Shri Ekadasha Rudra Puja

(Austria)


Feedback
Share

S H R I  M A T A J I  N I R M A L A  D E V I

Shri Ekadasha Rudra Puja

Mödling (Austria), 8 Giugno 1988


Oggi è un giorno importantissimo nella storia della spiritualità. L’Incarnazione di Ekadasha Rudra è stata annunciata da ogni profeta: sarebbe venuto un Avatar di Ekadasha che avrebbe distrutto tutta la negatività, ogni attività contro  Dio. Il principio di Ekadasha in effetti è costruito nel Void poiché quando i santi volevano oltrepassare l’oceano di illusione mediante la meditazione, erano ostacolati, tormentati, afflitti e massacrati dalle forze negative. Queste forze negative sono scaturite dalle debolezze degli esseri umani. Negli esseri umani, il temperamento malvagio è cresciuto fino a creare nel Void questa negatività contro Dio, quando essi fallivano e vedevano che altri erano migliori di loro, e si rendevano conto di non essere assolutamente al pari di molti altri, oppure, a volte, a causa della collera e dell’irascibilità. Il Void ha reso possibile alla malvagità di materializzarsi.

In Sahaja Yoga dovete aver visto molte volte che quando si segue un falso guru o una persona sbagliata, o quando si segue qualche culto illecito, il vostro Void sinistro si blocca. Tutte queste forze distruttive hanno agito nel Void sinistro. Nel processo evolutivo, anche molte piante e animali sono andati distrutti perché non erano nel centro: certi erano egoisti, alcuni erano astuti, altri troppo grossi ed altri ancora troppo piccoli. Sono stati tutti eliminati.

E quando venivano eliminati sentivano di dover reagire. Sono così entrati nel subconscio collettivo divenendo entità più sottili, allo scopo di danneggiare le persone che tentavano di ascendere spiritualmente. Come questi virus che vediamo attaccarci al giorno d’oggi: si tratta di piante uscite dalla circolazione. Fra un po’ scoprirete che il tabacco uscirà dalla circolazione, molte droghe usciranno dalla circolazione. Tutto ciò può creare, dentro di noi, delle specie di forze anti evolutive, contro lo sviluppo, contro la libertà.

Queste orribili forze negative si sono formate nell’area del Void. Allo stesso modo, sono nati molti esseri umani che, nel tentativo di affermare il proprio ego, si sono addentrati in processi egoistici pensando di poter esercitare il controllo sulla gente, di poter soggiogare tutti gli esseri umani, di poter dominare il mondo intero.

Tutti questi individui formano una potentissima istituzione, nella storia. Ed anche oggi nascono molte forze di questo genere. Queste forze si creano e si distruggono in continuazione, si accumulano nel nostro Void e poi sono distrutte. Quando queste entità provengono dal lato destro, dal Void destro, noi le definiamo del sopraconscio, mentre quelle che provengono dal lato sinistro le chiamiamo entità del subconscio. Come dunque esistono gli esseri umani che sono creati ad immagine di Dio, così esistono queste entità che provengono dal sopraconscio e dal subconscio collettivo di Dio Onnipotente. Queste forze continuano ad esistere finché non finiscono nell’inferno. Allo stesso modo, tutte queste forze esistono anche in noi esseri umani e cercano di dominarci.

È davvero straordinario avere organizzato questo puja in Austria, poiché, nella geografia di questo mondo, l’Europa rappresenta il Void e l’Austria in particolare è il luogo in cui dovremmo creare forze contro la negatività allo scopo di sconfiggere le forze negative. È un luogo molto adatto per celebrare questo puja, e sono molto riconoscente a tutti i Sahaja yogi che hanno scelto questo luogo per il puja ad Ekadasha Rudra.

Come vediamo oggi, nei tempi moderni, queste forze negative agiscono in modo molto più sottile, in un modo che gli esseri umani non possono comprendere e vengono sospinti verso di esse. Se osservate il modo in cui ci allontaniamo dalla realtà, il modo in cui ci facciamo tentare da cose assurde e superficiali, il modo in cui malattie orribili ci attendono al varco, ci rendiamo conto di essere sul punto di piombare in un pantano dal quale potremmo non riemergere mai più, potremmo non uscire mai più.

Quindi, dobbiamo capire che cosa vi è in noi che può distruggere per sempre quest’indole antievolutiva, contraria alla nostra crescita ed alla nostra emancipazione.

Se osservate, in natura ogni cosa ha un andamento ciclico molto regolare. D’inverno, ad esempio, le foglie devono cadere, poiché l’azoto delle foglie deve penetrare nella Madre Terra per dare nutrimento agli alberi. Inoltre, la Madre Terra deve ricevere i raggi del sole, quindi non dovrebbero esserci foglie (sugli alberi, ndt) affinché i raggi del sole possano penetrare in lei e nutrirla. Poi, quando gli alberi sono nutriti, ritornano verdi, lussureggianti, così possono ricevere la luce del sole e produrre clorofilla. Essi inoltre assorbono l’acqua dalla Madre Terra e la emettono nell’atmosfera affinché agisca da catalizzatore per la pioggia. Poi, nella stagione delle piogge, arriva l’acqua e, nutrita nuovamente dall’acqua, la vita ricomincia. Gli alberi perdono tutte le foglie e l’intero ciclo continua in modo meraviglioso.

Non vi è regressione; è proprio un ciclo ininterrotto che continua a creare e ricreare in modo meraviglioso. Ma la natura è disturbata dall’ingerenza dell’uomo. Ma voi potete anche tutelare la natura, potete salvare la natura dalla distruzione, una distruzione che potrebbe anche essere di origine naturale. Quando ottenete la realizzazione, quando ricevete la realizzazione, con le vostre vibrazioni potete salvare tutte le risorse naturali che stanno deperendo sotto l’influsso della modernità. Prima di tutto, dunque, vediamo l’effetto della realizzazione nel modo di agire di Ekadasha Rudra: esso elimina le forze negative che tentano di distruggere la natura. Sono sicura che un giorno tutti voi evolverete ad un livello tale che anche un solo vostro sguardo sarà sufficiente a far crescere gli alberi, a rendere dolci i frutti, a rendere fragranti i fiori. Ciò è possibile, giacché la nostra crescita sta mostrando i risultati. Pian piano sta mostrando i risultati; non dovrebbe essere sbalorditiva né scioccare, affinché possiate vedere da soli ciò che siete e che avete ottenuto.

Ma per permettere a questa forza interiore di svilupparsi, dovremmo, per prima cosa, essere molto introspettivi, dovremmo cercare di osservare noi stessi. Che cosa ci sta accadendo? Dovremmo controllare i nostri passi. Ci muoviamo verso qualcosa di costruttivo o verso la distruzione? Che cosa stiamo facendo? Questa forza di Ekadasha Rudra dentro di noi è così potente, è talmente potente che agisce non solo nella natura, ma anche negli uomini. Agisce in modo sorprendente e scioccante.

C’è un signore, al quale ho dato la realizzazione: è molto devoto, ma vive in un luogo in cui non può frequentare Sahaja Yoga. Alcune persone hanno tentato di creargli moltissimi ostacoli e lui mi ha raccontato che hanno avuto un incidente ed ora si trovano tutti all’ospedale. Io ho detto: “Io non ho fatto nulla. Hanno oltrepassato i limiti con le loro azioni”. E se si oltrepassano i limiti della rettitudine, si sviluppa naturalmente qualcosa che noi definiamo il male. E se cadete nelle voragini del male, dovete soffrire.

Questo però vale anche per i Sahaja yogi.

Ho appena saputo di un Sahaja yogi che ha provato a comportarsi in modo poco corretto con il denaro. Io non ho ritenuto che dovesse essere punito. Non ho mai pensato una cosa simile, che dovesse essere punito – davvero – ma loro hanno agito, le sue stesse forze hanno agito contro di lui. E si è così ammalato, è talmente malato, che in mia presenza tremava come una foglia secca. Non gli ho mai neppure detto: “Io so cosa stai combinando”.

Quando entrate in Sahaja Yoga, dovete capire che state salendo, in modo lento e inesorabile, una strada molto scoscesa. Dovendo l’ascesa essere molto rapida, la salita è molto erta. E mentre scalate il pendio, dovete sapere che se non andate avanti scivolerete giù. Ma anche se vi muoverete lateralmente cadrete giù. Potreste dire: “Madre, ci stiamo muovendo lateralmente quindi c’è un avanzamento”, perché anche cadendo si può sentire un movimento. Questo però è il movimento della distruzione. Dovete dunque avere un giusto discernimento riguardo a voi stessi. Stiamo ascendendo o discendendo? Stiamo perdendo il passo? Stiamo salendo più in alto con la nostra andatura? A volte non realizziamo di trovarci in mezzo alla peggiore negatività possibile nella storia di questo Universo. Nei tempi antichi c’era sempre un solo rakshasa alla volta da affrontare. Era molto facile affrontare un solo rakshasa, ma affrontarne tanti così richiede veramente un grande impegno.

La cosa peggiore, però, è che al giorno d’oggi questi rakshasa sono penetrati nel cervello della gente. A causa dei loro insegnamenti, a causa della loro capacità di illusione, la gente li ha accettati, e queste persone sono i miei figli, sono i ricercatori, sono i ricercatori della verità. È come chi si serve dei bambini per fare un ricatto. Mi mettono i figli davanti ed io non so che fare. Se cerco di uccidere i demoni, i miei figli fanno da scudo. Quindi qual è il modo migliore per distruggerli, nell’età moderna? Certo, possono essere uccisi, possono morire, ma come posso salvare le persone che loro hanno guastato, che hanno rovinato? È un lavoro molto, molto difficile e molto delicato. L’unico mezzo è farli arrivare ad un punto in cui si smascherino completamente, si degradino, e tutto il mondo sappia chi siano, conosca le loro facce. Quindi, invece di combatterli dall’esterno o chiedere semplicemente a Madre di andare ad ucciderli, la cosa migliore è farli cadere da soli nella rete di Ekadasha Rudra, affinché siano smascherati dai loro stessi misfatti. Direi che questo è il vantaggio del turpe gioco della falsità: la falsità viene sempre smascherata. Potete veder scritte a chiare lettere sulle loro facce, la loro ipocrisia, le loro intenzioni malvagie e le loro trame sataniche.

Come ho detto, questi tempi moderni sono i peggiori per quanto riguarda questi attacchi. Dobbiamo essere più vigili, più consapevoli, più sensibili. Come Sahaja yogi voi siete tutti molto ben equipaggiati, ma dimentichiamo continuamente di avere le vibrazioni, di possedere una nuova consapevolezza delle vibrazioni. Abbiamo una consapevolezza vibratoria, e questa consapevolezza vibratoria è una specie di messaggero assoluto che comunica con noi e ci indica ciò che non va negli altri, ciò che non va in noi.

Ma se vi mettete a prendere decisioni attraverso la mente e le emozioni, state pur certi che sarete fuorviati, poiché tutti questi tentativi sono unilaterali. Una proiezione mentale segue un andamento lineare, vi ricade addosso; ed anche una di tipo emotivo agisce in modo analogo. Anche a livello fisico è proprio la stessa cosa. Ma quando iniziate a giudicare mediante le vibrazioni, ciò che fate è chiedere al vostro Spirito di comunicare con voi, e lo Spirito è conoscenza assoluta. Quindi, non cedete ai vostri condizionamenti, o al vostro ego, o a qualche altro ammaestramento, o a qualche altro guru, ma a voi stessi. È molto importante che vi rendiate conto, tutti, che noi non dobbiamo prendere nessuna decisione a livello mentale ma sulla base delle nostre vibrazioni.

Molti pensano che se io dico qualcosa su qualcuno, possa essere perché mi è stato riferito. Ma se io sono la sorgente di tutte le loro vibrazioni, che bisogno c’è che me lo riferiscano? Perché qualcuno dovrebbe farmi un rapporto? Se vogliono farmi un resoconto, possono farlo, ma io conosco esattamente la situazione. Una volta a Rahuri mi trovavo in una pensione ad aspettare, quando arrivarono circa cinque, sei professori sulle loro biciclette. Vennero a dirmi: “Madre, siamo venuti a metterla in guardia da un certo signore”. Io chiesi: “Chi è questo signore?”. Loro mi fecero il nome dicendo: “Deve stare molto attenta, è un politico”. Io chiesi: “È tutto quello che sapete di lui?”. Risposero: “Sì, quindi deve stare molto attenta”. Dissi: “Ora vi parlerò io di lui. Quest’uomo non ha sposato sua moglie, lei è la moglie di un altro e lui è fuggito con questa donna. Il figlio è suo, ma lui ha stuprato questa donna, ecco perché ha questo bambino”. Quando iniziai a raccontare, si misero tutti ad aggrottare le sopracciglia e a spalancare gli occhi e dissero: “Madre, come lo sa?”. Risposi: “Andate a controllare se ciò che ho detto è vero o falso”. Erano completamente sbalorditi. Al ritorno mi riferirono: “Madre, è sorprendente, ciò che lei ha detto è vero”.

Con le vibrazioni potere sapere ogni cosa, ma chi cerca di prendere decisioni senza le vibrazioni può commettere errori, fintanto che non raggiungerete un livello in cui non dovrete tendere le mani per chiedere: lo saprete e basta. Ma per arrivare a quel livello dovete, per prima cosa, rimettere il vostro giudizio alle vibrazioni. Ora, alcune persone non hanno vibrazioni corrette. Può essere perché il loro Vishuddhi non è a posto. Dovrebbero prendersi cura nel modo giusto del proprio Vishuddhi. Anche quelli che hanno dei problemi al Vishuddhi, comunque, possono sentire dentro di sé quali chakra sono bloccati in una persona.

Normalmente, poiché siamo nei tempi moderni, la gente posseduta appare più bella di chi non lo è. Una volta venne da noi una signora al nostro programma. Era completamente posseduta, magra come il gambo di una pianta di fagiolo, assolutamente, e tutti – accadeva all’inizio di Sahaja Yoga – pensavano: che bella donna è venuta! Quando dissi loro di tenerla fuori della sala per tutto il tempo del programma, non riuscivano a capire. Poi è stata curata, ed ora ha un aspetto molto diverso: adesso sì che mi sembra è bellissima! La bellezza che si vedeva a quel tempo, che la gente vedeva, deve essere stato un camuffamento della negatività, così come per le attrici, gli attori del cinema ed alcuni clown, vicepresidenti ed altri che vedete. Sulle loro facce potete vedere scritto a chiare lettere quanto siano orribili. Ma finché voi non sarete a quel livello, e sinceri, non sarete in grado di accorgervene.

Ciò che faremo oggi è risvegliare in noi la forza di Ekadasha Rudra che vi aiuterà a contrastare la vostra negatività e a combattere la negatività del mondo intero. Noi abbiamo moltissime mani, tantissime persone, con ciò che chiamiamo diverse ayudha, cioè armi. Tutte queste armi sono dentro di voi, sono dentro di voi, e voi potete usarle sicuramente, ma prima dovete capire in modo preciso quali armi portate e come usarle. C’è tanta fede cieca, ci sono tante idee sbagliate, sono stati eretti tanti baluardi organizzativi. A questo mondo avvengono assurdità di ogni genere, ma avranno tutte fine. Nessuno ne saprà più nulla, si ricorderà solo che su questa terra sono esistite delle creature scellerate. Alla fine chi continuerà ad esistere sarà solo l’energia vivente.

Dobbiamo renderci conto che noi conosciamo l’energia vivente e dobbiamo esserne molto sicuri, e dobbiamo essere molto fieri di sapere che cos’è l’energia vivente. Allora, Ekadasha Rudra dentro di noi diventa molto potente. Chiunque provi a farvi soffrire, riceverà un bel pugno. Qualunque organizzazione tenti di sottomettere Sahaja Yoga, o di danneggiarlo in qualsiasi modo, se la passerà male. Sapete, come quando andai allo spettacolo di Murph Griffin[1] e lui si comportò male. La settimana seguente, quello spettacolo chiuse. Finito.

In India ci fu un quotidiano che provò a scrivere uno strano articolo su di me: il giornale chiuse per mesi. Accade proprio così. Io non faccio niente di particolare, ma vedendo come accadono le cose, è molto sorprendente come ora questo Ekadasha sia attivo. La cosa più rilevante, inoltre, è che questo Ekadasha agirà unicamente nel Kali Yuga, nei tempi moderni. In passato non doveva agire, poiché c’era a malapena un (falso) guru – i (falsi) guru di oggi c’erano anche in passato – c’era soltanto un solo orribile rakshasa, quindi ucciderlo era molto facile. Shri Krishna non ci mise nulla ad uccidere Kamsa; e Shri Rama non ci mise nulla a uccidere Ravana. E, dopo averli uccisi, tutto ritorna puro, ma qui sono come zanzare. Sono così numerosi! Uno dietro l’altro, non c’è fine. E sono anche penetrati nel sistema sottile degli esseri umani provocando loro malattie, problemi e tormenti di ogni genere. Di conseguenza, i problemi sono molto più profondi e molto, molto complessi.

È per questo che Ekadasha Rudra possiede undici poteri distruttivi. Possiamo affermare che ci sono dieci direzioni e che questa è l’undicesima. Dieci da fuori e una da dentro. Tutte queste undici forze possono agire su chiunque tenti di ostacolare il progresso di Sahaja Yoga, o anche di dire qualcosa contro di me o contro di voi. Esso agirà su chiunque tenti di danneggiarvi. A livello fisico, compare qui, sulla vostra fronte, Ekadasha Rudra compare sulla fronte (indica la zona attraverso la fronte, proprio sopra l’Agnya Chakra, ndt.), e quassù vi viene una protuberanza. Dovete aver visto che alcuni hanno qui un (?) (indica la zona attraverso la fronte sopra l’Agnya, ndt.) ed una enorme protuberanza.

Soprattutto i malati di cancro, se li osservate, hanno un bozzo a destra (della fronte, ndt) che ha origine dal lato sinistro; invece altri ce l’hanno a sinistra. In un caso, uno nasce da sinistra e passa a destra; nell’altro caso, nasce da destra, e passa a sinistra.

I più pericolosi sono quelli che vanno verso il lato destro (della fronte); poiché sono (entità) molto infide, non possiamo vederle, si nascondono, possono danneggiarvi moltissimo.

Tutte le cose orribili oggi in atto possono essere distrutte completamente, se sviluppiamo Ekadasha Rudra in noi. Queste entità non sono poi così potenti: un solo Sahaja yogi può distruggerne migliaia, mentre loro non possono danneggiare neppure un Sahaja yogi. Davanti a voi, loro sono davvero impotenti, non hanno nessuna possibilità di tormentarvi. Se siete persone potenti scompariranno tutte, per sempre. Ricordo una volta tre Sahaja yogi, in India, che avevano l’abitudine di passare per una certa strada del villaggio. Una signora fu colpita da una possessione e iniziò a fare: “Oh, oh, oh”, così. Allora (i Sahaja yogi) chiesero (ai bhut): “Perché siete qui?”. Lei rispose: “Siamo qui, in questa signora, per farvi dire di non passare da questa strada, perché ora noi siamo fuggiti da tutti i villaggi e viviamo proprio in quest’area, e se i Sahaja yogi passano di qui, salteremo di qua e di là per tutta la notte. Quindi è meglio chiedere a questi tre Sahaja yogi di non passare di qui, così almeno avremo un posto dove stare”.

Come vi ho detto, loro sono usciti dal ciclo dell’evoluzione, sono morti, persone morte. E questi morti, con i loro corpi sottili, possono penetrare in noi e formare delle entità, e queste entità possono afferrarci e possederci. Le persone possedute sembrano assolutamente normali. Come dicevo oggi a proposito dell’omosessualità, della sessualità smodata, dell’assenza di sessualità; anche a proposito della mancanza di senso estetico, oppure di eccessive tendenze artistiche; del mangiare troppo e dell’ingordigia o del non mangiare per niente, del digiuno; del fatto di non temere nulla – “Che c’è di sbagliato?”; per ogni cosa: “Che c’è di male?”-; della mancanza di timore di Dio, o del fatto di avere paura anche di una formica. Ci sono poi persone che si sentono sempre colpevoli, ed altre che fanno sentire colpevoli gli altri come se questi fossero degli incapaci. In più ce ne sono altre che sono molto, molto crudeli, che possono intrappolare la gente, renderla schiava. Possono commettere qualsiasi azione orribile, provocare conflitti, anche solo parlando.

E ci sono altri che si sottomettono a questa gente malvagia accettando il suo predominio e cercando di distruggere gli altri per la gloria di queste personalità dominanti.

Poi viene l’area di Sahaja Yoga, dove nessuno può entrare, dove siete in perfetta gioia. Gli Ekadasha stanno intorno a voi, sulla vostra fronte, per controllare quest’area. Loro vegliano, sono delle sentinelle, e nessuno può danneggiarvi. Voi siete tranquillamente sistemati qui, nel Sahasrara. Nulla può toccarvi; niente può farvi neppure un affronto.

Loro sono molto vigili ed hanno molte sfaccettature – ogni deità ha numerosi aspetti – e tutte queste sfaccettature proiettano in continuazione luce su quest’area al fine di evitare intrusioni. È questo che avete dentro di voi. E quando qualcuno prova ad entrare nell’area del Sahasrara, essi reagiscono immediatamente, e possono colpire l’intruso a tal punto che voi stessi siete sbalorditi e non capite come sia accaduto.

Ma per sviluppare questa forza dobbiamo meditare con sincerità, con comprensione, non dire semplicemente davanti alla fotografia: “Madre, mi arrendo a Te”, ma farlo con sincerità, giacché le deità riconoscono chi è sincero, chi è genuino, chi sta cercando veramente di elevarsi ed ascendere. È una lotta, in un certo senso. È una lotta, ma non è una lotta infruttuosa. Per il resto, ogni altra lotta è infruttuosa. Ma questa lotta è così semplice e già così chiara e risolta che non dovete preoccuparvi troppo.

Oggi, dunque, dobbiamo invitare tutte queste forze di Ekadasha Rudra a distruggere completamente la negatività del Kali Yuga, e pregare anche che sia distrutta qualsiasi negatività esistente in noi; che sia distrutta qualsiasi negatività contro Sahaja Yoga; che sia distrutta qualsiasi negatività in ogni individuo e in ogni conoscenza. Questo è il messaggio di oggi per voi a proposito di Ekadasha Rudra.

Che Dio vi benedica.


[1] Una specie di Costanzo Show.