Consigli agli sahaja yogi, Igiene e pulizia

(India)


Send Feedback
Share

“Igiene e pulizia”, consigli ai sahaja yogi, specialmente occidentali, Sangli, (Maharashtra – India), 21 Decembre 1988.
Ho sentito che siete stati tutti molto male. Credo di essermi sentita male per questo. Spero che adesso stiate tutti meglio. Ci sono ancora persone che stanno male? Quante? Circa settanta? Settanta persone sono indisposte a letto? Dove sono? Ora c’è qualcosa che devo dirvi: l’altro giorno delle ragazze mi stavano facendo indossare gli ornamenti e ho sentito uno strano odore. Penso che non vi laviate le mani come si deve. Dopo essere andati alla toilette vi ho chiesto di usare sempre l’acqua, è molto importante. Ma voi conservate ancora l’abitudine occidentale e questo è molto sporco. Credetemi, è un modo di vivere molto sporco, non usare l’acqua; è anche molto antigienico. È per questo che in Occidente riscontrate che la maggior parte della gente è sempre ammalata. Qui in India non è così. Ieri avete visto come i ragazzi hanno danzato, in modo rapido e veloce. Una cosa che dovete ricordare è di lavarvi le mani prima di mangiare, dopo essere stati alla toilette. Ieri ho sentito l’odore delle loro mani e sono rimasta stupefatta del terribile odore. Non si tratta di un’abitudine indiana, ma di una norma igienica. Spero che abbiate i lotas , li avete? Dunque li avete, eppure continuate con questa brutta abitudine a causa della quale avete contratto l’AIDS. Tutti i vostri problemi sono dovuti a queste sporche abitudini.

Quindi, per favore, cercate di capire. In Inghilterra ho visto che la gente usa cucchiai, forchette e non usate direttamente le mani. Quando non usate le mani direttamente va bene, anche se ritengo che sia una cattiva abitudine in ogni caso. Ma almeno se usate forchette e cucchiai, non toccate il cibo con le mani sporche. Solo questa volta mi sono resa conto che queste persone hanno ripreso le loro cattive abitudini. Questo fatto della carta è il più sporco. Siete talmente abituati a questo odore che non lo sentite. Ma ho visto che stanno seduti ad un ricevimento e in altri posti e quando li incontro e stringo loro la mano io lo sento fortissimo. L’odore delle loro mani è troppo forte. In Occidente, si è persa la sensibilità all’odore. Non riuscite a sentirlo. Riuscite a sentire l’odore delle vostre mani ora? Vediamo, lo sentite? Non occorre usare profumo o cose del genere. Usate semplicemente il sapone. In India usiamo anche l’argilla; in India è ottima per pulirci le mani e potete usarla anche voi. Usate per bene l’argilla e pulitevi le mani. È molto importante. È per questo che in Occidente ho visto che la gente è sempre ammalata. C’è qualcosa che non va, non li troviamo mai in buona salute. Penso che questo sia uno dei motivi. C’è sempre qualcosa che non va in loro. Voglio dire che qui c’erano anche gli indiani, hanno avuto lo stesso cibo che avete mangiato voi. A loro non è accaduto nulla, e voi avete anche fatto una preparazione speciale per l’acqua.

Ma è qualcosa in cui siete molto negligenti. Dovete stare molto attenti. Non so come facciate…voglio dire che non se ne può fare a meno. Anche se andate da qualche parte e non avendo niente a disposizione a volte dovete usare la carta…accade anche in Inghilterra qualche volta…quando torniamo a casa facciamo subito un bagno. La pulizia personale è importantissima ovunque per voi. Qui non potete addossare la colpa a nient’altro (per esservi sentiti male). Tutte queste persone hanno mangiato lo stesso cibo e non hanno avuto problemi. Non è accaduto loro niente di male.

Noi indiani non mangiamo neanche molto cibo crudo. È un’altra cosa ottima. Non c’è pericolo di caderci. Qualcuno mi ha anche detto che gli utensili erano stati lavati nel lago; non ha importanza. Una volta che il cibo sia stato cotto sul fuoco, quest’ultimo lo purifica, non vi dà malattie. La seconda cosa che ho visto è che siete molto negligenti anche nel coprirvi. Dovete portare sempre uno scialle. Anche se avete un po’ caldo, non importa, potete sempre togliervelo. Ma tenetelo sempre a portata di mano. Anche per questo state male, perché c’è polvere ovunque e se vi avvolgete in uno scialle, almeno siete protetti. Quindi, dovreste indossare sempre i pandis che vi abbiamo dato. Erano gratis, insieme ai vestiti che avete avuto. E le signore devono portare con sé gli scialli. Perché quelli che avete non sono corpi ordinari. Terza cosa: vi ho chiesto di mettervi un po’ d’olio in testa, almeno una volta alla settimana. Ma oggi la moda non contempla l’olio nei capelli. Così non volete mettervi l’olio in testa. Almeno una volta alla settimana dovete mettervi un po’ d’olio in testa.

Vi manterrà la testa fresca e, anche prima di fare il bagno, frizionate un po’ d’olio sulle mani o sul corpo. Noi lo facciamo sempre. Non avete olio con voi? Avete dell’olio? Davvero? Allora, per favore, frizionatelo sul corpo prima del bagno. Dovete frizionarvi per bene il corpo con l’olio, prima di fare il bagno. Ho visto che in Occidente non lo fanno. Non usano proprio mai l’olio. Prima di fare il bagno, frizionate l’olio sul corpo almeno per quindici minuti. È una cosa semplicissima ma voi non la fate, non so, sono poche cose, ma se le osservate, credo che starete tutti bene. E se state seduti all’aperto, copritevi la testa. Ha fatto piuttosto freddo questa volta; l’inverno è stato un po’ più freddo che in passato, perché è piovuto molto. Ma al confronto dei vostri paesi non è freddo. Tuttavia, la negligenza può provocare un raffreddore. Allora come fare il bagno? Se fate il bagno in acqua fredda non potrete mai buscarvi un raffreddore perché la temperatura è la stessa. Per un po’ sentite l’acqua fredda, ma fa molto bene.

Chi fa il bagno nell’acqua fredda, fa bene. Avete usato acqua calda per il bagno? Dove? Avete usato acqua calda? È sbagliatissimo, perché se dovete fare il bagno con acqua calda, dopo dovete andare a letto. Se dovete farlo all’aperto sicuramente vi verrà la febbre. È garantito. È una cosa molto semplice e non capisco come non la sappiate. Se non fate mai il bagno all’aperto con acqua calda è garantito. Quando fa freddo, per esempio, se qualche ragazzino non vuole andare a scuola, ciò che fa è tenere le finestre aperte e fare il bagno in acqua calda…è finito, il giorno dopo avrà la febbre. Così se vi hanno dato dell’acqua calda, non dovreste farci il bagno. È sbagliato. Anche se avete, diciamo il fiume Gange…quanti di voi sono stati nel Gange?…voi ci siete stati? Beh, l’acqua è gelata, credetemi. È assolutamente gelida; ci mettete i piedi e li ritraete subito. È freddissima, ma la gente ci entra lentamente, ci si immerge lentamente. Quando ne uscite le vostre guance sono rosse come mele, tanto è fredda, vero? Però non vi accade niente, nessuno si busca il raffreddore. L’acqua corrente è la più pura e, dove potete, entrate nell’acqua fredda; diversamente, anche se dovete fare il bagno in acqua calda, fatelo la sera o al momento di andare a letto. In Inghilterra, molte persone fanno il bagno la sera e poi vanno a letto. Mettiamo che facciate il bagno caldo in Inghilterra e usciate: immediatamente vi verrà un tumore ai polmoni. È molto importante capire il caldo e il freddo. Potete anche sentirlo nelle mani, voi sentite il caldo e il freddo.

Supponiamo che abbiate preso il caffè. Dopo non potete prendere niente di freddo. È una cosa semplice da capire. Qualsiasi cosa fredda dovreste prenderla prima. Ho visto, per esempio, che alcuni prendono il caffè e poi un gelato. Posso dirvi con certezza che avrete dei problemi, con assoluta certezza. Se avete intenzione di mangiare un gelato, prima mangiate il gelato e poi un biscotto, poi un po’ d’acqua e un altro biscotto, e poi potete prendere qualcosa di caldo. Supponiamo che abbiate preso qualcosa di caldo e dobbiate bere anche dell’acqua: in questo caso, prendete tre biscotti prima dell’acqua. Un’altra importante precauzione che dovete adottare, ma che ho visto che nessuno prende. Qualche volta diventate bollenti all’aperto, state seduti ai programmi e diventate molto caldi; state seduti al sole, qualche volta, e la testa vi si riscalda molto. Immediatamente andate a prendere dell’acqua fredda, ma starete male sicuramente, non v’è alcun dubbio. Questo è il modo migliore per ammalarsi. Se state seduti al sole, non dovreste mai bere acqua prima di aver mangiato qualcosa di dolce. Prendete dello zucchero o un po’ di canna da zucchero o qualche biscotto. Anche se avete molta sete non dovreste bere. Si devono adottare delle piccole precauzioni. Niente dovrebbe accadere ai Sahaja yogi, perché se vi ammalate, io sto male. È questo il problema. È per questo che ieri sono stata così male. Sapevo che voi tutti avreste potuto stare male ed è per questo motivo che è accaduto a me. Io devo lavorare molto più duramente di voi. Ci sono incontri interminabili. Devo incontrare molte altre persone oltre a voi. Dare loro la realizzazione, discutere di tutti gli altri problemi organizzativi, eccetera, e non mi accade niente. Ma occorre prendere queste precauzioni.

Guardate gli indiani. Viaggiano con voi e non stanno male, perché? Nessuno di loro sta male. Vedete, fin dall’infanzia ci viene insegnato che dobbiamo lavarci le mani almeno dieci volte al giorno. E poi bevete troppo tè, prendete troppo tè; è dannoso per l’intestino, molto dannoso. Contiene tannino, lo sapete. Prendete troppo tè, fa molto male, per di più con il latte. Il latte vi fa venire la diarrea. Limitate il tè e, se anche dovete berne molte tazze, badate che sia tè molto leggero, molto leggero. Ma questo tè marathi…ne basta una sola tazza al mattino. Troppo tè fa malissimo. Voglio dire che qui si trova facilmente, non si accorgono neppure se ne bevete un fusto pieno a testa. Ma non vi fa bene, troppo tè non fa per niente bene, quindi limitatelo. Anche bere tè in continuazione non è una buona idea. È accaduto qualcosa che ritengo abbia a che vedere con l’attenzione.

L’attenzione…chiedete agli indiani quante volte prendono il tè. Anche se lo coltiviamo in abbondanza, noi lo prendiamo al massimo due volte. Se hanno preso il tè la mattina presto, non lo prenderanno a colazione. Un’altra volta la sera, e basta – se c’è un programma musicale la sera devono prenderne una tazza – perché sanno che a causa del tè lo stomaco si rovina. Non riuscite a dormire. È una cosa molto sbagliata. Ma quando ho iniziato la ristrutturazione della mia casa, ho visto che approfittavano di ogni più piccola pausa per entrare in cucina a fare il tè. Quindici, venti tazze; ma cos’ha, cos’ha questa gente? Certo, è economico dare il tè, non costa molto, ma è molto pericoloso. Riducete, dunque, il consumo di tè e bevete acqua. Più acqua e meno tè. Il tè non è una cosa molto buona. Se osservate quanto tè beve vostra Madre…dieci tazze. Ce ne sarà così tanto, ma ne prenderò dieci tazze. È meglio l’acqua, prendo il tè soltanto per farvi piacere, ma senza zucchero e senza latte.

Questo lo sapete benissimo. Lo sanno tutti, senza zucchero e senza latte. Il latte provoca la diarrea. È proprio così, e non consiglio neanche lo zucchero, tranne per chi soffre di fegato. Non esagerate. Chi soffre di fegato può prendere zucchero. Altrimenti, di solito, non dovreste mangiare neanche troppo zucchero. Se osserverete tutte queste piccole norme, starete bene. Stasera ho preparato…vi hanno preparato un po’ di Ajwain Dhuni. Prendetelo tutti, è ottimo l’Ajwain. Anche chi ha la diarrea può berlo, va bene. Vi rimette completamente in sesto. E la diarrea non dovrebbe indebolirvi. In un mese io ho la diarrea almeno venti volte, davvero, la ragione è che assorbo in me i problemi di ciascuno e questi se ne vanno sotto forma di diarrea, ma ciò non mi indebolisce. Quindi è soltanto l’attenzione sul fatto di avere la diarrea che vi rende deboli. Qualche volta la diarrea è importante per pulirvi, per alleggerirvi. Certo, se ci sono trentacinque o quaranta scariche d’accordo, ma tre o quattro scariche, certe volte fanno molto bene. Inoltre il cibo indiano è pesante. Non è leggero come quello inglese o quello occidentale che è molto leggero e facile da digerire, il cibo indiano non lo è. È per questo che vi ho chiesto di danzare e fare qualche esercizio, per digerire. Ma in Occidente abbiamo tutti, per lo più, abitudini sedentarie. Stiamo seduti e non facciamo niente. Guardate gli indiani che lavorano e lavorano. Dovreste fare un po’ di ginnastica e qualche esercizio. È cibo pesante, non c’è dubbio, ma comunque non potete averne di leggero. Se dico di prepararlo molto leggero, senza peperoncino, niente, beh…

Devo dirvi che oggi il pranzo è stato un po’ pesante per me, va bene se si mangia una volta ogni tanto, e la sera ho detto loro di darvi cibo molto semplice. In questo modo può essere compensato. Di giorno qualcosa di pesante, poi la sera qualcosa di leggero e poi di giorno ancora qualcosa di pesante. Ma gli indiani sono tipi affettuosi, hanno questa inclinazione a nutrirvi, sono molto ansiosi di nutrirvi ma non cadete in questa trappola. Se dite no, no, no, continueranno a dire: “Ti prego, prendine”, mentre loro non mangiano molto. Sono molto bravi. Guardate quanto mangiano, si alzano alle cinque e sono pronti, e in tutto il giorno mangiano pochissimo. Ma se capita di dirvi di mangiare diranno: “Ti prego, prendine ancora, per favore prendine ancora”. Ma non dovreste ascoltare. Prendetene soltanto quanto ne potete sopportare.

Ho preparato alcune medicine per voi, per questo problema della diarrea, ma penso che non le si debba dare molta importanza. È meglio pulire, è una pulizia. Ma vi sentite molto deboli per via della diarrea? Sì? Avete la febbre alta? Ora state tutti bene? La febbre è scesa? Allora portate il loro lato destro sul sinistro; in caso di febbre alta portare il destro sul sinistro. La diarrea non vi dà problemi, anzi va bene perché è l’attività del parasimpatico. Vi pulisce. Io ho sempre la diarrea; vi ho detto che ce l’ho almeno venti giorni su trenta, ma sto benissimo perché si tratta semplicemente di una pulizia. Ma se pensate: “Ho la diarrea…ho mal di testa…ho questo, ho quello…”. Anche se non state male vi sentirete peggio. Non si dovrebbe prestare tanta attenzione a problemi fisici o di qualsiasi tipo. Quant’è la temperatura? 100°? 100° non è febbre (ridono tutti) era 104°? No? Allora non è febbre, è giusta. Febbre alta significa 104°. Se fate un bagno all’aperto con acqua calda, immediatamente vi verrà la febbre, immediatamente. È del tutto inevitabile. Non capisco come non sappiate queste cose. Non lo sapete? Con lo yogurt cos’è accaduto? Ma la diarrea non è nulla, e guardate che la temperatura a 100° non è mica febbre, va bene. Se mi provassi la temperatura tante volte, diventerei matta. Voglio dire che la temperatura c’è, è un po’ di calore, e 100° non è niente, è insignificante, non è qualcosa da raccontare. Personalmente la penso così, vedete.

Per gli indiani 100° non è febbre. Voi siete molto delicati. Devo dire che avete gente molto delicata. Avete visto come ballavano i ragazzi, avete visto come facevano le cose. Vedete, la vita è così…il corpo è di natura letargica, vi rende delicati. Perciò tenete il corpo in movimento; andremo a scuola anche con 102° di febbre. Non è alta. Ma tutti voi occidentali siete molto delicati e il potere di sopportazione è davvero poco. La penso così. Con 104°, naturalmente, inizieremo a preoccuparci, ma 102° non è molto. State tutti così male che pensavo fosse 106° (Madre ride), ero davvero preoccupata. Questo accade se non si usano le giuste precauzioni. Non fate il bagno caldo all’aperto! Invece lo fate molto. Non c’è pericolo a tuffarsi nell’acqua fredda. Il freddo fa sempre bene. Entrate sempre nell’acqua fredda, fate il bagno in acqua fredda! Non vi prenderete mai un raffreddore. Ogni volta che mi trovo in India, io uso acqua assolutamente fredda. Ma quando andai in Inghilterra, tutti mi dicevano: “Non puoi farlo così”. Allora mi hanno costretta a fare il bagno in acqua calda e ho cominciato a raffreddarmi, altrimenti non mi viene mai il raffreddore. Va bene usare l’acqua calda e poi andare a letto. Diversamente è il modo migliore per farsi venire la febbre, credetemi. Evitate proprio il bagno caldo, ma se lo fate, vedete di farlo e poi andare a letto, non uscite, d’accordo? Abbiamo fatto alcune medicine e non sembrano avere un bell’aspetto, ma non hanno un cattivo sapore. Sono per la diarrea, non per tutti, soltanto per chi ha la diarrea.

Dovete ricordare anche un’altra cosa: che una volta usciti da queste processioni dovete fare dei gargarismi con acqua calda o acqua normale. Fate dei gargarismi, così la polvere uscirà. Forse è la polvere a cui non siete abituati un altro motivo per cui vi viene la tosse. Sono qui coloro che hanno la febbre? Non ci sono? Potete controllare se adesso hanno la febbre? Mi sono preoccupata per come me lo hanno detto. Pensavo che fosse scoppiata qualche specie di epidemia tipo la peste, sapete, tanto era terribile la descrizione (Madre ride). Alcuni di voi hanno avuto dei guru, vedete, ed è anche per questo che il void funziona così rapidamente. Devono avere dei problemi legati al guru e il void probabilmente si sta manifestando così. Questa pulizia è un bene per voi. Purificatelo…bene! Penso che siano le droghe e i falsi guru. Vi rovinano il void e quando entrate in Sahaja Yoga viene fuori in questo modo. Se è successo dopo il puja, ritengo che sia un’ottima cosa. È ottimo dopo il puja. Lo yogurt non va bene la sera, mentre al mattino fa molto bene. Anche il latte fermentato fa molto bene la mattina. Ma il caffè non so, il caffè vi blocca. Provoca uno shock al vostro sistema e non è sensato farlo. Il caffè non è curativo, ferma semplicemente la diarrea provocandovi la costipazione. Non capisco perché la si fermi. Lasciate semplicemente che vi purifichi, a meno che non vi indebolisca troppo. Ritengo che a volte sia necessario pulirsi. Anche i medicinali dovrebbero uscire dal vostro sistema; è molto importante, molto importante. Se ci sono dovrebbero venir fuori. Se la temperatura è superiore a 102° allora dovreste curarvi. Io neanche ci penso troppo alla malattia.

Ora dovrei rivolgermi un po’ agli australiani, perché per me australiani, inglesi, francesi, siete tutti figli miei. Dovremmo sapere tutto di tutto, quindi non dovrebbero verificarsi esclusioni di australiani o altri. Può accadere a chiunque. Essendo l’Australia un paese di potentissimi Sahaja yogi, ciò che vi è accaduto è davvero sorprendente. In Australia abbiamo subito tre shock, uno dopo l’altro. Penso che in Australia vi siano due tipi di persone. Uno è un tipo molto dominante e cerca di sopraffare, l’altro tipo è estremamente docile e remissivo. Voi siete tutti Sahaja yogi e nessuno ha motivo di dominarvi o approfittarsi di voi. Qualsiasi leader lo faccia, dovrà pagare per questo un prezzo molto pesante. Ed anche per quanto riguarda il ruolo della moglie del leader, lei deve capire di essere proprio come una madre e non avere alcuna autorità perché moglie del leader. Nel caso dell’Australia, abbiamo avuto un mucchio di problemi, perché gli Australiani, in Sahaja Yoga, hanno un sentimento speciale per le proprie mogli. Non so perché; altrove non è così. Ritengo che la loro più grande tentazione sia di avere una famiglia propria. Gli australiani hanno questa grandissima tentazione: “Dobbiamo avere una famiglia nostra, dobbiamo prenderci cura della nostra famiglia…questo…quello…”. Può essere accaduto perché la gente ha visto famiglie sfasciate; e ha vissuto i problemi delle famiglie sfasciate; si è scritto tanto sul fatto che non dovremmo trascurare le nostre famiglie e che dovremmo prenderci cura dei nostri figli e delle nostre mogli; e così via.

Naturalmente, in Sahaja Yoga rispettiamo moltissimo la nostra famiglia, ma non più di quella più ampia. La gente non si rende conto dell’incredibile lavoro che stiamo facendo oggi in Sahaja Yoga, della gran cosa che stiamo facendo oggi in Sahaja Yoga. Domani sarete le pietre miliari di questa grande immagine che io ho dell’età d’oro del mondo intero. Voi non siete gente comune e non dovreste comportarvi come gente comune. Certo, se c’è qualcosa di sbagliato io posso farvelo notare e dirvelo, ma se fate consapevolmente qualcosa di sbagliato, fin dove potrò arrivare con voi? E tutto questo abbracciarsi e baciarsi è proprio una cosa volgare. Certamente, potete abbracciarvi quando vi incontrate per la prima volta, ma se abbracciate qualcuno sei volte, dalla mattina alla sera, è una preoccupazione. Non occorre abbracciare e baciare qualcuno in continuazione. A che serve? Certamente, quando incontrate qualcuno per la prima volta, pensate che sia l’espressione del vostro amore, quindi potete abbracciarlo. Anche troppe regole in un ashram non sono permesse. Siete tutti Sahaja yogi liberi e indipendenti. Questo però non significa in alcun modo che dovreste essere sgarbati con i vostri subalterni. Il leader deve essere molto paterno e non dovrebbe fare il gioco della propria moglie, questo è sicuro. Non vi rendete conto dei vostri poteri; non vi rendete conto della vostra posizione? Se qualche leader ha questo tipo di mentalità dovreste scrivermi immediatamente. Mi sto proprio chiedendo quanti di voi riescano a comprendere che una persona priva di profondità non può guidarvi da nessuna parte.

Chiunque tenti di mettersi in mostra, se gli correte dietro significa che non siete scesi in profondità. Dovreste rendervi conto di cos’è la vostra profondità e non farvi impressionare da qualcuno perché riesce a dominarvi molto bene e può andare in giro a mettersi in mostra. Rimanete saldi sulle vostre gambe e pensate con la vostra testa. Io non credo in regole o regolamenti per i Sahaja yogi. Che possiate incontrare vostra moglie a quest’ora, o vostro marito a quest’altra, voi siete Swachand. Swa è il vostro spirito e chand è a disposizione del vostro Atma. E quando lo siete, diventate anche del tutto collettivi, e la gelosia e queste meschine inclinazioni non sono necessarie.

Siete tutti una personalità universale, dovete essere grandi fino a quel punto. Non appartenete ad alcun paese. Soltanto per comodità uso i nomi delle nazioni, ma se dico nord, est, ovest e sud, non so come accostarli. Perché l’intero sistema agisce in questo modo, quindi voi dovete dedicarvi a questi paesi, ma per me essi non esistono. Anche le elezioni non mi si addicono. Siete tutti figli miei e non riesco proprio a pensare in questo modo. Vi prego di non considerarvi in alcun modo… anche se siete lontani da me, avete tutta la mia attenzione. E potete scrivermi tutti direttamente e mandarmi fiori direttamente.
Vi era la regola che debba essere fatto attraverso i leader. Assolutamente no! Tutti potete inviarmi fiori, ogni volta che lo desideriate. Il mio rapporto è con voi. Chi sono questi leader? È soltanto una presa in giro, dovete capirlo. È una presa in giro. Non si dovrebbe pensare che stiano tra voi e me. Assolutamente no. La sola cosa è che se qualcuno crea problemi oppure è posseduto, o cose del genere, naturalmente potete tenerlo fuori, ma non è in alcun caso un Sahaja yogi. Altrimenti non dovrebbero esserci barriere tra voi e me. Non lo sopporterei in nessun modo. Nessuna barriera tra voi e me e non dovreste mai sentirvi intimiditi a parlarmi. Dovreste sempre dirmi che problemi avete. Sono sempre disponibile per voi, per ciascuno di voi. Non si dovrebbe mai decidere che forse a Madre non piacerà. Che mi piaccia o no, non è il punto. Dovete dirmelo, mi farà più piacere, ma ditemelo, e non nascondetemi le cose. Non esistono relazioni ufficiali tra voi e me. Dopo tutto esiste un protocollo, ma protocollo non significa ufficiale. Protocollo significa che quando vi rivolgete a me non potete dire: “Ehi, tu!” e ribattere. Ognuno dovrebbe dire…non ci farò caso…dopo tutto non ci faccio caso, ma i figli non parlano in questo modo.

Dovrebbe esserci una certa capacità di comprendere, e dovreste sentire il mio amore nel vostro cuore. È tutto. Non voglio vedere nessuno infelice. Sahaja Yoga è venuto per rendervi molto felici, perché siate pieni di gioia, in nessun modo per disturbarvi o rendervi…Un giorno vi ho detto che quanti non vogliono continuare con il proprio matrimonio possono divorziare se sono infelici, ma non lo si dovrebbe fare senza un buon motivo. Se non gioite l’uno della compagnia dell’altra non avete alcun obbligo. Non sarò assolutamente mai adirata per questo. Quindi mi farebbe piacere sapere ciò che volete, e chiedetemi anche piccole cose, ne sarò molto felice. Tutto quello che volete; ditemi tutto quello che volete, anche piccole, piccole cose. Se i bambini mi vedono mi vengono in braccio e vogliono dirmi: “Mataji, sai cos’è successo? Voglio raccontartelo…”, è così bello parlare con loro! È vero, nessuno è più grande di vostra Madre, ma nessuno è più grande dei miei figli. Per me essi sono molto importanti, quindi vi prego di ricordarlo, rispettate voi stessi! Siete tutti grandi yogi, grandi persone nate per trasformare l’intero universo nel bellissimo globo che è stato promesso. Questo è il punto culminante del potere che tutti i profeti, tutti i santi, hanno lavorato molto duramente per creare, e dove dovete arrivare.