Shri Ganesha Puja

Moscow (Russia)


Feedback
Share

Shri Ganesha Puja, Mosca (Russia), 11 Settembre 1994.

Oggi adoreremo Shri Ganesha. Shri Ganesha risiede nel Muladhara, nel Muladhara chakra, non nel Muladhar. Nel Muladhar è collocata la Kundalini, la Madre di Shri Ganesha, che chiamiamo Gauri. Ieri avete visto la commedia che mostrava come Shri Ganesha ottenne la sua testa di elefante. Tutte queste cose sono accadute in un altro mondo; in questo mondo vi sono molti altri mondi di cui siamo a conoscenza. È una questione di consapevolezza: adesso, dalla consapevolezza umana, siamo passati ad una consapevolezza superiore, chiamata quarta dimensione.

Senza Shri Ganesha questo non è possibile. Come sapete, Lui simboleggia l’innocenza dentro di noi. L’innocenza non viene mai distrutta perché è eterna, ma potrebbe accadere che essa venga offuscata da alcune nuvole in seguito agli errori che commettiamo. Una volta ottenuta la realizzazione, però, la vostra innocenza si ristabilisce, si manifesta, e voi diventate innocenti; la vostra attenzione diventa innocente.

Se non avete l’illuminazione, è impossibile seguire la vostra religione, che si tratti di Cristo, di Maometto o dell’Ebraismo. Questo è un aspetto di cui Essi non si resero conto perché il loro livello era molto elevato, non conoscevano le condizioni degli esseri umani. Nella Bibbia è scritto che se il vostro occhio destro commette peccato – va cioè contro Shri Ganesha – dovete cavarvelo; oppure, se la vostra mano destra compie una qualsiasi azione contro Shri Ganesha, dovete tagliarla. Immaginate se i cristiani mettessero davvero in pratica il Cristianesimo: sarebbero tutti senza occhi e senza mani, perché si sostiene che se commettete un errore dovete tagliarveli da soli. Cristo disse che dovete farlo e fu anche molto severo con gli uomini, non tanto con le donne.

Maometto, quindi, pensò: “Perché non parlare anche alle donne, perché non imporre delle restrizioni anche a loro, perché solo agli uomini?” Così creò leggi severe anche per le donne. In certi casi Egli disse che si dovrebbe picchiare o colpire la donna o cercare di limitarla; che spetta al marito. Ma per fare ciò il marito deve essere una persona innocente; se lui per primo commette questi errori, quale diritto ha di essere rigido nei confronti della moglie o della sorella?

La cosa peggiore fu fatta per gli ebrei. Quando Mosè portò i Dieci Comandamenti, scoprì che gli ebrei avevano una società decadente, come adesso. Oggigiorno abbiamo questa società decadente in America, ovunque. Non esiste morale, nessuno parla di moralità. Sento che Sahaja è l’unico modo in cui gli esseri umani possono diventare innocenti, perché agli ebrei è stata data la Shariat, secondo la quale ai ladri vengono mozzati le mani, il naso e varie parti del corpo. È una cosa molto seria e ho notato che è impossibile seguirli perché sono troppo puri, troppo importanti. Se siete cristiani, non potete avere due occhi, non potete avere le mani; se siete musulmani le vostre mogli, sorelle o figlie sono sempre in pericolo; se siete ebrei, sono prescritte per voi punizioni di ogni genere.

Invece, soltanto i santi sono stati puniti. Tutte le persone virtuose vengono punite, perché esistono tanti individui estremamente aggressivi e peccaminosi, che nemmeno si rendono conto di avere qualcosa che non va, qualcosa di completamente contrario al Dharma, contrario alla religione.

Soltanto con Sahaja ricevete la luce dello Spirito. Shri Ganesha è lo Spirito dentro di noi, e si è incarnato sulla terra come nostro Signore Gesù Cristo, ma sono stati  commessi affronti di ogni genere contro queste grandi personalità e si sono create religioni separate. Nessuna delle grandi Scritture è separata dall’altra. Maometto, ad esempio, ha parlato di Mosè, di Abramo, di Cristo, della Madre di Cristo; Egli non ha mai fondato un’altra religione, parlava di tutte le religioni fuse in una sola. Ma ora vi sono persone che non credono che tutte le religioni siano nate da un unico albero della spiritualità. Non solo combattono contro gli altri, ma addirittura tra di loro. Uccidono moltissime persone in nome di Dio.

L’innocenza è la sorgente dell’amore. Ad esempio, quando vedete dei bambini piccoli danzare dolcemente, provate un amore sconfinato nei loro confronti. Quando vedete un dolcissimo neonato che vi sorride, provate un immenso amore per lui. Se non rispettate la vostra innocenza, non potrete mai essere persone amorevoli. Senza amore, non potete conoscere la Verità. L’unica cosa è che talvolta ci sentiamo piuttosto a disagio, spaventati, ad amare gli innocenti. Le persone innocenti sono le più innocue. Non mi piacciono affatto i genitori che picchiano i loro figli; loro fanno tutto con innocenza, quindi dovete essere molto gentili con loro e comprenderli.

Oggi, anche in Russia ci sono molti bambini nati realizzati, perché adesso siete tutti illuminati e molti grandi santi vogliono nascere; ma voi dovete essere innocenti. I bambini non vogliono nascere in quei Paesi in cui non vengono rispettati – in quegli Stati non c’è crescita (demografica) – ma vogliono nascere in un Paese come l’India, dove c’è molto amore per i bambini; vogliono nascere in India, malgrado vi sia povertà.

I bambini non comprendono il denaro e le cose materiali; loro capiscono l’amore. Se non avete amore nel cuore, Shri Ganesha non può risplendere dentro di voi. La differenza fra una madre (vera) e una che si irrita molto con i figli, è che la madre che ama il  proprio figlio, gioisce di tutto ciò che deve fare per lui. Invece, la madre che non ama suo figlio, sente che sta facendo troppo, che non riesce a farlo, è tutto eccessivo. Se le chiedete che cosa c’è, lei vi risponderà: “Devo lavare questo, pulire quest’altro, accudire questo bambino”, storie di ogni genere. Ma una madre illuminata gradirà moltissimo fare tutto questo e ne gioirà; avrà rispetto dei suoi figli e farà sì che loro la rispettino.

Non è necessario essere duri con i vostri figli, i bambini sono molto sensibili e intelligenti; forse fra migliaia ne troverete uno che non sia troppo buono. Tuttavia, in seguito, apprendono le cose dagli adulti, soprattutto dai genitori e dall’atmosfera (circostante) ed iniziano a diventare fastidiosi. Questo non significa che dovreste controllare o imporre restrizioni ai vostri figli e irreggimentarli: la cosa migliore è che siate voi innocenti e dharmici.

Ganesha è la base della moralità. Quando in una società si perde la condotta morale, questa società viene distrutta. Qualsiasi vantaggio economico, finanziario o politico possa esserci, le persone vengono distrutte interiormente. Prendete ad esempio il caso dell’America, che viene considerata una nazione benestante – anche se dubito che sia così benestante, visto che sono indebitati – che cosa sta succedendo? Bambini di dodici anni uccidono e spacciano droga. In altri Paesi occidentali moltissimi bambini sono assassinati dai genitori. Ogni Paese prospero ha la sua particolare immoralità. Sono assolutamente violenti, arroganti ed egoisti.

Innanzitutto l’innocenza dissolve completamente l’ego, e quando parlate ai bambini essi fanno commenti così dolci, così intelligenti, che vi stupite che parlino così e dicano tutte quelle cose. Sono estremamente affettuosi e dolci. Vi racconto una storia di alcuni amici che si recarono a visitare la tomba del presidente americano Kennedy. Il bambino la osservava mentre tutti si comportavano in modo molto solenne. Allora il piccolo si rivolse al padre e alla madre dicendo: “Mamma, perché avete messo questo presidente sotto terra? Tutti i vermi lo divoreranno.

Perché questa punizione?”. Potete cogliere molte cose dai bambini quando parlano, dal modo in cui descrivono le altre persone. Un giorno eravamo andati all’aeroporto ed un bambino si stava movendo in un certo modo. Gli chiesi: “Che cosa stai facendo?” E lui: “Sto cercando di legare queste persone perché sono tutte pazze”. Così come facevano ieri con lo Swadhisthana (è possibile che si riferisca alla commedia del giorno precedente, ndt). I bambini sono molto innocenti ed è molto semplice insegnare loro le buone maniere.

Nel caso di Shri Ganesha, abbiamo sentito la storia secondo cui i suoi genitori, specialmente suo Padre, dissero che chi avesse compiuto per primo il giro intorno alla Madre Terra, avrebbe ricevuto un premio. Shri Ganesha pensò: “Ma guarda questo Kartikeya! Lui può correre più veloce perché viaggia su un pavone, un uccello che può volare, mentre io viaggio su un piccolo topolino…”. Ma poiché Egli è la sorgente di tutta la saggezza, rifletté: “Mia Madre è più grande della Madre Terra!”, quindi compì tre giri intorno a Sua Madre ed ottenne il premio. Una persona innocente è estremamente umile. Non cerca di mettersi in mostra, mai; non sa come mettersi in mostra. Ad esempio, Shri Ganesha ha un topolino come veicolo, ma se osservate gli sbruffoni, cercano di acquistare automobili oltre le loro possibilità economiche e prendono in prestito grosse somme per dare l’impressione di essere ricchi. Questa è una malattia delle persone non innocenti e molti, al mondo, ne traggono vantaggio.

Ad esempio, in Occidente vi sono gli stilisti di moda. Mettono la loro etichetta di stilisti ed occorre pagarla molto. Se su una giacca c’è scritto il nome dello stilista, cercano sempre di sfoggiarla, quando passeggiano per strada. Ciò è molto frequente in Occidente – non tanto in Russia, ma succederà – e gli imprenditori ne sfruttano al massimo i vantaggi. Ecco perché dico che gli indiani sono molto, molto saggi; non tutti, ma la maggioranza. Poiché credono in Shri Ganesha, non sperpereranno il denaro per mettersi in mostra. Gli imprenditori, quindi, sfruttano al massimo coloro che cercano di ostentare. Una persona innocente non si cura del proprio corpo, delle mode o di agghindarsi, come chi indossa certi abiti solo per ostentazione. Ve lo sto dicendo proprio perché tutte queste assurdità stanno arrivando nel vostro Paese.

Spero comprenderete che la qualità che conferisce maggiore bellezza alla personalità è l’innocenza. Quando l’innocenza è perduta, la gente cade nelle mani di questi stilisti che disegnano strani abiti. Creano indumenti femminili che espongono il corpo; più lo espongono e più costano. Malgrado il freddo, (le donne) tentano di indossare abiti molto succinti. Non si possono nemmeno guardare, eppure si considerano chissà chi.

Tutti i nostri film in Occidente adesso sono così orribili che non vi viene proprio voglia di guardarli. Se fanno dei film con i bambini, che sono innocenti, possono guadagnare molto denaro. Il fondamento del Dharma è Shri Ganesha. Dovreste osservare i bambini: non sanno raccontare bugie, è molto difficile. A volte dicono cose imbarazzanti: ad esempio una mamma stava dicendo al marito – in presenza del figlio – che l’ospite che sarebbe venuto a cena la sera mangiava come un maiale. Il ragazzino sentì e, quando quella persona arrivò e si mise a mangiare, lui lo osservò e poi disse: “Mamma, non mangia come un maiale, perché hai detto che mangia come un maiale? Non dovresti dire bugie”. La madre era in un tale imbarazzo!

Loro minimizzano: una persona innocente minimizza, con la sua innocenza, il giudizio e la critica degli altri, perché non nota le cose che normalmente vede una persona immorale o un individuo non innocente. Mi ricordo che mia nipote, una volta, vide una signora in costume da bagno – era una illustrazione – e disse: “Ehi, vai a vestirti, altrimenti mia Nonna si arrabbierà con te”. Quando vedete parlare tutti questi bambini piccoli, il loro comportamento, la loro innocenza, ne gioite veramente perché l’innocenza è la sorgente dell’amore e la fonte della gioia. Se non avete amore, non potete gioire di nulla e vi mettete a criticare, a giudicare, a sprecare la vostra energia in cose insensate.

Ad esempio, l’altro giorno stavo ascoltando della buona musica. Il musicista stava cantando e gesticolava con trasporto un po’ eccessivo (Shri Mataji muove le mani per mostrare il modo di gesticolare del cantante, ndt). Aveva chiuso gli occhi e la musica era meravigliosa, mi ci persi letteralmente dentro. Ma alcune signore si sono messe a commentare il suo abbigliamento, il suo gesticolare. Vedevano tutte queste cose superficiali, non l’essenza, mentre l’innocenza vi porta all’essenza e l’essenza è l’amore. Così dobbiamo comprendere che dobbiamo tutti assorbire interiormente la qualità di Ganesha. La qualità della sua innocenza – che è già dentro di noi – deve manifestarsi.

Una volta ero a casa di un Sahaja yogi dove si tenne una riunione di circa venticinque persone. La riunione era finita. Pensavo che avesse detto che Io avrei cenato lì, quindi aspettai che tutti se ne andassero. Mentre tutti uscivano, questo signore era in cucina; tornò e chiese: “Madre, che cosa ha fatto? Perché se ne sono andati? Ho cucinato per tutti”. Gli vennero le lacrime agli occhi, fui sopraffatta dalla sua generosità e gentilezza. Quando si è generosi in modo innocente, non si è nemmeno consapevoli di ciò che si sta facendo. Gioite semplicemente della vostra generosità e non vi curate di vedere la reazione dell’altra persona.

Nei nostri Shastra troviamo descrizioni di persone simili. Una volta Shri Rama si recò nella foresta, dove c’era una signora molto vecchia proveniente da una tribù. Era così vecchia che le erano rimasti due denti soltanto. Si chiamava Shabari; andò da Shri Rama, gli offrì delle bacche e gli disse con grande innocenza: “Vedi, le ho assaggiate tutte con i miei denti, e ho scartato tutte quelle amare perché a te le amare non piacciono, ma queste sono tutte dolci”. Normalmente in India non si mangia niente che sia stato toccato dalla bocca di un altro. Shri Rama disse: “Bene, hai fatto questo lavoro, quindi per favore posso averle tutte?” Ma suo fratello Lakshmana si adirò: “Chi è questa donna? Non conosce le buone maniere”. E quando lei iniziò a mettere le bacche in bocca a Shri Rama, si adirò ancora di più.

Lei allora disse: “Guarda con quanta cura ho fatto questo assaggio, tu adesso le gradisci, diversamente non ti sarebbero piaciute”. A questo punto Shri Lakshmana stava andando veramente in collera. Così Shri Rama esclamò: “Che frutti squisiti! Non ne avevo mai mangiati di simili in tutta la mia vita”. Allora sua moglie Sita chiese: “Perché non ne dai un po’ anche a me?” E Lui: “No. no, sono per me, non posso dartene”. Sitaji disse: “Dopo tutto sono tua moglie e tu devi condividere con me qualsiasi cosa”. Egli rispose: “D’accordo, poiché è un tuo diritto te ne darò.” Le dette quindi le bacche, i frutti, ed anche lei esclamò: “Oh! Sono come l’ambrosia, mai mangiati frutti tanto squisiti!”

E disse a suo cognato: “Assaggia questi frutti, sono celestiali!” Lakshmana si lasciò tentare e le chiese: “Danne anche a me alcuni da assaggiare.” Sitaji rispose: “No, non li dividerò con te, dopo tutto li ho avuti con grande difficoltà da tuo fratello, quindi non li dividerò”. Shri Rama le disse: “Beh, dagliene qualcuno”. Allora intervenne l’innocente e anziana signora: “Ne ho ancora, posso darglieli io: tu puoi avere la tua parte, io ne ho altri e glieli darò io”, e li dette a Lakshmana. Lui si mise a mangiare e gli piacquero moltissimo, disse: “Mio Dio, non ho mai mangiato frutti tanto buoni!” Anche Shri Krishna, ogni volta che si recava nella capitale di Hastinapur, non soggiornava presso il re Duryodhana, ma con Vidhura, che era il figlio di una serva. Poiché Vidura era un uomo illuminato, Krishna lo rispettava più di chiunque altro.

Talvolta commettiamo l’errore di attaccarci troppo ai bambini innocenti, diamo loro troppa importanza. L’innocenza è come un fiume che scorre, ma se cercate di farlo ristagnare, i bambini diventano viziati. Devono essere rispettati, ma non si dovrebbe cercare di farli sembrare qualcosa di molto eccezionale. Sono tutti uguali. Vi sono alcune sfaccettature diverse, ma ho visto che i bambini sono tutti uguali. Innanzitutto, non si annoiano mai, mai. Se siete innocenti non vi annoierete mai. Vedete sempre la bellezza, e vi divertite anche se siete da soli. Soltanto gli adulti si annoiano. Supponiamo che siate all’aeroporto e che l’aereo sia in ritardo; tutti gli altri, tutti gli adulti saranno molto seccati, invece i bambini si metteranno a giocare con qualcosa che trovano nell’aeroporto: se c’è una ringhiera o una scalinata andranno su e giù divertendosi. Non vogliono intristirsi la vita riducendo tutto quanto a rigidi schemi. Negli aeroporti ho visto molte volte la gente terribilmente annoiata, mentre i bambini corrono su e giù a giocare, divertirsi e fare amicizia con altri bambini che non hanno mai visto.

Solo grazie all’innocenza potete trascendere le vostre idee limitate. Ho visto genitori estremamente razzisti i cui figli stringono amicizia con tutti in un batter d’occhio. Una persona innocente è così: va d’accordo con chiunque senza nemmeno pensare al colore della pelle, al viso o ai capelli. Queste sono cose senza importanza, sono superficiali, ma i bambini non si interessano delle cose superficiali. Vogliono soltanto vedere il cuore della persona; se è amorevole, i bambini le si avvicineranno qualunque sia la sua razza, religione, qualsiasi cosa.

Ho già detto che l’innocenza dissolve l’ego. Una persona innocente non può essere aggressiva, e anche se c’è aggressione è di tipo molto amorevole. Ad esempio un bambino dirà: “Perché non dai i miei vestiti a quel ragazzino?” E voi risponderete: “Oh, Dio, ho speso così tanto e tu vuoi dare tutto a quel bambino?” Lui vi dirà: “Beh, me li ricomprerai un’altra volta, ma lascia che li dia a quel bambino”, con innocenza. I bambini innocenti non hanno il senso del possesso. Neanche esitano a condividere le loro cose, se sono innocenti. Ma se vengono cresciuti con l’idea  che ‘questo è tuo e te lo devi tenere’; se gli si inculca in testa che ‘questo è tuo’, diventano possessivi con le loro cose.

La cosa migliore per gioire della vita è vivere con i bambini, essere come loro e divertirsi con loro. In questo modo, la nostra innocenza viene nutrita. In Sahaja Yoga ho visto la gente diventare davvero molto innocente. Shri Ganesha – che risiede anche nella parte posteriore della vostra testa come Maha Ganesha – inizia ad agire sui vostri occhi, e la lussuria e l’avidità scompaiono da essi. Poiché la vostra attenzione diventa innocente, non è necessario che vi caviate gli occhi come disse Cristo, né che vi mozziate le mani, perché diventate assolutamente morali. Non so quanti di voi si rendano conto che siete tutti diventati santi. Così come è stato creato Ganesha, anche voi siete creati come santi innocenti. Cercate di rispettare la vostra innocenza. Ciò vi farà sentire giovani e felici.

In India, nel Maharashtra, abbiamo otto swayambhu di Ganesha e ho visto che gli abitanti del Maharashtra sono alquanto innocenti. È un Paese molto antico e Shri Ganesha viene venerato soprattutto in quella zona, così la gente è diventata molto innocente. Hanno una celebrazione dedicata a Shri Ganesha, in questo periodo, della durata di dieci giorni. Lo modellano con l’argilla e poi lo mettono nell’acqua, nel mare o nel fiume.

Ma poiché questa orribile cultura della coca-cola è arrivata anche in India, in presenza di Shri Ganesha cantano orribili canzoni volgari e bevono. Tutte queste (statue di) Ganesha vengono esposte al pubblico. Durante due conferenze li ho avvisati di non comportarsi così, perché se Shri Ganesha si adira si verificheranno terremoti. Non hanno voluto credermi. Il terzo anno, gli abitanti di un villaggio piuttosto grande si sono recati da Ganesha – hanno messo (la statua di) Ganesha nell’acqua – poi sono tornati indietro ubriachi fradici e la notte si sono messi a ballare. Improvvisamente si verificò un forte terremoto e rimasero tutti sepolti, eccetto i Sahaja yogi ed il centro di Sahaja Yoga che non fu nemmeno toccato dal terremoto. Intorno al centro si spalancò un’ampia voragine, quindi la gente corse verso il centro per salvarsi ma cadde nella voragine e morì.

L’innocenza è molto potente. Chiunque tenti di molestare o di distruggere l’innocenza di qualcuno, alla fine viene punito molto severamente da Shri Ganesha. Coloro che non venerano Ganesha nel cuore, possono diventare di lato destro o di lato sinistro. Se si spostano sul lato destro, contraggono malattie di ogni genere, più di tipo fisico; se si spostano sul sinistro, contraggono malattie psicosomatiche incurabili. Nel nostro Paese alcune persone orribili hanno predicato che attraverso il Muladhara chakra – vale a dire attraverso il sesso – si poteva risvegliare la Kundalini, e sono diventati dei tantrici. Questi tantrici hanno commesso cose orribili di ogni genere nei templi. Hanno rivolto insulti erotici a Shri Ganesha, ma adesso vengono distrutti. Quindi non si dovrebbe mai provare a sfidare una persona innocente che ha le benedizioni di Shri Ganesha. Soltanto grazie all’illuminazione potete risvegliare in voi Shri Ganesha.

Che Dio vi benedica tutti.