Puja di Pasqua

Istanbul (Turkey)



Feedback
Share

Puja di Pasqua, Istanbul, Turchia, 21 Aprile 2001.

Oggi siamo qui riuniti per celebrare il puja di Pasqua.
Uno dei giorni più importanti della storia della spiritualità è stato quando il Cristo è risuscitato dalla morte. È molto significativo e simbolico che, anche in Sahaja Yoga, ciò che abbiamo fatto è risorgere dalla morte alla vita. Dobbiamo comprendere che il messaggio per tutti noi, per il mondo intero, è la resurrezione. Noi stessi dobbiamo operare la nostra resurrezione. Gesù non aveva alcun bisogno di farlo, ma Egli era un modello: un modello di santo, un modello di anima realizzata, un modello di personalità venuta dal Regno dei Cieli per salvarci.

Questa resurrezione è parte integrante anche delle nostre vite. Il fatto che dal punto di vista della consapevolezza fossimo perduti, è estremamente simbolico. Non avevamo alcun controllo su noi stessi, non comprendevamo in quale direzione ci indirizzasse la nostra mente. Non c’era equilibrio tra la nostra mente e il nostro fisico, non avevamo più equilibrio qualsiasi tipo di vita conducessimo, ci avventuravamo a caso su qualsiasi percorso ritenessimo giusto. Non c’era alcuna saggezza al riguardo.

Gesù era, veramente, l’incarnazione di Shri Ganesha. È un compito molto arduo quello che ha svolto. Persuadeva le persone che erano completamente ignoranti in materia di spiritualità, che conoscevano solo il denaro e nient’altro. E’ venuto in un tempo in cui la gente non aveva alcuna idea della spiritualità, nel modo più assoluto. Tuttavia, in qualche modo, tutto ha funzionato così perfettamente che la gente ha iniziato a comprendere che Egli ci ha comunicato l’importanza della resurrezione.

Egli sapeva che, quando avviene la resurrezione, la Kundalini si alza e vi connette all’Energia Divina, che è onnipervadente. A quel punto iniziate a comprendere che c’è un’altra vita che trascende quella che conducevate prima. C’è un altro tipo di vita, una vita più elevata, che vi connette all’Energia Divina. Poi questa Energia Divina vi dà la verità assoluta. Se crescete ancora, conoscerete la verità assoluta, perché finora non avete conosciuto.
In tal modo abbiamo fatto cose sbagliate, nel modo sbagliato, ci siamo perduti, anche dando ascolto a persone che si vantavano soltanto, dicendo di conoscere la verità. Ma quando voi stessi scoprite la verità, diventate persone diverse. La vostra scoperta è così innata e reale che scartate tutto ciò che è irreale. Potete eliminarlo molto facilmente e non avete difficoltà a liberarvene.

Come sapete, in quest’assemblea, abbiamo una maggioranza di musulmani, islamici, che in tutto il mondo sono stati molto fuorviati. Hanno raccontato loro storie di ogni tipo riguardo all’odio fra le persone. Questo bhoot dell’Islam sta andando di male in peggio e la gente vuole crederci. Specialmente nel mio paese c’è un problema enorme con questa influenza islamica, perché non hanno niente a che fare con l’Islam e niente a che fare con Maometto, eppure credono di essere nel giusto e che ciò che fanno sia giusto. Cercano di diffondere la religione musulmana: ma a che serve? A che scopo? Non riesco a capire. Finché non avete la realizzazione, siete esseri umani inutili, buoni a nulla. Potete odiare gli altri, picchiarli, ucciderli, e questo continua ovunque. La cosa sorprendente è che tutta questa follia va avanti in tutto il mondo nel nome di Maometto. Così, in un colpo solo, da un lato crocifiggete di nuovo il Cristo, dall’altro crocifiggete Maometto. Ma essi non possono combattere tra di loro, capite? Sono in completo accordo. Hanno la medesima comprensione. Come possono, Gesù e Maometto, essere in contrasto? Sono i loro discepoli a combattere ovunque così aspramente che talvolta, quando si sente parlare solo di gente che combatte per cose assurde, si è portati davvero a pensarlo (che Gesù e Maometto siano in contrasto n.d.r).

Durante la sua vita, il Cristo non si è sposato. Non l’ha fatto, non ne ha mai avuto bisogno. Non si è sposato. È stato crocifisso molto giovane. La crocifissione dimostra che Egli non temeva la morte e che sapeva che sarebbe risorto. Doveva farlo attraverso l’Agnya chakra. Come sapete, l’Agnya chakra è molto stretto. Egli doveva attraversare questa strettoia, per questo dovette farsi uccidere. Egli lo accettò, accettò con tutto il cuore l’ardua prova che doveva affrontare.

Allo stesso modo, il vostro Sahasrara può essere raggiunto solo attraverso l’Agnya e l’Agnya deve essere aperto. Per questo, non dovete farvi impiccare, non dovete farvi crocifiggere, ma dovete crocifiggere il vostro ego. Il punto cruciale è l’ego. Abbiamo un tale ego che non riusciamo a liberarcene. Ci sono modi molto, molto sottili di avere ego, come ad esempio: “Io provengo da questo paese, quindi devo avere ego,” “Io provengo da una famiglia di un certo tipo, quindi devo avere ego”. Si fanno cose stupide di ogni tipo, davvero peccaminose, e si pensa di essere molto grandi se si ha ego. Dovete combattere questo ego, altrimenti la vostra resurrezione non è possibile, la vostra attenzione non può attraversare l’Agnya chakra.

Finché ci daranno identificazioni sataniche, non funzionerà. È un avvenimento molto sottile, un avvenimento estremamente sottile, riuscire a vedere il proprio ego. Dopo la realizzazione vi ho detto: “Conoscete voi stessi”. La prima cosa di cui diventerete consapevoli è che avete troppi condizionamenti e troppo ego.
In India per esempio: penso che abbiano tanti condizionamenti derivanti dai loro cosiddetti rituali, sono molto ritualistici. Ogni cosa per loro è un rituale e non riescono a liberarsene. Questi sono tutti condizionamenti, ma in Occidente, la parte peggiore è l’ego, soprattutto in Occidente, dove non so chi credano di essere. Si perdono in questo ego, che afferma di essere questo o quell’altro, e non riescono a vedere cosa non va in loro, nella loro società, nel loro popolo.

Questo ego è stato davvero troppo dominante. Nella storia, finora, tanti paesi, tante nazioni, sono stati torturati e straziati a causa dell’ego di alcune persone. Quando si renderanno conto di quanto siano stati orribili, satanici, aggressivi, smetteranno. Ma occorre che se ne rendano conto e, per questo, ho detto: “Dovete avere la vostra resurrezione”. Senza la resurrezione non saprete affatto, non sarete consapevoli di quanti sbagli avete commesso. È molto, molto sorprendente vedere come la gente continui a fare cose sbagliate, a metterle in mostra e a far emergere il proprio ego. Quando leggo i giornali, mi dico: ”C’è tutta gente stupida in giro.” Assolutamente stupida, nel senso che non hanno alcuna comprensione di ciò che fanno. Uccidono le persone, si divertono a uccidere e sono così violenti che è impossibile capire che tipo di vita li aspetti dopo la morte – e anche prima.

Osservate la situazione del mondo intero. Noterete che tutti quei paesi che ancora combattono per delle assurdità sono molto, molto poveri, hanno molte difficoltà e sono sull’orlo del collasso. Eppure non vogliono vedere perché stanno soffrendo, perché succede, qual è il problema. Anche nei paesi nei quali c’è ricchezza, molta ricchezza, la gente si è perduta. Anche loro hanno bisogno della resurrezione. Devono elevarsi al di sopra del materialismo e vedere da soli che ciò che fanno è sbagliato. In realtà sono simili a dei truffatori, ingannano in continuazione la società. Ritengo che tutta l’economia sia basata sulla truffa, su come ingannare la gente. E con questi inganni, neanche vi rendete conto di fare qualcosa che rende le persone molto insicure. Inoltre, queste faccende di soldi vi rendono molto avidi e iniziate a dare troppa importanza al denaro.

Si dovrebbe comprendere una cosa dalla vita di Cristo: Egli era un uomo molto semplice, povero, il figlio di un falegname. Per lui il denaro non era nient’altro che una cosa assolutamente inutile. Per Lui lo Spirito era tutto. Andava predicando e insegnando alla gente: “Dovete avere il risveglio spirituale. È molto importante. Cercate di capire che esiste una vita oltre tutto questo e, quindi, dovreste ricavare il massimo profitto da questa vita che, invece, state solo sprecando”. Egli era molto intelligente. E il modo in cui discusse di religione e tutto il resto con tutti quei grandi padri della chiesa! È sorprendente come un fanciullo potesse avere una comprensione così profonda della religione. Era un bambino a quel tempo, non c’è dubbio, ma era una personalità proveniente dal Divino, creata dal Divino. Egli è Shri Ganesha, è l’Aum. È la conoscenza, è tutto. Nonostante ciò, nessuno lo riconobbe perché non erano in grado di riconoscere la verità. Non potevano comprendere la verità. Erano così stupidi che potevano dedicarsi solo a qualcosa di falso, di sbagliato e, alla fine, lo crocifissero.

È un mondo strano, questo in cui vengono crocifissi i santi e si dà tanta importanza ai demoni. Ma ora è giunta l’ora in cui tutte queste persone che fanno cose sbagliate, che cercano di soffocare gli altri, saranno soffocate a loro volta. Saranno tutte smascherate. Vi ho detto che questo è l’anno dello smascheramento. Se si comporteranno in questo modo così aggressivo e avido, saranno smascherate. Tutta la loro avidità sarà completamente smascherata e saranno scaraventati all’inferno. Questo è ciò che ho percepito per quest’anno in particolare.

È questo che deve accadere, quindi la cosa migliore è ottenere la propria resurrezione, dedicarsi a una vita più elevata e vedere da voi stessi cosa state facendo, qual’è la cosa più importante da ottenere. Il denaro, il potere, non aiuteranno nessuno. La gente non acquista grande fama con queste cose. Nessuno si ricorda di un ubriacone. Non esistono statue di ubriaconi.

Chi raggiunge, invece, un livello più elevato? Chi acquista una grande fama come quella di Cristo? Coloro che hanno sacrificato la propria vita per migliorare l’umanità, per aiutarla. Ma perché l’hanno fatto? Perché amavano gli esseri umani, amavano l’umanità. Quando si amano gli altri, si pensa a cosa è meglio, qual è la cosa migliore che si può fare per loro.
Ci sono genitori ignoranti. Non sanno cosa fare per i propri figli, quindi cercano di abbagliarli con una quantità di oggetti, cibo e altre cose. Ma i figli, se non sono allevati con amore, non avranno considerazione per niente. Si smarriranno. Se, al contrario, sanno che qualcuno li ama, grazie a questo amore non si perderanno. Non faranno cose sbagliate.

La qualità più grande di Cristo o di tutte queste grandi personalità, è che amavano. Amavano la gente. Amavano tutti gli esseri umani. È questo che dobbiamo fare. Amiamo soltanto noi stessi, le nostre famiglie, il nostro paese? Oppure amiamo il mondo intero? Viviamo per il mondo intero o solo per la nostra cerchia limitata? Dovremmo scoprire: “Quali sono le nostre aspirazioni? Quali sono i nostri desideri? Cosa vogliamo ottenere?” Dà così tanta gioia pensare agli altri come a voi stessi, con amore. Potete avere tutti gli ornamenti, le case, le proprietà, il denaro o il potere che volete, potete essere il primo ministro di questo paese o il primo ministro di quell’altro, ma se non avete amore per gli altri, non potete gioire di voi stessi. La gioia proviene unicamente dall’amore, dalla vostra capacità di amare. Non c’è altro modo in cui potete gioire di voi stessi. Potete avere la televisione, potete avere la musica, potete andare alle feste, qualsiasi cosa, eppure niente vi penetra. Niente riesce a darvi la vera gioia. È questo che Cristo ci ha insegnato: Egli aveva amore per tutti gli esseri umani e voleva prepararli alla Resurrezione. Egli è venuto prima dell’avvento di Sahaja Yoga. Se non avesse svolto quel lavoro, sarebbe stato difficile per me raggiungere lo scopo. Perciò Egli doveva preparare il terreno per Sahaja Yoga.

Adesso il vostro Agnya è aperto e, attraverso l’Agnya, potete portare la Kundalini su, oltre il Sahasrara, e aprire la zona della fontanella. Tutte le cose a cui pensò, erano parte integrante del suo amore per la gente. Ed è ciò che fece: si prese cura di tante persone. È un tale aiuto per noi in Sahaja Yoga! Senza di Lui, non so come avrei potuto aprire l’Agnya chakra, perché, come sapete, l’Agnya è una cosa davvero orribile. Le persone continuano a fare cose sbagliate mediante l’Agnya e non ne provano mai rimorso, non pensano mai di aver fatto qualcosa di sbagliato, di aver danneggiato qualcuno, di aver torturato qualcuno o averlo fatto piangere. Continuano con il loro Agnya, ma non hanno cuore per accorgersi di ciò che hanno fatto. È solo Cristo che vi mostra come passare attraverso il vostro Agnya. Questo punto (Shri Mataji lo indica con il dito) è chiamato ‘terzo occhio’. L’altro giorno è venuta una signora con la rivista ‘Terzo occhio’ e, quando le ho detto di cosa si tratta, è rimasta sorpresa.

Aprire il vostro terzo occhio, significa che occorre risvegliare Cristo dentro di voi, nel vostro Agnya. È questo il terzo occhio. Ciò che Cristo fa, è creare in voi lo stato di testimonianza. Diventate testimoni dell’intera rappresentazione. Iniziate ad assistere all’intero spettacolo e vi meravigliate di quanto siate in silenzio, in consapevolezza senza pensieri, e di come osserviate ogni cosa senza reagire.

Dobbiamo credere che Cristo ha preso forma qui, nel nostro Agnya. È lì che è nato. La sua resurrezione è lì, tutto ciò che abbiamo ottenuto era già pronto. Tutto il nostro essere è stato creato come un meccanismo in cui abbiamo diversi chakra e centri. Questo è l’ultimo centro, il più difficile, che è realmente stato aperto da Gesù Cristo. È stato lui a sfidarlo, e l’ha fatto in modo così meraviglioso che ora anche noi abbiamo la capacità di osservare il nostro ego, di vedere da noi stessi: “Cosa stiamo facendo? Perché pensiamo di essere qualcosa di tanto eccezionale?”

Quando inizierete a vedere il vostro ego, vi meraviglierete. Qualunque lavoro possiate svolgere, qualunque cosa possiate fare, non sarete mai stanchi. Ci stanchiamo perché l’ego dice in continuazione: “Sei così grande, stai svolgendo tanto lavoro per gli altri, hai raggiunto risultati così grandi,” cose di questo tipo. L’ego continua sempre a sottolineare questa nostra falsa grandezza e ci stanchiamo, pensando: “Siamo così grandi, perché dovremmo lavorare? Perché dovremmo aiutare gli altri?” Così ci vengono in mente idee strane e succede che ci sentiamo molto stanchi. Ci sentiamo molto stanchi combattendo con queste idee.

Ora tutta la situazione è stata semplificata dalla vita di Cristo. Ma guardate le nazioni cristiane. Sono agli antipodi, sono all’opposto rispetto agli insegnamenti di Cristo. Sono i paesi più aggressivi. Aggrediscono talmente la gente che in tutto il mondo vengono considerati molto grandi, come se fossero dei re o qualcosa del genere. Lo so bene perché in India siamo stati in schiavitù, ed ero sorpresa che queste persone, venute da fuori, fossero facilmente diventate i padroni. Erano i padroni e ci trattavano molto male, ci avevano fatti diventare proprio degli schiavi.

Così ebbero inizio la schiavitù e tutte queste cose sia in India che all’estero. Ovunque la gente iniziò a considerarli grandi. Erano cristiani, andavano in chiesa e, dalla chiesa, cosa imparavano? A dominare gli altri, a farli sentire inferiori, a portare via tutti gli averi alla gente più povera o più debole. Abbiamo visto tutto questo con i nostri occhi.
Questo accade alla gente che ha un ego molto, molto potente. Cercano di impadronirsi di ciò che appartiene ad altri paesi. Che diritto hanno di impadronirsi del paese di qualcun altro, non riesco a capire. Ci sono tutte queste complicazioni e in questi tempi moderni abbiamo le peggiori, la situazione non è mai stata grave come adesso. Abbiamo avuto Hitler.

Di quando in quando abbiamo avuto gente di quel genere. Ma il mondo intero era unito, compatto su un versante. Nessuno era confuso. Nessuno pensava che si deve combattere in continuazione. Ora, invece, non so perché, forse a causa dei giornali, nessuno sa quale sia la posizione giusta e quale quella sbagliata. Ci sono grosse dispute su ogni cosa e la gente non cerca di capire la vera essenza del problema. Si uccidono a destra e a sinistra persone di ogni genere. È molto sorprendente come, in questo mondo, gli esseri umani si uccidano l’un l’altro molto più di quanto non facciano gli animali. Siamo i peggiori, peggio degli animali; uccidiamo noi stessi, il nostro gruppo, la nostra stessa gente. Anche in India siamo sorpresi di come si stiano uccidendo fra di loro le popolazioni del Kashmir.

Allo stesso modo, dovunque andiate, scoprite che si uccidono fra di loro. Se andate in Africa, sarete sorpresi di come combattano fra di loro. Ora il principio della lotta è emerso in modo molto prepotente, e la gente pensa che combattere sia una componente importantissima degli esseri umani. Qualunque cosa si dica, immediatamente avrà inizio una lotta.
Guardate Cristo e la sua vita. Lui non ha combattuto contro nessuno. Non ha litigato con nessuno e ha accettato, ha accettato la morte sulla croce. L’ha accettata perché sapeva che era per la resurrezione, non solo sua, ma del mondo intero.

È questo che dobbiamo imparare. Dobbiamo essere i modelli della resurrezione. Vediamo accadere tutte queste cose. Ne siamo sconvolti e quando, una volta avuta la realizzazione, le persone vedono ciò le circonda, che la loro stessa gente è così e combatte per un nonnulla, e quando si rendono conto che: “È la mia stessa gente quella che sta facendo queste assurdità”, capiscono che non si può correggerli, non si può fare niente.

Ma se il vostro Agnya è pulito, se il vostro ego è scomparso, se niente domina la vostra mente e anche i vostri condizionamenti sono scomparsi, diventate i canali attraverso i quali creare la pace. Siete coloro che, ovunque si trovino, creano la pace. Questa è una cosa speciale che i Sahaja Yogis devono sapere: se non avete Agnya, potrà sembrare che stiate soffrendo, ma non è così. Lo state facendo per gli altri, per le persone che vi circondano, per i vostri amici, per i vostri vicini, si può dire per i vostri connazionali, per tutti loro. Quando non avete Agnya, diventate una sorgente di Forza Divina così grande che può far funzionare qualsiasi cosa. Può cambiare, trasformare le persone. Può succedere come è successo a molte persone prima di voi, individualmente. Ma adesso sono sicura che tutta questa rabbia, questo temperamento aggressivo e tutte queste sfide da parte di tutte queste persone malvagie potranno terminare in modo collettivo. Con le persone che non hanno ego, con le persone che non giustificano i loro sbagli, con le persone che hanno un’idea chiara e netta di cosa sia la verità, si può parlare oppure non parlare, non fa differenza. Comunque siano, rappresentano uno scudo molto grande contro le forze aggressive che stanno rovinando la pace del mondo.

Cristo si adoperò per la pace, per portare la pace su questa terra. È molto importante che ci sia la pace, ma se non c’è pace all’interno, come può esserci pace all’esterno? È molto sorprendente che così tanti paesi che parlano di pace siano coinvolti in guerre e battaglie. Come può essere? Non hanno alcuna soluzione. Non capiscono. L’unica soluzione che vedo è trasformarli in Sahaja Yoga. È l’unica. Dovete eliminare il loro ego. Potete vedere che in molte persone resiste, è lì e lavora. L’ego è una cosa molto, molto pericolosa che la gente ha.
Fu proprio questo il lavoro di Gesù. Egli cercò di neutralizzare il vostro ego. Provò a sradicare i problemi dell’ego per rendervi umili, miti. Dire che una persona umile e mite è sempre in pericolo è sbagliato. Guardateli. Quando le persone sono aggressive e cercano di dominare, prevale chi è umile, non chi domina.

Ora, quindi, la cosa più importante è tenere d’occhio il vostro signor ego, come lavora. È molto interessante, molto interessante vedere come crea una commedia, come prova a nascondere le cose, come prova a dimostrare che siete superiori agli altri. Deve essere visto. Occorre vedere molto chiaramente qual è il gioco dell’Agnya. È una cosa molto, molto nociva, molto dannosa e anche molto imbarazzante.
Queste persone egoiste sono così e finiscono per diventare nervose, molto nervose, e hanno un’altissima opinione di sé. Per prima cosa cercano di controllare gli altri, ma poi sono loro ad aver bisogno di essere controllati. Sono così perché cercano sempre di controllare gli altri e non sono capaci di controllare se stessi.

Chi è il bambino che piange così? Perché piange? Deve avere qualcosa che non va. Normalmente i bambini stanno molto tranquilli durante i miei discorsi.
L’ego è come questo bambino. Non sente niente, non capisce niente, continua solo a disturbare tutti. Anche il nostro ego si comporta allo stesso modo, senza nessuna conoscenza collettiva, senza pensare: “Cosa stai combinando? Cosa stai facendo? A chi stai facendo del male?” Niente, agite solo per soddisfazione, per la cieca soddisfazione di affermare la vostra personalità. Vedete, se solo osservate il vostro ego, vi divertirete e riderete di questo buffone, vedrete cos’è. “Mi ha preso in giro così tanto, che cosa orribile era questo ego”. Al tempo di Cristo la gente aveva molto ego. Nessuno ne parlava, nessuno diceva niente.

Quello fu il modo migliore per mostrarci che si può aprire l’Agnya sacrificando la propria vita, ma non in Sahaja Yoga, non in Sahaja Yoga. Tuttavia, in un certo senso, anche in Sahaja Yoga, se avete ego, per prima cosa dovreste stare nello stato di testimonianza. Invece è l’esatto contrario: se avete ego non potete essere nello stato di testimonianza; se non siete testimoni non potete migliorare il vostro ego. Tutto ciò ci disorienta. Supponiamo che sviluppiate un ego molto grande, continuerete sempre a giustificarlo. Pensate: “Qualunque cosa io abbia fatto va bene. Dopo tutto, va bene per tutti, va bene per me. Così ha inizio l’autocertificazione (della validità delle nostre azioni). In questo modo non potete vedere cosa state facendo a voi stessi, cosa fate agli altri. È un comportamento cieco, senza senso.

Quando l’ego si sviluppa in questo modo, possiamo avere degli Hitler, possiamo avere cose di ogni tipo. Ad ogni minimo pretesto formano un gruppo di persone che fanno cose di questo genere, di ogni genere. Diranno: “Ora siamo persone spirituali. Abbiamo un gruppo, siamo persone spirituali e qualunque cosa facciamo è giusta”. Ma chi dice che è giusta? In base a quale legge è giusta? Abbiamo avuto ovunque così tanti culti e cose del genere, a cui la gente aderiva e poi si suicidava, aveva problemi di ogni tipo. Come possono essere cose spirituali? Nella spiritualità, la cosa principale è che la persona diventa molto mite, molto umile, molto umile. Il suo cuore, l’umiltà è il suo potere. L’umiltà è ciò che agisce e l’umiltà è ciò che la glorifica, non l’aggressività. Vedete, Hitler è venuto ed è morto. Chi lo venera? Anche altri sono venuti. Come Mussolini, è venuto ed è morto. Chi lo venera? Ci sono stati così tanti come loro, che sono venuti e se ne sono andati. La gente non vuole neanche le loro statue, tanto erano malvagi.

Coloro che hanno questo ego sono persone veramente molto stupide, nel senso che fanno tutte cose sbagliate, pensando di fare la cosa giusta. Infine, vengono additati come un genere di persone molto, molto sbagliate. La gente non vuole neanche pronunciare il loro nome.
Il tempo può dimostrare che tipi siano e cosa stiano facendo. È un lavoro molto, molto calcolato da parte del divino. Non dovreste fare il gioco del loro ego. Cercate di vedere voi stessi: “Signor ego, eccoti qua.” Cercate di osservare. A questo punto, se dite il nome di Gesù, l’ego andrà via. Dite soltanto il mantra di Gesù e l’ego scomparirà.

Un altro aspetto di questo orribile ego sono i condizionamenti. Anche questi sono molto, molto, molto sottili. Per esempio, supponiamo che qualcuno venga a casa vostra e inizi a dire: “Che tappeto sporco. Non mi piace questo colore. Non mi piace questa cosa,” senza capire che così ferisce un’altra persona. Entra parlando in questo modo. A quel punto notate quanto sia stato stupido, perché a nessuno piace una persona che parla così. Ma è molto importante che si corregga, perché ha un condizionamento secondo cui un certo tipo di tappeto è buono e un altro no.

Questo condizionamento agisce e costui continua a dire cose insensate, come: “Questo non va bene, quello non va bene.”’ Non riuscite a gioire di niente. Andate in una casa qualsiasi e non vi piace a causa di questo condizionamento. Ma conoscete qualcos’altro che invece va bene. No, così non si riesce a gioisce di niente. Si decide ogni cosa in base ai propri condizionamenti, niente è indipendente. Non ha niente a che fare con la personalità intrinseca o il valore intrinseco di quella cosa. Ci si limita a dire: “Non mi piace”. Non va bene, i Sahaja Yogis non dovrebbero dire così. Non usate mai questa espressione. Guardate me: io non lo faccio mai. Qualunque cosa sia, dico che va bene.

Non critico mai. Questo continuo atteggiamento critico deriva dai condizionamenti, ne avete tantissimi. Supponiamo che siate inglesi: avrete condizionamenti da inglesi. Ecco che arriva la correzione. Le loro mucche hanno contratto quel morbo: come hanno potuto ammalarsi quando sono un popolo così perfetto? Poi in Europa gli animali hanno preso una malattia. Com’è possibile che si siano ammalati quando pensate di essere le persone più pulite mai esistite? Rifletteteci: perché? Sono tutti i loro condizionamenti, per cui pensano: “Sappiamo tutto, siamo i migliori al mondo e abbiamo il diritto di governare tutti.” E allora tenetevi i problemi.

I paesi molto ricchi, come l’America e simili, hanno sempre avuto una grande opinione di sé. Ora cosa è successo? Improvvisamente è diventato un paese da compatire. Perché? Per quale motivo? Perché improvvisamente è accaduto? È sempre la natura che vi corregge ripagandovi con l’altra faccia della medaglia. Se provate a vantarvi di una qualsiasi cosa, o se provate a imporre i vostri condizionamenti agli altri, e continuate, capita a voi,. Avviene in modo così eclatante che non potete immaginare. Se poi non funziona, si verificano i terremoti, si verificano calamità di ogni tipo.

C’era un gruppo di bianchi nei pressi del fiume Mississippi, venivano chiamati ‘colli rossi’ perché faceva sempre caldo e il loro collo era sempre caldo, erano molto collerici, irascibili. Erano noti per la loro crudeltà. Uccidevano la gente addossandone la colpa alla popolazione indigena, che arrestavano e distruggevano. Andò avanti così per molto tempo. Ma un giorno il Mississippi straripò, straripò al punto da inondare tutte le case di questi ‘colli rossi’, capite, e li vidi correre via con tutti i loro averi che non riuscivano neanche a portare. Alcune cose le lasciavano indietro, correvano via con altre cose che perdevano durante la fuga. In questo modo, dove stavano i colli rossi si verificò il caos più totale. Ora mi hanno detto che sono molto migliorati. Tutte le idee assurde di uccidere tutta la gente di colore e torturarla, gli si sono ritorte contro. Il Mississippi ha dato loro una lezione.

La natura non ama nemmeno la gente che ha condizionamenti. Anche oggi, i condizionamenti stanno creando grossi problemi in tutti i paesi, come ad esempio il razzismo. Il razzismo è un condizionamento terribile. Voglio dire, che uno sia nero, bianco o rosso, che importanza ha? Dio ha creato quella persona. Dico sempre che se in America togliessero tutte le persone che non hanno la pelle bianca, cosa rimarrebbe? Non sanno cantare, non sanno recitare. Non sanno operare. Se tutti i medici indiani e le infermiere indiane andranno via, cosa faranno? Immaginate, pensano di essere i migliori, mentre sono dei grandi razzisti. Tuttora lo sono, ma gradualmente miglioreranno di sicuro perché si renderanno conto dei loro difetti.

Questo mondo è uno e avete bisogno della gente di tutti i paesi per aiutarvi reciprocamente. Ma questo condizionamento di considerarsi qualcosa di grande è pessimo. È un misto di ego e di condizionamento, il condizionamento che porta l’ego a dire: “Siamo noi i migliori”. Ma sono molto felice di vedere che dopo la realizzazione, con la resurrezione, accade che i Sahaja Yogis iniziano a riflettere, a capire cosa non va nella propria comunità, quale errore hanno commesso. Diventano semplicemente così, vigili. E iniziano a dire che sono loro a fare assurdità di questo tipo.

Immaginate: è molto sorprendente come diventiate consapevoli dei difetti del vostro paese. È molto importante l’Agnya. Penso che ciò che Cristo comprese, fu che l’Agnya doveva essere aperto. Finché l’Agnya non è aperto, non si può andare oltre; è per questo motivo che egli ha crocifisso se stesso e poi è risorto, perché senza uccidere l’Agnya non si può risorgere.
Tutte queste cose hanno funzionato così bene che ora il mondo intero vi considera come un panorama della completa distruzione delle assurdità. Lo vedono molto chiaramente e ora notate che quelle persone che non ci degnavano di uno sguardo, che storcevano il naso, che stringevano le labbra, che irrigidivano il collo, si sono tutte rilassate. Si chiedono perché accadano queste cose: “Da dove ci viene questa maledizione?”

Soprattutto gli europei devono comprendere la bellezza, l’amore e la grandezza degli altri esseri umani, e anche che ciò darà loro molta soddisfazione. Perché ora c’è questo grave problema di recessione, come è venuto? La recessione non è nient’altro che lo stesso ‘signor ego’, è lo stesso condizionamento, che era come un serpente che divorava tutto. Ora si è ritirato, è completamente sazio, non ha più bisogno di nulla. Penso che adesso, forse, rischi di fare indigestione. Questi due serpenti che stavano divorando gli esseri umani si ritirano. È il momento migliore per assistere alla commedia, la commedia dell’ego e dei vostri condizionamenti. Per vedere come queste due cose hanno divorato gli esseri umani. Ci si dovrebbe sentire un po’ timidi, ci si dovrebbe sentire un po’ intimoriti di fronte a questo. Quando siete pieni di ego, non vedete niente. O imponete agli altri dei condizionamenti! È terribile, vi dico. Non riesco a capire come si possano imporre dei condizionamenti agli altri.

Ora tutti voi gioite, ad esempio, della musica indiana. Ma quando gli inglesi ci governavano, pensavano che fosse un rumore orribile. Non potevano proprio capire. Ora pagano molto denaro per assistere ai concerti di musica. Anche questo è una specie di atteggiamento sprezzante. Neanche ora la capiscono, eppure ci vanno, perché si considera molto di moda ascoltare la musica indiana. Il vostro ego è così stupido che solo Dio sa quando si arrenderà. Oggi dirà: “È questa la cosa migliore”. Domani: “No, no, no. Dovremmo prendere quest’altra cosa, è molto meglio”. In tutto questo, vedo che non hanno discriminazione. Fondamentalmente la gente non ha discriminazione. Chi ha l’ego non sa discriminare, non riescono a discernere tra il bene e il male. Ma grazie a Dio, questa gente oggi è stata punita proprio tanto.

Ma è la vita di Cristo, il suo modello, a provare che la vostra resurrezione, che è così innata, è talmente essenziale che finché non l’ottenete siete perduti. Sia che si tratti di un paese, di una persona o di un’organizzazione. Questo ego che avete, alla fine può rovinarvi, ora è stato dimostrato che può allontanarvi completamente dalla realtà. È ciò che vi acceca, che può…anche l’ego di qualcun altro può accecarvi. Ad esempio, ci sono i preti, ci sono i mullah e tutta questa gente. Sono coloro che hanno l’enorme potere di fuorviarvi, perché il vostro ego non ha il senso della discriminazione. Non ci pensa neppure. E quando, in particolare, sono non tanto sul piano dell’ego, quanto su quello dei condizionamenti, è anche peggio, molto peggio. Perché quando siete condizionati, credete ad assurdità di ogni tipo e così vi rovinate la salute.

È molto, molto sorprendente come la gente comprenda e apprezzi cose che sono molto distruttive. Ma voi potete farcela. In questi tempi moderni si può pubblicizzare qualsiasi cosa, si possono creare seduzioni di ogni tipo, tutto, ma voi potete tenere a bada molto bene questo signor ego, che vi lusinga, che annega completamente in queste lusinghe e perde il controllo della propria personalità. In questo gioco molte persone si perdono.
Cristo ha sacrificato la sua vita e poi è risorto. Allo stesso modo, tutti coloro che si sono rovinati la vita devono emergere mediante la resurrezione, mediante Sahaja Yoga; non c’è altra via d’uscita. Quando comprenderete il vostro valore, comprenderete tutto. Altrimenti, cosa state facendo? Guardate con i vostri occhi o con gli occhi di qualcun altro? Ascoltate con le vostre orecchie o con le orecchie di qualcun altro? Dovrebbero essere i vostri, quindi conoscete voi stessi. Quando conoscerete voi stessi, ogni cosa funzionerà molto bene. Solo grazie a questa categoria, a questa categoria di persone che conoscono se stesse, Sahaja Yoga può essere costruito; non da persone che non hanno questa consapevolezza.

È un argomento molto, molto vasto. Potrei continuare con questi due argomenti, ma la cosa principale è che dobbiamo essere grati a Cristo per aver reso possibile la resurrezione, così che ottenessimo la nostra discriminazione. Otterremo una discriminazione divina.
È grazie a questo sforzo, a questo sentiero che egli ha creato, che potremmo superare molto facilmente questa dura prova. e annientare il nostro ego e i nostri condizionamenti.
Sarò felice se i Sahaja Yogis ne saranno consapevoli e se lo apprezzeranno dentro di sé, in modo da riconoscere il proprio ego e superego ed andare oltre.

Che Dio vi benedica tutti.