Shri Adi Shakti Puja

Nirmal Temple, Cabella Ligure (Italy)


Feedback
Share
(06/2017 SOTTOTITOLI)

S H R I  M A T A J I  N I R M A L A  D E V I

Shri Adi Shakti Puja

Cabella Ligure, 24 Giugno 2007


Bene? No?

Va bene.

È bellissimo rivedervi tutti qui. Credo che questo sia il primo Puja che celebriamo in questo luogo e spero che siate tutti a vostro agio e sia (stato) comodo per voi venire qui.

Oggi è un giorno veramente grandioso. È un’Adi Shakti (Puja, ndt), è per celebrare l’Adi Shakti; e qual è l’origine dell’Adi Shakti? Non ve ne ho mai parlato. Questa è la prima volta che vi dico che l’Adi Shakti è la Madre Primordiale, è il potere, il potere di Dio che ha voluto creare questo mondo. Ed è proprio Lei che è riuscita a creare questo grande mondo.

[Shri Mataji si rivolge alle persone in piedi] Non potete sedervi tutti? Non c’è spazio per loro o cosa? Per favore sedetevi. Perché stanno in piedi? Ci sono delle sedie dietro di voi. Va bene, potete sedervi sulle sedie.

Yogi: Sono tutti seduti.

Yogi: (Hindi) Madre, le persone dietro sono sedute.

Shri Mataji: (Hindi) Ci sono alcune persone in piedi.

Yogi: (Hindi) Shri Mataji, quelli dietro sono seduti sulla sedia. Sono seduti.

Shri Mataji: Ci sono delle sedie dietro di voi. Va bene, potete sedervi sulle sedie.

Yogi: (Hindi) Madre, sono seduti là sulle sedie.

Shri Mataji: (Hindi) Ma ci sono alcuni dietro ancora in piedi. Da quella parte.

Questo sta cadendo (riferendosi al microfono).

Per quanto è possibile mettetevi comodi. Non affaticatevi inutilmente. Spero che troverete tutti un posto per sedervi comodamente.

Oggi dunque vi parlerò dell’Adi Shakti, che è un tema molto, molto antico. L’Adi Shakti è il potere di Dio stesso, e Lei ha creato questo mondo per portare il Suo regno (di Dio) sulla terra.

Immaginate, non esisteva altro che oscurità e, da questa oscurità, Lei dovette creare tutti questi alberi bellissimi, pittoreschi e ogni tipo di vegetazione. Creò tutto questo. Ma a cosa serve avere tutte queste cose che non parlano, che non comprendono? In esse non vi è alcuna manifestazione. Certo, alcuni alberi e alcuni fiori ricevono bellissime vibrazioni e crescono molto bene, ma non tutti, soltanto alcuni.

Devo dirvi, ad esempio, che qui i fiori non hanno fragranza; tutti i fiori sono privi di fragranza. Sono andata in giro a vedere se ci fossero fiori profumati. Ma ciò che fanno è farli diventare grandi. Sono molto grandi, molto più grandi di quanto possiate trovare da qualsiasi parte. Ma non hanno fragranza. Mentre in un paese povero come l’India, i fiori hanno un profumo straordinario. Persino piccoli fiori hanno una fragranza eccezionale. Ora, qual è la specialità della fragranza che esiste in India e da nessun altra parte? In nessun altro luogo.

Alcuni fiori forse avranno un po’ di profumo, ma (in genere) non vi è profumo nei fiori che sono coltivati in modo così meraviglioso, con grande amore ed attenzione. Invece, in India, anche molti fiori selvatici hanno profumo. Qual è il motivo? Si dice che il suolo dell’India possieda fragranza. Com’è possibile avere fragranza nel suolo? Eppure è un dato di fatto. Ciò che sto dicendo non è una favola, ma è un dato di fatto che in India qualsiasi fiore coltiviate ha per lo più fragranza. Mentre qui no, non è così. E neppure in nessun altro paese. Se andate in Norvegia o in Germania, in qualsiasi paese andiate, non troverete profumo nei fiori. È davvero sconvolgente che non vi sia profumo nei fiori.

Quando questo mondo fu creato, non vi era alcuna fragranza; ma essa era presente in alcune aree, specialmente nelle aree che chiamiamo India ed altre. È incredibile che qui o da qualsiasi altra parte all’estero non esistano fiori profumati.

Ora voi siete nati qui, avete portato voi la fragranza, siete voi le persone che sono anime realizzate, e avete la fragranza per diffonderla. Così, la vostra responsabilità, che ritengo doppia, è quella di dover diffondere fragranza. La fragranza è qualcosa di assolutamente innato. Persino in questa terra che diremmo priva di fragranza, la gente ha fragranza nel carattere, nel comportamento, nella capacità di comprensione, e aspira alla pace.

Non dico che siano pacifici, ma aspirano ad avere la pace. Questa aspirazione, di per sé, suggerisce che sono persone fragranti, molto fragranti. Che cos’è la fragranza in un essere umano? È la sua natura, il suo temperamento, il suo modo di essere e come si comporta con gli altri.

In tutte le nazioni, ovunque, non sono ancora consapevoli di dover diventare fragranti. Se ne fossero consapevoli, allora tutte le guerre avrebbero fine, tutto finirebbe e ci si renderebbe conto che siamo tutti una cosa sola.

Noi non apparteniamo a paesi diversi o a qualsiasi cosa creata da noi. Dio non ha creato (questo?), siamo noi ad aver creato (il concetto in base al quale) “questo è il vostro paese, quello è il loro paese”, e combattiamo tra nazioni. Questo paese non appartiene a nessuno. Appartiene a Dio. Ma la gente combatte stupidamente per le nazioni: questo è il nostro paese, questo paese è nostro.

Io ho viaggiato in tutto il mondo, ma di nessuno, nessuno, nessun paese direi che appartiene ai suoi abitanti, poiché se si possiede un paese si dovrebbe avere fragranza, si dovrebbe avere un temperamento che faccia sentire agli altri che provenite da paesi pieni di fragranza. Non ci sarà bisogno di discutere. Invece, un paese combatte contro un altro. Avviene ovunque. Leggete continuamente sul giornale queste assurdità, che le nazioni si combattono e, più sono sviluppate, meglio sono. In questo loro sviluppo, spero che si elevino divenendo spirituali e sviluppando fragranza.

Ma ritengo che questo spirito bellicoso degli esseri umani provenga da Satana. Uccidono se stessi, uccidono gli altri, distruggono il mondo intero. Se leggete il giornale, vi vergognate davvero di come si comportano gli esseri umani. Tutti i sahaja yogi, dunque, non dovrebbero appoggiare nessun tipo di lotta. Non devono. Essi sono qui per portare fragranza alla gente, per portare felicità, gioia, e non per lottare. Uno dei primi doveri dei sahaja yogi è quello di non partecipare a niente che crei odio, che spinga alla lotta, che crei problemi. Questi spiriti rissosi hanno distrutto la fragranza del suolo. Se la gente diverrà amorevole e affettuosa, anche questo suolo diverrà fragrante.

La prima cosa che dobbiamo imparare è amarci a vicenda e non odiare nessuno. Esistono molti modi di odiare, anche questa è una caratteristica umana. Gli animali odiano perché sono animali. Gli esseri umani non possono essere animali. Noi siamo esseri umani e, in quanto tali, ciò che dovremmo provare è amore, affetto e nessun odio, di nessun genere. Ora, poiché siete sahaja yogi, direi che dovreste cercare di sviluppare la vostra capacità di amare, piuttosto che la capacità di lottare o criticare gli altri. È molto facile criticare. Ma cercate di capire che il nostro stesso suolo è privo di fragranza.

In che modo dobbiamo portare fragranza a questo suolo? Questo è possibile solo se chi ci vive  prova affetto e amore reciproco.

Questa è la cosa più importante. Quando la creazione ebbe luogo, fu soltanto grazie all’amore; diversamente, che necessità aveva la natura di creare tutte queste cose?

A cosa serve tutto questo? A farvi sentire meravigliosamente; tutti questi alberi bellissimi sono per farvi stare bene, per farvi sentire una cosa sola con la natura. In questo senso, noi esseri umani non abbiamo contribuito. Non parlo dei sahaja yogi, loro sono rari e splendidi ed hanno svolto un buon lavoro, in quanto considerano l’amore la cosa più elevata. Ma voi dovete dimostrare anche agli altri che desiderate amarli, perché essi dovrebbero amarsi l’un l’altro.

Il mondo intero è (stato) creato perché vi era amore, diversamente che bisogno c’era di sprecare energia per questi continenti e tutti questi diversi paesi? Non per lottare, non per odiarsi o credersi chissà chi, ma per amarsi gli uni con gli altri, per avere più fratelli e sorelle; così come in Sahaja Yoga, dove sentite di avere fratelli e sorelle ovunque. Oggi, arrivando, sono stata molto felice di vedere che c’erano persone da tutta Europa ed anche dall’India. Com’è possibile? È perché voi avete sviluppato questo amore, perché avete questo amore, questo amore innato; così, ovunque andiate, ovunque incontriate persone, esse dovrebbero dire di aver visto i sahaja yogi che sono soltanto amore.

A loro non interessa chi siate, quale sia la vostra posizione o altro. Sanno soltanto che siete sahaja yogi, e un sahaja yogi ama gli altri sahaja yogi. Questa è una grandissima conquista che non era mai esistita, così come non esiste fragranza nel suolo, nessuna fragranza negli esseri umani.

Ora però è arrivata. Ora, voi avete la capacità di amarvi, aiutarvi e comprendervi a vicenda. Non di criticare o insultare o diffamare in alcun modo gli altri. Dico questo perché voi tutti siete le persone rare che sono sahaja yogi. Quante persone sono sahaja yogi? Pochissime. Dobbiamo avere più sahaja yogi affinché loro comprendano che siamo tutti parte integrante di un’unica nazione, e che questa nazione è quella dell’amore. Quando ciò accadrà, allora diremo che Sahaja Yoga ha funzionato. Aiuto reciproco, comprensione reciproca: dovrebbe esserci questo. E io credo che i sahaja yogi si comprendano e si amino reciprocamente, eppure ciò dovrebbe andare oltre i loro limiti.

Molte persone non comprendono che Sahaja Yoga non è soltanto per loro, ma per il mondo intero. Voi dovete darlo agli altri e dovete mettere in pratica ciò che chiamate l’unione dell’amore. Nell’amore non vedete cose sbagliate. Gioite soltanto dell’amore, e ciò che occorre capire, in questo puja di oggi, è se nutriamo qualche odio per qualcuno, se nutriamo sentimenti malevoli per qualcuno o per qualche paese. Dovremmo cercare di esaminare noi stessi. Se siete veri sahaja yogi non odierete nessuno, non detesterete nessuno, ma amerete; e amerete gli altri come voi stessi. L’amore è la cosa più grande che Dio abbia dato agli esseri umani ed è ciò che si deve cercare di sviluppare.

Sono molto felice qui, ora siete venuti tutti fin qui per celebrare questo primo giorno, il primo giorno della vostra crescita come Sahaja Yoga, sahaja yogi. Ora, se i sahaja yogi si diffonderanno e saranno sempre più, allora il vostro compito è finito, poiché, a quel punto, assaporate la gioia dell’unione. Occorre dunque fare in modo di diventare tutti una cosa sola.

Non c’è niente da criticare o nessuno da odiare, ma il punto è amarvi l’un l’altro, e trovo che ci siano molti sahaja yogi che hanno raggiunto questo livello di amore; però ce ne sono ancora alcuni che hanno difficoltà, che non sono arrivati a quel livello. Alcuni, non molti. Sahaja Yoga significa che siamo una cosa sola, che siamo tutti sahaja yogi, non in modo separato, ma insieme. Se si comprende questo punto, avrete celebrato oggi il grandioso giorno dell’Adi Shakti.

Perché l’Adi Shakti ha creato questo mondo? Perché si è verificato tutto questo? Perché non pensiamo per quale motivo ci è stato dato tutto questo amore, tutta questa prosperità? Non ci rendiamo mai conto di dove siamo e di quanto abbiamo. Non si tratta di denaro, ma di amore, e quando ve ne renderete conto, ci ameremo veramente in modo reciproco, e non ci sarà nessun odio, non ci sarà nessuno spirito di vendetta, ma soltanto amore e amore e amore. Questo è il messaggio di oggi: dobbiamo tutti amarci l’un l’altro.

Noi dobbiamo avere ogni genere di rituale, ma soltanto come espressione del nostro amore. Non è semplicemente un rituale, è amore. Quando avete amore per la Madre, come lo esprimete? Allo stesso modo dobbiamo renderci conto che oggi dobbiamo promettere che per noi l’amore sarà la cosa più importante. Dovremmo amare. La gente non ama neppure le proprie famiglie. Non sto parlando a gente così, lo so, loro (sahaja yogi, ndt) amano le loro famiglie, le loro città, i loro ambienti, ovunque. Tuttavia, il mondo continua con guerre, lotte e difficoltà di ogni genere. Il mondo intero deve innalzarsi fino al livello nel quale tutti si ameranno l’un l’altro. Non esiste altra soluzione se non amare, e in questo amore non vi è egoismo ma gioia; e questa gioia voi dovreste percepirla e darla agli altri.

Sono sicura che tutti voi sahaja yogi lo state facendo, vedete gli errori degli altri senza mettere nessuno nei guai.

L’amore è il messaggio dell’Adi Shakti. Pensateci, una sola Adi Shakti ha creato il mondo intero; (pensate a) come deve averlo fatto, a che cosa deve avere progettato, a come deve averlo organizzato. Non è un’impresa facile. Lo ha fatto solo perché Lei amava. L’espressione del suo amore è che voi siete tutti qui ed ecco perché, per essere una cosa sola con Lei, si dovrebbe imparare ad amare. Ovviamente, per questo dovete capire che dovreste perdonare. Se non sapete perdonare e trovate difetti negli altri, non sarete di aiuto.

Qual è ora il vostro compito? Fare in modo di amare, che non vi sia odio per nessuno, che non pensiate a detestare o picchiare qualcuno. Questo deve funzionare. Sono sicura che funzionerà.

In tutti i paesi europei e nel continente indiano, quelli che sono sviluppati combattono, quelli che non sono sviluppati combattono. Hanno tutti il loro modo personale di combattere, è questa l’unica differenza. Ma non vi è amore. Se volete avere amore vi sentite addolorati.

Se, ad esempio, io vedo un paese, un paese x, è molto facile per me criticare dicendo che quel paese è davvero riprovevole, che la gente è cattiva, che questo e quell’altro sono cattivi. Ma io credo che potenzialmente siano tutti buoni, bravissima gente. In qualche modo dovrei essere in grado di farglielo comprendere. Se capiscono cos’è l’amore e gioiscono dell’amore, non ci saranno problemi di alcun genere.

Soltanto gli esseri umani sanno amare. Nessun altro. Anche gli animali amano, ma il loro amore è molto limitato. L’amore degli esseri umani, invece, è bellissimo; loro appaiono bellissimi solo quando amano. Perciò devo dirvi di non creare un amore meschino ma un amore di cui gioirete voi e gioirà anche il prossimo. È qualcosa che va compreso. Il modo in cui la gente intende l’amore è, a volte, davvero ridicolo. Quindi, per prima cosa, occorre comprendere che cos’è l’amore, ed anche capire se amate oppure no. Se amate veramente il mondo, se amate veramente questa creazione di Dio, non dovrebbe esserci odio, non dovrebbero esservi scontri, ma vedere soltanto gli aspetti positivi. Come una madre guarderebbe il proprio figlio, così voi dovreste guardare il mondo intero come una magnifica opera che Dio ha creato per voi.

Questo argomento è talmente esteso che posso parlarvene per ore, ma devo soltanto dire che se riuscite a comprenderne anche solo una piccola parte, è questa: dovreste amarvi tutti l’un l’altro e dovremmo avere comprensione. Guardate i bambini piccoli: si amano tra loro. Non hanno ancora imparato ad odiare. Ma se i bambini non sono allevati bene, possono odiarsi a vicenda. Possono essere assurdamente strani e molti paesi, oggi, sono così. Combattono proprio perché non amano.

Ora, dunque, i sahaja yogi hanno un compito molto più elevato, una vita molto più elevata, perché devono mostrare che l’amore è una cosa davvero grandiosa. Non ha importanza che siate indù, cristiani, questo e quell’altro nonsenso: voi siete tutti esseri umani e abbiamo il diritto di amare e, se riuscite in qualche modo ad amare la gente, vi assicuro che Sahaja Yoga si stabilizzerà. Sahaja Yoga è come un albero che richiede amore al posto dell’acqua.

Provatelo, fatene la prova nella vostra vita, e scoprirete come l’amore ripaghi se stesso. Non si misura in base a quanto spendete o a ciò che fate, non si contano tutte queste cose, ma diventate personalità tipiche di Sahaja Yoga, proprio come l’oceano si espande tutto intorno.

Perciò, oggi, tutti i sahaja yogi devono decidere di perdonare tutte le persone che odiamo e di amarle tutte. Vediamo se funzionerà. Sono sicura che funzionerà, perché tutti voi siete, prima di tutto, anime realizzate e, in secondo luogo, l’amore è la massima, la suprema grazia accordata agli esseri umani, e se lo utilizzerete non esisteranno più problemi di alcun genere.

Grazie molte.

 (Applausi)