Il ruolo delle donne

(Inghilterra)

Feedback
Share

Il ruolo delle donne

Shudy Camps, UK, 19 Giugno 1988

Ieri abbiamo avuto una bella meditazione e abbiamo sentito tutti la brezza fresca dello Spirito Santo. Vi ho detto che occorre comprendere che questo in cui siete nati, è il momento più importante della storia e che qui state svolgendo il lavoro supremo, il lavoro di Dio. Siete stati scelti appositamente per questo e dovete rendervi conto che siete santi. A parte ciò, con tutte le benedizioni che avete, talvolta vi perdete in queste benedizioni; vi ci perdete e iniziate a comportarvi in un modo che non si addice ad un santo. Dopo tanti anni, ho acconsentito a celebrare un puja a Ekadasha Rudra. So che era pericoloso, poiché so che molti Sahaja yogi sono ancora tiepidi, altri stanno solo sfruttando Sahaja Yoga per ricavarne denaro o potere, fama o cose del genere.

Adesso questo potere è stato liberato, esso in un certo senso è molto, molto pericoloso e dovete fare molta attenzione. Ovviamente, vi protegge da coloro che vi attaccano e tentano di distruggervi, da tutta la negatività. Vuole attivare ogni tipo di protezione possibile a vostro vantaggio ma, se iniziate a comportarvi male, può agire anche su di voi. Vi racconterò un episodio avvenuto molto di recente in India. Una Sahaja yogini si recò a casa di un’altra Sahaja yogini che aveva nel suo giardino molti frutti di nangka[1]. Le chiese: “Mi puoi dare un nangka, per servirlo in insalata?” L’altra rispose: “Non oggi. Te lo darò, ma un altro giorno. Non voglio dartelo oggi, tutto qui.” E lei aveva molti di questi frutti. La Sahaja yogini rimase male, voleva soltanto preparare un’insalata per delle persone simpatiche che sarebbero venute a casa sua. (La verdura) non costa niente al mercato, ma a lei piace il nangka e chiese se poteva averne uno. Il giorno dopo venne un vento molto forte, una specie di tifone, soltanto nel suo giardino, da nessun’altra parte. Tutti i suoi nangka caddero, e anche l’albero. Lei non sapeva cosa fare. Andò quindi a chiedere all’altra Sahaja yogini: “Scusa se ho detto tutte quelle cose. Ecco cos’è accaduto, adesso per favore salvami da altri disastri perché sono stata alquanto egoista.” L’altra disse: “Ma io non ho mai detto niente a Madre, mai. Sono tornata a casa e ho dimenticato tutto. Non l’ho mai detto a Madre. Non ho mai portato rancore nella mente. Ho perdonato completamente. Com’è successo?”

Ciò accadde dopo il Puja a Ekadasha Rudra, e lei temeva che un giorno tutto il suo giardino sarebbe stato spazzato via. Quindi mi scrisse una lettera in cui diceva: “Madre, ecco che cosa è accaduto. L’ho fatto a causa delle cattive abitudini dalle vite precedenti, e ho tentato di risparmiare un nangka…” In seguito ha dovuto darli ai mendicanti, ai domestici. Nessuno voleva comprarli da lei. Poi ha perso tutto il suo denaro, ha perso ogni cosa. So che è alquanto pericoloso, ma come distruggere la negatività?

Trovo che oggi la negatività stia attaccando molto intensamente Sahaja Yoga e i Sahaja yogi, in modo molto sottile. Avrete sentito parlare di ciò che è accaduto in Australia. Una signora era stata mandata in Australia da suo marito per essere corretta. Un’altra signora, una moglie molto consapevole della sua condizione di moglie, ha influenzato questa donna negativa creando un gruppo di donne negative. E da lì tutte le vibrazioni di Sahaja Yoga sono scomparse. Dall’Australia nessuno mi ha mandato nemmeno un fiore per il mio compleanno. Hanno celebrato il mio Puja, certo, hanno seguito il rituale, il Puja…ma ciascuno nella propria famiglia. Lei ha detto: “Lo faremo in famiglia.” Ma qual è la vostra famiglia? La piccola famiglia dell’ashram o la vostra famiglia? E tutto è andato distrutto. Le vibrazioni di tutti gli australiani sono andate distrutte.

Poi, ho dovuto chiamare il leader a Bombay. Lui era davvero preoccupato per le sue vibrazioni, perché aveva iniziato a tremare di fronte a me. Le sue mani avevano iniziato a tremare di fronte a me. Mi ha detto: “Sono sensibile.” Io ho risposto: “No, non si tratta di sensibilità, c’è un bhut. Se senti dei dolori o cose del genere, significa che sei un bhut. Tu non sei sensibile, non lasciarti fuorviare, non pensare questo. Non farti idee sbagliate su te stesso. Adesso siediti davanti a me.” Allora ho cacciato gli spiriti da lui. Poi ha ammesso: “Stavo subendo un attacco da parte di (spiriti) scozzesi.” Scozzesi, perché? “Perché lei (forse si riferisce a sua moglie, N.d.t.) veniva dalla Scozia.” Gli ho risposto: “I bhut non hanno nazionalità, non hanno casta, non hanno religione, sono bhut. Perciò non chiamarli scozzesi, potrebbero essere russi, italiani, indiani, qualsiasi cosa.” Ma ce n’erano così tanti che tutta l’Australia, tutta New York sono state possedute.

È così che la negatività si insinua ed una persona come James, un santo, è rimasto colpito. Non proprio colpito, ma è stato completamente rovinato ed ha ammesso: “Madre, io so che cosa mi è successo.” Ma io ho scoperto che la colpa era di sua moglie. Aveva avuto un pessimo passato, allergica a tutto, aveva avuto cose di ogni tipo. Le ho detto di andarsene dall’Australia. Per questo, il Maha Puja è stato rinviato. Farò in modo che venga celebrato, ma forse non verrà nemmeno un Sahaja yogi da quell’ashram.

Allora, con mia sorpresa, tutte le sei orribili donne che avevano formato il gruppo con questa donna mi hanno scritto una lettera: “Lei (la ‘capogruppo’) ci ha elevate.” Le vibrazioni erano tanto cattive che appena hanno iniziato a fluire, ho dovuto combatterle. Non riuscivo a leggere la lettera. E loro sentivano di essere state elevate!

In Sahaja Yoga, quindi, potete farvi davvero fuorviare da molte cose. Ma adesso state attenti, non cercate di ingannare voi stessi. Dovete comprendere il vostro valore. Come vi ho detto ieri, siete yogi, siete santi, non dovreste cedere a niente di insensato e meschino. A chiunque cerchi di fare cose del genere, dovreste dire che siete yogi. Come vi ho detto ieri, per uno yogi, la sua famiglia è il mondo intero.

Specialmente in Europa, Inghilterra e America, le donne sono diventate molto dominanti. Sanno come controllare gli uomini, raccontando loro delle storie su come ci si occupa della famiglia, dei figli ecc. Talvolta è stupefacente. Vi ci perdete. Ne ho viste molte così, e ciò ha creato molti problemi.

Adesso, ho chiesto a tutte le donne di comportarsi bene e di rendersi conto che sono mogli. Se iniziate a comportarvi male, ogni benedizione che avete ricevuto in Sahaja Yoga vi sarà tolta. Miserie di ogni tipo ricadranno su di loro, provocate non da me ma da Ekadasha Rudra. Così come voi chiamate in causa i bhut per ogni cosa, lasciate che io chiami in causa le deità. Io non mi assumo nessuna responsabilità. Se siete irresponsabili, vi colpiranno duramente e contrarrete il cancro o altre cose molto gravi, ma allora non addossate la colpa a me. Questa è la situazione oggi.

Ho incontrato alcune Sahaja yogini che mi hanno confessato di avere fatto questo o quell’altro, di aver parlato in un certo modo della loro famiglia ecc. Esse poi sono state colpite. Ciò deve essere compreso, perché ritengo che in Occidente le donne non abbiano intelligenza, non siano intelligenti. È la semplice conclusione a cui sono giunta. Alcune, malgrado siano possedute, hanno intelligenza e, essendo intelligenti, sono assennate. Invece, qui le donne sono aggressive ma non intelligenti.

In India le donne sono intelligenti. Esse colgono il punto. Sanno di essere di fronte all’Adi Shakti. Se il marito fa qualcosa di sbagliato, un’indiana dirà: “Digiunerò per dieci giorni. Ti comporterai bene?”, oppure: “Se non ti comporterai bene, me ne andrò da questa casa.” Le donne indiane hanno determinato il successo di Sahaja Yoga in India. Sono donne molto intelligenti.

Qui le donne mancano di intelligenza perché sono molto aggressive. Non colgono il punto. Non comprendono chi io sia. Non capiscono il nostro valore. Per loro sono importanti tutte le cose stupide e insensate. Non per tutte voi, ma per alcune sì. E a causa della scarsa intelligenza, voi cedete di fronte a queste donne stupide. Vi raccontano cose di ogni genere. Parlano bene. Ho notato che qui parlano soltanto le donne, gli uomini non parlano. Se guardate la televisione, parlano solo le donne, gli uomini mai. Se un bambino muore, parla la madre. Non so come riesca a parlare dopo che le è morto il figlio. (Invece) parlerà lei. Il padre sarà infelice, se ne starà seduto come un topo e terrà la bocca chiusa. Molte volte ho detto ai Sahaja yogi dell’Inghilterra e altrove che sono come cavoli. Se vi comportate così, verrà il giorno in cui sarete tutti distrutti da queste donne orribili. Le donne devono comprendere che sono donne perché sono compassionevoli, tolleranti. Sono come Madre Terra. Invece, il loro ego è talmente sviluppato! Fateci attenzione. Perché l’America oggi è rovinata? A causa delle donne.

Posso citarvi tanti esempi di ragazze indiane che si sono sposate qui. Hanno fatto rinsavire i mariti, hanno messo tutto a posto. Pian piano, ma con costanza, li hanno portati davvero in Sahaja Yoga. Un difetto molto comune in Occidente, e non so cosa sia accaduto qui agli uomini, è che si sentono così colpevoli da dover diventare come schiavi. In India è il contrario, soprattutto al nord, dove le donne vengono dominate molto. Avevamo una Sahaja yogini sposata ad un Sahaja yogi, un medico. Egli ebbe una paralisi e, durante la sua malattia, sua moglie iniziò a guadagnare denaro. Quando lei iniziò a guadagnare, lui si sentì molto umiliato e quindi la dominava molto di più. Lei venne a dirmi: “Quando non guadagnavo, era buono, era molto più dolce con me. Ma ora che guadagno…” E gli dava fino all’ultima rupia, tuttavia lui la dominava in continuazione: “Perché non hai fatto questo? Perché non hai fatto quest’altro?” Mi disse: “Prima non si era mai comportato così. Non appena starà bene, rinuncerò al mio guadagno, perché mio marito non tollera che io porti a casa denaro.”

La prima cosa fondamentale che devo richiedervi è che tutte le Sahaja yogini apprendano Sahaja Yoga tanto quanto gli uomini. Non è importante soltanto sorridere e agghindarsi. In Sahaja Yoga dovete avere la stessa conoscenza dei Sahaja yogi. Se avete partorito dei figli, ciò non significa aver realizzato qualcosa di grande. Chiunque può mettere al mondo dei figli: cani, gatti, tutti. Anche i vostri mariti ne sono in parte responsabili. Quindi non avete ottenuto niente di grandioso dando alla luce i vostri figli, accudendoli, dominando sempre i mariti. Quanta conoscenza avete di Sahaja Yoga? So che alcune non conoscono le corrispondenze dei chakra sui piedi. Non vogliono sapere niente di Sahaja Yoga. Talvolta, vogliono usare Sahaja Yoga soltanto per dominare i mariti. Occorre affrontare questo. Quanto conoscete Sahaja Yoga in profondità?

La maggior parte di voi ha molti problemi dentro di sé. Ho visto che molti, non appena rivolgono le mani verso qualcuno, sentono: “Oh, mi sto prendendo dei blocchi qui, lì…” Questo è il segno vero e proprio della presenza di bhut. Ho visto persone che dicevano di essere sensibili, ma ciò trae in inganno: “Sono molto sensibile, sono ad un livello molto alto in Sahaja Yoga.” Non è così che acquisirete un alto livello. Dovete essere assolutamente perfetti, in perfetta salute e dovreste avere una conoscenza perfetta di Sahaja Yoga. Quanti di voi hanno letto L’Avvento? Vediamo: quanti di voi hanno letto tutto L’Avvento? Onestamente, davvero…. Bene!

Sto cercando di dirvi che dovete scoprire che cos’è Sahaja Yoga. Il vostro Guru è una donna. È la sorgente di tutta la conoscenza. È l’Oceano di tutta la conoscenza. Perché dovremmo essere da meno? In ogni cosa vogliamo essere assolutamente simili, uguali agli uomini, anche per quanto riguarda l’abbigliamento e tutto il resto. E per quanto riguarda la conoscenza di Sahaja Yoga? Quanti hanno dato la realizzazione ad altre persone? Alzate la mano. Mi interessano soltanto le donne. Bene! È di questo che si dovrebbe essere orgogliose. Si dovrebbe sapere fino a che punto si conosce Sahaja Yoga a livello mentale ed emozionale. Quante di voi dominano il proprio marito? State attente. Credo che lei sia l’unica persona onesta (probabilmente si riferisce a qualcuna che ha alzato la mano. N.d.t.). Conosco tutte coloro che, fra voi, dominano (i mariti), e talvolta cercano anche di schiacciarli. Adesso mi sto rivolgendo a voi perché siete le Shakti. Siete il potere che sta dietro l’uomo. Sarete voi a renderli grandi, sarete voi a formare l’energia potenziale di Sahaja Yoga . Siete come la Madre Terra che deve donare ogni cosa bella, tutti questi fiori. Da dove vengono? Tutti questi alberi…La Madre Terra appare così semplice, ma osservate che cosa ci dà. Guardate queste cose meravigliose.

Quindi, occorre comprendere che, per essere buone Sahaja yogini, innanzitutto dovete essere mogli eccellenti. Non mogli dominanti che si mettono sempre in prima fila. Me ne sono resa conto pienamente, ma di recente si sono verificati tre o quattro casi e sono rimasta scioccata di come si siano svolte le cose. Possono attaccare me, il leader, qualsiasi cosa. Perché per i bhut è più facile insinuarsi nelle donne che negli uomini. È vero: quando vi spostate troppo verso destra, immediatamente venite colpite (da bhut) sul lato sinistro, poiché oscillate come un pendolo e per natura siete il lato sinistro, così i bhut si impossessano di voi più facilmente.

Vi stupirete del fatto che le donne che hanno condotto una vita sessuale perversa, siano molto peggiori degli uomini. Dopo il matrimonio gli uomini vengono curati, le donne no. Hanno problemi mentali, poiché dovete sapere che siete le emozioni, i desideri del mondo intero. Siete così importanti…senza di voi niente può avere inizio. Se io non fossi venuta sulla terra, tutti, da Sadashiva a Ganesha messi insieme, non avrebbero potuto fare niente. È un dato di fatto. Io come donna, come Madre, come moglie, come sposa, ho raggiunto tutto questo. Per voi dovrebbe essere la cosa più semplice da fare perché io sono una donna, ho vissuto come una donna e ho allevato tanti figli in tutto il mondo. Ho diretto molto bene anche l’intera commedia e la mia famiglia. Le ho dato un perfetto equilibrio. Adesso è assodato che una donna può essere non solo una sacerdotessa, ma può essere il Guru supremo di tutti i Guru.

Ora vi ho poste tutte sul piedistallo, quindi devo dirvi che dovete ascendere e prendervi cura di Sahaja. Siete molto importanti, perché una donna cattiva e una cattiva moglie sono molto, molto più dannose di un uomo cattivo. L’ho appena visto accadere in Australia: una donna ha rovinato tutta l’Australia; mentre una Donna può renderla grande. Questa sono io. Sono molto fiera di essere una donna e non vorrei saperne di essere un uomo. Guardate Shri Krishna: dovette sposare sedicimila donne. Dovette sposarle, non poteva averle come discepole. Erano shakti, erano i Suoi poteri. Dovevano essere donne. Di lui potevano dire, come fanno oggi, che fosse un rubacuori. Ma a me nessuno può dirlo, perché sono una donna e una madre non può essere sfidata. Il padre viene sempre sfidato, ma non la madre. Come donne potete ottenere tanto ma per questo dovete saper fare alcune cose, come ad esempio esprimere puro amore agli altri, esprimere autenticità agli altri, aiutare il marito in Sahaja Yoga.

Nel matrimonio in Sahaja Yoga, mi avete fatto una promessa: lavorerete per Sahaja Yoga e aiuterete vostro marito a portare avanti Sahaja Yoga. Aiuterete vostro marito mentre si prende cura di altri Sahaja yogi, accudirete gli altri Sahaja yogi che vengono a casa vostra. Renderete la vostra casa un centro di Sahaja Yoga, accoglierete le persone in casa vostra e cercherete sempre di promuovere la collettività. Vi siete sposate sulla base di queste promesse. Voi siete coloro che possono metterle in pratica. È facile per una donna avere vedute ristrette, essere presuntuosa e meschina. Ad un uomo occorre del tempo per esserlo. Ma se, nonostante tutte queste possibilità, avete anche la possibilità tipicamente maschile di dominare, non siete né una cosa né l’altra. Non appartenete a un sesso. A quel punto non so nemmeno come chiamarle; meglio definirle persone che non sono donne né uomini. Comportiamoci da donne e siamo fiere di esserlo! È così che creeremo uno splendido mondo per tutti.

Veniamo ora ai problemi mondiali più gravi. Abbiamo notato che in questi giorni sto parlando molto di politica e forse un giorno, quando verrà il momento, dovrete entrare tutte in politica. Andrò a trovare anche questo sig. Jackson in America, vediamo cosa succede. Come sapete stiamo lavorando anche in Inghilterra. Nel giro di due anni, andrò a incontrare tutti questi leader. Agiremo in modo assennato e dignitoso, ma sta a voi dimostrare che abbiamo buone famiglie molto equilibrate.

Per favore, vuoi stare tranquillo? Chi è? Tuo figlio è molto dispettoso, vuoi portarlo via? Devi insegnargli come comportarsi di fronte a Madre. Dovete insegnarlo, un bambino può rovinare tutti gli altri. Fate attenzione. A volte dovete sculacciarli, ritengo che sia necessario. Diversamente i bambini non sapranno mai come ci si comporta. Hanno bisogno di due sculaccioni sullo Swadishthan sinistro e staranno bene. Dobbiamo formare società e famiglie con la giusta preparazione, la giusta comprensione. Come vi ho detto, fino all’età di cinque anni potete sculacciarli. Fino ai dieci anni di età dovreste istruirli e, dopo i sedici anni, devono essere trattati proprio come vostri amici. Ma se non avete seguito i primi due punti, non potrete trattarli come tali. Vi calpesteranno. Questo è il problema anche dei bambini di questo Paese (Inghilterra).

Oggi, però, i problemi sono molto più radicati di quanto pensiamo: una certa forza, negativa quanto la forza di Hitler, sta crescendo attraverso le donne di tutti i Paesi. Tramite le donne, questo orribile Hitler e tutti i tedeschi morti stanno rinascendo. Ora stanno diventando proprio come i nazisti. Le donne, quindi, devono prestare particolare attenzione a non piegarsi alle forze negative che stanno agendo dentro di noi. Devono essere umili, dolci e pronte al sacrificio, perché ne hanno il potere. Solo le donne possono farlo, non gli uomini, loro non possono. Essi hanno un altro tipo di dolcezza, gli uomini hanno una dolcezza di altro genere; ma le donne hanno l’intelligenza che può rendere meraviglioso il mondo intero.

Cosa stai facendo ora? Siediti tranquillo. Per favore, vuoi sederti tranquillo? Senti! Se non riesci a stare lì seduto calmo, è meglio che te ne vada. Siediti tranquillamente, ieri non c’eri ed erano tutti buonissimi. Ora comportati come si deve. Dovete imparare tutti a comportarvi bene, d’accordo? Dovete insegnare ai vostri figli, quando li portate qui o in qualsiasi altro posto, come ci si comporta. Dovete insegnarglielo, dovete dirglielo. I bambini devono imparare.

Veniamo ora ai problemi mondiali più radicati. Come le proiezioni mentali hanno dimostrato chiaramente – seguitemi, cercate tutti di capirmi – un problema molto radicato è che se vi spostate a sinistra e a destra andate agli estremi, vi imbattete nei problemi e li create anche. Quindi dovete mantenervi tutti al centro e per riuscirvi dobbiamo ascendere. Adesso il problema è che molte persone sono entrate in Sahaja Yoga. Questo non è mai stato raggiunto prima, mai. Il motivo principale era l’impossibilità di entrare nella mente delle persone e dir loro cosa fare. Ognuno ha fatto del suo meglio.

Proprio oggi ho parlato di Buddha. Ho detto che Buddha fece del suo meglio per dire alla gente di uscire dal ritualismo insensato e puntare alla salvezza. Tentò in ogni modo. Quando morì, dissero: “D’accordo, lui ha detto di non costruire statue, quindi costruiremo degli stupa[2].” Eressero quindi degli stupa che si misero poi a venerare. Proprio l’opposto di ciò che aveva detto lui, cioè ottenere la salvezza, la purificazione, l’introspezione e la via di mezzo. Egli si spinse fino al punto di dire di non formare famiglie, perché con la famiglia nascono queste assurdità. (Disse) di dedicarsi alla rinuncia interiore, così da osservare tutto…Ma come al solito, si fissarono di nuovo con le loro insensatezze, crearono grandi stupa e cose del genere, e li adoravano. Osservate la vita di Cristo, la vita di Mahavira, osservate la vita di tutte le grandi incarnazioni e profeti, dell’Islam ecc. È accaduta la stessa cosa, sono state deformate. Ma chi le ha falsate? Chi ha rovinato l’intera essenza di ogni grande incarnazione? L’hanno rovinata gli stessi discepoli perché non erano realizzati.

Un grave problema che noto adesso è che le donne – che dovrebbero essere mie discepole – rovineranno Sahaja Yoga. Adesso posso vederlo molto chiaramente, con assoluta chiarezza. Lo rovineranno perché sono diventate molto dominanti; perché pensano di conoscere Sahaja Yoga; perché ritengono di essere diventate molto grandi. La moglie di un leader crede di essere lei il leader. Se chiama qualcuno e gli dice: “Bene, vieni a fare questo lavoro per me,” crede di avere più diritti su suo marito di quanti ne abbia Madre. Oggi sono le donne le imputate, ecco perché vi metto in guardia. Ora l’ho visto, posso indicare almeno dieci donne che si sono comportate in questo modo. E ora l’undicesima.  Si tratta proprio di questo.

Devo chiedervi di comprendere che la responsabilità sarà vostra. Sarà scritto nella storia così come è stato scritto nel Ramayana, in cui la damigella di Kaikeyi – la madre, anzi, la matrigna di Rama – fu responsabile di tutto quanto accaduto nel Ramayana. Ma doveva accadere. Oggi, però, dov’è Manthara[3], dov’è Kaikeyi? Gli indiani non le nominano nemmeno; sputano se sentono qualcuno pronunciare i loro nomi. Sono decadute, anche se a quel tempo pensavano di aver ottenuto grandi risultati. È questo che devo dirvi, nel caso vogliate passare alla storia in questo modo, perché stiamo affrontando un momento molto insidioso e dobbiamo stare molto, molto attente per quanto riguarda noi stesse. Che cosa stiamo facendo? Come ci stiamo comportando? Io mi occupo del momento e del tempo attuale. Non voglio dirvi che cosa vi accadrà in futuro. Se dovete andare all’inferno, potete andarci. Non dirò chi andrà all’inferno e chi andrà in Paradiso, ma sta a voi decidere e comprendere, mediante l’introspezione, che cosa accadrà.

Devo rivolgere una richiesta molto importante, specialmente alle donne, perché in questi tempi moderni saranno loro, non gli uomini, a salvare il mondo. Essi hanno già svolto in precedenza il loro compito. Adesso sta a voi salvarlo, con la vostra comprensione, la vostra compassione, i vostri sacrifici, la vostra saggezza e l’amore innato; non è solo per i vostri figli, per vostro marito, per la vostra famiglia, ma per il mondo intero. È un’ottima opportunità per tutte voi di fare la vostra parte. Abbiamo avuto esperienze meravigliose con alcune grandissime Sahaja yogini. Alcune hanno davvero raggiunto il costante stato di beatitudine. Alcune ce l’hanno fatta davvero, sono nello stato costante di beatitudine. Se stanno per arrivare, lo sento immediatamente. L’intera atmosfera le attende. Tutto il cosmo, in rispettosa attesa, attende il loro arrivo. Esistono donne di questa qualità. Dobbiamo prendere loro come esempio, e non le donne stupide, inutili e vanitose. Dobbiamo considerarle qualcosa di grande. Devo dirvi che il potenziale dentro di voi è enorme. Sahaja Yoga non dovrebbe limitarsi a voi o ai vostri figli. È questa la profondità che dovete toccare.

Il problema di oggi è che le donne hanno perso i loro valori, hanno perso la loro profondità. È questo il problema fondamentale di oggi. Sono diventate competitive, attaccate al denaro e al successo, tutte cose insensate. Non sono orientate all’ascesa. Quindi dovete stare molto, molto attente; è questo il problema fondamentale che dovreste vedere, e chiedo a tutti i Sahaja yogi di stare in guardia. La stessa donna oggi può essere sulla scala verso il cielo o su uno scivolo verso il basso. In qualche modo hanno ottenuto quella certa posizione in cui possono essere dittatrici, proprio come Hitler al quale ci sono voluti soltanto undici anni. Non so quanti anni ci siano voluti per queste donne, ma adesso vedo loro sulla scena.

Una donna priva di rettitudine, priva di castità, priva di umiltà non è una donna; il suo ornamento è la compassione. Vorrei poter scrivere come William Blake. Vorrei che lui avesse scritto a proposito delle donne occidentali e della bellezza che avevano, e che devono raggiungere. Una volta che le donne conosceranno davvero la loro forza, renderanno questo mondo meraviglioso, lo so. Ma non con la debolezza di identificarsi con i modelli degli uomini. Questa è la loro debolezza.

In questo programma, quindi, siamo riusciti a raggiungere due obiettivi. Ieri vi ho parlato dell’introspezione e oggi vi ho detto dov’è il problema. Anche se costruite una grande nave, la più grande di tutte, pronta a salpare, se vi fate un grosso buco, la nave affonderà. Anche se avete gli occhi più brillanti, ma si forma un forellino, non potete vedere i cieli. Con i loro metodi sottili, le donne hanno l’abilità di mettervi queste cose negli occhi, ma hanno anche la capacità di spalancare la completa visione della bellezza.

In India sono davvero felice per un motivo. La maggior parte degli uomini viene a dirmi: “È stata mia moglie a portarmi in Sahaja Yoga. È stata lei a farmi entrare in contatto con Sahaja Yoga. È stata lei a fare così tanto per me e per Sahaja Yoga.” C’è un rispetto incredibile per le donne. Ho notato che anche fra quelle che sono venute qui (in Occidente), alcune, con gradualità e costanza, hanno portato il marito in Sahaja Yoga. Ovviamente, anche gli indiani hanno alcune donne orribili che quando vengono all’estero, se si occidentalizzano, se vengono a contatto con la vita occidentale, possono essere anch’esse orribili. Ma l’atteggiamento di una donna indiana è innatamente diverso, poiché deve stabilire il dharma nella sua famiglia. Deve stabilire la bellezza di Dio nella sua famiglia. Deve dare ogni cosa buona, la rettitudine completa ai suoi figli. Deve essere umile. Non deve alzare la voce. Se alza la voce, rovina i figli, poiché li educa a fare altrettanto. In un certo senso deve obbedire a suo marito, affinché i suoi figli obbediscano a lei. E funziona: lì la società è molto migliore di qui (in Occidente).

Questo nuovo movimento di liberazione della donna e tutto il resto, sono segnali di questo lavoro segreto che sta avanzando. Poiché le donne sono di lato sinistro, sono subdole. Agiscono in modo molto astuto e scaltro.

Ma potreste essere tutte come me. Se voleste, potreste tutte ottenere tutti i miei poteri, molto più degli uomini. Ma dovete liberarvi dalle vostre visioni limitate e dalle idee ristrette di glorificare voi stesse. Sono sicura che funzionerà, se vi assumerete tutte l’incarico di fare ciò che oggi sta facendo Madre. Per prima cosa dovete imparare a cucinare bene. Non permettete agli uomini di fare niente in casa. Non permettete mai, mai, ai vostri mariti di fare alcun lavoro di casa. Dipenderanno completamente da voi. Preparate il cibo migliore, siate cuoche provette e il marito tornerà a casa. Vi sto insegnando i trucchi del mestiere. Cercate di comprendere vostro marito da testimoni. Talvolta si irrita per niente: testimoniate. È un altro bambino che avete. È un bambino adulto e dovete prendervene cura. Siate gentili e attente. È molto sorprendente che non abbiate ancora appreso questi trucchi; forse le vostre madri non ve li hanno mai svelati.

Saremo una razza ideale, una famiglia ideale, ideali in tutto, senza alcun dubbio. Dimostreremo al mondo che non ci curiamo di chiunque possa cercare di giocarci dei trucchi. Dobbiamo progredire sempre più. Come Ganesha; come un enorme elefante legato con corde e catene di ogni tipo può avanzare a spingersi in avanti. In questo modo noi tutti Sahaja yogi ce la faremo. Ma le donne di Sahaja Yoga devono darsi da fare. Devono fare in modo di dare energia ai loro uomini. Se trovo qualche marito debole, so che la moglie è una brontolona o è dominante o si crede chissà chi. Se vedo un uomo molto potente, so che c’è una donna dietro di lui. È proprio come l’elettricità, la luce e la lampadina. Se l’elettricità scorre bene, la lampadina dà luce. Proprio così. Ma se vi identificate con le donne stupide e vanitose, siete perdute. Sarete finite.

Se sapete chi sono, se sapete cosa dico, se cercate di seguire ciò che dovete fare, vedrete immediatamente che Madre sta cercando di rafforzare le nostre radici. Perché voi siete le radici dell’albero. Dovete dare tutto il nutrimento. Dovete essere materne, essere come sorelle per gli altri Sahaja yogi, senza litigare, senza lottare, senza dire cose dure. Il compito di una donna non è discutere, ma essere tranquilla e vigile. Anche se loro (i mariti) si prendono dei blocchi in certi chakra, come mogli potete purificarli molto bene. Potete lavorarci in segreto; potete farlo, perché nonostante il problema appaia molto pericoloso, distruttivo e scioccante, le chiavi sono nelle mani delle donne di oggi.

Esse potranno risolvere questo problema, se si decideranno e comprenderanno la loro gloria e valore; se non saranno di basso livello e non inseguiranno una facile popolarità.

Se sono riuscita ad individuare l’origine precisa di questo grave problema, e se riuscite ad eliminarlo alla fonte, sono sicura che potremo far progredire Sahaja Yoga. Potremo far progredire il mondo intero e l’umanità sarà completamente salva, poiché questo è il vostro desiderio.

Che Dio vi benedica.

 

Domande e risposte

Shri Mataji: Chi è seduto al sole oggi? Alzate le mani. (Shri Mataji ride) Ah…..chi altro? Lì chi c’è? Ah……………..bene, per voi va bene. Chi c’è da questa parte? Per te va bene, va bene, bene, sì. Per te no; la tua moglie può stare seduta ma tu no. Lei è molto dolce. È stata l’unica ad alzare la mano per dire che domina il marito, il che significa che non lo fa. (Applauso) Qualsiasi uomo che dice di essere bistrattato dalla moglie non lo è in realtà: diversamente, come oserebbe dirlo?

Ma in qualche modo oggi vi sono moltissime vibrazioni di gioia. Non sono riuscita a contenerle in me. Non ne conosco il motivo, qualcosa di buono sta accadendo da qualche parte (risate), deve essere così. Diversamente non so perché oggi mi senta così. Mi sento molto felice e colma di gioia e ho da dire solo che non si dovrebbe rimanere indietro. Voglio che tutti voi proviate la stessa gioia che provo io.

Se avete dubbi nella vostra mente, dovreste farmi delle domande. Per favore, se volete potete farmi delle domande, potete chiedere a me. È una buona idea: tutti mi fanno domande ad eccezione dei sahaja yogi, questa non va bene. Ciò può significa che in un certo senso non vi permetto mai di pensare, ovviamente è così (risate e applausi) perché voi vi tuffate nella consapevolezza senza pensieri. Ma ora potete uscirne, potete farmi delle domande, sarà un’ottima idea; facciamo delle domande. Sì…..Sì…..Sì…..(Shri Mataji aspetta che gli yogi le facciano qualche domanda.)

Yogi: A volte quando medito sono senza pensieri, sento le vibrazioni, non sento blocchi; però voglio andare più in profondità e non so come fare.

Shri Mataji: Ora siediti. Ora, noi abbiamo dei concetti, vedi, anche per quanto riguarda la nostra profondità. Quando diciamo che vogliamo andare più in profondità, cosa significa?

Yogi: È la gioia.

Shri Mataji: È la gioia. Ora, se non sentite la gioia dovreste scoprire dentro di voi: avete posto vostra Madre nel vostro cuore più di chiunque altro?

Così come i guru vi chiedono, appena andate da loro: “Sacrificherai la tua vita per me?”. Naturalmente io non voglio che lo facciate, ma loro domandano: “Sacrificherai la tua vita per me?”.

Dovete aprirvi un po’: ponetemi semplicemente nel vostro cuore. Io sono al vostro servizio. Io risiederò dovunque diciate, che vogliate mettermi nella vostra testa o nel vostro cuore. Ovunque vogliate che vada, io ci sarò. Ma è meglio essere nel cuore, perché nella testa io sono troppa conoscenza, forse è troppo per voi.

Ma se per il vostro cervello è troppo, è meglio che mi poniate sia nel cervello che nel cuore. Se nel fegato è troppo, potete mettermi nel cuore, nel cervello e nel fegato. Io posso diventare ciò che c’è di più piccolo in assoluto. Riuscite a crederci? Come posso entrare nel vostro cuore? Io lo faccio. D’accordo? Bene; ora cos’altro? Fatemi altre domande belle come questa.

Yogi: Shri Mataji, perché abbiamo eso e superego?

Shri Mataji: Cosa chiede?

Altro Yogi: Perché abbiamo ego e superego?

Shri Mataji: Esiste una serie molto ampia di cose che avete. Per prima cosa avete Ida e Pingala, avete Ida e Pingala, dovete avere un sistema simpatico di sinistra e destra. Dovete avere un sistema simpatico di sinistra e destra perché dovete usarli. Dovete usarli perché dovete rendervi conto di cosa è la libertà. Dovete avere libertà perché dovete sapere che cosa è giusto e cosa è sbagliato. Dovete saperlo, perché alla fine dovrete raggiungere la libertà assoluta, quindi dovete essere allenati. Ora va bene?

 Shri Mataji: Ci sono altre domande? Sì.

Yogi: Madre, c’è… (incomprensibile)

Shri Mataji: Non riesco a sentire. Vieni qui, non riesco a sentire.

Yogi: Madre, è qualcosa riguardo al dominare le donne.

Shri Mataji: Riguardo a cosa?

Yogi: Al dominare le donne. Vorrei chiedere, Madre, in una situazione del genere, un sahaja yogi ha i consigli usuali dati da Madre, come shoebeat, bandhan e così via…

Shri Mataji: Shoebeat?

Yogi: Shoebeat e bandhan. Oltre a questo, c’è qualche altro consiglio da dare ai sahaja yogi per contrastare questa situazione?

Shri Mataji: Shoebeat e qualcos’altro; voglio dire… (risate)? Vedete, dopo lo shoebeat le vostre mani si stancano e io non vi ho mai detto di fare qualcos’altro dopo, perché le vostre mani sono davvero molto stanche. Ci sono molte altre cose che potete fare. Se qualcuno cerca di dominare ci sono queste cose. Certo, lo shoebeat è una di queste, e lo shoebeat collettivo. Dovete dire alle persone: “Shoebittate XYZ”, così, e poi battete.

Ma potete anche scrivere il nome della persona, darvi un bandhan e bruciarlo. POtete scrivere il nome della persona su un pezzo di carta e potete seppellirlo.

Potete prendere in mano un limone e pronunciare il nome di quella persona per undici volte e tagliarlo. C’è un altro modo in cui potete riuscirci molto facilmente, vale a dire mettere quella persona ai Piedi di Loto di vostra Madre. Ma allora è pericoloso, può essere molto pericoloso. Quindi, se non volete avere così tanto pericolo, allora potete metterla ai Piedi di Loto di Sadashiva. Così sarà un po’ più delicato.

Ma per migliorare la vita di questa persona, parlatele, poiché tutto ciò che dite ora è un mantra. Siete tutti santi, dei santi certificati, come vi ho detto. Tutto ciò che dite è un mantra, tutto ciò che dite è un ashirwad (benedizione).

Nessuno osi toccarvi. Se ci provano, dovranno pagare per questo.

So di qualcuno che lavora in aeroporto e che conosce i miei poteri. Un giorno qualcuno crecò di infastidirlo e lui disse: “Stai attento, mia Madre è molto potente “. E l’altro che aveva cercato di disturbarlo subì un attacco cardiaco, un altro ancora contrasse il cancro e il quarto individuo da lui descritto ebbe un incidente. E lui disse: “Non so nulla di tutto questo”.

Invece aveva detto: “No, mia Madre è molto potente, non toccatemi, io sono suo figlio.” Lui non è proprio un sahaja yogi, non può frequentare I nostril programmi e tutto il resto, ma è molto in pace con se stesso.

Inoltre, alcuni prendono un filo e fanno dei nodi con il nome di quella persona per undici volte, poi bruciano quel filo. Questi rituali possono essere evitati molto facilmente se semplicemente lo circondate con il Bandhan di Madre. Ma dipende dalla vostra resa.

Qualcos’altro? Aiutatemi a tirare fuori il mio maglione. Qualche altro problema? Dovete chiedere a me, diversamente… ecco, dimmi…

Yogi: Sì. La fotografia che ci ha mostrato ieri, Shri Mataji: cosa sono le immagini su quella fotografia. Ci sono delle luci sopra la testa delle persone? Può dire qualcosa in più al riguardo?

Shri Mataji: Cosa dice?

Un altro yogi: Chiede della fotografia, Shri Mataji. Cosa rappresentano le luci sopra le teste delle persone?

Shri Mataji: Ah?! Ecco. ciò indica che siete yogi e santi. La luce scaturisce dalle vostre teste. Ora, questo mostra che la Kundalini è salita ed ora è accesa, e scrive il mio nome.

L’altro giorno ho visto uno splendido dipinto di E. Cohen, “Spagna”. Ed anche lì lui ha rappresentano dei santi con la luce che scaturiva dalle loro teste e dalle mani in questo modo. Volevo acquistarlo, ma è diventato così scuro che ho detto: “Ne farò una copia e acquisterò quella. È uno splendido dipinto, che mostra proprio la luce che fuoriesce dalla testa e dalle mani così.

Sai, Harry, tu sei uno yogi, sai tutto questo. Tuttavia non riesci ad accettarlo, è questo il problema. Stai ricevendo tutte le benedizioni: perché? State attenti; molte persone le stanno ricevendo. Ad esempio nella vita di Harry è avvenuto un miracolo per cui è riuscito a scoprire qualcosa grazie al quale ha ricevuto parecchio denaro, un lavoro, onore.

Hirsh improvvisamente ha ottenuto parecchio denaro poiché mi ha fatto da autista. (Shri Mataji ride). All’improvviso ha ricevuto, ha ereditato da qualche parte molto denaro. Tantissimi di voi sono stati benedetti perché Dio vuole fare questo per voi. Vuole prendersi cura di voi. Ma queste possono essere tentazioni; quindi state attenti.

Qualche altra domanda?

Yogi: Mi scusi, Shri Mataji… (fa una domanda private riguardo ad una signora)

Shri Mataji: Lei non verrà qui?

(Incomprensibile)

Yogi: Posso? Ho una domanda. Penso… non so quanto di questo Lei abbia già detto a questa signora. Può spiegare a me e agli altri, che non ne sanno molto, la realizzazione? Che cosa significa? Fino a che punto la gente si rende conto di questa cosa?…

Io non posso dire di capire tutto con la mia limitata cosiddetta “intelligenza” …Io divido tutto. Può cortesemente gettare un po’ di luce sul lavoro di Dio, fino a che livello si diffonderà realmente…

Shri Mataji: Cosa dice?

Altro Yogi: Shri Mataji, penso stia dicendo che non comprende cosa sia la realizzazione. E chiede anche se può spiegare fino a che livello ci si può stabilizzare in essa.

Shri Mataji: Penso che sia meglio se Lei verrà a trovarmi, d’accordo? Allora le farò capire. Non dovrebbe pensare al future: pensi al presente. Ciò che è molto importante è a che punto ci troviamo. Infatti, se dicessi che si può persino diventare Dio, a che servirebbe?

E lei non dovrebbe darmi per scontata su queste cose. Deve rendersi conto da solo di come muoversi; infatti, a volte ho visto che i sahaja yogi improvvisamente si mettono a pensare di essere molto elevati senza giudicare se stessi. Poiché l’ho detto a proposito di qualcuno, iniziano a pensare di essere diventati così.

Quindi la cosa migliore è vedere a che punto siamo, cosa stiamo facendo e lei venga ad incontrarmi. Glielo spiegherò.

(Shri Mataji parla ad un’altra persona) Puoi venire? (Hindi).

Hanno un problema di Vishuddhi destro. Che cos’è? Bene. Mettete lì la mano (sul Vishuddhi destro) e sedetevi. E mettete la mano destra verso di me e dite: “Madre, Tu sei Shri Krishna”. Tutto qui. Funzionerà, bene. Qualcun altro ha problemi fisici? Venite qui. Meglio? Ditelo per sedici volte. Potete curare voi stessi. Sì?

Yogi: Ho un problema di asma, Madre.

Shri Mataji: Dove?

Yogi: Al chakra.

Shri Mataji: Asma? Va bene. Fai una cosa: prendi del ghiaccio nella mano sinistra, in un sacchetto di plastica, mettilo qui. Rivolgi la mano destra verso la fotografia.

Yogi: Va bene, Shri Mataji.

Shri Mataji: La mano destra verso la fotografia, capito? Tutto qui.

Yogi: Madre, riguarda la mia attenzione quando medito. Lei ha detto: “Mettetelo nel vostro cuore, quindi purificate il vostro cuore”. Allora io lo metto nel mio cuore, ma anche la nostra attenzione dovrebbe essere sulla sommità della nostra testa, quindi non se se sta andando su e giù. Non sono sicuro di dove tenere la mia attenzione. Può aiutarmi?

Shri Mataji: Trattieni per tre volte il respiro e pensa nel tuo cuore che io sono la Madre dell’Universo. Quindi questo va corretto. Lì c’è un problema, ecco perché. Finché non correggerai questo problem, l’attenzione, e non solo l’attenzione ma anche la Kundalini, andrà lì. Quindi devi correggere questa cosa che ho notato ieri. Tu hai (un problema di) cuore centro ma ora sei venuto in Sahaja Yoga, intendo dire alcuni giorni fa. Sarai corretto, lo sai. Bene.

Devi rivolgere la mano destra verso la fotografia e la mano sinistra qui (sul cuore centro) e devi trattenere il respiro. Potete farlo tutti, trattenete il respiro. E dite: “Jagadamba, Jagadamba, Jagadamba”. Ora state trattenendo il respiro, quindi come potete dirlo? Dovete pensarlo. Ora rilasciate e poi trattenetelo un’altra volta. Mettete la mano sinistra… la mano destra verso di me, va bene. Ora rilasciate. Trattenete di nuovo. Ora rilasciate. Capito? Tutto qui. Dio vi benedica.

Shri Mataji: (ad uno yogi), Vieni qui. Sì, per favore. Sì.

Yogi: Io medito ma ho problemi di Vishuddhi…

Shri Mataji: Qual è il problema?

Yogi: (… problemi anche alla gamba, ma la domanda non si sente).

Shri Mataji: Ora, metti la mano destra qui (sul Vishuddhi sinistro) e devi dire per sedici volte:  “Madre, io non sono colpevole”. Puoi dirlo seduto comodamente sulla sedia, stai seduto su una sedia e dillo con il cuore per sedici volte. Dio ti benedica.

Yogi: Può dirci… dovrebbe esserci libero arbitrio, ma a volte ho la sensazione che in alcune situazioni qualcuno non voglia che noi abbiamo una volontà libera.

(Un altro yogi spiega la domanda a Shri Mataji:)

Altro Yogi: In Sahaja Yoga dovrebbe esserci libero arbitrio, ma alcuni dominano e quindi la libertà non c’è. In quel caso che cosa accade?

Shri Mataji: Capisco. In Sahaja Yoga non esiste una libera volontà in quanto tale. È la volontà di Dio, la volontà del vostro Spirito. Ora, queste persone che parlano di libera volontà, ne parlano quando non hanno la libertà. Ma quando già avete la libertà, voi non dite che dovreste avere la volontà della libertà.

Ad esempio il sole splende: il sole non dice: “Io sono la luce del sole”. Non è così? Allo stesso modo, voi siete liberi. Nessuno può dominarvi. Nessuno può cercare di opprimervi. Se lo fanno è una vostra debolezza. Se qualcuno vi domina, limitatevi ad ignorarlo. Nessuno può dominarvi. È gente stupida.

Supponiamo che l’erba pensi di opprimere l’acciaio. L’acciaio cosa dirà? “Va bene, lascia perdere, vattene!”. Nessuno può dominare un’anima realizzata. Ignoratelo. Chi fa così è uno stupido pazzo, un buffone. Voi siete uccelli liberi, nessuno può dominarvi. E se qualcuno ci prova me ne occuperò io, lasciatelo a me; allora però è più pericoloso!

 Yogi: Come possiamo essere più compassionevoli e più umili?

Shri Mataji: Essendo… Non so cosa dire, perché io lo sono in modo esagerato, quindi non so… come potete voi essere più compassionevoli? A livello mentale non potete. Se provate a dire a voi stessi a livello mentale: “Devo essere compassionevole, devo essere compassionevole, devo essere compassionevole, diventerete molto aggressive perché vi sarete stufati di voi stessi (risate). Insomma, gli esseri umani sono davvero strani, non è vero?

Una volta sono andata con una signora a vedere un film. Abbiamo visto un film dove abbiamo visto una nuora che veniva tormentata dalla suocera. Poi lei ha detto: “Vorrebbe venire a casa mia?”, ed io ho risposto di sì. Siamo andate a casa sua e notato che, una volta arrivata a casa, si è messa a gridare contro la sua nuora. Durante il film piangeva e si disperava al punto che pensavo che sarebbero sopraggiunti gli oceani. E quando siamo arrivate a casa sua si è comportata con gran crudeltà nei confronti della nuora. Ero sconcertata. Ho detto che in quel momento avevano cominciato a scendermi le lacrime dagli occhi. Lei ha risposto. “Che cosa c’è? Non ha pianto durante il film e sta piangendo adesso”. Ed io: ” Quella era una finzione, questo è reale”. (risate).

Per prima cosa penso che una persona compassionevole sia qualcuno che non si preoccupa di sé: “Sono così infelice, questo è andato storto in me “. Inoltre, una persona compassionevole non penserà a ciò che gli altri stanno facendo o non stanno facendo per lei. Quando siete così coinvolti con voi stessi, non potete mai essere compassionevoli.

Quindi, per rendervi conto che vi preoccupate degli altri, pensate agli altri. E siate umili quando vedete qualcuno molto più elevato di voi; non nel senso del successo, non nel senso del possesso di denaro, e non nel senso di qualcuno che sa tenere grandi discorsi e può apparire molto dominante, bensì qualcuno estremamente umile e generoso.

Quando incontrate una personalità di questo genere, vi sentite davvero colmi di gioia e tentate di emulare il suo modo di essere. Quindi vedete le qualità di compassione di una persona e l’apprezzate.

Se invece vi mettete ad apprezzare le tendenze dominanti di qualcuno pensando: “Oh, guarda questa persona, come è chiara, come dirige, come riesce a produrre certi risultati”, allora siete persi. Ma se guardate a qualcuno che è compassionevole, generoso, gentile, che pensa a tutti gli altri, allora imparate che siete molto inferiori a quella persona.

Yogi: Domanda in Hindi.

Shri Mataji: C’è una domanda da parte degli uomini, su che cosa dovrebbero fare riguardo ai problemi delle donne. Loro non hanno bisogno di fare nulla; è un loro problema, non vostro. Ignoratelo. Sappiate che siete yogi, nessuno può dominarvi. Ma se esse sono dominanti è un loro problema, e devono correggerlo.

Qualcuno ha paura della moglie e penso lo abbia scritto (risate e applausi). E ciò che potete fare è shoebittare quella persona; oppure potete fare un cuscino e dargli il nome della moglie e picchiarlo forte (risate e applausi); e altri due colpi da parte mia.

Ma ci sono uomini molto dominanti e, devo dire, essi perdono con la loro dominazione. In realtà hanno esagerato, quindi adesso stanno pagando per ciò che hanno fatto. Ma ora non ne avete più bisogno, ora è finite, basta. Prima gli uomini sono stati molto dominanti, quindi devono pagare per ciò che hanno fatto, non è così?

In Cina una volta ho detto che mi dispiace vedere che tanti britannici fanno uso di droghe. I cinesi hanno risposto: “Gli sta bene, loro hanno dato a noi la droga. Ora che prendano loro un po’ di droga”. Essi non pensano collettivamente che noi siamo esseri umani ed anche loro esseri umani, e loro non dovrebbero soffrire come abbiamo sofferto noi.

Poiché Hitler ha dominato gli ebrei, adesso gli ebrei dicono: “Bene, noi vi domineremo “. Azione e reazione; pertanto si dovrebbe uscire da questa azione e reazione. Ignoratelo, ignoratelo. Non dovrebbero esserci azione e reazione poiché allora fate il gioco… Ignoratelo e finitela lì.

Poiché le donne sono state dominate, quindi ora sono loro a dominare. Ora voi dominate loro e poi loro dominano voi. Vi comportate così per tutte le vostre vite e vita dopo vita. Quando gioirete della compagnia reciproca?

Se li lasciate soli anche per due minuti si mettono a litigare. Inizia un film, e si mettono a litigare. Se si cammina per la strada si mettono a litigare, ovunque si vada si mettono a litigare. Non so per quale motivo si sposino!

Questo è il problema, (Shri Mataji mostra il dito dell’Agnya destro, l’ego), ecco perché. Recitate il nome di Buddha e scomparirà. È l’Agnya destro. Cos’altro c’è?

Yogi: (domanda incomprensibile in inglese).

Altro yogi: (in Hindi): Alcuni fanno domande alle vibrazioni ma alcuni sentono caldo ed altri fresco. Come si devono fare domande alle vibrazioni, e quali?

Shri Mataji: Vedete, la cosa migliore è innanzitutto meditare e rendervi perfetti, e poi automaticamente saprete. Ma ho visto persone che procedono velocemente e perdono tuttavia il loro equilibrio. Quindi significa che hanno bisogno di più meditazione e capacità di comprensione. Ma normalmente, se usate la mia fotografia e fate domande, riceverete le risposte giuste, usando un protocollo corretto, e non stando in piedi brandendo un bastone così: “Madre, ora dimmi!”. In questo modo non lo farà! (risate).

Yogini: (domanda incomprensibile in inglese).

Yogi: (traduce in Hindi): Può dirmi come avere attenzione?

Shri Mataji: Io non sono sorpresa, sapete, che la vostra attenzione sia debole. L’attenzione è debole a causa di questo Paese, di questa vita occidentale, di tutto questo. Vedete, se cercate di capire, si tratta del fatto che l’intera economia si basa sul rovinare la vostra attenzione.

Prima di tutto sono nate le macchine. Le macchine sono simili a rakshasa, demoni che devono produrre. Ora, quando producono, devono attrarre la vostra attenzione. Se non attraggono la vostra attenzione, come venderanno? Così creano la pubblicità: una cosa, un’altra, fanno cose di ogni genere. Rendono tutto molto, molto attraente, così possono vendere i loro prodotti.

Poi si rendono conto che voi non siete sensibili alle loro attrazioni, quindi mostrano cose orribili come uomini nudi, donne nude, stanze da bagno, qualcosa del genere. Insomma, di solito le stanze da bagno dovrebbero sconvolgere, provocare il vomito; invece in qualche modo ciò è molto apprezzato. Le cose relative alle stanze da bagno attrarranno la vostra attenzione. Così Ganesha inizia ad irritarsi con voi e l’attenzione viene disturbata.

In questi giorni si fanno continuamente così tante cose nella cultura occidentale. È a causa dei valori industriali che la vostra attenzione è disturbata, quindi non sono sorpresa di questo.

Ma per sistemare questa attenzione dovete capire da soli dove va la vostra attenzione, a cosa si rivolge. Ho detto alle persone di guardare l’erba mentre camminate. Ringraziate Madre Terra di averci dato un’erba così soffice, bella e vellutata da guardare. Guardate gli alberi e guardate I bambini. Ma non sollevate lo sguardo oltre un metro di altezza. A un metro potete vedere se sta arrivando un’automobile, un elefante e se una formica si muove.

Quindi dovreste mantenere lo sguardo solo fino ad un metro di altezza. Cercate di mantenerlo ad un metro di altezza e la cosa migliore è guardare I bambini e i fiori. La maggior parte dei bellissimi fiori cresce fino ad un metro di altezza. Quindi non avete bisogno di sollevare lo sguardo oltre questo e la vostra attenzione si stabilizzerà. È molto semplice da fare.

Questa è la maledizione dei tempi moderni. Ho visto che la gente si guarda in continuazione intorno, tanto che penso che le si romperà il collo, sapete. Si guardano intorno continuamente, continuamente, continuamente. Non so proprio cosa fare con il loro Vishuddhi. Come potranno essere a posto?

Ma voi siete onesti, siete ricercatori e volete ascendere. Quindi ci sono molte forze che creeranno per voi un’atmosfera molto bella e pura. E sarete felici di guardare anche oltre quattordici piedi (ca. quattro metri, ndt), oltre quindici piedi (ca. quattro metri e mezzo, ndt), oltre sedici piedi (quasi cinque metri, ndt), oltre le vostre teste e non accadrà niente alla vostra attenzione. Anche mentre se ne parla, l’attenzione sta crescendo. Li chiamano i quattordici stadi che si attraversano “Già vi ho mandato oltre quattordici piedi (quattro metri)!!!!

Cos’altro? Sì?

Yogini: Madre, come possiamo parlare di Sahaja Yoga a chi non crede in Dio?

Yogi: (traduce in Hindi)

Shri Mataji: Oh! Loro sono i migliori, perché oggigiorno credere in Dio equivale ad una totale cecità, ad una totale stupidità. Credere in qualsiasi religion è la più grande stupidità, perché non sono assolutamente religiosi. Pertanto dite a chi non crede in Dio: “Tu credi in te stesso?”. Loro risponderanno di sì, questo ovviamente non possono negarlo. “E dov’è questo te stesso?” – iniziate da lì – “Dov’è smarrito?”.

Diranno: “Io credo in questo “. Io ribatto: “Chi sei tu per crederlo? È perché hai letto qualcosa, perché hai certe idee, perché sei condizionato in questo modo; è perché reagisci a qualcosa, per questo parli così. Ma in realtà credi questo a causa del tuo ego o dei tuoi condizionamenti, non perché sia la realtà “.

È più facile parlare con loro che con quelle persone che sono fanatiche per qualcosa; è orribile, non si può parlare con gente così.

Dimenticate dunque i credenti fanatici. Meglio non lottare con loro.

Yogi: Io non sento le vibrazioni. Che cosa dovrei fare?

Altro Yogi: (traduce in Hindi).

Shri Mataji: Alza il lato sinistro sul destro per centootto volte e poi alza la Kundalini.

Yogi: A volte vedo macchie nere davanti agli occhi e mi chiedo…

Altro Yogi: Che genere di macchie: nere, bianche o come?

Yogi: Nere.

Altro Yogi: (traduce in Hindi).

Shri Mataji: Dovremmo dar loro dei bandhan e cercare di scacciarle, tutto qui. Dopo un po’ di tempo scompariranno. È anche l’Agnya sinistro, ecco perché. Quindi chiedi a qualcuno di mettere una luce (candela, ndt) dietro di te. Puoi mettere una luce, la fotografia con una luce, la mano sinistra verso la fotografia, la mano destra sulla Madre Terra e una luce dietro.

 Yogini: Madre, Lei è l’Adi Shakti, al Suo cospetto noi siamo piccolissimi. Come possiamo riconoscerla costantemente?

Altro Yogi: (traduce in Hindi).

Shri Mataji: Meglio non provarci! Dovete vedere tanto quanto riuscite a vedere. Non dovreste cercare di vedere qualcosa di più. Se volete guardare il sole, bene, guardate fino al punto in cui riuscite. Ma non guardate troppo. Tutto ciò che riuscite a sopportare. Potete capirmi automaticamente. Perché io sono compassione.

Dobbiamo fare un applauso a ALESSANDRA per una cosa. Un giorno, mentre tornavo dall’Italia, Guido mi ha detto che aveva bisogno di sedicimila sterline per iniziare un qualche progetto. Io ho detto: “Davvero? Non so se ho tutta questa cifra in banca, ma guardiamo”. E quando ho raggiunto l’aeroporto lei mi ha portato una busta, me l’ha consegnata e c’era proprio l’equivalente in lire di sedicimila sterline. E ha detto: “Madre, le usi come desidera “. Io le ho proprio detto che era sicuramente tutt’uno con l’Adi Shakti, poiché aveva agito con tale rapidità! Poi, con quelle sedicimila sterline, devo dire che Guido mi ha detto: “Potrei non averne bisogno con me, Madre”. Io ho risposto: “Tienile con te”. Poi lui mi ha detto che non aveva bisogno subito. Allora ho risposto: “Va bene”.

E quando ci sono tornata la volta successiva, gli ho detto: “Compreremo qui tutte le cose per Shudy Camp”. Allora ho comprato per Shudy Camp tutto il marmo, tutte le piastrelle, tutti i sanitari, cos’altro, tutto. In un solo giorno, a Milano, tutte queste cose in un giorno solo, sapete. E quando è arrivato il conto era di sedicimilacento sterline. E, scusate, anche parte delle tendine.

Allora ho detto ai sahaja yogi inglesi: “Dovete acquistare legname per un costo di sedicimila sterline e spedirlo in Italia, perché il legno lì è molto costoso “. Ma immaginate, tutte queste cose ci sono costate esattamente quella cifra. Così si è organizzato un sistema di baratto ed ha funzionato perfettamente. Quindi dobbiamo proprio farle un bell’applauso (Shri Mataji e gli yogi applaudono).

Dobbiamo fare anche un applauso ai Golden Builders (Muratori D’oro) i quali hanno costruito questo luogo in modo così bello. Un applauso a tutti coloro che hanno fatto parte dei Golden Builders (applauso).

Dobbiamo applaudire anche chi ha lavorato dietro le quinte come i cuochi e altro. Anche per chi è venuto qui e ha lavorato così tanto, anche chi non era dei Golden Builder, e che ci ha procurato questo Shudy Camp. (Applaude).

Ora dobbiamo applaudire i medici che stanno per aprire la propria clinica e produrranno risultati grandiosi per gli inglesi. (Applaude).

Dobbiamo anche applaudire tutti i musicisti che verranno ad esercitare la loro musica ogni fine settimana e creeranno della musica meravigliosa per i sahaja yogi e gli altri (applaude).

Sarà meglio che applauda tutte le persone coinvolte in Sahaja Yoga e che hanno svolto un buon lavoro in Sahaja Yoga (applaude).

È un bellissimo posto ed abbiamo creato una splendida area per voi, nel quale potreste venire a fare molte cose. Potremmo avere esibizioni di artisti, possiamo avere un centro per l’istruzione dei bambini, in questo luogo possiamo avere moltissime cose.

Ma dovete pensare a ciò che possiamo fare. Ora, questo appartiene a tutti noi e al tempo stesso non appartiene a nessuno di noi. Qui dobbiamo apprendere la rinuncia, poiché quando possedete una casa così grande e bella, immediatamente il vostro Mahalakshmi Tattwa si eleva. Questa è casa vostra. Quindi, con il Mahalakshmi Tattwa iniziate a rinunciare a tutto ciò che è “io”, “mio”, al possesso. E iniziate a diventare una persona assolutamente rinunciante, la quale ha rinunciato a tutto e vive nell’abbondanza. E questo dovrebbe accadere a tutti noi.

Siete sempre i benvenuti a trascorrere qui i fine settimana e darvi da fare. Ma non dovrebbe essere usato come un luogo per badare ai bambini, per cui mandate qui tutti i vostri figli perché voi volete prendervi una vacanza. Se un bambino viene qui devono venire anche i genitori. Non dovreste usare questo posto per spedirci i bambini. Dovreste venire tutti a stare qui e meditare. Non si dovrebbe usare per uno scopo di quel genere.

Ritengo che ogni fine settimana possiate organizzare un piccolo seminario. La gente può venire qui ogni fine settimana e godersi non una vacanza, ma un vero giorno di lavoro in Sahaja Yoga.

Ebbene, alla fine di questo seminario vorrei ringraziarvi tutti, tutti i sahaja yogi che sono venuti qui e si sono presi cura della mia famiglia, che ora è scomparsa. Non so dove siano! Vorrei ringraziarvi tutti da parte loro e ringraziarvi anche per aver organizzato questo bell’incontro cordiale con tutte le persone.

Inoltre vorrei ringraziare tutti i sahaja yogi venuti dall’estero in quanto essi rafforzano la volontà della gente di lavorare per Sahaja Yoga. infatti essi stanno svolgendo un grosso lavoro nei loro Paesi. Stanno fondando tanti ashram uno dopo l’altro, mentre nel Regno Unito siamo molto lenti. Metà arriva e metà sparisce. Sono così deludenti. A volte è davvero doloroso il modo in cui si comporta la gente del Regno Unito. Comunque sia io continuo a perdonarli ripetutamente, ma c’è un punto fino al quale si deve arrivare.

Quindi è responsabilità dei sahaja yogi inglesi, i quali sono stati benedetti da questo bellissimo luogo, dedicare più tempo alla meditazione. Portate tutta la vostra famiglia e venite qui, cercate di meditare! Pensate che questo è il vostro ashram, nel quale dovete vivere e lavorare. Dovreste cercare di farlo tutti e sono sicura che il vostro progresso sarà molto più veloce.

Che Dio vi benedica tutti.


[1] Albero simile all’albero del pane, che dà grossi frutti.

[2] Gli stupa buddisti sono costruzioni di varia grandezza contenenti reliquie, oggetti sacri, insegnamenti di Buddha.

[3] Nel Ramayana, Manthara era il nome di una damigella che cospirò con Kaikeyi per mandare Rama in esilio. Kaikeyi era la moglie più giovane del re Dasharatha e la madre di Bharata, fratello di Shri Rama.