Shri Kundalini Puja

Nirmal Temple, Cabella Ligure (Italia)


Send Feedback
Share

Shri Kundalini Puja, Cabella Ligure, 21 Giugno 1992.

Oggi ci siamo riuniti per venerare l’Adi Kundalini e la vostra Kundalini poichè la vostra Kundalini è il riflesso dell’Adi Kundalini. Abbiamo compreso molte cose sul funzionamento della Kundalini, e sappiamo anche che solo grazie al Suo risveglio ed alla sua ascesa ci siamo elevati in uno stato più alto di coscienza. Abbiamo così ottenuto dei poteri che mai nella storia della spiritualità furono donati ai ricercatori, per esempio il potere di risvegliare la Kundalini.

Nel passato, non appena ricevevano la realizzazione si spostavano sul lato destro o sul sinistro cercando di ottenere poteri che non erano diretti al bene altrui. Buddha scrisse chiaramente che quando si sarebbe incarnata Maytreya, che significa tre madri messe insieme, quello sarebbe stato il tempo del bene, della benevolenza. Come può accadere questo finchè tutti coloro che sono Buddha, cioè anime realizzate, non conosceranno la scienza della Kundalini? Coloro che avevano una conoscenza limitata della Kundalini, probabilmente avendo letto qualcosa sulle scritture o da qualche altra parte iniziarono a farne un cattivo uso e divennero Tantrika. Tantra, come sapete bene, è il meccanismo della Kundalini e Yantra è la Kundalini stessa. Oggi, poichè penso sappiate già molto della Kundalini, come passa attraverso i diversi centri, come ascende, parlerò di come  possiamo nutrire la Kundalini. E’ molto importante saperlo!

Anzitutto c’è molta differenza tra voi e le altre persone che hanno ottenuto la realizzazione: la prima grande differenza è che voi avete ottenuto questi poteri in modo sahaj, semplicemente. Gli altri dovettero andare sull’Himalaya, stare al gelo per giorni e giorni, vivere nelle caverne, mangiare frutta o non mangiare del tutto; ne morirono moltissimi. Anche al tempo di Buddha dovevano usare solo un pezzo di stoffa per coprirsi, chiedere l’elemosina nei villaggi e mangiare qualsiasi cibo, freddo o caldo, senza alcun comfort. Anzi Egli diceva loro di lasciar perdere ogni comfort, perchè se ne può fare a meno. Ma nessuno di loro ottenne la realizzazione e nessuno di loro poteva alzare la Kundalini.

La differenza è grandissima: il modo in cui avete ricevuto la realizzazione, il modo in cui la vostra Kundalini è stata risvegliata e il modo in cui potete manifestare i poteri che possedete. Per esempio potete dare la realizzazione ad altri, curarli, sentire le loro vibrazioni; ci sono alcuni Sahaja Yogi che possono controllare la pioggia, il sole, la luna, tutto. Alcuni Yogi possiedono poteri grandissimi, con le loro preghiere hanno salvato la vita a molte persone.

Questi poteri erano disponibili ad alcune anime realizzate di un tempo, anche ai rishi, ai grandi muni. Ma i loro poteri non erano basati sull’amore e sulla compassione. Questo è il vostro campo specifico, poichè voi dovete lavorare per il bene della gente. Loro dovevano proteggere se stessi o distruggere, così svilupparono il potere di maledire. Voi non possedete questo potere, non potete maledire nessuno, con piacere questo potere è stato cancellato…neanch’Io lo faccio; potrei, ma non mando mai maledizioni a nessuno, perchè la nostra base è l’amore, la compassione, la dolcezza.

La maggior parte di essi aveva un terribile carattere, estremamente iroso e spesso usavano parole durissime quando parlavano delle persone non realizzate o di coloro che causavano problemi. Era molto buffo vedere quanto erano arrabbiati con la società; alcuni di essi non guardavano la società, non la denunciavano o ne parlavano male: erano solamente soddisfatti di se stessi, oppure scrivevano delle benedizioni ricevute. Voi siete in un’altra dimensione: dovete usare i vostri poteri per il bene della gente. Anche per questo la vostra Kundalini è stata risvegliata in modo così sahaj; è stato grazie all’amore e alla compassione di vostra Madre.

Per cui ora, l’unico modo in cui potete nutrire la Kundalini è sviluppare in voi il senso dell’Amore Puro e della Pura Compassione. Ho usato la parola ‘puro’, che è anche il Mio nome: ciò significa che dovete essere innocenti, per cominciare. Se non siete innocenti, probabilmente avete problemi con la lussuria, forse il vostro amore è diretto verso alcune persone, solamente.

La Kundalini non agisce così: ascende, passa da tutti i chakra, non è coinvolta da niente, cerca di curare tutti i chakra, di nutrirli, e si preoccupa solo della propria ascesa. Allo stesso modo i Sahaja Yogi non dovrebbero lasciarsi coinvolgere in nessuna relazione di quel genere. E’ possibile che avvenga comunque, non dobbiamo diventare come i discepoli di Buddha. Per esempio, vi parlo spesso di come la linfa sale nell’albero, giunge in varie parti dell’albero e poi evapora o torna indietro. Questo passaggio dovrebbe essere mantenuto aperto; se questo avviene la Kundalini può salire molto facilmente, senza alcun problema. Ma il passaggio può essere chiuso, e allora vi lasciate coinvolgere troppo in alcune cose. Per esempio ci sono persone che restano coinvolte nel rapporto con i genitori.

Lo so, all’inizio le persone che giungono in Sahaja Yoga mi dicono “Madre, mia sorella, mio marito, mio padre sono malati, per cui, per piacere, potete curarli?”. E’ molto comune: mi scrivono lunghissime lettere descrivendo tutte le relazioni, senza scrivere alcun nome e io perdo le connessioni, chi è questo? Sono tutte relazioni artificiali: se domani una calamità si abbatte su di voi diventano inutili; anzi noterete che la gente ne trae vantaggio. Non potete dipendere da questo: in quale famiglia, in quale religione, in quale paese siete nati. Ora siete esseri universali, non siete più soggetti a queste relazioni artificiali ma solo a quelle spirituali. Questo principio deve stabilizzarsi dentro di voi; ciò non significa che dovete lasciare vostro marito, vostra moglie, i vostri figli, ma se dovete abbandonare tutti i condizionamenti dovete abbandonare anche tutto questo.

Ci sono numerosissimi condizionamenti: se ci fossero buoni condizionamenti, si dovrebbe abbandonare anche quelli, nel senso che non dovrebbero più essere condizionamenti, dovremmo essere noi a dominarli. Per esempio gli indiani hanno un buon condizionamento, che è quello di fare il bagno la mattina, anch’Io lo faccio. L’Inghilterra è tremenda per questo, non è possibile farlo la mattina ma va fatto la sera, altrimenti bisogna rinunciarvi: per cui una persona deve cambiare. Ma se avete quel condizionamento sarete molto tristi: “Non ho fatto il bagno, ora non posso dormire, non mi sento a posto, non sono normale”. Anche un buon condizionamento vi rende schiavi. Per cui, che sia buono o cattivo, se abbiamo un condizionamento dovremmo vederlo chiaramente: “E’ un condizionamento”. Ciò non significa che dovete andare nella direzione opposta: “Va bene, non farò più il bagno”. Deve essere invece “Va bene, se questa mattina non ho fatto il bagno, lo farò stasera, e se per un giorno non lo faccio non è un problema. Il bagno non può dominarmi: io domino il bagno”. Niente dovrebbe dominarvi, controllarvi; solo così la Kundalini si muove velocemente. Solo se avete il controllo completo la Kundalini si muoverà.

Abbiamo condizionamenti dovuti alla famiglia, alla religione, alla nazionalità: dobbiamo, per quanto è possibile, vedere chiaramente che sono solo condizionamenti. Se nascete cristiani sarete sempre più attaccati a Cristo; non l’avete mai visto, non sapete se sia mai esistito, se la Bibbia sia vera o no, comunque sarete più attaccati alla Bibbia. Se siete indù sarete più attaccati alla Gita, ai Veda. Questo crea grossi squilibri, dobbiamo avere lo stesso atteggiamento verso tutte le religioni e tutte le scritture. Questo è un segno della nostra ascesa. Un altro condizionamento da eliminare è quello relativo alla nazione di appartenenza. Non voglio discutere i condizionamenti dei vari paesi, li conoscete molto bene. Dopo la realizzazione, quando vi elevate, comprendete la società che vi circonda. Io sono venuta a conoscenza degli stupidi condizionamenti di questi paesi dalle persone di quei paesi.

Per esempio un francese dirà “Madre, questo è un atteggiamento tipicamente francese” mentrè un indù dirà “Madre, questo è un atteggiamento tipicamente indù”. Allora comprendete che non rappresentate più la vostra nazione, siete esseri universali e vivete come esseri universali. Quando diventate esseri universali comprendete che la carnagione non comporta nessuna differenza; per cui non odiate chi è più scuro, o più chiaro di voi. Non solo i bianchi odiano i neri, ma anche i neri odiano i bianchi e entrambi credono che gli altri non siano a posto. Se chiedete ad un fanatico di parlare di un’altra religione vi dirà che quella è la peggiore, mentre la sua è la migliore. Se lo chiedete ad un altro vi dirà che la sua è la migliore e tutte le altre le peggiori: ciò significa che tutte sono le peggiori, secondo l’opinione generale, tutti i fanatici sono i peggiori. Nessun fanatico vi dirà mai che la sua religione è giusta e che almeno un’altra lo è. Se chiedete a un inglese vi dira che questo è un atteggiamento tipicamente inglese. Ho visto così tanti inglesi arrabbiarsi con altri inglesi perchè si sono comportati in modo sbagliato o Mi hanno fatto qualcosa, ma Io non lo faccio, perchè so che sono ciechi.

Dovrebbe pertanto esistere in voi la compassione, dato che ora siete esseri universali, e vi siete innalzati nel vero senso della parola. Non significa che avete un certificato di ‘anima realizzata’, voi SIETE anime realizzate, siete sakshat, senza dubbio. Dio vi dà la certezza di essere anime realizzate, naturalmente dovete cambiare ogni cosa. Non serve a niente identificarsi con qualcosa a cui avete rinunciato: dall’uovo siete diventati l’uccello, e l’uccello non si identifica più con l’uovo, non rimane fermo al suo posto ma vola via. Ora siete diventati uccelli, non ci sono più uova. Allo stesso modo dobbiamo accettare la nostra posizione, accettare noi stessi come anime realizzate, con fiducia in noi stessi e con la comprensione che il fine della nostra vita è cambiato.

Quando comprendete il fine della vostra vita ,in modo innato, non attraverso un processo mentale, vi sentite responsabili: voi avete ottenuto la realizzazione per diffonderla in tutto il mondo e emancipare il mondo intero. Non appena comprendete questo punto, vi assumete la responsabilità e la Kundalini sale. Conosco molta gente che mi ha detto “Madre, non riusciamo a parlare, siamo emozionati”. Quando hanno iniziato a tenere conferenze, non riuscivo più a fermarli. Molti mi hanno anche detto “Madre non sappiamo scrivere, non siamo capaci, non sappiamo cantare”. Conosco una ragazza che cantava in modo terribile, era stonata e cantava a voce troppo alta, tanto che furono costretti a dirle di mettersi di dietro e non cantare più. Ora è quella che guida il gruppo.

Accadono cose meravigliose, dovete accettarle e lasciar andare la paura. Abbiamo diversi tipi di paure, tutte manifestazioni di lato sinistro; avete visto ieri cosa può fare una persona di lato sinistro. Ciò che una persona di lato sinistro deve sapere è che ora egli è un’anima illuminata e nessuno può toccarlo. Nessun santo sarà distrutto; tutti coloro che cerceranno di distruggervi, faranno una fine molto interessante, molto divertente, non distruttiva. Voi ne riderete e vi goderete il modo in cui le cose si risolveranno. In sanscrito si dice (Virasha kali lparitha buddhi), cioè la loro distruzione avverrà con i loro stessi stupidi metodi. Diventeranno stupidi e voi lo noterete; si distruggeranno con la loro stessa stupidità, non dovrete preoccuparvi di loro.

Ecco perchè non avete bisogno di poteri distruttivi, tutto verrà fatto dal potere onnipervadente. Per cui voi dovete lasciar perdere, perdonare quelle persone; non appena perdonate non avete più alcuna responsabilità e la Kundalini si alza. Non dovete fare niente, solamente ridere di tutto ciò, perchè sono ciechi, sono stupidi; cosa fate se vedete un idiota? Forse non ridete in sua presenza ma lo fate alle sue spalle, perchè è un idiota. Allo stesso modo essi diventano come idioti, e voi ve ne accorgete e ne ridete: questo è lo humour di Sahaja Yoga, dovete averne, non è vero? Per cui non c’è niente di che temere dagli esseri umani; lo stesso per quanto riguarda le organizzazioni. Dovete sapere una cosa: siete anime realizzate, avete visto la verità, siete nella luce, per cui essi vi daranno addosso; lo hanno fatto anche con altri. Tutti hanno sofferto molto, ma ora non ci sarà più sofferenza per voi. Solamente godetevi lo humour della situazione. Niente vi distruggerà, nessuno può toccarvi, cercate di comprendere questo.

Quelle persone sono lì solo per garantirvi un po’ di humour. Se avete un tale atteggiamento nei loro confronti, tutte queste paure di lato sinistro spariranno. Cosa sono questi badhas, questi booths, questi tantrika? Niente! Siete così potenti! Solo con un’occhiata potete vederli danzare sulle loro teste. Finchè avrete delle paure, la Kundalini non si alzerà, perchè Lei non si alza per i codardi, non dà loro sostegno. Normalmente, quando c’è buio, le persone che camminano per la strada temono che qualcuno possa attaccarle, ma un Sahaja Yogi non ha paura, se è un vero Sahaja Yogi. Egli sa che ci sono ganas, ci sono angeli attorno a lui. Nessuno può toccarlo, colui che provasse a farlo farebbe una figura meschina grazie ai ganas. E voi non potreste perdere una tale occasione per ridere di lui. Queste paure di lato sinistro devono essere eliminate; quando questo accadrà, tutti gli intrighi, i raggiri, le vostre gelosie, spariranno. Ecco come la Kundalini si alzerà molto bene.

Un altro problema per il risveglio della Kundalini è l’ego; devo ammetterlo, è tremendo! Tanto più per le persone che seguono Cristo e Buddha, è sorprendente! Essi sono anti-Buddha, anti-Cristo; Cristo sulla croce disse “Padre, perdonali perchè non sanno quello che stanno facendo”. Se siete cristiani, come potete avere l’ego? Il perdono dovrebbe essere totalmente spontaneo, non dovrebbe esserci la rabbia, perchè siete così potenti! Cosa vi possono fare? Ma se il vostro agnya è bloccato siete voi che fate del male a voi stessi, nessuno può aiutarvi. Questa rabbia, che nasce nel fegato e si stabilisce nell’agnya, deve essere analizzata. Questo è il punto in cui la Kundalini si ferma più spesso, specialmente in occidente.

Qui la cultura ha creato due problemi: il primo è l’istinto di acquisizione, ciò che chiamate avidità. Più siete avidi e più queste macchine possono funzionare, e avrete sviluppo delle industrie della ‘plastica’ e conferenze contro l’ecologia. Per esempio, in Spagna, devono esserci tre o quattro costruttori automobilistici, perchè ogni vettura aveva un solo passeggero e c’erano così tante macchine che non si sapeva come fare a muoversi. Anche per il programma si doveva partire due ore prima per arrivare in tempo. In Francia è ancora peggio: a Parigi, se volete andare da qualche parte dovete partire alle quattro della mattina altrimenti non arriverete. Lo stesso vale per Milano e Roma. Ma la peggiore è la Svizzera, non so cosa dire, il nome stesso è piuttosto… pericoloso. Hanno fatto così tanti soldi e ogni tipo di peccato in nome dell’acquisizione. Per loro non è affatto un peccato prendere i soldi della gente, tenerli lì, raccogliere i soldi dei paesi poveri e tenerseli. Per loro non c’è nulla di male, devono essere diventati immuni!

Dovremmo cercare di vedere chiaramente questo istinto di acquisizione che, qui in occidente è diventato una qualità. Nei tempi antichi, negli stessi paesi europei, questo veniva usato per creare arte, per dare supporto agli artisti. Anche nelle nostre nazioni gli artisti erano mantenuti dai re e dagli imperatori. Oggi nessun governo dà sostegno agli artisti; come sapete Mozart fu chiamato dalla regina perchè suonasse per lei. I governi di allora non pensavano solo a collezionare tasse, ma aiutavano gli artisti, i musicisti, i pittori e la gente che si dedicava alle arti creative. In Francia potete vedere come la regina collezionasse bellissime opere d’arte e incoraggiasse gli artisti, spendendo denaro per questo. Poi fu uccisa, e la sua morte fu la morte dell’arte in Francia. Pertanto l’istinto di acquisizione deve limitarsi all’acquisizione dell’arte; non parlo di opere artistiche di plastica, ma di oggetti fatti a mano, genuini. Oppure all’acquisizione di musiche: musica classica, canzoni in lode del divino, non quella musica di poco valore che rende matti e pieni di avidità e lussuria. Questo è uno dei problemi della vostra cultura che causa la crescita dell’ego.

Pensate a chi possiede una Rolls-Royce: è impossibile parlargli, non ragiona più; ma lo stesso capita anche all’autista che non possiede la vettura: ha perso la testa, cammina in un certo modo, parla in un certo modo. L’istinto di acquisizione vi dona un tale ego! Andate a casa di qualcuno, come qualche stupido indiano che vive in Inghilterra. Io ci sono andata: essi erano (Sarvati) cioè seguivano gli insegnamenti di Guru Nanaka, dove non è permesso bere alcolici. Appena si sale ci si trova di fronte ad un pub, in casa loro! “Oh, Mio Dio” dissi, e feci qualche passo indietro. Egli mi disse “Ha visto il mio pub?” e tirò fuori qualcosa dal pub senza dire una parola.

Quando dissi che non bevevo mi rispose che ero una peccatrice della peggiore specie! L’istinto di acquisizione si indirizzando verso le cose di poco valore, volgari, assolutamente immorali. Il desiderio di esibirsi è tale da rimanerne scioccati! Una donna americana venuta dagli Stati Uniti mi chiese “Quanti pub ha visto a Londra?” Io dissi “Nessuno!” “Oooooohhhhh! Siete buona a nulla, totalmente inutile! Non avete visto neanche un pub, il posto migliore di ogni città!”. Dissi “Li ho visti dal di fuori”, per farla contenta perchè pensavo fosse un’artista. “Conoscete i migliori pub di Londra?” chiese, e me ne diede una lista. Dissi “Qual è il migliore?”. “Ce n’è uno chiamato ‘Il pub dell’eremita’; l’uomo che viveva in questa casa morì, ma nessuno se ne accorse, così per mesi nessuno andò lì; tutta la casa puzzava in modo tremendo e c’erano moltissime ragnatele. Poi portarono via il corpo, ma la puzza c’è ancora e le ragnatele sono ancora intatte! Bisogna stare attenti a non berle!” E questo è il migliore pub, in cui si paga moltissimo!

Ecco dove va a finire questo istinto di acquisizione! Fa marcire, putrefare le cose, potete dire ‘fermentare’. Questo deve finire, altrimenti il vostro ego vi fa gioire di cose andate a male, come il formaggio francese. Non mangiatene mai, vi avverto, vi brucerà la bocca, la gola e lo stomaco. E’ veramente putrido, e più è andato a male, più è buono. Che cos’è il vino? Il vino è succo di uva andato a male, completamente marcio. Odora di sughero marcio. Ho chiesto a qualcuno “Com’è l’odore?”. Mi rispose “Raffinato”. “Non puzza di sughero marcio?” “Non ho mai sentito l’odore del sughero!” mi disse. Se avesse sentito l’odore di sughero marcio non avrebbe mai bevuto vino! Sapete come fu scoperto il formaggio? Ci fu una grande nevicata, e del latte fu dimenticato in una cava. A causa della nevicata tutti si dimenticarono del latte e d’estate il latte andò a male e continuò a marcire sempre più.

Dopo dodici anni o giù di lì, qualcuno entrò nella cava e lo vide -grazie a Dio non ho mangiato oggi!-; così lo presero e lo chiamarono formaggio (cheese, che si pronuncia ciis). In India la parola chiis è usata in linguaggio Urdu per indicare qualcosa di veramente speciale ed in musica è usata per composizioni speciali, particolari. Invece qui il cheese è latte andato completamente a male. Nessun essere umano o animale lo ha fatto, lo hanno fatto i vermi; e così lo hanno dato ai vermi! So che in Olanda e forse in Svezia, hanno il formaggio con i vermi! E mangiano anche i vermi! Potete fare di meglio? Non solo il formaggio ma anche i vermi! Vedete dove siamo andati a finire a causa di questo istinto di acquisizione! Il vino deve avere cento anni, così è migliore! Mangiamo cose talmente andate a male! E con un tale odore! Ecco perchè una volta mi sorpresi vedendo che andavano in bagno e non si lavavano le mani. Noi sentiamo un terribile odore ma loro no, perchè se mangiate quel formaggio marcio, non potete sentire alcun odore! Anche se li mettete nelle fogne non sentiranno odore di marcio! Ci sono abituati. Anche quando andranno all’inferno non si troveranno male, perchè l’odore è lo stesso. Dove li metteremo allora? Sono ormai immuni a quell’odore di sporco, di marcio! E’ un atteggiamento assolutamente sub-umano.

Questo istinto di acquisizione è presente in ogni societa d’èlite. Un tempo la Francia era considerata società d’èlite, la più diplomatica. Il loro cibo era cucinato con il vino, che era ovunque. Questa società dettò le regole al mondo diplomatico di allora, ma non si comprese mai che la loro cultura consisteva solamente nel mangiare e nel bere. Più tardi, iniziò forse un po’ di politica, ma questo continuo mangiare e bere giunse a tal punto che ora sono usciti dall’area diplomatica. Non pensano mai nel modo giusto: i diplomatici di ogni nazionalità cercano di evitare il più possibile la presenza di diplomatici francesi ai loro meeting. Ora questa cultura d’elite si è spostata in America; la maggior parte dell’èlite americana è dedita alle droghe: cos’è la droga dopo tutto?

E’ la realizzazione pratica dell’istinto di acquisizione! Voi accusate i colombiani che ci guadagnano sopra, ma dopotutto anche voi cercate di fare soldi, in qualsiasi modo. L’America, è lo stato guida nell’istinto di acquisizione. E che cosa acquistano in America? Io ci sono stata, parlano in continuazione di droga! Non solo ne parlano, ma fanno addirittura shopping di droghe! Tutti questi cosiddetti ambasciatori sono dediti alle droghe; e le loro mogli si vestono in modo così informale, non come in passato! Non sarei sorpresa se venissero in mutande! Così, come potete vedere, questo istinto di acquisizione nella societa d’èlite ha portato alle droghe o altrimenti ai guru, ai falsi guru. Coloro che non ne potevano più sono andati da falsi guru, perchè non hanno discriminazione per sapere ciò che è giusto e ciò che non lo è.

Perciò vedete come passo dopo passo l’ego sia giunto ad uno stato veramente pietoso in occidente. Se la moglie di qualcuno è di bell’aspetto, ogni uomo ha il diritto di guardarla e se un uomo è di bell’aspetto ogni donna ha il diritto di guardarlo; non guardano il loro marito e guardano un altro uomo, che cosa ottengono? Non ho mai capito quale sia l’utilità di guardare un uomo che non è vostro marito! Questo istinto di acquisizione ha portato ad una vita completamente immorale; la gente ha perso anche ogni rispetto per l’età.

Donne di novant’anni che hanno relazioni amorose con giovani di diciotto. Come è possibile? Tutto questo è dovuto ad un perverso istinto di acquisizione. Anche l’arte, tutto è andato pervertendosi, perchè la maledizione dell’occidente è che non ci sono maryada (limiti) e la Kundalini ascende all’interno dei suoi maryada, vi dona nuovamente i vostri maryada, vi mantiene al loro interno. Siete esseri umani, non vivete come gli animali, o peggio ancora! Non avete alcun diritto di farlo, Dio non vi ha creati per essere sub-umani, ma per essere super-umani. Così pertanto funziona l’istinto di acquisizione.

La seconda orribile conseguenza dell’istinto di acquisizione in occidente è che la gente vuole acquistare, conquistare, aggredire gli altri. Pensano di aver diritto di aggredire le altre nazioni; per esempio hanno aggredito la Nostra nazione per trecento anni. Perchè lo hanno fatto? Non c’erano persone malvagie! Però possedevamo oro, diamanti, perle: ecco le cose assolutamente materiali per cui ci hanno aggredito. E non hanno preso niente della spiritualità dell’India. Così i francesi aggredirono, gli inglesi anche, i giapponesi ora vi stanno imitando…

Questa aggressività trasforma la società in una forza estremamente distruttiva. Potete vederlo ogni giorno: le guerre continuano, questi hanno battutto quelli, questi altri hanno vinto e così via. E questa aggressività si è diffusa anche nei paesi in via di sviluppo, nel terzo mondo. Invece la Kundalini uccide questo istinto. In che modo? Donandovi gioia. Infatti gioite di ogni cosa: siete seduti in qualche modo? Ne gioite. Siete scomodi? Ne gioite. Perchè vedete che il vostro spirito è comodo, ed è questo che alla fine vi dona gioia. Pensate di ottenere gioia dalle acquisizioni, ma non lo fate. Solo attraverso il risveglio della Kundalini ottenete questa gioia, e quando siete immersi in essa non desiderate nulla, non chiedete nulla; semplicemente gioite di voi stessi, diventate voi stessi il piacere, la gioia. In sanscrito si dice (Atmane Atmanas durcha) cioè lo Spirito gioisce dello Spirito stesso.

Per cui dovete provare gioia anche nelle piccole cose e guardare l’intero universo con quell’atteggiamento. Per esempio quando son in viaggio a volte chiedo “Che albero è questo?” “Madre, non lo sappiamo”. “Ma avete vissuto qui per così tanti anni e non lo sapete?” “No Madre, non sappiamo molto sugli alberi”. Allora chiedo “Cosa sono questi fiori?” “Non lo sappiamo” Mi chiedo: come fate a non conoscere gli alberi e i fiori del posto in cui vivete? Se invece chiedete loro “Dove avete preso questo vino?” sapranno rispondervi: “Madre questo è il posto in cui si produce il miglior vino”. Va bene ci penserò Io! E l’anno successivo non ebbero fermentazione!

Questo è pertanto l’istinto di acquisizione che si trasforma in atteggiamento di aggressione nei confronti degli altri paesi e delle persone. Tutto l’atteggiamento degli esseri umani cambia, la gente pensa di essere Dio: “Possiamo aggredire chiunque, essere arroganti, domandare qualsiasi cosa, portar via la moglie, i figli di chiunque, uccidere i nostri figli”. Come risultato, l’amore scompare, non c’è più compassione. Non c’è più amore! Assieme a questo si sviluppa anche il concetto di possesso, ‘mio’ e ‘miei’: “Questo è MIO figlio, questa è la MIA nazione”. Sapete bene in Yugoslavia cosa sta accadendo. Non so chi le abbia dato questo nome, infatti Yugo significa Yoga, unione: queste sono le persone dello Yoga, che combattono tra di loro! La causa di questo è il concetto di ‘mio’: “Questa è la mia nazione”. Perchè? Perchè questa è la tua nazione? Non potete creare neanche una foglia! Chi siete mai? Non potete creare nemmeno un po’ di fango! Potete forse? Come potete dire “Questa è la mia nazione?” Come osate? Tutto appartiene a Dio, Lui ha creato tutto, o meglio, l’Adi Shakti ha creato tutto! Voi non avete creato nulla; come potete dire “Questo è mio e dovrei averlo!” ? Questo concetto di ‘mio’ diventa sempre più forte e a volte lo si nota anche tra i Sahaja Yogi: “Mio figlio”. Questa è la prima maledizione! “Mia moglie, la mia famiglia…” E così il cuore soffoca.

Per una persona dal cuore grande tutto il mondo, tutto l’universo è dentro di lei. Quando nel vostro cuore, fate un’esperienza del genere, la Kundalini sale come una saetta, perchè come sapete il Sahastrara è il chakra del cuore; non c’è assolutamente nessun blocco al Sahastrara se avete un cuore grande. Per mantenere il Sahastrara aperto bisogna sviluppare quella saggezza che ci fa dire “Niente è mio, tutto appartiene a Dio; qualsiasi cosa Dio voglia va bene”. Quindi liberatevi di questi sentimenti inutili: i Sahaja Yogi rimangono confinati nella loro famiglia. Pensano “MIO padre non ha avuto la realizzazione, MIO fratello non ha avuto la realizzazione…” e anche dopo la realizzazione “Questa è MIA moglie, questi sono i MIEI figli”. Ecco perchè il Sahastrara è bloccato. Tutti sono ‘vostri’! La Kundalini dei Sahaja Yogi è fatta d’amore, di puro amore; e il puro amore ha un solo desiderio: quello di amare, amare tutti allo stesso modo. Quando dite che è difficile significa che non state provando Sahaja Yoga.

Allargate il vostro cuore, non vi sentirete mai persi. Quando ho lasciato l’Inghilterra, il mio cuore stava per uscire dal petto, ma sono arrivata qui, ho trovato i Miei figli ad aspettarmi e tutto è passato. Lì avevo sentito e qui sento quella spinta, quell’attrazione del cuore, voi siete miei figli e anche loro lo sono. Per una Madre come Me è impossibile dire “Questo è mio, quest’altro è mio”. Cercate di lasciar andare questi condizionamenti. Prima, in occidente la gente non si preoccupa della famiglia, divorzia anche dieci volte; ho sentito donne farsi pubblicità “Io ho divorziato dieci volte” .Ora non divorziano, ma si attaccano talmente tanto alla loro famiglia, ai loro mariti, come colla. A volte Mi chiedo “Cosa ho fatto per renderli così?”.

E’ molto importante comprendere tutto questo e soprattutto sapere che il cuore è il Sahastrara, o meglio il Brahmarandra, per cui dobbiamo giungere nel nostro cuore. Non usate la logica, il ragionamento, non fatelo mentalmente usando libri o altro, ma con il cuore cercate di comprendere che nulla è più importante dell’amore per qualcuno. La cosa più alta è amare TUTTI allo stesso modo. Naturalmente in questo amore potreste essere costretti a dire qualcosa di spiacevole ad una persona: l’altro giorno dovevo dire una cosa ad una Sahaja Yogini e mi dissero “Madre, non diteglielo altrimenti diventerà vostra nemica!”

Risposi “Lascia che diventi mia nemica, non importa, questo è il mio dovere!” Altrimenti sarei diventata Io la sua nemica, non dicendole la verità perchè lei avrebbe sofferto. La Kundalini è come Nirvach, che è stato descritto ieri, è un fiume di puro amore che ci ha risvegliato con tanto amore, delicatezza e dolcezza. Dovremmo cercare di usare questo potere dentro di noi, perchè la realizzazione ci è stata data per emancipare il mondo intero, questo è il nostro lavoro. Per cui ognuno deve dare la realizzazione ad altri altrimenti la Kundalini si ritirerà di nuovo. Parlate di Sahaja Yoga; Sahaja Yoga non è part-time, fate in modo che sia sempre con voi. Ovunque ne abbiate la possibilità, parlate di Sahaja Yoga, date la realizzazione, altrimenti è inutile.

Che Dio vi benedica!