovete dire: “Per favore, posso andare?”, e non colpire qualcuno. La gente si è approfittata del fatto che tutti i santi dovessero essere torturati e colpiti, ma ora non più. È qualcosa di molto differente adesso. Non sanno che cosa stanno facendo. Dio li benedica. Sono molto stupidi, questa è l’unica cosa che direi. Va bene. Non c’è bisogno di sentirci disturbati per questo. Sono negativi, cosa potete farci?

Ora chiederei a tutti voi di tendere le mani verso di me in questo modo; e chiudete gli occhi. Molto bene, ora sedetevi comodamente. Vedete, se avessi detto loro: “Siete negativi”, avrebbero (?). Devo dire che sono stupidi. Tantissimi pensano di essere anime realizzate, sapete. Noi siamo nati due volte; come si fa a dire loro: “Voi non lo siete”? Perché se glielo dite, reagiranno. Questo è il problema. Chi sia un’anima realizzata può sentire le vibrazioni di un’altra persona e le proprie. Sanno dov’è la Kundalini. Anche se sono bambini piccoli di sei mesi, lo sanno e lo fanno vedere succhiandosi il pollice o il dito corrispondente al chakra dove hanno un blocco. Non è corretto certificare se stessi di qualcosa, non è necessario. Perché? Siete voi a perdere. È meglio prima averla e poi certificarla. Ma a quel punto non avrete bisogno di nessun certificato. È tra voi e il vostro Dio, sapere che siete realizzati.

Va bene. Vi chiederei di tendere le mani verso di me in questo modo e di chiudere gli occhi. Per favore, rivolgete tutte e due le mani verso di me e chiudete gli occhi. Per favore non aprite gli occhi, perché quando la Kundalini attraversa l’Agnya chakra le pupille si dilatano, e se gli occhi sono aperti non sale.

Per primissima cosa devo dirvi che non dovreste assolutamente sentirvi in colpa. Al contrario dovete dire: “Madre, io non sono colpevole”. Ditelo almeno tre volte. Per favore, ditelo di nuovo: “Io non sono colpevole. Madre, io non sono colpevole”. È troppo. Penso che dobbiate mettere la mano destra sul cuore e dire: “Madre, io non sono colpevole”. Per favore ditelo con sincerità. Che colpa potete avere? Dio è l’oceano di amore, di perdono e di compassione, quale colpa potete avere paragonata a questo? Siete tutti uomini di Dio e siete venuti per cercare Dio: perché dovreste sentirvi in colpa? Qualsiasi cosa io possa aver detto che può avervi fatto sentire in colpa, dimenticate anche quella.