Serata di felicitazioni per il Compleanno

(New Delhi)



Send Feedback
Share

Serata di felicitazioni per il compleanno

Nirmal Dham, Delhi, 20 Marzo 2003

Oggi cercano tutti di parlarvi in inglese poiché credo che si rendano conto che la maggior parte di voi parla inglese. Vorrei potervi dire qualcosa di nuovo a proposito della vita. La vita va avanti. Che abbiate ottanta o novant’anni non fa differenza. L’unica cosa importante è quanto avete usato la luce ricevuta in Sahaja Yoga.

Ora, in Sahaja Yoga, siete tutti illuminati. Tutte le vostre kundalini sono risvegliate e penso che sappiate molte cose a questo proposito. Ma nonostante ciò è importante quanto tempo dedicate all’emancipazione degli esseri umani, ad aiutarli a crescere. Invece di criticarli, invece di condannarli, il vostro dovere è di porli su un piedistallo più alto affinché rispettino se stessi e la loro Realizzazione del Sé.

È molto importante, perché ho incontrato molti Sahaja yogi che prima erano molto critici nei confronti dei loro colleghi e ogni altra cosa, ma dal momento in cui hanno ottenuto la realizzazione, pensano che sia loro dovere occuparsi dell’emancipazione degli esseri umani. Allora non vi saranno problemi di alcun genere, né politici, né economici, niente.

Direi che tutti i problemi sono creati da una mente non ancora completamente sviluppata. E una volta che si sviluppa, non vi preoccupate di voi stessi. Vi preoccupate invece degli altri; vi preoccupate dell’emancipazione degli altri. È automatico, non occorre che ve lo dica io. Ma avete visto come siano mutate le vostre attitudini verso la vita e ciò è più importante di qualsiasi altra cosa.

Alcuni di voi sono già persone di successo in politica, negli affari eccetera. Ma non siete soddisfatti finché non date la realizzazione alla gente, finché non li rendete perfetti come voi. Sono molto felice di vedere che tanta gente è aiutata da Sahaja Yoga. Non mi sarei mai aspettata di vederlo già in questa mia vita, ma ha funzionato; ha funzionato in modo magnifico. Sono davvero stupita dalla velocità con cui le cose si sono sviluppate in così tanti Paesi, nel cuore di così tante persone e di come esse si siano dedicate a Sahaja Yoga. Stanno lavorando non soltanto nei loro Paesi, ma anche fuori. Dopo tutto, io ora non posso andare ovunque. Ciò nonostante, Sahaja Yoga si sta diffondendo e questa per me è una grandissima soddisfazione – non ne avete idea – quando sento che Sahaja Yoga è arrivato in un certo Paese o in un altro.

In pratica, dicono che Sahaja Yoga si sia ampiamente stabilizzato in 43 paesi e, probabilmente in modo minore, in molti di più. Ma anche nel sentire questo, mai mi sarei aspettata che avrebbe funzionato così in fretta. È tutto grazie a voi, ai Sahaja yogi, che è avvenuto questo miracolo.

Ringrazio tutti voi che, dall’India e dall’estero, avete impugnato la bandiera dell’emancipazione e progredite, invece di criticare, di sminuire alcune persone. È molto facile farlo. Ma che mi dite di voi, vi state elevando al di sopra di tutto questo e fate in modo che anche gli altri lo facciano? Possiamo cambiare il mondo intero e, con il risveglio della Kundalini, voi iniziate a capire i problemi del mondo riuscendo a liberarvene.

La kundalini è una cosa talmente grande, vi dico, che rende gli uomini qualcosa di superlativo. È tutto descritto con massime e altro, ma un Sahaja yogi detiene il potere più grande, e il potere più grande che ha è poter creare altri Sahaja yogi; poter dare la realizzazione agli altri. I Sahaja yogi devono usare i loro poteri e dovrebbero cercare di cambiare il mondo intero. Questo è il mio desiderio. Non so se lo realizzerò in questa vita oppure no. Ma voi tutti dovreste decidere in tal senso e sono sicura che tutto funzionerà.

Che Dio vi benedica. Grazie infinite. Grazie infinite.