Presentazione del Dr. Rai nel Sahasrara Day – Sessione Medica Campus, Cabella Ligure (Italia)

Presentazione del dottore e la dottoressa Rai ne Sahasrara say 2016 Mr. Dr. Rai: (02:35) Jai Shri Mataji! Prima di tutto vorrei ringraziare Shri Mataji dal profondo dei nostri cuori per averci dato la possibilità di essere qui. Penso che questo sia un paradiso sulla Terra e siamo qui per la prima volta dopo circa 26, 27 anni. Quindi ci inchiniamo e diciamo i nostri pranams a Shri Mataji e anche ringraziamo l’amministrazione qui, ognuno di voi e coloro che hanno gestito il nostro viaggio fino a qui. E ringrazio anche i paesi ospitanti: Austria, Repubblica Ceca, altri paesi, che sono stati così gentili da permetterci di essere qui, che è invero nostro piacere e nostre punyas. Penso che non siamo qui per insegnarvi alcunché. Siamo qui per imparare e ho delle storielle con Shri Mataji che vi condividerò con voi opportunamente; siamo qui per imparare la dedizione e l’arresa degli stranieri. Quando dico “stranieri”, intendo un nome rispettoso in India e e come voi avete adottato Sahaja Yoga e quanto vi state dedicando. Siamo qui per impararlo. Viene sempre detto in India, ma ora siamo qui per impararlo. Quindi, niente da insegnare, ma solo da imparare il vostro amore, la vostra dedizione, la vostra sincerità e qualsiasi piccola esperienza lei ha – mia moglie. Lei ha dedicato molto tempo a gestire un centro – Vashi – e a curare persone. La più piccola esperienza che abbiamo possiamo condividerla. Se ci sono dei problemi possiamo aiutarvi. Noi cerchiamo sicuramente di Read More …

Guru Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

(07/2017 SOTTOTITOLI) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Guru Puja Cabella Ligure, 20 Luglio 2008 Oggi è un grandissimo giorno per tutti i sahaja yogi. Poiché il vostro Sahasrara si è aperto, avete potuto percepire l’esistenza di Dio. Dire “Dio esiste” non era sufficiente ed anche dire “Dio non esiste” era sbagliato, molto sbagliato; e le persone che hanno detto questo hanno sofferto. Solo dopo aver ricevuto la realizzazione sapete che Dio esiste e che ci sono le vibrazioni. Questa apertura è un grandissimo (avvenimento) per tutto il mondo. Ecco perché dico che oggi è uno dei giorni più grandiosi per voi. Molti di voi hanno sentito la brezza fresca sulle mani e fuoriuscire dal cervello. Alcuni sono cresciuti in Sahaja Yoga, altri no. Alcuni si trascinano ancora vecchi blocchi. Ma ora devo dirvi che moltissimi di voi possono diventare guru, cioè maestri, e dovreste comportarvi come maestri. Per comportarvi da maestri, dovreste conoscere molto approfonditamente la teoria e la pratica di Sahaja Yoga. Allora potete diventare guru. È una grande responsabilità, e occorre molta comprensione, per essere guru. Innanzitutto non dovreste avere ego, né blocchi in alcun chakra. Dovreste essere assolutamente puliti in ogni momento e le vibrazioni dovrebbero fluire su tutte e due le mani. Se fluiscono su una sola mano e non sull’altra, non potete diventare guru. Quindi dovete essere sahaja yogi perfetti; solo allora potete essere guru. E moltissimi di voi Read More …

Discorso al programma serale precedente il Shri Krishna Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

Discorso al programma serale precedente il Krishna Puja, Cabella Ligure (Italia), 4 Agosto 2007. (Al termine del programma musicale) Volevo ringraziarvi tutti per aver gioito di questa meravigliosa musica[1] proveniente da parti diverse dell’America. Ciò dimostra che Sahaja Yoga ha una grande possibilità; e se funzionerà così in America, funzionerà ovunque. E darà la pace e la gioia di condurre una vita spirituale. Sono davvero molto felice di vedervi tutti qui, e di vedervi tutti gioire di questo: è molto incoraggiante per me, ed è di grande sostegno per Sahaja Yoga. Vi benedico tutti, tutti voi che provenite dall’America e da tutti gli altri Paesi – mi dicono che provenite da Paesi diversi – quindi vi benedico tutti. Dovremmo renderci conto che siamo tutti un’unica cosa: non c’è bisogno di lottare, non è necessario litigare, ma assaporiamo la gioia di ciò che abbiamo in comune, così come gioiamo di questo programma di stasera. Spero che qui siate comodi: io non so, non ho visto, non ho avuto modo di vedere come sono sistemate le vostre cose, ma se avete delle lamentele o qualsiasi problema, per favore fatemelo sapere (risate e applausi).   Molte grazie. Grazie. NOTE: [1] In particolare, l’ultima performance era stata di un nutrito e variegato gruppo di musicisti e cantanti che avevano presentato un pezzo di musica fusion – pop e musica classica indiana, con raga e alap – scritto in lode di Shri Mataji ed appositamente composto per raggiungere ed attrarre i ricercatori.

Shri Adi Shakti Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

(06/2017 SOTTOTITOLI) S H R I  M A T A J I  N I R M A L A  D E V I Shri Adi Shakti Puja Cabella Ligure, 24 Giugno 2007 Bene? No? Va bene. È bellissimo rivedervi tutti qui. Credo che questo sia il primo Puja che celebriamo in questo luogo e spero che siate tutti a vostro agio e sia (stato) comodo per voi venire qui. Oggi è un giorno veramente grandioso. È un’Adi Shakti (Puja, ndt), è per celebrare l’Adi Shakti; e qual è l’origine dell’Adi Shakti? Non ve ne ho mai parlato. Questa è la prima volta che vi dico che l’Adi Shakti è la Madre Primordiale, è il potere, il potere di Dio che ha voluto creare questo mondo. Ed è proprio Lei che è riuscita a creare questo grande mondo. [Shri Mataji si rivolge alle persone in piedi] Non potete sedervi tutti? Non c’è spazio per loro o cosa? Per favore sedetevi. Perché stanno in piedi? Ci sono delle sedie dietro di voi. Va bene, potete sedervi sulle sedie. Yogi: Sono tutti seduti. Yogi: (Hindi) Madre, le persone dietro sono sedute. Shri Mataji: (Hindi) Ci sono alcune persone in piedi. Yogi: (Hindi) Shri Mataji, quelli dietro sono seduti sulla sedia. Sono seduti. Shri Mataji: Ci sono delle sedie dietro di voi. Va bene, potete sedervi sulle sedie. Yogi: (Hindi) Madre, sono seduti là sulle sedie. Shri Mataji: (Hindi) Ma ci sono alcuni dietro ancora in piedi. Da quella parte. Questo sta cadendo (riferendosi Read More …

Guru Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

Guru Puja, Cabella Ligure (Italia), 4 Luglio 2004. Per Me è un gran piacere, una grandissima gioia vedere così tanti Sahaja yogi per il Guru puja. È molto gratificante pensare che siate così tanti, così tanti discepoli. Non mi sarei mai aspettata che avrei avuto tanti seguaci. Ci si aspetta che seguiate tutti il mio messaggio di amore. Non devo dire niente sull’amore. L’amore è un dono assoluto, il dono proprio di sentire gli altri. Non è qualcosa di cui parlare, di cui discutere, niente del genere; si sente, appunto. Per sentire l’amore direi che occorre avere un cuore, ma come potete avere un cuore? Non è qualcosa che dipenda da voi, c’è già tutto, è qualcosa di cui siete già dotati, che avete e grazie al quale potete percepire l’amore. Dà una tale gioia, una tale pace! L’amore possiede delle qualità proprie ed una di queste è che sa comprendere. La sua comprensione non è nelle parole, non è nei pensieri, ma è una comprensione interiore. Esso può percepire interiormente, il che è molto importante. È questo l’aspetto più importante di cui occorre rendersi conto: l’amore potete soltanto provarlo. Non potete parlarne, non potete esibirlo, ma è dentro di voi e potete sentirlo. Per questo motivo, oggi è la vostra celebrazione del Guru. È la celebrazione in cui potete sentire l’amore per il vostro Guru. Questo sentimento è interiore e potete percepirlo soltanto dentro di voi. Dobbiamo comprendere che non è un’ostentazione, ma proprio la percezione interiore di sapere Read More …

Adi Shakti Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

Adi Shakti Puja, Cabella Ligure, 6 Giugno 2004. L’incontro di oggi è molto speciale. È anche un giorno molto, molto speciale, veramente speciale e pieno di gioia. La ragione è che parla, canta e tratta dell’ordine primigenio, del potere primigenio, originario, Adi, primordiale, al quale si deve la creazione di questo grande universo. Sapete già perché è iniziato e come funziona, non è necessario che ve ne parli. Oggi dobbiamo parlare, invece, del potere nascosto nei vostri cuori, mediante il quale potete fare tutto ciò che desiderate per creare un nuovo mondo, una nuova famiglia, nuovi standard, qualsiasi cosa che finora era sconosciuta. È possibile davvero e accade. Ma la cosa difficile è rendere le persone più adattabili, più in sintonia reciproca, in senso assoluto. Sembra essere una cosa difficile. Stanno bene fra di loro se sono amici, se hanno lo stesso stile, le stesse cose. Ma renderli uno, uno con gli altri in senso assoluto, in armonia, sulla stessa linea è molto, molto difficile e si pensa che non dovrebbe essere così, che non debbano essere così. Ma deve funzionare. Il problema ora è che abbiamo bellissime persone, bellissime anime, ma non diventano una cosa sola con gli altri come dovrebbero. Come risolvere questo problema? Molti mi hanno chiesto: “Madre, come risolvere questo problema?” Ho sorriso, perché se osservate l’idea originaria, perché abbiamo dato inizio a questa radiografia? Perché abbiamo dato inizio a questo nuovo tipo di conoscenza, ad un nuovo tipo di penetrazione? Perché volevamo scoprire l’unione, l’elemento Read More …

Sahasrara Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

(02/2021 SOTTOTITOLI AGGIORNATI, traduzione verificata) S H R I  M A T A J I  N I R M A L A  D E V I  Sahasrara Puja “Continuate a vivere una vita nella realtà” Cabella ligure, 9 Maggio 2004 Oggi è un giorno molto importante nella nostra vita di sahaja yogi. È il giorno in cui il Sahasrara è stato aperto, e questo è un avvenimento davvero molto carismatico. Non mi sarei mai aspettata di riuscire a realizzarlo nel corso della mia vita, ma è accaduto. E tanti di voi hanno ottenuto l’apertura del Sahasrara. Senza di questo non avreste mai potuto conoscere la verità. Eravate tutti persi, come tutti gli altri. Innanzitutto, il Sahasrara è il solo modo per percepire, comprendere e conoscere la realtà. Siete venuti a conoscenza della realtà e gioite di questo stato in cui sapete che cos’è la realtà. È una grande benedizione che il Sahasrara sia stato aperto e che tutti voi abbiate ottenuto la realizzazione. Diversamente, tutti i discorsi rimangono soltanto discorsi, privi di significato, che non possono essere compresi, ed è per questo che la mia prima preoccupazione è stata quella di aprire il Sahasrara. Ha funzionato, ha funzionato bene e avete ottenuto tutti l’apertura del Sahasrara. È una cosa notevole. Nessuno riesce a credere che tanti di voi abbiano ottenuto l’apertura del Sahasrara, ma adesso io posso vedere chiaramente la luce sulla sommità della vostra testa. Tutto ciò che avete ottenuto è indubbiamente notevole. Lo avete raggiunto in virtù di Read More …

Shri Ganesha Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

(09/2018 SOTTOTITOLI)  S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Shri Ganesha Puja Cabella Ligure, Italia, 13 Settembre 2003 (Shri Mataji invita i bambini a salire sul palco) Adesso abbiamo di fronte dei bambini piccoli. Loro sono incarnazioni, sono coloro che condurranno l’umanità verso un grande progresso: occorre prendersi cura dell’umanità. Sono loro l’umanità di domani. Noi siamo quella di oggi; e che cosa stiamo dando loro da seguire? Qual è il loro scopo nella vita? È molto, molto difficile dirlo. Ma con Sahaja Yoga seguiranno tutti la giusta via, si comporteranno nel modo giusto e tutti formeranno una moltitudine diversa di sahaja yogi che sta arrivando. Ma è dovere dei sahaja yogi più grandi prendersi cura di loro; avere standard morali più alti, condurre vite più elevate così che loro seguano tale esempio e diventino sahaja yogi davvero buoni. È un’enorme responsabilità, forse non ce ne rendiamo conto, non comprendiamo, ma tutte queste sono piccole creature che riflettono l’immagine delle grandi anime e dovrebbero essere allevate di conseguenza, rispettate di conseguenza ed amate con grande sollecitudine. Questo deve essere compreso. Il problema degli adulti è che non li riteniamo degni di considerazione, di preoccupazione, di comprensione. Pensiamo di essere troppo intelligenti, troppo bravi e che non occorra sprecare energia con loro. È questo il problema degli adulti. Ma oggi, mentre siamo qui seduti a venerare Shri Ganesha, dovremmo renderci conto che sono tutte incarnazioni di Shri Read More …

Guru Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

Guru Puja. Cabella Ligure, 13 Luglio 2003. Il Puja di oggi è per me importantissimo poiché ho appena scoperto che mia nipote non è presente e questo mi ha molto contrariata. Guardate me, che dovrei essere l’Adi Shakti: perché mai dovrei sentirmi così turbata per l’assenza di mia nipote? Mi sono resa conto che ciò è dovuto alla natura umana che abbiamo tutti. Se abbiamo qualche responsabilità e non possiamo intervenire, ci sentiamo contrariati. Grazie a Dio qui ci sono pochissimi bambini. La maggior parte di essi è cresciuta1. Ma siamo tutti bambini, per il modo che abbiamo di  preoccuparci, di essere in ansia. Oggi vorrei che vi rendeste conto che è iniziato  un nuovo anno. E, in questo nuovo anno, dovremmo prefiggerci un  nuovo proposito per quanto riguarda noi stessi. È un proposito molto difficile da realizzare per la gente: consiste nel rendersi conto che non siamo responsabili  di nessuno. Apparteniamo a noi stessi e viviamo con noi stessi. Ciò è molto difficile. Certamente, coloro che non hanno figli in questo senso sono persone “molto felici”. Ma coloro che li hanno, che hanno certe responsabilità e certi impegni, stanno ancora indugiando, devo dire che non sono in alcun modo vicini a Sahaja Yoga. La nostra principale responsabilità è verso noi stessi. È conoscere noi stessi e dipendere da noi stessi. È una grandissima responsabilità poiché, adesso che ricopriamo cariche importanti, potremmo accorgerci di esserne completamente assorbiti. Per favore, cercate di ricordare che dovete ricordarvi del vostro Sé. Dovete capire Read More …

Dopo l’Adi Shakti Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

Dopo l’Adi Shakti Puja, Cabella Ligure, 15 Giugno 2003. Dopo il breve Puja  è stato intonato con grande gioia il bhajan “Gondari”. Alla fine, Shri Mataji ha detto: Sono molto felice che cantiate tutti la canzone “Gondari”. Forse non sapete che significa: “Noi siamo i cantanti di Shri Mataji”. Sono canti della gente dei villaggi che dice: “Noi cantiamo la canzone di nostra Madre, con tutto il nostro amore per Lei”. E mi rende davvero molto felice che tutti questi canti siano giunti fino a voi e che abbiate adottato questo bello stato d’animo e le canzoni di queste semplice gente di paese. Che Dio vi benedica. Grazie infinite. Grazie infinite.

Discorso agli sposi e alle spose Campus, Cabella Ligure (Italia)

Discorso agli sposi e alle spose Cabella Ligure (Italia), 15 Settembre 2002 09/2023 TRADUZIONE VERIFICATA SHRI MATAJI NIRMALA DEVI Discorso agli sposi e alle spose Cabella Ligure (Italia), 15 Settembre 2002 Discorso alle spose Sono molto felice di vedervi tutte in questi splendidi abiti ed anche ben disposte al matrimonio. Dovete conservare la vostra attitudine (positiva). Intesi? Dovreste essere persone felici e cercare di rendere felici anche i vostri mariti. La vostra felicità può creare la felicità dei figli. Voglio avvertirvi di una cosa: non parlate a vostro marito dei vostri errori della vita passata. Non dovete farlo, non occorre, perché adesso siete sahaja yogi. Siete persone trasformate, e qualsiasi cosa accaduta è accaduta: non dovete parlarne o dirgli nulla, ma parlate del futuro e del presente. D’accordo? Siate sagge. Sarà la vostra assennatezza che renderà felice la vita matrimoniale. Se diventerete insensate, se non vi sarà saggezza, il matrimonio fallirà. Ho visto che alcune ragazze dominano troppo i propri mariti. Non c’è bisogno di dominare. Se amate il marito è quella la dominazione. Il miglior modo è amare vostro marito, occuparvi di lui, fare tutto ciò che è necessario perché non serve a niente ostentare che voi provenite da una società o da una cultura migliore o da una famiglia migliore. Siete soltanto voi che potete dimostrare di essere veramente brave persone, e la vostra bontà lo conquisterà. È soltanto la moglie che costruisce o rovina il matrimonio. E devo dirvi molto francamente che se avete ancora qualche dubbio Read More …

Shri Ganesha Puja: “Dovreste essere gioiosi e dare gioia agli altri” Campus, Cabella Ligure (Italia)

09/2023 NUOVI SOTTOTITOLI, TRADUZIONE VERIFICATA Shri Ganesha Puja. Cabella Ligure (Italia), 14 Settembre 2002. Oggi ci siamo riuniti qui per venerare Shri Ganesha. Shri Ganesha è la Deità dell’innocenza. Alla nostra nascita è Shri Ganesha ad agire, e noi siamo molto innocenti. E questa innocenza è talmente potente che, grazie ad essa, i bambini riescono a sopravvivere in molte circostanze. Noi li amiamo perché sono innocenti, ne gioiamo perché sono innocenti. Man mano che si cresce, il nostro Sahasrara si chiude e noi sviluppiamo stranezze di ogni genere che penetrano in noi e non se ne vanno, rimangono lì. Non se ne vanno. L’innocenza ha un grande effetto sul nostro carattere e sul nostro senso di castità. In realtà, quando si è innocenti, non si sa cosa siano l’assenza di castità, i comportamenti non casti, l’astuzia. Si è innocenti e si è protetti da Shri Ganesha stesso. Se qualcuno cerca di danneggiare una persona innocente, Shri Ganesha la proteggerà e se ne occuperà. Le persone innocenti in questo mondo – certo, ce ne sono pochissime – diventano assolutamente distaccate da tutte le problematiche mondane quali la lussuria, l’avidità e molte altre, perché sono così pure che niente può rovinarle o contaminarle. È una grandissima benedizione che l’innocenza sia realmente creata in noi. Essa fu creata molto prima, tutta l’innocenza è stata creata molto, molto prima della nostra creazione. Per noi è una qualità straordinaria diventare innocenti. La qualità più straordinaria di Shri Ganesha è la gioia. Lui vi dà gioia Read More …

Guru Purnima Puja: “Qual è il nostro dovere?” Campus, Cabella Ligure (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Guru Purnima Puja “Qual è il nostro dovere?” Cabella Ligure (Italia), 24 Luglio 2002 07/2023 TRADUZIONE VERIFICATA È molto interessante il modo in cui avete scoperto che il Guru Purnima in effetti è oggi. Purnima è il giorno della luna piena. Io lo sapevo, ma per i sahaja yogi dobbiamo organizzare gli incontri di venerdì, sabato e domenica. Che sia o meno la data precisa, dobbiamo organizzarli così. Questa volta mi pare sia stato organizzato con due giorni di anticipo; va bene, non ha importanza. Dopotutto la luna è qui per noi e noi siamo qui per la luna, quindi non può esserci stato niente di troppo sbagliato in questo. Vi ho già parlato ampiamente del principio del Guru. Abbiamo visto che tutte le personalità venute su questa terra per rappresentare il principio del Guru in realtà erano per lo più nate realizzate, ma non hanno mai dato la realizzazione a nessuno. È una differenza grandissima. Erano tutti delle anime nate realizzate, alcuni divennero sufi e sono chiamati con diversi appellativi, ma loro non avevano ricevuto la realizzazione del Sé: l’avevano già. E, grazie alla realizzazione del Sé, possedevano tanta conoscenza ed è questa che cercarono di impartire alla gente. Sapevano tutto dei chakra, in qualche modo sapevano tutto; devono averlo saputo grazie ai meriti acquisiti nelle loro vite passate. Forse alcuni di loro erano discepoli di altre grandi Read More …

Guru Puja: “Per prima cosa occorre sviluppare il lato sinistro” Campus, Cabella Ligure (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Guru Puja “Per prima cosa occorre sviluppare il lato sinistro” Cabella Ligure (Italia), 21 Luglio 2002 07/2023 TRADUZIONE VERIFICATA [Forte tuono seguito da applausi] In India aspettavano tutti i monsoni e sono molto preoccupati perché non è arrivata la pioggia. Allora ho dato un bandhan, ma la pioggia è arrivata qui (in Italia) (risate e applausi, Shri Mataji ride). E adesso hanno detto in televisione che pioverà anche in India. Ma prima è successo in Italia (risate). Mi avevano riferito che in Italia c’era un gran bisogno di pioggia e così avete avuto una prima pioggia alcuni giorni fa, e questa è la seconda. (Questo accade) perché c’è tutta la comprensione dei problemi dei nostri agricoltori. E la pioggia è così gentile che agisce al momento giusto. Sono sorpresa della tempestività e obbedienza della pioggia. Oggi è un grande giorno per tutti noi perché celebriamo il Guru puja, ricordando tutti i grandi guru venuti sulla terra per insegnare al mondo la verità. Sono stati tanti ed hanno fatto del loro meglio per spiegare all’umanità che cosa sia la spiritualità. Ci sono però tali differenze che la gente non ha mai capito che la spiritualità è la cosa più importante di cui abbiamo bisogno, e che dobbiamo essere tutt’uno con l’Energia divina. Tutti i tentativi (dei ricercatori) sono andati nella direzione sbagliata. Innanzitutto, ovviamente, erano molto intelligenti, più degli animali, Read More …

Programma Serale Precedente il Guru Puja: “Il Profeta Tradito” Campus, Cabella Ligure (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Discorso precedente il Guru Puja Discorso dopo la rappresentazione di “Il Profeta Tradito” Cabella Ligure (Italia), 20 Luglio 2002 07/2023 TRADUZIONE VERIFICATA Il mio cuore trabocca perché, in questa rappresentazione straordinaria, avete realmente mostrato la bellezza della vita di Maometto, come le persone ne abbiano fatto cattivo uso creando problemi a tutto il mondo circostante, e come adesso siano nei guai. Egli non ha mai voluto questo, ma gli esseri umani non hanno compreso questo grande profeta. Devo congratularmi con Guido e tutti voi per aver recitato così bene. E che rappresentazione è stata! La sincronizzazione e tutto il resto, anche tutta la parte tecnica… non so cosa dire, è stata sotto ogni aspetto un rappresentazione davvero splendida. [Applausi] Mi ha toccato il cuore perché Maometto non è stato compreso né dai suoi seguaci né dai suoi oppositori. Un uomo così straordinario per compassione, per spiritualità, è stato fortemente equivocato e il cosiddetto mondo islamico e quello non islamico non hanno mai capito la grandezza di Maometto. Insomma, mi sono commossa profondamente perché Egli è stato il mio figlio più amabile ed io l’ho adorato. Che Dio benedica la sua anima e tutti voi che lo avete seguito in spirito. Diffondete il messaggio, fate entrare più persone in Sahaja Yoga. È molto facile far entrare in Sahaja Yoga i discepoli di Maometto, se sono suoi veri discepoli. Non è Read More …

Adi Shakti Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

Adi Shakti Puja, Cabella Ligure, 23 Giugno 2002. Questo è un giorno particolare per tutti voi, perché si celebra il puja dell’Adi Shakti, e l’Adi Shakti è un’Entità completa. Non è solo legata al lato sinistro che voi tutti conoscete tramite l’ascesa della Kundalini attraverso i differenti chakra, partendo da Shri Ganesha proprio sul lato sinistro. Non ho voluto finora parlarvi più approfonditamente del lato destro, perché tutti coloro che nel passato vi si sono avventurati si sono semplicemente persi. Hanno adottato il Gayatri mantra dalle scritture, ma non sapevano di cosa si trattasse. Si limitavano ad impararlo a memoria. Non ne conoscevano il vero significato e così si sono sbilanciati verso il lato destro ritrovandosi bloccati all’Agnya; e poi cercavano di arrivare alla realizzazione del Sé perché era stato loro promesso che, con un uso appropriato del lato destro, avrebbero raggiunto questo supremo traguardo. Ma finora nessuno è riuscito nell’impresa e la maggior parte di loro, con questa esasperata attività di lato destro, ha acquisito un temperamento estremamente collerico che li portava addirittura a lanciare maledizioni e ad esercitare poteri distruttivi sugli altri. Non c’era alcun risveglio della Kundalini e riuscivano al massimo a raggiungere l’Agnya chakra sprofondando poi nei diversi meandri dell’ignoranza. Tutti questi libri furono scritti senza alcuna conoscenza di causa, perché è difficilissimo arrivare alla Realizzazione attraverso il lato destro. La cosa ottimale è risvegliare la Kundalini che vi innalza passando centralmente per tutti i chakra fino all’Agnya e poi oltre il Sahasrara. Ora, cosa c’è Read More …

Sahasrara Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Sahasrara Puja “Per prima cosa dobbiamo correggere il nostro ego” Cabella Ligure (Italia), 5 Maggio 2002 05/2023 SOTTOTITOLI, TRADUZIONE VERIFICATA Devo dire che oggi è un grandissimo giorno per celebrare il Sahasrara, il puja del Sahasrara. È un avvenimento davvero unico che i vostri Sahasrara siano stati aperti. Ci sono state pochissime persone in tutto il mondo – ci sono stati alcuni sufi, ci sono stati alcuni santi, alcuni anche in Cina eccetera – ma pochissimi, proprio pochi hanno ottenuto l’apertura del Sahasrara. Qualunque cosa essi abbiano detto o scritto non è mai stato compreso dalla gente che in realtà li ha torturati, li ha crocifissi e ha inflitto loro cose orribili di ogni genere, poiché non poteva sopportare che qualcuno ottenesse la realizzazione. È dunque un grandissimo giorno, poiché il Sahasrara è stato aperto a livello collettivo. Ciascuno di voi lo ha ottenuto. Anche nel resto del mondo ci sono molte persone che hanno il Sahasrara aperto. Certo, ce ne occorrono molte di più perché si comprenda cosa rappresenta questo grande evento dell’apertura collettiva del Sahasrara. Alcuni sono cresciuti moltissimo, dopo aver ricevuto la realizzazione, moltissimo. Hanno capito perfettamente Sahaja Yoga e hanno sviluppato la loro profondità; e la loro coscienza è realmente una grande consapevolezza di unione con il Divino. Essere una cosa sola con il Divino è la più grande benedizione per gli esseri umani. Finora Read More …

Discorsi alle spose e agli sposi Campus, Cabella Ligure (Italia)

Matrimoni. Cabella Ligure (Italia), 23 settembre 2001. Discorso alle spose State per sposarvi. Io sto proprio per…(il microfono viene sistemato)… e con piena comprensione. È molto importante capire il vostro ruolo in Sahaja Yoga come donne sposate. Abbiamo avuto donne stranissime che si sono sposate perché volevano sposarsi e hanno constatato come il matrimonio non abbia avuto successo. E sono state un tale problema per me che io non capisco perché prima del matrimonio non si siano rese conto di ciò che dovevano fare. Voi dovete far sì che il matrimonio in Sahaja Yoga sia un successo. Non è un matrimonio qualunque. E perciò non è un sacrificio, ma una gioiosa capacità di comprensione. Potreste anche dover convivere con molti problemi. Finanziariamente può essere che qualcuno non sia tanto benestante. Può anche essere che sebbene lo sia, non si prenda cura di voi finanziariamente, non vi dia soldi; oppure potrebbe essere molto dominante – è possibile. Tutto è possibile. Come potreste esserlo voi. In Sahaja Yoga vi abbiamo selezionato perché vi sposiate, e pensiamo che farete un felicissimo matrimonio. In un certo senso, la responsabilità della donna è maggiore perché il matrimonio è una sua responsabilità, e lei deve renderlo un matrimonio felice. Se qualcuna di voi ora non vuole sposare una certa persona, potete rifiutare. Ma se ora vi sposate, pensate, per favore, come una Sahaja Yogini che si sta sposando. La responsabilità di procurare un buon nome a Sahaja Yoga è vostra. Intendo dire che non vi stiamo Read More …

Shri Ganesha Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

Shri Ganesha Puja, Cabella Ligure, 22 Settembre 2001. Oggi siamo qui riuniti per adorare Shri Ganesha che è il Signore dell’innocenza. Egli è l’oceano di innocenza e, benché sia un bambino tanto piccolo, può combattere il mondo intero, può distruggere tutte le negatività. Questo è il segno dell’innocenza. Ci sono tante storie di bambini che, caduti da grandissime altezze, sono rimasti illesi, nulla è accaduto loro. L’innocenza è una cosa così potente che non arreca alcun danno a chi non debba essere danneggiato. Possiede tutta la saggezza del mondo, tutta la comprensione del mondo; e chiunque provi ad attentare all’innocenza, il mondo, il mondo intero – che magari non si sarà curato molto dell’innocenza, magari non l’avrà rispettata molto – insorgerà, insorgerà contro chiunque cerchi di attaccarla. Potete constatare, nella vostra vita di tutti i giorni, che se qualcuno cerca di molestare i bambini, tutti, da qualsiasi parte provengano, chiunque siano, a qualunque nazionalità appartengano, tutti si mobilitano e si precipitano a sorvegliare e proteggere i bambini. Cos’è? Cos’è dentro di noi che ci rende tanto consapevoli di dover difendere l’innocenza? È davvero una vergogna, una grande vergogna per noi scoprire che, a questo mondo, l’innocenza viene insidiata. Qualsiasi altra cosa può essere tollerata. Ma se persone innocenti, che non hanno fatto niente di male, che non hanno malizia, che vivono come bambini piccoli, sono attaccate da qualcuno, non che il mondo intero reagisca a queste cose, ma nessuno può tollerare che una persona innocente, un essere innocente, venga aggredito. Read More …

Lettera al Presidente Bush Cabella Ligure (Italia)

Shri Mataji Nirmala Devi Palazzo Doria Cabella Ligure 18 Settembre 2001 All’Onorevole George W. Bush Presidente degli Stati Uniti d’America Casa Bianca Washington DC Caro Signor Presidente, Avrei voluto scriverle prima, ma ho ritenuto che lei fosse troppo impegnato con la crisi nel vostro grande Paese. Ho seguito continuamente lei e le sue attività attraverso la televisione. Ho già avuto modo ci comunicarle la mia visione in cui lei era il predestinato a distruggere il demone del terrorismo in tutto il mondo e redimere l’umanità dal tormento delle forze sataniche. Ora, vede, molti parlano di compassione e di perdono, forse spinti da paura o cecità. Un peccatore che chiede perdono può essere perdonato, ma non un demone. A nessun costo. Nella “Gita” c’è una risposta data da Shri Krishna ad Arjuna, suo discepolo. Arjuna, colmo di rimorso e compassione, depose il suo arco e non voleva più combattere. Disse a Lord Krishna: “Tu mi hai parlato dello stato di testimone – stityaprAgnya – in cui una persona spiritualmente dotata dovrebbe mantenersi”. Lord Krishna osservò: “Chi è nello stato di testimonianza non è affatto confuso ed ha una mente limpida. Egli sviluppa il potere e la determinazione di distruggere i malvagi –dushtakrutham”. Anche il Signore Gesù Cristo si scagliò contro coloro che stavano facendo commerci nel Tempio di Dio. Lord Krishna chiese fermamente ad Arjuna di combattere e distruggere il male affinché la Verità prevalesse. Questo è un grande messaggio della “Gita” che risuona in tutto il mondo martoriato dalle azioni Read More …

Programma Pubblico al Caffè della Versiliana Versilia (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Programma Pubblico al Caffè della Versiliana Versilia, 31 Agosto 2001 Romano Battaglia: Bene, cominciamo allora, la Grande Madre comincerà a parlare e spiegare come si può giungere alla realizzazione del Sé. Prego. Shri Mataji (a Romano Battaglia): È stato molto gentile da parte tua invitarmi a questo incontro. Lui mi ha chiesto di spiegarvi come potete raggiungere lo stato di realizzazione del Sé. È una cosa molto importante da capire, perché fino ad ora abbiamo vissuto solo con la consapevolezza umana. La consapevolezza umana non è però sufficiente per poter condurre una vita molto felice, specialmente a livello collettivo. Dobbiamo però sapere che il nostro Creatore è una personalità molto grande, molto comprensiva, è una personalità Divina; ed Egli ha predisposto dentro di noi tutto il necessario per ottenere la nostra realizzazione del Sé. La realizzazione del Sé è la connessione con l’energia onnipervadente dell’Amore Divino. A questo scopo, dentro di noi, nell’osso triangolare chiamato sacro, è situata un’energia. Tutti gli esseri umani hanno questa energia nell’osso sacro. Sacrum significa sacro, ed anche i greci sapevano che si trattava di un osso sacro; per questo lo chiamarono sacrum. Quindi è già tutto lì. (L’osso sacro) contiene questa energia che è avvolta in tre spire e mezzo. Tutti voi la possedete. L’unico problema è come risvegliarla, in modo da connettervi all’Energia Divina. Ora, in ciascuno di noi si trova qualche Read More …

Interview Versilia (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A  D E V I Intervista Versilia (Italia), Agosto 2001 L’intervistatrice[1] afferma di essere molto contenta di intervistare Shri Mataji e di avere già cercato di incontrarla in Turchia, ma di non esserci riuscita. Specifica che si trovava lì per un suo studio su degli attori famosi, e Shri Mataji a quel punto chiede: “How can I help you? What can I do?” (Come posso aiutarla? Che posso fare?) Shri Mataji chiede per quali canali lavora e lei risponde che lavora come libera dipendente per i tre canali nazionali principali. Intervistatrice: Mi spiace, ma non parlo molto bene l’inglese.  Shri Mataji: E io non conosco l’italiano. Solo un po’. Domanda: Allora, Grande Madre, nasce il 21 marzo alle ore 12 a Chindwara nel sud dell’India. Quali sono i suoi primi ricordi della sua vita? Shri Mataji: Anche la mia nascita. Ho un’ottima memoria. Domanda: Cosa si ricorda della sua nascita? Shri Mataji: Ricordo di essere nata molto pulita e senza tracce di sangue o altro sul mio corpo, e non ero attaccata al cordone ombelicale. E quando mia madre mi vide disse: “È assolutamente senza macchia, perciò si chiamerà Nishkalanka”. E la zia di mio padre che era presente disse: “No, è un nome da uomo, chiamala Nirmala che significa senza macchia e anche immacolata”. Ricordo tutto questo. Domanda: Cosa ricorda della sua adolescenza passata in gran parte accanto a Gandhi? Shri Mataji: Vede, Read More …

Guru Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

Guru Puja. Cabella Ligure (Italia), 8 Luglio 2001. Non sapete cosa provi vostra Madre nel vedere così tante persone che davvero sono, loro stesse, diventate dei guru. Persone che hanno cercato la Verità in tempi molto difficili, che hanno desiderato conoscerla. Questi tempi difficili, di per sé, hanno agito sulla vostra mente portandovi a comprendere che in quel che sta accadendo in questo mondo, in qualunque cosa vediamo attorno a noi, nel mondo intero, c’è qualcosa che davvero non va, e noi dobbiamo operare un cambiamento. C’è una cosa molto importante quando si cerca: occorre una grande dedizione. E bisogna passare attraverso indicibili sofferenze. Si cerca anche quando si lotta dentro di sé, e neanche fuori si trova qualcosa che dia soddisfazione. Ecco perché la ricerca ha un doppio limite: quando si cerca di raggiungere la Verità, questa sembra essere una conquista molto difficile. Ma non se ne può fare a meno, perché non si è soddisfatti di quanto ci circonda. Guardate il mondo oggi: è pieno di conflitti. Ci sono lotte di tutti i tipi. Si combatte per niente, per la terra, e si uccidono esseri umani. Può , la terra, creare esseri umani? Si combatte in maniera molto collettiva pensando di rendere un grande servizio all’umanità. Il pensiero degli esseri umani oggi non è per nulla profondo, ma molto superficiale; ecco perché il mondo è pieno di disordini e agitazione. Ogni giorno, ogni minuto uccidono così tanti esseri umani, ovvero li torturano, su scala molto larga. Prima, certo, Read More …

Shri Adi Shakti Puja, L’opera dell’Adi Shakti Campus, Cabella Ligure (Italia)

(06/2022 SOTTOTITOLI, TRADUZIONE VERIFICATA) SHRI MATAJI NIRMALA DEVI Shri Adi Shakti Puja “L’umanità deve essere salvata per mezzo vostro e di nessun altro” L’opera dell’Adi Shakti Cabella Ligure, 3 Giugno 2001 Oggi adoriamo l’Adi Shakti. Lo considero il puja più importante perché è l’energia dell’Adi Shakti che vi ha dato la realizzazione del Sé, che vi ha dato la verità, che vi ha dato il potere della compassione e dell’amore. È l’Energia che si è separata da Sadashiva e che ha voluto creare, Lei stessa, questo intero universo, universi dopo universi. Ella è creativa e amorevole. Con il Suo amore, ha compiuto questa grandiosa creazione, anche di questo mondo. Questo è un pianeta selezionato appositamente, che è stato posto magnificamente al centro, fra il sole e la luna, per creare, infine, gli esseri umani. È il Suo grandioso lavoro, eseguito con tanto amore e affetto, e con la grandissima speranza che i Suoi figli avrebbero conosciuto la verità e ottenuto la conoscenza suprema riguardo a se stessi e ad ogni altra cosa. Come avete letto nella Bibbia, l’Adi Shakti venne sotto forma di serpente e suggerì agli esseri umani, ad Adamo ed Eva – specialmente ad Eva – che dovevano avere la conoscenza. Ed essi accettarono di mangiare il frutto della conoscenza perché, diversamente, sarebbero rimasti simili ad animali, senza alcuna conoscenza degli aspetti sottili della vita; forse animali un po’ più evoluti. Appena ebbero mangiato il frutto sentirono che c’era qualcosa di sbagliato nel fatto di essere nudi, così Read More …

Giorno della Festa della Mamma Cabella Ligure (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Giorno della Festa della Mamma Palazzo Doria, Cabella Ligure, 13 Maggio 2001 [Un gruppo di sahaja yogi si reca negli appartamenti di Shri Mataji per farle delle offerte e renderle omaggio nel giorno della Festa della Mamma] Non ho mai provato una gioia come sto provando adesso… (…) che i sahaja yogi potessero (organizzare) qualcosa di così bello… (qualità audio scadente) [Interruzione nella registrazione] [La Madre è] una istituzione molto speciale (Shri Mataji dice ad un sahaja yogi di tradurre in italiano), soprattutto in questo Paese (Italia). (Qui) hanno una grande rispetto per le madri. La Madre è la sorgente di amore. Nel Corano chiesero a Maometto a chi avrebbero dovuto inchinarsi dopo Allah; ed egli rispose: “Alla Madre”. Glielo domandarono di nuovo ed egli rispose: “Soltanto alla Madre”, allora glielo chiesero di nuovo e lui ripeté: “Soltanto alla Madre”. Sono sicura si riferisse alla Madre Divina, poiché le madri terrene potrebbero forse non essere madri complete. Esse sono una personificazione, o meglio, un esempio di amore della Madre, dell’amore della Madre Divina; però sono umane. Pertanto possono essere condizionate, influenzate, oppure potrebbero essere piene di ego, soprattutto se vivono da lungo tempo in un paese in particolare e non hanno idea dell’amore divino. Nell’amore divino non vi è aspettativa, semplicemente fluisce; non pensa a giudicare qualcuno o a cosa fare per una persona, fluisce e basta. E la Read More …

Sahasrara Puja, Aprire il Sahasrara Campus, Cabella Ligure (Italia)

(06/2022 SOTTOTITOLI, TRADUZIONE VERIFICATA) SHRI MATAJI NIRMALA DEVI Sahasrara Puja “Aprire il Sahasrara” Cabella Ligure (Italia), 6 Maggio 2001 Oggi mi inchino a tutti i sahaja yogi che hanno trovato la verità. La ricerca della verità esiste da secoli. E, quando la gente scoprì che non esisteva altro modo per trovarla se non arrendersi al Divino, non sapeva come fare, come riuscirci. Ci sono stati ricercatori in tutto il mondo. Sono stata in Turchia e mi ha sorpreso che, pur essendovi stati molti Sufi, i loro discepoli non fossero anime realizzate. Questo perché neanche i Sufi sapevano come avessero ottenuto la realizzazione. Una profonda oscurità circondava i ricercatori. Da bambina mi resi conto che, in tutto il mondo, (i ricercatori) ignoravano completamente come trovare la verità. Molti si erano persi in tutta una serie di cosiddette religioni e rituali. Eseguivano rituali di ogni tipo; da mattina a sera eseguivano qualche rito. Che fossero indù, cristiani o musulmani, credevano tutti che, praticando tutti quei rituali, avrebbero ottenuto qualcosa, avrebbero conosciuto la verità, avrebbero ottenuto la realizzazione del Sé. Tutti questi ricercatori si rivolsero a persone sbagliate, imboccando direzioni sbagliate poiché ricercavano sinceramente, con tutto il cuore. E (quegli individui) erano molto ingannevoli, fuorvianti, e (i ricercatori) furono sviati verso aree così orribili ed oscure da non sapere cosa stessero cercando, cosa dovessero cercare, cosa dovessero ricevere. È stato profetizzato che con l’avvento del Kali Yuga le persone avrebbero trovato se stesse. C’è una storia su Nala e Kali. Kali aveva rapito Read More …

Discorso all’aeroporto Malpensa Milan (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Discorso all’aeroporto Milano Malpensa, 26 Aprile 2001 (All’arrivo Madre viene sommersa dai fiori. I sahaja yogi la accolgono cantando “Vishwa Vandita” e “Aspettando Lei”). Riempie davvero il cuore vedere che siete venuti così in tanti a darmi il benvenuto. Non posso esprimere a parole la gioia che sento. Il vostro amore è come l’oceano, che circola da una persona all’altra. È così bello ritornare in Italia. (Lungo applauso seguito da una ‘ola’ dei sahaja yogi presenti. Shri Mataji fa un’espressione stupita poi ride sonoramente). Gli italiani hanno un cuore molto grande. Mi sono resa conto che è come (se fosse) il mio Paese. (Di nuovo un applauso fragoroso seguito da un ‘ola’. Shri Mataji scoppia in una sonora risata). Loro sono qui per gioire dell’amore e della spiritualità. Sono persone molto spirituali. E questo è qualcosa che dà così tanta gioia, che il mondo intero può ricevere la spiritualità da voi. Gli italiani devono andare ovunque a diffondere il messaggio dell’amore. Voi, infatti, avete il potere dell’amore, dell’amore puro. E questo amore puro trasformerà certamente molta gente. Dobbiamo trasformare questo mondo che è pieno di problemi. Da sola che cosa posso fare io? Sono venuti ad invitarmi in Turchia perché stavano attraversando una crisi economica. E nella sala (dove si è tenuto il programma pubblico) c’erano circa settemila persone. Anche loro (sahaja yogi turchi) sono grandi persone. E sarete Read More …

Navaratri Puja, Undicesima Notte di Navaratri Campus, Cabella Ligure (Italia)

(RIASSUNTO – TRADUZIONE NON REVISIONATA DAL 2000) Navaratri Puja, Cabella Ligure (Italia), 8 Ottobre 2000. Oggi stiamo per adorare la Devi che chiamiamo Amba, e con molti altri nomi. Lei è l’energia  rimasta alla fine, si può chiamarla l’energia ‘residuale’: dopo aver fatto e creato ogni cosa, diviene la Kundalini e si accomoda nel vostro osso triangolare, nel chakra chiamato Mooladhar. Ma in realtà si manifesta maggiormente nel lato sinistro perché qui è semplicemente Amba [madre] Il lato sinistro è molto, molto importante per tutti gli esseri umani. Senza il lato sinistro non potete mantenervi in equilibrio, tanto per cominciare. È  lei che vi dà la vera personalità di un Sahaja yogi. Vale a dire che se il lato sinistro è debole dovete venerarla, e chiederle: “Ti prego, arricchisci il mio lato sinistro”. Potenziando il vostro lato sinistro, lei, la Consolatrice, cosa vi dà? La prima cosa che vi dà è il riposo. Vi fa riposare, vi fa dormire. Se pensate troppo al futuro avete dei problemi, e la cosa migliore che possiate fare è dormire. È un grandissimo conforto poter dormire e prendersi un po’ di riposo. Senza di lei non potete dormire. E il sonno è una importantissima funzione dell’organismo, espletata dal lato sinistro. Per questo la veneriamo, perché ci dia il riposo. Ed è lei che vi dà la pace. È lei che vi dà anche le illusioni, chiamate bhranti. Vi dà ogni talento artistico, vi protegge, ma oltre a questo vi crea le illusioni. E questo Read More …

Matrimoni – discorso agli sposi Cabella Ligure (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Matrimoni – discorso agli sposi Palazzo Doria, Cabella Ligure, 17 Settembre 2000 Non ho fatto nessun discorso alle ragazze. Ritengo che la responsabilità di far riuscire il matrimonio sia soprattutto degli uomini. Gli uomini devono capire che il matrimonio è una parte fondamentale della loro vita. E ad esso dovrebbero dedicare tempo e rispetto. Il modo in cui, fin dall’inizio, vi prendete cura di vostra moglie vi aiuterà moltissimo. Cercate di capire ciò che lei desidera, le sue esigenze, ogni cosa. Fate in modo di mostrare il vostro interesse nei suoi confronti. Sin dal primo giorno state attenti a non trascurarla e a non fraintenderla. Lei proviene da un altro paese, ha una sua educazione, le sue idee: cercate di comprenderle e rispettarle. Il matrimonio è tutta gioia, ma dovete prenderlo con grande serietà. Non è soltanto uno scherzo. Soprattutto in Sahaja Yoga si dovrebbe comprendere che il matrimonio è una cosa molto importante; con esso si forma una coppia santificata e ci si assume la responsabilità di rendere Sahaja Yoga un grande successo. Sahaja Yoga è una cosa straordinaria, in quanto può trasformare il mondo intero in un luogo bellissimo. E voi ne siete responsabili. Voi, essendo uomini, dovreste comprendere la vostra responsabilità di grandi persone che hanno in un certo senso un ruolo di capifamiglia. Ieri vi ho detto che io non credo nel divorzio, bensì mi Read More …

Shri Ganesha Puja, Il potere dell’innocenza Campus, Cabella Ligure (Italia)

(02/2017 SOTTOTITOLI) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Shri Ganesha Puja Il potere dell’innocenza Cabella Ligure, 16 Settembre 2000 Oggi ci siamo riuniti qui per celebrare il Ganesha Puja. Io so molto bene che Ganesha è il simbolo della purezza, santità e adorazione dell’innocenza. Quando venerate Shri Ganesha, dovete sapere che Egli è l’incarnazione dell’innocenza. Mi chiedo se comprendiamo o no il significato dell’innocenza. L’innocenza è una qualità innata, che non può essere né imposta né insegnata. È proprio una qualità, una qualità innata nell’essere umano. Quando si diventa discepoli di Shri Ganesha, si diventa innocenti. Forse potreste dire che le persone innocenti sono attaccate da quelle astute, aggressive. Ma l’innocenza è una qualità talmente grande che non può essere distrutta. È la qualità dello Spirito. L’innocenza è la qualità dello Spirito. E quando lo Spirito in voi è risvegliato, acquisite il potere dell’innocenza, grazie al quale superate tutto ciò che è negativo, sbagliato o dannoso per la vostra crescita, per la comprensione spirituale. Non è possibile essere innocenti. Occorre essere innocenti nel senso di esserlo in modo innato. Questo accade dopo Sahaja Yoga, dopo la realizzazione. A quel punto il vostro potere di contrastare tutti questi sentimenti sbagliati, negativi, dentro e fuori di voi viene sostenuto e difeso completamente dalla Madre di Shri Ganesha. È difficile di questi tempi parlare di innocenza. Ma voi conoscete la vita di Cristo. Egli era innocente, era innocenza. Read More …

Programma Pubblico (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Programma Pubblico Teatro Regio, Torino, 12 Settembre 2000 Mi inchino a tutti i ricercatori della verità. Tutte le scritture e tutti i maestri, i veri maestri, hanno affermato che dovete conoscere voi stessi. Hanno anche detto che, se non conoscete voi stessi, non potete conoscere Dio. Ma il problema è come conoscere voi stessi. Infatti hanno detto che il vostro Spirito, il vostro Sé è dentro di voi. Se è dentro di voi, allora il problema è in che modo entrare all’interno. A tal fine, il nostro Creatore deve aver predisposto qualche meccanismo. Ed esso consiste nel fatto che, nell’osso triangolare conosciuto come sacro, si trova un’energia chiamata Kundalini. È chiamata Kundalini perché kundali significa spirale, in quanto essa è avvolta in tre spire e mezzo; per questo è chiamata Kundalini. La Kundalini, se viene risvegliata, attraversa sei centri sottili e fuoriesce dall’area dell’osso della fontanella. Qualunque credo possiate seguire, qualsiasi religione possiate seguire, da qualunque Paese proveniate, a qualunque razza possiate appartenere, tutti voi possedete questa energia molto ben custodita (?) dentro di voi. Per risvegliarla, non dovete fare niente. Chiunque sia già illuminato e risvegliato, può risvegliare la vostra Kundalini. La Kundalini è vostra Madre, è la vostra Madre individuale, è proprio vostra. Non solo, ma lei conosce ogni cosa di voi. Conosce il vostro passato e le vostre aspirazioni. Come sapete, al momento della vostra nascita, Read More …

Conversazioni con dei sahaja yogi & Interviste (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Conversazioni con dei sahaja yogi  & Interviste Hotel Villa Sassi, Torino, 11 Settembre 2000 Conversazioni in albergo con dei sahaja yogi. Shri Mataji (ad un bambino): Sto parlando di te! (Gridolini del bambino) Ah! Basta un bambino… Guido: …Per trasformare l’atmosfera. Shri Mataji: Assolutamente. Loro cercano sempre di farvi piacere. Dovreste dedicarvi ai bambini piccoli, allora non invecchierete molto. Credo sia una delle cose. Guido: Le vibrazioni. Shri Mataji: Le vibrazioni; inoltre, stando con loro, diventate anche come bambini, con quella gioia dei bambini. Non potete diventare vecchi, è molto difficile. Loro non hanno reazioni. (Gridolini del bambino) Ora sta cantando. Questo signore, come è venuto a sapere di me? Guido: Ha contattato lui (indica Aldo). Shri Mataji: Che cosa gli hai detto? Aldo: Gli ho spiegato tutto di Sahaja Yoga, ma lui… Guido: Gli ha dato un depliant di Sahaja Yoga, così ha invitato Lei a partecipare. (….)  Intervista a Shri Mataji concessa ad un intervistatore in albergo. Domanda: Che cosa è per Lei l’amore? Shri Mataji: L’amore? L’amore è il potere della divinità. È il Divino. Ecco perché tutto questo mondo è stato creato dall’amore. D.: Dunque hanno tutti uno strumento innato, ma di solito non lo usano. Perché? Shri Mataji: A causa dell’ignoranza, dell’ignoranza. Vede, non tutti gli esseri umani hanno lo stesso livello di consapevolezza. D.: È possibile modificare questa condizione? Shri Mataji: Sì, deve Read More …

Programma Pubblico (Italia)

Programma pubblico. Parco Nervi, Genova (Italia), 4 Settembre 2000. Mi inchino a tutti i ricercatori della verità. Dobbiamo sapere cos’è la verità che stiamo cercando. La Verità è che voi non siete questo corpo, questa mente, queste emozioni, né il vostro intelletto, ma siete lo Spirito, che noi chiamiamo il Sé. In tutte le Sacre Scritture è scritto di ricercare il vostro Sé. Se non conoscete il vostro Sé, non potete conoscere Dio. Questo è il motivo principale di tante divergenze e guerre in nome di Dio. Ora per voi è molto semplice conoscere il vostro Sé. Come vi hanno già spiegato, nel vostro osso triangolare risiede un potere che in India chiamiamo Kundalini. Kundala significa spirale, e poiché essa è formata da tre spire e mezzo, è chiamata Kundalini. Tutte le religioni dicono che occorre ricercare il potere attraverso il quale riuscirete a conoscere voi stessi. Come vi è già stato detto, se la Kundalini può essere risvegliata, passa attraverso sei centri (energetici). Questi sei centri esistono per il vostro essere fisico, mentale ed emozionale; ma non solo, essi sostengono anche il vostro essere spirituale. La Kundalini in realtà è la vostra Madre individuale. Risiede dentro di voi, in attesa dell’opportunità di essere risvegliata. E, come vostra madre nel darvi alla luce si è fatta carico di tutti i problemi, allo stesso modo la Kundalini si incarica della vostra realizzazione del Sé. Attraverso questo risveglio, come vi ho detto, il vostro essere fisico migliora, ciò significa che risolvete tutte Read More …

Shri Krishna Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

Shri Krishna puja. Cabella Ligure (Italia), 20 Agosto 2000. Oggi siamo qui per adorare Shri Krishna dentro di noi. Voi tutti, e lo sapete bene, avete fatto delle ricerche prima di approdare a Sahaja Yoga. Vi siete recati in diversi luoghi, avete letto un mucchio di libri, e alcuni tra voi si sono anche persi. Nel corso di questa ricerca, forse neanche sapevate cosa cercare. Ciò che stavate cercando era conoscere voi stessi. In tutte le religioni è detto: ”Conosci te stesso”. È una cosa comune che hanno detto tutte. Questo è un punto assoluto, che esiste in ogni religione: ”Conosci te stesso”. Perché, senza conoscere voi stessi, non conoscerete Dio, non conoscerete la spiritualità. Quindi, il primo passo è: ”Conosci te stesso”. Nel corso della vostra ricerca, avete trovato gente che ha usato nei vostri confronti espedienti di ogni genere, che vi ha indottrinato in modi diversi cercando, in realtà, di prendervi tutto il denaro e di ingannarvi. Tutto questo è accaduto nel passato, è ormai superato. Alla fine arrivate in Sahaja Yoga e ottenete la realizzazione del Sé. Ma qual’è il fine della realizzazione del Sé? È quello di conoscere Dio, ovvero la Dea. Questo è lo scopo della realizzazione del Sé. Ma dopo averla ricevuta cosa dovrebbe accadervi? Molti di voi hanno perso interesse per cose insensate come le droghe, la lettura di libri inutili, per il bere e cose del genere. Ma  non è abbastanza. Non è sufficiente. Sarebbe accaduto comunque. Quel che deve accadere quando Read More …

Guru Puja Campus, Cabella Ligure (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Guru Puja Cabella Ligure, 23 Luglio 2000 Oggi siamo qui per conoscere il principio del Guru. Ciò che fa un Guru è scoprire tutto ciò che avete, tutte le cose preziose in voi, per farvele conoscere. In effetti è già tutto lì, ogni cosa. Tutta la conoscenza, tutta la spiritualità, tutta la gioia sono lì. [Un cane – simbolo del discepolo – sale sul palco e lo attraversa. Shri Mataji dice: “Al momento giusto!”. Risate]. È tutto dentro di voi. L’unica cosa che fa il guru è farvi acquisire la conoscenza di voi stessi, del vostro Spirito. Ognuno possiede in sé lo Spirito, ognuno possiede in sé la spiritualità. Non c’è niente che voi otteniate dall’esterno. Ma, prima di ricevere questa conoscenza, voi avete a che fare, o vivete nell’ignoranza. In quell’ignoranza non vi rendete conto del tesoro che avete in voi. Perciò il compito del guru è quello di farvi conoscere ciò che siete. Questo è il primo passo che ha inizio con questo risveglio interiore  mediante il quale capite di non essere questo mondo esterno – è tutto un’illusione – e iniziate ad avere l’illuminazione interiore. Alcuni ottengono una luce completa e altri la raggiungono gradualmente. L’essenza di tutte le religioni è che dovreste conoscere voi stessi. Dovreste andare ad indagare, a chiedere a quanti lottano in nome della religione: “La vostra religione vi ha permesso di Read More …

Discorso dopo il Sahasrara Puja, Fate penetrare la vostra attenzione Campus, Cabella Ligure (Italia)

(04/2020 SOTTOTITOLI, traduzione verificata) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Discorso dopo il Sahasrara Puja “Fate penetrare la vostra attenzione” Cabella Ligure, 7 Maggio 2000 [Dopo il puja] Shri Mataji: (Le viene porto il microfono) Grazie. È stata davvero un’idea meravigliosa quella di sottoporre alla mia attenzione tutti questi aspetti della vita, che sono molto importanti. E, di fatto, io ho già l’attenzione su tutti loro e me ne prendo cura. Però adesso direi a tutti voi di rivolgervi l’attenzione, perché siete voi che potete fare qualcosa al riguardo. Potete cominciare dalla natura: come hanno detto loro, dobbiamo essere gentili con la natura. Vi sono gravi problemi. Si abbattono alberi, si fanno cose di ogni genere senza nemmeno pensare che è destinata alle generazioni future, (mentre così) diventerà un deserto. Lo stesso vale per ogni cosa, per i frutti, per l’agricoltura: le vibrazioni possono portare realmente grandi cambiamenti. Nel nostro giardino avevamo – non ci crederete – delle peonie grandi così (Shri Mataji mostra la mano aperta), anche di più, molto più grandi. Non avevamo mai visto simili fiori. Avevamo anche dei tulipani grandi così, non avevo mai visto simili tulipani in vita mia. Con le vibrazioni si può migliorare qualsiasi cosa. Se, per esempio, diciamo, andate ad incontrare un politico, o un partito politico, usate le mani e date loro bandhan in continuazione. Potete sedervi dall’altra parte del tavolo e dare continuamente bandhan sotto Read More …

Sahasrara Puja, “Ottenete lo stato sahaja” Campus, Cabella Ligure (Italia)

(05/2020 SOTTOTITOLI, traduzione verificata) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Sahasrara Puja “Ottenete lo stato Sahaja”  Cabella Ligure, 7 Maggio 2000 Trent’anni fa – trent’anni fa, quando fu aperto il Sahasrara, trovai oscurità ovunque. La gente era molto ignorante, non aveva nessuna consapevolezza di cosa dovesse trovare. Certo, notai che desiderava scoprire qualcosa che era sconosciuto; però non sapeva cosa fosse questo ignoto, (non sapeva) cosa dover trovare. Ed erano persone estremamente ignoranti di se stesse, di ciò che le circondava e dello scopo della propria vita. Io non sapevo come affrontare l’argomento con loro. Quando il Sahasrara fu aperto, pensai di provare (a dare) la realizzazione del Sé soltanto ad una signora. Era una signora anziana. Poi ci fu anche un’altra che iniziò a venire. La signora anziana ebbe la realizzazione e l’altra, che era molto più giovane, mi disse di avere le convulsioni, di essere posseduta. “Oh, mio Dio – dissi – come farò a darle la realizzazione?”. Però, in qualche modo, guarì molto velocemente ed anche lei la ottenne. Si tratta di una conoscenza del tutto sconosciuta. Inoltre, gli esseri umani, nel loro ego, non vogliono accettare di non essere ancora completi, di dover avere la realizzazione. Per giunta, il loro stile di vita era tale che non avevano tempo per se stessi. Ho trovato molto difficile convincere le persone che occorre ricevere la realizzazione del Sé, perché pensavano si trattasse di Read More …

Programma serale prima del Sahasrara Puja, giorno 1 Campus, Cabella Ligure (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Discorso precedente il Sahasrara Puja (alla fine del programma serale) Cabella Ligure, 5 Maggio 2000 [Il programma serale si conclude con un concerto di santur di Bhajan Sopori. Durante il concerto, Shri Mataji dice: “Wah”. Al termine del concerto: “Wah wah” (eccezionale).] (Shri Mataji parla prima in hindi: “Sukhwinder…”[1]) È davvero un programma decisamente memorabile quello al quale abbiamo assistito, come già detto, e sono stupita di come sia stato tutto eseguito così bene. L’idea di chiamare Bhajan Sopori è stata molto apprezzata fin dall’inizio. Ed ho pensato che il santur sia lo strumento migliore per il Sahasrara, infatti ha molte corde da suonare, proprio come il nostro Sahasrara è composto di mille petali. Quindi, è stato molto appropriato aver potuto invitare questi due grandi musicisti. Non so come elogiarli, poiché è stata realmente una interpretazione così magistrale che ci siamo tutti persi nell’oceano di gioia. È stato davvero, davvero meraviglioso e, da parte di tutti voi, li ringrazio davvero moltissimo dal cuore, affinché sviluppino veramente questa arte e questa creatività molto di più, e tornino da noi spesso: sarà una promessa molto più gradita per noi in questo fausto giorno. Ora, vedete, occorre rendersi conto che la musica indiana è un argomento molto profondo e può essere compreso soltanto da persone che abbiano profondità interiore. E sono rimasta sorpresa che, quanti hanno frequentato l’Accademia di Babamama, in tre Read More …

Navaratri Puja, Ashtami – Ottava Notte di Navaratri Campus, Cabella Ligure (Italia)

(09/2017 SOTTOTITOLI) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Navaratri Puja, Ashtami – Ottava Notte di Navaratri I poteri di Shri Mahakali Cabella Ligure, 17 Ottobre 1999 Stasera ci siamo riuniti qui per celebrare il Puja alla Devi, che possiamo chiamare Mahakali o Durga. Ella ha assunto numerose forme per annientare le forze negative che cercano di svilupparsi e disturbare, o intralciare, le persone miti e buone. Noi conosciamo le diverse forme con le quali ha distrutto tantissimi rakshasa, ha distrutto tantissimi malfattori. Una cosa che non sappiamo è che, durante le guerre mondiali che abbiamo avuto, Ella era presente per proteggere le persone giuste. Ed è così che tutte sopravvissero al piano perverso, scellerato di gente molto crudele e malvagia. Gli individui malvagi hanno la capacità di odiare e di esprimere il proprio odio in ogni modo possibile. Nascono veramente malvagi, però ve ne sono anche altri che lo diventano. Quando nascono malvagi, potete riconoscerli perché tutto il loro stile è molto aggressivo e vendicativo; il loro odio non ha limite, assolutamente nessun limite. Infatti, se odiano, se odiano qualcuno, diranno qualunque cosa pur di giustificare questo odio, proprio per giustificarlo. Ma certe volte non vogliono neanche giustificarlo: sentono semplicemente di odiare e che odiare è un loro diritto fondamentale. A volte poi queste forze si coalizzano, formando una personalità malvagia congiunta che cerca di tormentare gli esseri umani e farli soffrire. Potrebbero assumere qualsiasi Read More …

Shri Ganesha Puja, Dobbiamo rispettare la Madre Terra Campus, Cabella Ligure (Italia)

(09/2020 SOTTOTITOLI, traduzione verificata) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Shri Ganesha Puja  “Dobbiamo rispettare la Madre Terra” Cabella Ligure, 25 Settembre 1999 Oggi ci siamo riuniti qui per venerare Shri Ganesha. Voi tutti sapete quale potente deità Egli sia. Il suo potere viene dalla sua innocenza. Quando vediamo dei bambini piccoli, ne siamo automaticamente attratti e inoltre desideriamo amarli, baciarli, che stiano con noi. Loro sono molto innocenti, estremamente innocenti. E, quando veneriamo Shri Ganesh, dobbiamo renderci conto se siamo stati veramente innocenti oppure no. Oggi le persone sono diventate molto astute e non si fanno scrupolo di ricorrere a qualsiasi espediente. Mettono in atto subdoli trucchi di ogni genere contro chi è innocente e semplice. Sanno sempre giustificarsi, (dicendo) che tutto ciò che fanno è giusto in questi tempi moderni in cui tutti sono così astuti. Questa astuzia può portarvi all’altro estremo del lato destro. E questo comporta severe punizioni, nel senso che alcuni contraggono disturbi fisici di ogni genere, diciamo. Ad esempio, la mano o la gamba destra possono paralizzarsi. Si può incorrere anche in altri problemi, di fegato e via dicendo. Si verificano tutte queste cose. Inoltre, come punizione, potrebbe svilupparsi una malattia di natura psicosomatica. A questo punto, quando si hanno questi problemi, tutti coloro che soffrono di (problemi di) lato destro dovrebbero venerare Shri Ganesha. Al giorno d’oggi, per esempio, la vita di tutti voi è davvero molto indaffarata. Read More …

Serata precedente il Ganesha Puja, Non criticate gli altri Campus, Cabella Ligure (Italia)

(09/2020 traduzione inedita) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Serata precedente il Ganesha Puja “Non criticate gli altri” Cabella Ligure, 24 Settembre 1999 È stato davvero molto interessante assistere alle varie esibizioni delle diverse nazioni. Io stessa sono stata impressionata da come Sahaja Yoga si stia diffondendo in tutti questi paesi, che hanno prodotto artisti di tale bravura e uno spettacolo così bello. Non ci siamo neppure accorti del passare del tempo. Come ultima cosa, la critica. Ovviamente io dico sempre di non criticare gli altri, ma specialmente quando ci si mette a criticare l’arte, l’arte scompare. Ed è ormai un dato di fatto che i critici critichino soltanto. Di conseguenza, l’arte che emergerà sarà così orrenda e terribile che non potremo mai gioirne, poiché sarà solo finalizzata al denaro, di tipo mediocre, da poter commercializzare sul mercato. E questa analisi intellettuale di ogni cosa è responsabile anche del declino dell’arte pura. Lo si fa di continuo. Pensiamo tutti di essere molto intelligenti e di poter criticare, di poter correggere sempre questi artisti. È una cosa comune. Questo non soltanto con gli artisti, ma in ogni campo della vita siamo diventati molto arroganti, pensiamo di sapere tutto e di poter criticare gli altri. Con questo si blocca completamente il loro progresso. Non solo, ma arrestiamo anche il nostro progresso poiché, qualsiasi cosa si faccia con la propria mente, non è affatto globale, non è affatto Read More …

Shri Virata Puja, Elevatevi oltre l’ego Campus, Cabella Ligure (Italia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Shri Virata Puja “Elevatevi oltre l’ego” Cabella Ligure, 5 Settembre 1999 Stasera adoreremo Shri Krishna come Virata. Per prima cosa è importante capire l’incarnazione di Shri Krishna. Krishna, la parola ‘Krishna’, deriva dal termine ‘krishi’. Krishi significa ‘agricoltura’. Egli ha seminato i semi della spiritualità. E, per questo, prima di tutto Egli dovette pensare: “A che punto siamo, per quel che riguarda la spiritualità? Come è il terreno?”. Al tempo di Shri Rama, ciò che era accaduto è che Egli aveva creato molte maryada, e a causa di quelle maryada la gente iniziò a considerarle mentalmente: “Non dovrei fare questo, non dovrei fare quello”. Però era solo un obbligo mentale. Non era spontaneo, non era sahaj. Come risultato le persone divennero estremamente serie, non parlavano molto, non ridevano e non gioivano di nulla. Allora Shri Krishna decise che, prima di tutto, occorreva liberarli da questo condizionamento, e tale condizionamento doveva essere rimosso in modo tale che essi potessero gioire di se stessi. Pertanto Egli si rese conto che esistevano tre consigli utili per realizzare l’obiettivo. Il primo, come dice Lui, è diventare un’anima realizzata – Sthita PrAgnya – per andare oltre tutte le tentazioni, andare oltre l’ego, andare oltre tutti i condizionamenti e diventare Sthita PrAgnya. Sthita PrAgnya si ha quando non ci si sente come le persone ordinarie, attratte dalle cose, ma si è assolutamente distaccati. E questa Read More …