Discorso sull’Amore, Tenuto dopo lo Mahashivaratri Puja Ashram of Pichini, Rome (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Discorso sull’Amore Tenuto dopo lo Shivaratri Puja[1] Ashram di Pichini, Roma, 22 Febbraio 1991 [Shri Mataji abbraccia e bacia alcuni bambini] …avete cantato così bene. Sembra che il vostro cuore si sia aperto moltissimo dopo questo puja. E adesso state cantando come bambini piccoli (risate, Shri Mataji ride). Sì. Ebbene, (nonostante) tutti i condizionamenti che abbiamo avuto, anche tutto l’ego esistente, sembra che adesso siate divenuti molto puri, che tutti questi problemi se ne siano andati; e gioite di voi stessi. Questo è il modo migliore: quando amiamo noi stessi, (quando) conosciamo noi stessi, diventiamo amore. A causa di molte pressioni su di noi e di tante norme che ci vengono imposte, diventiamo artificiali, e pensiamo di essere a posto se siamo a posto soltanto esteriormente. Ma avere questo flusso proveniente dall’interno è così gioioso, sentire la vostra capacità di amare è di per sé così gioioso; ed anche la capacità di dare è colma di gioia. Dunque, lo Shiva puja vi ha fatto diventare amore e sentire la gioia dell’amore. Vedete, quando si ama qualcuno, se amate vostro figlio, non vi preoccupate di come appare, di che aspetto ha, lo amate e basta. E se provate ad essere riguardosi con qualcuno perché ha un bell’aspetto o è buono superficialmente, perché ha dei bei modi, dopo qualche tempo rimarrete delusi. Se però il vostro essere interiore è bellissimo, sarete Read More …