Dwitya – Seconda notte di Navaratri

Sydney (Australia)


Send Feedback
Share
(09/2017 SOTTOTITOLI)

S H R I  M A T A J I  N I R M A L A  D E V I

Dwitya – II notte[1] di Navaratri

Sydney (Australia), 13 Ottobre 2007


Venite avanti. Ci sono persone che non hanno posto. Potete andare a vedere se sono entrati tutti? Scusate, non sapevo che foste tutti qui, solo adesso l’ho saputo, e allora ho detto: va bene! Riuscite a sentirmi da lì? Tutti? Quelli che non mi sentono… alzino le mani! (risate e applausi). Va bene, grazie. Avete bisogno di qualcosa? Venite avanti. State bene? (Shri Mataji parla in Hindi). Volete cantare una canzone? Scusate, mi hanno detto solo adesso che c’erano delle persone in attesa. (Gli yogi cantano un bhajan).

È molto bello vedervi tutti qui così felici. Oggi è il secondo giorno (del Navaratri) ed è un giorno molto importante per quel che riguarda l’evoluzione. Come sapete, il nostro secondo chakra è molto importante. Ed è per questo che la giornata di oggi è molto importante. Dunque, qual è il secondo chakra? Sapete qual è il secondo chakra? (Gli yogi rispondono qualcosa) Cos’hanno detto? Dovete dirlo ad alta voce. (Uno yogi risponde più chiaramente: “Swadisthana”). Il chakra è lo Swadisthana.

È così importante perché in questo Kali Yuga è il chakra che lavora di più. Sono molte le cause che lo fanno lavorare, e lavorare duramente. Sapete cosa c’è nel secondo chakra? Cosa succede nel secondo chakra? Che siamo catturati dalla nostra ambizione, e l’ambizione ci fa correre su e giù; ho visto molti Sahaja Yogi che si sono persi. Dunque è un giorno molto importante per tutti voi. Il secondo chakra è importante perché nei tempi moderni è molto attivo anche a livello cosmico. Noi diventiamo molto attivi, iperattivi e ci mettiamo a pensare a tutte le persone con cui non abbiamo niente a che fare, e così ci creiamo inutili problemi. Il chakra di oggi è importante perché vi assilla e vi crea molti problemi facendovi pensare a cose inutili. Cominciate a pensare: “Che cosa hai detto?”, “Cos’è successo?”, “Chi è arrabbiato?” e ogni tipo di assurdità.

Siete tutti sahaja yogi e non dovreste preoccuparvi di cosa dicono gli altri e di cosa fanno. Dovreste semplicemente gioire. Al secondo chakra dovete gioire. Questo è il modo migliore di godersi Sahaja Yoga. Quando il vostro Swadisthan è soddisfatto, niente può disturbarvi. E potete davvero prendervi cura del vostro Swadisthan. Lo Swadisthan è una grande occasione per voi perché ora siete sahaja yogi e potete padroneggiarlo.

Questo è un chakra che crea turbamento. Soprattutto in occidente le persone pensano troppo, stanno sempre a pensare, pensare, pensare. Questo problema viene dallo Swadisthan.

Per soddisfare lo Swadisthan dovete adottare il silenzio. Dovete rifugiarvi nella quiete ed esaminare voi stessi. Cos’è che vi crea problemi? Cos’è che vi turba? Quello che vi fa venire pensieri e idee è lo Swadisthan. E alcune persone pensano tantissimo. Può non esserci alcun problema, ma loro se lo creano da sole con lo Swadisthan. E continuano a preoccuparsi della faccenda.

Lo Swadisthan è molto contento quando ridete e gioite e non vi preoccupate di cose inutili. Quanto tempo sprechiamo con sciocchezze! Non ne abbiamo bisogno, i sahaja yogi non ne hanno bisogno. Fanno così solo coloro che ancora non sono realizzati. Staranno soffrendo. Sicuramente soffrono. E magari vi creano problemi, ma di questi problemi voi semplicemente ridetene. Dovete perdonarli. Perdonateli, fanno così perché non ne possono fare a meno. Vedete, è lo Swadishan che crea loro problemi, loro quindi non possono farne a meno.

…Tu non hai posto, vieni un po’ avanti! Poverino. Mi dispiace. Puoi venire avanti, qui c’è posto. Qualcuno gli faccia posto. Bene. Venite avanti per favore. Puoi prendere il tuo armonium e venire avanti…

Dunque, non permettete alla vostra mente di preoccuparsi di qualsiasi pensiero sciocco si presenti. Sciocchezze di tutti i tipi. Non avete niente a che fare con questi pensieri, ma continuano a venire. Questo è il lavoro del signor Swadisthan: lui prova a distrarvi. Voi dovete entrare nel silenzio. Una volta che entriate nel silenzio, vi lascerà perdere e non vi darà più fastidio. Tutta la mia attenzione è sul vostro paese perché siete degli ottimi sahaja yogi. Abbiamo sahaja yogi in tutto il mondo. Sapete che ce ne sono migliaia. Ma nessuno come gli australiani. Perché, per un motivo o per un altro, siete molto toccati e preoccupati dai problemi del mondo. Adesso, dunque, dovete pensare a non avere niente a che fare con lo Swadisthan, ma a ciò che dovete raggiungere. Siete sahaja yogi e nessuno Swadisthan dovrebbe turbarvi.

Non sapevo che foste tutti qui. Solo adesso mi hanno detto che eravate qui. Mi avevano detto che c’erano solo poche persone e io ho detto: va bene.

(Guarda i bambini) Quanti sono? Li avete contati? Che carini! L’Australia è tanto speciale da avere bambini così belli. E le persone hanno cura dei bambini. La prima cosa che dovreste fare è preoccuparvi dei vostri figli. Questo contrasta il vostro (problema di) Swadisthan. Se qualcosa vi assilla, voi dedicatevi ai vostri bambini. E basta. Dovete solo occuparvi di loro e tutto si sistemerà.

Che succede? Non stai bene? Stai bene?

Siete sicuramente benedetti perché non cadete preda dei capricci del vostro Swadisthan. Sicuramente. E questo è anche il chakra del vostro paese. Così vi fa correre su e giù e vi fa pensare, pensare, pensare. Tutti i sahaja yogi hanno soprattutto questo problema, dunque dovreste pensare che state semplicemente seduti sullo Swadisthan e lo dovete cavalcare, e non essere cavalcati da lui, va bene?

Sono molto orgogliosa delle persone di questo paese: avete dimostrato al resto del mondo come essere uniti ed essere un tutt’uno. È molto sorprendente. In altri paesi il problema è differente. Il vostro paese ha il problema dello Swadisthan, come vi ho detto, ma voi l’avete sconfitto. All’inizio, quando sono venuta qui, ho trovato che avevano tutti la mente in subbuglio a causa dello Swadisthan. Poi sono diventati silenziosi e colmi di pace, e adesso vi vedo tutti e sono molto felice perché ora quel problema è risolto. Tutta quella assurdità è sparita. E non c’è nulla che vi turba. La radice di tutte le malattie è lo Swadisthan: vengono da lì. Per questo dovreste comprendere che non dovete fare il gioco dello Swadisthan che vi fa pensare, pensare, pensare. Voglio dire che pensano in continuazione a qualcosa che neanche esiste. Continuano a pensare.

Allora se qualsiasi pensiero di questo tipo arriva, dite: “Non lo vogliamo”. E basta. Ci sono qua io per pensare a voi. Voi non pensate. Se avete dei problemi fatemelo sapere, ma non pensate. Quello che potete fare è scrivere e mandarmi i vostri problemi. Mi farebbe piacere riceverli, va bene?

Lo Swadisthan è il chakra del vostro paese. È il secondo chakra ed è qui. E sarete sorpresi di sapere che ci sono sahaja yogi di tutte le nazioni, ma quelli australiani sono speciali. Hanno grande fiducia in se stessi. Non seguono idee sbagliate. Questo l’ho notato. E vi sono molto grata per questo.

Allora, quale altra canzone volete cantare? Mi piacerebbe ascoltarla.


[1]Nella seconda notte di Navaratri, Dwitya, veneriamo le differenti manifestazioni della Dea Suprema: “Ya devi Sarvabhuteshu…”. Tutti questi aspetti della Devi si manifestano anche nelle qualità dei diversi chakra.

Questo è il tempo di attraversare Nabhi e Swadhisthana Chakra.

Recitare l’inno Aparajita.