Anima e Spirito

(Italia)

1986-07-25 1 Talk To Leaders Soul Spirit 1, 48'
Download video (standard quality): Transcribe/Translate oTranscribe

1986-07-25 1 Talk To Leaders Soul Spirit 2, 24'
Download video (standard quality): Transcribe/Translate oTranscribe

“Anima e Spirito”. Volterra (Italia), 25 Luglio 1986.

L’inizio di questo discorso non è stato registrato, così cominciamo da quando Shri Mataji è nel mezzo della definizione della relazione tra Anima e Spirito. L’analogia che Lei usa coinvolge la luce, l’acqua e il bicchiere che contiene l’acqua. Come diverrà chiaro come il discorso continua, la luce sarebbe lo spirito, il bicchiere il corpo e l’acqua che riflette la luce sarebbe l’Anima. Noi agganciamo il discorso quando Shri Mataji ha appena detto l’analogia.

Shri Mataji a Volterra 1986

Foto di Shri Mataji durante il discorso al ristorante a Volterra, in Italia il 25 luglio 1986. I chakra sono riflessi sul bicchiere di Shri Mataji.

Shri Mataji: …allora essa [la luce) viene qui. Questo [il bicchiere) è il corpo. Tutti i 5 Kosha, le 5 aure, Kosha, sono qui. Così queste 5 Kosha sono gestite dai 5 elementi, l’essenza dei quali può essere chiamata elemento causale, il causale di…

Gregoire: … il causa dei cinque elementi. Quello che noi conosciamo come Atma in sanscrito, è esso dato dall’Anima più lo Spirito, o è solo lo Spirito?

Shri Mataji: Jivatma è l’Anima, mentre l’Atma è lo Spirito.

Gregoire: Così Jivatma è lo Spirito ma individualizzato; appartenente ad una persona?

Shri Mataji: No, no!  Jivatma è l’anima. Significa con questi cinque elementi. E questi cinque elementi vi danno la vostra propria identità, il vostro proprio carattere, le vostre proprie particolarità ecc.
Questi cinque elementi, il modo in cui sono sistemati in voi, questo è l’elemento causale, il causale degli elementi che sono dentro di voi. Allora questi causali agiscono sui chakra e attraverso i chakra questi causali agiscono sull’altro… livello più grossolano. Così dal sottile al più sottile al… si può dire il “sottilissimo”. Si può dire che il sottilissimo è lo Spirito, allora il più sottile è l’anima e il sottile che avete sarebbero i chakra. Il grossolano è il corpo.

Gregoire: Allora l’Inghilterra dovrebbe riflettersi sull’Italia? [Madre, in una precedente occasione, ci ha detto che mentre l’Inghilterra è lo Spirito, l’Italia è l’Anima a livello universale)

Shri Mataji: L’anima è… questo è il motivo per cui tutta l’arte si è sviluppata da qui [Italia]. Ora l’anima è l’essenza di tutti gli elementi di questa Europa, che è qui. E l’Inghilterra ne è il riflesso. Così l’Inghilterra si deve riflettere in Italia.

Warren: Vedete, l’acqua nel bicchiere sta riflettendo la luce. L’Inghilterra è la luce e la luce deve brillare attraverso l’Italia che è l’acqua. Intendo gli elementi separati in un certo senso.

Shri Mataji: E lo Spirito può muoversi dall’anima. Questo è perché i romani arrivarono fino in Inghilterra. Questa è la ragione, in quella ricerca. [Riferendosi al cibo servito] Che cosa dovrebbe essere?

Gregoire: Così, in un certo senso, l’anima è il supporto dello Spirito?

Shri Mataji: No, no! L’anima… sì, naturalmente. Ed entrambi messi insieme sono l’anima infatti. Vedete, come lo specchio e il suo riflesso in esso. Entrambi messi insieme sono l’anima. Il causale dei cinque elementi e lo Spirito messi insieme fanno l’anima. Ora le vibrazioni che sentiamo sono il riflesso della luce dello Spirito. Lo Spirito non vibra, non vibra. Sono questi cinque elementi a vibrare. Come se – si può dire – mettete un suono sopra questo [un bicchiere d’acqua], esso vibrerà. Potete mettere un sasso in esso, il sasso non vibrerà. Ma questo vibrerà. Lo Spirito quando brilla su questo… (a Gregoire che traduce) Mangia pure. Dall’anima al cibo, dal cibo all’anima.

Guido: Così, in quel senso, con anima Lei intende Jivatma? La Jivatma dell’Europa?.

Shri Mataji: Ma l’Atma inolte può muoversi al di fuori. Così l’Atma è andata fuori di esso, che è un errore. Ora essi devono riconoscere l’Italia. Allora l’Atma sarà riflessa. Perché l’Atma può lasciare l’anima. Così l’Atma ha lasciato l’anima. Non c’è Atma qui. L’Atma dovrebbe essere riportata qui. Gli inglesi devono venire… Voglio dire che l’Inghilterra deve venire qui, nel senso che essi devono apprezzare la grandezza di questo paese. Allora si diffonderà. Voi siete quelli che possono riflettere lo Spirito. Voi potete riflettere lo Spirito. Lo Spirito non fa nulla, lo Spirito non fa nulla: esso riflette. Allora tutte le onde si propagano. Come nel Giorno del Sahasrara. Avete celebrato il Giorno del Sahasrara e in quello l’intera Europa si è riflessa.

Gregoire: Shri Mataji, quando è venuta con il volo charter con tutti i sahaja yogi inglesi, [per celebrare il Diwali Puja 1985) noi tutti abbiamo sentito che qualcosa di grandioso stava avvenendo.

Shri Mataji: Sì, un’intero volo charter è venuto… Vedete, lo Spirito è quello dove si trova il cuore, che fa circolare l’intera cosa. La circolazione comincia con quello, ma il solo che… gli elementi sono i soli che veramente sono i portatori di quella comunicazione. Loro sono i soli. Ma i soli, possiamo dire, gli “oratori” sono quelli che si originano o che emettono quella Luce. È in Inghiterra che possiamo cominciare. Ma ora, come Io sono in Inghilterra, che è la luce, che è lo Spirito. E quello è riflesso in voi.

Gregoire: Che succederà quando lascerà l’Inghilterra, Shri Mataji?

Shri Mataji: Allora l’anima si sarà formata; prima che vada. L’Atma è eterno, non muore. Ma quello che sta succedendo è che, entro quel tempo, il lavoro sarà completato; una sorta di “realizzazione” avverrà. L’unica cosa è alzare la Kundalini e quella è in India. Così dovrò andare in India.

Warren: Per andare nel Sahasrara?

Shri Mataji: Per alzare la Kundalini prima. Poi si va nel Sahasrara. Così quel lavoro, dovrò farlo là in India. Ma il risveglio comincerà quando questo sarà completamente riflesso qui, propriamente, dallo Spirito. Questo è il motivo per cui vengo dall’Inghilterra. Vengo sempre in Italia dall’Inghilterra, non dall’India. Potrei venirci. Io rappresento l’Inghilterra ora, in questo caso.

Gregoire: (avendo aggiunto la sua propria interpretazione alla traduzione che aveva fatto, ora si rivolge a Shri Mataji] Stavo dicendo che Lei viene qua come lo Spirito, così che la Sua accettazione qui, viene riflessa attraverso le vibrazioni nell’intero posto.

Shri Mataji: Voglio dire, persino il Cuore aiuta. Il Cuore non rifletterà così tanto, ma il vostro riflesso verrà ricevuto dal Cuore. La comunicazione dal Cuore. Io sto instaurando la comunicazione, a una sorta di messaggio verrà ricevuto dal Cuore. Otteniamo tutte le informazioni dal Cuore. Otteniamo tutti i programmi, questo, quello, dal Cuore; che non è così efficiente, ma viene da là. Il Cuore non è molto efficiente, ma è fatto così; è sistematico, e simbolico.

Guido: Lei dice anche che dobbiamo raggiungere la qualità profonda dello Spirito?

Shri Mataji: Sì! Dovreste riuscire a riflettere il vostro Spirito. Fino a che non siete puri, non potete riflettere. Così anche se ci sono molti sahaja yogi, tuttavia sono ancora molto bloccati in Italia. Devono correggersi. Ora, vedete, le perone negative si siedono sempre l’una accanto all’altra; sempre fanno amicizia col negativo; saranno più amichevoli con una persona negativa. E questo è come, anche se stanno migliorando, che vanno giù. Essi migliorano un pochino, e poi se ne vanno giù. La negatività si unirà sempre alla negatività: hanno disgrazie; hanno problemi; hanno questo, hanno quello; i figli saranno malati. [Riferendosi al cibo) Quante portate ci sono?

Gregoire: Così, Shri Mataji, questo è anche perché ci fu un meraviglioso Ganesha Puja qui un anno fa: perché affinché gli elementi causali riflettano lo Spirito, essi devono ottenere l’essenza degli elementi, che sono Shri Ganesha… ovvero, voglio dire, l’essenza della materia.

Shri Mataji: È  molto importante, perché l’Italia è anche un posto ricco. Ha tutto in essa; un tale posto ricco! E altri paesi che non sono ricchi, prendi la svizzera, l’Inghilterra… tutti questi paesi non sono ricchi. Così come tutte le persone che sono povere, deridono sempre i ricchi, li chiamano “borghesi”… nello stesso modo, quelli prendono sempre in giro italiani. Ma in realtà sono persone stupide. È così. E così prendono in giro gli italiani. Qualsiasi cosa faranno, li prenderanno in giro.
Loro pensano che gli italiani sono qualcosa di “rustico” o qualcosa del genere. È tipico! Nella vita anche troverete che se qualcuno ha dei soldi, tutti lo prenderanno in giro. L’Italia ha il marmo, ha così tante cose fatte a mano. E, sempre, i paesi poveri che non sono… per poveri intendo povertà in risorse naturali, allora sono estremamente meticolosi. Perché, vedete, loro hanno molto poco. Come (sono) miseri, taccagni vedete; e molto puliti perché c’è così poco che hanno. Per un uomo ricco non importa se un po’ di soldi vanno da questa parte, un po’ da quella parte. Non importa. Ma questo è ciò per cui prendono in giro. Perché le persone stupide non hanno avuto molto dalla natura perché… non se lo meritano neanche! No, proprio no. Intendo dire, immaginate, il modo in cui essi hanno aiutato per le guerre.

Arneau: Sì, è terribile!

Shri Mataji: Che cosa si meritano? Immaginate, aiutare Hitler, e ancora in cima al mondo!

Jeremy: Posso dire che io sono il fan numero uno dell’Italia, Madre?

Shri Mataji: (ride) Sta diventando evidente che il tuo spirito sta venendo qua giù. Quando essi vengono e vedono… vedete, dopo Sahaja Yoga allora essi cominciano a vedere la bellezza di questo posto.

Gregoire: Jeremy, tu sei il fan numero due!

Shri Mataji: Vedete, essi (gli italiani) sono persone dal cuore ricco. Ma dovunque voi trovate questo tipo di attitudine verso di loro… nell’arte, in ogni cosa. Non apprezzano niente.. vedete in Inghilterra, direi che a loro non piace niente che sia di bell’aspetto. Andammo a vedere una casa, immaginate, era una casa tutta sbilenca, assolutamente sbilenca e non so proprio che genere di cosa fosse. E a tutti loro piaceva! Così dissi, “Che cos’è quest’assurdità? Come fa a piacervi questo genere di casa, dove le travi vanno a pezzi, che sta tutta sbilenca, questo e quello?”.

Jeremy: Carattere, Madre…

Shri Mataji: “Carattere!” Questo significa, supponendo che il vostro naso sia come questo, voi avete “carattere”. Voglio dire, è assurdo! Voi ci dovete vivere là! Voi dovete vivere in quella casa. Diverrete “caratteristici” voi stessi!

Gregoire: Shri Mataji; quando essi non hanno ricchezze naturali, essi le creano artificialmente. Come i sistemi bancari. Dalla carta essi fanno soldi.

Shri Mataji: Vi dirò, voi vedete ora l’esperienza dell’America: l’affluenza dall’America non è altro che plastica e gomma. Che cosa hanno? Il Canada ha! Ma loro guardano il Canada dall’alto in basso. Plastica, nient’altro che plastica. Essi mangiano plastica, vivono nella plastica, dormono nella plastica, si mangiano la plastica. Voglio dire, quel tipo di alabastro che abbiamo visto oggi. Bene, voi non potete vedere niente del genere ma solo plastica; al massimo il vetro.
In India abbiamo la seta, abbiamo tutto. Ma tutti ci guardano dall’alto in basso. [Madre chiede del cibo, poi riprende il filo) In Svizzera, se comprate una maglia di cotone, è così costosa. Persino il riso, questo, quello. Questo sistema bancario… nessuna arte, nessuna arte.