Programma Pubblico

Moscow (Russia)


Send Feedback
Share

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I

Programma Pubblico

Mosca (Russia), 21 Agosto 1989


Mi inchino a tutti i ricercatori della verità.

La verità è che voi siete lo spirito, che siete parte integrante del tutto e che è il sottile potere onnipervadente, il potere vivente di amore e di conoscenza, a compiere ogni cosa. Così, quando pensiamo di essere noi a fare qualcosa, in realtà stiamo giocando con il nostro ego. Per esempio, se un albero è morto e noi lo utilizziamo per costruire questo palco, crediamo di aver svolto un gran lavoro; ma in realtà non facciamo altro che trasformare una cosa morta in un’altra cosa morta. Noi non possiamo compiere nessun lavoro vivente. L’idea che stiamo facendo qualcosa, deriva soltanto dalla creazione del nostro ego.

Ma dopo la realizzazione del sé voi potete svolgere un lavoro vivente. Ad esempio, se date vibrazioni agli alberi che stanno morendo per le piogge acide, potete fermarne il deterioramento e renderli assolutamente normali. Se provate a dare vibrazioni ad una mucca, una mucca indiana, che produce al massimo sei, sette chili di latte, essa potrà a volte farne più di una mucca australiana che ne produce circa quindici, sedici.

Una persona considerata noiosa, depressa, può diventare improvvisamente molto dinamica e creare opere d’arte e musica come nemmeno molta gente che ha frequentato scuole d’arte sa fare. In questa nuova dimensione di consapevolezza vibratoria, diventate consapevoli collettivamente. Ciò significa che potete sentire un’altra persona sulla punta delle vostre dita e, se sapete decodificare i segnali, potete rendervi conto di che cosa soffre. Funzionate proprio come computer. Se prendete dieci bambini, bendate loro gli occhi e chiedete: “Che cosa non va in questo signore?”, indicheranno tutti lo stesso dito.

(L’interprete chiede a Shri Mataji di ripetere.)

Se bendate loro gli occhi e chiedete che cosa non va in quella persona, mostreranno tutti le stesse dita. Quindi, voi conoscete la verità assoluta. Allora potete scoprire chi è un’anima realizzata, chi è falso, ed anche tutti quelli che in passato sono stati anime realizzate. Venite a conoscenza di ogni cosa, poiché ora possedete il computer assoluto.

Gli esseri umani hanno in sé dieci valenze. Così come il carbonio ne ha quattro, loro ne hanno dieci. (Rivolta ad un sahaja yogi: “Fai vedere in che punto”).

In questa zona, nella parte verde che vedete (Nabhi e Void, ndt), ci sono dieci valenze. E quando queste valenze vanno fuori controllo, allora si diventa o sub-umani o sovrumani, vale a dire persone molto crudeli. Ma in noi queste valenze sono illuminate, per cui non è necessario dire: “Non fare questo!”; semplicemente non lo fate. Come vi ho detto l’altro giorno, qualcuno è in piedi con un serpente in mano ed un altro gli dice: “Hai un serpente in mano!”, ma è buio. Poi voi accendete la luce e, in questa luce, lui getta via il serpente. Non avete bisogno di dirgli niente. Alla luce del vostro spirito, voi vi rendete conto di ciò che è per il vostro bene.

Quindi, a parte i miglioramenti dal punto di vista fisico, mentale ed emozionale, riuscite ad approfondire molto di più la vostra creatività. Ed automaticamente diventate persone rette, diventate estremamente compassionevoli e generosi. Gioite della vostra generosità. Allora si instaura in voi il senso di sicurezza.

Molte persone nel mondo sono insicure. Proprio ora stavo discutendo il problema degli ebrei. Il loro problema nasce dal fatto che furono cacciati dall’Egitto molto tempo fa e così continuano ad avere la sensazione che saranno cacciati via da qualche luogo. Tutte le loro azioni si basano su questa paura. Inoltre, celebrano la Pasqua ebraica, rievocando il loro esodo. È una continua memoria, e tutte le volte rievocano il fatto che potrebbero dover andarsene di nuovo. Ora non sono in Egitto, ma la sensazione rimane.

Così come nel Cristianesimo, dove siete considerati peccatori e c’è sempre la paura di finire all’inferno. Inoltre, dovete sempre confessare di aver commesso peccati. Soprattutto le donne sono talvolta molto insicure. Se i loro mariti sono volubili, allora esse pensano in continuazione: “Divorzieremo, rimarremo sole con i nostri bambini ed avremo problemi”. Queste donne sviluppano interiormente un forte senso di insicurezza ed è così che talvolta contraggono il cancro al seno, in quanto la loro maternità è sfidata.

A livello del chakra del cuore c’è un osso (sterno, ndt) – dietro il quale, come sapete, si trova il cuore – che fino all’età di dodici anni crea gli anticorpi che si diffondono in tutto l’organismo. Dopo i dodici anni di età, se si prova qualche paura, se si verifica qualche problema, quest’osso, chiamato sterno, inizia a pulsare. In questo modo, il messaggio è trasmesso agli anticorpi i quali si preparano a combattere.

Quindi, gli uomini che corrono in continuazione dietro alle donne, o che perseguono il triste obiettivo di avere molte relazioni – è proprio un triste obiettivo – provocano orribili problemi alle mogli. È per questo che Cristo disse: “Non avrai occhi adulteri”. Ma in tutti i paesi cristiani che ho visitato, la maggior parte degli uomini e delle donne hanno occhi adulteri. Uomini del genere provocano gravi problemi alle mogli e giocano loro trucchi.

Anche quando vi sono casi di divorzio, e i figli soffrono per aver perso i genitori, il padre o la madre, questo chakra (cuore, ndt) si blocca da entrambi i lati: uno per il padre e l’altro per la madre. E se tutti e due i genitori di un bambino muoiono quando lui è piccolo, allora entrambi questi centri si indeboliscono molto. Se il chakra del cuore destro è debole a causa del padre, o perché si è cattivi mariti, si contrae l’asma. Se siete cattivi padri o cattivi mariti, contraete l’asma. Oppure, se una donna ha sofferto perché non ha avuto il padre, o perché ha avuto con lui un cattivo rapporto, anche lei può ammalarsi di asma.

Questo è il motivo più profondo. È questa la ragione per la quale non si può curare l’asma. In caso di debolezza al cuore sinistro, la gente sviluppa problemi di cuore letargico; invece, a causa della nostra iperattività, di un eccessivo spostamento sul lato destro, della tendenza esagerata a pianificare il futuro, subiamo anche gravi attacchi di cuore.

Il secondo centro dello Swadisthana è molto importante, poiché ha un lavoro molto importante da svolgere: esso converte il grasso in cellule grigie per il vostro cervello. Quando pensiamo troppo, queste cellule grigie devono essere sostituite. Quindi, tutta l’attenzione del chakra, del secondo chakra, è rivolta a trasformare il grasso in cellule cerebrali.

Ma questo centro deve prendersi cura anche del vostro fegato, del pancreas, della milza, dell’intestino, dell’intestino inferiore e dei vostri reni; anzi, scusate, i reni, l’intestino inferiore e l’intestino crasso. Così, tutti questi organi vengono trascurati.

Ora, una persona molto orientata al futuro, pianificatrice, che pensa sempre troppo, non ha energia per questi organi. Di conseguenza, il vostro fegato, che deve espellere il calore dal corpo, si rovina e perde la capacità di eliminarlo. Una persona così ha un’attenzione molto irritabile, è molto irascibile, dovete avvicinarla con una pertica; Dio solo sa quando vi salterà addosso. Quando vedete qualcuno così, voi sapete che ha un cattivo fegato e lo perdonate. Poi, anche il vostro pancreas in pericolo. Di conseguenza, sviluppate il diabete.

Ora, nei villaggi dell’India, consumano così tanto zucchero che il cucchiaio può stare dritto nella tazza, ma non contraggono mai il diabete in quanto non pensano al domani. Non pianificano. Sono persone soddisfatte. Durante il giorno lavorano, guadagnano, mangiano e se ne vanno a dormire.

Al massimo la notte si mettono a cantare insieme, tutto qui. Così, in un certo senso, noi siamo anche contenti di non essere così ricchi da diventare ubriaconi. Solo quando si ha denaro in più si beve. Allora nascono problemi di milza. Questo è (l’organo, ndt) più interessante. La milza ha il compito di fornire globuli rossi ogniqualvolta vi sia un’emergenza. Supponiamo che subito dopo mangiato dobbiate mettervi a correre: avvertite dolore nell’area della milza. Se avete mangiato e subito dopo dovete scappar via, sentite dolore nella zona della milza. Poiché si verifica un’emergenza durante la digestione, così essa (la milza, ndt) impazzisce. Ma nella vita moderna, noi la facciamo veramente impazzire in ogni momento. Siamo diventati schiavi dell’orologio. Cerchiamo di risparmiare tempo per sprecarlo. Il tempo occorre risparmiarlo per la meditazione, per gioire di voi stessi. Invece conduciamo una vita molto frenetica e piena di shock.

Al mattino presto leggiamo il giornale, che è la cosa più orribile. Tantissima gente muore, tantissimi… Assurdità di ogni genere. I giornali non comunicano mai notizie buone o pacifiche. Devono scioccarvi.

Quindi, di prima mattina, subite uno shock, e la povera milza non sa cosa fare. Poi vi affrettate al lavoro. Entrate in auto, dove fate colazione in tutta fretta. Poi trovate un ingorgo. Poi, in ufficio, il vostro capo vi sgrida. Tutto il tempo siete di corsa. Questa povera milza non sa come comportarsi con un pazzo simile, in continua emergenza. Di conseguenza, diventa frenetica e si manifesta così una malattia molto grave, detta tumore del sangue o leucemia. Sarete contenti di sapere che abbiamo curato la leucemia in India ed anche all’estero. Poiché con Sahaja Yoga diventate personalità pacifiche e la vostra milza, che è un regolatore di velocità, non si agita. A causa dei reni vi viene l’ipertensione. Ovviamente, i problemi ai reni sono curabili. Inoltre, per quanto riguarda l’intestino crasso, nascono problemi di costipazione e di ogni genere.

Avete problemi anche se lo Swadisthana chakra è letargico. Quindi dovete stare al centro. Al livello del Vishuddhi chakra, si diventa testimoni, testimoni del gioco, testimoni dell’intera rappresentazione.

Quando ricevete la realizzazione, le vibrazioni iniziano a fluire nelle vostre mani poiché il Vishuddhi chakra è illuminato. Tramite questo centro, esprimiamo la nostra collettività ed il rapporto con gli altri. Stringiamo le mani, le muoviamo, parliamo alle persone con le mani; non con le gambe. Facciamo un cenno del capo per dire ‘si’ o ‘no’ ed anche il linguaggio si esprime attraverso questo centro. In sanscrito, il potere di espressione del linguaggio è detto vaikhari. Se questo centro è a posto, voi diventate assolutamente collettivi.

Esso si danneggia sul lato sinistro se vi sentite colpevoli, se pensate sempre di essere buoni a nulla; allora viene danneggiato. E le persone così rifuggono dalla società. Le persone di lato destro, che hanno problemi di Vishuddhi destro, sono estremamente aggressive nel loro modo di parlare. Urlano, proferiscono parole veramente orribili e cercano di dominare. Intimidiscono, come fanno molti politici ed anche dittatori, presidenti e quant’altro. Essi cercano di dominare gli altri mediante questo centro, ma ciò è veramente pericoloso. Coloro i quali seguitano a salmodiare i nomi del Divino (senza avere la realizzazione, ndt) sviluppano un problema di Vishuddhi sinistro. È un’altra follia salmodiare in continuazione il nome di Buddha, il nome di Rama, il nome di Krishna.

A sentirsi invocare in continuazione, anche Rama deve adirarsi. Supponiamo di andare nel palazzo di un re e di iniziare a ripetere:”Il re! Il re!”: alla fine il re ci farà arrestare. Ma Rama è il re dei re, come possiamo dunque chiamarlo per nome? Lo abbiamo forse in tasca? Esiste un protocollo. Ma dopo la realizzazione, potete pronunciare il nome di chiunque, e nel giro di un secondo tutto il lavoro è fatto.

Se continuate a far squillare il telefono prima di averlo connesso, si rovinerà. Analogamente, la vostra gola si danneggia. Si affida la salvezza a preghiere che non hanno alcuna connessione.

Abbiamo poi il centro molto importante che chiamiamo Agnya, laddove il chiasma ottico si incrocia nel cosiddetto terzo occhio di Shiva. È un centro molto importante poiché è molto stretto. È detto terzo occhio di Shiva, perché grazie ad esso potete vedere all’interno, non all’esterno. Quelli che vedono all’esterno non hanno raggiunto questo livello.

Quindi, se vedete qualcosa di esterno come una luce, significa che qualcosa non va nel vostro Agnya. Supponiamo che abbiate una macchina fotografica con cui dobbiate fare una foto, e che essa scatti la foto ai vostri occhi: che cosa direste? Allo stesso modo Paolo (di Tarso, ndt) vide una croce da qualche parte; lui non aveva niente a che fare con Cristo ma fu lui ad organizzare il Cristianesimo rovinando tutti gli insegnamenti di Cristo.

L’ultimo chakra, il più importante, è il Sahastrara dai mille petali, che è formato da mille nervi ed è ricoperto dal vostro ego e superego. Ed al centro si trova l’area limbica. Quando la Kundalini attraversa l’Agnya, assorbe questi due palloni. Allora i vostri karma ed i vostri condizionamenti vengono assorbiti e voi diventate liberi.

Poi, la Kundalini fuoriesce dalla zona dell’osso della fontanella e si connette con il potere sottile onnipervadente. Non appena la Kundalini attraversa l’Agnya, diventate consapevoli senza pensieri. Normalmente, un pensiero nasce e se ne va, un altro nasce e se ne va, e noi saltiamo da uno all’altro. Essi provengono dal passato o dal futuro.

Se io ora dico: “Rimanete nel presente”, voi non ci riuscirete. Se dico: “Rivolgete l’attenzione a voi stessi”, non ce la farete. In mezzo a questi pensieri si trova un piccolo spazio, che è il presente. Quando la Kundalini sale, questi pensieri si indeboliscono e tra l’uno e l’altro si crea uno spazio che è il presente, dove non vi è alcun pensiero. A quel punto crescete spiritualmente e siete illuminati.

Allora potete pensare a tutto quello che volete, ogni volta che volete, con una nuova luce, con una nuova profondità. Ora la Kundalini passa, bene, ma se avete problemi torna indietro ed interviene. Dovete quindi sapere come padroneggiare e stabilizzare la vostra Kundalini, la vostra connessione. Una volta fatto questo, siete nel secondo stato, che chiamiamo Nirvikalpa Samadhi, che significa ‘consapevolezza senza dubbi’. Non c’è fine a questa conoscenza.

Non so, finora ho tenuto migliaia di conferenze in diverse lingue. Avrete a disposizione le registrazioni, una volta che le vostre connessioni siano consolidate. In realtà non vogliamo che leggiate molto, perché se continuate a leggere acquisirete tutta la cosiddetta conoscenza di Sahaja Yoga, ma la connessione sarà debole. Qui, ad esempio, ci sono molte luci, ma dobbiamo soltanto premere un pulsante e tutto si illumina. Se però devo parlarvi della scoperta dell’elettricità, di come sia stata portata qui a Mosca e tutto il resto, vi stuferete, vi stancherete e vi annoierete. Quindi, la miglior cosa è innanzitutto avere una luce.

Spero che comprenderete che nessuna discussione, argomentazione, lettura funzionerà. Poiché la Kundalini è il potere del puro desiderio, dovreste mantenere il vostro puro desiderio di essere connessi con questo potere onnipervadente. Questo è il modo migliore per raggiungere l’ascesa spirituale, poiché voi siete la massima espressione dell’evoluzione e questa è l’ultima svolta evolutiva verso la conoscenza assoluta e la realtà.

(Applausi)

Domande, c’erano molte domande. Che cos’è successo?  Si sono perse?

(Interprete: Oggi non tante. Oggi non ci sono troppe domande. Non l’abbiamo proposto. Ne ho solo alcune su carta e ho già suggerito che quelli che hanno qualcosa da scrivere, mettano l’indirizzo ed il nome con la solita procedura; poi noi le raccoglieremo e risponderemo più tardi).

Bene, ma per favore, dovete darci le vostre domande ed anche il vostro recapito, così che possano contattarvi per ulteriori informazioni sul centro al quale potrete rivolgervi.