Gli inglesi sono degli studiosi, Seminario inglese Totley Hall Training College, Sheffield (Inghilterra)

(10/2021 traduzione inedita) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I “Gli inglesi sono degli studiosi” Seminario inglese Totley Hall Training College, Sheffield (GB), 21 Settembre 1985 [All’arrivo di Shri Mataji gli yogi cantano “Madre, io Ti adoro”] Shri Mataji: Bene! Yogi: Bolo Bolo Adi Shakti Mataji Shri Nirmala Devi ki! Gli yogi: Jai! Shri Mataji: Allora, vi trovate bene qui? Gli yogi: Molto bene, Madre, grazie. Shri Mataji: Splendido posto, vero? Gli yogi: Sì. Shri Mataji: Bello stare su un pendio! Grazie (riceve dei fiori). Molto belli! [Gli yogi cantano “Madre, Ti adoro”] Shri Mataji: Grazie, molte grazie, grazie, grazie infinite. Dio vi benedica. Oh, li prendiamo nel salone? Sarebbe meglio ricevere lì tutti i fiori. (Si avvicina ad un bambino) Salve, come sta il bambino? Meglio? Stai bene adesso? Bene! (Shri Mataji ride). Notate come loro superino (tutto). Sono straordinari, devono lottare, indubbiamente lo faranno, ma ne escono vittoriosi. È grande il posto, vero? Venite da questa parte. (Shri Mataji entra nel salone) Abbiamo molto spazio lì. Yogi: Bolo Jaganmata Shri Nirmala Devi ki! Tutti gli yogi: Jai! Yogi: Vishwa Nirmal Dharma Dayini Nirmala Mata ki! Tutti gli yogi: Jai! Shri Mataji: (Riceve i fiori) Grazie, grazie, grazie, grazie, grazie. Bene, cominciate col prendere tutti i fiori finché arriveremo laggiù, d’accordo? Perché… quanto spazio, eh? Splendido! Siete tutti molto fortunati. Salve! (Shri Mataji riceve i fiori dai sahaja yogi individualmente. Parla con una yogini:) Shri Read More …

Seminario, Discorso sul Muladhara Birmingham (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Discorso sul Muladhara Birmingham (GB), 20 Aprile 1985 (Shri Mataji arriva dicendo qualcosa ai sahaja yogi a proposito di Mahamaya, e tutti ridono). Va bene, non importa. Per favore, sedetevi. Questo (microfono) è quello giusto? Riuscite a registrare correttamente? È così che gioca Mahamaya. Avevano pianificato tutto, avevano fatto tutti i preparativi; ma mancava il sari. Bene. Così sono venuti a dirmi che mancava il sari, che fare quindi? Non si può fare un puja senza il sari, secondo loro. Allora ho detto: “Va bene, aspettiamo. Se arriva in tempo lo celebreremo, altrimenti possiamo farlo più tardi”. Ma non ero affatto disturbata, per niente turbata. Infatti io non ne ho un concetto mentale. Ma se voi avete una concezione mentale: “Oh, abbiamo programmato tutto, organizzato tutto. Abbiamo fatto questo, e adesso è tutto rovinato”. Non importa. Non c’è niente di rovinato. Ma questo è ciò che non riusciamo a fare. Dato che oggi mi avete domandato: “Che cos’è Mahamaya?”, ebbene: è questo! Dovete imparare ad accettare qualsiasi cosa vi capiti. Questa è una cosa. E quando, fra le altre cose, ci sentiamo frustrati, irritati, turbati, sciupiamo la nostra gioia perché facciamo proiezioni mentali. Calcoliamo mentalmente qualcosa: “Deve essere così”. E questa, in un certo senso, è proprio una sensazione sottile dell’ego. Infatti io ho pensato: “Era destinato così, bene, lo faremo domani. Che importanza ha?”. In ogni caso ho Read More …

Seminario, Mahamaya Shakti Birmingham (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Mahamaya Shakti – Seminario  Birmingham (Inghilterra), 20 Aprile 1985 Sapevo che gli inglesi erano il popolo più intelligente, ma debbo dire che hanno anche un’intelligenza molto acuta e pura per afferrare il punto essenziale. Si dice che al livello del Sahasrara, la Dea si incarna come Mahamaya, poiché il compito che deve eseguire è di una natura molto differente. A livello del chakra del cuore, Anahata, ella deve solo difendere, solo difendere i ricercatori dagli artigli delle forze malvagie che non sono neppure tanto sottili; sono molto grossolane, simili a forme, apparenze umane. E sono facili da contrastare, da combattere ed uccidere. Ma al livello del Sahasrara il lavoro è molto complicato. Per prima cosa, il Sahasrara degli esseri umani è di per sé una cosa molto complicata. Innanzitutto, non è solo la precarietà dei tempi, ma ogni nazione ha anche le proprie complicazioni che si vanno ad aggiungere al Sahasrara. A parte questo, come sapete, nel Sahasrara abbiamo i seggi di tutti i centri, non solo dei sette di cui trattiamo. E tantissime nadi (canali di energia, ndt) vengono fatte funzionare attraverso il Sahasrara. I chakra, dove le Deità debbono agire, devono affrontare molte meno complicazioni rispetto alla Deità del Sahasrara dove si trovano così tanti centri e tante nadi, ed essa deve agire sul Sahasrara dei ricercatori. Per esempio per la Deità del cuore, o del Vishuddhi, Read More …

Discorso finale al seminario di Bordi, La Maya è importante Bordi (India)

(05/2022 SOTTOTITOLI, TRADUZIONE INEDITA) SHRI MATAJI NIRMALA DEVI Discorso finale al seminario di Bordi “La Maya è importante” Bordi (India), 9 Febbraio 1985 [All’arrivo Shri Mataji chiede: “Avete tutti le fotografie? Tutti avete delle fotografie”. Qualcuno poi dice a Shri Mataji che alcuni yogi vorrebbero offrirle un canto dal titolo “L’Esaltazione della Devi”, tratto dal 1° Capitolo del Devi Mahatmyam. Shri Mataji: “Bene, prego, iniziate”. “O Tu che sei l’Anima di ogni cosa, Chi è in grado di lodarti? Eterna ed Imperitura, Tu sei l’Incarnazione del Verbo sacro, Tu sei Savitri e la Suprema Madre dei Deva. Da Te questo universo è nato, da Te questo mondo è creato, Da Te è protetto, O Devi, E Tu sempre lo consumi alla fine. O Tu che sei sempre della forma Del mondo intero, Al tempo della creazione, Tu sei nella forma dell’energia creatrice, Al tempo del sostentamento, Tu sei nella forma dell’energia protettrice, E, al tempo della dissoluzione del mondo, Tu sei nella forma dell’energia distruttrice. Tu sei la suprema conoscenza Così come la grande non-conoscenza, Il grande intelletto e la grande contemplazione, Così come la grande illusione, La grande Devi così come la grande asuri. Tu sei la causa primordiale di ogni cosa, che realizza le tre qualità, Tu sei la notte scura della dissoluzione periodica Tu sei la grande notte della dissoluzione finale E la terribile notte dell’illusione. Tu sei la Dea della buona fortuna, La sovrana, la modestia e l’intelligenza Caratterizzata da conoscenza; Umiltà, nutrimento, soddisfazione, Tranquillità e Read More …

Seminario, I Sahaja Yogi devono ascendere Bordi (India)

“I Sahaja Yogi devono ascendere”, Seminario Internazionale, Bordi (India), 6 Febbraio 1985. Sono piena di gioia nel vedervi tutti qui. Non so bene cosa dire, le parole vanno perse, non hanno significato. Tanti di voi aspirano ad ascendere per arrivare in quello stato in cui ci sia completa gioia, beatitudine e pace; e questo è ciò che potrei darvi. Una madre è felice solo quando può dare tutto ciò che ha ai suoi figli. La sua infelicità e tutto il suo darsi da fare sono solo per raggiungere questo scopo: donare tutto ciò che ha. Non so come ringraziarvi per tutto quello che dovete attraversare per raggiungere quel tesoro che è dentro di voi. “Sahaja” è l’unico termine a cui ho potuto pensare quando ho dato l’avvio all’apertura del Sahasrara, termine che è facilmente compreso da tutti. Avete capito che oggi si ha a che fare con uno stile diverso di yoga, in cui prima viene data l’illuminazione e poi vi è consentito lavorare su voi stessi. Non era stato mai fatto prima; è stato un tentativo rischioso da parte di vostra Madre che lo ha messo in atto. Naturalmente anche nei tempi antichi il desiderio del Divino era di dare l’illuminazione agli uomini, ma essi non sapevano bene come farla funzionare. Nessuna incarnazione aveva finora provato a darla nella forma attuale, ed in ogni caso qualunque cosa abbiano tentato, era basata su austerità molto severe per i ricercatori, austerità molto severe. Mi chiedo quanti di voi abbiano letto il Read More …

Discorso di commiato, Ponetemi nel vostro cuore Chelsham Road Ashram, London (Inghilterra)

(03/2022 SOTTOTITOLI, TRADUZIONE INEDITA) SHRI MATAJI NIRMALA DEVI “Ponetemi nel vostro cuore” Discorso di commiato Ashram di Chelsham Road, Londra (UK), 5 Ottobre 1984 Shri Mataji: Salve, come stai? Bene! Fate venire qui Warren. Gavin? Dovrebbe venire qui anche David Prole. Sì. Siediti, per favore. Bene. [(Conversazione a lato con uno yogi): Prego? Parcheggiare la macchina, ed anche telefonare. Sì. L’hai fatto? Bene.] Gavin, o… venite qui. Chiunque, chiunque. … (Gavin si inchina a Shri Mataji) Dio ti benedica. Gavin: Madre Santissima, cari fratelli e sorelle, ci incontriamo oggi con emozioni molto contrastanti. Shri Mataji: Non riuscite a sentire? Fatela stare qui, lei può sedersi lì. Va bene. Prego. Gavin: Dato che oggi ci stiamo accomiatando per qualche tempo da nostra Madre ed anche dal nostro rispettato fratello australiano, il dottor Warren che, mentre era qui, si è impegnato instancabilmente per nostra Madre e per noi, svolgendo dietro le quinte un lavoro enorme per aiutare a far funzionare le cose in questo paese, vogliamo rendere speciale questa occasione per fargli sapere semplicemente che gli vogliamo molto bene e che, qualsiasi cosa possa dirci, farà bene al nostro cuore. [Applauso] Jai Shri Mataji. Warren: Shri Mataji, è una vera sorpresa per me. Sahaja yogini: La tua giacca ha preso fuoco. Warren: La mia giacca ha preso fuoco? Shri Mataji: Stile londinese! (Ride) Spostalo un po’ avanti (il microfono), così andrà bene. Spostalo avanti, un po’ più avanti, sì, è meglio. Spostalo avanti. Warren: È stato un inizio alquanto ad effetto! Shri Read More …

Discorso ai sahaja yogi: Il tempo della distruzione Milan (Italia)

(10/2022 TRADUZIONE INEDITA) SHRI MATAJI NIRMALA DEVI “Il tempo della distruzione” Discorso ai sahaja yogi Milano (Italia), 18 Settembre 1984 Shri Mataji: Dei fumi. Come dei fumi. Yogi: Fumo. Shri Mataji: È un posto proprio assurdo. E la cosa davvero sorprendente è che, in un punto, ogni ventotto minuti fuoriesce acqua dalla Madre Terra; ogni ventotto minuti. Schizza fuori esattamente ogni ventotto minuti. È un luogo molto singolare, c’è molto zolfo, molto zolfo. Lo zolfo ribolle e, d’improvviso, si vede dell’acqua bollente uscire da qualche parte, riversarsi fuori. Riuscite ad immaginare un posto simile? Le Ande sono un altro sito particolare. Le Ande provocheranno scosse, terremoti. Provocheranno un’infinità di terremoti. Inoltre racchiudono molto oro, perché sono di lato destro, molto oro e via dicendo. E provocheranno numerosi terremoti. Quando arriverà la distruzione, (le Ande) saranno usate per i terremoti, agiranno sotto forma di terremoti. Tutta quella parte di America è attraversata dalla Ande, da cima a fondo. E tutto sarà sconvolto da… Queste due forze si manifesteranno maggiormente al tempo della distruzione. Occorre dunque stare in guardia. Perché, vedete, (gli europei) sono arrivati da qui in Bolivia, in Perù e in tutti questi posti, e hanno sterminato moltissime di queste popolazioni. Hanno annientato completamente molte di queste razze. Là rimasero i loro corpi senza vita. Uccidere è una cosa orribile perché, quando si uccide una persona, questa non riesce a rinascere, rimane sospesa per aria e diventa un bhut. In questo modo hanno sopraffatto gli americani. Ecco perché gli americani Read More …

Raksha Bandhan e Maryadas (Inghilterra)

Raksha Bandhan e maryadas. Hounslow, Londra (Inghilterra), 11 Agosto 1984. Oggi è l’importantissimo giorno del Raksha Bandhan, quindi devo dirvi qualcosa al riguardo. Prima però dobbiamo parlare delle maryada[1] che devono essere osservate dai Sahaja yogi. Una delle cose che ho scoperto qui in Occidente è che, sebbene ci siamo resi conto dell’importanza del Muladhara; sebbene abbiamo capito che è molto importante; sebbene ci siamo resi conto che finché non stabilizzeremo completamente il nostro Muladhara non avremo un’ascesa più rapida; nonostante tutto ciò, qua e là si vedono situazioni che persistono. Le persone, per esempio, si mettono a scegliersi il partner in Sahaja Yoga: questo non è consentito, non è permesso. Non dovete rovinare i vostri Ashram, i vostri centri, usandoli come luoghi d’incontro a fini matrimoniali. Dovete rispettare questo punto, dovete rispettarlo. In primo luogo, se dovete sposarvi, potete trovare il vostro compagno di vita fuori di Sahaja Yoga, ma se volete sposarvi in Sahaja Yoga non dovreste continuare a cercare persone in Sahaja Yoga. È molto pericoloso, per Sahaja Yoga e per voi. È una cosa che non andrebbe mai fatta in Sahaja Yoga. Per ogni scopo pratico siete fratelli e sorelle, ed è per questo che ho sempre incoraggiato i matrimoni fra persone appartenenti a Paesi o a centri diversi. Poiché stiamo per avere un intenso programma di matrimoni, direi che la maggior parte dei matrimoni celebrati in questo modo, riescono molto meglio dei matrimoni scelti e celebrati per conto vostro. È molto sbagliato combinare per conto Read More …

Discorso il giorno dopo il MahaSahasrara Puja (Francia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Discorso il giorno dopo il MahaSahasrara Puja  Rouen (Francia), 6 Maggio 1984    Ma tutto ciò che riuscite a capire e che pensate sia una qualità di Madre, cercate di assorbirla dentro di voi. Ciò non significa però cominciare subito a gridare contro i bhut. Qual è dunque la prima qualità di Madre? Che Lei è venuta su questa Terra e ha lavorato per gente che non si trova neanche lontanamente al Suo livello. Lei si è abbassata per elevare gli altri. E allora, gradualmente, potrete capire che questa qualità vi condurrà a qualità più elevate di quanto possiate immaginare. In primo luogo, dei sette colori io sono il verde, poiché io sono al centro. Il verde è il colore che ottenete dalla Madre Terra. Per prima cosa dunque dovete stabilizzare la qualità della Madre Terra, che assorbe tutti i problemi dandovi ciò che ha di meglio. Iniziate con la Madre Terra, così iniziate con la Kundalini. È così che si dovrebbe cominciare ad assimilare. La pura forma materna della Kundalini è la purezza, la purezza purificatrice. Ma voi siete puri? Siete puri nel vostro cuore? Pensateci. E poi, con la purezza, cominciate. È così che dovete stabilizzare i diversi chakra, purificando tutti i chakra; e alla fine, quando li avrete purificati tutti, avrete stabilizzato me. Così capiamo che dobbiamo crescere interiormente ed esteriormente, espandendo adesso la nostra luce Read More …

Discorso ai sahaja yogi austriaci Bordi (India)

Discorso ai sahaja yogi austriaci, Bordi (India), 13 Febbraio 1984 L’Austria è una nazione molto importante. È il ponte tra il lato sinistro e il destro. Si può affermare che ora tutta l’Europa occidentale stia diventando di lato sinistro, a causa dell’influenza dell’alcool e della frustrazione derivante dall’aggressività. Loro hanno fatto del loro meglio, ma adesso, in un certo senso, si sentono stanchi di se stessi e si sono lasciati andare. Da una parte si trova il lato tedesco, il lato aggressivo, coloro che stanno ancora tentando di avanzare, e si infiammano, conquistano e lottano. Adesso l’Europa, sfortunatamente, è divisa in due categorie di persone. Le persone di lato sinistro si suicidano, e quelle di lato destro sono ancora coinvolte con l’aggressività e idee aggressive. Tra questi due aspetti opposti si trova l’Austria: ciò è molto importante. È una posizione molto strategica in cui si crea un ponte fra lato sinistro e destro, e il movimento oscilla sempre da sinistra verso destra e da destra verso sinistra. Esiste la possibilità che alcuni tedeschi provino a diventare di lato sinistro, ma quando una persona di lato destro si sposta sul sinistro, la prima cosa che accade è che per prima cosa prova a proiettarsi verso la depravazione del lato sinistro, la depravazione sessuale. Per questo, trovate che nella maggior parte dei Paesi comunisti le persone sono estremamente licenziose, molto licenziose. Non hanno alcun senso della moralità, poiché negano Dio, affermano che Dio non esiste, che possono fare ciò che vogliono. Si Read More …

Discorso precedente il Diwali, Denaro, sonno, bhut (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  “Denaro, sonno, bhut” Discorso precedente il Diwali  Ashram di Surbiton, Londra (GB), 5 Novembre 1983 Ho avuto un viaggio davvero frenetico e intenso attraverso l’America ed è stato molto al di là delle mie aspettative. È andato benissimo e ne sono molto felice. Tutti gli americani sono molto riconoscenti ai sahaja yogi dell’Inghilterra e delle altre nazioni che hanno contribuito a questo tour e specialmente a chi ha viaggiato da una parte all’altra per andare ad aiutarli ad organizzare. Vi assicuro che loro ne sono stati molto grati, ma per voi non sarebbe stato possibile. È stato indubbiamente un viaggio molto faticoso e un tour faticoso, ed è stato tutto un po’ troppo dopo il tour in Europa. Ma il fatto che la gente sia venuta da qui per aiutarli ed abbia inviato denaro ha significato molto meno stress per loro, così hanno potuto organizzare molto bene e, come sapete, siamo riusciti molto bene a piantare il seme di Sahaja Yoga. Ritengo che il seme di Sahaja Yoga sia ormai piantato e che esso possa prendere un grande, grande slancio. Ne sono sicura poiché so che gli americani sono persone senza radici e alquanto superficiali, e diciamo pure che continuano anche a cambiare guru ogni tre giorni, le macchine ogni quattro e le mogli ogni cinque (risate). Ma ne hanno cambiati così tanti che è più facile attirarli e Read More …

Discorso ai sahaja yogi sui media London (Inghilterra)

(04/2020 traduzione verificata)S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Discorso ai sahaja yogi sui media[1] Londra (GB), 16 Agosto 1982 [Shri Mataji entra nella sala parlando con alcuni yogi. Mostra apprezzamento per la sala]Shri Mataji: Ancora questo? No, no, no, no, no. Ci si chiede chi siano questi. Si ha la sensazione di dover… Oh, bellissimo, vero?Yogini: Grazie, Madre.Shri Mataji: Bellissimo.Adesso ne avete uno valido anche a Brighton.Sono rimasta stupita. Come ci siete riusciti? Il Brighton Show. Questi sono i katori[2] che vi hanno mandato dall’India? Questi qui?Yogini: Non ne sono sicura, Madre.Shri Mataji: Li avete comprati qui?Yogini: Credo siano stati comprati qui, sì, Madre.Shri Mataji: Ma avevano dato loro anche dei piatti, mi pare. Sì.Ciao! Vieni, vieni. Sì, siediti qui. [Shri Mataji prende in braccio una bambina piccola]Come stai adesso? Stai bene? Eh?Stai bene? [Shri Mataji dà un bacio alla bambina]Molto fredde, le mani sono molto fredde. Chana (ceci). Sedetevi. [Alla bambina]: Adesso portami un po’ d’acqua, va bene?Yogi: Vanno bene le luci, Madre?Shri Mataji: Che succede? Adesso dovrei fare un discorso? (Risate)Yogi: In Australia volevano vederLa sempre e ovunque.Shri Mataji: Sì? Va bene. Ma che cosa dovrei fare? Sono venuta solo per consultarci sul giornalismo.Penso che tu, Brian, dovresti venire qui e guardare qual è l’ordine del giorno per capire come possiamo fare.Meglio dire adesso qui come organizzarci e che cosa dovremmo fare. Prima vi darò i miei suggerimenti, poi voi mi darete i vostri al Read More …

Assumete la vostra posizione, Guru Purnima Seminario II Parte (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Assumete la vostra posizione  Ritambhara Pragnya – II parte Guru Purnima Seminario di Lodge Hill (Inghilterra), 23 Luglio 1983 In apertura, i sahaja yogi cantano per Shri Mataji questa canzone: Bhaiyakayataya prabhu zachare (4) Sarva bhi saraghi prabhu mayexari (2) Purna jaya ji vachari (2) Bhaiyakayataya prabhu zachare (2) Jagat vichere upakara sauv (2) Parina jaju jag kachari (2) Bhaiyakayataya prabhu zachare (4) lthi nirdhana paratra jacha (2) Sarva dhanacha sachari (2) Bhaiyakayataya prabhu zachare (2) Adhi vyadhi varana varati (2) Paya asha purusha chari (2) Bhaiyakayataya prabhu zachare (4) Shri Mataji: C’è qualcuno che mi traduce o…?[i] Questo canto è stato scritto da un nostro parente (forse nel senso di affine, ndt). Era convertito al cristianesimo, ma era un’anima realizzata e non riuscì mai ad adattarsi al sistema di conversione (dei cristiani, ndt) e neppure al modo in cui gli indù si trattavano tra loro, con il sistema delle caste e tutto il resto. Devo dire che ha scritto alcuni bellissimi inni, e questo è uno. Questa canzone io la cantavo davvero sempre da bambina. Il tema della canzone è questo: chi ha Dio o ha realizzato Dio, perché dovrebbe avere paura? Chi si sposta o si muove – non conosco la parola inglese per indicare un modo esteso di viaggiare – chi si sposta in lungo e in largo per amore di Dio e per fare del Read More …

Ritambhara Pragnya, Guru Purnima Seminario I Parte (Inghilterra)

S H R I  M A T A J I  N I R M A L A  D E V I Ritambhara Pragnya – I parte Guru Purnima Seminario di Lodge Hill (GB), 23 Luglio 1983 Per me è un’immensa gioia vedervi tutti qui, provenienti da diverse parti del mondo. Quando il cuore è così traboccante, le parole sono troppo povere per trasmettere tanta intensità. Mi auguro che possiate comprendere questa intensità attraverso il vostro cuore. Credo che sia stato tutto predisposto dal Divino che ci incontrassimo tutti qui circondati da una natura così meravigliosa, che qualcosa di grande accadesse a tutti noi, che questa volta raggiungessimo davvero qualcosa di grande. Ora, dato che abbiamo poco tempo, vi parlerò innanzitutto di alcune cose a proposito della meditazione; poi avremo altri due discorsi, spero. Meditazione è una parola molto generica. Non è una parola che illustra tutti e tre i passi che si devono fare per meditare. In sanscrito, invece, è stato descritto molto chiaramente il percorso che occorre seguire nella vostra meditazione. Il primo passo è chiamato Dhyana, il secondo Dharana ed il terzo Samadhi. Per fortuna Sahaja Yoga è una cosa così grande che voi ricevete tutto insieme. Avete evitato tutto il resto e ottenuto (direttamente) il Samadhi. Questa è la sua bellezza. Esaminiamo prima di tutto Dhyana. Al principio, quando iniziate la ricerca, rivolgete l’attenzione verso l’oggetto della vostra venerazione. Ciò è definito Dhyana. Il Dharana è il passo nel quale compite ogni sforzo, in cui concentrate tutti Read More …

Come parlare alle persone nuove (Inghilterra)

“Come parlare alle persone nuove”, Hampstead, Londra (GB), 12 Maggio 1983. Dio benedica tutti i Sahaja yogi e tutti i ricercatori della verità. È bellissimo essere tornata a casa da tutti voi e vedervi splendenti di gioia e felicità. È il destino di una Madre che ha tanti figli, recarsi da un luogo all’altro lasciandosi dietro alcuni di questi figli, ma con la gioiosa aspettativa di incontrarne altri. In un certo senso, questo ripaga della separazione. Oggi, penso che dovremmo iniziare con concetti più sottili, riguardo a Sahaja Yoga, poiché finora voi avete compreso la Kundalini, i chakra e tutto il resto a livello di funzionamento meccanico. Ma dobbiamo comprendere qual è il problema che gli esseri umani si trovano realmente ad affrontare e perché commettiamo certi errori nella nostra ricerca. È importantissimo rendercene conto poiché, se non si comprende perché commettiamo errori o perché li commettano gli altri, non potremo mai perdonarli, e potremmo assumere una sorta di atteggiamento molto arrogante nei confronti di coloro che entrano adesso in Sahaja Yoga, chiedendoci perché si comportino in un certo modo e perché commettano certi sbagli e pensando che avrebbero potuto far meglio. Personalmente, però, io penso che se osservaste voi stessi vi accorgereste che anche voi avete commesso degli errori. Ne hanno fatti tutti. Alcuni hanno sbagliato di più ed altri di meno, ma per quale motivo l’essere umano ha continuato a commettere errori? È questo ciò che dovremmo approfondire. La cosa principale è che…. (…venite avanti, potete sedervi qui, Read More …

La pratica di Sahaja Yoga è più importante della teoria (Australia)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  La pratica di Sahaja Yoga è più importante della teoria  Melbourne (Australia), 13 Marzo 1983 Yogi: Stanno solo facendo domande, Madre. Shri Mataji: Di che tipo? Yogi: Pratiche. Shri Mataji: Pratiche? Bene, le domande pratiche vanno benissimo. Yogi: Vorrebbe parlare loro per un po’? Shri Mataji: Prima parlerò e poi loro faranno le domande. Sono felicissima di vedervi tutti qui. In realtà ho lavorato sui ricercatori di Melbourne per tutta la notte, affinché oggi venissero e stabilizzassero perfettamente la loro realizzazione. Adesso dobbiamo capire molto chiaramente alcune cose riguardo a Sahaja Yoga, e non vi sono compromessi riguardo a queste cose che dovete accettare. Infatti, come vi ho detto, la Verità non può scendere a compromessi per voi, siete voi a doverlo fare per la Verità. Ebbene, la prima cosa è che Sahaja Yoga non è solo un precetto, non è solo un concetto: è una pratica, non è solo un’idea mentale. Ora voi avete ricevuto la realizzazione, bene, ma ciò non è sufficiente. Anche se pensate che avete avuto la realizzazione e pertanto ormai siete a posto, che siete diventati lo Spirito e va tutto bene, si tratta tuttavia più di una concezione mentale che di una reale identificazione. Perciò non è che se voi ottenete la realizzazione e iniziate a risvegliare la vostra Kundalini vada tutto bene. Occorre ancora capire che la pratica di Sahaja Yoga ad essere più Read More …

Malattie e cure (Hindi) New Delhi (India)

“Malattie e cure”, Jangpura New Delhi (India), 9 Febbraio 1983. Voglio innanzitutto parlarvi delle malattie, cosa che fino ad ora non ho fatto in maniera approfondita; parlarvi di come curare le persone, di come si arrivi a soffrire di questa o quella malattia. Poichè siamo ora coordinati col principio dell’esistenza, possiamo comprendere che se c’è qualcosa di sbagliato nel principio che è fondamento  dell’essere umano, arriva anche la malattia. Fondamentalmente ci sono due principi che hanno effetto sul corpo ed un terzo che ha effetto sull’evoluzione. Il primo principio è quello del lato sinistro, ” l’Iccha Shakti”, il potere del desiderio: se esso è in pericolo sviluppiamo molte malattie dovute alla letargia che colpisce gli organi. Il lato sinistro è il lato ‘tamasico’, il lato dove l’oscurità fa sentire i suoi effetti. Quelle persone che vivono in troppa oscurità, o nel passato, o in maniera subdola o sempre nascosti, che sono introversi per dirla breve, quelli che passano la loro vita in spazi angusti o con persone estremamente caute o timorose degli altri, tutte quelle persone che non parlano molto e che cercano di stare lontano dagli altri, che scansano gli altri, tutta la gente con caratteristiche simili è ‘left side’ (di lato sinistro), sono nel ‘Tamas’. Queste persone, quando hanno conoscenza dello Spirito o cercano di crescere nello Spirito, tendono ad usare la Bhakti (Devozione). Adorano Dio col cuore, con emozione. Agiscono attraverso le emozioni. Sono stati codificati ben ventiquattro tipi di relazioni emotive con Dio. E’ quel che Read More …

Il nostro obiettivo è essere lo Spirito New Delhi (India)

“Il nostro obiettivo è essere lo Spirito, nient’altro che lo Spirito”, Confronto fra Oriente e Occidente: domande e risposte nel tempio Sahaj, Delhi (India), 8 Febbraio 1983. Sahaja yogi: Madre, oggi desidereremmo che Lei parlasse delle differenze negli obiettivi e nelle aspirazioni fra l’India e i Paesi sviluppati (Occidente) così come le ha provocate la storia, e anche di ciò che hanno da offrirsi a vicenda. SHRI MATAJI: A quanto pare, l’India ha lo stesso obiettivo che prima avevate voi (in Occidente). A quanto pare stanno proprio cercando di seguire i vostri passi. Nel nostro sistema politico stiamo cercando di attuare tutti i vostri metodi, per lo sviluppo economico stiamo tentando tutti i percorsi che voi avete seguito vacillando. Stiamo cercando di imitarvi nell’approccio all’istruzione. Stiamo cercando di seguire l’Occidente nell’atteggiamento mentale. Anche i giovani di questo Paese (India) ora provano ad imitarvi, persino a copiarvi, in ogni modo. Quindi, in apparenza, è questa la condizione di questo Paese. Tutto ciò che dicevate circa vent’anni fa, noi lo stiamo facendo adesso. Stiamo arrivando ad un punto in cui il declino potrebbe iniziare molto presto. Ho detto in apparenza. Per quanto mi riguarda, però, era l’esatto contrario. Già molto tempo fa riuscivo a vedere i futuri disastri dello sviluppo industriale, e anche dove andranno a finire tutte queste persone che stanno seguendo ciecamente il modello dell’Occidente. Quindi, tutta la mia personale ricerca era volta a trovare le radici, lo Spirito, l’aspetto più sottile della vita, che in ogni caso sosterrà il Read More …

“Cosa potete fare” Caxton Hall, London (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I “Cosa potete fare” – “Sentite la bellezza della gratitudine” Caxton Hall, Londra (Inghilterra), 26 Novembre 1982 10/2023 TRADUZIONE VERIFICATA  Shri Mataji: Neppure un pettine. Yogini: Sì. Shri Mataji: Le condizioni sono orribili. Come stai, Pat? Pat: Molto bene, Madre, grazie. Shri Mataji: Ho messo lì il mio scialle, penso si faccia. Sedetevi, prego, sedetevi. Da Brighton sono arrivati? Gill è arrivata? No. Yogi: Lì hanno il corso serale. Shri Mataji: Prego? Yogi: Lì hanno il corso serale. Shri Mataji: [Ridendo] Ma oggi quelli del corso serale sarebbero potuti venire. Gavin, vieni qui un minuto. Questo ventilatore è troppo forte. (Ride) Non riesco proprio a sopportarlo, è troppo. Se non ti dispiace, sai, trovo sia troppo, dopotutto. So che ci sono alcuni casi estremi, ma… Gavin: È meglio dirlo ora. (Ridono) Shri Mataji: (ride) Personalmente penso sia troppo. Ci sono naturalmente casi estremi, come ho detto, tuttavia si deve andare (Shri Mataji legge una lettera). Yogi: Per favore, le persone nuove potrebbero sedersi con il palmo delle mani verso l’alto? Il palmo, le mani con il palmo rivolto verso l’alto, come se chiedeste un dono. Shri Mataji: (Ridendo) Anch’io affronto sempre delle austerità. Non pranzo, non faccio colazione, niente del genere, pochissimo. [A voce molto bassa: ”I bambini non riescono a stare seduti? Hanno problemi…”]. Ho ricevuto lettere simili anche dall’India e dicevano la stessa cosa. Alcuni sono davvero… non Read More …

Giorno dell’anniversario della nascita di Guru Nanak, Ogni Sahaja Yogi deve diventare un Guru London (Inghilterra)

“Ogni Sahaja Yogi deve diventare un Guru”, Nirmala Palace, Londra (G.B.), Giorno dell’anniversario della nascita di Guru Nanak, 1 Novembre 1982. Questo nostro incontro cade oggi nel giorno della grande luna piena, chiamata Sharada Indu, che è anche il nome della Dea SHARADA INDU: è la luna d’autunno. E’ la luna più grande, naturalmente non in Inghilterra ma in India, ed è il giorno in cui la luna risplende maggiormente e la circostanza è così rilevante che Guru Nanak è nato in questo giorno. Come sapete, in India si celebrano i compleanni seguendo le date della luna (fasi lunari) chiamate “tithi” e non come qui da noi dove seguiamo quelle del sole. Questa grande personalità è nata nel Punjab, dove la gente era inconsapevole delle strade che portano a Dio. Egli si era sempre preoccupato del Dharma in tutte le sue vite perché, come sapete, egli era il MAESTRO PRIMORDIALE ed il Maestro Primordiale è sempre posto a protezione del Void, per sostenerci e darci un modello di maestro ideale. E’ sempre nato nei posti più disagevoli come monti, valli o, cosa ancor più difficile, nelle sue varie incarnazioni, tra gente rozza che aveva bisogno del suo aiuto. A quel tempo in India, il Punjab era in qualche modo considerato come un luogo dove non c’era rispetto per Dio o per le tradizionali effigi hindù, cioè le statue che erano considerate emettere vibrazioni. Il popolo adorava il denaro (anche ora) ed il potere, e poiché a quel tempo c’era un Read More …

Discorso ai sahaja yogi, Dedizione e Devozione London (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Dedizione e Devozione Discorso ai sahaja yogi Nirmala Palace, Londra (G.B.), 6 Agosto 1982 L’altro giorno vi ho parlato dell’importanza della dedizione in Sahaja Yoga e della devozione che si dovrebbe avere. In realtà, quando siamo vicini ad una montagna, non possiamo vederla nella sua interezza. Perciò non ci rendiamo conto della grandezza, dell’imponenza di ciò che ci sta di fronte. Questa è una delle illusioni che agiscono su coloro che, a livello mentale, non capiscono cosa stiano facendo, dove si trovino, che cosa abbiano trovato, che cosa sia la realizzazione del sé e quale sia la sua importanza; quanto debbano crescere, perché siano stati scelti, quale sia lo scopo della loro vita; quanto siano già cresciuti, e fino a che punto riescano a capire. Tutte queste cose sono oltre la comprensione, e si resta sbalorditi. In realtà, non ci si rende conto di che cosa è accaduto quando si è ottenuta la realizzazione. Ecco perché comprendere ciò è possibile soltanto se riuscite a capire come mettere in pratica la dedizione e la devozione. Se volete analizzare tutto in base alla vostra razionalità, rimanete completamente esterrefatti. È troppo oltre la vostra capacità di comprendere, è fantastico, è troppo. È realmente oltre la vostra comprensione. Adesso pensate: avete ottenuto la realizzazione. Avreste mai immaginato di poter ottenere, nel corso della vostra vita, la realizzazione del sé? Se qualcuno ve lo Read More …

La dedizione completa è l’unica via / Dedizione attraverso la meditazione (Inghilterra)

(02/2023 SOTTOTITOLI, TRADUZIONE VERIFICATA) SHRI MATAJI NIRMALA DEVI La dedizione completa è l’unica via / Dedizione attraverso la meditazione Seminario di Cowley Manor, Cheltenham (GB), 31 Luglio 1982 Sedetevi, sedetevi. Ciao, come stai, stai bene? Oggi per la prima volta mi azzardo a dire qualcosa che avrei dovuto dire molto prima. Come vi ho detto oggi è necessario riconoscermi. E questo riconoscimento è imprescindibile, questa condizione è imprescindibile. Non posso cambiarla. Come ha già detto Cristo: “Qualsiasi cosa contro di me sarà tollerata, sarà perdonata, ma non sarà perdonato niente contro lo Spirito Santo”. È un avvertimento molto importante, un monito davvero importante. Forse non ci si rende conto di cosa significhi. Ovviamente, nessuno di voi è contro di me, questo lo so; e voi non fate niente contro di me, questo è assolutamente vero. Dopotutto siete i miei figli. Io vi amo moltissimo e voi mi amate. Questo è soltanto l’avvertimento che vi ha dato Cristo. Ma ci si deve chiedere perché non stiamo migliorando rapidamente quanto dovremmo. Quando sono ipnotizzate, le persone si sottomettono completamente ai propri guru. Completamente. Quando sono ipnotizzate, consegnano il proprio denaro, ogni cosa, abitazioni, case, famiglia, figli, e si sottomettono a loro, senza porre domande, senza entrare nei dettagli, senza cercare di indagare sulla vita del guru. E tutta questa gente poi piomba molto rapidamente nell’oscurità, in una oscurità più profonda e nella distruzione completa. Ma voi siete sahaja yogi e dovete costruire voi stessi. Non ho voluto demolire il vostro ego, finora; Read More …

Ego e Umiltà, Dovete Migliorarvi London (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Ego e Umiltà  –  Dovete Migliorarvi Nirmala Palace, Londra (GB), 7 Giugno 1982 Direi che abbiamo avuto un ottimo incontro ed un viaggio di grande successo in Portogallo, ed ancor più in Spagna. Il Portogallo è un Paese molto danneggiato dai (falsi) guru, poiché credo che la gente sia troppo semplice; ed essendo così semplice, ne viene colpita molto pesantemente. Mi sono trovata davanti moltissime persone malate che erano state da (falsi) guru, che erano rimaste con loro per due, tre anni soltanto, ed erano gravemente danneggiate. Ma è sorprendente come tutto ora venga smascherato, e per questo in Portogallo potremmo riuscire a fare molto meglio. Ora, i portoghesi bevono molto vino. Bevono molto, davvero. Nel loro Paese hanno vini di ogni genere. È un enorme problema di quel luogo avere così tanti vini, e credo che l’ubriachezza li renda estremamente letargici; e questa letargia ha fatto crollare il loro impero. Possiamo notare che è un Paese immenso. Se guardate i palazzi sono costruiti in modo meraviglioso – tanti edifici con tanti stili architettonici – nonostante ciò, è un luogo completamente desolato. Il motivo è che, un tempo, la gente era alquanto ricca, era benestante. Ma, gradualmente, ha iniziato a subentrare la disoccupazione, sono iniziati molti scioperi – trovo che sia proprio quello che sta accadendo in questo Paese (Inghilterra, ndt) – ed una disoccupazione tale da ridurre alla Read More …

Predizioni di Acharya Bhujender, Terza guerra mondiale Solapur (India)

S H R I  M A T A J I  N I R M A L A  D E V I Predizioni di Acharya Bhujender Terza Guerra Mondiale Sholapur (India), 30 Gennaio 1982 …qui hanno cercato di dimostrare come l’astrologia sia esatta ed anche che qualunque cosa predetta si stia realmente avverando. Circa duemila anni fa, uno dei grandi astrologi di questo luogo (non Sholapur, ma un po’ più giù, a Karnataka) descrisse questo avvenimento. Vi sorprenderà che abbia predetto in modo tanto preciso l’avvento sulla terra di un grande Yogi,  nel Minarash (nel segno dei Pesci). Io sono proprio sulla cuspide tra Pesci e Ariete, ma questo non è così importante. Poi dice che, progressivamente, dal 1964 al 1966, inizieremo ad assistere a qualche miracolo, magari non molti. Ma dice che Egli darà inizio al vero cambiamento, nell’era di Manvantar[i], nella Nuova Era, nel 1970. Ed entro il 1980 essa si sarà stabilizzata. Capito? In quel periodo, con questo nuovo metodo, nascerà la Nuova Era e la vecchia, Vaivastha…- abbiamo un susseguirsi di yuga, un sistema di yuga – finirà e quello yuga è nel Kali Yuga. È così che il Kali Yuga finirà a partire dal 1970. Il Kali Yuga inizierà a retrocedere e avrà inizio una Nuova Era di una divinità attiva, il Krita Yuga. A quel tempo, il sole si comporterà in un modo nuovo. L’asse terrestre e la velocità della terra diminuiranno, poco a poco. In quel tempo, nascerà un grande Mahayogi che sarà il Read More …

Seminario, Atma, Amore, Compassione / Aprite il cuore (India)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Atma, Amore, Compassione / Aprite il cuore  Lonavala, Maharashtra (India), 25 Gennaio 1982[i] È un gran piacere incontrare tanti sahaja yogi di tutto il mondo e poter parlare loro. Sono loro a capirmi meglio in tutto questo mondo. È impossibile avere un rapporto con chi non sia un sahaja yogi. Anche se si dà la realizzazione alle persone, se (poi) non sono diventate sahaja yogi, è molto difficile anche far loro comprendere gli aspetti sottili del loro essere. Oggi, dato che qui siamo tutti sahaja yogi, vorrei parlarvi della crescita dell’essere sul piano più sottile. Tutte le volte che abbiamo fatto qualcosa, ci siamo chiesti che cosa dover fare. Che cosa si deve fare per essere realizzati era la prima domanda che mi rivolgevano, quando non erano (ancora) realizzati: “Madre, che cosa dovremmo fare per essere realizzati?”. Allora io dovevo rispondere: “Niente. Rivolgete semplicemente le mani verso di me e funzionerà”. È vero, funziona così. Ora, dopo la realizzazione dovete fare qualcosa, come si dice. Ma nasce di nuovo la domanda di cosa si debba fare: “Che cosa dovremmo fare per questo, per pulire questo chakra, quel chakra, qual è la tecnica, qual è il modo?”. Il problema con i sahaja yogi, per come sono oggi, è che sono già  tutti dei tecnocrati. (Risate) Hanno eseguito tante di quelle tecniche che è meglio dimentichino le tecniche e si preoccupino Read More …

Meditazione guidata da Shri Mataji: Prana e Mana London (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Meditazione guidata da Shri Mataji: Prana e Mana Brahmam Gardens, Earls Court, Londra (UK), 1982 (La traduzione non comprende il video integrale) Oggi dovrei parlarvi del lato pratico della meditazione. Vediamo in cosa consiste la meditazione, che cosa dobbiamo fare per meditare. La prima cosa che abbiamo è il lato sinistro, Mana Shakti, il potere delle emozioni. Le emozioni sono connesse anche con il lato destro, il Prana. Se siete disturbati emotivamente…proprio ora ci siamo sentiti turbati, anche la nostra respirazione ha accelerato e ci siamo sentiti come se tutto il corpo reagisse; percepivamo la reazione del Prana, del lato destro che cercava di esprimersi. Ci siamo messi a piangere, le lacrime rappresentano l’elemento acqua. Tutte le emozioni interiori si sono riversate con grande intensità all’esterno ed in questo era coinvolto anche il nostro Prana. Se, per esempio, siete spaventati, se siete eccessivamente spaventati, anche il vostro respiro accelera molto e si instaura così la connessione, se siete spaventati si instaura la connessione con il Prana, mediante il vostro respiro, e tutto il sistema fisico è connesso alle vostre emozioni. Se vi lamentate troppo o piangete troppo, o se siete tristi, questo traspare dal vostro viso. Anche il vostro Vishuddhi chakra lo esprime. Non solo Anahata, ma anche il Vishuddhi e, a quel punto, anche il vostro Agnya va fuori uso. Tutti i chakra riflettono il lato sinistro, tanto Read More …

Discorso ai matrimoni, Stabilizzare il matrimonio Chelsham Road Ashram, London (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Stabilizzare il matrimonio  Discorso ai matrimoni  Ashram di Chelsham Road, Londra (GB), 9 Agosto 1981 Dio, che è così gentile, che è beatitudine, che è gioia, che è Colui che ha creato questo intero universo in modo così splendido, la gente non lo capisce assolutamente perché non sa cosa sia il buon auspicio. Il buon auspicio viene da un cuore puro. Se avete un cuore puro funziona più rapidamente, vedete, per questo ho chiesto che i bambini venissero avanti. [Puoi sederti insieme a loro. (Yogini: “Sì”). Ora.] Il buon auspicio viene inoltre dalle persone arrese; da chi è arreso. Per chi è arreso al potere di Sahaja Yoga, Sahaja Yoga è un sistema mediante il quale assorbite realmente la grazia di Dio. Questo lo sapete di sicuro. Ebbene, coloro i quali sono arresi completamente nel corpo, nella mente e nell’intelletto, sono le persone che portano il buon auspicio, (mentre) quelli che cercano di perseverare nella propria cosiddetta individualità sono ostacolati in questo. Se vi renderete conto dell’importanza del buon auspicio nella vita matrimoniale in Sahaja Yoga, avrete rispetto per questa vita matrimoniale, loderete questa vita matrimoniale; in relazione a Sahaja Yoga, certo, indubbiamente. Dopo il matrimonio si deve comprendere che siete stati uniti in matrimonio al mio cospetto. È qualcosa di così raro, davvero raro, insomma, di impensabile per chi non abbia compiuto punya; è una grazia speciale, direi, Read More …

Seminario di Mill Farm, Aprite il cuore (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I “Aprite il cuore” Seminario di Mill Farm  Sherborne, Dorset, (G.B.), 2 Agosto 1981 [A qualcuno: “Salve Annie, come stai? Sì”.] In che bel posto siamo! È una vera benedizione di Sahaja Yoga per farvi rilassare tutti, rilassarvi bene. Infatti, solo quando siete rilassati vi rendete conto che ormai siamo anime realizzate, siamo entrati nel Regno dei Cieli, possiamo vedere la bellezza che Dio ha creato attorno a noi, siamo diventati sensibili alla Sua grazia, alla Sua gentilezza ed al Suo amore. Sono molto contenta che abbiate organizzato questo seminario. Ho sempre voluto che organizzaste seminari, che vi incontraste tutti, viveste insieme e vi comprendeste a vicenda. I seminari indubbiamente risolvono molte cose a livello materiale; ma, a livello più sottile, i seminari dei sahaja yogi hanno un grandissimo significato. Vuol dire che un forte nucleo si sta consolidando in vari luoghi di un Paese. E queste roccaforti o, diciamo, questi forti nuclei che si creano in questo modo, possono formare un meccanismo attraverso il quale raggi di forti vibrazioni possono fluire o essere irradiati ovunque. È un grandissimo compito costruire questi meccanismi, questi meccanismi divini in diverse aree del vostro Paese. [Una bambina fa rumore e Shri Mataji dice di portarla fuori per un po’]. Madre Terra, ad esempio, ha svolto il suo lavoro. Ovunque le sia stato possibile, ha creato Deità viventi (swayambhu, ndt) per mostrare che Dio Read More …

Conversazione con i sahaja yogi, Subconscio e Sopraconscio Chelsham Road Ashram, London (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Subconscio e Sopraconscio  Conversazione con i sahaja yogi Ashram di Chelsham Road, Londra (GB), 24 Maggio 1981 … potete vedere – ed è un concetto triste (? – audio mancante) – che questa gente è come pazza. Danza e fa ogni cosa possibile. E la nuova teoria è che la mente non possa fare tutto. Dicono sia meglio fare qualcosa che non possa essere concepito dalla vostra mente, sapete?[1] Ma esiste una semplice risposta a questo. Io dico: vediamo qual è questa semplice risposta. Vediamo, sahaja yogi del trust di cervelli (lett. gruppo di esperti – il richiamo ai cervelli è tuttavia indicativo di una tendenza intellettuale, ndt). Qual è la semplice risposta? Vedete, loro sostengono che la mente sia limitata, giusto? Pertanto, qualsiasi cosa faccia la mente è limitata. Qualsiasi decisione si prenda, tutto ciò che facciamo controllando la nostra mente, è opera della mente stessa. Se (invece) qualcosa avviene in quel modo (manifestazioni quali danzare ed altro. V. nota 1, ndt) secondo loro è spontaneo, questo è spontaneo; quindi lasciamo che sia qualcun altro a farlo, insomma, se accade qualcosa, “è il Divino a farlo per voi”. Forza, sentiamo tutti gli intellettuali laggiù (risate). Che cosa rispondete a questo? Hai sentito Linda? La questione è molto semplice, ed è che loro affermavano che la mente è limitata. Chiaro? [Salve. Maria è qui? Stavo pensando a lei. Dov’è? Read More …

Il potere della Kundalini Chelsham Road Ashram, London (Inghilterra)

(05/2017 SOTTOTITOLI) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Il potere della Kundalini Discorso ai sahaja yogi Ashram di Chelsham Road, Londra (UK), 17 Maggio 1981 Oggi vi ho parlato della Kundalini e del fatto che la Kundalini è il Puro Desiderio dentro di noi che si manifesta, o viene risvegliato, per darci la realizzazione del Sé. Questo significa che quel desiderio è soddisfatto solo quando si ottiene la realizzazione del Sé, altrimenti non si manifesta: è addormentato, è ancora residuale. Essa ha creato l’intero universo ma, finché non avrete ottenuto la realizzazione del Sé, finché non sarete diventati un tutt’uno con il vostro Spirito, non avrete raggiunto la manifestazione di questa energia, ed essa continuerà a farvi correre, correre e correre, pensando di non avere ancora conseguito o trovato il vostro significato. Essa sarà sempre lì, addormentata, ma vi infonderà un senso di vuoto. Pertanto, questa energia deve essere resa manifesta; ma quando si manifesta… [Shri Mataji si interrompe per consolare un bimbo: “Che c’è? Cos’è successo? Lasciate stare, fatelo sedere, vieni. Che cosa è successo? Vieni. Che succede? Eh? Va tutto bene”. (Shri Mataji bacia il bambino) “Tutto a posto. Tutto a posto?”. (Il bambino: “Sì”) “Bene! (Risate) Adesso si deve stare in silenzio, d’accordo?”. (Shri Mataji bacia il bambino)] Inoltre, questa energia possiede determinate qualità. La prima qualità che possiede è ungrahavati, ossia va contro la forza di gravità. Va contro la gravità: Read More …

Consigli ai sahaja yogi, Autocontrollo, dedizione e comportamento New Delhi (India)

Consigli ai sahaja yogi (a proposito di autocontrollo, dedizione e comportamento) New Delhi, 11 Marzo1981 Tratto da: Nirmala Yoga, Vol. 3 n°16, Luglio-Agosto 1983 (Discorso in Hindi) Dovreste essere come dei re seduti sul trono. Invece ve ne state seduti sul trono a piangere e supplicare. Che cosa si dovrebbe fare a gente tanto sciocca? Siete dei re, e dovreste ordinare ai vostri cinque organi di senso, che avete fin qui tollerati, che ora dovrebbero comportarsi bene. Quando dominate voi stessi in questo modo, quando vi controllate, allora soltanto diventate dei buoni Sahaja yogi. Diversamente, la vostra mente va altrove e voi dite: “Madre, che fare, controllo tanto la mia mente, eppure se ne va”. Cos’è la mente? È una forza vivente, se ne andrà. Ma quando i nostri organi saranno risvegliati non vorremo mai smarrirci in certe direzioni, e abbandoneremo molte cose. Di tutte le cose dobbiamo ricordarne una sola: manteniamo puri i nostri cuori. Le persone dal cuore puro hanno pochissimi problemi. Ciò non significa pensare a cose sbagliate. Cuore puro significa dedizione. Non potete crescere in Sahaja Yoga, se vi manca la dedizione o se pensate di essere qualcosa di speciale. Non occorre essere speciali o istruiti. Voi dite: “Madre, non ho sentito nulla, non ho avuto nessuna esperienza”. È dovuto ai vostri difetti e non a Sahaja Yoga. A volte, la gente mi parla come se io avessi stipulato qualche contratto o mi avessero pagato del denaro. “Madre, veniamo da lei già da molto tempo”. Potete venire anche da Read More …

Nirmala Vidya (Estratto) Rahuri (India)

Nirmala Vidya (estratto), Rahuri (India), 31 Dicembre 1980. E’ un potere speciale attraverso il quale viene fatto tutto il lavoro divino, persino il perdono. Quando dite: “Madre, perdonaci”, la tecnica attraverso la quale vi perdono è “Nirmala Vidya”. Anche la tecnica con la quale vi amore Nirmala Vidya. Anche la tecnica attraverso la quale tutti i mantra si stanno manifestando e hanno effetto è Nirmala Vidya. “Nirmala” significa pura, “Vidya” significa conoscenza: Nirmala Vidya dunque vuol dire “la Conoscenza più pura” o la conoscenza delle tecniche che da essa provengono. L’energia crea delle spire, assume diverse configurazioni attraverso le quali agisce estraendo tutto ciò che è indesiderato, impuro e riempie con il suo stesso potere il vuoto che si è così creato. E’ una tecnica divina che non posso spiegarvi completamente perché il vostro strumento non è in grado di eseguirla, anzi non ne avete proprio lo strumento. Ma guardate quanto è sottile. Basta che diciate “Nirmala Vidya” per invitare quel potere, l’intero potere, tutto il complesso delle sue tecniche a occuparsi di voi; ed esso lo fa. Non avete di che preoccuparvi. E’ una cosa che non succede mai, in nessun governo, in nessuna parte del mondo. Dovete solamente rivolgervi al “governo” e questa tecnica comincerà ad agire nell’universo tutto intero, in ogni cosa creata. Essa è chiamata Nirmala Vidya. Quando, arrendendosi ad essa, se ne acquista padronanza, essa ci obbedisce completamente, totalmente. Questa tecnica è proprio Ganesha Shakti, la Shakti dell’innocenza, è quel potere che si chiama innocenza. Read More …

Discorso ai sahaja yogi, Letargia la cosa più anti-Dio Chelsham Road Ashram, London (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Letargia, la cosa più anti-Dio Discorso ai sahaja yogi  Chelsham Road Ashram, Londra (GB), 27 Settembre 1980 … e lui ha parlato del tour, di quanto successo ha avuto. Vorrei che aveste potuto sentirlo prima dell’inizio di questo mio discorso di oggi. Ieri, invece, ho parlato di due cose che dobbiamo fare in Inghilterra e che si dovrebbero capire, sapete. Poiché ogni Paese ha i suoi problemi e noi li assorbiamo. [Shri Mataji parla a lato in hindi: “Left hamari aur kar. Left hand, ha.” Ossia: “Rivolgi la mano sinistra verso di me e la mano destra verso l’esterno”]. Ora, il fatto è che il nostro lavoro si sta diffondendo molto rapidamente e la gente vi si sta dedicando. Trovo che, sorprendentemente, in Europa il terreno sia molto più fertile, e quando la gente riceve la realizzazione diventa fantastica, poiché pensa che sia qualcosa che aspettava da tempo, e comprende Sahaja Yoga molto meglio di quanto si capisca qui. Malgrado le vostre Kundalini salgano molto in alto – l’ho notato – il progresso non è del tutto corretto. Adesso Ray è stato in India, e vi racconterà che tipo di persone abbiamo in India e come siano progredite. Ora, come ho detto, il problema principale del nostro Paese è la letargia. La letargia è qualcosa che in qualche modo dobbiamo superare ed è in realtà una forza satanica. Non Read More …

Consigli all’ashram sulla preghiera Chelsham Road Ashram, London (Inghilterra)

(01/2022 SOTTOTITOLI, TRADUZIONE VERIFICATA) SHRI MATAJI NIRMALA DEVI Consigli all’ashram sulla preghiera Chelsham Road Ashram, Londra (GB), 26 Settembre 1980   Prima di tutto voglio raccontarvi cos’è accaduto nei luoghi in cui sono andata, e come abbiamo avuto tantissimi sahaja yogi ovunque: è una bellissima notizia. Prima sono andata a Lille, dove sapete che Cathy sta gestendo l’organizzazione. È una persona molto assennata, suo padre è in qualche modo un po’ contrario a Sahaja Yoga ma non la madre; e mi ha invitato ad andare da lei per pranzo. [Dice a lato: “Che cosa stai facendo adesso? Per favore tienilo da una parte. Ora.”] Quando sono andata a casa sua, ho curato la madre che soffriva di artrite e altro e ha ricevuto la realizzazione. Questo ha convinto molto la madre e lei era molto felice. Poi, per la sera, aveva prenotato una sala a Lille e, con nostro stupore, abbiamo avuto moltissime persone. Fummo sorpresi che nella sala ci fossero circa sessanta o sessantacinque persone. E fra loro c’erano alcune persone davvero molto carine. È venuta un’amica di Cathy con sua madre e hanno ricevuto la realizzazione così rapidamente, a Lille, che ero sorpresa. E lì abbiamo conosciuto marito e moglie che avevano fatto MT (meditazione trascendentale). Persone molto sensate, entrambe davvero di grande buon senso. Quando ho spiegato loro cosa fosse Sahaja Yoga, non hanno sperimentato la realizzazione, ma hanno capito che era qualcosa di grande. Allora hanno detto: “Va bene, verremo con Lei a Parigi”. Ho fatto Read More …

Seminario, Capire a che punto vi trovate Chelsham Road Ashram, London (Inghilterra)

Seminario a Chelsham Road, Londra (G.B.), 7 Settembre 1980. Capire a che punto vi trovate, per quanto riguarda Dio, è la cosa principale, non è vero? Siamo qui per questo, per essere una cosa sola con Dio, per essere uno con il Suo potere, per essere Suoi strumenti. In che modo la nostra connessione si allenta, e in che modo possiamo porvi rimedio, è ciò che dovremmo cercare di comprendere. Innanzi tutto dobbiamo renderci conto che non dovete pensare. Se vi mettete a pensare troppo, avete notato che fate cose strane che non avreste dovuto fare. Non pianificate nemmeno troppo, perché se in questo Paese la gente si mette a pianificare, va a finire che pianificherà davvero tutto. Ad esempio, se devono uscire per una passeggiata, devono avere le scarpe appropriate, devono avere il bastone adatto, devono avere questo, devono avere quello, devono avere i guanti, tutto, e alla fine non escono più. Sono esausti per il troppo pianificare. Accade la stessa cosa con Sahaja Yoga. Accade davvero la stessa cosa con Sahaja Yoga. Ho notato che sebbene io vi abbia detto di non pianificare, di non pensare, voi perseverate ed è così che vi mettete nei guai, poiché non potete correggervi pensando. Ciò che potete fare è rendervi conto che potete dare i bandhan, o potete darvi equilibrio con le mani. Dovete muovere le mani, non la mente; capito? La nostra mente si muove, mentre mani e piedi non si muovono mai. E la nostra mente è attiva in Read More …

Programma Pubblico, Raksha Bandhan Caxton Hall, London (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Raksha Bandhan Programma Pubblico  Londra (GB), 26 Agosto 1980 Oggi in India si celebra una festa speciale. È chiamata Raksha Bandhan. Raksha significa protezione e bandhan significa legame, vincolo di protezione. È un’usanza sociale molto bella, ottima, celebrare oggi questa bellissima festa. Oggi è il giorno della luna piena e ciò che si fa in questo giorno è allacciare una fascia di fili intorno al polso di chi volete proteggere. Si fa tra fratelli e sorelle. Le sorelle allacciano questa fascia al polso del fratello e, nel farlo, mettono tutto il loro amore attorno al polso: questo è il giorno in cui offrono tutto il proprio amore, ogni cosa al proprio fratello come protezione, come simbolo di protezione, attraverso quel filo. È un filo semplicissimo quello che usano. E deve essere allacciato al polso sinistro. Ma la gente lo allaccia erroneamente a destra, mentre deve essere allacciato a sinistra. Nel nostro Sahaja Yoga il polso sinistro corrisponde al Vishuddhi sinistro. Il Vishuddhi sinistro è qui e si esprime qui (polso, ndt), come sapete molto bene. Il Vishuddhi sinistro è il punto in cui risiede la relazione tra fratelli e sorelle. Quando in noi è disturbata, cominciamo ad avere problemi di Vishuddhi sinistro. In questi tempi moderni, parlare di relazioni pure sembra essere alquanto noioso per molte persone; invece, è molto pratico e logico. Direi che è la cosa più Read More …

Il significato del Puja (Inghilterra)

Il significato del Puja, GB, 19 Luglio 1980. … Ora, per quanto riguarda il puja, si deve capire che senza Realizzazione un puja non ha significato, perché non si è  ananya, cioè interamente consapevoli di se stessi. Krishna descrive la bakti  come  ananya. Dice: “Io vi darò ananya bakti“. Lui vuole l’ananya bakti, quello stato in cui non c’è l’altro; come a dire quando si è realizzati. “Per parte mia – dice – un fiore, un frutto, dell’acqua, qua­lunque cosa voi mi diate, io la accetto. Ma al momento di offrire – dice – voi dovete venire da me con ananya bakti, cioè quando siete divenuti Uno con me. Poi segue la devozione, non prima: pri­ma non siete connessi”. Il puja è la proiezione del lato sinistro. E’ una molto forte neutralizzazione del lato destro  e, specialmente per quelle persone o per quelle atmosfere in cui il lato destro è forte, il puja è l’ideale. Quello che viene proiettato  è la devozione, la bakti. E cosa accade realmente quando fate questa proiezione attraverso un puja? Si è trovato, ed è quanto vi sto raccontando, che la cosa più im­portante da fare è di risvegliare dentro di voi, adorandole, le deità che stanno ancora dormendo. Ma poiché queste deità, deità primordiali, sono in me, voi adorate me. Ogni deità in me è risvegliata, e attraverso questo le vostre deità si risvegliano. Dunque innanzitutto dovete migliorare le vostre vibra­zioni per poter ricevere. Se la ricezione non è buona a che servirà mai Read More …

L’essenza interiore: l’innocenza Caxton Hall, London (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I L’essenza interiore: l’innocenza Programma Pubblico Caxton Hall, Londra (GB), 23 Giugno 1980 È un fatto. È qualcosa che si può vedere. Si tratta di un avvenimento reale. Noi però siamo tanto persi nelle nostre fantasie, nelle nostre allucinazioni e fuorviati, che non possiamo credere che possa esistere qualcosa di reale a proposito di Dio. Ma se Dio è una realtà, anche questo avvenimento (la realizzazione del Sé, ndt) deve aver luogo dentro di noi, altrimenti Dio non esiste. Per chi è ateo, in un certo senso è meglio, poiché non ha accettato nulla ciecamente. Ma per chi ha accettato Dio con una mente aperta e non ha seguito qualche congettura, è ancora meglio. Se però si seguono congetture del tipo che deve esserci Dio… Qualcuno mi ha detto: “Sì, Madre. Dio mi aiuta moltissimo”. Ho chiesto: “Davvero? Come ti aiuta?”. Allora la signora mi risponde (Shri Mataji ride): “Mi sono alzata la mattina e ho pregato Dio: “O Dio, proteggi mio figlio”. Questo è tutto ciò che è riuscita a pensare! Che Dio dovrebbe essere impegnato a prendersi cura soltanto di suo figlio, come se non avesse altro da fare! “Allora cosa è successo?”. “Mio figlio stava arrivando in aereo e c’è stato qualche problema sull’aereo, ma è stato salvato. Dio mi ha aiutato in questo. Dio esiste”. Ma se fosse successo qualcosa al ragazzo, allora non so che Read More …

Discorso ai sahaja yogi, La sottigliezza London (Inghilterra)

La sottigliezza. Dollis Hill, Londra (GB), 8 Giugno 1980. È possibile soltanto alle persone di natura sottile comprendere il valore di Sahaja Yoga, possedere i valori di Sahaja Yoga e trattenerli in questo mondo a pezzi. Il mondo è a pezzi e tutti si muovono verso la propria distruzione. Tutti i valori accettati all’unanimità sono valori grossolani. La maggior parte dei valori è assolutamente grossolana. Per Sahaja Yoga ci vogliono persone che stiano cercando giustificazioni alla propria sottigliezza. Le persone sottili sono sempre state un po’ diverse dalla folla mondana, si esprimono sempre in modo che la loro stessa esistenza fa pensare che stiano cercando di consolidare il mondo intero. In un certo senso, riescono a percepire dentro di sé un elemento che li fa ridere della stupidità degli altri ai quali, magari, parrà di essere molto seri nel fare le cose, mentre a noi sembra piuttosto stupido il modo in cui sprecano la vita. Questo è il calibro delle persone diverse. Le persone di questo calibro, con questo dinamismo interiore, si stabilizzeranno per prime in Sahaja Yoga, non quelle di tipo ordinario e grossolano. Ma poiché le nostre porte sono aperte a tutti, poiché è assolutamente gratuito, vengono persone di ogni tipo e, quando vengono, non sanno ciò che vogliono. Alcuni tra loro potrebbero essere i più grossolani di tutti. Qualcuno potrebbe venire soltanto per ottenere qualcosa, solo per rubare qualcosa, è possibile. Ho visto persone di ogni tipo venire in Sahaja Yoga. Quando persone del genere trovano che Read More …

L’attenzione London (Inghilterra)

(03/2023 SOTTOTITOLI, TRADUZIONE VERIFICATA) SHRI MATAJI NIRMALA DEVI L’attenzione Dollis Hill Ashram, Londra (UK), 26 Maggio 1980 Oggi vi parlerò dell’attenzione, di cos’è l’attenzione, del movimento dell’attenzione e dei modi e metodi per elevarla. Consideratele indicazioni generali. Va bene? Quando parlo, però, dovete capire che sto parlando a ciascuno di voi individualmente e non degli altri. Quando parlo, la prima cosa che gli esseri umani fanno sempre è cercare di scoprire di chi sta parlando Mataji. Questo è il modo migliore per spostare la vostra attenzione su qualcos’altro. Se rivolgete la vostra attenzione su voi stessi, pensando: “Queste parole sono per me e per me solo”, esse produrranno un effetto, perché sono mantra. Invece vanno sprecate, perché qualunque cosa rivolta a voi viene proiettata su qualcun altro. Pertanto, l’attenzione che avete è l’unico mezzo per conoscere la realtà. Ed è la vostra attenzione ad essere importante, non l’attenzione degli altri o la vostra attenzione sugli altri. Questo deve essere capito chiaramente. Se comprenderete questo punto, e cioè che, per elevarvi ad una condizione superiore, tutto deve essere assimilato da voi attraverso la vostra attenzione, funzionerà. Diversamente è come darvi del cibo che (però) va ad un’altra persona, che viene nutrita mentre voi non ricevete nulla. Ed anche quella persona potrebbe non essere in grado di ricavarne nutrimento, perché non sa che lo state passando a lei. Oggi, dunque, dato che vi parlerò dell’attenzione, dovreste rendervi conto che la vostra attenzione dovrebbe assorbire tutto ciò che io dico. Non è destinato Read More …

Seminario, Il Vero Divenire Old Arlesford Place, Arlesford (Inghilterra)

Seminario, “Il Vero Divenire”. Old Alresford, Winchester (GB), 18 Maggio 1980. Questo avviene soltanto perché vi ho dato la nascita. Nessuno avrebbe potuto farlo prima, ve lo assicuro. Potete curare gli altri, potete  tenere conferenze su Sahaja Yoga, potete conoscere i vostri  problemi personali, ciò che vi circonda, potete purificare voi stessi e gli altri. Questo è il bagaglio che ottenete soltanto con la realizzazione. Che salto dalla precedente consapevolezza,  quando era solo un desiderio! Siete partiti da qui. Ma tutte queste cose che all’inizio, quando ne avevate il desiderio, apparivano piuttosto strane, diventano bellissime forme molto più sottili appena vi accadono. A questo punto sentite i vostri chakra, i loro problemi e ricominciate ad analizzarli. Il problema più grave in Occidente è che le persone analizzano. Date loro un caso e lo analizzeranno. Date loro qualsiasi cosa  e la analizzeranno. L’analisi è la cosa più importante e perciò  c’è questo dover analizzare che li fa impazzire. Di qua  si aggrappano alla loro realizzazione, dall’altra parte analizzano ogni cosa.  Si analizzano le gambe, si analizzano i piedi, si analizzano le unghie, hanno preso il microscopio per  esaminarli. Se le gambe devono essere usate per arrampicarsi,  si analizzano le gambe e i piedi. Quando cominciate ad identificarvi  con qualunque cosa vi stia attaccata, l’intero scopo è perduto. Dovreste dire “Ora è finito, basta! Adesso sono un’altra persona”. La cosa più grande sta in questa consapevolezza di voi stessi che avete quando siete realizzati. Dovete accettare che la persona che eravate prima Read More …

Preparazione al divenire, Discorso serale Old Arlesford Place, Arlesford (Inghilterra)

(05/2020 SOTTOTITOLI, traduzione inedita) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Preparazione al divenire  Seminario di Old Arlesford – discorso serale  Old Arlesford Place, Arlesford (Inghilterra), 17 Maggio 1980[1] Affrontate voi stessi per divenire. Allora si attua la preparazione per diventare qualcosa e, in generale, quando vi rendete conto che ad opprimervi sono l’ego ed il super-ego, dovete analizzarli con la consapevolezza vibratoria. Ora, sono due i tipi di attenzione che dobbiamo avere: la prima è una attenzione costante, che è di routine per un sahaja yogi, mentre la seconda è un’attenzione che scaturisce da un’emergenza. Vi ho già detto che tutti i sahaja yogi devono cominciare a scrivere i loro diari: uno con le esperienze quotidiane – se sapete di dover scrivere un diario, manterrete la mente vigile – ed un altro dove annotare, ogniqualvolta vi si presentino, idee particolari sul passato o sul futuro. Pertanto, dovreste tenere due diari. Per la vostra attenzione costante è necessario fissare la vostra mente su taluni fatti. Il primo è che se, come ho detto, tenete un diario, saprete di dovervi ricordare gli avvenimenti importanti che sono accaduti. Così la vostra attenzione sarà vigile e voi farete attenzione a quei particolari, a cosa vedete e dove. E, se renderete vigile la vostra attenzione, vi stupirete di quali nuove cose vi si presentino: idee molto brillanti, miracoli della vita, miracoli della bellezza di Dio, del Suo buon auspicio, della Read More …

Che cos’è un sahaja yogi, Seminario – discorso al mattino Old Arlesford Place, Arlesford (Inghilterra)

(10/2020 SOTTOTITOLI, traduzione revisionata) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Che cos’è un sahaja yogi Seminario di Old Arlesford – discorso al mattino  Old Arlesford Place, Arlesford, Winchester (UK), 17 Maggio 1980 Dobbiamo renderci conto che Sahaja Yoga è un processo vivente. È lo stesso tipo di processo mediante il quale un seme germoglia diventando un albero. È un processo vivente. Quindi è opera di Dio. Insomma, è Lui che deve farlo, non è compito vostro: far germogliare il seme è compito Suo. Ma il problema nasce poiché, a questo stadio in cui l’essere umano è il seme, ha la libertà. Loro (gli esseri umani) hanno la libertà. Con questa libertà possono rovinare la Sua manifestazione (di Dio), il Suo operato. Quindi, la prima cosa da ricordare è che occorre avere saggezza. Il primo segno di saggezza è (rendersi conto) che sarà Dio Onnipotente ad eseguire questo lavoro, non siamo noi a farlo. Voi non potete far germogliare un seme. Come potete allora far germogliare anche il vostro seme? E alla luce di questa saggezza dobbiamo imparare e renderci conto, interiormente, di una cosa, che voi siete parte integrante dell’intero processo. Se anche avete la vostra libertà, anche la libertà è parte integrante dello stesso processo. Voi non siete separati da Dio. Non avete una entità separata. Siete parte integrante di quell’intero processo. Chiaro? Quindi, anche pensare di essere voi a dover decidere qualcosa al Read More …

Discorso ai sahaja yogi, L’uovo e la rinascita Caxton Hall, London (Inghilterra)

(03/2018 SOTTOTITOLI) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I L’uovo e la rinascita Discorso ai sahaja yogi Caxton Hall, Londra (GB), 10 Aprile 1980 L’altro giorno all’ashram vi ho parlato della Pasqua, della nascita di Cristo, della Sua resurrezione e del messaggio del Cristianesimo che è la resurrezione. L’uovo è una cosa molto significativa e, in una delle antiche scritture indiane, è scritto perché la Pasqua dovrebbe essere celebrata con un uovo. È molto sorprendente. In esse è molto chiaro, se si riesce a comprendere che Cristo è simboleggiato da un uovo. Ora, che cos’è un uovo? In sanscrito, un bramino è chiamato dwjaha. Dwihi jayeti significa colui che è nato due volte. E un uccello, qualunque uccello, è chiamato anche dwija, ovvero nato due volte, perché prima l’uccello nasce come uovo e poi rinasce come uccello. Allo stesso modo un essere umano nasce come un uovo e poi rinasce come un’anima realizzata. Ora, notate come sia significativo che entrambi siano chiamati con lo stesso nome. Nessun altro animale è chiamato dwija, a meno che non abbia prima la forma di uovo e poi venga fuori come un’altra cosa. Per esempio, nessun mammifero è chiamato dwija, ad eccezione degli esseri umani. È notevole il fatto che in zoologia, se leggete, i mammiferi non depongano uova: fanno nascere i loro figli direttamente. Ed anche noi siamo mammiferi. Nonostante ciò, gli esseri umani sono chiamati dwijaha, proprio come Read More …

La Madre, Giorno della Festa della Mamma London (Inghilterra)

(05/2018 SOTTOTITOLI) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I La Madre Giorno della Festa della Mamma Ashram di Dollis Hill, Londra (GB), 16 Marzo 1980 È bello oggi: è la Festa della Mamma e si trovano così tante persone ad attenderti. E inoltre ci si vede come una madre (Shri Mataji parla di se stessa, ndt), il cuore si strugge in attesa di questo incontro e non si possono evitare alcune cose; e allora si gioisce di questo desiderio, di questo forte desiderio di vedere i propri figli tanto amati. Questa è una grande gioia; è stato descritto come, in questi tempi moderni, in questo Kali Yuga, tutto sarebbe andato all’aria perché non si sarebbe più riconosciuta la maternità, le madri non sarebbero più state rispettate e neppure rispettabili. È un fatto. E – pensate – ciò ha portato a questa Festa della Mamma in questo Paese. È un riconoscimento così grande da parte del Divino il fatto di dover ricordare che il ruolo della madre è molto importante. È stata la Madre a creare l’universo. Il Padre è stato soltanto un testimone dell’intero spettacolo. È Lei a far funzionare tutto, è Lei a rendere tutto meraviglioso affinché Egli assista allo spettacolo, ne diventi spettatore, poiché Lei ama la propria creazione. Il Padre vuole che tutto sia tale da poterlo amare; è un perfezionista, vuole che tutto sia perfetto. Invece, una Madre accetta il figlio così Read More …

Discorso ai sahaja yogi, Il valore del matrimonio London (Inghilterra)

S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Il valore del matrimonio Discorso ai sahaja yogi  Dollis Hill ashram, Londra (UK), 3 Marzo 1980 Per prima cosa, Sahaja Yoga serve a dare inizio alla vostra germinazione; poi avviene la crescita. In questa crescita, voi dovete diventare una personalità più ampia, sempre più ampia. Con il matrimonio voi diventate persone ancora migliori, e sviluppate personalità migliori. Ora, perché il matrimonio è necessario per i sahaja yogi? Per prima cosa, sposarsi è la cosa più normale da fare. Dio vi ha dato il desiderio di sposarvi per un certo scopo; ma, se questo stesso desiderio non lo usate per lo scopo per il quale vi è stato dato, può diventare una perversione, può diventare una cosa sgradevole, può essere molto dannoso per la vostra crescita. Quindi, si dovrebbe comprendere questo desiderio interiore di sposarsi. Matrimonio significa una moglie che è parte integrante del vostro essere, una moglie sulla quale potete contare; che è vostra madre, che è vostra sorella, che è vostra figlia, tutto. Potete condividere tutti i vostri sentimenti con vostra moglie, quindi è importante che la moglie sia in grado di comprendere che questa è la necessità del matrimonio. Ora, in Sahaja Yoga, come avete visto, tutti voi avete problemi o di lato sinistro o di lato destro. Ora, quando si celebreranno questi matrimoni, per lo più spontaneamente, accadrà, secondo i piani della natura stessa, che voi Read More …

I poteri concessi ai sahaja yogi e come mantenerli Bordi (India)

(02/2017 SOTTOTITOLI) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I I poteri concessi ai sahaja yogi e come mantenerli Bordi (India), 27 Gennaio 1980 Ieri vi ho detto che dobbiamo conoscere i poteri che abbiamo e i poteri che possiamo ottenere. Prima di tutto dovremmo sapere quali poteri abbiamo, e dovremmo anche sapere come preservarli e quali altri poteri possiamo conseguire molto facilmente. Il primo potere che ottenete dopo la Realizzazione è il più grande sulla Terra. È il potere di Shri Ganesha. Solo Lui può svolgere il compito che voi svolgete oggi, ed è il potere di alzare la Kundalini. Nessuno finora, nella storia della spiritualità, aveva mai alzato la Kundalini in così breve tempo come fate voi. Essa si muove sotto le vostre dita; è proprio il potere di Shri Ganesha che vi viene concesso. Nel momento in cui date la realizzazione, anche se siete bloccati in qualcuno dei vostri chakra, o se avete qualche problema, persino se siete un po’ posseduti, anche se non siete sahaja yogi granché bravi, anche se non siete granché arresi a Mataji, anche se non vi sentite molto in obbligo verso Sahaja Yoga, nonostante ciò la Kundalini sale sotto le vostre dita. Questa chiave di Ganesha vi viene data da Shri Ganesha stesso in voi, per darvi la fiducia, la sicurezza di poter alzare la Kundalini, senza però la sensazione di essere voi a farlo. Se andate avanti senza Read More …

Trasformazione, Consigli dati alla meditazione del mattino Bordi (India)

(01/2017 SOTTOTITOLI) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I  Trasformazione  Consigli dati alla meditazione del mattino  Seminario di Bordi Shibir (India), 27 Gennaio 1980 Tutti, quando sono arrivati qui, si sentivano molto bene e felici ed avevano la sensazione di avere le vibrazioni a posto; ma non era così. Quindi siate vigili: chiedete agli altri di verificare il vostro stato, siate umili al riguardo. Dovete verificare continuamente. Se non verificate qual è il vostro stato, come saprete dove avete un blocco? Chiedete agli altri di verificare il vostro stato (vibratorio) e siate umili, molto umili su questo punto. Non date tutto per scontato perché, se non trasformiamo noi stessi, Sahaja Yoga non ha alcun significato per voi. Vedete, potrebbe essere un modo molto materiale di manifestare Sahaja Yoga, nello stesso modo in cui questa radio, questo transistor o questo altoparlante si limitano a diffondere (la voce). Dobbiamo renderci conto che Sahaja Yoga non consiste semplicemente nel far passare l’energia attraverso di noi come fanno tutte le altre cose materiali. Questo microfono fa passare energia, questo transistor fa passare energia e tutte le altre cose simili fanno passare energia; (ma) niente entra in esse. Come un artista che canti senza che niente passi nella radio. Analogamente, se la vostra energia inizia a fluire (solo) perché in qualche modo la Kundalini è stata connessa alla sorgente, essa non avrà svolto il suo lavoro e voi non avrete reso Read More …

Il significato del nome Nirmala Rahuri (India)

(06/2021 traduzione verificata) S H R I   M A T A J I   N I R M A L A   D E V I Il significato del nome Nirmala Rahuri (India), 18 Gennaio 1980 [Traduzione dal marathi] È bello che tutti i sahaja yogi si siano riuniti. Quando ci incontriamo così, possiamo discutere di molte cose di interesse comune e parlare tra noi anche dei più piccoli dettagli su come purificarsi, dato che il nome stesso di vostra Madre è Nirmala e contiene molti poteri. La prima sillaba è NIH, che significa non. Qualcosa che effettivamente non esiste ma sembra reale è chiamato Mahamaya (grande illusione). Ciò che non esiste ma a noi sembra reale è chiamato Mahamaya, e il mondo intero è così. È visibile ma non è reale: se ci siamo coinvolti, abbiamo la sensazione che sia l’unico motivo per cui dover vivere. Allora sentiamo che le nostre condizioni economiche sono insoddisfacenti, le condizioni sociali e familiari sono cattive, tutto intorno a noi è negativo e non riusciamo a vedere niente di buono. L’acqua sulla superficie del mare è molto sporca e torbida, si vedono molti oggetti galleggiare ma, se ci si immerge nella profondità del mare, c’è così tanta bellezza, ricchezza e potere che ci si dimentica dell’acqua sporca in superficie. Il punto è che tutto ciò che vedete intorno è illusione. Dovete innanzitutto ricordare che tutto questo non è nulla. Se dovete stabilizzare NIH, ogniqualvolta sopraggiunga un pensiero dovete dire a voi stessi: “Non questo” (ya Read More …