Puja di Pasqua Istanbul (Turkey)

Puja di Pasqua, Istanbul, Turchia, 21 Aprile 2001. Oggi siamo qui riuniti per celebrare il puja di Pasqua.Uno dei giorni più importanti della storia della spiritualità è stato quando il Cristo è risuscitato dalla morte. È molto significativo e simbolico che, anche in Sahaja Yoga, ciò che abbiamo fatto è risorgere dalla morte alla vita. Dobbiamo comprendere che il messaggio per tutti noi, per il mondo intero, è la resurrezione. Noi stessi dobbiamo operare la nostra resurrezione. Gesù non aveva alcun bisogno di farlo, ma Egli era un modello: un modello di santo, un modello di anima realizzata, un modello di personalità venuta dal Regno dei Cieli per salvarci. Questa resurrezione è parte integrante anche delle nostre vite. Il fatto che dal punto di vista della consapevolezza fossimo perduti, è estremamente simbolico. Non avevamo alcun controllo su noi stessi, non comprendevamo in quale direzione ci indirizzasse la nostra mente. Non c’era equilibrio tra la nostra mente e il nostro fisico, non avevamo più equilibrio qualsiasi tipo di vita conducessimo, ci avventuravamo a caso su qualsiasi percorso ritenessimo giusto. Non c’era alcuna saggezza al riguardo. Gesù era, veramente, l’incarnazione di Shri Ganesha. È un compito molto arduo quello che ha svolto. Persuadeva le persone che erano completamente ignoranti in materia di spiritualità, che conoscevano solo il denaro e nient’altro. E’ venuto in un tempo in cui la gente non aveva alcuna idea della spiritualità, nel modo più assoluto. Tuttavia, in qualche modo, tutto ha funzionato così perfettamente che la gente ha Read More …