Shri Kubera Puja

(Stati Uniti d'America)


Feedback
Share

Shri Kubera Puja, Canajoharie (USA), 18 Agosto 2002.

Oggi adoreremo la grandissima personalità di Shri Krishna. Voi sapete perché egli venne su questa terra. Venne per stabilizzare questa nuova forma non del Virata, ma una forma grazie alla quale questo paese è diventato così prospero; e ciò solo grazie al suo avvento. Creò tra la gente una splendida mentalità su come sviluppare una cultura in armonia con il dharma. Voi avete avuto delle guide grandissime che hanno seguito Shri Krishna e in un certo senso lo hanno venerato, facendo dell’America un mondo nuovo.

Sfortunatamente però, con il passare del tempo, il suo aspetto è svanito dalla mente della gente. Il motivo fu che qui Krishna è stato rappresentato da persone davvero sbagliate, che non avevano idea di chi fosse Shri Krishna, che egli fosse un grande maestro della ricchezza, che sapesse usare la ricchezza e creare la ricchezza in armonia con il dharma, non in modo adharmico. Lo hanno dimenticato tutti, completamente, iniziando gradualmente ad usare poteri di sfruttamento, cose adharmiche di ogni tipo, imbrogliando, arraffando denaro, sprecando denaro in cose assolutamente inutili.

Lui è Kubera. Non ha bisogno di denaro, ovviamente. Guadagna denaro, e non solo, ed è anche vissuto nel denaro. Si sostiene che, a Dwarika, si sia costruito una dimora d’oro, fatta completamente d’oro, ma poiché è sommersa dall’acqua, dal mare, nessuno credeva che fosse vero. Ora però hanno scoperto la sua casa sommersa, in acque molto profonde. Quindi tutte le congetture su di lui erano sbagliate, tutte false. Era sicuramente un uomo che aveva guadagnato moltissimo denaro in armonia con il dharma. Inoltre era figlio di un re e costruì Dwarika tutta d’oro. Esiste ancora ed è stata rinvenuta, ma in fondo al mare. Sono passati migliaia di anni, ma esiste ancora. È ancora esistente, soltanto perché noi apparteniamo a Shri Krishna. È così poiché lui era a favore di satya, della verità. Era per la verità e risolveva ogni cosa in base al principio della verità. Qualsiasi cosa non fosse la verità, egli cercava di annientarla. Qualsiasi cosa distruttiva, cercava di eliminarla. Egli si fondava soltanto sulla verità. È il rappresentante della verità, della verità assoluta e di come la verità possa prevalere su tutto.

Io sono proprio il suo opposto, poiché non capisco assolutamente niente di denaro, ma lui bada a questo aspetto della mia vita. Io sono proprio senza speranza. Non mi intendo di operazioni bancarie. Non capisco il denaro. Non so neppure contarlo. Che si può dire? Ma c’è lui che ci pensa e non mi manca mai il denaro, non mi manca mai la ricchezza. Ce n’è in abbondanza.

Deriva anche dal vostro senso di soddisfazione. Se avete questo senso di soddisfazione, non vi affannate dietro al denaro. Ciò che è accaduto nel vostro paese è che alcune persone hanno guadagnato denaro. Se si guadagna un po’ di denaro ci si prende gusto, non si è mai soddisfatti. E quindi queste persone hanno continuato come matte a spendere in cose senza senso. È qualcosa di molto umano. Ma dopo l’evoluzione umana, dopo aver raggiunto un certo grado di illuminazione, tutte le cose degradanti come l’avidità, scompaiono completamente dal vostro carattere. Non avete più quest’avidità in voi e diventate persone molto soddisfatte. Per voi se il denaro c’è, va bene, ma non è così importante. Pensate semplicemente di non averne bisogno e lo ottenete; tutto per opera di Shri Krishna. Ci pensate? Fa tutto lui,  prendendosi cura di voi e aiutandovi con il denaro.

Io ho iniziato Sahaja Yoga senza un soldo e non ho mai avuto problemi, poiché nella sua qualità di Kubera, egli è colui che procura ricchezza. Si preoccupa per chi non ha denaro. Dà denaro a chi si schiera dalla parte della verità, a chi gioisce di una vita improntata alla verità. È compito suo far sì che le persone gioiscano della ricchezza, perché diversamente non ci riescono. Se hanno molte ricchezze, ne vogliono di più. Ciò significa che non gioiscono della ricchezza. Ne hanno un po’ e ne vogliono ancora di più. Perché? Perché non sono soddisfatte,, qualsiasi cosa abbiano. Ma, dopo la realizzazione, vi renderete conto di essere soddisfatti di ogni cosa che avete. Ne gioite in modo pieno, completo, e non correte dietro a qualcosa che non c’è. Non  ha importanza se non l’avete.

Molte volte mi hanno chiesto: “Madre, perché non celebriamo il Puja di Krishna nella sua qualità di Kubera?” Ho risposto: “Bene, proprio ora, cercano tutti di diventare Kubera. Che imparino la lezione e poi faremo il Puja di Kubera”. È per questo che oggi ho acconsentito a celebrare questo puja. Perché ora avete visto che cosa accade se siete pieni di avidità. Continuate a commettere peccati di ogni tipo, errori di ogni genere che possono distruggere il vostro paese. Una nazione tanto ricca ora è diventata una nazione povera! Dov’è andato a finire il denaro? Sono proprio bravi! Oggi qualcuno mi ha confermato che il denaro è finito nelle assicurazioni. “Mio Dio” – ho detto – “La legge sostiene che non potete riavere questo denaro”. Inoltre dicevano che si trova in conti all’estero e cose del genere. Ho detto: “Guardate, questa gente non ha mai temuto di poter essere arrestata e ha continuato così per tanti anni, ma sono certa che un giorno sarà tutto smascherato, proprio da Kubera.”

Oggi, dunque, adorando Kubera ciò che faremo è stabilire la verità del denaro. Che cosa si nasconde dietro il denaro? Qual è lo scopo di possedere denaro? Questo paese ne aveva. Di conseguenza, tanta brava gente è venuta qua per lavorare e voi avete avuto un’integrazione in molte cose. Avete avuto tantissime persone che vi completavano, perché ritengo che in certe cose gli Americani fossero un po’ inferiori, non in quanto a intelligenza, ma a genialità. Penso che ne mancassero un po’, perciò hanno fatto arrivare dall’estero persone molto brillanti. Tra l’altro erano persone molto concentrate e quindi sono riuscite molto bene; e loro rispettavano le persone di ingegno che arrivavano. È questo che accade quando si dimentica che la verità è il punto principale. Se non possedete la verità, non ha scopo possedere denaro, poiché ciò che facevate era diffondere questa o quell’altra cosa; cose di ogni genere, intendo dire, tanto per guadagnare denaro.

L’altro giorno, la settimana scorsa, stavo passando da Las Vegas e, quando ci siamo fermati in quell’aeroporto, tanta gente è salita sull’aereo e sembrava che a tutti fosse morto qualche familiare. Che cos’era accaduto? All’inizio non riuscivo a capire. Poi mi hanno detto: “Madre, hanno perso tutto il loro denaro”. Quando hanno denaro esultano, un momento dopo piangono perché l’hanno perso. A che serve questo denaro che è così transitorio, così inutile? Ma è nella natura umana correre dietro alla maya e questa è la caratteristica del denaro, che vi crea la maya, una maya per cui, in qualche modo, ne guadagnate un po’ e con questo comprate qualcosa pensando così che il denaro sia molto importante. Potete comprare tante cose, potete comprare automobili, aeroplani e altro. È così che la maya agisce su di voi; e vi mettete a correre dietro a questo pazzo denaro che vi rende pazzi. È bello che in questo frangente abbiano scoperto la falsità della maya del denaro, e sono molto felice che siano stati ridotti tutti in manette e tutto il loro potere basato sul denaro abbia avuto fine.

Kubera ha elaborato tutti questi trucchi. Krishna è una personalità molto scaltra, estremamente scaltra. Egli crea i trucchi, uno dopo l’altro. Riguardo alle questioni di denaro, prima vi induce a corrergli dietro e poi scoprite che era solo stupidità.

Abbiamo una storia nella nostra terra, nel nostro paese, intitolata Sheikh Chilli. Egli guadagnò un po’ di denaro e finì in balìa di questa maya, così pensò: “Posso farlo fruttare molto bene”. E si mise a fantasticare su ciò che avrebbe potuto fare. Andò a comprare una grande quantità di uova e disse: “Ora queste uova faranno dei pulcini piccoli, piccoli che cresceranno e io venderò guadagnando tanto denaro”. Diceva così. E mentre ci pensava, si addormentò e nel sonno cadde sulle uova che si ruppero tutte, così la maya ebbe fine. Questo dovrebbe accadere subito, ma se non accade finite in prigione o qualcosa del genere.

Sahaja Yoga è qualcosa che vi dà una visione completa, una visione completa della distruzione che può derivare da questa maya. È come un’intuizione che non dovete averci niente a che fare. Io sono diversa. Vi ho detto che io non capisco assolutamente il denaro, ma anche se voi ne comprendete il valore, anche se vi rendete conto che il denaro può procurarvi tante cose e, malgrado ciò non ve ne curate proprio per niente, questo è il segno di un vero Sahaja yogi. Per lui non ha importanza; per temperamento. Non è che faccia qualcosa o dica “è mio”. Per temperamento non si cura del denaro, proprio perché è superiore. Chi ne è al di sopra è un vero Sahaja yogi.

Chi è coinvolto nell’assurdità e nella maya del denaro non è un Sahaja yogi. Certo, ho visto che la maggior parte dei Sahaja yogi è molto onesta, specialmente in Occidente. Ma in India c’è una malattia. Come qui avete alcuni virus, anche in India abbiamo dei virus, così la gente continua a correre dietro ai soldi. Per loro il denaro è importante. Ma nel processo evolutivo, se raggiungete un certo stadio in cui vi elevate al di sopra del Nabhi chakra, oltrepassate il Nabhi, il denaro non è così importante. Non è così importante.

Per quanto mi riguarda, non posso comprare qualcosa a meno che non sia per gli altri. Certo, ci sono state tante cose superflue che avevano…. regali, e altro. Vi stupirà, ma io sono così nervosa, esitante, o dite come volete, del tutto assente  dal luogo in cui si trattano affari, acquisti.

I Sahaja yogi devono fissare la mente sullo spirito e gioire dei poteri del proprio spirito. Una volta ottenuta questa gioia, non ricadrete nell’avidità. È qualcosa di molto, molto semplice, ma talvolta non lo fate. Vi innamorate di qualcosa, può essere un’automobile, un aeroplano, non so, qualsiasi cosa. È una preoccupazione avere troppe auto, non vi pare? Ma la gente le ha. Pensa, con questo, di far colpo sugli altri e di essere chissà chi. Se anche fate colpo, a che pro? Che cosa ci guadagnate? Un Sahaja yogi ha il proprio spirito di cui gioire più di qualsiasi altra cosa, non vuole possedere niente. È una preoccupazione possedere qualcosa.

L’altro aspetto è quello di Mahalakshmi. Se questo principio, il principio di Mahalakshmi, è risvegliato in noi, non avrete mai problemi di denaro. Anzi, non saprete come fermarlo. Per quanto mi riguarda sono stanca del mio principio di Mahalakshmi poiché non so da dove arrivi, come funzioni senza alcuno sforzo. Ma per carattere non mi interessa affatto, per temperamento. Non so quale sia la causa di questo effetto. Supponiamo che io compri qualche piccola cosa, sarà venduta a dieci volte tanto. Sarà almeno dieci volte di più. Non so come. È davvero sorprendente. In modo automatico. Comprerò qualcosa di molto piccolo e scoprirò che è molto costoso. Il modo in cui accade deve essere il miracolo di Mahalakshmi, credo.

Ciò che devo dirvi, dunque, è di non preoccuparvi affatto della vostra situazione finanziaria. Non fate conti in continuazione. Non preoccupatevi di quanto denaro avete in banca, di cosa farne, di come investirlo. Ho visto gente diventare matta a forza di pianificare. Non occorre farlo; una volta che siete dei Sahaja yogi funziona automaticamente. L’avidità è in voi come qualsiasi altra malattia. Così come avete le malattie, avete anche l’avidità. Nello stesso modo in cui le vostre malattie, per quanto gravi, possono essere curate con Sahaja Yoga, anche la vostra avidità svanisce. Non so cosa sia questa avidità.

Il solo modo per controbilanciarla è divenire molto generosi. Se siete molto generosi l’avidità si dileguerà. Può essere un altro modo di agire. Mettiamo che pensiate di avere in casa qualcosa di troppo. Non sbarazzatevene, ma pensate soltanto che è di troppo, che dovreste darla a qualcuno. Mettetevi semplicemente a pensare a chi potreste darla e immediatamente vi ricorderete: “Oh, quella persona non ce l’ha. Diamola a lui”. E se gliela date, l’altro sarà molto riconoscente, molto riconoscente, e vi dirà tante belle cose che normalmente non vi direbbe nessuno. Ed è sorprendente quanta gioia dia, quanto la gente ami la vostra generosità.

Quindi dovete essere generosi, proprio generosi, non con voi stessi, ma con gli altri. Siate generosi il più possibile. La generosità è proprio dare amore, è una delle espressioni del vostro amore. Mi è accaduto molte volte di aver visto qualcuno che aveva bisogno di qualcosa. L’ho tenuto a mente, l’ho comprata e gliel’ho data; e la quantità di amore che quella persona ha dato a me è stata mille volte maggiore della gioia che avrei ottenuto acquistandola. Per me era inutile, ma per lui…ha detto a tantissime persone: “Madre mi ha dato questo; me lo ha dato Madre”. Ero sorpresa. Allora mi chiesero: “Madre, perché glielo ha dato?” Io risposi: “Per amore”.

Molti hanno iniziato Sahaja Yoga chiedendosi cosa sia la generosità. Essere generosi è il modo migliore di vivere in questo mondo. Dopo tutto, è un grattacapo possedere troppe cose. Meglio liberarsene, ma con amore. Se lo fate, scoprirete quanto gli altri vi apprezzeranno.

Un’altra cosa è liberarsi dell’avidità, dovreste cercare di fare qualche lavoro sociale collettivo. Se vi recate in un luogo in cui vive molta povera gente, vi assicuro che la vostra avidità svanirà. Vi stupirete di come viva questa gente, in quali condizioni. (Vi chiederete) ‘Perché mi preoccupo di tutto questo, della ricchezza e di ogni cosa?’ Sarà davvero sconvolgente. A volte si vedono persone, anche in India, in condizioni pessime. Una volta andai a Calcutta e capitai per caso in luoghi in cui la gente viveva in estrema povertà, anche i bambini. E vi sorprenderà, ma per giorni, non volli toccare cibo. Piangevo e non mangiavo. Non sapevo proprio cosa fare perché pensavo: “Che cos’è? Perché questa gente è così?”. Ero così disperata, e piangevo tanto, che (dissi a me stessa che) un giorno avrei cercato di fare qualcosa per loro.

È da notare che quando ero molto  giovane ho inaugurato un lebbrosario, un ospedale, una casa per profughi, iniziative di ogni tipo. E non ho mai neanche pensato che se avessi dato a questa gente tutto il denaro che avevo, magari avrei dovuto rinunciare a qualcosa. Ho anche venduto alcune delle mie cose poiché è un tale piacere, vi dico, è un tale piacere e procura una tale gioia essere generosi.

È così evidente, in ogni modo, che dovreste essere generosi. Questa è la qualità di Kubera. Egli è una personalità estremamente generosa ed è questa la personalità che dovreste diventare.

Ho notato che i Sahaja yogi sono molto generosi. Finora nessuno mi ha detto che qualcuno è avaro, almeno per ora. Ma sono sicura che verrà un giorno in cui avremo persone di altissima qualità.

In Sahaja Yoga, non diciamo, come in altri culti, di spogliarvi dei vostri vestiti, di abbandonare la famiglia, di vivere nella foresta o in una capanna o altro, niente del genere. Non rinunciate a niente. La rinuncia deve venire dal cuore. Solo questo dovrebbe verificarsi nella vostra personalità. Non dovete fare rinunce. E se questa [la vostra personalità] è ben salda nella spiritualità, neanche vi verrà in mente di derubare qualcuno. Al contrario, vi farà piacere rinunciare a tutto.

Mio padre era anche peggio di me, direi, aveva l’abitudine di lasciare sempre la porta di casa aperta, tutte le porte aperte. Diceva che nessun ladro verrà se non si tengono le porte chiuse. Un giorno entrò un ladro e gli portò via il grammofono. Portò via quella vecchia tromba d’altri tempi. Il giorno seguente mio padre se ne stava a sedere tutto triste. Così mia madre gli chiese: “Perché sei triste? È per il grammofono?” – “No, sono triste soltanto perché sembra che un intenditore di musica abbia preso il grammofono ma non i dischi”. Allora mia madre disse: “Beh, che dovremmo fare? Dovremmo mettere un avviso sul giornale che venga a prendersi i tuoi dischi?” – È bello che anche dopo tanti anni io ve lo racconti e voi vi divertiate. Che generosità meravigliosa! Ma se voi la forzate attraverso la religione, attraverso queste idee di rinuncia… non dovete rinunciare. Dovete dare dal di dentro. Se non avete attaccamenti, avete rinunciato. Dovrebbe esserci questo, e se tutti gioite della vostra generosità e carità…non c’è niente di meglio. Ho conosciuto persone molto ricche, ma mancavano di generosità. Questa è un’altra qualità di Kubera.

A parte questo, mi dicono che forse lui s’intende di operazioni bancarie, forse. A quei tempi, non c’erano banche, ma penso che debba essere così, perché da come lui gestisce le banche, sapete, mi sembra che ci stia seduto sopra. Ed è per questo che, per il momento, nelle banche non vi è alcun problema. Non so, ma è una personalità molto abile, molto intelligente, molto vigile, il che è importante se dovete avere a che fare con il denaro. Sebbene fosse assolutamente distaccato dal denaro, guardate la sua vita, cosa fece. Passò l’infanzia con il suo guru, portando le mucche e le mandrie nella giungla. È così che visse la sua infanzia, in una famiglia molto comune, e giocava con i ragazzi che custodivano le mucche. Non si affannava mai dietro al denaro. Rubava. Rubava il burro perché le donne lo vendevano ai soldati di Kamsa. Così lo mangiava lui per evitare che le donne lo dessero a costoro.

Pensate un po’, un bambino così piccolo. In realtà stava insegnando loro una lezione. Quelle donne erano avide, volevano darlo a quegli orribili soldati e allora lui  mangiava tutto quel burro.

Quello che si nota in tutto ciò che ha fatto, è una generosità estrema. Con tutta la sua intelligenza, era molto buono eppure uccise suo zio. Per lui non era importante. I cosiddetti parenti non erano importanti. Ciò che si nota, specialmente in India, è che le parentele sono molto importanti. Il padre è un ladro, il figlio è un ladro, il nipote è un ladro. Sono tutti ladri. Ci pensate? Non ho mai visto che quando in una famiglia c’è un ladro, qualcuno della sua progenie sia onesto. È davvero buffo, ma si insinua nelle loro menti una tale avidità, per cui pensano che non sia importante. Pensano solo che rubare sia l’unico modo per sopravvivere, sebbene in India ci siano persone veramente oneste. Ho visto i nostri domestici: non rubano mai nulla, mai. Non so, non stanno a ragionarci. È un dato di fatto. Non rubano mai nulla, è davvero sorprendente. Perché? Perché non rubano? Sono felici della loro vita, non vogliono cambiarla, non vogliono avere queste cose orribili che possono farli finire in prigione. Ma non se ne rendono conto, non ci pensano neppure. Semplicemente, non lo fanno. Perché? Perché hanno il senso della vergogna. Nei popoli più poveri, il senso della vergogna è molto, molto sviluppato. In quella società hanno un gran rispetto per le persone oneste e loro sono tutti onesti. Qualcuno magari non lo è, ma loro non hanno alcun rispetto per una persona del genere, poiché ritengono che la dignità sia la cosa più importante. Riuscite ad immaginare questa povera gente? Mangiano una volta al giorno, ma per loro la dignità è al di sopra di qualsiasi  cosa.

Quindi la terza soluzione per questa assurda  avidità è il rispetto di voi stessi. Perché dovreste rubare? Perché dovreste avere qualcosa che è rubato o che appartiene ad un altro? Se possedete questa dignità, questo rispetto di voi stessi, non toccherete nulla che non vi appartenga. Se possono farlo dei servitori, perché non può farlo gente che non è poi così povera? Credo che loro sviluppino un temperamento di livello più elevato, per cui la loro dignità è molto più importante di qualsiasi altra cosa che possa soddisfare l’avidità.

Una cosa riguardo all’avidità è che non è mai soddisfatta. Non è mai soddisfatta. Ho visto gente un tempo molto ricca, diventare davvero molto povera. Per loro la vita è diventata un inferno. Non possono vivere senza grande sfarzo e ostentazione, ma non capiscono che era una falsità. Continuano  a sentirsi molto oppressi quando perdono il loro denaro. Poi ci sono persone che vogliono avere denaro e faranno qualsiasi cosa per ottenerlo.

È una cosa molto buffa, ma anche riguardo al potere accade lo stesso. Se avete i vostri poteri (innati) non vi affannate dietro quei poteri. Ma si vuole avere potere per avere denaro e si ottiene potere con il denaro. Ve lo immaginate? Ma dove sono gli esseri umani? A che livello? A che livello di evoluzione sono? Continuano a girare intorno al denaro. È il Nabhi Chakra, quello che vi dà la soddisfazione, che deve migliorare. Se il vostro Nabhi Chakra è soddisfatto, avete conquistato lo stato di Kubera. Questo è molto importante: fare in modo che il vostro Nabhi sia soddisfatto.

Ci sono molte altre cose che abbiamo, ma per ora penso che la peggiore sia l’avidità e se, in qualche modo, viene tenuta sotto controllo, ridimensionata, ritengo che il mondo migliorerà moltissimo.

Che Dio vi benedica.