Diwali Puja

Istanbul (Turkey)

EN


Feedback
Share

Diwali Puja (riassunto). Istanbul (Turchia), 5 Novembre 1994.

Oggi celebriamo il Diwali, che significa cerchi di luce, gruppi di luci.
In India, nei tempi antichi, questo Diwali era un festival. Vi ho già parlato, in discorsi precedenti, di questi cinque giorni. Il Diwali è la notte più oscura dell’anno e fu celebrato dopo l’uccisione di Narakasura. Ora, questo fatto é simbolico, in questi tempi moderni, i quali rappresentano il periodo peggiore per quanto riguarda la moralità.
Lo chiamiamo il “kor-kali-yuga” (il peggiore tempo moderno) che significa completa oscurità.
Se vi guardate attorno trovate una oscurità completa riguardo alla moralità ed ogni tipo di crisi. Anche per questa ragione, molte persone, che sono alla ricerca della luce e della verità nell’oscurità dell’ignoranza, non hanno la conoscenza di ciò che dovrebbero fare e della ragione della loro presenza in questo mondo. Migliaia e migliaia di ricercatori sono nati in questo periodo, ecco perché mi é stato affidato questo compito di creare il Diwali in questa oscura età dell’ignoranza. Non é un compito facile.
Da una parte abbiamo tutte le forze oscure che operano contro la verità, dall’altra diventa evidente la lotta contro le persone false che cercano di approfittare della vostra ricerca. La gente non sa più quello che vede. Tutte queste persone false, orientate verso i soldi, hanno sviluppato un marketing della falsità, ed hanno la capacità per attuarlo.
Durante il mio viaggio in Colombia, a Bogotà, mi é stato chiesto il perché di tutte queste droghe che uccidono
la gente, i delinquenti sono dei criminali che approfittano delle persone che li seguono. Una persona assolutamente immorale, disonesta e che dà i suoi soldi ad una banca svizzera non può essere un guru. Egli (si riferisce a qualcuno) era solito comprare armi e droga per poi rivenderle, era peggio dei suoi discepoli. Si sono serviti dei consigli suggeriti in un libro come la Bagavagita che dice: “Arrenditi al tuo guru”. Il che significa suggerire al discepolo di abbandonare ogni cosa al guru.
Questo messaggio era per il discepolo ma anche per il guru, che non poteva avere alcun attaccamento. Nessuno infatti legge quello che si riferisce al guru, ma solo il fatto che il discepolo deve arrendersi al guru.
Perchè vi dico tutte queste cose? Perchè l’oscurità è davvero profonda e pericolosa. L’altro giorno ho letto un articolo su di una organizzazione satanica globale, a Milano. Vi appartengono molti politici, alti prelati, primi ministri, funzionari di banca, proprietari di aziende, i cosiddetti operatori sociali ed anche quelli che hanno ricevuto il premio per la pace. Questo rappresenta il peggiore periodo del Kali yuga, sono cioè i tempi moderni.
Negli ultimi giorni del Diwali si celebrano le relazioni pure e divine fra fratelli e sorelle; questo per mostrare che dopo aver acceso le luci la moralità è una priorità nella società.
Non é necessario che vi illustri i lati morali di questi tempi moderni. Questa immoralità terribile é la più grande oscurità di questi tempi moderni, in cui la gente non sa più come avere rapporti con gli altri. Come vi ho già detto prima, é per questo motivo che il Cristo ha suggerito di togliere L’occhio dell’uomo che guarda con concupiscenza le donne. Poiché a quel tempo si era accorto di quanto gli uomini fossero orrendi, ai seguaci di Cristo in questi tempi moderni sarebbero tolti occhi e mani! Dopotutto non ho mai visto alcun Cristiano senza occhi e senza mani.

Maometto fu ancora più severo, stabilì delle leggi contro le donne, qualsiasi donna che avrebbe guardato gli uomini sarebbe stata uccisa o lapidata. Non so cosa sarebbe successo alle donne americane…

Maometto fu ancora più severo, stabilì delle leggi contro le donne, qualsiasi donna che avrebbe guardato gli uomini sarebbe stata uccisa o lapidata. Non so cosa sarebbe successo alle donne americane…
Quando sono venuta su questa terra, ho trovato tutto molto difficile, specialmente al Kali-yuga. In verità queste leggi non sono destinate a degli uomini normali, ma a degli angeli. L’uomo moderno infatti, si rivela peggiore persino di un essere umano ordinario, poiché desidera sempre qualcosa di distruttivo.
Per esempio, gli Spagnoli con la loro corrida non sono soddisfatti finché non uccidono il toro. Ora, questa descrizione dei tempi moderni é fatta per dimostrarvi in quali tempi voi dovete vivere.
Mi sono resa conto della difficoltà di parlare agli uomini senza dar loro la realizzazione, fintanto che voi non date loro la realizzazione nulla può penetrare nei loro cervelli, nei loro esseri. Anche facendo una conferenza tutte le cose espresse rimarranno ad un livello mentale. Anche la cosiddetta religione é molto dannosa per la crescita spirituale degli esseri umani.
E così ho sentito che l’illuminazione era l’unica via per salvare il mondo. In questa oscurità dell’ignoranza in cui le notti più buie e profonde sono piene di ignoranza in questo mondo abbiamo bisogno di luci, di molte luci. Nel mondo ci sono così tanti paesi diversi, razze e lingue diverse, modi di pensare diversi. E’ soltanto possibile intervenire se gli uomini ottengono la realizzazione. E così in India, in un lume noi abbiamo: il vaso in argilla, l’olio e lo stoppino. Questo corpo, questa mente, tutto ciò che é visibile é il vaso. L’olio é la compassione l’amore. Lo stoppino é la Kundalini – il desiderio puro – la scintilla é lo spirito. Per prima cosa, il contenitore dovrebbe essere perfetto, dovrebbe essere in grado di contenere l’olio in modo adeguato, senza farlo uscire all’ esterno. Due sono le cause che possono procurarci dei problemi: l’ego e i condizionamenti. Quando i Sahaja Yogi pensano ai condizionamenti si riferiscono al fatto di essere Cristiani, appartenenti ad una razza e comunità. Queste sono limitazioni costruite in noi stessi, fragili, inconsistenti e che poi si spezzano. Non hanno alcuna realtà, fondamento e svaniscono. Sono come delle possessioni, assolutamente cieche. Dopo la loro venuta a Sahaja Yoga, coloro che sono Cristiani, continueranno a fare riferimenti a Cristo, i Mussulmani a Maometto, gli altri ad altre cose o persone. Non possono vedere l’integrazione di queste personalità in un’unica Divinità. Ora voi dovete capire, a questo punto, che avete la luce, voi siete illuminati, non siete più un uovo, siete diventati l’uccel!o. Abbandonate tutto ciò che é falso. Se siete veramente illuminati, abbandonerete tutto senza che qualcuno ve lo chieda. Quando la luce é illuminata, automaticamente, si sente responsabile e sa di dovere dare la luce. Nessuno deve dirvi: “Per cortesia illuminateci!” Poiché ora siete la luce, e questa luce é eterna, e nulla può succederle, nulla può spazzarla via, distruggerla o assorbirla poiché é davvero potente. Potete verificare se é veramente eterna o no: fate introspezione ed esaminate attentamente dentro di voi – avete una così grande luce dentro di voi – mai nella storia del mondo della spiritualità una luce così é apparsa nei ricercatori. Come possono questi stupidi, frivoli condizionamenti, dominarvi, voi che siete la luce eterna.
Ma se non rispettate questa luce eterna i vostri condizionamenti ritorneranno. L’unico vostro problema, infatti, é la libertà. Volete averla o no questa luce eterna?
“Un altro problema é costituito dall’ego. Da una parte abbiamo i condizionamenti che possono essere risolti da un senso di responsabilità, se però questo senso di responsabilità ascende verso l’ego, può diventare molto pericoloso. La luce può diventare fuoco e può bruciare la casa di Sahaja Yoga. Nella vita normale, la luce é per illuminare, non per bruciare le case. Ma quando voi andate sull’ego in Sahaja Yoga sentite di essere diventati responsabili di Sahaja Yoga. Questa responsabilità non dovrebbe farvi pensare di potere dirigere Sahaja Yoga. E così, gradualmente, andate talmente sul destro da diventare come un elefante in un negozio di porcellana. Voi non siete alla direzione di Sahaja Yoga. Come i servi che vogliono fare i padroni. E così in Sahaja Yoga, tutta la comprensione dovrebbe essere improntata ad una completa saggezza.
La seconda parte é rappresentata dall’olio che é compassione, é naturale, é innato e portatore di gioia. L’olio deve essere puro. La compassione deve essere pura. Ho visto molti Sahaja Yogi cercare di tormentare i leaders, opponendosi a loro, e ostacolando il lavoro di Sahaja Yoga. Questi Sahaja Yogi non si rendono conto che opponendosi al leader mettono in pericolo il suo lavoro di compassione. La compassione pura non ha nulla a che vedere con l’avidità e le tentazioni. Si dovrebbe avvertire lo zelo che egli dimostra nell’ eseguire il suo lavoro. La compassione dunque non può essere impura o lussuriosa. Inoltre questa compassione dovrebbe manifestarsi in modo tale da non suscitare più dubbi in nessuno.
Grazie a Dio con la comparsa dell’AIDS la gente non si bacia più. Quando sono venuta per la prima volta nei paesi occidentali sono stata bombardata di baci. Forse non c’é nulla di sbagliato nelle intenzioni, ma si tratta di un’abitudine indecente e stupida. Mi é stato raccontato che molto tempo fa, negli uffici indiani, alla frontiera, vi era un cartello: Per cortesia, non baciate i funzionari della dogana”. Ai giorni nostri gli uomini possono baciare le donne, ma non un uomo: é una cosa assurda! Persino in una partita di calcio, ora quando segnano un goal, non si abbracciano più per la gioia; e così, ho visto gente correre velocemente fuori dal campo senza sapere cosa fare. Dunque, in Sahaja Yoga gli uomini possono baciarsi ed abbracciarsi, non c’é nulla di sbagliato in questo. La stessa cosa vale per le donne, altrimenti, in tutta questa eccitazione possono correre fuori da Sahaja Yoga
Se gli uomini non sentono il bisogno di toccare le donne, non potete esprimere il vostro amore. In India abbiamo una regola: le donne possono toccare un uomo più giovane e gli uomini le donne più anziane che potrebbero essere le loro madri. Si tratta di una buona regola che ha sempre funzionato.
Per la compassione dovete avere il pudore e la fragranza dell’olio.
Come possiamo, dunque, esprimere la nostra compassione attraverso i Rakhi sisters e i Rakhi brothers? So di una signora che è diventata amica di un ragazzo ricco scegliendolo come Rakhi, anche tanti ragazzi sono diventati Rakhi di donne ricche.
Dovremmo quindi capire che è per compassione che diventiamo Rakhi, non per denaro. Dovete esprimere la vostra relazione di Rakhi per la protezione reciproca. La compassione vi darà così tanta gioia, che nessun condizionamento relativo ai soldi dovrebbe distruggerla. Un’altra cosa sono i regali, per esprimere il vostro amore dovete usare qualcosa come i profumi. Spesso però voi date qualcosa alle vostre Rakhi sisters e non a vostra moglie. Guardate gli alberi, le piante danno la linfa alle diverse parti, questa evapora e ritorna alla radice.
L’attaccamento distrugge l’amore puro e la compassione, cercate di fare introspezione.
Siete forse attaccati a vostra moglie, ai vostri figli o a qualcun altro? Questo crea un pericolo di ristagno, di torpore: sarete meravigliati di provare una gioia così perfetta quando siete completamente distaccati e nutrite col vostro amore le diverse relazioni. Anche l’ambizione uccide la gioia, perciò se volete proprio essere ambiziosi, siatelo per Sahaja Yoga, e questo vi renderà umili. In Sahaja Yoga esiste una promessa: la vostra vita sarà piena di gioia. Non é necessario che vi tagliate gli occhi e le mani, non ci sono punizioni, se avete troppi buchi (aperture) non venite a Sahaja Yoga: diventate veramente una persona intera, completa e non piena di buchi. Voi siete tutta la vostra totalità, interezza. Io non lo so, voi lo siete diventati. Voi siete degli uomini e nessuno deve spiegarlo, qualsiasi cosa abbiate raggiunto lo siete diventati.
Un’altra promessa é la beatitudine. La beatitudine é l’esperienza della gioia. Può giungervi da qualsiasi cosa. Forse, se vi siete trovati coinvolti in un incidente, e siete stati salvati, avete conosciuto questa benedizione. Io non posso tradurre da una lingua ad un’altra, il pensiero si presenta all’inizio in forma astratta, a questo punto nessuno sa cosa sia il pensiero. perché più tardi diventerà linguaggio. Se voi poteste saltare nell’ astratto dovreste però metterci la vostra attenzione: fate attenzione a questa forma astratta. Perciò ora, per risolvere questo problema, vi chiedo di imparare la lingua inglese. La Kundalini é il puro desiderio che già esiste in voi, non dovete fare nulla per questo. Forse il cotone non é pulito perché é passato in molte mani, ma può essere purificato.
Kabir ha detto qualcosa di molto bello riguardo a questo (esempio degli intestini di capra). E’ così che voi purificate tutto lo sporco dei vostri chakra e allo stesso tempo correggete i vostri condizionamenti e il vostro ego. Se state facendo qualcosa non ve ne assumete il merito e tutta la vostra personalità cambierà, come se foste lo strumento di Shri Krishna. Potete vedere ogni cosa come l’opera del Divino ed è così che diventate illuminati, diventate la luce della gioia e della pace.
Tanto è stato detto riguardo a ciò che siete realmente e voi lo diventate. Se c’è la luce non avete bisogno di affermarlo, la luce esiste, non è solo un segno.
Oggi abbiamo celebrato il Diwali, luce di Sahaja Yoga.
Non so cosa dire nello stato di beatitudine in cui mi trovo: tutte le increspature di gioia che avete creato mi sommergono, nessuna parola può esprimere questo stato, non posso comporre poesie.
Mantenete questa luce meravigliosa attraverso la meditazione e potrete diventare molto forti.

Che Dio vi benedica! Felice Diwali a tutti voi!
Normalmente il Diwali Puja è molto breve, ma il mio discorso è stato allungato.
Per ultima cosa: molti sono invitati in India, quelli che non possono pagare dovrebbero farcelo sapere. Quelli che sono invitati a Ganapatipule dovrebbero darci i loro nomi.

Che Dio vi benedica tutti!