Shri Krishna Puja

Nirmal Temple, Cabella Ligure (Italia)

EN


Feedback
Share

Shri Krishna puja. Cabella Ligure (Italia), 16 Agosto 1992.

Oggi abbiamo deciso di fare il Puja a Shrí Krìshna.  Abbiamo fatto molte  volte questo Puja e abbiamo compreso il senso profondo del suo avvento, avvenuto circa seimila anni fa.  E ora, in questo Kalì Yuga, dovrà realizzarsi il senso della sua manifestazione, quello che Lui desiderava che si compisse.  Di fatto questo Kali Yuga sta evolvendo verso un nuovo reame che è il Satyayuga, ma nel mezzo c’ è il Krita Yuga dove il Brahma Chaitanya o, potremmo dire, il Potere Onnipervadente dell’amore di Dio agirà.

In questo periodo cosa accadrà dei poteri di Shri Krishna?  Questo è quello che dobbiamo vedere. Come vi ho detto Shri Krishna è stato anche l’Incarnazione della diplomazia.  Nel Suo gioco sa attendere, ma alla fine distrugge tutto ciò che è contro la verità, e tutto ciò che è falso.  Facendo questo, giudica la gente.  E’ molto importante che i poteri di diplomazia di Shri Krìshna si stiano manifestando ora che è il periodo dell’Ultimo Giudizio.  Qualunque errore abbiate fatto prima, qualunque karma abbiate accumulato per ignoranza magari, o deliberatamente, ora tutto dovrà essere pagato; mentre le punias (i meriti) che avete accumulato nella vita precedente o in questa, verranno ricompensate.  Questo è dovuto al principio di ‘collettività’ di Shri Krishna grazie al quale Egli vede la situazione come tutto un insieme.

Per esempio, come vi ho già detto, Colombo per fortuna andò in America.  Per fortuna, così ci siamo salvati, altrimenti non saremmo potuti essere qui!  Gli spagnoli, gente da corrida, sono andati a combattere quelle povere e disarmate popolazioni che erano i semplici possessori di quelle terre.  Sono andati ad occupare quelle terre e li hanno uccisi tutti.  In America si sa non se ne trova più uno, ma anche in Sud America bisogna andare sulle montagne più alte della Bolivia e della Colombia per trovare qualche aborigeno, altrimenti la maggior parte di loro sono stati eliminati.  La conseguenza è che adesso, nel Krita Yuga, vengono fuori tutte queste malattie e problemi.  Il problema principale è la droga.  Le droghe sono fatte, per vostra informazione, in Bolivia e in Colombia.  Voi li avete annientati.  Se ora c’ è la droga, è perché voi le avete dato il benvenuto così bene.  E’ successo che alcuni di voi sono andati in Nicaragua per recare aiuti e hanno portato indietro tutte queste orribili droghe a Washington, ed ora in tutta l’alta società si parla solo di quale sia la droga migliore, dove la si venda, dove possano comprarsela.  Tutta l’America ora è molto occupata a sapere quanta droga si può importare per uccidersi e autodistruggersi.  Questa distruzione, insomma, parte dall’interno.  Ma non c’ è solo questo: quando andai lì la prima volta, dissi loro di non indugiare nelle pratiche freudiane, di salvaguardare la loro moralità, altrimenti avrebbero avuto dei problemi.  E così hanno avuto prima l’Aids, poi la “malattia dello yuppie” (paralisi per sovraffaticamento celebrale, ndr) e ogni sorta di malattie “innominabili”.

Su dieci persone ce n’ è almeno una che soffre di queste cose, e almeno una su venti soffre di schizofrenia.  Questo perché (gli americani) hanno procurato tensione a tante persone d’ogni paese, e allora adesso sono colpiti da schizofrenia.  Stessa cosa anche per quanto riguarda l’Inghilterra.  Sono venuti in India come mercanti, semplici mercanti, e, è fuor di dubbio, ci hanno completamente saccheggiato.  Ci hanno governato per trecento anni prendendosi, come dico io, una ‘graziosa’ ospitalità e ci hanno lasciati divisi in tre pezzi.  E ora nel loro Paese hanno un sacco di problemi d’ogni genere.  Tanto per cominciare nessuno di loro si vuole chiamare “inglese”: si chiamano “gallesi”, o “scozzesi” o, in particolar modo, “irlandesi”.

E poi ci sono continui attentati dinamitardi a Londra, ce ne sono stati anche durante il nostro ultimo programma pubblico lì.  Quindi capite?  Questi inglesi che hanno provato a dividerci automaticamente sono stati divisi e ora si combattono l’un l’altro.  E poi  hanno anche altri problemi come Aids, vita immorale, ecc.  Lo stesso con la Francia.  I francesi hanno cercato di vendere il loro vino ovunque e di portare la loro cultura da latrina in ogni dove, e ora sono loro stessi a soffrire di queste cose.  Per esempio passano la maggior parte del tempo ad ubriacarsi  e hanno perduto ogni aggancio con la realtà, non c’ è più buon senso nella loro testa.  Una madre di famiglia può essere una prostituta con il consenso della legge, tanto per dirne una.  E ora stanno pagando per questo.  Inoltre tutti quei paesi che hanno pensato di essere chissà chi, ora stanno pagando con la recessione. Anche questo viene dal potere di Shri Krishna, perché Lui è Kubera ‘Colui che è il potere della ricchezza, e ha dato fiumi di ricchezza a tutti quei paesi che ora non sanno più che pesci pigliare.  Guardate quante cose sono accadute in questi ultimi cinquant’anni, e che cosa di straordinario sono stati questi ultimi venti.

Si può vedere come ovunque nel mondo o c’è stato un netto cambiamento, o sono venuti a galla degli scandali.  Anche in Italia ogni giorno viene fuori qualche storia che riguarda il Vaticano o vengono scoperte connessioni mafiose, o personaggi della pubblica amministrazione vengono denunciati. lo non faccio nulla, sto solo seduta qui, ma sta andando così.

Da quando sono qui non so quanta gente è andata in galera, Dio solo lo sa!  Noi indiani pure stiamo soffrendo a causa delle nostre azioni passate.  Per esempio avevamo un sistema di caste; questo sistema di caste è ora diventato il più grande grattacapo per noi, ed è questo il peggior cancro che ci ritroviamo.  Quindi ovunque negli ultimi venti o ventuno anni … Ora gradualmente ogni Paese dovrà fare i conti con ciò che ha fatto.  Del resto non era nello stile di Shri Krishna credere nelle caste.  Lui stesso è nato nella casta dei bovari, poi è diventato un Re, certo, ma all’inizio Lui era e viveva come una qualunque altra persona: portava fuori le mucche, le sorvegliava, le riportava nelle stalle.  Se guardate la Sua vita, è stato in tutto e per tutto un essere umano.  Come scherzava con la madre e con le altre donne della casa!  Tutto questo era molto, molto umano, molto innocente, come lo sono i bambini, e molto dolce.  Ma dietro a questo c’ era anche un grande significato.  Per esempio come sapete Shri Radha era Mahalaxmi e come Mahalaxmi era solita mettere i piedi e fare il bagno nel fiume Yamuna.  Le donne che andavano a prendere l’acqua in quello stesso fiume, si mettevano le brocche piene sulla testa.  Shri Krishna voleva far salire la loro Kundalini e allora colpiva da dietro le brocche facendoci dei buchi cosicché l’acqua vibrata cadendo giù sulla schiena facesse salire la loro Kundalini.  Era uno scherzo da bambini, ma aveva un senso profondo.

Lo stesso vale quando Lo vediamo ritratto nella ‘rasa’ (danza, ndt). ‘Ra’ vuol dire energia, come in Ra-dha: (‘Ra’ vuol dire Energia e ‘Dha’ ‘Colei che sostiene: era Radhaji che aveva l’energia) ‘sa’ vuol dire ‘con’.  Dunque quando eseguivano questa ‘rasa’ non facevano altro che giocare con l’Energia, e così Lui puntava a dare un risveglio collettivo alla gente, ai Gopas e alle Gopis (contadini e contadine).

E infatti fu quel che avvenne, dopodiché dovette andar via per combattere Kamsa (un demone).  Durante tutta la Sua vita, sia da bambino che da adulto, castigò demoni di tutti i tipi, anche quelli che avevano preso forma femminile, come Putra e altre.  Questo fu quel che fece.  E anche in questo Kali Yuga è attivo.  Avete visto come piano piano l’ ha fatta finita con tanti falsi guru, uno per uno: c’ è stato chi per nome aveva Shri Krishna, chi si faceva chiamare ‘Dio’, chi si è presentato con questo o quel nome.  L’ ha fatta finita, con loro, li ha completamente smascherati, e ora ce ne sono rimasti proprio pochi in giro e ha lasciato a noi di combatterli (ride).  Stanno tremando e sono tutti impauriti di fronte a noi, perché siamo nella verità.

Mettiamo ora l’attenzione su Shri Krishna che risiede nel nostro Vishuddhi Chakra.  Molte persone hanno il problema del left Vishuddhi.  Questo perché siamo per lo più persone sociali.  In occidente il sistema sociale è così rigido che chiunque può esserne distrutto. 0 meglio prima era senz’altro così.  Ora è meglio grazie, può essere, alla rivolta dei movimenti di ‘controcultura’, ma altrimenti se uno metteva il cucchiaio lì e non dall’altra parte era finito; se uno mangiava il pesce non servendosi dello speciale coltello da pesce, ma con un coltello normale … crollo totale, era una nullità!  I francesi poi sono i peggiori, avendo fatto proprio una scienza dell’alcool: per questo vino questo è il bicchiere giusto; per quest’altro vino il bicchiere adatto è un’altro.

E tutta la collettività è stata resa così rigida, molto più rigida che in India.  Prima pensavo che la vita sociale in India fosse rigida, a causa di certi condizionamenti che ci sono, ma quando sono venuta in occidente sono rimasta sorpresa: c’ é un tale condizionamento di fondo nella testa della gente che alcuni condizionamenti sono impossibili da rimuovere, sia che vengano dalla Chiesa Cattolica che da qualunque altra parte.  Ma quando i condizionamenti sono venuti da qualcuno come Freud, che è nella maniera più assoluta un demone, allora sì che si sono abbandonati i condizionamenti precedenti e ci si è messo addosso questi altri!  Non riesco a capire come mai nei Paesi dove la Chiesa Cattolica è dominante si segua Freud .

In India questa rigidità sociale c’ era forse perché Shri Rama era una persona molto attenta alle forme, forse è a causa Sua che si è instaurata questa rigidità nei rapporti sociali.  Ma in occidente la rigidità è tutta mentale, è assolutamente mentale: se si mettono i capelli in un certo modo, allora va bene, se ci si mette l’olio, allora si è matti.

Sono state date un sacco d’idee strambe e la gente si è messa a comportarsi di conseguenza.  Se non si mette mai. l’olio nei capelli si diventa calvi, se diventate calvi c’ è però chi farà affari con le parrucche.  Insomma tutto è orientato sul denaro, e tutto è stato reso così rigido in modo che voi facciate la tal cosa e loro possano vendervi, i loro prodotti.  In Inghilterra si usa il tight: bisogna avere il tight se si vuole vedere la regina.  Non so perché bisogna indossare il tight per vedere la regina, ma è obbligatorio e se non lo avete la visita non viene concessa.

Allora c’ è un negozio dove si affittano i tight, che poi però stanno o troppo stretti o troppo larghi e tutti mi sembrano un po’ Charlie Chaplin (ride), non riescono a camminare dritti! Questa stupidità che ha attraversato tutto l’Occidente ha reso le persone molto tese.  La gente è così tesa qui!  Se dite ad una donna: “Vengo a mangiare da te”, si sentirà mancare.

Dio sa cosa le viene in mente, preoccupata di quel che può dire la gente, preoccupata a causa di tutti i suoi condizionamenti …. ma in India se dite ad una donna: “Sto arrivando!”, è la persona più felice del mondo, è così felice che andiate a casa sua per cena!  Qui invece se appena dite: “Mi piacerebbe venirti a trovare stasera”, la risposta è, “Va bene, andiamo a cena fuori !” Perché sono così ansiosi, insicuri, e questo viene forse da queste norme sociali che sono state create in Occidente.  Anche in India c’ era un forte formalismo che si è sviluppato in modo veramente pesante.  Per esempio c’ è gente, i giainisti, che si strappano i capelli con le mani, perché non devono usare, né coltelli, né forbici, né rasoi: si devono strappare i capelli da soli, cosa che fanno continuamente, anche con la barba.

Si sono fatti prendere da così forti condizionamenti che arrivano al punto di dire che anche respirando si possono uccidere degli animali e allora si mettono un pezzo di stoffa davanti alla bocca.  Cose senza senso!  Quello fu il tempo in cui venne Shri Krishna.  Shri Krishna aveva un cugino, che si chiamava Nimira e questo, non ci credereste, divenne un tirtankara.  Ciò fece riflettere Shri Krishna su quanto fosse stupido il ritualismo da noi così diffuso.  Per esempio la mattina le donne si alzano e, ancora mezze addormentate, sì mettono a spargere acqua a destra e a sinistra.

Poi ci sono i “toccabili” e gli “intoccabili” e poi il non prendere l’acqua da un certo posto, e questo non si può mangiare, e questo movimento non si può fare …. costrizioni di tutti i tipi!  E poi l’ossessione del tempo giusto per fare qualunque cosa: questo momento non è buono, quell’altro nemmeno, quella cosa non si può fare, quell’altra nemmeno fino a tal punto che tutta la vita nel nostro paese ruotava attorno a questo ritualismo.  Avevo dei nipoti che venivano a Bombay per lavoro e ogni volta che andavano a Lakhna tornavano con la testa rasata e allora ho chiesto ad uno di loro: “Come mai?” Mi ha risposto, “Ci sono molte persone nella nostra famiglia che sono anziane e quando muoiono dobbiamo rasarci a zero!” Ogni volta che andavano qualcuno moriva e tornavano rasati a zero!  Come questo esistono tanti orribili ritualismi.

Ancora adesso nel sud dell’India ci sono tanti e orribili ritualismi da cui non riescono ad uscire, hanno paura che liberarsene voglia dire fare peccato e andare all’inferno.  I condizionamenti degli Indiani per quanto riguarda la rigidità di cui stiamo parlando riguardano la religione – La preoccupazione di stare sempre nel giusto, e di comportarsi in modo da non ricevere sventure per non aver seguito il rituale appropriato… La mattina presto si alzano e svolgono i loro riti senza nemmeno capire cosa stanno facendo.  In Occidente d’altra parte lo stile di vita non è null’altro che rigidità, non c’ è proprio alcuna libertà.  Tutto questo è stato ad un certo punto rovesciato dagli hippies e da movimenti del genere, ma questi poi sono andati avanti spingendosi fino ad altri estremi, e allora si è andati da un estremo all’altro.

Come l’avvento di Shri Krishna cambiò tutto questo?  Quando Shri Krishna venne su questa terra, disse: “Tutto questo è solo Leela (gioco di Shri Krishna). E’ solo un gioco; poiché ne siete coinvolti, non potete vederlo.  Ma se ascendete ” Se siete in mezzo all’acqua, né avete paura, ma se siete su una barca potete guardarla, e se sapete nuotare potete anche salvare della gente che è in acqua.  Lui quindi disse: “Se sviluppate lo stato dì testimoni – sakshi swarupa allora vedrete tutta la vita come una rappresentazione!  Niente vi turba, niente più importa, non vi preoccupate più di nulla: vedete il problema, ne siete al di sopra e lo vedete, e poiché ne siete fuori potete risolverlo. Questo è stato il significato del Suo avvento: ha insegnato che il primo passo verso I’ascesa è di diventare dei sakshi, dei testimoni.  Vediamo questa stessa cosa in Sahaja Yoga.

In Sahaja Yoga ci sono tanti diversi tipi di persone che vengono da diversi Paesi, da diverse culture, perché la porta è aperta a tutti.  Se viene un indiano, si metterà a guardare sempre quello che fanno gli altri.  Mi verrà a dire: “Madre, questo tizio non fa questo, quell’ altro non fa quest’altro, quello non fa il foot-soak …. “, cercherà sempre quello che non va negli altri, avrà sempre da ridire sugli altri.  Invece, in occidente, pensano sempre a quello che loro stessi hanno fatto di male e io ricevo lettere lunghe a volte dieci, dodici pagine dove mi confessano gli errori che hanno commesso.  Ma a chi interessa sapere cosa hanno fatto?  Voglio dire: di fronte ad un loto che sboccia nessuno si sta a chiedere quanta sporcizia c’ è in fondo allo stagno.

Voi siete un loto, adesso!  Invece è così comune trovare gente che pensa: “Dobbiamo confessare, dobbiamo dirli a Madre gli errori che abbiamo fatto!” Ma voi cambiate in ogni momento” E allora che c’ è da confessare?  La vita (in occidente) è così piena di formalità, come vi ho detto, e la gente soffre di sensi di colpa per le cose più insignificanti.  A parte questo, l’influenza di questa Chiesa Cattolica vi ha condizionato così tanto che anche se non siete cattolici, se siete protestanti, soffrite comunque di sensi di colpa e a causa di questi vi viene il Vishuddhi sinistro.  Questo Vishuddhi sinistro è Vishnumaya:

Che significa?  Che una volta che avete il Vishuddhi sinistro sviluppate tutti problemi legati a Vishnumaya.

Uno di essi è il cuore: perché Shri Vishnumaya è qualcosa d’attivo, è come l’elettricità, se avete un problema legato a Shri Vishnumaya, diventate letargici “Sono così colpevole!” Diventate depressi e così il principio di Vishnumaya scompare.  Lei, infatti, è pronta, veloce, dà la luce e annuncia al mondo intero chi è Shri Krishna.  E invece che succede a questi Sahaja Yogis che si sentono colpevoli?  Mi vengono a dire: “Madre, sa, abbiamo pensato che se ci mettiamo a fare questa cosa, ci si gonfia l’ego”.  “Se ci mettiamo a manifestare Sahaja Yoga in questa o quella attività, in questo o quel luogo, poi l’ego ci verrà fuori.  E allora non lo vogliamo fare”.

Questo è assurdo! E’ come se voi deste luce ad una lampada e questa poi vi dicesse: “Non voglio illuminare perché potrebbe gonfiarmi I’ego”.  E’ assurdo!  Ma sono proprio i Sahaja Yogis che mi vengono a dire certe assurdità.  Devono comprendere che per venir fuori da questo Vishuddhi sinistro bisogna diventare totalmente dinamici in Sahaja Yoga.  Datevi da fare in Sahaja Yoga, mettetecela tutta!  Altrimenti non vi libererete del vostro Vishuddhi sinistro.  Il Vishuddhi sinistro porta tutto il vostro essere in uno stato depressivo; una persona che ha il Vishuddhi Sinistro è sempre lenta nel fare qualsiasi cosa per Sahaja Yoga.  Non vi è stata data la luce per nasconderla!  Il Cristo ha detto: “Non mettete la lampada sotto il tavolo! ” Così la luce vi è stata data per darvi da fare, per essere dinamici, per pensare cosa fare, cosa inventare, come organizzare.  Ma se vi sentite colpevoli starete sempre a dire: “Madre, è molto difficile, sa….” Starete sempre a trovare il lato difficile della faccenda, solo per evitarla.

Un Sahaja Yogi prima di tutto deve essere testimone di se stesso, fare introspezione, vedere da solo: “Dove ero prima, e dove sono adesso?” Non indulgete tanto nel passato, ma rendetevi conto della strada che avete fatto in così poco tempo.  Adesso siete venuti nel Regno di Dio, avete tutti i poteri, lo non dico bugie, è un fatto.  Vi faccio un esempio con una storia, se Wolfgang me lo permette. Dovevamo andare in aereo da Praga a Vienna e Wolfgang era con me.  Lui mi aveva detto che l’aereo partiva alle 10.30 ma in realtà l’orario di partenza era alle 9.30, c’ era stato un errore.  Si possono fare degli errori, naturalmente, è anche questo nello stile di Shri Krishna.  Può sempre capitarvi di sbagliare, non fa niente …. Ma perché accadono tutte queste cose?  Per creare un evento, un “Gaddhana”.

Lui era molto dispiaciuto per avermi dato l’orario sbagliato; eravamo arrivati un quarto d’ora in ritardo.  E c’ era lì un’hostess di, terra, che incominciò a strillarmi dicendo che io ero stata scorretta, eccetera.  Non me ne curai perché sapevo che era accaduto per via di uno sbaglio.  Avrebbero potuto far partire l’aereo piuttosto che gridare, invece trattennero l’aereo e si misero a strillarmi … perché lei aveva voglia di gridare, capite?

A quel punto   comunque l’aereo era completo, però non partiva.  Allora chiesi ai tecnici e mi dissero: “E’ mezz’ ora che cerchiamo di riparare un guasto ma non ci riusciamo; dovete aspettare finché non finiremo”.  Quando l’hostess gridava contro di me, a Wolfgang si erano riempiti gli occhi di lacrime e io avevo pensato commossa: “Guarda un po’, questo ragazzo tedesco con le lacrime agli occhi E Alga gli diceva, “Dai, non ti preoccupare, non è colpa tua!” Ma lui si sentiva così triste perché “Madre è stata insultata così da questa donna per causa mia!” Questo è amore!  E il potere di questo amore era così grande che i Sahaja Yogi che stavano la sul balcone a guardarci sentirono un’incredibile brezza fresca anche noi la sentimmo – come una folata di vibrazioni e ne rimasero commossi.

E quando aprirono gli occhi si accorsero che all’improvviso il cielo si era riempito di nuvole mentre prima non ce n’ era neanche una.  In un secondo il cielo si era completamente riempito di nuvole, da dove fossero arrivate Dio solo lo sa.  Poi ci fecero scendere dall’aereo, perché non potevano far nulla.  Tornati dentro l’aeroporto cominciò a piovere, e allora Wolfgang andò a cercare l’hostess e le disse: “Allora, chi vuole sgridare adesso?!  Siamo noi a non poter partire!” Di lì a poco annunciarono che tutti i voli erano stati cancellati.  Guardate il potere del suo amore per sua Madre!  Il cielo stesso non gli ha potuto resistere: i suoi occhi sono diventati il cielo!  E tutto è accaduto in un secondo.  Mi hanno detto: “Madre, non abbiamo mai visto un tale miracolo, non c’ era neanche una nuvola e in un momento si è coperto completamente”.

Dovete quindi essere consapevoli dei vostri poteri, è questo che vuol dire “essere testimoni” di voi stessi, è l’introspezione…. Guardatevi dentro: quanti poteri avete?  Ma se avete il Vishuddhi sinistro direte: “Oh com’è possibile che io abbia dei poteri, ho fatto questo, ho fatto quest’altro. Anche se date a qualcuno cento sterline e gli dite “Vai a comprare qualcosa al mercato”, quello vi risponderà: “Oh, ma a che serve avere cento sterline?

“Spendile!!!” Questa è la situazione, pura e semplice.  Ma i Sahaja Yogis cominciano a dire: “No, no…. Madre dice di sì, ma com’è possibile che io abbia questi poteri?  Non è possibile, io non sono bravo”.  Questo perché il Vishuddhi sinistro vi sta continuamente a dire: “Sei un buono a nulla!  ” E’ come una falla che avete nel cervello che gli fa perdere tutte le sue facoltà.  E voi la accettate.  Quindi prima di tutto dovete fare introspezione e rendervi conto di quanti poteri avete.  Per esempio all’inizio in India nessun Sahaja Yogi voleva dare la Realizzazione.

Non c’ era neanche nessuno disposto a lavorare sugli altri.  Allora accadde che una volta mi si ruppe la macchina e arrivai con due ore di ritardo …. fortunatamente!  C’ era un grande meeting e i Sahaja Yogis non sapevano più che fare e si misero a dare la Realizzazione.  Prima non ne volevano neanche sapere di avvicinarsi alla gente!  Ora sapete quello che potete fare, e sapete anche che qualunque cosa diciate si avvera; qualunque cosa vogliate, potete ottenerla.  Provate, provate, provate!  Ma se non lo fate sarete sempre a mezza strada.  Sperimentate i vostri poteri, scoprite quanto dinamismo c’ è in voi; non siate formali a riguardo; usate i vostri poteri pienamente e vi sorprenderà vedere quanti ne avete.  Qualcuno mi ha detto: “Madre Lei ha dato una Siddhi a Guido” (un potere speciale). lo ho dato Siddhis a tutti voi, non faccio mai discriminazioni.

E’ solo che lui è molto coraggioso e usa i suoi poteri a destra e a manca.  Se voi non usate le vostre Siddhis, che ci posso fare? lo ve le ho date tutte le Siddhis, non c’ è dubbio.  Provate allora.  Per esempio all’inizio Baba Mama mi diceva: “Come faccio a scrivere una poesia?  Mi piacerebbe ma ho paura, perché non sapevo nemmeno fare i temi a scuola”.  Ero io che scrivevo sempre i temi per tutti i miei fratelli, quando studiavano, ero molto brava in letteratura.  Questo diceva lui, e ora guardatelo! lo gli dissi: “Tu comincia a scrivere, qualunque cosa va bene”.

Lui mi disse: “Magari scrivo qualcosa di sbagliato”, “Non fa niente, scrivi!” Similmente, se qualcuno vuole mettersi a dipingere non dovrebbe pensare che gli altri lo criticheranno o cose del genere.  Dipingete e basta.  Se volete cantare, cantate!  Qualsiasi cosa vogliate esprimere, qualsiasi cosa vogliate fare, fatela!  Totalmente!  Alla grande!  Vi sorprenderà, di vedere quanto riuscirete a realizzare. E successo già a tanti artisti, lo sapete; tanti possono raccontarvi di ciò che è loro accaduto.  Allora adesso, la prima cosa è sapere di avere dei poteri!  Credete in essi.  Abbiate fede in voi stessi.  Se avete il Vishuddhi sinistro questo potere di Vishnumaya non funzionerà.  Siate invece come Vishnumaya!  Liberatevi da questi sensi di colpa.  “lo sono un Sahaja Yogi, non sono una persona ordinaria”.

Certe volte la gente mi parla ed io dico: “Ma lo sai tu chi sei?” “Cosa Madre?” “Sei un Sahaja Yogi” “ah!  Me l’ ero dimenticato” [risate].- “Allora vai e fai quel che devi fare!” Un altro modo di fare, che viene da questo Vishuddhi sinistro, e che dovremmo capire, è questo: il cercare di dare spiegazioni.  Ve l’ ho detto molte volte.  Per esempio, dico a qualcuno di telefonare ad una certa persona.  La prima reazione è: “Ma forse non è in casa!” “Va bene, ma tu telefona, provaci; forse c’ è, forse non c’ è!” Ma non lo fanno!  Cercano sempre di evitare quello che devono fare.

Questo è quindi un altro aspetto: Shri Vishnumaya non si tira mai indietro, l’ avete visto!  Quando deve donare il suo fulgore lo fa.  Ovunque sia, comunque sia.  Noi dobbiamo essere così.  Dobbiamo essere consapevoli d’essere persone speciali, che siamo stati scelti, che siamo angelici, che siamo entrati nel regno di Dio e così tutto funzionerà.  Sahaja Yoga non è fatto per i buoni a nulla.

Come vi ho già detto in Marathi, Tukarama disse: “Non è fatto per lunatici e fannulloni.  E fatto per gente di carattere”.  Lo so che non ce ne possono essere tanti così, ma nel Regno di Dio non c’ è spazio per tanta gente, per tutti questi buoni a nulla: i posti sono riservati solo per gente speciale, e voi avete ricevuto la realizzazione, adesso, in qualche modo …. Cercate quindi di capire che questo principio di Shri Vishnumaya deve essere espresso, deve essere manifestato.  Guardate dentro voi stessi, chiedetevi: “L’ ho fatto io questo?” Non abbiate paura, non dite “Mi si gonfierà l’ego…… Non fa niente!  Poi penserete anche al vostro ego: questa è la seconda parte della commedia di Shri Krishna, che vuole che in questo Krita Yuga voi possiate vedere il vostro ego.

C’ era una donna che si comportava in modo poco gentile verso alcune signore del Maharashtra.  Allora io le dissi: “Guarda che sei sul lato destro”, ma lei non mi credeva.  Mi venne a trovare a Roma e crollò sul lato destro, completamente.  Solo allora si rese conto che il suo lato destro non era a posto.  E per sapere se siamo sul lato destro o sul lato sinistro c’ è un ottimo metodo: la meditazione. Il terzo punto è che voi dovete accettare quello che non va in voi.  Se non lo accettate, non siete gentili con voi stessi.  Il sentiero centrale è questo accettare: “Si, c’ è questa cosa che non va in me.

Sono andato da questa parte del Vishuddhi o da quell’altra e ho sbagliato: adesso devo migliorare”.  Le persone sul Vishuddhi destro cercano sempre di correggere me, ho notato, è molto semplice per loro.  Se dico qualcosa, la loro prima reazione è “no”.  Ci sono diversi stili per esprimere questo “no”.  A volte dicono “no” (secco e ad alta voce); altre invece “No, no, no, no, no, no” [risata]. Mi contraddicono, oppure cercano di impormi le loro idee.  E alla fine scoprono che avevano torto, che non avrebbero dovuto dire certe cose.  Per esempio se io dico: “Ho visto quella cosa lì per terra”.

Loro dicono: “No !” “Va bene, vai a vedere.  E poi mi dicono: “E’ proprio lì!  Com’ è che non l’avevo visto?” Ed io: “Deve essere che nei vostri occhi c’ è già scritto no, e per questo non potevate vedere niente” [risate in sala].  E poi si tirano le orecchie: questo è il bello!  Ma se vi rendete conto: “Questa è un’abitudine che ho, dico no a qualsiasi cosa!….. lo vi metto alla prova.  Supponiamo che adesso vi dica: “Sono le nove di sera”.  Provate semplicemente a dire di sì, vediamo che succede.  Provate a vedere. lo molte volte vi metto alla prova e vedo che alcuni, se affermo qualcosa d’assurdo, si dicono: “Bene, se Madre ha detto che è così, è così”.  In questo modo costruiscono molto bene la loro fede e vedo chiaramente come si avvicinano sempre di più al reame della vera Fede.  E lì, quando dico qualcosa d’assurdo loro semplicemente sorridono, perché lo sanno: “Madre ci sta solo mettendo alla prova! …… E semplicemente sorridono.  Non fanno altro, solo sorridono.  E se, con loro sorpresa, poi quel che dico si rivela esatto, allora dicono: “Si deve essere così, deve essere stata Madre a farlo”.  Arriva sempre per voi il momento della prova, e dovete mettere alla prova voi stessi, come Mohammed Sahib ha detto: “Le vostre mani parleranno e testimonieranno contro di voi …. ”

Così è dalle mani che saprete …. E queste mani sono la benedizione di Shri Krishna.  Nascono anche loro dal Vishuddhi e come sapete,…. ci sono delle innervazioni che partono dai nervi pelvici, arrivano ai due chakra laterali Shri Lalita e Shri Chakra, e poi tutto qui è governato da Shri Krishna.  Con queste mani potete sentire le vibrazioni!  Ora, se il vostro Vishuddhi destro è troppo bloccato potreste non sentirle, ed anche se il Vishuddhi sinistro è troppo bloccato potreste non sentirle.  Ma questo non significa che non abbiate ricevuto la realizzazione, l’ avete ricevuta.  Fate funzionare le mani, e state attenti a non usarle per cose inutili.  Questo è molto importante.  Perché le vostre mani sono speciali, sono le mani con cui voi diffondete la collettività.  Per esempio l’Italia: qui la gente quando parla non fa che gesticolare.  E non si riesce a capire che vuol dire; lo sanno solo loro cosa significano i loro gesti, uno che non lo sa li vede gesticolare e non capisce niente.

Fanno sempre così (Shri Mataji fa degli esempi muovendo rapidamente le mani). Bisogna gesticolare molto meno; non c’ è nessun bisogno di usare così tanto le mani in continuazione.  Un po’ va bene, ma il movimento delle mani deve essere decente, composto, dovrebbe servire a spiegare ciò che si vuol dire.  Ma muovere le mani tanto per metterle in mostra non va bene.  Mi è stato detto che è venuta fuori una teoria secondo la quale bisogna spiegare le proprie idee con le mani mentre si parla.  Questo va bene per gente come Hitler, ma non per noi.  Noi dobbiamo essere composti …. Per esempio, se vogliamo indicare a qualcuno cosa fare, non dobbiamo dire: “Fai questo”, puntando il dito indice; perché è il dito di Shri Krishna, e non possiamo usarlo così!  Facendo il gesto con tutta la mano, invece, è meglio.  Queste mani devono essere usate per la collettività.  Noi diciamo: “Namastè” (congiungendo le mani) quando incontriamo gli altri.  Possiamo salutare migliaia di persone in questo modo.  A me non piace questo fatto di stringere la mano, non va bene.  Stringere la mano non crea nulla di collettivo, al contrario potete ritrovarvi con formicolii e problemi dappertutto, presi dagli altri.

Quando parlate alla gente, c’ è anche da dire, è con queste mani che potete sentirli, è con queste mani che potete prendervi cura dei vostri figli, è con queste mani che potete porgere la vostra amorevolezza, la vostra dolcezza.  Anche con la bocca potete farlo, che certo è anch’ essa parte del Vishuddhi.  Specialmente però con le mani; i vostri gesti dovrebbero esprimere profonde emozioni del cuore.  Soltanto allora quei gesti avranno un significato.  In Sahaja Yoga, come sapete, quando vi prendete per mano, le vibrazioni fluiscono (nella catena) fra di voi e potete anche sentire la pulsazione, come fosse un tabla.  Questo ci fa capire che le mani sono strumenti di comunicazione.

Veramente è a partire da queste mani che nasce la collettività.  Sono la cosa più importante; direi proprio che la cosa più importante che lavora per l’ideale collettivo, sono le vostre mani . Sappiate poi che ci sono molti Ganas e molti Angeli dietro a voi: anche loro vi aiutano quando volete comunicare qualcosa, e sanno svolgere il vostro lavoro molto bene, e tutto quello che è espresso nelle vostre mani o attraverso le vostre mani loro lo captano immediatamente. Come sapete il Vishuddhi ha sedici petali e sia le orecchie sia il naso sia gli occhi sono guidati da esso.  Uno dei sotto plessi del Vishuddhi è costituito dall’Hamsa Chakra.  Abbiamo quindi questi occhi per vedere, per comunicare …. Gli occhi puri trasmettono il puro amore, la purezza; con degli occhi puri potete purificare gli altri, potete aiutarli, potete portare la pace.

La purificazione degli occhi si realizza a partire dal Vishuddhi e dall’Agnya: tutti e due devono essere a posto.  Il naso è molto importante.  Deve essere puro nel senso che deve essere capace di scartare quello che ha un cattivo odore e voi dovete accettare il suo responso.  E’ molto importante perché il naso è la ‘specialità’ di Shri Krishna, mi viene da dire, nel senso che Lui è Kubera e Kubera è Colui che ha dato il naso alla Dea.  Alcuni hanno la cattiva abitudine di arricciare il naso per mostrare del disappunto o cose simili, e lo fanno di continuo.

Questo è davvero sbagliato perché così insultate voi stessi, insultate il vostro potere di Kubera.  Il naso dovrebbe essere usato in modo dignitoso, dovrebbe avere dignità, non lo si dovrebbe usare per fare cose poco dignitose o che esprimano disapprovazione. I denti, poi, sono molto importanti.  Avete trentadue denti, vedete, i 16 poteri di Krishna distribuiti su trentadue denti.  I denti sono in relazione all’uno e all’altro lato.  Il lato destro si trova sopra, il sinistro sotto.  Devo dire che in Occidente si trascurano molto, in India non è così.  Li trascuriamo veramente, ed è qualcosa a cui dovremmo fare attenzione.  Il motivo è la pigrizia, direi, deve essere la pigrizia, ma dovete lavarvi i denti almeno due o tre volte al giorno, è importante, non dovrei neanche dirlo.

Ma ancora più importante è cambiare lo spazzolino.  Dovete anche usare del burro, oppure olio e sale, per massaggiare le gengive.  Se massaggiate appropriatamente le gengive non avrete mai problemi di denti o gengive.  Inoltre ogni sera dovete di nuovo lavarvi i denti.  L’ ho notato, molte persone vengono da me ai programmi, la sera, ed hanno un alito così orribile …. Non si tratta di una malattia, è solo che non si sono puliti i denti.  Ci sono anche persone che, senza lavarsi i denti la mattina, si mettono a fare colazione.  Non so, deve essere una nuova teoria: mettersi a mangiare senza pulirsi i denti.  I denti sono molto importanti e bisogna averne cura.  Dai denti dipendono tutte le qualità del vostro Vishuddhi.  Bisogna dunque trattarli nel modo giusto e non si dovrebbe mai digrignarli, mai mostrare della collera coi denti.  E’ davvero una cattiva abitudine.  Ho visto che anche qui c’ è questo modo di fare, se non piace qualcosa ci si mette a fare così.  E’ veramente sbagliato, bisognerebbe evitare di fare certi gesti ed è molto pericoloso per i denti.

Il discorso d’oggi sembra più di tipo medico, devo dire …. [ risate ] . Una persona che è spiritualmente ricca ha una espressione che non è mai aggressiva.  Potrà non essere bella, potrà non essere una personalità attraente, ma l’espressione del viso è sempre molto profonda, e anche questa è una benedizione dì Shri Krishna.  Ho visto persone un anno dopo la realizzazione e sono rimasta sorpresa di come i loro volti fossero cambiati tanto che non li riconoscevo più.  Tutto l’insieme diventa così delicato, dolce, pacifico e davvero gioioso.  Tutte le qualità di Shri Krishna possono essere espresse dal vostro viso.  Potreste essere a volte birichini, ci sono così tante espressioni che si manifestano sul vostro viso e trasmettono un sentimento così dolce.

Alcuni hanno l’abitudine di guardarsi continuamente allo specchio.  Questo è molto sbagliato perché fa crescere in voi uno strano tipo d’ego.  E’ meglio guardare le immagini di Shri Krishna che il vostro viso, di modo che il vostro volto diventerà come quello di Shri Krishna.  Se invece vi rimirate continuamente nello specchio, cosa accadrà di voi Dio solo lo sa, perché se andate nel vostro passato Dio solo lo sa cosa succederà.  Sono anche grata agli psichiatri perché non apprezzano il narcisismo.  E’ molto pericoloso guardarsi sempre allo specchio, molto pericoloso.  Crea un tipo di personalità molto strana per cui iniziate a dirvi: “Oh, io sono Napoleone” e vi comportate come Napoleone.  Il giorno dopo c’ è un Napoleone che esce dal bagno …. “risate”.

Dovete essere quindi molto attenti a non dare troppa attenzione ed importanza al vostro sé esteriore, quanto piuttosto al vostro Sé interiore che è lo Spirito, e se vi prendete cura di questo aspetto tutto avverrà in un modo bellissimo Shri Krishna si prende cura anche dei capelli.  Sapete che egli ama qualsiasi cosa che sia simile al burro.  Dovete mettere burro, olio o qualcosa di simile nei vostri capelli.  Se non lo fate diventerete calvi.  Dopotutto è come una sorta di Karma: se non mettete l’olio diventerete calvi.  Dovete quindi mettervi l’olio, e in occidente prima tutti lo facevano.  Guardate, in tutti i vecchi film c’ è gente con l’olio nei capelli, ma oggi …. Naturalmente se non volete mettervi l’olio durante il giorno potrete lavarlo via ma almeno una volta a settimana dovete oliarvi i capelli.  Il pianeta di Shri Krishna è Saturno.

Dicono che se Saturno decide di prendersela con qualcuno, nessuno può salvarsi.  Se Shri Krishna ce l’ ha con qualcuno nessuno può sfuggire e allo stesso modo, se Saturno se la prende con qualcuno quella persona è finita.  Ci sono quei modi di dire: “Sono sette anni che ti perseguita”, oppure “Sono due anni e mezzo”.  Questo ‘Saturno’ di Shri Krishna è una qualità dentro di noi grazie alla quale, supponendo che ci sia qualcuno che ci dà dei problemi o ci fa qualcosa, noi non dobbiamo fare nulla.  Sarà la ‘politica’ di Shri Krishna, la natura di Shri Krishna a mettere tutto a posto.  Egli informerà il Potere Onnipervadente e attraverso di questo quell’uomo o quella donna o quel partito o quell’organizzazione che sta cercando di darci dei problemi sarà colpita, mentre noi ce ne stiamo semplicemente seduti senza fare nulla.  Saranno colpiti finché potranno soltanto buttarsi a mare, e nessuno potrà salvarli.

Lui è l’ultimo ad intervenire, ma non perdona, non crede nel perdono.  Egli dice: “Ora hai fatto abbastanza”.  Vi dà una grande, lunghissima corda a cui attaccarvi, ma poi non perdona mai.  Una cosa è certa, non perdona mai.  Come avete visto nel Mahabarata, il Suo modo di giudicare le cose è tale che Egli non perdona.  Egli dice: “Dovete pagare, dovete pagare per questo”.  Eccetto quando?  Quando trascendete.  Se diventate Sahaja Yogis, se siete ascesi oltre il Vishuddhi allora Egli non potrà farvi nulla.  Ma se non siete lì, se non c’ è ascesa, non potrete salvarvi, non potrete sfuggirgli.  Si dice che una volta Mohammed Gasdi venne a far razzie nel nostro paese – è una storia raccontata nei villaggi – e voleva saccheggiare anche Soonat, un grande tempio con tantissimo oro, gioielli e ogni sorta di cose.

Infatti i bramini esigevano soldi da tutti, se ne impadronivano, li costudivano nel tempio e li usavano per se stessi, mentre il resto della popolazione restava molto povera.  La gente voleva reagire e la storia che raccontano è questa.  Mohammed Gasdi arrivò per saccheggiare Soonat, che è un tempio dedicato a Shri Mahadeva. Shri Mahadeva non ha mai avuto bisogno d’ornamenti o simili, ma i bramini ve li mettevano.  Shri Hanumana vide quel giorno Shri Mahadeva uscire dal tempio correndo e così gli corse dietro.

Ad un certo punto Shri Mahadeva si sedette e Shri Hanumana gli si avvicinò e disse: “Tu che sei il Dio degli Dei, perché corri, di che cosa hai paura?” E lui: “Non conosci questo Mohammed Gasdi?” Shri Hanumana rispose: “No, non lo conosco”.  “Allora nasconditi dietro quell’albero!” Ed egli si nascose dietro l’albero.  Mohammed Gasdi arrivò, si sedette e, questo è ciò che racconta la gente del villaggio, seduto sotto quell’albero si trasformò in Shri Krishna.

Shri Mahadeva disse: “E’ un tipo terribile, se la prende con qualcuno, chi può salvarsi?” Quei bramini nel tempio di Soonat mettevano sotto il mio naso i soldi e tutte quelle altre cose.  Era una cosa sbagliata ed io non ho potuto farci nulla.  Allora è venuto Lui e neanche io posso stare tranquillo, per questo sto scappando dal tempio”.  Questa è la storia narrata nel villaggio e dimostra che se Shri Krishna ce l’ ha con qualcuno, nessuno lo potrà salvare, dovrà scappare via.  Perché usa così tanti trucchi e modi di fare che non si può sfuggirgli.  Usa il cervello in così tanti modi, e mette a posto chi tenta di crearvi dei problemi.  Dovete quindi avere completa fiducia nei poteri di Shri Krishna che è dentro di voi ed è stato risvegliato.

Se siete ascesi completamente sopra il Vishuddhi Egli non vi darà problemi ma se avete del left Vishuddhi allora certamente ve ne creerà, state attenti! …. Dovete quindi liberarvi dei vostri left Víshuddhi adesso, è molto importante, perché altrimenti Shri Krìshna vi metterà alla prova e vi renderà così miserabili che non capirete come mai: “Madre, vede, ho fatto così e così, ho fatto questo Puja e quest’altra cosa, ma ora vede, questa è la situazione nella mia famiglia, questo è quello che è successo”.  “Va bene, Sei cattolico?” “Si!!” “Ti senti colpevole?” “Si!!” “Allora ti sta bene!” Che cosa posso farci?  Shri Krishna non può essere controllato da nessuno.  Egli fa qualsiasi cosa ritenga giusta e ha in realtà il compito di punire, molto più della Madre.  Si dice che Lei sia molto dura, ma anche molto molto dolce, almeno fino ad un certo punto.  Lui non è così, niente riesce a convincerlo.

Una volta che siete sotto il suo controllo, di modo che Lui si prenderà cura di mettervi a posto, allora da destra o da sinistra, in un modo o nell’altro vi metterà a posto.  C’ è quindi una sola cosa di cui dovete assicurarvi, che i vostri Vishuddhi siano a posto, e poi lasciate che Shri Kríshna si ‘manifesti’ agli altri, voi non dovete fare nulla.  Egli si occuperà d’ogni cosa e farà funzionare tutto.  Ma il left Vishuddhi è la malattia dell’occidente. Lo sento così forte anch’ Io, a causa di tutti voi, tanto che a volte ho voglia di scappare in India, perché lì nessuno si sente colpevole.  Loro non credono nel senso in colpa.  “Che sarà mai …non abbiamo ucciso nessuno, perché dobbiamo sentirci in colpa?” Ma qui è una malattia di tutti.  “Mi sento colpevole!” Non so chi abbia introdotto questa idea.  Forse questa Chiesa Cattolica che l’ ha portata agli estremi. Arriviamo poi al punto del Virata, qui (sulla fronte alla radice dei capelli).  Prima bisogna oltrepassare l’Hamsa, altrimenti non si può raggiungere il Virata.  L’Hamsa dunque, come ben sapete, è la discriminazione, la discriminazione Divina che deve essere dentro di voi; e quando la sviluppate non commettete più errori.  Non fate più errori nel senso che non fate più cose che avranno una ricaduta su di voi o per le quali dovrete pagare. la vostra vita sarà una ‘diritta via.  “Questo è così, quest’altro è così”.

Con questa discriminazione avete assolutamente una totale comprensione di cosa deve essere fatto e cosa non deve essere fatto.  Se questa discriminazione viene stabilizzata. …. devo dire che in molti Sahaja Yogis questa discriminazione si è sviluppata nonostante il left Vishuddhi.  Nonostante abbiano il left Vishuddhi hanno acquisito discernimento, sanno cosa è giusto e cosa è sbagliato.

Quando arrivate ad avere questa discriminazione  divina la prima cosa che accade è che la gente rimane colpita da voi, è qualcosa di collettivo, ha un impatto sulla collettività.  La gente immediatamente riconosce la saggezza di una persona che possiede discriminazione Divina e pensa: “Ma guarda quest’uomo, come può essere, è così giovane …. com’è possibile, è solo un bambino, com’è possibile (che abbia tanta discriminazione)?” Così quando iniziate a manifestare questa discriminazione Divina, che è una specialità dell’Hamsa Chakra, allora automaticamente avrete un forte impatto sulla collettività.  Questa è una cosa molto importante da sapere.  Facendo introspezione, semplicemente osservate se avete sviluppato o meno la qualità della discriminazione Divina.

Ad esempio, molte persone vengono ai programmi e mi dicono: “Madre dei Sahaja Yogis mi hanno detto che ho un bhoot.  Ho forse un bhoot dentro di me?” lo rispondo: “No di certo!  Come potrebbe esserci un bhoot dentro di te?” Può darsi che lo abbia davvero, ma la discriminazione Divina è di non dirglielo per ora, ma semplicemente di rimuoverlo.  La discriminazione Divina vi dà una totale comprensione del modo con cui trattare una persona, di come trattare una collettività, del modo con cui parlare agli altri, di come imprimere in loro le cose giuste.  E’ una manifestazione che si espande in tante direzioni.  Se non possedete discriminazione Divina, vi mettete a dire cose che non avreste voluto dire o a parlare al momento in cui non avreste dovuto parlare.  Voglio dire: non avrete assolutamente nessuna linea direttiva.  E’ molto importante avere questa discriminazione Divina e per questo, come sapete, l’Hamsa Chakra deve essere a posto sia fisicamente, sia mentalmente che spiritualmente.  Abbiamo celebrato un Puja in cui ho parlato di queste cose.

Infine vi è il Virata, che è lo stato che dovete raggiungere – Il Virata è qui, sulla fronte, come sapete.  Rimasi stupita quando andai in Nepal, dove c’ è il tempio di Shri Shiva, e vidi che, nonostante che adorassero Shri Shiva, loro si mettevano tutti il kumkum qui.  Pensai che non sapessero perché lo facevano, ma in effetti adorando Shri Shiva, bisogna adorare anche il Virata.  Non lo mettono qui (al centro della fronte) ma qui (alla radice dei capelli).

Se sono infatti solo adoratori di Shri Shiva, al cento per cento, perché dovrebbero metterlo qui?  Si vede che qualcuno che sapeva, che era uno gnostico, ha detto loro che questo è il posto del Virata.  Quando entrate nel Virata tutte le vostre idee di separazione e differenziazione svaniscono.  Non avete più alcun concetto di razza, nazionalità, città, villaggio, nulla di simile.  In quello stato non appartenete a nessun luogo.  Si sviluppa questo tipo d’attitudine, ed allora non cercate più alcun cibo particolare, non andate d’accordo solo con un particolare tipo di persone, potrete adattarvi a qualunque circostanza, a qualsiasi famiglia, a qualsiasi tipo di persona, potrete vivere con gli alcolizzati. lo ho vissuto con degli alcolizzati, vissuto nel senso che ho perlomeno stretto loro la mano a così tanti di loro!  Potrete vivere con qualsiasi tipo di persona. Nulla vi disturba perché siete nello stato del Virata, perché ogni cosa è assorbita dal Virata e voi non soffrite di nulla.  Qualsiasi tipo di persona possiate avere davanti, non vi tocca.  E’ il Virata che deve soffrire, non voi, è questo lo stato più alto a cui voglio che tutti voi giungiate.  E sarete assolutamente liberi, niente potrà impressionarvi, niente potrà farvi deviare.

Poggerete dritti sulla vostra autostima, consapevoli di essere dei Sahaja Yogi, di essere connessi con questo Potere, d’essere cittadini del Regno di Dio.  Allo stato del Virata non vi sono più dubbi, non più, perché diventate particelle integranti del Tutto, assolutamente, e potete esercitare la vostra influenza in ogni dove.  Se questo dito è ferito lo stesso dito d’altre persone può sentirlo.  Allo stesso modo una persona che ha raggiunto questo livello evolutivo è percepita ovunque, non solo, ma questa persona può essere raggiunta da un influsso proveniente da ogni dove.

Per raggiungere questo stadio del Virata dovete cercare gradualmente di dirvi: “Ya neti, neti vachanaer vigomovoghis” dovete continuamente dirvi: “Questa non è mia sorella, questo non è mio fratello ‘ sono tutti miei fratelli, sono tutte mie sorelle, amo tutti come fossero miei fratelli e sorelle, questa non è la mia famiglia.  La totalità di Sahaja Yoga è la mia famiglia”.  Tutta la vostra attenzione dovrebbe muoversi in questa direzione.  “Questo non è solo mio, è di tutti, appartiene a tutti, tutti ne hanno diritto”.  Così quando questo atteggiamento comincia a nascere in un individuo, …. come si dice in Sanscrito: ‘si va dall’individuo alla collettività, ed una simile personalità è la più efficace per qualsiasi tipo di lavoro collettivo.

Penso per oggi di aver detto abbastanza riguardo al Vishuddhí Chakra.  Ne ho parlato migliaia e migliaia di volte ed ora questo è uno degli aspetti che ho voluto toccare, perché mi sembra ci siano ancora delle persone che non capiscono che devono ascendere oltre il Vishuddhi altrimenti, se non ascendono oltre il Vishuddhi, non potranno essere mai dei buoni Sahaja Yogis, saranno sempre metà e metà.  Dobbiamo quindi cercare di salire oltre il Vishuddhi, oltre l’aspetto della discriminazione, ed allora a quel punto non dubiterete più di Sahaja Yoga, non ne dubiterete mai più, ed è così che potrà giungere a noi la consapevolezza senza dubbi.

Che Dio vi benedica !