Mahashivaratri Puja

New Delhi (India)


Send Feedback
Share

 

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I

Mahashivaratri Puja

Delhi, 25 febbraio 2001


Oggi ci troviamo qui per celebrare Mahashivaratri. È un grandissimo privilegio per tutti noi comprendere Shri Mahadeva. Finché non avete ottenuto la Realizzazione del Sé non potete comprendere la grande personalità, il carattere e i poteri di Shri Mahadeva. Non è facile concepire la sua grandiosità e neanche raggiungere la sua profondità, se non si è umili. Occorre essere molto umili per arrivare ai Piedi di Loto di Shri Mahadeva. Inoltre, come avete visto, bisogna addirittura attraversare il Sahastrara per essere ai piedi di Loto di questa grande personalità. Egli è al di là, oltre tutti i nostri concetti mentali, ma risiede nei nostri cuori in quanto Spirito e si riflette molto bene quando ottenete la Realizzazione.

Anche allora, però, occorre comprendere i poteri di Shri Mahadeva. Non è molto facile descrivere questo grande Dio in poche parole. Il primo potere che ha è di essere un Dio molto indulgente. Egli perdona! Perdona tanti nostri peccati, tante nostre attività distruttive, le nostre menti orribili che cercano di causare problemi a tutti; ma fino ad un certo punto! Egli ha l’enorme potere di distruggere. La sua opera distruttiva avviene così all’improvviso perché egli controlla tutti gli elementi. Governa tutti gli elementi, governa la Madre Terra e tutti gli altri elementi. Li dirige attraverso la loro sostanza causale e può distruggere tutto ciò che vuole se scopre che c’è un problema.

Devo dirvi che i terremoti sono  diretti da lui, non da me. Io non sono qui per distruggere. Egli vede cosa sta accadendo sulla terra, cosa sta accadendo agli esseri umani. Vi farò l’esempio del Gujarat. A parte tutto, la gente del Gujarat è molto orientata sul denaro, si preoccupa della Borsa, di questo, di quello e nient’altro che di denaro, denaro, denaro, denaro. Anche se si trovano all’estero sono estremamente interessati al danaro.

A volte mi sorprende come sia impossibile parlare loro di Sahaja Yoga, mentre amano cose artificiali come certi falsi guru o altre persone del genere.

Non so proprio da dove abbiano preso. Comunque sia, nel Gujurat c’è una provincia chiamata Bhavnagar. La gente di Bhavnagar è venuta  e mi ha portato queste pantofole d’argento, padukas, perché le vibrassi.

Ero sorpresa, per non dire felice, che ci avessero pensato. Hanno celebrato un Puja, hanno fatto un Havan a Bhavnagar ed anche a Baroda. Queste sono le  due località che non sono state neanche toccate dal bookambh, neanche sfiorate dal terremoto. Pensate! Mentre Surat, che è molto distante, è andata completamente distrutta. I pochi Sahaja Yogi che ci sono si sono salvati  tutti e neanche le loro case si sono mosse. Questo fatto è a metà tra la protezione di vostra Madre e la furia di Dio Onnipotente.

Occorre comprendere molto bene che egli ha  potere su tutti gli elementi. Quando sono andata in Francia alcune persone di laggiù hanno cercato di crearmi dei problemi. Tutti i media mi hanno dato addosso e alla televisione, ovunque, dicevano cose di ogni genere contro di me. Sapevo che sarebbe accaduto qualcosa e, all’improvviso, dal mare si levò una grande – non so come chiamarla – una grande burrasca, improvvisamente. Nessuno sa perché. Due navi colarono completamente a picco e quanti andarono a soccorrerle hanno contratto il cancro. Poi ha iniziato a spostarsi velocemente e tutte le chiese sono state scoperchiate tutte le chiese hanno perso il tetto e tante case di preti sono andate in rovina. Ha continuato a spostarsi fino al luogo in cui avevo acquistato un grandissimo castello e si è fermata, si è fermata proprio al limite. Devo assicurarvi che non sono stata io, ma è opera sua. Sebbene egli sia molto indulgente, estremamente delicato, pacifico, tuttavia dovete rendervi conto dei suoi poteri.

Tutti questi poteri sono usati per proteggere il mio lavoro. Quando eccede è per dimostrare alla gente che non dovrebbe ostacolare l’opera della spiritualità. Ma deve trattarsi di spiritualità vera, non di qualche falso guru che salta fuori a parlare di qualcosa di magico o complicato. Se invece avete una spiritualità vera, ci sarà sempre la sua protezione e Shiva vi darà molte benedizioni. Egli concede molte benedizioni e ciò che vi ha concesso è anche più bello di quanto poteste pensare. Egli è clemente al massimo, devo dire che è la sorgente stessa del perdono. Se avete il perdono nel cuore, egli risiede nel vostro cuore.

Diversamente, per gradi, svilupperete malattie molto difficili. Se perdonate, il vostro cuore funziona molto in fretta, nessuno può toccarlo, non potete avere attacchi di cuore. Se invece tollerate, soffrite e vi assumete la responsabilità di molte cose come se fosse in vostro potere risoverle, facendo  poi cose sbagliate e dimenticando Dio, anche voi svilupperete un cuore molto debole. Quindi, da un lato sviluppate un cuore estremamente aggressivo che può diventare come quello di Hitler. Se, con qualsiasi pretesto, torturate qualcuno, il vostro cuore si solidifica e potete essere colpiti da un attacco cardiaco incredibilmente forte e da tutti i problemi che ne derivano. È inevitabile. Ma supponiamo che siate estremamente tolleranti e che tolleriate ogni cosa assurda, che siate molto docili, che siate persone paurose. Se siete paurosi, è per paura che lo fate, allora potete sviluppare un altro problema di cuore che si chiama angina in cui si accumula un eccesso di sangue e finite per sviluppare una specie di senso di colpa e condurre una vita davvero mediocre.

Anche questo aspetto sottile è evidente tra le persone che pensano di essere molto, molto tolleranti. Intendo dire che la tolleranza è una cosa buona se deriva dalla spiritualità, non perché siete spaventati e avete paura di qualcosa. Se siete Sahaja Yogi non avete motivo di avere paura. In India la gente ha paura di tutto! Possono vedere uno scoiattolo ed esserne spaventati (ride). Se vedono una lucertola è finita! Voglio dire che hanno paura di tutto e le donne indiane hanno paura anche degli scarafaggi! Un temperamento di questo tipo  è assolutamente stupido perché vi predispone all’angina. Che c’è da avere paura? Se siete un Sahaja Yogi o una Sahaja Yogini, non dovete avere paura di nulla. Hanno paura dei topi, di sciocchezze di ogni genere e se ne vantano, ne parlano, e così il cuore diventa sempre più debole.

Devo anche dire che gli uomini indiani sono responsabili di questa situazione, perché trattano le donne come se fossero cose inutili o una specie di peso. Non so chi credano di essere. Il loro comportamento è così crudele, da non credere! Specialmente nell’India del nord ho visto che le donne non godono di alcuna considerazione. La donna è portata a casa, tenuta in casa proprio come una cameriera, deve coprirsi sempre il viso, non deve andare da nessuna parte senza permesso; è terribile! Alcuni dicono che sia l’influenza musulmana o qualcosa del genere. Ma quando credete nella vita eterna, nella vita spirituale, non dovreste essere dominati da nessuna di queste assurde atrocità.

È per questo che sento che avete davvero bisogno dell’emancipazione delle donne, in India. Esse sono molto buone, molto tolleranti, sono molto dolci, ma sviluppano tutte gravi malattie, malattie mentali di ogni tipo perché non conoscono il loro vero valore, non conoscono il rispetto di sé. Di questo ho già parlato a lungo. Perché gli uomini devono comportarsi così? Credo che nel nostro paese le donne siano almeno il settanta per cento e, nell’India settentrionale, l’energia del settanta per cento della popolazione viene sprecata. Non so cosa pensino di se stessi, ma poi saranno puniti. Tutti questi paesi non potranno mai prosperare perché le donne sono le Lakshmi, però devono essere Lakshmi, devono anche comportarsi come Lakshmi. Invece alcune di loro saltano fuori in modo tale da sbalordirvi. Come possono essere delle donne se sembrano diavoli? Anche questo squilibrio della società viene punito da Shri Mahadeva.

Egli è molto gentile, si prende cura delle persone che devono soffrire e prova a punire chi le fa soffrire. È la sua caratteristica aiutare distruggendo le persone aggressive. Egli non parla di nessuna Kundalini, non parla di Realizzazione del Sé, punisce e basta, con esattezza! In modo così tremendo da sconvolgere! A volte allevia le sofferenze della gente: ho visto che molte donne che vivono così, soffrono parecchio e muoiono prematuramente. Occorre vedere tutto  nella giusta prospettiva. Egli è qui per proteggere, naturalmente, ma soprattutto per distruggere. Protegge tutti gli animali, tutti gli uccelli, protegge la natura. È lui che concede tutta la gioia della spiritualità, ma se vi azzardate a diventare aggressivi vi distruggerà. Per convincere le persone, talvolta lascia la corda più lunga così che esse credono di essere a posto.

In occidente, al contrario, penso che le donne dominino gli uomini più di quanto gli uomini  dominino le donne. È davvero sorprendente. Non so come abbiano gestito la situazione ma sono dominanti, sempre, e gli uomini devono restare sotto la loro influenza. Non so come ci siano riuscite, ma lo fanno! Non sono umili. Non amano e continuano a divorziare dai  mariti, in continuazione. Non amano! Non sanno cosa sia l’amore. Ho visto che anche gli uomini in India non sanno cosa sia l’amore, non sanno amare le proprie mogli che sono le compagne della loro vita. Non capiscono come rispettarle. A questo punto subentra una grande ira e quest’ira agisce in tanti modi, determinando orribili malattie e creando a questi uomini problemi su problemi.

Anche la società è responsabile di ogni genere di azioni ai danni delle persone umili. In entrambi i casi, dovete capire che se siete aggressivi siete sotto il controllo del Terzo Occhio di Shri Mahadeva. Comunque siate aggressivi, per esempio con i vostri servitori; se siete aggressivi con i vostri dipendenti; se siete aggressivi con i vostri figli, c’è questo Dio pieno di sdegno che osserva e si può subire l’incantesimo della sua distruzione.

Ma ci dà anche le grandi altezze dell’Himalaya. Rende gli esseri umani meravigliosi, nobilissimi e vuole che le persone si amino reciprocamente. Dovrebbe esserci amore puro tra gli uomini. Egli fa anche in modo che vi comportiate con molta delicatezza nei confronti degli altri, che vi comportiate con molta dolcezza.  Se non lo fate, state andando nella direzione sbagliata.

Il più grande privilegio è che vi dà l’elevatezza e la profondità. Se lo adorate svilupperete una tale elevatezza che vi farà osservare da testimone  il mondo intero.

Egli vede tutto il mondo come sakshi-swarupa. Egli è la conoscenza, la pura conoscenza. Potete ottenere la Realizzazione, d’accordo, potreste sentire la brezza fresca sulle mani, d’accordo, ma avete la conoscenza? Devo dirvi cosa significhi libertà, cosa significano le mani, cosa sono le vibrazioni, devo dirvelo. Egli è questa conoscenza, è la conoscenza  pura, la conoscenza completa, del livello più elevato.

Egli è la fonte della conoscenza. Chi non è umile non può ottenere questa conoscenza.

Le persone arroganti e che non trattano gli altri con delicatezza, con dolcezza, con bei modi, non sono benedette da lui.

Non potranno ottenere niente nella vita. Cos’è che dovete ottenere? Non una posizione, non delle ricchezze, non tutte queste cose esteriori, ma dovete ottenere un cuore amorevole, un cuore con il quale poter amare.

Se c’è Shiva nel vostro cuore, amerete tutti in  modo davvero sublime. Non esisteranno idee assurde sull’amore, ma soltanto amore puro, amore puro per tutti. Grazie a questa benedizione tutta la vostra asprezza se ne va. Voi, per esempio, se avete un potere piccolo, un potere modesto, iniziate ad abusarne. Guardate Shiva, egli ha tanti di quei poteri! Se ne abusasse non sarebbe rimasto neanche un filo d’erba su questa terra. Sapete bene quanto siete corrotti, egoisti, eppure lui vi concede una possibilità: “Stiamo a vedere, potrebbero migliorare”. È molto generoso, generoso al massimo; è molto indulgente ed anche estremamente generoso.

Supponiamo che ci siano delle persone che vivono nel deserto, che siano delle brave persone e che soffrano della vita nel deserto: creerà per loro un’oasi, perché lui controlla la Madre Terra. Può fare qualsiasi cosa per renderli felici, se sono persone spirituali, se lo onorano. Ma gli esseri umani sono così sciocchi che continuano a lottare anche nel nome di Dio. Per esempio, nel sud abbiamo due tipi di persone, uno che venera Shiva e uno che venera Vishnu. Pensate un po’! Vishnu venerava Shiva! Nessuno sta più in alto e nessuno più in basso. È così importante, ogni cosa è importante. Ma loro lottavano su questo punto, se dovessero venerare Shiva o dovessero venerare Vishnu e non riuscivano ad avvicinarsi  alla realtà. Non sapevano cosa fosse la realtà, niente, lottavano, lottavano, lottavano soltanto.

Quanti combattono nel nome di Dio, Shiva li raggiunge e li colpisce con il suo tridente. Non siete qui per combattere nel nome di Dio, ma per amare e comprendere. Queste lotte nel nome di Dio non hanno senso. Non solo, ma sono molto, molto pericolose. Tutte le persone che lo fanno saranno distrutte, si tratta di autodistruzione, saranno distrutte completamente.

Dovreste capire che nel nome di Dio si deve amare, dovete capirlo. Non c’è bisogno di tollerare le cose senza senso, è una cosa diversa, ma dovete amare la gente, diffondere il vostro amore. Gradualmente questo amore potrà espandersi in tutto il mondo e allora potrò vedere l’avverarsi della mia visione. Ma lotta, odio, aggressività di ogni genere sono contro Shiva e questa gente sarà distrutta. Che cosa farò per loro? Cosa ci potrò fare se saranno distrutti? Se si tratta di persone molto interessate al denaro, materialiste, che non amano, che amano soltanto il denaro, saranno tutte distrutte, non vi è alcun dubbio.

Occorre essere non solo umili, ma estremamente amorevoli; per ricevere le benedizioni di Shiva dovete essere estremamente amorevoli. Persone di questo tipo possono non essere molto abili o intelligenti, ma possono essere molto innocenti. Devono esserlo, perché quando si ama qualcuno si desidera aiutarlo. Anch’io ho sofferto, ho tentato di aiutare delle persone e mi hanno ingannata. E allora? È la loro natura e saranno distrutte, cosa posso farci? Non ho chiesto io di ingannarmi, ma mi hanno ingannato, non so perché. Sono  stata molto gentile e benevola, eppure mi hanno ingannata. E se la conseguenza è la distruzione, cosa posso farci?

Non voglio che nessuno sia distrutto, amo questa mia creazione, ma non ho alcun mezzo per proteggerli se sono distruttivi, perché esiste un altro grande potere che può distruggerli. Allora vedete, sono in una condizione assolutamente indifesa, talvolta lo sento e non so come esprimermi, ma occorre capire che, in quanto Sahaja Yogi, con l’amore di Shiva e con le sue benedizioni potete diventare estremamente amorevoli, estremamente generosi, molto, molto dolci e innocenti come bambini.

Dovete essere innocenti. Non occorre essere molto abili ed intelligenti e vi stupirete di come la vostra innocenza sarà protetta. Se siete innocenti non dovete preoccuparvi: c’è un potere, il Terzo Occhio di Shiva che bada a voi. Dovunque andiate egli è con voi. Questo non significa diventare stupidi, non significa  non essere persone pratiche, ma tutto questo, tutto l’onere del lato pratico è assunto dal potere di Shiva. La sua guida, il suo amore, la sua benevolenza, potete vederli in tutti, tutti i passi della vita.

Ma innanzi tutto, osservate i vostri passi! Siete aggressivi? Siete molesti? Dite cose dure agli altri? Oppure siete umili? Siete gentili? Se siete gentili egli è molto compiaciuto.

Nella natura sono le sue regole ad agire e tutti vivono in modo sistematico, vivono con  comprensione reciproca. Se, per esempio,  andate nella giungla e c’è una quiete assoluta e non sentite neppure gli uccelli cinguettare, dovreste capire che deve esserci una tigre accovacciata. Poiché è il re, sanno che devono obbedire e, quando c’è il re, questo è il protocollo. Loro sanno istintivamente qual è il protocollo del re. Neanche si muovono se c’è lui. Sta seduto in tutta la sua maestà. Poi dopo una settimana o magari quindici giorni ucciderà un animale perché deve sfamarsi. Uccide un animale soltanto e lui e la sua famiglia mangiano per primi. Aspetta  un po’, naturalmente, perché il sangue coli fuori, quindi l’intera famiglia va a mangiare, dopodiché lascia là il corpo. Allora, per gradi, uno ad uno, tutte le specie di animali vengono a mangiarlo come un prasad. Per ultimi arrivano i corvi. Che disciplina, che capacità di comprendere il protocollo! Sono stupefatta di come gli animali siano diretti da Shiva.

Non sentirete mai parlare di animali che fanno  sciopero o che hanno formato una grande associazione criminale! Non sentirete dire che gli animali rubano. E pensare che noi veniamo da questa vita animale, ma siamo peggiori di loro. Come potremo elevarci se abbiamo tutte questi strani comportamenti che ci portano a combattere? Ad ogni più piccolo pretesto si lotterà, si inizierà a combattere. Anche gli animali combattono un po’ tra loro, ma non in modo collettivo. Non lo fanno in modo collettivo come facciamo noi. È vero che alla minima provocazione ci raggruppiamo e iniziamo a combattere. Gli animali si riuniscono in gruppi ma non combattono. Qual è il motivo? Ogni cosa viene talmente ben compresa dagli animali, perché dunque, non riusciamo anche noi a capire le leggi della natura?

È Mahadeva che controlla che tutte le leggi della natura siano rispettate. Anche la Madre Terra, il cielo, ogni cosa sono sotto il suo controllo. Egli crea per noi cose belle,

piacevoli, meravigliose. Con il mutare delle stagioni crea questi magnifici fiori, crea tutto ciò che è calmante, fonte di gioia, meraviglioso e se ne prende cura. Ci mostra ciò che la natura ci ha dato e cerca di farci piacere, di renderci felici, di divertirci come un bambino innocente. Ma mentre siamo lì, a causa della nostra arroganza reagiamo per qualsiasi cosa. Vedete un tappeto e direte: “Non mi piace!”. Specialmente in Occidente è una cosa molto comune dire: “Non mi piace”. Ma chi siete voi per dire che qualcosa vi piace o non vi piace? Chi credete di essere? È molto comune e diranno sfacciatamente: “Non mi piace questo, non mi piace quello….”. È impossibile! Questi esseri umani, non so dove andranno a finire, cosa sarà di loro. Invece di apprezzare, invece di gioire di qualsiasi cosa, criticano e reagiscono.

La reazione avviene maggiormente in Occidente, devo dire, non tanto in India. Esistono alcune differenze culturali, credo, per cui la gente parla così. Qui se qualcuno si esprime in questo modo, si penserà che è matto o che c’è qualcosa che non va in lui, nel suo modo di parlare.

È importante come esprimete il vostro amore, come parlate dell’amore. Iniziate con vostra moglie, tanto per cominciare, e poi potrete rivolgervi ai vostri figli e agli altri. Talvolta siamo così stupidi che amiamo il mondo intero ma non riusciamo ad amare nostra moglie! È una specialità! In India questo è molto vero, ma anche in Occidente ho visto che la gente ama la moglie per paura, per timore del divorzio forse, non so. L’amore non dovrebbe avere paura, dovrebbe essere un amore ‘libero’, libero da paura, libero da aggressività. Gioite di questo amore puro. È questo che manca al giorno d’oggi negli esseri umani.

 Quando verrà il giorno in cui gli esseri umani comprenderanno la bellezza dell’amore, dai cieli pioveranno fiori su di loro, sarà un giorno incredibile quando Mahadeva potrà chiudere il suo Terzo Occhio e sarà pieno di pace nel cuore. È la mia visione del vostro futuro: vedere con quanta serenità saprete parlare alla gente, in che modo dolce saprete amare gli altri, quanto saprete dare agli altri.

Per esempio, certe persone se devono fare un regalo andranno al mercato a comprare la cosa più economica, la più brutta da regalare.

Non è questo il modo. Grande o piccola, di qualunque cosa si tratti, dovete acquistarla con amore! Quell’oggetto dovrebbe esprimere il vostro amore, parlare del vostro amore e non del denaro che avete speso. Al giorno d’oggi è molto comune, anche in India, che la gente cerchi di esibire la propria importanza, gli abiti, gli ornamenti. Perché? A che scopo? Ho conosciuto gente di questo tipo, davvero molta, e quando muore non ci sono neppure quattro persone disposte a trasportare le loro spoglie! Quando erano vive avevano un’altissima opinione di sé, ma in quel momento dovreste vedere quanti sono quelli che le amano, che se ne prendono cura. Può essere a causa dell’educazione, forse, che non abbiano mai conosciuto l’amore. Potete dare la colpa a qualsiasi cosa.

Ma per i Sahaja Yogi è importante apprendere che l’amore è la vostra vita, l’amore è spiritualità e amore di fare qualcosa senza aspettative. So che alcuni sono molto bravi ad aiutare i poveri, questo, quello…. Pensano: “Oh, come siamo grandi, facciamo questo e quell’altro lavoro!”, ma è soltanto per soddisfare il proprio potere, non il loro amore. Quando lavorate, invece, dovete capire che è solo per soddisfare il vostro Spirito, solo per soddisfare il vostro amore che lo fate, non per qualche tornaconto o qualche riconoscimento.  Se avete questo amore distaccato, virakta come lo chiamano, nessuno deve darvi un attestato. Lo avete già e ne gioite!

Sfortunatamente devo parlare in inglese e forse qualcuno non lo capisce ma, al giorno d’oggi, l’inglese è diventato la lingua dominante. Che fare? Dovete spingere la gente ad impararlo. Non posso parlare in nessun’altra lingua. Ma occorre parlare il linguaggio dell’amore. Guardate gli animali, guardate, se avete un cavallo o un cane, come tutti questi animali capiscono il vostro amore, come vi sono affezionati, come esprimono il loro amore; sono molto dolci. E l’amore lo impariamo da loro, credo. Diversamente, non so come far capire il valore dell’amore. Non certo dal modo in cui la gente ci critica dicendo che non siamo persone pratiche, che non abbiamo ottenuto molto denaro o potere o qualcosa del genere. Questo non è importante perché di questa merce ce n’è già tanta al mercato.

Ma noi siamo diversi, siamo i gioielli dell’umanità e dobbiamo essere così, risplendere, tagliando via tutte le cose sbagliate dentro di noi così come un diamante viene tagliato per apparire qualcosa di molto, molto grande.

Il mio unico desiderio, ammesso che io abbia desideri, è che cerchiate di imitare le qualità di Shri Mahadeva, la sua grandezza, il suo distacco, il suo assoluto distacco. Egli vive di ossa e cose del genere, non si preoccupa di dove si trova, di cosa vivere, di cosa ha, di niente. È distaccato e noi dovremmo esserlo altrettanto.

Allo stesso tempo dovremmo essere molto amorevoli, veramente amorevoli, come lui. Quanto è pieno di amore per gli altri il suo cuore, come si prende cura degli altri! Vi sto mettendo in guardia perché so che mi amate tutti tantissimo, ma dovreste anche amarvi reciprocamente, avere un cuore amorevole e provare soddisfazione nell’amare gli altri. Se saprete sviluppare questo, il vostro livello crescerà, la vostra profondità in Sahaja Yoga crescerà. Certamente, la Dea vi concede la Shraddha, ma la profondità della Shraddha, in sanscrito – in hindi non so, ma in marathi la chiamano dyas (shraddha). Sprofondati in questo amore, imbevuti di questo amore, pieni di gioia grazie a questo amore, non desiderate niente altro. Che cosa volete? Avete tutto, cosa volete ancora? Proprio come la grandiosità di Shri Mahadeva. Egli è così grande che è distaccato. Cosa può volere? Non c’è nulla più grande di lui, niente è più importante di lui. Allora cosa vuole? Non vuole nulla, è per questo che è distaccato. Dovete sviluppare questo distacco.

Allo stesso tempo è il Signore di tutte le arti, della musica, del ritmo. L’altro giorno avete visto quei ragazzi che suonavano strumenti ritmici. Egli dà tutto il ritmo ad ogni cosa; il ritmo alla nostra vita, ma non ne siamo consapevoli. Guardate un bambino: nasce esattamente dopo nove mesi e un certo numero di giorni, chi mantiene questo ritmo? Inoltre abbiamo certi fiori in un certo periodo, nella natura abbiamo tutte le stagioni. Chi mantiene il ritmo? È lui il ritmo! E questo ritmo è mantenuto nella natura, in ogni cosa c’è un ritmo. Una persona ritmica è quella che ha un cuore grandissimo! È come un oceano.

Questo ritmo viene disturbato immediatamente se scoprite che qualcuno è molto crudele, paranoico. In un lago rinfrescante, meraviglioso, pieno di pace, non ci sono increspature ma soltanto amore. E se in quel momento, il ritmo, il ritmo silenzioso di questo cuore si interrompe, interviene Shiva. Occorre avere un senso completo del ritmo del tempo, del ritmo della natura, del ritmo di qualsiasi cosa. La gente non conosce neppure il nome dei fiori. Non sa che fiori siano questi né in che stagione spuntino. Non ha nessuna idea di quale sia il ritmo della propria esistenza; nessuno se ne preoccupa.

Dovunque, se guardate, ci sono stagioni e cose. Tutto il ritmo, come un suo concerto con una tabla o pakwaj (strumenti a percussione) su cui suoni tutti i meravigliosi toni di tutte le stagioni. È così che la natura fiorisce, si espande e sfiorisce.

Noi non cogliamo questo punto, ci preoccupiamo soltanto di noi stessi. Se per esempio chiedo: “Come stai?” – “Madre, ho mal di testa, ho un problema di stomaco, ho un altro problema” ….Qualsiasi cosa. Ma un altro direbbe: “Ah, sto bene!” – “Allora che c’è?” – “Mamma, rimetti a posto il mondo! Madre, perché non metti il mondo sulla retta via?”. Si preoccupa per gli altri, non di se stesso. Se si capisce cosa fare per rendere questo mondo felice, meraviglioso, occorre lavorare molto duramente, per così dire, e così facendo si pensa: “Non è forse nostro dovere rendere questo mondo meraviglioso? Non è forse compito nostro rendere questo mondo ritmico, in sintonia con lo Spirito?”. È un vostro dovere. Dovete farlo! Non limitandovi a fare Sahaja Yoga solo per voi stessi, ma per gli altri. Non dovete stare sempre a preoccuparvi soltanto di voi, ma dovete preoccuparvi degli altri, di cosa accade nel mondo: questo è amore! Questo amore è spontaneo e, quando agisce, fa miracoli.

È una splendida serata, questa in cui adoriamo la grande sorgente della nostra ascesa. Spero che comprenderete fin dove siete arrivati con questa forza, quanto siete imbevuti di questa forza, di questo ritmo di Shiva che, nel suo modo ritmico, vi dà le vibrazioni. Le vibrazioni fluiscono nel nostro modo di vivere e, in tal modo, dovrebbero inondarvi completamente. Inoltre dovreste chiedere che la vostra identità venga dissolta in questo modo e con questo vi benedico. Grazie

Oggi faremo un Puja a Ganesha, un breve Puja a Ganesha, poi un Puja a Shiva e quindi il Puja alla Devi.

Che Dio vi benedica.