Shri Ganesha Puja, Il potere dell’innocenza

Nirmal Temple, Cabella Ligure (Italy)


Send Feedback
Share
(02/2017 SOTTOTITOLI)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I

Shri Ganesha Puja

Il potere dell’innocenza

Cabella Ligure, 16 Settembre 2000


Oggi ci siamo riuniti qui per celebrare il Ganesha Puja.

Io so molto bene che Ganesha è il simbolo della purezza, santità e adorazione dell’innocenza. Quando venerate Shri Ganesha, dovete sapere che Egli è l’incarnazione dell’innocenza. Mi chiedo se comprendiamo o no il significato dell’innocenza.

L’innocenza è una qualità innata, che non può essere né imposta né insegnata.

È proprio una qualità, una qualità innata nell’essere umano. Quando si diventa discepoli di Shri Ganesha, si diventa innocenti.

Forse potreste dire che le persone innocenti sono attaccate da quelle astute, aggressive. Ma l’innocenza è una qualità talmente grande che non può essere distrutta. È la qualità dello Spirito. L’innocenza è la qualità dello Spirito. E quando lo Spirito in voi è risvegliato, acquisite il potere dell’innocenza, grazie al quale superate tutto ciò che è negativo, sbagliato o dannoso per la vostra crescita, per la comprensione spirituale.

Non è possibile essere innocenti. Occorre essere innocenti nel senso di esserlo in modo innato. Questo accade dopo Sahaja Yoga, dopo la realizzazione. A quel punto il vostro potere di contrastare tutti questi sentimenti sbagliati, negativi, dentro e fuori di voi viene sostenuto e difeso completamente dalla Madre di Shri Ganesha.

È difficile di questi tempi parlare di innocenza. Ma voi conoscete la vita di Cristo. Egli era innocente, era innocenza. E non si rendeva conto del tipo di persone che aveva intorno. Egli le considerava tutte innocenti, e per questo parlava loro come nessuna persona astuta avrebbe fatto.

Infatti, i furbi capiscono sempre la furbizia degli altri. Ed Egli disse cose che la gente potrebbe non aver compreso; ma qualsiasi cosa abbia detto possedeva le vibrazioni dell’innocenza, e questo avrebbe dovuto porre tutta quella gente in una percezione corretta, in una corretta relazione con Lui.

Ma, per qualche motivo, forse per loro non era il momento di diventare anime realizzate. Pertanto l’innocenza di Ganesha non è stata, per così dire, sconfitta; fu invece creata una atmosfera molto intensa di santità e bellezza che è possibile vedere nella vita di Cristo.

Sono felice che tutti abbiate ricevuto le notizie dei vostri matrimoni. Perché il matrimonio? Che bisogno c’è del matrimonio? Dopo tutto, oggigiorno la gente vive senza sposarsi.

Ma matrimonio significa santità del matrimonio. Santità della vostra integrazione fisica, mentale ed emotiva.

Se non si ha santità e si vive con una persona, non è (una situazione) perfetta. I figli che avrete non saranno a posto.

È questo il motivo per cui il matrimonio è necessario.

Come sapete, Cristo andò a presenziare ad un matrimonio. Perché prestò tanta attenzione ad un matrimonio? Perché esso santifica le vostre relazioni reciproche. Va bene tutto, ma la relazione tra moglie e marito deve essere santificata.

Altrimenti i figli che generate potrebbero diventare qualsiasi cosa: potrebbero diventare rapinatori, imbroglioni, bugiardi o persone molto, molto crudeli, se non vi è santità nel matrimonio. Ecco perché Cristo si recò a santificare l’istituzione del matrimonio.

Ma è assolutamente sbagliato e insensato (affermare) che Egli abbia creato alcool. Quel che fece fu dare all’acqua il sapore del succo d’uva. Nella lingua ebraica l’alcool è chiamato succo d’uva. O meglio, non è chiamato così, ma ‘vino’ significa tanto ‘bevanda alcolica’ quanto ‘succo di uva’. Ma non è possibile (creare immediatamente una bevanda alcolica, ndt), poiché non si può creare istantaneamente l’alcool. Richiede tempo, deve imputridire, imputridire e imputridire. Allora diventa alcool.

Ma se Cristo lo ha creato in modo così sahaj, spontaneo, come poteva trattarsi di alcool, che inebria?

Molta gente, specialmente nella religione cristiana, crede che Cristo abbia santificato il vino, il che è assolutamente sbagliato. Egli non consacrò mai l’alcool. Egli trasformò il succo d’uva in una bevanda dal sapore di vino.

L’altro giorno mi è capitato di incontrare una persona, lo conoscete, Romano Battaglia. Egli mi disse: “Madre, mi dia la realizzazione”. Io risposi: “Bene, portami dell’acqua”. Lui portò un po’ d’acqua ed io ci immersi le dita. Poi lui assaggiò e disse: “Madre, sa di vino!”. Ed io: “È questo! Questo è ciò che ha fatto Cristo”.

Dunque non c’è santità nell’alcool. Come potete pensare che Cristo abbia fatto qualcosa del genere, per cui la vostra consapevolezza si rovina completamente?

Le persone che bevono, sapete, non sono normali. Qualcosa va storto nei loro cervelli. Quando guidano creano problemi, e quando parlano con qualcuno si può capire che non sono normali.

Hanno la tendenza ad essere molto aggressive, talvolta possono anche essere molto passive. Sono soprattutto molto aggressive ed hanno comportamenti che non si addicono affatto agli esseri umani.

Quindi, dobbiamo renderci conto che questo cosiddetto vino, che è lasciato fermentare per giorni e giorni, è una cosa molto dannosa e contraria alla vita spirituale.

Tutti quei paesi dove l’alcool viene accettato come qualcosa di molto santo (Shri Mataji ride), stanno proprio andando in rovina. È contro Shri Ganesha. È contro l’innocenza.

Di conseguenza queste persone possono diventare molto scaltre, molto astute, molto dominanti; a causa di ciò possono nascere difetti di ogni genere.

Non si può avere fiducia in una persona che beve e si ubriaca. Chi beve può tormentare la moglie, i figli, chiunque, e cercare di distruggere la loro vita poiché sa che lui stesso è distrutto.

La sola cosa da capire è che l’innocenza non vi permette di assumere qualcosa del genere, che va contro la consapevolezza.

La vostra consapevolezza umana è molto importante e deve essere rispettata.

Qualsiasi cosa assumiate che danneggi la vostra consapevolezza o la vostra salute è totalmente sbagliata, specialmente per i sahaja yogi. Voi dovete mantenervi in buona salute. E come vi mantenete in buona salute? Evitando tutte le cose che distruggono la vostra salute.

La vita matrimoniale, dunque, è una vita santificata. È una vita che è stata benedetta. Adesso abbiamo la pace, ma direi che in Sahaja Yoga sono tutti benedetti da me.

Ci si dovrebbe dunque rendere conto che ciò che avete ricevuto è una cosa straordinaria. Eppure ho incontrato molti che vengono a dirmi: “Madre, vogliamo divorziare. Stiamo cercando di costruire un buon matrimonio, (ma)…”. Mi raccontano storie di ogni genere.

Se sapete che è un matrimonio santificato – un matrimonio celebrato secondo l’intero cerimoniale di Sahaja Yoga – non può essere un matrimonio cattivo. Ma se siete voi cattivi, nessuno può aiutarvi. Se avete strane idee sul matrimonio, dovreste provare a correggerle.

Se volete sposarvi in Sahaja Yoga, allora per favore fate in modo di rispettare la santità della vita matrimoniale. Lo so, a volte le donne possono essere negative, gli uomini possono essere negativi, possono esserci problemi. Ma una persona saggia proverà a sopportare tutto questo poiché vuole rispettare la santità del matrimonio.

Si tratta dunque di una cosa molto contraddittoria, nel senso che Cristo è nato senza matrimonio, così come Ganesha.

Ma loro sono la santità stessa.

Loro non hanno bisogno di ricevere alcuna santità dall’esterno. Essi sono l’innocenza, e gli innocenti non hanno bisogno di alcun tipo di rituale o cerimonia. È così che sono nati assolutamente puri, dall’innocenza. Ma questo non significa che dovremmo riferire a noi il loro esempio. Loro erano personalità divine e dovevano nascere così.

Noi invece dobbiamo essere santificati e condurre una vita santa.

Questa è la differenza tra una incarnazione e un essere umano. È facile criticare le incarnazioni. Molto facile criticarle. Tutte le incarnazioni sono state criticate dagli esseri umani in quanto essi non possono comprenderle. Ma provate ad essere veramente molto puri ed innocenti, e allora capirete il motivo per cui le loro vite erano di un livello diverso, di uno stile diverso.

Ora, se dite: “Noi possiamo sviluppare l’innocenza, Madre”, non potete. Qual è il modo per diventare innocenti? In Sahaja Yoga abbiamo un metodo specifico attraverso il quale poter diventare innocenti. Accade attraverso la consapevolezza senza pensieri. Se siete nello stato di consapevolezza senza pensieri, ciò che accade è che non reagite.

Non venite coinvolti in cose sbagliate, in discussioni o dispute, ma vi limitate ad osservare. E l’innocenza dentro di voi si sviluppa in modo sublime, come un loto che emerge da uno stagno pieno di fango.

Quali che siano le circostanze, quando siete in consapevolezza senza pensieri non reagite. Quello è segno di innocenza. Coloro che non reagiscono si mantengono giovani. Non dimostreranno mai la loro età, si mantengono giovani. Infatti reagire non è una cosa molto (Shri Mataji ride) buona, e vi coinvolge con un’altra persona. Ma se non reagite, se vi limitate ad osservare e siete testimoni, non restate coinvolti in nulla. Siete fuori da tutto. Ed è così che la vostra innocenza cresce e voi acquistate sempre molta sicurezza.

Ho letto la storia di un re cinese che andò da un santo a chiedergli una grazia. “Cosa vuoi?”, gli chiese il santo. L’altro rispose: “Voglio che mio figlio diventi capace di affrontare ogni genere di persone. Dovrebbe essere in grado di far fronte a qualsiasi cosa faccia la gente”. (Il santo) rispose: “Va bene, lascia con me tuo figlio”.

E così, quando la lotta, il combattimento ebbe inizio, suo figlio rimase semplicemente impassibile, osservando tutto in consapevolezza senza pensieri.

Allora tutti indietreggiarono, ritirandosi dall’arena, in quanto non riuscivano a sopportare l’innocenza di questo ragazzo così giovane. E il re fu sorpreso di come suo figlio fosse in grado di fronteggiare tutte quelle persone, tutti i loro attacchi, aggressioni e tutte le orribili cose che gli avevano detto.

Se qualcuno vi dice qualcosa, dovreste semplicemente rimanere innocenti. A quel punto, il vostro potere d’innocenza mostrerà quanto la persona che sta cercando di dominarvi, di crearvi problemi, stia sbagliando. E quella stessa persona potrebbe capire: “Nonostante tutti i miei sforzi, costui che sto cercando di dominare neanche se ne accorge”. E così si sentirà molto debole, penserà di non avere alcun potere di dominare un altro.

Ciò che noi abbiamo ora come sahaja yogi è che possiamo entrare in consapevolezza senza pensieri. Cercate di ridurre le reazioni, le reazioni a qualunque cosa. Le persone reagiscono perché hanno idee molto strane su se stesse.

Adesso, per esempio, qualcuno mi ha mostrato questi tappeti, ho cominciato a guardarli e ne sono stata molto felice. Allora mi è stato detto che tutte le sahaja yogini li hanno fatti così belli con le loro mani. Insomma, ho provato molta gioia nel sapere che li avevano fatti loro. Ma, se fossi stata una persona molto normale (Shri Mataji ride), avrei detto: “Oh mio Dio, che colori! Che roba!”, e cose del genere.

Qualsiasi cosa avessero fatto, non avrei potuto gioirne. Certo è che la gioia va persa.

Per un bambino, la gioia è totale. Qualsiasi cosa veda, la rende qualcosa di divertente. Guardate i bambini: io ho visto che loro trasformano in un giocattolo qualsiasi cosa trovino.

L’altro giorno siamo andati a Genova e ho visto che c’erano lì dei grandi massi. Da qualche parte sono arrivati dei bambini e sono saliti su quei massi facendoli diventare cavalli. E ci si divertivano.

Vedete, qualsiasi cosa trovino, qualsiasi spazio, trasformano tutto in una cosa gioiosa, in un gioco. Per loro, anche la vita è un gioco. Semplicemente un motivo di divertimento.

E fanno gioire anche voi di tutto. Se non siete di buon umore, i bambini arrivano e si comportano in modo da farvi cambiare umore e diventare molto semplici e naturali.

Nel vedere le persone molto semplici e naturali, noi diciamo sempre che sono simili ai bambini. Ciò significa che non comprendono la furbizia, non capiscono la stupidità della gente, e vivono nel loro mondo di innocenza.

Allo stesso modo, tutti i sahaja yogi devono sviluppare quell’aura intorno a sé.

Fate sì che la gente veda quanto siete innocenti, quanto siete dolci. Non c’è bisogno di discussioni, liti, lotte. È soltanto la soddisfazione interiore della consapevolezza senza pensieri.

Molti dicono: “Madre, noi non riusciamo a diventare senza pensieri”. Perché? Perché non riuscite a diventare senza pensieri?

Perché, qualsiasi cosa vediate, volete sempre reagire. Se gradualmente comincerete a fermare le reazioni… fate introspezione, osservate da soli.

Se siete sempre pronti a reagire, dite alla vostra mente di comportarsi bene. Se c’è qualche reazione, non dite niente, rimanete in silenzio.

Gradualmente vi stupirete e vi sorprenderete di come diverrete consapevoli senza pensieri, di quanto belli diverrete. E tutti coloro che vi vedranno si accorgeranno che siete differenti, che non siete come le persone comuni.

Invece, la reazione normale degli esseri umani, se, diciamo, vi è una lite per strada, è di immischiarvisi tutti. Amano lottare, vogliono partecipare a quella disputa o lite o quel che sia. E non vogliono venirne fuori.

(Ma) se in quel momento avrete la vostra innocenza, sarà essa ad agire.

Vi ho detto che l’innocenza è lo Spirito e lo Spirito è l’innocenza, ed essa non può essere distrutta da niente. La realtà è che non può essere distrutta da nulla e può essere ristabilita attraverso Sahaja Yoga.

Magari potreste essere stati individui molto aggressivi, o molto infelici, o che molestavano sempre gli altri.

Ma dopo Sahaja Yoga potete rendere la vostra personalità dolce e bella al punto di poterne gioire non soltanto voi, ma anche gli altri.

L’innocenza è intelligenza assoluta e onesta. Non agisce per interesse, per qualche scopo.

È senza scopi. È completamente senza scopo e, per questo, poiché non esiste alcuno scopo, raggiunge quella vetta di gioia. Vede la futilità di tutti i nostri sforzi e si diverte: “Perché le persone corrono su e giù, perché lottano?”. Si limita a guardare ed osservare: “Perché lo fanno?”. Così.

Alcuni potrebbero pensare di essere a posto, che in loro non ci sia niente di sbagliato, ma non è così. L’innocenza, ve l’ho detto, è una qualità innata e non dovreste ingannare voi stessi pensando di essere innocenti. Al contrario, fate introspezione e valutate da soli cosa avete fatto finora per gli altri, quale sia il vostro atteggiamento.

Vi ho già parlato dell’intelligenza emotiva. L’intelligenza emotiva è l’espressione dell’innocenza. È l’espressione di Shri Ganesha dentro di voi. I bambini che hanno questo dono cercheranno sempre di compiacervi.

Essi sanno cosa volete, di cosa avete bisogno. E vi daranno tutta la gioia che desiderate, faranno tutto ciò che vi piace, proprio per compiacervi. Loro non hanno desideri propri. Non vogliono avere esigenze personali.

Non dicono mai: “Voglio questo; fai questo per me”, mai! Vogliono soltanto vedere cosa desiderate voi, cosa desiderate avere voi. E fanno ogni sforzo per offrirvi tutto ciò che volete.

È molto interessante vedere come i bambini si comportano con gli altri, con gli adulti. Proprio con grande capacità di comprensione, direi, come persone molto anziane.

Insomma, l’innocenza vi rende estremamente adulti e maturi. Molto maturi. Con questa maturità sapete ciò di cui una persona ha bisogno e cosa un’altra non dovrebbe avere. E il modo in cui lo stabiliscono è molto interessante.

Ritengo i bambini i soggetti più interessanti al mondo. Per me le rose sono molto belle, ma i bambini sono le cose più interessanti.

E vi insegnano così tante cose da sorprendervi per la loro innocenza.

Ci sono tante storie sui bambini, su come si comportano, come parlano. E sono talmente innocenti che raccontano tutto a chiunque. Non sanno nascondere niente, è molto difficile.

Conosco la barzelletta di un signore che fu invitato a cena. Il figlio (della padrona di casa, ndt) lo osservava molto intensamente e ad un certo punto disse: “Mamma, lui non mangia come un cavallo come mi hai detto!”. (Shri Mataji ride). Tutti rimasero scioccati: “Vedi, non mangia come un cavallo!”.

La mamma doveva avergli detto che quel signore mangiava come un cavallo, e così il bambino lo guardò (e disse): “Non mangia come un cavallo!”. Vedete, a volte i bambini sono così innocenti da dire cose attraverso le quali potete venire completamente smascherati.

Ci sono tante storielle sull’argomento e, se scrivete dei libri riportando le battute dei bambini, vi assicuro che la gente ne gioirà.

Infatti, con grande innocenza loro dicono cose che non sono altro che la verità; non sanno dire bugie. Sono molto sinceri e questa è la qualità dell’innocenza. Loro non dicono mai bugie.

“Sei stato tu a fare questo?”. “Sì, sono stato io”. “Non hai fatto questo?”, “No, non l’ho fatto”. Loro non dicono mai bugie. Siamo noi adulti che insegniamo loro a dire bugie, ad imbrogliare.

Ed insegniamo ai bambini anche un’altra brutta cosa, e cioè che devono possedere tutto.

Questa è soprattutto un’abitudine dei Paesi occidentali. Si dice ai bambini: “Questo è tuo, non dovresti darlo a nessuno, appartiene a te”. Al contrario, dovreste dire loro: “Puoi farne ciò che vuoi”. Affidatelo alla loro innocenza.

E vi sbalordirà che regaleranno tutto quello che hanno. Si comporteranno in modo così meraviglioso che vi stupirà come cerchino di compiacere tutti e di fare qualcosa per divertirvi.

Tutta la loro capacità in questo è così grande che a volte ci si chiede come questi piccolini abbiano sviluppato queste qualità. Sono le benedizioni di Shri Ganesha.

È grazie alle Sue benedizioni che i bambini sono così dolci e così divertenti e belli. Cercate di diventare così. Dobbiamo essere come loro.

Potreste aver letto molti libri, potreste aver conseguito molte lauree, potreste essere qualcosa di grande, ma non siete come bambini.

Dovete essere come bambini. Diversamente a nessuno piacerà la vostra compagnia. Noi definiamo noiosa la gente così.

Ma in realtà la noia arriva con chi non ha innocenza nel cuore, che cerca di dirvi: “Devi fare questo. Se vuoi avere successo, fai quello”. Tutte queste prediche sono inutili per i bambini.

Allo stesso modo dovreste comprendere intimamente che questa gente dice tutte cose senza senso. Come i bambini non si curano dei vostri suggerimenti ad essere cattivi, sgradevoli, allo stesso modo, se siete innocenti non accetterete (quei consigli).

Qualsiasi cosa possiate ascoltare, lasciate che certa gente vi dica tutto quello che vuole, non importa. Voi non lo farete mai, perché non potete, in quanto siete innocenti. E l’innocenza vi proteggerà; vi darà la giusta guida riguardo a ciò che si deve o non si deve fare.

Adesso provate a fare introspezione e valutate da soli se siete innocenti o no. La gente pensa che qualcuno stia cercando di sopraffarla, di ferirla o di reprimerla. Nessuno può reprimere l’innocenza.

L’innocenza è una qualità che sopravvive ad ogni genere di assurdità. E non soltanto questo; ma l’età, la vostra salute, la vostra mente, il vostro modo di pensare e le vostre emozioni sono estremamente innocenti e gioite di voi stessi.

Al giorno d’oggi c’è una grande ondata di spudoratezza, a volte è così. Ho visto che la gente non possiede lajja (pudore). Non so, certi uomini vogliono attrarre le donne e certe donne vogliono attrarre gli uomini.

I bambini non fanno mai così.

Loro non sanno cosa sia questo attrarre uomini o attrarre donne o attrarre qualcuno.

I bambini cercheranno di far piacere ad un cane, ad un cavallo, ma non li ho mai visti fare di tutto per attrarre qualcuno.

La ragione è che la loro autostima è totale. Hanno piena consapevolezza di sé.

E, quindi, per quale ragione dovrebbero fare la stupidaggine di correre dietro alle donne, correre dietro agli uomini, creandosi problemi?

La loro (dei bambini) autostima è completa. L’innocenza è così: vi dà una completa autostima. Non vi inchinate a nessuno, né permettete che altri si inchinino. Questa è la bellezza dell’innocenza, che agisce così bene dentro di voi. È questo il motivo per cui dico sempre di venerare Shri Ganesha.

So di qualcuno che occupava una posizione molto elevata. E sono rimasta sorpresa di come all’improvviso sia stato colpito da paralisi. Cosa era accaduto? Era un’ottima persona, non avrebbe dovuto avere una paralisi. Poi ho scoperto che aveva mire decisamente sbagliate nei confronti delle donne, e per questa ragione aveva avuto quel problema.

Allora gli dissi: “Faresti meglio a venerare Ganesha. Venera Shri Ganesha”.

Venerare Shri Ganesha migliora il vostro Muladhara, migliora il vostro senso del pudore, migliora la vostra dignità e autostima.

Vi vestite in modo da mostrare rispetto per il vostro corpo. Parlate in un modo da mostrare rispetto per la vostra lingua, per il vostro linguaggio. Non potete avere una bocca indecente, se siete innocenti. Non potete avere una mente che può ingiuriare o dire parole orribili.

Ho notato che in America parlano in modo così strano da rimanerne scioccati. Non c’è necessità di usare parole volgari per esprimersi: così la vostra lingua si rovina, e l’innocenza se ne va dalla lingua.

Se la vostra lingua perde l’innocenza, qualsiasi cosa diciate non diventerà mai vera, non diventerà mai vera. Ma se siete innocenti, e la vostra lingua è innocente e capace di rispetto…

La cosa basilare, come potete capire, è rispettare in ogni modo la vostra innocenza. Quando, ad esempio, dovete arrabbiarvi con qualcuno o dire qualcosa, stare zitti è la cosa migliore. Dovete rispettare anche la vostra lingua, rispettare i vostri occhi. Alcuni hanno la pessima abitudine di girare lo sguardo ovunque per guardare le donne; oppure alcune donne sono così. Voi non rispettate i vostri occhi e poi sviluppate problemi agli occhi. Non solo, anche alla mente. La mente si danneggia moltissimo con questo comportamento privo di senso. Una persona simile non sa gioire di niente, non sa trarre gioia da niente.

Se rispettate i vostri occhi, il vostro naso, i vostri orecchi, vi assicuro che vi stupirete: è tutto così piacevole! In questo mondo ci sono tante di quelle cose di cui gioire.

Ma le persone non sanno ascoltare le cose belle. Ci sono uccelli che cinguettano, ma loro non sanno ascoltare; ci sono alberi che crescono, ma non se ne accorgono; ci sono fiori che profumano, ma loro non riescono a sentirne la fragranza.

Questo perché hanno una stima talmente bassa di se stessi, sono individui di livello così basso, direi, da non riuscire a gioire di ogni cosa intorno, mentre dovrebbero essere fonte di gioia.

Guardate i bambini, quale fonte di gioia sono! Quanto ci rallegriamo quando uno di loro sale sul palco e si mette a correre. Perché?

Perché ci fa gioire un bambino che corre? Non diciamo che è diventato matto o che è ubriaco, bensì ne gioiamo. Perché? Che cos’è la dolcezza di quel bambino che ci rende così felici?

È l’innocenza. Il suo potere è l’innocenza. Quel potere gli conferisce un aspetto così dolce e bello da suscitare in noi la vera gioia.

Il secondo punto è che l’innocenza dà gioia. L’innocenza procura gioia alle persone. Qualsiasi cosa detta in modo innocente, qualsiasi cosa fatta in modo innocente dà una grandissima gioia. E quella persona appare talmente bella e trasparente che si gioisce di quella trasparenza, di quella innocenza santificata.

È questo il motivo per cui Ganesha è adorato per primo. Infatti Ganesha fu la prima Deità creata dall’Adi Shakti. Questo perché Ella doveva sapere che, se doveva creare qualcosa, era necessaria quell’energia dell’innocenza.

Altrimenti la gente avrebbe sbagliato, avrebbe fatto cose sbagliate di ogni tipo. Perciò Ella per prima cosa creò Ganesha, la cui innocenza – potete chiamarla vibrazioni – è così forte da esercitare un controllo. Naturalmente ci sono persone che hanno completamente abbandonato la propria innocenza ed hanno una grande opinione di sé. Dimenticatevi di loro! Ma normalmente, di solito, voi siete sempre guidati dalla vostra innocenza, che ne siate consapevoli o no, e questo è qualcosa di molto dolce. Una cosa talmente dolce da elevare le persone in nobiltà e grandezza.

E questo è ciò che dobbiamo sviluppare in noi sahaja yogi.

Quando i sahaja yogi vanno in qualche luogo, quando provano a fare qualcosa, quando incontrano qualcuno, quando fanno qualche lavoro di carattere sociale, qualsiasi cosa, la gente dovrebbe sentire la vostra gioia interiore. È soltanto per quella gioia che l’Adi Shakti ha creato Shri Ganesha. Perché quella gioia interiore, innocente che non danneggia nessuno, che non si aspetta niente, che non pretende niente, che non vuole niente, ma che emette soltanto gioia ovunque, è il tipo di personalità che dovreste avere.

Non c’è niente di sbagliato nell’indossare bei vestiti, niente di male nel mangiare del buon cibo, niente di sbagliato nel conversare con la gente. Ma in tutto questo dovrebbe esserci il rispetto dell’innocenza, l’espressione dell’innocenza.

Con questa innocenza possiamo risolvere i problemi, si possono risolvere tutti i problemi del mondo. Ecco perché Shri Ganesha è così importante. Se non avete una corretta comprensione di Shri Ganesha e se il vostro Shri Ganesha è a rischio, non so cosa possa accadervi.

Oggigiorno, vedete, si stanno manifestando tante orribili malattie perché la gente non è santa. Le relazioni non sono sante.

Ogni relazione deve essere santificata dalla vostra innocenza. Voi avete una sorella, una madre, un fratello, un padre, tutte queste relazioni. E tutti questi rapporti sono buoni, belli e santificati perché sono relazioni di innocenza.

Voi amate vostro padre con innocenza, amate vostra figlia con innocenza, amate vostra madre con innocenza.

Perché dovreste amare? Per qualche sorta di profitto? Allora è astuzia. Per qualche sorta di sopraffazione? Allora è astuzia. (Invece) è soltanto per amore, per amore dell’amore. E ciò è possibile se siete innocenti.

Ebbene, sono felice che domani celebrerete tutti i vostri matrimoni. E coloro che si sposeranno dovrebbero capire che il loro è un matrimonio santificato. È molto importante.

Non è come un qualsiasi altro matrimonio. È un matrimonio celebrato in mia presenza.

Perciò state attenti! Se non volete sposarvi, va bene, cancellatelo. Vi è stata offerta un’occasione di conoscere una persona e di capire. Ma se dopo proverete a comportarvi in modo strano, sarà molto difficile per voi e per me. Potrei smettere di celebrare matrimoni.

Non mi piacciono le persone che parlano di divorzio fin dal primo giorno. Ma se esiste davvero un problema, va bene, in Sahaja Yoga il divorzio è consentito. Non come nella Chiesa Cattolica dove il divorzio è proibito e così uomini e donne hanno relazioni di tutti i tipi. Questo (in Sahaja Yoga) non c’è; invece di fare queste assurdità potete divorziare.

Ma dovrebbe accadere in modo molto innocente. Se state divorziando perché la vostra innocenza è messa alla prova, va bene. In questo caso, sono d’accordo con voi che dovreste farlo.

Preservate, dunque, la vostra innocenza. In questi tempi moderni è molto importante preservare la propria innocenza, affinché Shri Ganesha sia risvegliato dentro di voi ed anche negli altri. Ciò salverà questo mondo. Soltanto l’innocenza che avete salverà il mondo.

Qualsiasi cosa possiate sapere, qualsiasi cosa possiate dire o scrivere, per favore, fate in modo di non danneggiare l’innocenza dentro di voi.

Non è necessario (sforzarsi di) condurre una vita di moralità e così via, quel che è necessario è la vostra innocenza. L’innocenza stessa vi dà la forza morale, la comprensione morale.

Per questo non dovete leggere libri né recarvi da nessun guru. L’innocenza vi guiderà dicendovi che una certa cosa è sahaj ed è ciò che dovete fare.

Voi tutti avete avuto la realizzazione; è una cosa davvero grandiosa accaduta a così tanta gente. Ed io voglio sempre che adoriate Shri Ganesha dentro di voi. Shri Ganesha è la vostra innocenza, è lo Spirito dentro di voi.

Quando volete conoscere il vostro Spirito, diventate un tutt’uno con Shri Ganesha, vi fondete con Shri Ganesha. È dentro di voi, ed è assolutamente possibile per tutti voi essere completamente illuminati dal potere di Shri Ganesha.

Sono molto contenta che voi abbiate accettato tutti i matrimoni e abbiate deciso di sposarvi. Ma anche adesso, se volete rifiutare, è meglio farlo. Non tentate giochetti e non cercate di comportarvi in modo strano, perché questo non vi aiuterà in alcun modo a gioire del vostro matrimonio. Fin dal primo giorno cercate di capire che dovete essere molto gentili. Gentili con il vostro partner, molto rispettosi, molto premurosi, molto amorevoli.

Questa è una cosa molto importante che le persone non capiscono. E non datelo per scontato: “Va bene perché è un matrimonio sahaj”. Lo si dà per scontato. No, non datelo mai per scontato. Se volete avere vera gioia, abbiate un amore innocente tra di voi e gioite di voi stessi.

Che Dio vi benedica. Grazie.

Guido: I bambini dai cinque ai quattordici anni possono venire sul palco. [Viene recitato il mantra a Shri Ganesha seguito dal Ganesha Atharva Shirsha. Shri Mataji sorride ad un bambino che Le lava i piedi: “Bene”.]

Alcuni yogi: Ganesh Sthuti.

[Bhajan:Ganesha Sthuti” e “Tsala Cabella Pujela”. Al termine Shri Mataji dice qualcosa. Gli yogi iniziano a cantare “Jay Ganesha Ki Ma Ambe” (hindi 11), ma Shri Mataji interrompe immediatamente. Allora gli yogi cantano “Jai Ganesha Deva” (hindi 1)]

Guido: Sette donne sposate dai paesi ospitanti.

Australia… (interruzione nella registrazione).

[Bhajan: “Tujhya Pujani”]

Guido: Jago Savera. [Bhajan: “Jago Savera”]

Pranava: Hindi 67. Hindi sessantasette. [Bhajan: “Vishwa Vandita”]

Shri Mataji (a lato): Aarti.

[Seguono Aarti e Mahamantra]

 Shri Mataji: Dio vi benedica tutti. Dio vi benedica. Dio vi benedica tutti.