Navaratri Puja, Undicesima Notte di Navaratri

Campus, Cabella Ligure (Italia)

Feedback
Share
(RIASSUNTO - TRADUZIONE NON REVISIONATA DAL 2000)

Navaratri Puja, Cabella Ligure (Italia), 8 Ottobre 2000.

Oggi stiamo per adorare la Devi che chiamiamo Amba, e con molti altri nomi. Lei è l’energia  rimasta alla fine, si può chiamarla l’energia ‘residuale’: dopo aver fatto e creato ogni cosa, diviene la Kundalini e si accomoda nel vostro osso triangolare, nel chakra chiamato Mooladhar. Ma in realtà si manifesta maggiormente nel lato sinistro perché qui è semplicemente Amba [madre]

Il lato sinistro è molto, molto importante per tutti gli esseri umani. Senza il lato sinistro non potete mantenervi in equilibrio, tanto per cominciare. È  lei che vi dà la vera personalità di un Sahaja yogi. Vale a dire che se il lato sinistro è debole dovete venerarla, e chiederle: “Ti prego, arricchisci il mio lato sinistro”. Potenziando il vostro lato sinistro, lei, la Consolatrice, cosa vi dà?

La prima cosa che vi dà è il riposo. Vi fa riposare, vi fa dormire. Se pensate troppo al futuro avete dei problemi, e la cosa migliore che possiate fare è dormire. È un grandissimo conforto poter dormire e prendersi un po’ di riposo. Senza di lei non potete dormire. E il sonno è una importantissima funzione dell’organismo, espletata dal lato sinistro. Per questo la veneriamo, perché ci dia il riposo.

Ed è lei che vi dà la pace. È lei che vi dà anche le illusioni, chiamate bhranti. Vi dà ogni talento artistico, vi protegge, ma oltre a questo vi crea le illusioni. E questo suo potere di creare illusioni, di indurvi nell’errore è molto, molto importante. Perché lei crea le illusioni nelle persone che sono contro il divino, che tentano di allontanarsi dalla realtà. Quindi a voi vi rende diversi, perché conoscete la realtà, ma in tutte le persone che disturbano o cercano di distruggere la sua opera, lei crea delle illusioni, dei miraggi.

Lei risiede in noi come Kundalini. O meglio, si può dire che una sua parte è la Kundalini ma un’altra è quella che sta nel lato sinistro, dove risiede a sette livelli. Una volta che iniziate a gioire di lei al primo livello, manifesta tutte le qualità che vi ho descritte. Lei è, cioè, la pace, è colei che vi dà amore, che crea per voi tutte le cose belle. È la Madre, e ciò che si aspetta da voi è che gioiate della sua protezione, gioiate del suo amore, e che rimaniate sempre sotto la sua protezione totale. Questa è una parte molto importante del suo compito. L’altra è che lei è la Kundalini. Anche lei agisce a sette livelli. Lei procede di chakra in chakra verticalmente e, ad ogni livello, si muove anche in senso orizzontale. A tutti questi sette livelli, che si trovano su entrambi i lati, lei compie un lavoro incredibile. Come fa a proteggerci lungo questi sette livelli? Quando iniziate ad andare sul lato sinistro, ci sono sette deità che tentano di riportarvi alla normalità. I loro nomi sono Shankini, Rhakini ed altri. In questo modo siete spinti a tornare in condizioni normali.

Per esempio, molte malattie psicosomatiche quali il cancro e tante altre che ci colpiscono – psicosomatico significa fisico ed emotivo – provengono dal lato sinistro. A volte siete troppo sul lato destro e, improvvisamente, vi accasciate sul lato sinistro. In questo movimento pendolare potete eccedere. Ma ci sono quei sette poteri, sul lato sinistro, che vi proteggono dalle malattie, riducendone anche l’intensità. Allo stesso tempo, dunque, lei vi dà la pace, vi difende, vi protegge, e vi preserva dalle malattie psicosomatiche. È un’entità molto potente e, se non ci fosse, non so cosa sarebbe accaduto. Quindi dovreste venerarla dentro voi stessi. Dovreste rispettarla. E capirla. Lei è vostra madre. Come Kundalini lei è la vostra madre individuale. È  lei, Amba, che vi dà la seconda nascita e, in quanto divinità del lato sinistro, dà un supporto sostanziale all’ascesa.

A volte, quando si eccede andando troppo sul lato destro si può essere colpiti dai più strani disturbi. Si possono avere attacchi di cuore, paralisi – il lato destro può anche paralizzarsi completamente. È lei che vi fa sentire male, è lei che vi suggerisce di spostarvi dal lato destro andando maggiormente su quello sinistro. Questo, però, non significa che i problemi di lato destro possano essere curati andando sul lato sinistro, che questo sia il metodo giusto. Prendiamo, ad esempio, una persona molto arrogante, egoista. Un uomo del genere può diventare molto docile e si potrebbe credere che sia guarito. Invece no, è andato semplicemente sul lato sinistro, per questo è diventato docile, ma ancora non è normale, è ancora molto fuori posto, perché è sul lato sinistro.

Dal lato sinistro derivano numerose malattie quali la schizofrenia e i sette centri disposti via via su questo lato possono crearvi problemi molto seri. Uno di questi è la schizofrenia, come dicevo, che, però, può essere curata riportando il malato al centro. Potete farlo mediante il risveglio della Kundalini. C’è chi può anche diventare pazzo, lunatico mentre tutti i problemi di lato destro scompaiono: le persone che sono andate sul lato sinistro non avranno problemi di fegato. Magari potrebbero avere il fegato ingrossato, ma non superattivo. Potranno avere  anche altri sintomi come l’asma – attacchi di cuore no, quelli… li fanno venire agli altri (ride) ma a loro non vengono.

I vostri repentini movimenti dell’attenzione verso il lato sinistro sono controllati in continuazione da sette entità divine che si prendono cura di voi. Ma se voi continuate…

Per esempio, supponiamo che andiate da falsi guru. Cosa fanno i falsi guru? Vi spingono sul lato sinistro. Vi daranno un nome da ripetere e ripetere, può essere un nome di qualche servitore, o di qualcuno che hanno catturato e di cui si servono per possedere altri. È mediante il tantrismo che possiedono gli spiriti dei morti e li usano per adescarvi.

Ad ogni modo, qualunque sia il motivo per cui iniziate a spingervi nel lato sinistro  – può accadere se vi preoccupate troppo, se vi sentite molto dispiaciuti per qualcosa, se vi disperate, se piangete, i motivi possono essere tanti – i vostri problemi di lato destro scompaiono: è per questo che lo si fa. Ma si rischia di eccedere. Perché, se i problemi di lato destro guariscono, in compenso vi vengono problemi di lato sinistro che sono molto più pericolosi. Vi accennavo prima alle malattie psicosomatiche, e non voglio darvene la lista per non spaventarvi. Ma provengono tutte dal lato sinistro.

Dal momento che il lato destro in un certo senso – come i falsi guru affermano – viene curato, la gente pensa che sia una buona idea farsi possedere da qualche spirito. Cosa fanno i falsi guru? Dominano certi spiriti di morti. Come?  Ebbene, loro sanno come farlo, non è necessario che ve lo dica, mica dovete farlo! Loro dominano lo spirito di una persona defunta, e a voi dicono: “Ripeti senza sosta questo nome”. E voi vi mettete a ripetere il nome di… Dio sa cosa! Non vi dicono di ripetere il nome di una incarnazione, ma dicono, per esempio: “Ripeti il nome Rama”. Il nome di Rama non deve essere detto così. Si deve dire: Shri Rama, Shri Krishna, Shri Mataji. Non mettono mai Shri, vi dicono soltanto: “Ripeti questo nome!” e con questi nomi ciò che accade è che andate su lato sinistro perché questi spiriti di morti vi catturano.

Esistono spiriti sul lato sinistro e spiriti sul lato destro. Se sono sul lato destro si tratta di persone che in vita erano molto ambiziose. E tentano di catturarvi. Questa è la spiegazione di un fenomeno complesso, e può fare paura. Se vi catturano, se andate sul lato destro, acquisirete tutte le tendenze del lato destro. Non siete più normali: a volte vi accorgete di stare vagando per aria, o di vedere cose che normalmente non vedreste. Una volta sono venuti ad incontrarmi due americani, erano dei giornalisti. Ho chiesto loro: “Per quale motivo siete qui?” Hanno detto: “Madre, ci faccia diventare come Harischandra”. C’era un tipo di nome Harischandra, era un giornalista. Io chiesi: “Come chi? Come lui?” Egli soleva viaggiare nell’aria e aveva così le notizie. Poteva dirvi cosa stava accadendo in qualche quartiere di Bombay, per esempio sulla spiaggia di Juhu [località balneare alla moda]. Una volta, sul giornale, venne fuori una cosa accaduta su questa spiaggia, e c’era il suo nome come corrispondente.  “Come mai Harischandra vi ha fatto il mio nome? Lui l’ho curato, e voi andate in cerca degli stessi guai?”. “Sì, noi vogliamo fare questi viaggi astrali” – insistevano gli americani! “E perché?” “Perché siamo giornalisti, dobbiamo venire a conoscenza di tante cose, su qualsiasi argomento, perciò desideriamo viaggiare… dappertutto!”.  Dissi: “Io non faccio queste cose. Se fate viaggi astrali, naturalmente posso aiutarvi a smettere”.

Tutti questi guru hanno approfondito anche quest’arte dei viaggi astrali, mediante il controllo di spiriti di morti che in vita erano stati di lato destro. Gli spiriti di lato destro sono molto ambiziosi. Effettuano guarigioni e predizioni di ogni genere, perché sono proiettati nel futuro. A volte sanno, a volte non sanno, ma tutto ciò che viene da loro proviene comunque da una fonte sbagliata. Quindi, cadere in questa trappola non è una gran bella cosa. Se qualcuno è posseduto in questo modo si metterà a fare cose sbagliate di ogni genere, cercherà di impadronirsi della vostra la casa, del vostro denaro, di ingannarvi, di fuggire con vostra moglie. Tutte cose completamente sbagliate. Questo perché, con l’apporto dello spirito, l’influenza del lato destro viene potenziata. Esistono anche delle droghe come l’LSD che, se prese, vi spingono sul lato destro. Si cominciano a vedere dei colori, e molte persone credono che sia una gran cosa vedere ovunque colori che di solito non si vedono. Non capiscono cosa c’è di fondamentalmente sbagliato in tutti questi casi: in sostanza, quel che non va è che  un bhoot, una specie di fantasma, molto di lato destro, è entrato dentro di loro e sta cercando di agire.

I bhoot di lato sinistro sono molto diversi. Sono subdoli. E vi insegnano cose sgradevoli. Possono anche riuscire a sedurre una persona al punto da farle dire bugie di qualsiasi portata. Raccontare bugie, poi cercare di sottrarvi di nascosto del denaro, o qualsiasi altra cosa abbiate. Chi è vittima di un bhoot di lato sinistro fa tutto in modo furtivo…  nulla allo scoperto. E senza nemmeno rendersene conto.

Comunque, tutte le persone cui accadono fenomeni di questo tipo sono già di per sé anche troppo interessate ad ottenere qualche vantaggio molto materiale, che sia di lato destro o di lato sinistro.

Accadono molte cose. Il fondamentalismo, per esempio. Se siete dei fondamentalisti, i bhoot si insediano e cercano di dominarvi. Cercano di insegnarvi come uccidere chi non appartiene alla vostra religione o non è dalla vostra parte. Danno idee, e combattono, e si azzuffano, e uccidono. Ma la Madre Terra o il Mare, ciascuno degli elementi può provocare distruzione. In questi luoghi vedrete verificarsi terribili, distruttivi terremoti. Oppure si scatenerà un uragano che distrugge tutto. Certo, con loro sarà uccisa anche gente innocente! Ma qualsiasi cosa sbagliata si possa fare viene corretta dai cinque elementi. In India c’è una località chiamata Latur dove la gente ha l’abitudine di bere, e bere, e bere. Una volta andarono a bere dopo avere immerso nel mare una statua di Shri Ganesha. È una nostra usanza: viene immersa nel mare dopo tre, sette o dieci giorni di festeggiamenti. Al ritorno dunque tanti e tanti erano andati a bere dopodiché, completamente ubriachi, ancora cantavano gli inni di Shri Ganesha e dicevano cose sconce d’ogni tipo, cose profane, sporche. E non la finivano più con atteggiamenti orribili, blasfemi, per soddisfare il loro desiderio di essere disgustosi, depravati. E, improvvisamente, ci fu un terremoto e tutti quelli che stavano danzando vennero inghiottiti dalla Madre Terra e perirono. Là noi avevamo un centro che, sorprendentemente, non venne toccato. A cento metri da lì si era creato un cerchio tutto intorno, come a segnare una profonda demarcazione, e tutti erano sbalorditi di come questo centro non fosse stato assolutamente toccato.

È questo il potere della Dea. Allo stesso tempo, quando vede che certa gente negativa viene per tormentare o creare problemi, è la Dea che salva le persone rette. Come sapete, di solito per ogni brava persona ce ne sono sempre cento cattive. E questa persona si sente perduta, ma, a quel punto, la Dea viene in suo aiuto e la salva dalle molestie delle forze negative.

Questa vostra Madre combatte ogni tipo di forze negative, qualunque forma prendano per apparire. Per esempio quella di beoni, di gente che beve. E lei si mette a distruggerli. Come minimo distrugge il loro fegato, in altri casi distrugge la loro famiglia, il loro denaro. Non ho mai sentito, da nessuna parte, di una statua eretta ad un ubriacone, mai. Neanche dove bere è di moda, o una specie di culto quotidiano. Ma non l’ho mai visto da nessuna parte. Com’è che nessuno ha mai eretto una statua ad un ubriacone? Dovrebbe essere ‘divertente’ mostrarlo. E invece no, perché il buon senso prevale, e la gente sa quando una forza è una forza di dissoluzione.

Si può venire posseduti da qualsiasi idea distruttiva. Guardate Hitler. Gli venne l’idea di essere un monarca assoluto e di avere il diritto di sterminare gli ebrei. E lo stava facendo, ne sterminò tantissimi. Ma cosa accadde, finalmente? Lui usava la svastica che è il simbolo di Shri Ganesha, e la faceva usare dal suo esercito. Fortunatamente, però, accadde che la Madre penetrò nella sua mente e, in questo modo, egli perse – questa è bhranti, l’illusione, l’errore – perse il potere di usare l’energia di shri Ganesha. Infatti egli faceva usare uno stampo, una matrice per riprodurre la svastica e, proprio a causa di un errore nell’uso dello stampo, la riproduzione della svastica a un certo punto venne fuori girata in senso antiorario, nel senso della distruzione. Insomma riprodusse l’altro senso della svastica, con il risultato che venne distrutto. Questa è l’abilità di Bhranti. Quella di penetrare nella vostra mente e immergervi nella bhranti, cioè nell’illusione, e poi voi commettete degli errori. Se questo non fosse accaduto, a quest’ora tanta gente sarebbe morta. Lei entra nella mente delle persone che cercano di distruggere gli esseri umani, che cercano di distruggere tutto. E inculca in loro idee tali che le portano alla morte o all’autodistruzione. Ecco perché è scritto che lei è la bhranti dentro di noi. Crea in noi una illusione tale che chiunque cerchi di nuocere, di creare problemi, di essere distruttivo, viene a sua volta distrutto. Può insinuare ogni tipo di idee, ed è così che nel mondo sono sopravvissute tante persone. Diversamente ne sarebbero state sterminate tantissime e avrebbe trionfato il regno di Satana.

Ma questa Dea è Colei che ci salva. Si dice che abbia ucciso molti demoni e sembra un modo di dire. Ma lo ha fatto veramente, non è che li abbia uccisi soltanto in senso simbolico. Erano demoni. Anche oggi vivono persone demoniache e saranno tutte non solo uccise, ma distrutte per sempre.

In Russia ho visto – l’ho visto in molti paesi – che tutte quelle persone che una volta erano considerate come dei, son finite! Accade in ogni paese. Dovunque siano, le persone dedite al male vengono smascherate e la gente non vuole più vedere neanche le loro fotografie. Si sono liberati delle loro statue. Tutto questo accade perché questa Dea è colei che crea l’illusione. Supponiamo che ci sia una persona veramente demoniaca, che stia per distruggere tutti. La gente saggia capirà, ma chi non lo è la seguirà e verrà distrutta insieme a lei. In questo modo migliaia di persone sono state annientate. Perché non hanno colto il punto. Non sono riusciti a capire cosa è giusto e cosa è sbagliato. Anche i concetti di giusto e di sbagliato vengono assolutamente stravolti da lei così che i tipi negativi possano essere completamente distrutti. Non li vogliamo sulla terra. Tutti quelli che vogliono dare dolore, che sono distruttivi, che portano dissidio, saranno tutti annientati. Ma si distruggeranno da soli. Non sarà necessario che sia la Dea a farlo.

Una cosa che mi chiedono in molti è: “Perché si dice Bhranti rupena samstita? Perché la Madre esiste come illusione, come errore?” Il motivo è che il vostro potere di discriminazione viene messo alla prova. Ma se siete Sahaja yogi, veri Sahaja yogi, potete sentirlo sulla punta delle dita se la persona che seguite è buona o cattiva, e potete avvertire anche gli altri. Tanti ricercatori purtroppo sono stati distrutti così: sono arrivati dei falsi guru e loro hanno preso e li hanno seguiti. Erano guru stupidi, assolutamente stupidi, ma sono stati stupidi anche loro. Non capisco perché li abbiano seguiti. Era talmente ovvio che avevano interesse solo per le Rolls Royce e per altre cose del genere. Li ho visti. Così pazzi da non poterne uscire. Anche ora ci sono persone che seguono falsi guru di vario tipo. Uno di essi è adesso molto in auge presso gli indiani che risiedono all’estero, ma non molto in India. Seguono Babaji. Questo Babaji è uno che prende denaro, lo sottrae, sottrae  ornamenti, fa di tutto. Ma a loro non importa. Qualsiasi cosa lui faccia, per loro va bene. Questo Babaji è uno che deve essere annientato. Ma il vantaggio di avere questo Babaji è che tutte le persone stupide verranno annientate. Non hanno discernimento e sono cadute in preda a questo Babaji. Per loro è finita. Avranno attacchi di cuore, diverranno ciechi, contrarranno il cancro, avranno problemi di ogni tipo e, infine, saranno distrutti.

Ma è sorprendente come gli esseri umani, pur vedendo che una persona sta per essere distrutta da un Babaji qualunque, o da una qualche guru donna, si lascino distruggere a loro volta e impazziscano. È sorprendente che gli esseri umani non si accorgano che una persona viene distrutta. Vi ho parlato molte volte, per esempio, delle persone che vanno al pub. Vedono gente che, uscita dal pub, cade a terra, eppure si mettono in coda per entrare, uscire e cadere a loro volta. È davvero sorprendente, non vi pare? Non hanno cervello. Perché vogliono andare al pub nonostante abbiano già visto qualcuno crollare a terra? Eppure lo fanno.

Questo è l’Ultimo Giudizio, come vi ho detto, e in questo periodo dovete vedere cosa accade alla persone che sono passate per metodi sbagliati o per l’inferno di alcuni di questi guru. È molto evidente, se volete vederlo, molto chiaro, il modo in cui si stanno distruggendo. “In ogni caso – dicono – in ogni caso dobbiamo morire, quindi perché non andare al pub?”  Ma che senso ha? Adducono argomenti del genere, così stupidi, come se non avessero cervello, nessuna intelligenza. Si dice che sia stato Cristo, che sia stato Lui a dare il vino alla gente. No, non è possibile, Egli è perfetto. Egli non diede il vino, diede soltanto del normalissimo succo d’uva. Come potete fare del vino in un secondo, come? Ma è così che lo spiegano; tutte le cose sbagliate che fanno sono spiegate dalla loro stupida intelligenza, e così si avviano verso la distruzione.

Ora, nel Kali Yuga la distruzione agisce con grande velocità. Perché? Perché la gente ha perso la capacità di giudizio. Non hanno più discernimento, e lo hanno perduto in molti, in parecchi. È una moda quella di non avere discernimento. Io ho chiesto: “Perché fanno così?” – “Madre, è una moda”.

Qualsiasi stupidaggine è una moda. Vi abbandonate a queste stupidaggini e poi vi trovate nei guai. Al giorno d’oggi, naturalmente, esiste una moda per cui le donne, l’ho visto specialmente in America, vogliono indossare soltanto abiti con le spalline. E così i due chakra all’altezza delle spalle sono lasciati scoperti. Sono molto importanti, dovrebbero essere sempre coperti, non dovreste mai indossare abiti senza maniche. Dobbiamo coprirli tutti i chakra, all’infuori dell’Agnya che proteggiamo con il kumkum – diversamente, potete contrarre molti disturbi: può venirvi la sinusite e, dalla sinusite, possono derivare problemi agli occhi, potete avere una paralisi a entrambe le mani; potete contrarre anche il morbo di Parkinson. Ma anche per quanto riguarda le spalle possono verificarsi malattie di ogni tipo perché si tratta di due chakra molto importanti. Uno è lo Shri chakra, sul lato destro, l’altro è il Lalita chakra, sul lato sinistro. Non dovreste mai, mai esporre questi chakra, e nemmeno le ginocchia. E invece al giorno d’oggi è di moda mostrare le ginocchia. Non so, non riesco a capire che logica ci sia dietro. Cosa c’è nelle ginocchia? Perché la gente vuole vedere le ginocchia degli altri? Proprio non lo capisco. Non c’è alcuna logica! È una cosa insulsa! Inizialmente non lo capivo, ma ora sì: vogliono attrarre gli uomini! Se gli uomini sono attratti dalle vostre ginocchia, ma che razza di uomini devono essere? (risate) Proprio non capisco questi uomini! (ancora risate).  Insomma gli uomini devono essere completamente vestiti, mentre le donne devono avere scoperti sia il Nabhi che questi due chakra così importanti. Questa è la moda. Domani prenderà il via la moda di radersi i capelli e tutti si raderanno. Come un gregge di pecore che non capisce, si adeguano all’avvenimento ‘collettivo’. Insomma c’è una moda e questa è, effettivamente, collettiva, e serve a dare un colpo di grazia, quanto più possibile profondo, al buon senso. Son cose senza capo né coda, cui assistiamo ogni giorno. Ho visto che persino le donne indiane residenti all’estero, anche loro cercano di copiare le mode, anche loro espongono questi due chakra e poi hanno dei problemi. È davvero sorprendente. In India non è considerato di buon augurio vedere una donna così. Ma quando vanno all’estero imparano questa grande ‘conoscenza’: come esporre il proprio corpo!

Il comportamento opposto potrebbe essere anche peggio, per esempio: “Tenete il viso coperto!” Mohammed Sahib deve avere pensato ai tempi moderni quando disse: “Copritevi il viso. Copritevi il corpo. Copritevi completamente! Così sarete protette, e gli uomini saranno salvi perché non verranno attratti”. Ritengo che questo sia andare agli estremi. Forse bisognava provarci, ma non funziona: ho visto – da come si comportano per attrarli – che anche le donne musulmane sono molto sciocche di fronte ai mariti. E come gli uomini cercano di dominarle è insopportabile.

Bene, questa è bhranti. La bhranti creata dalla Madre, da Amba. Lei crea questa bhranti grazie alla quale la gente può impazzire senza accorgersene perché, tanto, stanno andando tutti nella stessa direzione: “…e dunque che c’è di male?” – dicono. Per esempio, c’è la storia del padre che dice al figlio: “Dovunque la gente va, devi seguirla”. A un certo punto il figlio vede passare molta gente, e allora si mette anche lui a seguirla. E dove va? A un funerale! Non si può non usare il cervello! Questo lo si dice, certo. Ma noterete che le persone si comportano così: se, per esempio, molti vanno in una direzione sbagliata, chi non ha un proprio cervello, chi non ha una individualità propria, niente, li segue e basta. Non guardano cosa hanno ottenuto, cosa hanno raggiunto, quale ne è l’utilità, niente. Eppure persino quando si acquista qualcosa se ne vogliono scoprire le caratteristiche, come si trova chi l’ha comprata, come si usa, si vuole sapere tutto. Ma quando si tratta di seguire una moda, nessuno ci pensa. La moda è creata per gente sciocca. Ritengo inoltre che nella moda sia qualcosa di molto strano, una creazione della negatività con lo scopo di distruggere gli esseri umani. Dicono che siano gli stilisti. Io dico che non sono per niente gli stilisti, ma è la loro aggressività, la loro energia negativa che agisce su di voi, e chi ve lo dice è la Madre sul lato sinistro.

Lei ha sette veli, sette limiti che non vuole che voi oltrepassiate. Ma gli esseri umani dicono: “Perché no? Perché io no? Se quelli sono andati all’inferno, ci andrò anch’io!”. Bene. È già pronto, andate pure. È per questo che lei ha creato la bhranti: perché alcuni devono uscire, uscire da questa cerchia, da questo processo evolutivo. Lasciateli andare. È l’Ultimo Giudizio. È così che sarete giudicati, sarete giudicati dalla vostra stupidità.

Ho detto a molti Sahaja Yogi una piccola cosa: che alla sera occorre mettere in testa un po’ di olio, che si laverà al mattino. Invece non lo fanno. Ma se lo fate,  il risultato è che vi calmate, che dormite bene. Mettere l’olio è un’ottima cosa, ne abbiamo tutti bisogno, specialmente con questo tempo freddo, ci serve. Ma non vogliono farlo. Si trascurano. Perché pensano che poiché sono Sahaja Yogi sono protetti, che ci penserà Madre a mettere loro l’olio. Non è così. Siete voi che dovete avere cura di voi stessi. Per quanto riguarda il corpo, per quanto riguarda la mente, la responsabilità è vostra. Con Sahaja Yoga comprenderete cosa non va in voi, cosa fate di sbagliato. Intendo dire che io vi dico cose molto importanti. Per voi possono anche non esserlo, ma dovreste provare! Di fatto siete anime realizzate, in contatto con il vostro spirito, potete sentire le vibrazioni, potete capire cosa c’è che non va nella vostra persona.

Generalmente, quello che ho notato – ora molto meno – è che la gente mi parla solo di quelli che sono posseduti. “Madre, quella tal persona è posseduta”. “Madre questa persona ha una possessione”. Io dicevo: “Ma buttatele fuori! È tutto. Perché volete che mi preoccupi di loro? Buttateli fuori. Allora, dopo essere usciti da Sahaja Yoga, si renderanno conto che sono completamente lontani dalla realtà e dalla salvezza. Così vorranno tornare.” Chi vuole tornare può farlo. Ma quanti non vogliono tornare non dovrebbero mai tornare. Perché sono così pazzi che creeranno una moda di pazzia, e la gente può venirne influenzata. Anche se farsi influenzare dagli altri non è certo segno distintivo di un Sahaja Yogi. Lui può influenzare altri, ma come può essere influenzato da altri, se non per quanto riguarda Sahaja Yoga?

Sahaja Yoga è il potere del discernimento. E chi ve lo ha dato è la Kundalini. La Kundalini che è vostra Madre, colei che ora risiede nel vostro osso triangolare, che vi dà anche tutte le qualità e tutta la bellezza del vostro essere. Vi ho detto tante cose sulla Kundalini che ora non occorre le ripeta. Ma lei può anche correggere il lato sinistro. Alcuni hanno l’abitudine di piangere e lamentarsi in continuazione, di non so cosa. Ogni volta che li incontro sono in lacrime: “Cos’è accaduto?” “Madre è successo questo, è successo quello…” e così via. Mi scrivono lettere dopo lettere, parlandomi delle loro pene, dei loro guai. Ma perché? Ora siete Sahaja Yogi. Ora siete nel giardino dell’Eden, siete in paradiso. Perché pensate a tutte le cose distruttive, senza importanza? Perché?

Perché non avete ancora conquistato la vostra individualità! Invece, come Sahaja Yogi dovete sviluppare il discernimento per capire chi sono gli altri e chi siete voi stessi. Perché avete questo desiderio ansioso per certe cose? Cercate di capirlo. Cosa c’è di tanto grande in quello che desiderate? Perché volete farlo? Chiedetevelo. Si tratta di qualche possessione? È una specie di moda? Oppure è un vostro sentimento individuale?

Sto cercando di dirvi che questo vostro lato sinistro è molto protettivo. E che se siete molto aggressivi con il vostro lato sinistro verrete scaraventati da una parte all’altra, da una parte all’altra, fino all’inferno. E allora soffrirete. Perciò dovete comprendere che occorre la saggezza, che potete sviluppare proprio con l’aiuto del lato sinistro. La saggezza può senz’altro essere sviluppata. Mettiamo che ci sia qualcuno, che crede di essere un Sahaja yogi, fortemente aggressivo, venale, falso e che voi cadiate nella sua trappola  – in India lo chiamiamo un chakkar. E che una volta rimasti invischiati seguitiate ad andare alla deriva. Eppure il vostro lato sinistro vi proteggerà. Fino ad un certo punto. Ma se esagerate vi butterà fuori: “Via! Via!”.

Ora è venuto il momento per tutti voi di capire che siete tutti Sahaja yogi e avete una grande responsabilità, per cui dovreste fare ciò che la vostra coscienza illuminata vi suggerisce. Seguite la vostra illuminazione e vivete in questa luce, non saltate nell’oscurità. Così capirete anche quale persona sia giusta e a posto e quale no.

Anche in Sahaja Yoga la negatività fa il suo gioco, lo fa. E non bisognerebbe farsi coinvolgere dai pensieri negativi di qualcun altro, o da gesti o atti negativi compiuti da qualcun altro. È un avvertimento che oggi volevo dare a tutti, perché siete così vicini ora a poter gioire! Sorvegliate la vostra attenzione, guardate dove va. Ci sono tante cose belle! Per esempio i fiori, così belli. E guardate che bella decorazione è stata fatta qui, mi sento battere il cuore di gioia. Ma c’è gente che non le vede nemmeno queste cose. L’altro giorno ho chiesto ad una persona: “Chi ha sistemato quei fiori così bene?”     “Quali fiori?”      “Quelli che erano lì!”  “Ma quali?”  Ho detto il nome di quei fiori.  “Non li ho proprio visti!”  Ma dove stavi guardando, se non hai potuto vedere quei fiori?! Il fatto è che i vostri occhi sono così stupidi che non possono vedere la bellezza, sono ingolfati da troppe cose negative.

E dunque la Dea deve uccidere tutti i rakshasas. Non so quanti ne abbia uccisi, e sono tornati. E ancora la gente ne resta intrappolata. E la cosa va avanti così… questi rakshasas esistono e siete voi a doverli individuare con assoluta precisione. E ditelo alla gente: “Ma dove andate? Quello è un rakshasa! Che ha mai fatto, che ha mai raggiunto?”. È ora che parliate così, apertamente. Potrete allora salvare tanta gente, che va da questi demoni, che si presentano con tali vesti che non è facile scoprirli. Saranno distrutti, uno per uno. Ma quando sono nel cuore di così tanta gente, come si fa a distruggerli? Sta dunque a voi denunciare quello che questi demoni stanno facendo. Io conosco i loro trucchi, ma il brutto è che gli esseri umani ci cascano. Insomma dovete essere più abili nel capire cosa vi succede dentro. Ponetevi sempre la domanda: “Perché? Perché mi sento attratto da questa cosa? Che ci ricavo?” Vi renderete conto che dopo esser venuti in Sahaja Yoga avete guadagnato così tanto! E avete ancora qualche idea falsa e negativa, ma perché seguirla? Questo è quel che i Sahaja Yogi devono fare, perché non sono responsabili solo degli altri, ma anche di se stessi.

La cosa più dolce che si dice sulla Madre è che vi dà la shraddha. Shraddha potremmo tradurla con ‘fede’. Aver fede – in senso giusto, non sbagliato: c’è chi trae grandi vantaggi se avete una fede sbagliata. Ma la fede è importante, ed è la Madre che, tra gli altri doni, vi dà anche questo. Un dono che dà tanta gioia. La fede dà tanta gioia.

Ma nessuno ha avuto fede in un’Incarnazione mentre questa era in vita. Non le hanno mai credute. Cristo l’hanno crocefisso, nessuno s’è levato a dire: “Perché lo crocefiggete?” Tutti così! Nessuno che abbia avuto la fede necessaria per levarsi e opporsi. Si è capaci di combattere per il proprio paese, per la propria religione, per qualunque propria stupidaggine, ma: “Quell’uomo – quest’uomo!- è realmente la Verità, è davvero un’Incarnazione” nessuno lo dirà.          Dunque ieri sono rimasta sbalordita, incantata nel vedere lo spettacolo che ci hanno proposto. Insomma non era facile guardarmi, ed essere di fronte a me stessa. Anche se è la Verità, certo, lo so. Ma non era facile essere di fronte a me stessa. Sono troppo umile per accettare una cosa così. Ed è stato molto, molto ben fatto, è stato uno spettacolo che ha mostrato una grande creatività. E tra le tante cose, devo per prima dire che gli inglesi hanno una straordinaria capacità di fare teatro, hanno avuto gente come Shakespeare e tanti altri, e proprio non riesco a capire come siano riusciti sempre così bene. Ma ieri è stato toccato un vertice di perfezione. Tanto che dopo non riuscivo a dire una sola parola. Ero incantata e sbalordita. Quale verità hanno rappresentato!

Ma per il tempo di questa mia vita, voi non avrete dubbi, se avete un po’ di senso. Perché stanno accadendo talmente tanti miracoli! Per parlare solo di oggi, qualcuno mi ha detto di una signora malata di cancro, che aveva anche un’ulcera e altre complicazioni, che dopo aver preso la realizzazione è andata in ospedale e non aveva più nulla. Stanno accadendo tali miracoli, a parte tutto il resto! E poi ci sono – e questo non era mai accaduto – ci sono le mie fotografie dove si vedono cose incredibili. Anche gli scienziati ne sono stupiti, e non capiscono come possano venire così. In una si poteva vedere shri Ganesha – realmente! Solo in una macchina fotografica è venuto. Tutto questo è solo per voi, perché abbiate fede. Perché poi, quando non c’è più… Per esempio, il caso del Cristo: ora tutti vanno in chiesa. Shri Rama non c’è più, così tutti ne cantano le lodi; shri Krishna non c’è più, così tutti: “Hari Rama, Hari Krishna”. Ma quando è lì, Sakhat [è presente], quando l’Incarnazione è sotto i vostri occhi, non la accettate. Forse perché non credete di esserne degni, di meritarla. Forse.  Già è… non so, è molto difficile capire gli esseri umani! Quando un’Incarnazione è di fronte a loro, loro non credono. Quando l’Incarnazione non c’è più, allora la fede arriva. È proprio strano, no? Sempre, se guardate tutta la storia della spiritualità, sempre è andata così. Gyanadeva mostrò dei miracoli, eppure solo chi era saggio, solo chi era ragionevole e di buon senso potè capire e credere. E queste persone sono sempre state così poche che le Incarnazioni sono state crocifisse, assassinate, uccise. Hanno provato a far questo anche con me, ma, come sapete, in questa vita io sono venuta in tutti gli Aspetti, e nessuno può distruggermi, a meno che non sia io a voler smettere. Nessuno. Amore, affetto, compassione, questi sono i poteri e le energie, ma poi c’è anche un potere che corregge drasticamente certa gente.

Insomma, per quanto vi riguarda, il non aver fede in Sahaja Yoga mostra una totale vuotezza: voi avete visto quelle fotografie, avete visto tutto, sapete dei miracoli, sono accaduti a voi. Per voi Sahaja Yoga è un fatto, un’esperienza reale. Nonostante questo la vostra fede è così debole. É la Devi che vi dona la fede, dovete perciò pregarla, dovete cadere ai suoi piedi, adorarla e chiederle: “Madre, dacci questa fede…” e con questa fede, vi sorprenderete, ma qualunque persona abbia questo tipo di fede, se mi chiede: “Madre, ti prego, fa questo!”-  accade. Accade, così. Questo è il diritto acquisito da chi ha fede: può chiedere qualunque cosa. Funziona. Ma prima la fede deve essere forte, solida. Deve essere reale. Se è reale e profonda, potete ottenere qualunque cosa. Non certo le cose sbagliate, ma quelle buone. Cercate perciò di sviluppare questa fede, che di per sé vi darà una tale gioia, una tale  felicità, vi sentirete partecipi, coinvolti, e non vorrete più uscirne.

Dunque la cosa più grande, la benedizione più grande del lato sinistro è la fede. Una fede pura. Fede potrebbe anche essere tradotto con vishwas [fedeltà], ma no, fede è shraddha. Shraddha vuol dire qualcosa che sta dentro, che non ha dubbi, che non deve far nulla, c’è e basta. Sviluppate perciò fede in voi stessi e in Sahaja Yoga. Se avrete una fede forte, molti sarano i miracoli che vedrete. Ma se nonostante i miracoli, nonostante tutto, ancora non capite, ebbene, allora è una vostra scelta.

Che Dio vi benedica!