La pratica di Sahaja Yoga è più importante della teoria

(Australia)

1983-03-13 Practice Of Sahaja Yoga Is More Important Than Precept, Melbourne, Australia, DP, 103'
Download video (standard quality): Download video (full quality): View and download on Vimeo: View on Youku: Listen on Soundcloud: Transcribe/Translate oTranscribe

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I

 La pratica di Sahaja Yoga è più importante della teoria

 Melbourne (Australia), 13 Marzo 1983


Yogi: Stanno solo facendo domande, Madre.

Shri Mataji: Di che tipo?

Yogi: Pratiche.

Shri Mataji: Pratiche? Bene, le domande pratiche vanno benissimo.

Yogi: Vorrebbe parlare loro per un po’?

Shri Mataji: Prima parlerò e poi loro faranno le domande.

Sono felicissima di vedervi tutti qui. In realtà ho lavorato sui ricercatori di Melbourne per tutta la notte, affinché oggi venissero e stabilizzassero perfettamente la loro realizzazione.

Adesso dobbiamo capire molto chiaramente alcune cose riguardo a Sahaja Yoga, e non vi sono compromessi riguardo a queste cose che dovete accettare. Infatti, come vi ho detto, la Verità non può scendere a compromessi per voi, siete voi a doverlo fare per la Verità.

Ebbene, la prima cosa è che Sahaja Yoga non è solo un precetto, non è solo un concetto: è una pratica, non è solo un’idea mentale.

Ora voi avete ricevuto la realizzazione, bene, ma ciò non è sufficiente. Anche se pensate che avete avuto la realizzazione e pertanto ormai siete a posto, che siete diventati lo Spirito e va tutto bene, si tratta tuttavia più di una concezione mentale che di una reale identificazione.

Perciò non è che se voi ottenete la realizzazione e iniziate a risvegliare la vostra Kundalini vada tutto bene. Occorre ancora capire che la pratica di Sahaja Yoga ad essere più importante del suo insegnamento teorico.

C’è molta gente in India che non sa leggere né scrivere, che non ha tutta questa attività mentale come l’avete voi e che non è complicata come voi (Shri Mataji ride): alcuni sono aborigeni, vivono nei villaggi e sono molto semplici.

Essi ricevono la realizzazione e sentono la gioia molto più rapidamente della gente complicata e iniziano semplicemente a lavorarci sopra.

Voi dovete farla funzionare. Questa non è una compassione che parla, asserisce, elabora e pubblicizza, ma che agisce.

Sahaja Yoga è una cosa che agisce, la religione che agisce. E questo è ciò che dobbiamo comprendere come prima cosa: non è con i discorsi, con i precetti che sarete grandi anime. Voi dovete diventarlo.

Non che non lo siate, lo siete. Ma dovete esserne consapevoli. Più luce deve fluire in voi.

Dovete sicuramente essere qualcosa di speciale per ottenerla, senza dubbio. Ma dovete permettere alla vostra lampada di essere ripulita, purificata, affinché sia emessa più luce. E fa miracoli per chi vuole sinceramente ascendere in spiritualità.

Come vi ho detto anche prima, molti hanno il concetto che Sahaja Yoga curi la gente. Non è vero. È solo una conseguenza se vi cura; è soltanto un effetto secondario. Pertanto occorre capire che la benedizione vi è arrivata solo perché siete ricercatori, perché avete fatto molte buone azioni nelle vostre vite passate ed anche in questa, e Dio vi ha scelto per entrare nel Suo Regno.

Ma non si può essere esigenti, non potete esigere, non potete pretendere nulla da Dio. Lui vi deve dare perché sa che cosa vi meritate.

E vi dà molto, molto, molto di più di quanto meritiate. Insomma, ho visto persone che dopo essere stati in Sahaja Yoga per un anno hanno cominciato a chiedere: “Madre, cosa abbiamo fatto per meritare tutto ciò?”. Non riescono proprio a crederci. Ho risposto loro: “Deve esserci un motivo, dovete sapere che deve esserci un motivo per il quale se vi sono giunte le benedizioni”.

Questa è una cosa che occorre capire: non potete chiedere a Sahaja Yoga di fare compromessi per voi, siete voi a dover comprendere tutte le tecniche e altro di Sahaja Yoga.

Adesso potrebbe accadere che voi iniziate a dubitare, vedete, e per questo abbiamo persone che dubitano e fanno cose di ogni genere. Sapete, all’inizio si muovono piuttosto lentamente.

Perciò, per iniziare, dobbiamo metterli a posto perché il secondo stadio di consapevolezza è la consapevolezza senza dubbi: voi non dubitate di voi stessi, né del funzionamento di Sahaja Yoga, né dell’esistenza di Dio, né delle Sue Leggi. Diventate assolutamente privi di dubbi, non a livello mentale ma è uno stato, uno stato del vostro essere grazie al quale raggiungete molti risultati e diventate realmente potenti. Potete vedere la vostra compassione così potente, così colma di discriminazione, così comprensiva, così tollerante.

E vi meravigliate di voi stessi, diventate veramente santi nel vero senso della parola poiché divenite umili, fiorenti, belli, senza nessuna aggressività; e siete veramente nel Regno di Dio dove sentite di essere accuditi, protetti, guidati, benedetti in ogni momento del vostro cammino.

E questa consapevolezza senza dubbi è lo stato cui tutti dovrebbero aspirare; e finché non raggiungete tale stato noi non vi definiamo dei sahaja yogi, potreste autodefinirvi tali, ma questo è affare vostro.

Noi non abbiamo una sorta di certificazione o cose del genere, né diamo nessun certificato scritto alle persone, niente del genere. Siete voi che dovete certificare voi stessi.

Perciò gradualmente le persone si sviluppano diventando splendide creature. Cominciano a consolidare completamente la loro autostima, a comprendere se stesse. Ma la pratica di Sahaja Yoga deve essere eseguita senza pensarci troppo. Per prima cosa provate, cercate soprattutto di provare, perché se iniziate a dubitare vi dico che il vostro progresso sarà molto inferiore.

Perciò, all’inizio, proprio come uno scienziato, cercate di accettare…non c’è niente da fare, ovviamente non dovete pagarmi, non dovete fare acrobazie o altro.

Ma ad esempio, per una piccola cosa come la mia fotografia, vedete, molti chiedono: “Perché la Sua fotografia?”.

Allora io dico: “Usate la vostra fotografia”, se funziona, sapete. È sorprendente il modo in cui la gente mi sfida: “Perché la Sua foto?”.

“Perché non usate la vostra? Io se sarò molto felice, usate quella di chiunque”. Però non funziona: che fare dunque? È la mia fotografia che funziona, e anche se non vi piace dovete usarla, che posso farci?

È così semplice; ma in questo io non guadagno nulla da voi, io non voglio nulla da voi, non esiste niente di materiale che possiate darmi.

Ma sarete voi a gioirne, sarete voi a gioire del mio amore, gioirete voi. Tutto è fatto soltanto per la vostra gioia.

È un periodo speciale questo in cui siete nati, e noi abbiamo una responsabilità speciale.
Oggi è venuta una signora con suo marito e hanno detto: “Noi abbiamo un figlio dotato di bellissime qualità, ma è andato da un guru e si è completamente rovinato”.

E questo particolare guru è uno al quale dobbiamo fare molta attenzione, poiché è quell’individuo, Rajneesh. I suoi discepoli sono piuttosto difficili. Vengono in Sahaja Yoga, bene, ma sono personalità molto estreme. Vengono in Sahaja Yoga con grande forza e poi tornano nuovamente indietro; pertanto, tutti coloro che sono stati da Rajneesh ed hanno ricevuto la sua iniziazione devono stare estremamente attenti. Tutti coloro che sono stati da (falsi) guru devono sapere che saranno attaccati ripetutamente.

Quindi è necessario che siate piuttosto pazienti con voi stessi così come noi lo siamo con voi, e dovete sapere che dovete affermare un po’ la vostra forza di volontà per emergere e liberarvi di tutto ciò che vi è stato inculcato in testa; e avete pure pagato per questo, vedete. Dimenticatelo.

Alcuni dicono: “Abbiamo pagato per questo, quindi meglio averlo”. Non è questo il modo. È meglio che gettiate tutto via. È orribile, vi siete comprati un serpente sulla testa, sul collo. Perciò liberatevi di tutte queste cose che vi hanno messo addosso.

Dimenticatele tutti e diventate innanzitutto il vostro Sé e diventate guru di voi stessi. Chiedete alle vostre vibrazioni, sviluppate la vostra consapevolezza vibratoria e crescete con essa.

Alcuni si renderanno conto anche che le loro vibrazioni non danno risultati soddisfacenti, alcuni di voi noteranno queste cose. E quando scoprirete che le vostre vibrazioni non funzionano sulle vostre mani e altro, non dovreste preoccuparvi. Forse il vostro Vishuddhi chakra non è a posto. Ci sono modi e metodi per migliorare il vostro Vishuddhi chakra, scoprirete i mantra corretti da recitare e i modi per perfezionarlo; inoltre potete applicare in questo punto l’olio vibrato e altro. Esistono anche altri metodi mediante i quali poter migliorare la vostra sinusite. E se avete qualche problema di Vishuddhi a causa di un’esagerata (abitudine al) fumo o altro, esistono tantissimi rimedi che potete definire farmaci della nonna, cose semplicissime che lo risolveranno, dovreste cercare di purificarlo.

Pertanto, qualsiasi centro non funzioni, dovreste occuparvene senza preoccuparvi dei centri che stanno bene, in quanto quelli che sono a posto, sono a posto. Dobbiamo badare ai centri che hanno problemi e cercare di migliorarli, e l’intero essere deve essere condotto all’equilibrio.
Alcuni hanno dei centri così malmessi che, nonostante tutti gli altri siano a posto, a causa di quell’unico centro malandato sono in una condizione di squilibrio. Perciò, la prima cosa in Sahaja Yoga è stabilire l’equilibrio.

Ora non voglio parlarvi di alcune cose riguardanti la moralità; gradualmente vi renderete conto da soli di ciò che va bene per voi e di ciò che vi fa male. Ma in Sahaja Yoga vi sarà data una guida appropriata su cosa va fatto e come avere una buona vita coniugale normale, come avere bambini e prendersene cura, come comportarsi con i genitori. Perciò potete imparare tutto molto bene anche per quanto attiene l’aspetto sociale e sentirvi così veramente felici.

Ma la società principale che avete è quella dei sahaja yogi. Ovviamente non dovete interrompere i rapporti con nessuno, non dovete abbandonare nessuno. Ma voi crescete tra i sahaja yogi i quali sono chiamati sajnana, vedete. Sa-jnana, i seguaci della Verità.

Pertanto, quando vi riunite è un avvenimento collettivo, tutto funziona di più in collettività e vi aiuta molto di più. Ma se dite: “Madre, posso farlo da solo”, non funziona. Ho visto che in Sahaja Yoga non andate molto lontano.

Dovete farlo funzionare tutti insieme, dovete incontrarvi. Fortunatamente avete qui un ottimo ashram. Potete venire tutti a meditare e ricevere un corretto aiuto da queste persone.

Dio ha già benedetto moltissimo questo posto.

E quando sono venuta a Melbourne ho alloggiato in una piccolissima casa con due camere da letto, mi pare, e una cosa così.

E stavolta trovo che vi è stata dato un edificio così grande, così che potreste aprire qui anche una bella scuola per bambini piccoli. I vostri piccoli possono frequentare questa scuola dove potranno essere ben seguiti e non avranno complicazioni. E tutto può essere fatto ad un livello molto migliore di quanto si possa trovare in ambito terreno.

Tutto ha un significato, un significato spirituale, tutto nella vita ha un significato. Perciò dovreste cercare di scoprire tutto ciò che va bene per la vostra ascesa e per il nutrimento del vostro essere spirituale.

La prossima volta che verrò, spero che sarete diventati tutti grandi sahaja yogi e grandi persone. Ciascuno lavorerà individualmente su molte persone; e noi dobbiamo trasformare completamente il volto di Melbourne.

Che Dio vi benedica tutti.

(Domande e risposte – manca la trascrizione e la traduzione per ora)