Discorso alle spose, La responsabilità delle donne

Ganapatipule (India)

1995-12-28 Talk to the Brides, The Responsibility of the Women, 11' Download subtitles: EN,FR,ITView subtitles: Add subtitles:
Download video (standard quality): View and download on Vimeo: Download audio:
Transcribe/Translate oTranscribe


(03/2020 SOTTOTITOLI, traduzione inedita)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I

Discorso alle spose

“La responsabilità delle donne”

Ganapatipule (India), 28 Dicembre 1995


Siete tutte pronte per sposarvi e vi benedico dal profondo del mio cuore. Non è necessario che vi parli del dovere di una moglie, lo sapete molto bene: vi ho detto molte volte che lei ha la responsabilità di costruire la società di Sahaj e, quindi, ha una grandissima responsabilità. Lei deve prendersi cura di tutta la famiglia, dei parenti del marito e dovrebbe essere anche all’altezza delle grandi aspettative dei (suoi) familiari.

Ciò si può fare se avete davvero amore per le persone. Se provate amore, sarete tolleranti e riuscirete a portare in Sahaja Yoga più persone imparentate con voi e vostro marito, mostrando lo splendido ambiente familiare che avete creato.

Dovete dedicarvi molto a vostro marito, e non parlategli del vostro passato: ormai è finito, quindi iniziate daccapo. È molto pericoloso parlare del vostro passato a vostro marito.

Voi avete le vostre aspettative e anche lui ha le sue aspettative nei vostri confronti. In Sahaja Yoga non dovrebbero esserci aspettative. Ma, gradualmente, se comprenderete il valore del vostro matrimonio e lo rispetterete, non ambirete a cose superficiali. Non gli chiederete di comprarvi questa o quella cosa materiale.

Inoltre, a livello mentale, non dovreste cercare di giudicarlo ma, come voi siete spirituali, anche lui è una persona spirituale. Pertanto dovreste verificare le sue vibrazioni. Non parlategliene, bensì cercate di correggerle lentamente e con costanza.

È facile lamentarsi della vita matrimoniale, è molto facile ed è molto comune. Se ci sono due signore insoddisfatte della propria vita matrimoniale, possono creare un gran numero di persone che si lamenteranno dei propri matrimoni. Occorre dunque essere molto vigili e attente a non indulgere a pettegolezzi né a parlare di cose che non hanno significato in Sahaja Yoga.

Nel dirigerci verso una vita più elevata, dobbiamo fare in modo, in quanto persone spirituali, di far crescere sempre più la nostra spiritualità, affinché grandi anime che vogliono nascere su questa terra si incarnino nelle vostre famiglie.

Questo però non significa attaccarsi soltanto al proprio figlio e non amare i figli degli altri. L’amore non è qualcosa che vi limita, pertanto dovete amare anche i figli degli altri.

Dovete prendervi cura degli ospiti che vengono a casa vostra. È vostro dovere occuparvi degli ospiti. Sono sahaja yogi e voi non avete alcun diritto di insultarli o infastidirli.

La riuscita della vostra vita matrimoniale aiuterà molte persone in questo mondo. Noi dobbiamo mostrare che i matrimoni di Sahaja Yoga riescono perfettamente e sono colmi di pace e gioia.

Se volete trovare i difetti (in vostro marito), non ci sarà fine a questo. Invece è meglio guardare ai propri difetti e correggersi. Certo, se c’è qualche problema irrisolvibile e troppo difficile, potete informarmene ed io cercherò di risolverlo se possibile. Diversamente potete andarvene. Ma è un caso davvero estremo, un caso limite.

È la moglie che crea la famiglia e rende ottimo il matrimonio. Quindi sta a voi decidere. C’è ancora un po’ di tempo: se non volete sposarvi, se vostro marito non vi piace o ritenete che non vada bene per qualsiasi motivo, potete decidere adesso. Avete ancora tempo per decidere.

Noi dobbiamo dimostrare che i nostri matrimoni indiani non sono (in realtà) indiani, sono matrimoni universali, e devono essere trattati con quel grande senso di responsabilità. Una volta che avrete compreso la vostra responsabilità, sono sicura che saprete cosa occorre fare.

Per prima cosa non dovreste mai discutere con vostro marito, per quanto possibile. Non dovreste sgridarlo, non dovreste mancargli di rispetto in presenza di altri. E la relazione fra voi e vostro marito è un segreto, non se ne dovrebbe parlare in mezzo alla strada, sapete.

Lasciate che la gente noti da sola quanto siete felici. Ma non è necessario essere felici in modo artificiale, non è necessario soffrire in modo artificiale. La sofferenza non è permessa in Sahaja Yoga. Quindi, se pensate che qualcosa non vada… [interruzione nella registrazione].

…è fatto, è peccato. Non si dovrebbe fare così: non vi sposate in Sahaja Yoga per separare vostro marito dalla collettività. C’è maggiore gioia, maggiore condivisione e nessuna pressione, se gioite tutti della collettività.

So che siete tutte ragazze molto sagge e brave e che vi prenderete cura della vostra vita familiare e sociale ed anche di vostro marito. Ma dovreste occuparvi anche delle altre persone e cercare di comprendere i vostri problemi, quali problemi avete e avete avuto. Poi cercate di risolverli, così che chi verrà a casa vostra o sarà in contatto con voi sarà benedetto in modo particolare dalla vostra qualità di Gruha Lakshmi.

Dovete meditare collettivamente. Dovete meditare a casa e dovete recarvi in tutti i centri di meditazione ogniqualvolta sia necessario.

Ho notato che le donne in Sahaja Yoga sono alquanto carenti per quanto riguarda la spiritualità e ciò è molto sorprendente. Anch’io sono una donna e non riesco a capire come siano così impegnate da fare qualsiasi altra cosa fuorché la meditazione. Voi dovete diventare gemme in Sahaja Yoga. Dovete ascendere in spiritualità.

Per questo dovete meditare a casa e partecipare anche a tutti i programmi collettivi che avete. Questo vi aiuterà molto: aiuterà voi e i vostri figli i quali diventeranno bravissimi, e il loro intero livello di vita sarà molto più elevato e spirituale. Noi dobbiamo creare queste grandi famiglie.

Per questo ho insistito che celebrassimo qui i matrimoni. Ma se, in questo modo, dovessimo avere tutti matrimoni inutili come gli altri, allora meglio non celebrarli.

Pertanto vi chiedo di assumervi la responsabilità di moglie e di prendervi cura dell’intera famiglia, di occuparvi di tutta la famiglia dei sahaja yogi. E oltre a questo dovete pensare a come poter contribuire a Sahaja Yoga. Abbiamo alcune grandissime donne, donne sposate, che hanno fatto tanto, tantissimo per Sahaja Yoga.

Allo stesso modo voi dovreste assumervi l’impegno di svolgere il lavoro di Sahaja Yoga e della espansione di Sahaja Yoga.

Spero comprendiate la vostra importanza in Sahaja Yoga. Dopotutto il marito è più impegnato fuori e potrebbe forse trascurarvi un po’. Ma ciò non significa che vi trascuri: dovete capire che lui deve lavorare sodo e via dicendo.

Inoltre si dovrebbe pretendere il suo tempo e il suo denaro il meno possibile.

Se però a vostro marito non interessa minimamente di voi, se non si preoccupa di voi oppure vi domina, vi crea problemi, vi tormenta, o se siete in qualsiasi modo infelici, siete libere, assolutamente libere di scrivermi tutto ciò che accade. Questo perché io cercherò di correggerlo e di scoprire qual è il problema interiore.

L’ultima cosa che occorre sapere è che una donna deve essere estremamente morale. Deve essere assolutamente retta. Se diviene immorale, il marito diverrà immorale ed anche i figli. Quindi dovete rispettare la vostra moralità, esserne fiere, e potete farlo perché Dio vi ha conferito una qualità speciale. Pertanto è vostro dovere mantenere una grande moralità in famiglia e vivere da rette cittadine del vostro Paese, cittadine della famiglia di Sahaja Yoga.

Vi benedico ancora tutte dal profondo del mio cuore e, per favore, accettate ciò che ho detto. Potete decidere anche adesso di non sposarvi se non volete (Shri Mataji ride) e, se possibile, cercherò di annullarlo.

Molte grazie.

Dio vi benedica.