Guru Puja

Nirmal Temple, Cabella Ligure (Italy)


Send Feedback
Share

Guru Puja, Cabella Ligure (Italia), 4 Luglio 2004.

Per Me è un gran piacere, una grandissima gioia vedere così tanti Sahaja yogi per il Guru puja. È molto gratificante pensare che siate così tanti, così tanti discepoli. Non mi sarei mai aspettata che avrei avuto tanti seguaci.

Ci si aspetta che seguiate tutti il mio messaggio di amore. Non devo dire niente sull’amore. L’amore è un dono assoluto, il dono proprio di sentire gli altri. Non è qualcosa di cui parlare, di cui discutere, niente del genere; si sente, appunto. Per sentire l’amore direi che occorre avere un cuore, ma come potete avere un cuore? Non è qualcosa che dipenda da voi, c’è già tutto, è qualcosa di cui siete già dotati, che avete e grazie al quale potete percepire l’amore. Dà una tale gioia, una tale pace!

L’amore possiede delle qualità proprie ed una di queste è che sa comprendere. La sua comprensione non è nelle parole, non è nei pensieri, ma è una comprensione interiore. Esso può percepire interiormente, il che è molto importante. È questo l’aspetto più importante di cui occorre rendersi conto: l’amore potete soltanto provarlo. Non potete parlarne, non potete esibirlo, ma è dentro di voi e potete sentirlo.

Per questo motivo, oggi è la vostra celebrazione del Guru. È la celebrazione in cui potete sentire l’amore per il vostro Guru. Questo sentimento è interiore e potete percepirlo soltanto dentro di voi. Dobbiamo comprendere che non è un’ostentazione, ma proprio la percezione interiore di sapere che voi provate amore per il Divino e potete provarlo appunto perché esiste. Nessuno può darvelo, nessuno può venderlo, nessuno può distribuirlo, esiste e basta. Questo amore deve essere sentito e condiviso. Non ha niente a che vedere con gli altri: che gli altri vi amino o no, non fa differenza. Questo sentimento, questa profondità di cui gioite, è dentro di voi.

È la facoltà che hanno tutti, a profusione. Qualche volta vi pare di averla persa, qualche volta sentite che l’avete conquistata, ma esiste quanto la distesa del mare. Del mare non potete affermare che oggi è pieno e domani no: esso è eterno. Analogamente, la sorgente del vostro amore è eterna. Non potete misurarla, è difficile, ma trascende ogni vostra espressione umana e dimostra la vostra comprensione, la vostra comprensione dell’amore che non ha parole, che non può dare spiegazioni, ma grazie alla quale vi renderete conto di avere questa qualità di amare dentro di voi e di poter gioire dell’amore dentro di voi. Questo è un dono veramente unico che soltanto pochissimi esseri umani hanno.

Anche tra gli animali, trovate degli esemplari che provano amore, ma quell’amore non è profondo, è un amore privo di significato. Forse ha qualche scopo, ma non è umano. È privo della bellezza dell’amore umano, manca della capacità di comprensione dell’amore umano.

Non è facile descrivere o spiegare l’amore in termini umani. Potete soltanto percepirlo dentro di voi. Quando iniziate a percepirlo, potete sentire chi sia il vostro Guru, chi pensate vi istruisca, vi persuada e vi abbia fatto vivere in un modo particolare. Tutto questo è possibile, ogni cosa è possibile, umanamente possibile; ma amare e gioire dell’amore non è facile, a meno che non siate immersi in esso.

È molto gratificante, è molto gradevole vedere come le persone si amino reciprocamente e come poi questo amore si diffonda. L’amore genera amore. Se qualcuno ha amore, questo semplicemente si diffonde, non occorre che egli ne parli a nessuno, non occorre che lo esterni, ma si diffonderà. Ed è questo che è importante apprendere: come vedere questo amore nell’altro.

In qualche modo viviamo già nell’amore grazie all’avvenimento di Sahaj. Noi tutti amiamo e gioiamo dell’amore. È evidente dai nostri volti, dai nostri caratteri, dalle nostre vite, che noi viviamo nell’amore. È incredibile come una cosa che non è poi tanto normale diventi così normale e così facilmente disponibile interiormente.

È una grandissima benedizione che voi siate esseri umani e che vi sia questa sorgente di amore, oltre alla sensibilità per l’amore. È una situazione molto complessa che non può essere spiegata a parole. È possibile soltanto esservi immersi e gioirne.

Oggi è il giorno in cui celebriamo il puja al Guru. Il Guru più grande che abbiamo è l’amore; l’amore Sahaj è il Guru dentro di noi che ci istruisce, che in qualche modo ci guida. Siamo guidati entro questa grande linea di consapevolezza per la quale non dobbiamo frequentare nessuna università, nessuna scuola, per formarci una cultura. È qualcosa di talmente interiore che agisce e si esprime come luce. Possiamo individuare le persone di questo tipo perché sono pienamente illuminate. Hanno la luce e, attraverso questa luce, guardano il mondo intero che per loro è molto innocente e semplice.

Noi proviamo amore per i nostri bambini, naturalmente. Proviamo amore per i nostri genitori, naturalmente. Proviamo amore per alcune persone, ma questo amore è diverso dall’amore di cui vi sto parlando. Quello ha dei legami, dei significati, mentre questo amore non può essere spiegato a parole, ma deve essere percepito interiormente.

Anche quando parlate del vostro Guru, dovreste provare questo amore dentro di voi. Perché lo sentite così tanto? La ragione è che il Guru vi ama e voi amate il Guru. È questo l’unico motivo per il quale dovreste amare il vostro Guru. Non esiste un motivo per questo, perché l’amore è amore. È così che il Guru diventa importantissimo nella vostra vita. Abbiamo persone che amano il proprio Guru ed hanno una comprensione molto casta del loro amore.

Con questa grande opportunità di amare che abbiamo, ci troviamo qui per gioire pienamente l’uno dell’altro, dal profondo del nostro cuore, perché esiste questo oceano dentro di noi. Dobbiamo semplicemente farci sommergere da questo oceano. Se ci perderemo in questo oceano non avremo problemi, dispute, tutto ci apparterrà e potremo gestire ogni cosa senza discussioni, senza domande. È questo il significato dell’essere Sahaj.

Se adottate la linea di condotta Sahaj gioite dell’amore. Gioite di voi stessi e di qualsiasi altra persona perché è Sahaj. Non dovete fare sforzi, non dovete tentare nulla: esiste e agisce.

Il sentimento di amore non ha modalità di espressione: esiste, semplicemente. Non può esprimersi perché è privo di espressione. Deve semplicemente essere percepito dentro di voi. A quel punto, desiderate fare tante cose: desiderate aiutare tutti, volete aiutare voi stessi, desiderate fare del bene agli altri.

I grandi leader del mondo hanno fatto tanto perché erano dotati di questo amore. Non possedevano nient’altro che questo amore che non riuscivano a contenere dentro di sé, così cercarono di diffonderlo ed ora sono definiti i nostri guru, i nostri maestri. È questo amore interiore ad avere avvicinato le persone in un modo unico. È qualcosa che non possiamo possedere, che non potete pretendere: c’è e agisce; agisce in modo automatico. Ciò che dobbiamo comprendere è che noi siamo questo amore. L’amore è in noi, dobbiamo avere la consapevolezza, una consapevolezza completa di essere l’amore. Questo risolverà i nostri problemi perché potrete spiegare ogni cosa, tutti i vostri comportamenti, tutti i vostri insuccessi. Potete spiegare tutto, quando vi rendete conto di essere dotati di questo amore.

Il guru è questo: è l’amore dentro di voi che vuole condividere l’amore con gli altri, che vuole dare amore agli altri. È questa la pace e la gioia.

Potrei continuare a parlare dell’amore, ma la cosa più importante è sentirlo dentro di voi. È come l’acqua: se avete sete, possiamo darvi l’acqua ma non possiamo essere noi a bere! Siete voi che dovete berla e sentirne il sapore, sentirne la sensazione, l’effetto; e tutte queste cose vanno di pari passo, non sono separate.

Non credo che il soggetto sia stato troppo sottile per voi. Avete raggiunto tutti un certo grado di comprensione di questo amore. Spero che aumenti e che tutti cresciate in esso, e ne gioiate.

Che Dio vi benedica!