Shri Adi Shakti Puja

Nirmal Temple, Cabella Ligure (Italia)

1998-06-21 Adi Shakti Puja Talk: You Must Develop Humility, Cabella, Italy, DP, 30' Download subtitles: BG,CS,EL,EN,ES,FI,FR,HU,IT,LT,NL,PT,RO,RU,SK,ZH-HANS,ZH-HANTView subtitles: Add subtitles:
Download video (standard quality): Download video (full quality): View and download on Vimeo: View on Youku: Listen on Soundcloud: Download audio:
Transcribe/Translate/Verify using oTranscribe


Feedback
Share
(06/2018 SOTTOTITOLI)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I

Shri Adi Shakti Puja

Cabella Ligure, 21 Giugno 1998


Guido: Shri Mataji mi ha appena chiesto di condividere con voi l’ultima esperienza della Sua Divina visita in Russia.

E devo dire che si è trattato veramente di una svolta straordinaria, perché, alla conferenza scientifica che ha tenuto a Mosca, ha partecipato uno scienziato molto noto, un fisico. Si chiama Anatoly Akimov, ed è molto conosciuto in tutta la Russia ed anche in tutto il mondo.

Ed egli ha presentato una teoria che sta elaborando da alcuni anni, basata sul corpo vacuo; ed ha studiato qualcosa di simile al campo di torsione. E lui ha saputo spiegare in un modo molto chiaro, molto scientifico, le vibrazioni che Shri Mataji emette.

All’inizio aveva esaminato alcuni yogi che meditavano e si era accorto che emettevano vibrazioni, che c’era un’aura intorno a loro.

Ma poi, quando è venuto da Shri Mataji, quando ha visto le Sue fotografie, le fotografie miracolose, allora ha potuto realmente scoprire di cosa si trattava e ha detto che, nel Suo (di Lei) caso, si trattava di qualcosa di infinito, di illimitato.

Ed è stato anche molto bello, perché ad un certo punto ha detto: “Da uomo di scienza, devo ammettere che, a tutti gli scienziati che finora hanno fatto scoperte uniche, eccezionali, tutta questa (ispirazione) non è arrivata attraverso un processo scientifico, mediante il cervello, diciamo; bensì è giunta soltanto attraverso una ispirazione divina”.

Possiamo citare Newton, Einstein e così via.

Inoltre ha aggiunto: “Anche nel mio caso, mentre studiavo ed elaboravo questa teoria, ad un certo punto, quando ho visto la fotografia di Shri Mataji, allora ho avuto l’ispirazione”.

E poi, adesso, Shri Mataji lo ha invitato a venire in settembre. Lui aveva già scritto un libro in Russia che sarà tradotto in inglese e sta preparando un nuovo libro che avrà naturalmente come argomento principale questa scoperta unica.

Così adesso abbiamo qualcuno che ha provato scientificamente Cosa È Shri Mataji.

[Applausi]

 

Shri Mataji: In Russia, per qualche motivo, la gente ha una mentalità molto aperta. Non solo, ma gli scienziati, in particolar modo, sono dotati di una mentalità molto aperta. Inoltre sono stati molto oppressi, per cui hanno cercato di scoprire le verità più sottili: non si sono dedicati soltanto allo studio delle sostanze chimiche o di qualche proprietà fisica della luce, ma hanno voluto approfondire gli aspetti più sottili.

Essi avevano già raggiunto notevoli conoscenze a proposito delle aure, delle aure intorno alla testa e al corpo, compiendo moltissime ricerche i cui risultati sono stati accettati in tutto il mondo.

Ora, credo che questo signore sia un luminare, in quanto è molto conosciuto, una persona davvero molto nota e occupa una posizione di grandissimo rilievo.

Diceva che deve dirigere centocinquanta organizzazioni! Ma è molto umile e molto cordiale. E quando è venuto fuori con la sua scoperta, in un certo senso mi sono sentita felice, perché se si ha la prova scientifica (delle vibrazioni, ndt), nessuno può più contestarne l’esistenza. Ha già scritto un libro con tutti i complessi calcoli algebrici riguardanti ciò che intendeva dimostrare; ed ha affermato che esiste un vuoto, che al di là della coscienza esiste un vuoto, e che soltanto in questo vuoto si può conoscere la realtà.

E quando tutto ciò diventa realtà (tangibile, dimostrabile, ndt), è una scienza; ed è così che si trasforma in una scienza.

Egli ha mostrato moltissime mie fotografie, specialmente quella in cui eravamo su un battello e molta energia scaturiva dal mio Sahasrara.

Ha affermato: “Lei è la sorgente di tutta l’energia cosmica”.

Ed è proprio questo, l’Adi Shakti: Colei che crea ogni cosa. L’intera atmosfera che noi conosciamo è molto artificiale, ma quando capite ciò che Lei ha fatto…

La prima cosa che Lei fa – l’ho descritto anche nel mio libro, ma vorrei parlarvene – la Sua prima manifestazione, diciamo, è sul lato sinistro.

Quella è la manifestazione di Mahakali. Si esprime sul sistema di Mahakali, il lato sinistro,

ed è lì che Lei ha creato Ganesha.

Shri Ganesha viene creato perché la Sua purezza, la Sua innocenza e il Suo buon auspicio dovevano essere creati prima che Lei creasse l’universo.

Pertanto, la prima cosa che Lei fa è creare Shri Ganesha, e stabilizzarlo.

Poi Lei sale – naturalmente nel corpo del Virata – gira e sale lungo il lato destro nell’altro senso; e lì crea tutti gli universi, come li chiamate voi, i bhuvana.

Un universo – esistono quattordici bhuvana, e ciò significa che vi sono moltissimi universi a comporre un bhuvana. Ella crea tutte queste cose sul lato destro.

Poi sale e ridiscende creando tutti i chakra, gli Adi Chakra o pitha.

Scende, forma tutti questi pitha e poi si colloca (nell’osso sacro, ndt) come Kundalini.

Ma l’Adi Shakti non è solo la Kundalini. Possiamo dire che la Kundalini è un Suo aspetto.

Il resto del Suo lavoro è molto più ampio. Noi definiamo (la Kundalini) energia residua: ciò significa che, dopo aver affrontato tutto questo viaggio, Lei (l’Adi Shakti) ritorna e diventa la Kundalini. Con questa Kundalini e i chakra, Lei crea nel corpo un’area che definiamo (il sistema dei) chakra.

Prima forma i chakra nella testa: noi li definiamo i pitha (seggi) dei chakra. E poi discende e crea questi chakra, che si trovano nel corpo del Virata.

Una volta fatto questo, Lei crea gli esseri umani: ma non direttamente, bensì attraverso il processo evolutivo che Lei realizza. Ed è così che ha inizio l’evoluzione.

A quel punto inizia a svilupparsi a partire dai piccoli, microscopici organismi acquatici, e poi inizia il processo evolutivo. Quando Lei crea l’acqua e tutti gli universi, sceglie questa Madre Terra come luogo migliore per rappresentare il Suo processo evolutivo, e lì crea questo piccolo microrganismo.

Naturalmente ho scritto tutto al riguardo, e quando uscirà il mio libro potrete leggere la descrizione di come prima furono mescolati l’idrogeno, il carbonio, l’ossigeno e tutti questi elementi, e come poi sia entrato in gioco l’azoto e sia iniziato il processo vivente.

Tutto questo l’ho descritto nel mio altro libro che ho intenzione di scrivere ora. Intendo dire che l’ho quasi finito, ma ci sono ancora dei chakra che devono essere trattati.

Adesso, con questo evento (dimostrazione scientifica, ndt), ciò che accadrà è che tutto ciò che scriverò ora non sarà più messo in dubbio. Si saprà che è un fatto scientifico, e che tutto quello che dico è una realtà.

(Prima) era impossibile credere persino nell’esistenza di una Madre, dell’Adi Shakti. Vi sorprenderà che specialmente la religione cristiana, in un modo o in un altro, abbia evitato di menzionare la Madre.

Poi, anche l’Islam ha evitato di menzionare la Madre. C’è una completa negazione nei confronti della Madre. Soltanto la filosofia indiana riconosceva la Madre e gli indiani sono, in effetti, adoratori della Shakti. Così si è mantenuta la tradizione ed oggi si è raggiunta la posizione in cui la gente ha l’idea completa di come sia stato il principio della Madre a far funzionare tutto.

Riguardo al principio della Madre, in India la gente è sicurissima che sia la Madre che fa tutto; e così in India ci sono molti swayambhu, diciamo, ossia creazioni scaturite dalla Madre Terra. Per esempio, sapete che in Maharashtra abbiamo luoghi di Mahakali, Mahasaraswati e Mahalakshmi, e abbiamo anche un luogo dell’Adi Shakti.

Alcune persone che sono state a Nasik avranno visto Chaturshringi. Quanti di voi sono stati a Chaturshringi?

Bene.

Ebbene, questo (tempio di) Chaturshringi rappresenta l’Adi Shakti: l’Adi Shakti, che è la quarta dimensione di questa Energia, che vi dà l’ascesa. E alla fine è soltanto attraverso il canale di Mahalakshmi che ottenete la realizzazione.

Tutto questo processo è stato creato interamente dall’energia dell’Adi Shakti. È un compito straordinario. Quelli precedenti (ossia la creazione della natura, animali ecc.) non erano stati difficili, perché creare la natura era stato molto facile. La Madre Terra è una cosa sola con l’Adi Shakti, l’intera atmosfera è tutt’uno con l’Adi Shakti, tutti gli elementi sono tutt’uno con l’Adi Shakti, quindi Lei ha potuto creare tutto ciò senza difficoltà.

Ma quando sono arrivati gli esseri umani, hanno ottenuto la libertà. Direi che sono stati l’unica specie a cadere nella maya (illusione) del pensiero e di avere in sé l’ego.

A causa di questo ego, la maya ha agito su di loro, direi, ed essi hanno dimenticato il Principio che ha creato l’universo. L’hanno dato per scontato.

Hanno ritenuto che fosse un loro diritto esistere, che fosse una loro conquista, e si sono sentiti i padroni di tutto. Questo ha iniziato ad agire nelle loro menti al punto che hanno invaso altre nazioni, hanno ucciso tantissima gente senza aver mai provato alcun turbamento.

Per tutta la vita hanno escogitato modi per aggredire gli altri, per controllarli e fare cose dannose di ogni genere; ma non hanno mai pensato né fatto introspezione per capire che ciò che facevano era molto, molto sbagliato e non doveva essere fatto. A causa della libertà che si ha, c’è una tale agitazione in questo mondo! E i responsabili degli affari sono stati molto, molto crudeli e assolutamente privi di sentimenti nei confronti degli altri.

Ciò è accaduto tantissime volte su questa Terra. Adesso è iniziato Sahaja Yoga. Una volta iniziato, abbiamo sahaja yogi che adesso ricevono direttamente le benedizioni dell’Adi Shakti. Eppure, devo dire che anche fra i sahaja yogi abbiamo persone che non definirei ad un livello elevato di maturità.

Alcuni sono sahaja yogi soltanto perché va di moda; o magari considerano soltanto i vantaggi dal loro punto di vista, dalla loro prospettiva egoistica o comunque sia. È molto sbagliato. Se siete in Sahaja Yoga, dovete capire che adesso siete responsabili del mondo intero. Siete le sole persone che sono progredite, siete i soli ad aver raggiunto qualcosa.

E perciò, a questo punto, dovreste comportarvi in un modo che si addica a grandi santi o anime realizzate. Ma qualche volta si scopre che si comportano in una maniera scioccante.

Non hanno alcun rispetto per se stessi e per gli altri, e tutto il loro atteggiamento è molto strano.

Alcuni si sentono attratti dal denaro, altri dal potere; e ritengo che chi insegue il potere sia più pericoloso di chi insegue il denaro, poiché le persone orientate al potere tentano di procurare una pessima reputazione a Sahaja Yoga. Sono individui molto offensivi, dominanti, orribili. Tutto il loro atteggiamento è mirato ad ottenere potere in Sahaja Yoga e tentano tutti i trucchi per riuscirci. Per un certo periodo sembrano a posto; ma dopo un po’ scoprirete che saranno tutti scomparsi dal circuito di Sahaja Yoga. Adesso è in atto un grande processo di pulizia. Dovete capire che siete arrivati nell’ambito di una coscienza molto elevata, in cui siete in contatto con il Divino. Ma se, a questo livello, vi comportate come gente ordinaria che non ha alcuna divinità in sé, per quanto tempo continuerete così? Dunque è molto importante che cerchiate di meditare e di evolvere, e di diventare davvero ottimi sahaja yogi. In alcuni luoghi siamo davvero molto fortunati.

In alcuni Paesi siamo molto, molto fortunati; ma in altri trovo che la gente sia proprio sorda e muta. Non riescono a capire Sahaja Yoga. Vengono al mio programma, ma poi scompaiono. Penso che la responsabilità di questo sia anche dei sahaja yogi. Il modo in cui si comportano, il modo in cui vogliono svolgere il lavoro Sahaj non è Sahaj. Deve esserci qualcosa di assolutamente sbagliato nell’intera situazione, ed è questo il motivo per cui (in certi Paesi) non funziona come in molti altri. Devo dunque dirvi che tutto questo esiste, l’Adi Shakti esiste e tutto ciò è accaduto grazie all’Adi Shakti.

Ma adesso il resto del lavoro deve essere compiuto attraverso di voi. Infatti voi siete i canali, siete quelli che devono trasformare la gente. Ora tutti dovrebbero capirlo e chiedersi: a quanti abbiamo dato la realizzazione? Dobbiamo pensarci: che cosa abbiamo fatto, noi, per Sahaja Yoga? Una volta viaggiavo in aereo e conobbi una signora seduta accanto a me che emanava un gran calore, non riuscivo a capire. Poi mi disse di essere discepola di un certo guru; ne era molto orgogliosa e si mise a raccontarmi tutto di lui.

Ero meravigliata: “Guarda questa donna, non ha ottenuto nulla da lui e dice di avergli dato molto denaro, di aver fatto molte cose per lui ed altro”.

Tuttavia non aveva ottenuto nulla. Nonostante ciò parlava a me, un’estranea, di questo guru.

In Sahaja Yoga, invece, ho visto che la gente è piuttosto timida. Non vuole parlare apertamente di Sahaja Yoga agli altri, il che è molto sbagliato, perché questo lavoro è vostra responsabilità. Vi è stata data la realizzazione – certo, voi eravate ricercatori, è tutto a posto – ma adesso dovete tutti tentare di dare la realizzazione agli altri. Devo dire che, in Sahaja Yoga, in un certo qual modo gli uomini sono stati più dinamici e si sono dati da fare.

Le donne (invece) non stanno ancora raggiungendo il livello al quale dovrebbero essere. Devono essere più giudiziose al riguardo e farlo funzionare. Possono farlo; ritengo però che l’unico inconveniente sia che hanno certi problemi di scarsa importanza che le preoccupano.

Ricevo sempre lettere da signore che mi dicono che una certa cosa è sbagliata, un’altra cosa non va bene; si lamentano sempre. Adesso sono talmente stufa delle loro lettere che penso non valga nemmeno la pena leggerle. Perciò devo dire a tutti voi che, se gli uomini sono dinamici, è importante che le donne lo siano molto di più, poiché sono shakti ed io sono una donna.

Trovo quindi che gli uomini siano più attivi e dinamici riguardo a Sahaja Yoga e non so per quale motivo le donne non lo siano. Esse possono trasformare moltissime persone, possono fare tanto bene agli altri, possono dare molto amore e compassione; infatti, l’amore e la compassione sono qualità di una madre, di una donna. E se le donne non hanno queste qualità, è inutile essere donne. Se siete sempre impegnate in cose inutili come la moda o l’aspetto esteriore e via dicendo, è tutto tempo sprecato.

Ormai avete poco tempo, avete ricevuto la realizzazione e dovete pensare a che cosa avete fatto finora, a che cosa avete raggiunto finora.

Ma direi che ho scoperto che anche qui in Sahaja Yoga spuntano strane idee di ogni tipo.

Come certi rituali che si adotteranno.

Allora si prescrivono certi rituali, se ne parlerà.

Vi è una sorta di orientamento verso il potere: si vuole opprimere gli altri, assumere il comando, spaventare la gente e comportarsi come se si fosse molto evoluti.

Alcuni cominciano a dire: “Mataji ha detto così; sono idee di Mataji”. A causa della loro attrazione per il potere, inventano le cose e parlano così.

Ma chiedete loro: “A quanta gente avete dato la realizzazione?”. Per prima cosa dovete determinare la positività di qualcuno (chiedendogli): a quanti avete dato la realizzazione?

Sparlare degli altri, criticare gli altri, parlare di quello che non va bene in Sahaja Yoga e di ciò che si vede in Sahaja Yoga sono, direi, tutte cose che appartengono ad un periodo del tutto preliminare, precedente, e si dovrebbe smettere.

Quando uscirà questo libro (dello scienziato russo), in tutto il mondo si saprà del nostro lavoro e non saremo più contestati. Tuttavia, dobbiamo renderci conto che, se abbiamo ottenuto un simile riconoscimento, dovremmo esserne all’altezza. La nostra capacità dovrebbe esserne all’altezza. Non dovremmo restare indietro.

Ad esempio, se si interrogano alcuni sahaja yogi, e soprattutto (alcune) sahaja yogini, non sanno molto di Sahaja Yoga, non sanno niente dei chakra, non sanno niente delle Deità, non sanno nulla: come possono essere sahaja yogi?

Voi dovete sapere tutto al riguardo.

L’unica cosa di cui non vi rendete conto è che non si è sahaja yogi in modo esteriore, bensì interiore.

Dovete possedere interiormente quella comprensione dei chakra e di Sahaja Yoga, di come funziona, di come vi aiuta.

Se io sono la fonte di questa energia, e voi  sapete molto bene che lo sono, allora raggiungete anche voi un certo livello di perfezione nel trattare con la gente e nel portarla in Sahaja Yoga. È un lavoro molto importante quello che dovete fare: portare sahaja yogi in Sahaja Yoga. Ma trovo che alcuni restano ancora molto indietro, e mi sorprende molto che, pur vivendo in una nazione, pur appartenendo a quella nazione, non se ne preoccupino.

In queste circostanze saranno biasimati: “Perché non lo avete fatto? Perché non avete trovato modi e metodi per convincere almeno i vostri connazionali?”.

Sahaja Yoga è dunque in procinto di crescere; ma non potrà crescere solo con uno o due Paesi, tutti i Paesi devono essere portati in Sahaja Yoga. Riuscire ad attrarre in Sahaja Yoga tutte le persone possibili, sarà un’ottima idea.

Inoltre, abbiamo libri per convincere le persone, dobbiamo parlarne loro. Ma ciò che noto riguardo ai sahaja yogi è che, anche quando si mettono a diffondere Sahaja Yoga, salta fuori il loro ego. E tutte queste cose, tutte queste idee stupide – di essere grandi sahaja yogi, grandi leader – entrano nella loro testa, e questo è sbagliato. Dovete davvero pensare in maniera molto umile. Più ottenete e più diventate umili; come un albero che, quando è carico di frutti, si flette. Allo stesso modo voi dovete essere molto umili.

Ma questa umiltà a volte è molto difficile da raggiungere, poiché la cultura dell’Occidente non è una cultura di umiltà, ma una cultura di aggressività, di dominazione. Finora (gli occidentali) hanno pensato di poter andare in tutto il mondo, di poter ottenere molte cose con la dominazione. Ma che cosa hanno ottenuto?  Niente. Nei loro Paesi, se ci fate caso, esiste la tossicodipendenza. Perché la gente dovrebbe assumere così tante droghe?

Inoltre commettono cose peccaminose di ogni tipo che non voglio nominare, ma voi sapete ciò che fanno. In India, che è un Paese più povero, non si possono nemmeno immaginare. Queste cose accadono intorno a voi; pertanto cercate di scoprire che cosa non funziona e dove, in che modo potete correggere la situazione, se potete dare aiuto.

In effetti adesso, come vi ho già detto, fonderò alcune organizzazioni che faranno il bene degli esseri umani; però potete unirvi anche voi tutti. Anche voi potete avviare, nei vostri Paesi, qualcosa del genere. Prima, però, dovete liberarvi del vostro ego. Quando ciò vi sarà accaduto, soltanto allora la vostra attenzione sarà stabile.

E (risolvere il problema del) l’ego è molto semplice per voi, perché adorate Cristo e Cristo è Colui che è stato collocato nell’Agnya chakra. Voi adorate tutti Cristo, ma non c’è l’umiltà di Cristo, bensì proprio l’opposto. È successo così ovunque: di qualsiasi cosa predicata dalla religione, la gente ha fatto esattamente il contrario.

Per esempio la religione indù, o meglio, la filosofia indù, sostiene che in ciascuno risiede lo Spirito. Ma allora, se in ciascuno risiede lo Spirito, come possono esistere sistemi di caste diverse, e come potete considerare qualcuno superiore o inferiore?

Viceversa, Cristo ha detto che si deve perdonare, perdonare tutti e diventare umili.

Ma ciò che si nota tra i cristiani è che non conoscono l’umiltà, non hanno alcuna idea dell’umiltà.

Sia gli uomini che le donne sono così, e uomini e donne litigano in continuazione. È fuori questione essere umili, pacifici e quant’altro.

In maniera molto artificiosa ostentano grande altruismo e altro, ma nel profondo del loro cuore non trovo nessun amore, nessuna compassione nel vero senso della parola.

Dobbiamo dunque capire che, quando abbiamo a che fare con la realtà, non possiamo continuare a fare cose artificiose, che ingannano gli altri, ma dobbiamo diventare realmente così. Quando lo diventerete, quando sarete davvero così, soltanto allora avrete svolto il compito per il quale siete nati in questo periodo dell’epoca della fioritura. Altrimenti sareste potuti nascere prima ed essere qualcosa di diverso. Invece siete nati appositamente, quindi rendetevi conto del vostro valore, rendetevi conto da soli di ciò che siete e cercate di capire, rispettate voi stessi e cercate di fare cose che siano molto importanti in quanto sahaja yogi.

Naturalmente avete il vostro lavoro e altri impegni; però vi meraviglierete che, se fate il lavoro di Sahaja Yoga, troverete più tempo per tutto.

Quando iniziate a svolgere il lavoro di Dio, Dio lavora per voi e in questo modo vi stupirete di avere tanto tempo per fare le cose giuste.

Ora sta a voi tornare a casa e fare introspezione, capire da soli. Adesso l’Adi Shakti in persona è venuta. Ma io sono molto semplice, all’apparenza sono molto semplice.

Nel mio comportamento sono molto, molto umile e mi si dà per scontata.

Io non faccio nulla, non voglio punirvi, non voglio fare niente di simile; ma vi punite da soli, diventate inutili, se non badate a voi stessi e non vi sviluppate.

Questa scoperta (dello scienziato russo, ndt) è davvero grandiosa. Inoltre, quest’uomo non mi aveva mai conosciuto prima. È molto erudito ma molto umile. Mi ha detto: “Incredibile, sono seduto davanti alla Creatrice del mondo, eppure mi sento del tutto normale”. Gli ho chiesto: “Che cosa pensa che dovrebbe succederle?”.

E lui: “Madre, è grandioso realizzare che io sono seduto davanti a Lei e che Lei è qui”.

Ho detto: “È un bene che non senta la mia presenza troppo opprimente o dominante. Ne sono molto felice”. “No” – ha risposto –“Sento soltanto l’amore, la compassione”. Ecco cos’è.

Dobbiamo renderci conto che dovremmo avere soltanto amore e compassione. Compassione e amore per noi stessi, nel senso che non dovremmo ferire il cuore di nessuno. Dire qualcosa per ferire qualcuno è un grande peccato. Ma alcuni ci provano moltissimo gusto, pensano di essere molto intelligenti. Non è così.

Quando parlate a qualcuno dovete dire cose che siano molto buone, rasserenanti.

Un’altra cosa è la collera, l’ira: per delle inezie qua e là, ci si adira.

A questa collera si deve proprio dire: “Stai tranquilla. Non ho niente a che fare con te”.

Questa è una cosa.

Poi ci sono persone che sono orientate al potere in maniera molto sottile, direi, molto sottile. Conoscono trucchi e metodi con i quali riescono a controllare gli altri. Ma che cosa ci guadagnerete? Qual è il vostro guadagno? Che cosa accadrà facendo tutto questo? Dal punto di vista delle cose mondane forse sarete un po’ popolari, raggiungerete una certa posizione o altro: ma che cos’è dopo tutto? Ciò non vi aiuterà.

Quel che vi aiuterà al massimo è rendere voi stessidei perfetti canali per Sahaja Yoga, essere canali perfetti. In questo modo sarete stupiti di quanto sarete aiutati.

Pertanto, a voi occidentali direi che dovete sviluppare l’umiltà.

È molto importante. Sono rimasta sorpresa che in Russia la gente non sia soltanto umile, ma abbia una tale dedizione, una tale dedizione; è incredibile!

Non alzano nemmeno lo sguardo su di me. Non so come abbiano avuto questa idea. E non solo dopo la scoperta (dello scienziato), ma anche prima. Sono stati molto buoni, umili e colmi di amore. Persino i bambini mi hanno portato dei regalini per offrirmeli, sapete, con grande dolcezza.

È sorprendente come in Russia abbiano raggiunto una simile capacità di trasformazione. E penso che, in Occidente, la Russia sia il Paese che raggiungerà un livello spirituale elevatissimo, e questo significa che saranno le persone più potenti.

Vediamo che cosa state facendo voi nei vostri Paesi e come intendete farlo funzionare.

Vedete, ci sono tantissime cose che potete fare con gran facilità, se capite per conto vostro che siete strumenti del Divino.

E allora il vostro temperamento cambierà, l’indole cambierà e diventerete persone davvero dolcissime, gradevoli, e tutti (vedendovi) penseranno che quello che sta passando è un santo.

Questo è tutto ciò che ho da dire al riguardo. Qualunque sia la scoperta, non è una scoperta per me, ma per il mondo intero. E sono sicura che, quando sarà consolidata e resa nota a tutto il mondo, le cose cambieranno per voi ed anche per me.

Che Dio vi benedica.